Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco

allevatori

Inserisci quello che vuoi cercare
allevatori - nei post
Pranzo pro-terremotati Castelluccio di Norcia - 25 Novembre 2016 - 18:06
Sabato 26 novembre presso l’Agriturismo Rossolampone di San Bernardino Verbano (Bieno), Via Bellavista 20, si terrà un pranzo di beneficenza pro-terremotati a favore della Rete di solidarietà fra allevatori ed agricoltori del Comune di Castelluccio di Norcia, coordinata dalla locale sezione della Confederazione Italiana Agricoltori.
Craf in Crof - 12 Novembre 2016 - 06:01
Domenica 13 novembre 2016, a Croveo di Baceno si terrà la XVI Mostra Mercato Ovi-Caprina "Craf in Crof".
Origine del latte su etichette: Si dall'Europa - 15 Ottobre 2016 - 19:06
"Un provvedimento che apre nuovi scenari e che valorizza un patrimonio che nelle nostre province è tradizione e che da troppo tempo viene penalizzato da un’insostenibile congiuntura: la zootecnia e il comparto lattiero caseario si legano ancor più al territorio e al suo presente, nel segno di un diritto alla trasparenza che, finalmente, viene riconosciuto alle imprese e ai consumatori".
Fiera degli allevatori - 14 Ottobre 2016 - 15:03
Sabato 15 e domenica 16 ottobre 2016, presso il Parco della Cartiera a cannobio si terrà la 11^ Fiera degli allevatori.
Work4You: Lavoro giovanile in agricoltura, il bando "Nuovi Fattori di Successo". - 19 Luglio 2016 - 08:30
Nel mercato del lavoro si sta facendo strada una nuova generazione di contadini, allevatori, pescatori e pastori che costituiscono uno dei principali propulsori di crescita del settore agroalimentare italiano.
Pasquetta in piazza, per gli allevatori novaresi e del VCO - 29 Marzo 2016 - 12:10
In piazza a Torino, insieme ai ‘colleghi’ dell’intero Piemonte, per condividere con i cittadini e le loro famiglie la necessità di dare una chiara informazione in etichetta sulla provenienza del latte e dei suoi derivati, a tutela della salute e a sostegno delle imprese, oltre che del complessivo tessuto economico.
Territorio, ruralità e fatica nella storia dei Minoletti - 24 Gennaio 2016 - 09:14
Il legame tra ruralità e territorio, la storia della sua agricoltura e del lavoro che la origina. Ma anche le fatiche quotidiane di una famiglia agricola e la crescita, nei decenni, di un’impresa che guarda, oggi, alle nuove generazioni non abbandonando il solco della tradizione. Tutto questo nella serata svoltasi giovedì a Cannobio e dedicata alla famiglia Minoletti.
Chiusa indagine su furto di pecore - 12 Gennaio 2016 - 10:17
Ad oltre un anno di distanza dalla denuncia di furto di 103 pecore di razza “Saas” della vicina confederazione elvetica, la Procura della Repubblica di Verbania ha chiuso le indagini e disposto il rinvio a giudizio per propria competenza territoriale. Riportiamo il comunicato della provincia del VCO.
Verbanese Campione Europeo di allevamento - 30 Novembre 2015 - 16:07
La “ 28ème Exposition Européenne de volailles, pigeons, lapins, cobayes et oiseaux” che ha visto l’allevatore Campana Gian Carlo vincere un titolo Europeo con la razza di conigli Ariete Inglese.
Anche Cannobio dice No ai formaggi "senza" latte - 21 Ottobre 2015 - 11:27
"Un importante “momento di condivisione”, in un periodo in cui “è importante prendere coscienza e trasmettere anche ai cittadini il valore della zootecnia locale: un periodo non facile, in cui l’Europa chiede all’Italia l’ingresso del latte in polvere per fare i formaggi e dove i costi di produzione mettono in ginocchio il futuro delle imprese."
Mostra bovina della razza Bruna Alpina - 3 Ottobre 2015 - 17:05
Domenica 4 ottobre, quando la Valle Vigezzo renderà onore per l'ennesimo anno (il 34esimo per la precisione) alla razza Bruna Alpina, con la consueta "mostra" autunnale.
Cannobio: Eventi e Manifestazioni - Ottobre 2015 - 1 Ottobre 2015 - 18:02
Eventi e manifestazioni in programma a Cannobio e dintorni ad ottobre 2015.
Coldiretti Novara Vco oggi al Brennero - 7 Settembre 2015 - 16:31
Il territorio di Novara-Vco, con i suoi imprenditori agricoli e allevatori è presente in forze, dalle prime ore di questa mattina, al valico del Brennero dove alle 9.30 è iniziato il presidio di Coldiretti scopo smascherare il ‘falso made in Italy’ che ogni giorno valica le frontiere e raggiunge il nostro Paese.
Agricoltori e allevatori anche dal Vco al Brennero per protestare - 6 Settembre 2015 - 09:16
Lunedì 7 settembre 2015 dalle ore 9,30 migliaia di agricoltori della Coldiretti provenienti dalle diverse Regioni presidiano il valico del Brennero per denunciare gli effetti dei ritardi e delle omissioni dell’Unione Europea.
Formaggi senza Latte: Coldiretti Novara Vco protesta a Roma - 6 Luglio 2015 - 18:06
"Parola d’ordine “difendere il Made in Italy” per impedire il via libera in Italia al formaggio ed allo yogurt prodotti con polvere di latte e per preservare il patrimonio gastronomico custodito da generazioni, evitando ricadute negative sul piano economico, occupazionale ed ambientale".
allevatori - nei commenti
Forza Italia Berlusconi su parcheggio Castelli - 21 Febbraio 2016 - 20:22
Re: Mah von fersen
Ciao gennaro scognamiglio Spiego diversamente: secondo il suo discorso la società non si può evolvere perché crea disoccupazione in qualche settore. Quindi non avremmo mai potuto costruire ponti perché avrebbero perso il lavoro i traghettatori e i barcaioli, potuto costruire automobili perché avrebbero perso lavoro i maniscalchi, i coltivatori di biada e gli allevatori di cavalli, mai potremmo inventare il vaccino contro il cancro perché perderebbero il lavoro gli oncologi e mai potremmo inventare il motore ad acqua perché perderebbero il lavoro i benzinai. Questo esempi sono l'applicazione del suo pensiero
Anche Cannobio dice No ai formaggi "senza" latte - 22 Ottobre 2015 - 16:51
EXPO una presa per i fondelli
Ora capite perchè EXPO è una presa in giro,si vuol far credere che si salvaguardano le produzioni locali italiane eccelenze mondiali,e invece l'europa(minuscola) ci vuol costringere a fare il formaggio con la polvere del latte ,notoriamente materia morta che distruggerà decine di formaggi locali,speriamo che gli allevatori abbiano le .p....le,perchè dei politici non ci si può fidare. Forza allevatori.
Zacchera: "Da Fiumicino agli Agoni" - 18 Luglio 2015 - 19:30
Non giriamoci intorno
Ho letto con attenzione la replica del dr.Zacchera, che vedo essere d'accordo su molti punti da me evidenziati: gli uccelli ittiofagi, alcune alterazioni chimiche dell'acqua ( per noi uomini della strada : con l'acqua troppo pulita il pesce fa la fame), mentre dissente sulla questione delle reti. Non ho intenzione di annoiare nessuno con un dibattito via internet sull'argomento, ma credo che il punto rimanga uno: ha senso, nel 21mo secolo gettare reti di chilometri in un lago in cui ci sono problemi non da poco? Chi se ne frega che per secoli ci sono stati i pescatori, quello che conta è che adesso tra cormorani, gabbiani, depuratori, temperatura e chi più ne ha più ne metta, la pesca professionale è il classico colpo del ko per il Verbano. Nell'anno dell'Expo, il dr. Zacchera Sembra non aver compreso il messaggio universale che ci arriva dall'evento, cioè che le attività antropiche devono essere in simbiosi con la natura, lo sfruttamento delle risorse deve essere sostenibile. Può, in tutta onestà, il dr. Zacchera, rimanere il paladino dei pescatori professionisti alla luce di questa pressione a cui il lago è soggetto? La mia idea di trasformare, sfruttando le acque del bacino, i pescatori in allevatori, non va proprio in questa direzione? Si salvaguarderebbero i posti di lavoro, si produrrebbero risorse alimentari, si potrebbe ripopolare il lago. A questo vorrei che il dr. Zacchera, dall'alto degli incarichi che ricopre, rispondesse e si attivasse, nell'interesse dell'ambiente e di noi tutti. Grazie. P.s. In tutto questo, ovviamente, la mia identità è veramente poco importante, credo sia meglio disquisire su idee e concetti piuttosto che tirare in ballo la solita tiritera sui nicknames ..
Zacchera: "Da Fiumicino agli Agoni" - 18 Luglio 2015 - 17:40
Ma poi qual'e' il punto?
Alla fine, dopo aver stabilito che: 1 - l'acqua del lago è molto più pulita adesso che 50 anni anni fa perché i depuratori fanno il loro mestiere. 2- essendoci meno rifiuti organici, c'è anche meno nutrimento per i pesci e quindi ce ne sono meno. 3- ci sono molte specie di uccelli predatori che razziano gli avanotti. 4- l' unico pesce "infestante" che non diminuisce , anzi aumenta, e' l'agone, che all'inizio dell'Estate invade il litorale per la riproduzione per poi sparire nei punti più profondi del lago. Alla luce di questi quattro punti credo di capire il motivo per il quale il nostro ex sindaco si sia risvegliato dal letargo, e cioè per difendere, ancora una volta, gli interessi dei suoi amici pescatori professionisti che si lamentano del fatto che l'agone, entrando in competizione alimentare con pesci più pregiati, leva spazio a bondelle e coregoni, obiettivo primario degli "isolani". Le perplessità vere però, senza seguire i conflitti d'interesse più o meno condivisibili del noto politico locale, sono proprio legate ai quattro punti iniziali: alla luce di una situazione di povertà di nutrimento delle acque lacustri, del fatto che non viene effettuato il ripopolamento di coregoni, persici, lucci, e altre razze che stanno scomparendo, ha ancora senso sostenere il fatto che si possano mettere reti chilometriche che non lasciano scampo ai pochi esemplari rimasti? Personalmente vedo due soluzioni al problema: non fare nulla, e nel giro di pochi anni il lago verrà svuotato, oppure vietare l'uso di reti e riconvertire i pescatori professionisti in allevatori, contribuendo alla creazione di impianti ma obbligando a effettuare immissioni regolari di tutte le specie endemiche del lago. Speriamo che il signor Zacchera, dall'alto della sua esperienza, smetta di fare azioni a sostegno di un mestiere che non ha più senso e provi a ragionare sulle mie proposte, ci guadagnerebbero tutti.
Zacchera: "Da Fiumicino agli Agoni" - 18 Luglio 2015 - 08:38
Il lago come l'oceano.
L'ex onorevole Zacchera, con un paragone suggestivo, ci fa capire come la burocrazia italiana, dall'aereoporto della Capitale in giù,riesca a far danno con la sua ignavia e la sua mancanza di competenza che la porta a non prendere decisioni, proprio per non rischiare di assumersi responsabilità . Nel caso specifico del Lago Maggiore, tuttavia, io sto con gli Agoni, con i Coregoni, con i Persici e le Alborelle senza se' e senza ma. Perché, cari utenti del blog, il nostro simpatico ex sindaco, più che preoccuparsi dell'equilibrio biologico del Lago, difende, da sempre, gli interessi dei pescatori professionisti delle isole. Questa storica categoria, infatti, da secoli getta le reti nel lago forte di una concessione secolare conferita dagli allora signori di queste terre, i Borromeo, tutt'oggi proprietari di circa metà del Verbano. Ma mentre due o tre secoli fa il Lago era più pescoso e le reti meno tecnologiche, e le specie ittiche non venivano decimate dalle rudimentali attrezzature degli antenati dei professionisti attuali, oggi dalle Isole partono imbarcazioni che gettano reti di giorno e di notte, di lunghezze anche di chilometri che falcidiano qualsiasi cosa. Chiedete ai pescatori dilettanti ( quelli con la canna) se riescono ancora a prendere qualcosa, o guardate con attenzione il lago di notte, potrete scorgere le luci di segnalazione delle mega reti all'opera. In conclusione, invece di abbaiare alla luna, lo stimato Marco Zacchera meglio farebbe a regolamentare la pesca con le reti, a procedere a un ripopolamento che non si limiti alla sola trota, e magari a limitare la presenza di gabbiani e cormorani che falcidiano gli avanotti o piuttosto,a trasformare pescatori industriali che trattano un piccolo lago come fosse un Oceano in ...allevatori di pesce. Magari li si' con contributi per installare gli impianti, con la possibilità di allevare più specie e magari ad immetterne un po'nel lago per proteggere anche le razze che sono in via di estinzione....altro che quattro agoni in carpione.
Tempo di lupi. La storia di un ritorno. La mostra - 17 Aprile 2015 - 16:01
Fortuna
Dovreste avere una fortuna sfacciata per poterlo vedere e magari fotografare, non attacca certamente l'uomo anzi se ne starà ben lontano da voi. I lupi che dobbiamo temere sono in città con noi. Mi sembra evidente che se nel loro vagare uccidono dei capi di bestiame gli allevatori devono essere risarciti senza troppe scartoffie e lungaggini. viva il lupo.
Tempo di lupi. La storia di un ritorno. La mostra - 17 Aprile 2015 - 06:16
Lady :D
Non hai tutti i torti 😂😂😂 Il lupo mi affascina, pur comprendendo il punto di vista di allevatori e pastori, credo si possa trovare un modo per convivere con questa specie... Alla fine il lupo vive secondo natura e rispettando le sue regole, cosa che ahimè l'uomo ha smesso di fare da un pezzo.
LegalNews: La responsabilità civile dei magistrati - 10 Marzo 2015 - 09:17
...e i politici?
se ora pagano i giudici, i politici quando pagano? a quanto ammonta la responsabilità civile della Lega Nord che per anni ha illuso gli allevatori padani di poter fare i loro comodi sulle quote latte,ora costa allo Stato il deferimento europeo per 1.3 miliardi di multe non pagate? paga Salvini?no pantalone..e i 4 miliardi gettati per coprire i debiti della bad company Alitalia? e i 5 miliardi per il non smaltimento della monnezza in Campania' e i danni patiti dai 300mila esodati creati dalla legge Fornero'? solo per citarne alcuni ci vorrebbe una gigantesca class action per far pagare questo chilometrico conto a chi, destra, centro e sinistra,negli ultimi 20 anni ha approvato con dolo o colpa grave le "riforme" che ci hanno rovinati, ma le leggi non lo consentono essendo state scritte e votate da chi dovrebbe pagare.. Il cappone non salta spontaneamente nella pentola alla vigilia di Natale....
Striscia la Notizia nuovamente a Domodossola - 8 Marzo 2015 - 08:24
Scandalosa Striscia
E' scandaloso che gli allevatori, lavoratori che lavorano veramente duramente, siano messi all'indice da una una trasmissione TV che agisce solo per vendere pubblicità e per assecondare questa orda di animisti dal cervello piccolo piccolo.
Striscia la Notizia nuovamente a Domodossola - 6 Marzo 2015 - 13:27
Bravo !
Edorado, sei unico ! BRAVO ! Tu dai voce a chi voce non ne ha.... e certi che ce l'hanno potrebbero anche tacere ! Sicuramente si possono ascoltare le ragioni degli allevatori e capire la loro realtà, ma questo non toglie la condizione in cui devono vivere per lunghi mesi gli animali in questione... e non dite che sono animalista.... Io di animali non ne ho e mangio anche la carne. Parlo solo per BUON SENSO.
Striscia la Notizia nuovamente a Domodossola - 5 Marzo 2015 - 15:52
Ci risiamo
Si lasci in pace chi lavora. Solidarietà agli allevatori ossolani.
Severino: Striscia la Notizia ingiusta con l'allevatore - 22 Gennaio 2015 - 17:11
La LN c'è più che mai a sostegno del territorio.
Leggo dei commenti veramente fuori luogo , chi vuole usare la causa dell'allevatore per attaccare la lega Nord e i suoi segretari - è veramente sterile e poco sensibile al problema creato all'allevatore , problema che si ripercuote su tutto il territorio montano pastorizio . Tutta la lega è vicino al territorio e allevatori . Complimenti alla segretaria Provinciale MARCELLA SEVERINO -confermata in due congressi- Massimo Tamburini ( io mi firmo )
Severino: Striscia la Notizia ingiusta con l'allevatore - 20 Gennaio 2015 - 17:44
Di norma
Di norma sto con chi difende i diritti degli animali, questa volta però mi è sembrato il classico "uovo fuori dal cavagn"; Stoppa ci ha meritoriamente e molte volte informati di veri e propri maltrattamenti di animali, ma in questo caso si è forse lasciato prendere la mano da chi ha fatto la segnalazione.Forse le cose potrebbero essere migliorate dando maggior sovvenzioni a quei pochi allevatori ancora rimasti attaccati al loro lavoro, ma i soldi ci sono solo per chi e cosa vogliono "loro": milioni di euro per due sventatelle e zero euro per chi si spacca la schiena per star dietro alle bestie da latte. E' giusto il caso di dire che le vacche meriterebbero più attenzione.
Severino: Striscia la Notizia ingiusta con l'allevatore - 20 Gennaio 2015 - 14:41
Piena solidarietà meritano
questi allevatori che amano i loro animali e la montagna e dovrebbero essere aiutati a migliorare il loro allevamento nel rispetto dei metodi tradizionali. Ma siamo in Italia e in questo, come in altri casi convien dire: "Piangi, che ben hai donde, Italia mia,... Se fosser gli occhi tuoi due fonti vive, Mai non potrebbe il pianto Adeguarsi al tuo danno ed allo scorno;"
Lupi sbranano pecore tra Ossola e Vallese - 29 Settembre 2013 - 11:06
Lunga vita ai lupi
sarebbe opportuno narcotizzarli e trasferirli in aree protette e risarcire gli allevatori.......perchè uccidere!!!!
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti