Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco

amministratori

Inserisci quello che vuoi cercare
amministratori - nei post
Montani: incontri sulla viabilità - 15 Maggio 2018 - 12:03
Riceviamo e pubblichiamo, due comunicati del Senatore Enrico Montani, riguardanti l'incontro sulla viabilità in Valle Strona e quello con ANAS sulla viabilità del VCO.
Vent'anni di Consiglio Comunale dei Ragazzi - 13 Maggio 2018 - 18:06
Il Consiglio Comunale dei Ragazzi di Verbania ha elaborato, nel corso di questo anno scolastico, un percorso per celebrare l’avvio del progetto avvenuto nell’a.s. 1997/1998.
Poste montane: i sindaci chiedono più servizi - 9 Maggio 2018 - 13:01
I Comuni montani scrivono a Poste. Una lettera firmata dai Sindaci, protocollata da ciascun Ente, per chiedere nuovi servizi nelle aree interne e nelle terre alte. Di seguito la nota di UNCEM Piemonte.
Verbania documenti su fusione Comuni - 8 Maggio 2018 - 11:27
Riceviamo e pubblichiamo, una nota di Verbania documenti, riguardante la fusione tra i Comuni di Verbania e Cossogno.
Montani su passaggio VCO da Piemonte a Lombardia - 8 Maggio 2018 - 09:16
Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato del Senatore Enrico Montani, riguardante la recente approvazione in Consiglio Provinciale dell’ordine del giorno che da l’avvio all’iter per l’indizione del referendum popolare per il passaggio del Vco dalla regione Piemonte alla Lombardia.
Chifu e Immovilli su fusione Verbania Cossogno - 4 Maggio 2018 - 14:52
Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato dei Consiglieri Comunali, Adrian Chifu e Michael Immovilli, riguardante la Fusione tra i comuni di Verbania e Cossogno.
Con Silvia per Verbania su fusione Cossogno-Verbania - 18 Aprile 2018 - 15:03
Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato della Lista civica Con Silvia per Verbania, riguardante la questione fusione tra Verbania e Cossogno.
Riusiamo Verbania. Le esperienze già in campo per fare bene - 17 Aprile 2018 - 19:06
Mercoledì 18 aprile 2018 ore 17.30, Centro Eventi Il Maggiore via S. Bernardino 49 - Verbania. Incontro Pubblico per raccontare le esperienze di amministratori impegnati in analoghi programmi dal forte impatto innovativo e partecipativo, presentare i loro modelli e la loro efficacia, affrontare le difficoltà culturali e procedurali che si incontrano
Poste non chiude più gli uffici nei piccoli Comuni - 28 Febbraio 2018 - 08:01
Uncem accoglie con favore la notizia annunciata dall'ad di Poste Italiane Del Fante che stamani ha presentato il piano Deliver 2022, spiegando che non vi saranno chiusure degli uffici postali nei piccoli Comuni entro il 2022. Di seguito la nota di Uncem Piemonte.
Frana Sp 75 della Cannobina: incontro pubblico - 22 Febbraio 2018 - 10:23
Venerdì 23 febbraio 2018, alle ore 17,30 nella sala consigliare comune di Cavaglio Spoccia (frazione Lunecco), il presidente dell’Unione dei Comuni del Lago Maggiore Arch. Giandomenico Albertella, ha promosso un Incontro informativo con la popolazione sui lavori in corso per la messa in sicurezza della strada provinciale della Val Cannobina.
BicincittàVCO chiede attenzione su mobilità sostenibile - 16 Febbraio 2018 - 09:34
Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato Stampa dell'Associazione BicincittàVCO inerente alla città di Verbania circa il "Piano Urbano della Rete Ciclabile e partecipazione al Bando della Regione Piemonte per l’accesso ai finanziamenti “Percorsi Ciclabili Sicuri."
Bandiera Aracione nel Vco - 23 Gennaio 2018 - 09:16
Sette centri del VCO potranno fregiarsi ancora del prestigioso riconoscimento del TCI. Sottoposti alla verifica del Touring Club Italiano che ha confermato, attraverso l’applicazione del Modello di Analisi Territoriale (M.A.T.), il sussistere delle condizioni che hanno portato all’assegnazione del marchio di qualità turistico-ambientale “Bandiera arancione”.
Mini idroelettrico nel VCO - 17 Gennaio 2018 - 18:06
Riceviamo e pubblichiamo il documento sul tema in oggetto che, trasmesso agli amministratori regionali e consegnato al Presidente della Provincia Stefano Costa e al consiglio provinciale, sottoscritto da diverse realtà territoriali.
Confermati interventi urgenti sulla superstrada - 12 Gennaio 2018 - 18:02
L’incontro urgente con i responsabili Anas richiesto attraverso la Prefettura, presenti tutti i rappresentanti delle forze dell’ordine, si è concluso con la soddisfazione dei richiedenti amministratori della Provincia e delle quattro Unioni Montane ossolane perché ha confermato gli interventi previsti nell’accordo quadro, approvato dalla Corte dei Conti poco prima della fine dell’anno e di cui aveva dato anticipazione il parlamentare locale on.le Borghi.
UNCEM: legge di bilancio e importanti novita per Enti locali e montagna - 2 Gennaio 2018 - 08:01
Legge di Bilancio, Borghi e Riba (uncem): "importanti e molto positive le novita' per gli enti locali. Sbloccate risorse per comuni e province. Numerosi provvedimenti per territori, ambiente e montagna". Di seguito la nota di UNCEM Piemonte.
Il treno di Renzi a Verbania - 29 Novembre 2017 - 17:04
Domani arriva anche nel Verbano Cusio Ossola il treno del PD Destinazione Italia, a Verbania Fondotoce, con Matteo Renzi.
Giornata Nazionale delle Piccole e Medie Imprese - 16 Novembre 2017 - 09:16
Il prossimo 17 novembre l’Unione Industriale del Verbano Cusio Ossola aderisce all’ottava giornata nazionale delle Piccole e Medie Imprese. Organizzato da Piccola Industria, il PMI Day-Industriamoci è un’iniziativa pensata per contribuire a diffondere la conoscenza della realtà produttiva del territorio, un'occasione per raccontare la storia dell'impresa, l'orgoglio, i valori e la cultura che sottostanno al lavoro quotidiano delle persone che ne fanno parte.
Poste annuncia stop tagli e chiusure - 15 Novembre 2017 - 19:06
"È molto importante la presa di posizione di Poste Italiane che ieri, in audizione alla Camera dei Deputati, ha annunciato di non avere in previsione chiusure, tagli e riduzione dei servizi nei Comuni con meno di 5000 abitanti. L'azienda recepisce quanto sancisce la legge sui piccoli Comuni all'articolo 9, ma deve fare di più".
Anche Stresa premiata come Comune Fiorito - 15 Novembre 2017 - 09:33
La Città di Grado ha vinto i “Quattro fiori Oro”, massimo riconoscimento per i Comuni fioriti. È stato l'ultimo premio assegnato domenica mattina a Spello (Provincia di Perugia), splendido borgo dell'Umbria, all'interno della finale nazionale del concorso promosso da Asproflor, l'Associazione dei Produttori florovivaisti.
UNCEM, Mattarella: "montagna può dare all'Italia nuovo sviluppo" - 6 Novembre 2017 - 19:06
"La montagna è per sua natura una sfida. Una sfida che riguarda il futuro di tutto il Paese e che può dare all'Italia la possibilità di radicare - nella sostenibilità e nella ricchezza che viene dalla propria diversità - una nuova stagione di sviluppo".
amministratori - nei commenti
Albertella su risultati referedum - 15 Maggio 2018 - 15:15
Albertella e Referendum
Non condivido nel modo più assoluto la pretesa di leggere nel risultato del Referendum la netta sconfitta del sì. Se sconfitta c'è stata è quella tutta politica della mancata partecipazione dei cittadini ad una scelta che li riguardava. Curioso il fatto che ci si lamenta sempre di non contare niente e che a decidere sono sempre gli altri e poi, quando viene data l'occasione non si esprime la propria opinione! Non credo proprio che abbia contato l'indicazione dell'astensione a determinare la bassa affluenza, profondamente negativo poi se l'incito all'astensione viene da amministratori pubblici e politici che avrebbero il compito di educare al senso civico e promuovere la partecipazione dei cittadini alla vita pubblica. Luogo comune senza fondamento il "calato dall'alto" continuamente ripetuto. Pur se non elettrice nè di Verbania, nè di Cossogno ho potuto seguire i dibattiti e le notizie di stampa intercorse e il Referendum è la massima espressione della nostra democrazia. Albertella è anche Presidente dell'Unione del Lago Maggiore, che è stata costituita, senza chiedere l'opinione dei cittadini interessati che avrebbero avuto il diritto di conoscere quello che lui chiama il "preventivo e condiviso progetto strategico", ma non solo, dovrebbero vedere raggiunti gli obiettivi prefissati e la gestione comune dei servizi. Questa invece non è calata dall'alto?
Montani su passaggio VCO da Piemonte a Lombardia - 9 Maggio 2018 - 07:16
Cambio regione !
Cosa più inutile e assurda non l'ho mai sentita ! Ma i nostri amministratori non hanno altro da pensare ? Come se in Lombardia le cose funzionino alla perfezione. Scandali sanitari, treni che deragliano , con vittime , non dicono niente ? Invece di perdere tempo a inventarsi cambiamenti di regione ,affrontino i problemi ,cerchino di risolverli quando governano ,non mi pare che non abbiano mai avuto l'opportunità di farlo ! Scappano da loro stessi e dalle loro mancanze ! Se non sono contenti di essere piemontesi, ci vadano loro in Lombardia e lascino me ,continuare a essere orgogliosamente piemontese !
Comitato SI fusione Cossogno Verbania: rinunciare a 30mln di €? - 4 Maggio 2018 - 11:59
Tanto rumore per nulla
Ciao privataemail, tante parole per non dire nulla e convincere nessuno! La presunzione di essere il custode della sola e unica buona pratica politica porta a questo. Diversamente le nostre parole nel 2014 hanno convinto la maggior parte dei cittadini verbanesi dell'inutilità, anzi del danno, cagionato alla città di continuare ad accollarsi i costi del forno crematorio e della bontà dell'esternalizzazione (ah, per inciso dal 2014 gli introiti sono diminuiti e le spese aumentate a causa dell'anzianità della linea che si è guastata obbligando l'amministrazione ad effettuare una variante di bilancio per poter mettere mano al portafoglio (se non ricordo male più di 50.000€ solo lo scorso anno) per consentire le riparazioni e e le continue manutenzioni per mantenere le emissioni di una struttura obsoleta nei termini di legge). E sono certo che si convinceranno anche dell'estrema importanza di andare a votare e votare SI alla fusione di Cossogno, indipendentemente dai colori politici e delle fazioni, ma per un semplicissimo ragionamento di convenienza economica che si rivelerà utile per tutti: con i voli pindarici non si asfaltano le strade, non si riparano le scuole, non si costruiscono gli ospedali, non si abbassano le rette degli asili nido, non si finiscono stazioni, non si creano ciclopedonali, non si riqualificano spiagge, non si abbassano le tassazioni comunali (quest'anno ridotta ancora una volta la TARI e mantenuta invariata l'IMU), con i contributi statali (Bando Periferie) e gli incentivi statali (fusione tra comuni) invece SI. Ma non c'è più sordo di chi non vuole ascoltare. Torno quindi a ripeterle, caro signore di cui non conosco nome e faccia ma che si permette di scagliare dall'alto della sua tastiera improperi di incoerenza e falsità, un piano di fattibilità e una visione d'insieme del territorio finalizzati alla fusione tra comuni nel nostro territorio ci sono dal 1999, anno in cui Giacomo Ramoni, ex sindaco di Verbania ed ex sindaco di Cossogno, comprese, dall'alto della sua enorme esperienza di politico e amministratore che ha lavorato per 50 anni per il benessere della gente nel territorio del VCO, comprese l'importanza della collaborazione tra Comuni dal punto di vista della compartecipazione della gestione dei servizi primari, tanto che fu fautore nel 2000 dell'immediato affidamento del sistema idrico integrato di Cossogno alla SPV (Servizi Pubblici Verbanesi); altri servizi furono poi avviati di concerto con Verbania dagli amministratori che vennero dopo di lui, come l'affidamento del servizio di accalappiamento dei cani al Canile Municipale di Verbania, e così via. Per concludere stia sereno e si rassegni, come ha fatto il suo movimento, all'evidenza dei fatti messi sul piatto circa la convenienza di arrivare alla fusione tra comuni, anche perchè sappia che se non si farà ora tra qualche anno verrà certamente imposta da qualche futuro governo e senza nemmeno fornire più alcun incentivo, questo è poco ma sicuro.
Comitato SI fusione Cossogno Verbania: rinunciare a 30mln di €? - 2 Maggio 2018 - 17:14
Le ragioni della fusione per incorporazione
Ciao privataemail, nel caso della fusione tra Cossogno e Verbania non è richiesto un piano di fattibilità (che non credo proprio psia fatta a costo zero dalle università, finanche venga commissionato dal M5S) poiché questo studio è già stato fatto sul campo dagli amministratori dei due comuni nel corso dei due ultimi decenni verificandone convenienza e fattibilità. Risulta quindi evidente come i due comuni abbiano maturato un’esperienza tale per procedere consapevolmente verso la fusione, esperienza e consapevolezza che il restante 70% dei comuni evidentemente non aveva. Venendo ai dubbi: - se per aumento della spesa intende quella a carico dei cittadini mi risulta che la sola prevista, per altro solo tra cinque anni, sia l’allineamento dell’addizionale IRPEF a carico dei cossognesi, che credo possa ammontare a poche decine di euro l’anno; - le assicurazioni (e le rassicurazioni per alcuni) sono esplicitamente dettate dalla Legge Delrio n. 54/2014 che la invito a leggersi; - non può chiedermi ora quanti nuovi mutui saranno accesi in futuro, questo dipende da quanti investimenti saranno attuati per la città; - i costi burocratici della fusione non li conosco nel dettaglio, posso solo citarle i costi per il referendum consultivo, richiesto e deliberato in Consiglio Comunale, dalla maggioranza consiliare lo scorso novembre 2017 pari a quelli sostenuti nel 2016 per il referendum abrogativo sul tema del forno crematorio, richiesto dalla minoranza consiliare che poi non ha portato a nulla. A tal proposito vorrei rilevare il senso molto politico del secondo rispetto al primo, la fusione dovrebbe, infatti, essere fatta trasversalmente, indipendentemente dal colore politico, perché chi ne avrà il vantaggio è la città e i suoi cittadini. - avendo il comune di Cossogno nel 2017 un bilancio con un avanzo di 30.000€, ritengo sia stato capace di ottemperare alle manutenzioni richieste sul suo territorio, figuriamoci con 600.000€/anno in più per investimenti ordinari e straordinari, quota destinata a Cossogno dei 3.000.000 totali spettanti all’anno per la fusione; - la visione di un comune tanto ampio c’è e da molti anni, capisco che ci si preoccupi della fattibilità di questo progetto ma al contempo si esprimano le opinioni sulla base di una completa conoscenza dei fatti. Se necessario, sarà mia premura allegare la mia dichiarazione fatta in tal senso, e pubblicata su media e online, ove risulta con chiarezza come tale visione esista dal 1999; - i governi futuri potrebbero far tutto e il contrario di tutto, ma questo indicherebbe la solita scelta politica di partito molto poca onesta nei confronti della città e dell’intero territorio, 30.0000.000€ sono una priorità per chiunque abbia a cuore primariamente la città e non il proprio partito; - come già affermato la Legge Delrio prevede uno stanziamento per tutti i 10 anni previsti, e questo non lo può cambiare nessuno (esattamente come gli 8 milioni concessi a Verbania dal Bando Periferie); - la sua ultima domanda dovrebbe rivolgerla a qualcun altro dall’ego molto ma molto smisurato che di cattedrale nel deserto a Verbania ne ha creta un’enorme, lasciando a noi le croste da grattare. Per finire le risorse investite dallo Stato per le fusioni sono risorse pubbliche derivanti anche da tagli alla spesa ma sicuramente inferiori a quelle stanziate da sempre per la sopravvivenza di oltre 8.000 comuni (e qui parliamo di centinaia di miliardi di euro) che alla fine andrà a generare un forte risparmio, un ritorno utille per garantire migliori servizi per tutti, a iniziare da una possibile riduzione della pressione fiscale. Questo ci porta a pensare per logica che la razionalizzazione della spesa inizi innanzi tutto a livello centrale, con benefici che chiaramente andranno a ripercuotersi a tutti i livelli. Altrimenti mi spiega dove starebbe la convenienza per lo Stato? Dirimente risulta essere questa intervista al sindaco di Valsamoggia comune emiliano nato dalla fusione di ben 5 comuni i cui risultati estremamente positivi vengono evid
Incontro su Veneto Banca - 15 Aprile 2018 - 06:51
Fondo risparmiatori traditi
Più correttamente sarebbe da chiamare: “fondo finanziato da pantalone per rimborsare investitori che hanno effettuato investimenti ad altissimo rischio scegliendo come amministratori persone poco “accorte” senza pretendere che venissero istituiti regolari e seri controlli sul loro operato”
Cristina commenta il voto - 17 Marzo 2018 - 15:42
Dubbio ter
Il voler spostare a piacimento i dirigenti, a mio avviso, contrasta con la cosiddetta legge Bassanini che, a suo tempo, ha saggiamento voluto scorporare l'indipendenza dei dipendenti dalle interferenze dei politici, proprio perchè i politici/amministratori passano ma l' ossatura delle strutture operative restano. Anche se, ad onor del vero, i politici/amministratori continuano nella loro protervia: quando sento un sindaco dire: "I miei dipendenti..." mi si irritano anche i lobi delle orecchie: nessun dipendente comunale è un "suo" dipendente, semmai è lui che è un temporaneo inquilino del palazzo. E così dicasi per assessori, minstri, sottosegretari e via cantando. I pubblici dipendenti semmai, sono dipendenti "nostri" di tutti noi che (come loro, del resto) costituiamo il popolo sovrano.
Comunità.vb: Interrogazione su rottami del porto - 14 Marzo 2018 - 11:43
Vergognoso
Mi sembra evidente che è una vergogna ingiustificabile ,gli amministratori verbanesi avrebbero dovuto risolverlo anni fa, non penso ci sia altro da dire. Certo che per una amministrazione che non si è accorta che il teatro nuovo, costato milioni di euro poteva bruciare come un cerino cosa pretendete????
15 nuovi treni per il servizio regionale - 27 Febbraio 2018 - 08:29
Re: Il pesce puzza dalla testa
Ciao privataemail Trenord o ferrovie nord è il meno...basta vedere gli amministratori delegati degli ultimi decenni in ultimo Moretti...un delirio
Bagni pubblici: non c'è soluzione - 26 Febbraio 2018 - 14:08
Non so
Non so se ci riusciranno i penta-grillini dissociati: di certo so che gli amministratori PD(R) di VB non ci sono riusciti.
Superstrada SS.33 disastrata, Costa chiede incontro - 14 Gennaio 2018 - 10:43
w le piste ciclabili
importante che si facciano più piste ciclabili possibili, utilizzando i pochi fondi per queste scempiaggini, il resto non interessa ai nostri amministratori ..... ahhhh se potessi fare quello che penso!!!!
Verbania: 48% di perdite idriche - 30 Dicembre 2017 - 08:46
Torniamo all'acqua
Torniamo all'inizio e parliamo di acqua:l'aumentoesagerato dei costi dell'acqua è forse dovuto alle infiltrazioni mafiose provevniente dal sud o ad una politica che sull'acqua ha costruito enormi carrozzoni per distribuire cariche e prebedende ai loro accoliti? Finchè gli acquedotti dei nostri paesi erano gestiti direttamente dai nostri amministratori locali e dai nostri idraulici comunali il costo dell'acqua è sempre stato accetabile. Andate a vedere quali sono i compensi dei vari presidenti e consiglieri degli organi inventati e preposti alla gestione delle acque e poi capirete perchè le bollette sono aumentate così tanto, altro che aumento di costi dovuto alle perdite.
Il Nome della Rosa a Il Maggiore - 30 Ottobre 2017 - 12:06
Re: Teatro Maggiore
Che si ritenga il teatro di Verbania come esempio di stile dimostra la decadenza dei tempi che da svariati decenni stiamo attraversando. L'ultimo stile che tale si possa dire è stato il liberty/art noveau, quasi tutto il resto che è venuto dopo è il prodotto di un meccanismo perverso che deriva principalmente da una idea piuttosto folle: la semplice possibilità di adottare nuovi sistemi di costruzione, dovuti allo sviluppo di nuove tecnologie, porta in terzo piano il fattore estetico. Comunque segnali di cambiamento sono in atto, ad esempio nell'ambito costruzione case prefabbricate ci sono progettazioni magnifiche. Il problema in ambito pubblico è dovuto ad amministratori ignoranti per molti versi, che affidano megaopere ad architetti con ego strabordante, dei moscerini rispetto a quel che i loro predecessori hanno saputo concepire e realizzare.
Evento prof. Galimberti: la posizione degli organizzatori - 17 Ottobre 2017 - 10:29
Pesare le parole
tratto da un altro quotidiano online locale: “Sono disgustato dal fatto che metà di voi sia rimasto fuori per motivi di sicurezza. Avete un teatro nuovo cui non è consentito l’accesso a metà del pubblico. E’ il risultato della mancata capacità di programmazione dei vostri amministratori e di una burocrazia troppo rigida. Se c’è qualche giornalista in sala, spero che lo scriva, senza compromessi!” http://www.verbanonews.it/prima-pagina/galimberti-al-maggiore-disgustato-che-meta-di-voi-sia-rimasta-fuori-2887.html Io sinceramente faccio fatica a capire il significato delle sue parole: la sala era piena, c'erano altre persone che non avevano diritto ad entrare (perchè non c'era più posto!), e lui dove le avrebbe volute mettere? sono rimaste fuori perchè se la capienza è 570, semplicemente non ci sono sedie libere. La burocrazia troppo rigida è quella che impone che al tutto esaurito non si faccia entrare altra gente? "E’ il risultato della mancata capacità di programmazione dei vostri amministratori": ma si riferisce al caso specifico o alla mancata lungimiranza di un progetto di quasi 10anni fa che doveva prevedere che il suo evento avrebbe attirato oltre 570persone? Nel primo caso il rimbrotto è da fare a chi lo ha invitato e pagato che non è stato in grado di prevedere e prevenire il grande afflusso (avrebbe potuto chiedere l'affitto della sala grande, MILLE posti!, deroga VVF permettendo); se è la seconda delle due chiavi di lettura, è solito contestare le capienze di tutti i posti dove viene invitato? Immagino che anche altrove abbia superato il tutto esaurito! E se 570posti per lui non basta, lo sa che in oltre un anno di programmazione, ben pochi sono stati gli spettacoli da tutto esaurito? Dovevamo pensare ad un teatro sempre mezzo vuoto perchè "non si sa mai che passa Galimberti da queste parti?". Io davvero non lo capisco...se non come incipit alle scorribande demagogiche di turno. Saluti AleB
Sp 75 Valle Cannobina arrivano i fondi - 14 Ottobre 2017 - 08:47
Frana annunciata ?
Non avevo dubbi che i soldi per mettere in sicurezza il punto franato ci sarebbero stati . Ci mancherebbe!!! Quello che mi preoccupa è tutto il resto , lasciato a se stesso . Molti sono i punti in pericolo e se non si interviene in modo capillare a quando la prossima frana o cedimento stradale ? Con quale animo le persone percorrono tutti i giorni quella strada ? Posso capire il perché non si intervienga in modo adeguato a sistemare le nostre arterie , ai nostri amministratori mancano i soldi. E non aggiungo altro perchè il discorso è così ingarbugliato da portarmi troppo lontano !
"Verbania: fusioni logiche" - 30 Agosto 2017 - 21:02
Cossogno con Verbania
Il fatto che gli attuali amministratori di Cossogno vedano come una salvezza la fusione con Verbania la dice lunga sulle loro capacità amministrative e, soprattutto, su quelle di chi li ha preceduti. Non sono poi così convinto che i cossgnesi siano disposti a farsi abbindolare....
"Verbania: fusioni logiche" - 29 Agosto 2017 - 20:10
fusioni omogenee 2
Difficile valutare l'autosufficienza di un comune e, probabilmente, dipende dagli obbiettivi che si vogliono raggiungere. Gli amministratori spesso non hanno il coraggio di fare il grande passo e quindi esprimono pareri a sostegno dell'autosufficienza. Generalmente la gente, almeno in valle Intrasca è favorevole.
"Verbania: fusioni logiche" - 29 Agosto 2017 - 19:11
fusioni omogenee 2
Difficile valutare l'autosufficienza di un comune e, probabilmente, dipende dagli obbiettivi che si vogliono raggiungere. Gli amministratori spesso non hanno il coraggio di fare il grande passo e quindi esprimono pareri a sostegno dell'autosufficienza. Generalmente la gente, almeno in valle Intrasca, è favorevole.
"Verbania: fusioni logiche" - 29 Agosto 2017 - 14:35
Re: fusioni omogenee
Ciao coppo dante. Requisito essenziale e' la disponibilità degli amministratori. E' appena nato in valle cannobina un nuovo comune dall unione di Cavaglio Spoccia, Falmenta e Cursolo O. Il matrimonio deve essere consensuale.
SS34: Promesse disattese sui fondi messa in sicurezza - 15 Agosto 2017 - 07:07
Illusi
Solo gli illusi ( per usare un eufemismo) possono aver creduto alle promesse di un ministro del PD renziano.Del resto, chi era presente alla riunione di Torino, mi ha riferito che il ministro non pareva nepure molto interessato all'argomento.Ora, se gli amministratori locali sono seri, adottino un'azione di forza, quantomeno mi aspetto rassegnino le loro dimissioni in contemporanea; i cittadini dell'alto Verbano spero si ricorderanno alle elezioni di primavera del partito che ancora una volta li ha gabbati alla grande: non che altri siano migliori, ma questi vanno elettoralmente puniti in modo eclatante.
"Problemi con il nuovo NUE 112" - 5 Agosto 2017 - 10:01
risposta
Giovanni, lei dice "bisogna però necessariamente attuare gli opportune variazioni operative. Per esempio i vari centralini operativi dovrebbero avere una linea prioritaria, urgente e preferenziale. I dirigenti e vertici delle varie strutture devono mettersi in campo per questo". Ma porca di una miseria, come si può pensare di attivare una rete di centralini così importante e delicata senza prima aver fatto delle verifiche operative, questo da l'idea di che pasta sono fatti questa banda di cialtroni che ci stanno governando (€€€€€€) a suon di palanche; persone senza scrupoli e dignità che pensano solo al dio denaro senza preoccuparsi delle necessità e/o dei disagi del popolo. Questa attivazione alla c....m che hanno fatto è l'ennesimo loro fallimento creato sulla pelle della gente. Parlando poi di porcellum o non porcellum, questi fetenti c'è lo stanno mettendo nello stoppino con tanto di sorriso e vaselina virtuale. Lei parla della legittimità del Parlamento eletto con tale legge in quanto: "Il principio fondamentale della continuità dello Stato, non e' un'astrazione e dunque si realizza in concreto attraverso la continuità in particolare dei suoi organi costituzionali: di tutti gli organi costituzionali, a cominciare dal Parlamento''. Andando al sodo, ma questi lei li chiama amministratori? sa cosa non capisco di voi populisti? lasciate che questa marmaglia sia libera di mandare in rovina i sacrifici di tutto il popolo italiano per i loro tornaconti, ma poi vi adirate se l'amministratore del vostro condominio permette al vostro vicino di mettere una tenda sul balcone. Se non lo ha sentito ieri al tg glielo racconto io chi è questa marmaglia: ieri si è suicidato un imprenditore perchè non era più in grado di pagare lo stipendio i suoi operai perchè le banche, salvate da questa marmaglia con i soldi di quelli che avevano truffato, quindi i cittadini, volevano il rientro immediato dei prestiti da lui chiesti. Facciamoci più seri, se vogliamo salvare ancora qualcosa di questo Paese, per i nostri figli e per le future generazioni, scendiamo tutti nelle piazze del potere a cacciare questa cozzaglia, non facciamo i fenomeni ricordando ogni anno il 25 aprile, è adesso che dobbiamo liberarci da questo cancro; certo, probabilmente anche a costo di pesanti sacrifici, ma le assicuro, da come ci hanno ridotti, CHE NE VALE SICURAMENTE LA PENA, il Venezuela ci sta dando lezione. Buona giornata.
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti