Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco

architettura

Inserisci quello che vuoi cercare
architettura - nei post
Giornate europee del patrimonio - 20 Settembre 2018 - 13:01
In occasione di un doppio compleanno, l’11° dell’Ecomuseo del Granito e il 14° del Civico Museo Archeologico di Mergozzo, il Comune e il Gruppo Archeologico di Mergozzo propongono un doppio appuntamento culturale dedicato al romanico, di cui sul territorio mergozzese si conservano insigni esempi.
Nasce il primo Museo del Liberty italiano - 13 Settembre 2018 - 08:01
A villa Giulia, organizzato dal Museo del Paesaggio Verbania - Venerdì 14 settembre alle ore 21:00 si terrà un incontro a ingresso libero con il giovanissimo Andrea Speziali, grande esperto del Liberty italiano.
Gran Tour: 30 nuovi itinerari - 7 Settembre 2018 - 08:01
Dall'8 settembre tornano oltre 30 nuovi itinerari a piedi e in bus a Torino e in Piemonte per ripercorrere il meglio dei percorsi effettuati in tutte le precedenti dieci edizioni di Gran Tour, che prosegue i festeggiamenti dei suoi primi 10 anni dopo il successo del ciclo primaverile, concluso a luglio con oltre 2.000 presenze.
Arte contemporanea nel Parco Nazionale Val Grande - 1 Settembre 2018 - 11:04
Questa settimana il Parco Nazionale Val Grande ha dato il suo sostegno a collaborare con l'Associazione Terre Alte Laghi e con il comune di Caprezzo per realizzare insieme un percorso d' che avrà il suo centro ideale nella foresta di Pian Cavallone, sopra Caprezzo.
Mostra di Marcello Morandini - 1 Settembre 2018 - 08:01
Da sabato 1 settembre a domenica 21 ottobre 2018, le sale espositive di Palazzo Parasi a Cannobio ospiteranno la personale “Marcello Morandini. La materia dell’arte: il progetto.”, a cura di Fabrizio Parachini.
Prossimi appuntamenti di Percorsi Popolari Tra Sacro e Profano - 23 Luglio 2018 - 11:27
Senza sosta il calendario degli appuntamenti di Percorsi Popolari Tra Sacro e Profano, a cura dell’Associazione Cori Piemontesi.
Megalitismo in Ossola - 4 Luglio 2018 - 15:03
Il Civico Museo Archeologico di Mergozzo, in collaborazione con il Parco Nazionale Val Grande, propone per l’estate 2018 una serie di escursioni sul territorio ossolano per presentare al pubblico alcuni nuovi siti megalitici, individuati negli ultimi anni.
Porte aperte alla Centrale idroelettrica di Crevoladossola - 29 Giugno 2018 - 18:17
Sabato 30 giugno Enel Green Power apre le porte della Centrale idroelettrica di Crevola Toce, vero e proprio capolavoro dell’architettura industriale degli anni ‘20. L’apertura eccezionale dell’impianto è stata prevista in occasione dei festeggiamenti organizzati dal Comune di Crevoladossola per i Santi patroni Pietro e Paolo.
Continuum - 28 Giugno 2018 - 08:48
Lo spirito di un luogo Artisti italiani e tedeschi in dialogo con Villa Nigra.
Mostra “Cauti Racconti Immaginari” - 21 Giugno 2018 - 19:06
“Cauti Racconti Immaginari”, Orta San Giulio – Oot La Piccola Bottega di Fotografia Via Bersani, 34, dal 22 giugno 2018 al 29 giugno 2018. Opening: 23 giugno 2018 h.18.30.
Museo del Paesaggio eventi estivi - 24 Maggio 2018 - 16:01
Il Museo del Paesaggio inaugura la stagione estiva con alcune iniziative che accompagneranno il proprio pubblico per tutta l’estate.
Menta e Rosmarino - 18 Maggio 2018 - 17:41
Sesta edizione 2-3 giugno 2018 Villa Nigra, Miasino (Lago d’Orta, NO) Menta e Rosmarino è un evento multidisciplinare gratuito organizzato dall’Associazione Culturale Asilo Bianco e dedicato al mondo del green.
Baveno: Eventi e Manifestazioni dal 17 al 22 aprile - 16 Aprile 2018 - 18:06
Eventi, e manifestazioni in programma a Baveno e dintorni dal 17 al 22 aprile 2018.
VerbaniaArte: “Spazio Sacro” di Mario Botta - 11 Aprile 2018 - 08:01
Realizzata in collaborazione con lo Studio Mario Botta Architetti, sotto la direzione scientifica di Rudy Chiappini, è visitabile fino al 12 agosto a Locarno - nella Pinacoteca Comunale di Casa Rusca - una interessante mostra dedicata allo “spazio sacro”, pensato e realizzato dal noto architetto svizzero Mario Botta in circa vent’anni di attività professionale.
Mostra Armonie Verdi- Paesaggi dalla Scapigliatura al “Novecento" - 23 Marzo 2018 - 10:23
Il Museo del Paesaggio di Verbania - dopo la riapertura nel 2016 con la splendida mostra dedicata a Paolo Troubetzkoy aperta in modo permanente al piano terra e la bella rassegna del 2017 I volti e il cuore, sulla figura femminile tra Otto e Novecento - riapre la stagione primaverile con una incantevole mostra dedicata al paesaggio, Armonie verdi. Paesaggi dalla Scapigliatura al Novecento.
Giro del Monterosso - Urban Trail - 17 Marzo 2018 - 11:05
L’edizione 2018 del giro del Monterosso di Verbania, gara storica che conta già ben 31 edizioni disputate, sarà caratterizzata da un rinnovamento che punta tutto ad un nuovo slancio in direzione delle mutate caratteristiche che in questi ultimi anni hanno contraddistinto il sistema podistico italiano.
Da Grande Farò il Curatore - 2 Marzo 2018 - 16:33
Workshop per curatori e operatori culturali | 9-10-11 marzo 2018 | Villa Nigra, Miasino (Novara) Un progetto di Asilo Bianco.
Verbania documenti: "La città che non sarà" - 5 Febbraio 2018 - 13:01
La famiglia e gli amici di Mino Ramoni hanno deciso di proseguire l'attività di Vb Doc, da lui fondata e alimentata. Nel 2015-2016, tra le altre iniziative, si sono tenuti 2 convegni su un progetto denominato "la città operaia"; il primo sul rione Sassonia e il secondo sul rione S. Bernardino.
Trasformazioni territoriali ed ecologia - 9 Novembre 2017 - 13:01
Il Museo del Paesaggio presenta "Il Racconto delle trasformazioni territoriali diventa pratica ecologica", con Irene Guida, Villa Gliulia, venerdì 10 novembre 2017 alle ore 21.00, ingresso libero.
Riqualificazione e restauro di Villa San Remigio - 2 Novembre 2017 - 19:06
Riqualificazione funzionale e restauro conservativo di Villa San Remigio a Verbania. Al via i lavori da lunedì 6 novembre 2017, con interventi per un milione e ottocentoventimila euro (di cui un milione e trecentomila dalla Fondazione Cariplo e cinquecentoventimila dal Comune di Verbania).
architettura - nei commenti
Fratelli d’Italia: Il Maggiore e la visita del Ministro - 4 Luglio 2018 - 11:51
Accostamenti azzardati
Quelli di FdI non si smentiscono e continuano a regalare perle. [..] l’opera nel 2017 è risultata tra i 75 progetti vincitori dell’International Architecture Award nella categoria musei e spazi culturali mentre oggi, a causa del degrado in cui versa, è stata inserita da Vittorio Sgarbi tra gli “sfregi al paesaggio d’Italia” [..] Come a dire, ha vinto un premio di architettura MONDIALE, ma vorrete mica metterlo in confronto con un post su facebook?? Ministro, suvvia, oggi la laurea non si prende più nemmeno per corrispondenza, ma sui social. Il Maggiore è talmente un fallimento che: - sta ospitando la Milanesiana, manifestazione culturale affermata a livello nazionale gestita ed organizzata, udite udite, dalla sorella del critico Sgarbi (ah, tra l'altro, lo stesso personaggio è ospitato nella manifestazione in quel del Cusio). Nell'ambito di tale manifestazione, arriva a VB un Neri Marcorè qualunque: evento gratuito per la cittadinanza. - ospita manifestazioni dello Stresa Festival, con artisti di caratura internazionale. - nella prossima stagione teatrale, porta sulle rive del Verbano gente dai nomi poco conosciuti: Beppe Fiorello, Enrico Bertolino, Elio, Anna Foglietta, Paolo Calabresi, e via dicendo. - e' stata creata una Fondazione a capitale comunale e regionale per mezzo della quale si consolida l'ambito economico, le rispettive competenze e si gettano le basi per l'accesso a fondi ministeriali. Davvero un fallimento. Ci tenevamo la vaschetta dell'Arena e sicuramente avremo potuto apprezzare gli stessi grandi nomi, Per inciso, gli spettacoli vengono annullati perchè non si possono tenere davanti a 4 persone: sappiate che il problema non è della struttura ma della società. Se preferite guardare Maria De Filippi piuttosto che assistere ad un concerto di musica classica (tanto per citare la serie di eventi annullata per mancanza di pubblico), eh no, la struttura CEM non c'entra proprio nulla: indovinate un pò di chi è la colpa? Consiglio spassionato: venite a teatro, godetevi gli spettacoli, ascoltate musica, informatevi, leggete, STUDIATE. La cultura rende ricchi, in tutti i sensi, ma soprattutto evita di mostrare il lato peggiore di noi stessi. Saluti AleB PS: per inciso, i tavolini in plastica son per l'area esterna. All'interno del bar ci sono tavoli in alluminio e legno, design minimal ma apprezzabile. Se a lor signori non aggrada, possono sempre andare altrove!
Comitato SI fusione Cossogno Verbania: rinunciare a 30mln di €? - 3 Maggio 2018 - 18:45
Re: Due referendum diversi e due risultati diversi
Ciao Claudio Ramoni Questi argomenti richiedono un dialogo verbale, su questa piazza è complicato. Comunque sei tu che hai menzionato il referendum del forno, e le tue argomentazioni sono strumentali, nonchè errate, come spiegato dal commento precedente. Sull'argomento ne ho scritto in abbondanza nei miei commenti su verbanianotizie. Ma vorrei precisare che Primo: la cifra di 1,5 milioni è basata su di un financial project redatto da privati, la scelta poteva essere diversa, avevo scritto di un comune che rifatto un forno crematorio intorno agli 800 mila euro. Secondo: con un funzionamento ben gestito come avveniva direttamente dagli addetti, il saldo netto si avvicinato ai 400 mila euro, se non ricordo male nel 2014, ne consegue che al massimo in 3 anni si sarebbe rientrati della spesa. Terzo: l'assesore al bilancio ha saggiamente più volte ricordato, che per una gestione virtuosa del comune, bisogna avere entrate extratributarie, diversamente, continuiamo a vessare i Verbanesi, per coprire i servizi, con le tasse, ne consegue che il forno è una delle raririsime entrate extratributarie, Quarto: il confronto con l'unione Valsamoggia, in primo luogo non è corretto,noi avremo una fusione per incorporazione (ed a mio avviso le incorporazioni di norma sono più virtuose delle unioni) in quanto per la conformazione del territorio e per il numero degli abitanti, si parla di 110 mila abitanti. La popolazione dell'Unione all' 1/01/2016 Dati al 01/01/2016 Superficie Popolazione Densità Casalecchio di Reno 17,3 36.349 2.097,0 Monte San Pietro 74,7 11.011 147,4 Sasso Marconi 96,5 14.732 152,7 Zola Predosa 37,7 18.828 498,8 Valsamoggia 178,1 30.611 171,8 Totale Ambito 2 404,4 111.531 275,8 Ripeto manca a priori uno studio di fattibilità ed una visione generale, con un arco temporale almeno ventennale. Questo è un esempio di studio,di ben 153 pagine, non la brochure presentata ai cittadini, quantomeno si è analizzato e programmato prima del referendum, un amminstrazione seria e sincera, dovrebbe spendere i soldi pubblici di un referendum e di una fusione consapevolmente, e rendere consapevoli i cittadini di un voto informato. Purtoppo non riesco a postare i dati completi, ma rende benissiomo l'idea Sommario 5Il procedimento di fusione 6Il regime giuridico del nuovo Comune: aspetti salienti 8Le misure statali di incentivazione diretta: il contributo straordinario decennale 10Le misure statali di incentivazione indiretta 12Le disposizioni derogatorie e di maggior favore per i Comuni nati da fusione 13Le misure regionali di incentivazione diretta 14Le misure regionali di incentivazione indiretta 15Il rapporto tra Unioni e fusioni di Comuni 15Unioni e fusioni nella legislazione regionale 19Il territorio 19La popolazione 24Il tessuto produttivo 28In sintesi: il territorio e il processo di fusione dei Comuni di 30Analisi dei bilanci 33Imposte e tasse 33Trasferimenti 35Entrate extratributarie 36Entrate da alienazioni e trasferimenti Titolo 4 38Entrate da prestiti 41Spesa di personale 41Altre spese correnti Analisi delle spese per servizi 43Prospetto delle spese di bilancio, programmi e macroaggregati (Spese correnti impegni) 46Previsione contributi straordinari regionali e statali 47Partecipate e Immobili comunali Obiettivi dell’analisi e note metodologiche 53Le strutture organizzative dei Comuni di 55Unione Terre di Pianura: i servizi delegati dai Comuni di 60Mappatura delle principali convenzioni comunali 62Area Affari Generali 63Area Servizi Finanziari e Tributi 82Area Servizi alla Persona 92Area Ufficio Tecnici Gli assetti della rappresentanza politica nel Nuovo Comune 131Tabelle di sintesi del confronto e impatti della fusione 137Considerazione sui margini di razionalizzazione economico finanziaria conseguibili nell’ipotesi del Nuovo Comune nel breve periodo L’architettura organizzativa del Nuovo Comune 146Modello divisionale 147Modello diffuso Il percorso progettuale per la creazione del Nuovo Comune Quando i consiglieri
Per Sgarbi "Il Maggiore" tra le brutture d'Italia - 28 Dicembre 2017 - 09:43
architettura contemporanea
è certo che ogni struttura contemporanea è destinata a far discutere; ne è un esempio il museo di arte contemporanea di Graz (nella foto) o il Pompidou a Parigi; restando a Verbania trovo orripilante soprattutto l'ara esterna a lago e davanti al baretto, un vero scempio se paragonato al costo della struttura; spero che la prossima amministrazione intervenga a sistemare almeno esteticamente l'intera area.
Per Sgarbi "Il Maggiore" tra le brutture d'Italia - 27 Dicembre 2017 - 17:43
Quello che non capisco
Quello che continuo a non capire è come sia possibile che per ampliare una finestra, cambiare la copertura di un tetto, imbiancare una facciata o altre piccole varianti edilizie sia tutto complicato e sottoposto (talora più che giustamente) a vincoli, a commissioni del paesaggio, a sovrintendenze, a giudizi regionali e poi si permattano strutture che non sono per nulla inserite nel contesto in cui si trovano.Non capirò nulla di certa architettura, ma a me quella struttura sembra un pugno in un occhio e nello stomaco. E Sgarbi fa bene ad additarla ad esempio nazionale da non imitare affinchè anche altri luoghi d'Italia non vengano deturpati.
Per Sgarbi "Il Maggiore" tra le brutture d'Italia - 27 Dicembre 2017 - 07:06
Tristemente d'accordo
Anch'io, pur non stimando Sgarbi, sono d'accordo con il suo giudizio. Poi ci sarà pure chi dirà che questa e' l'architettura moderna e noi che la critichiamo siamo dei beceri ma per me quelle tre gigantesche palle sulla riva del lago sono sempre apparse come un pugno in un occhio. Ringraziamo l'ex-sindaco Zanotti e la sua giunta per la perfetta stesura del bando. Mi raccomando la prossima sede del comune la voglio a palafitta in mezzo al lago - chiaramente con pregiata copertura in zinco-titanio ma struttura in legno. Per fortuna che quelli (ed i loro degni successori) sarebbero gli esperti della politica.
Il Nome della Rosa a Il Maggiore - 28 Ottobre 2017 - 11:56
Teatro Maggiore
A proposito del giudizio di eccellenza attribuito dal museo del disegn e architettura di Chicago al nostro Teatro Maggiore, va bene ok, siamo contenti, ma come al solito design e funzionalità non vanno sempre d'accordo! Durante una mia visita approfondita alla suddetta struttura ho avuto modo di constatare quanto siano stati mal progettati gli spazi interni ed esterni, riguardo all'uso destinato e alla sicurezza senza trascurare gli enormi costi della manutenzione. Allora mi chiedo come sia possibile che questi problemi non siano emersi in fase di progettazione? Perché nell'edilizia pubblica deve sempre mancare il controllo preventivo e/o in itinere? Perché le magagne emergono sempre a giochi fatti? Dove erano gli organi preposti a una prima verifica di fattibilità del progetto! È veramente un peccato che una tale struttura sia utilizzabile solo in parte e questa valutazione l'ho fatta prima dei recenti accadimenti (Galimberti)! Gli eventi mi hanno dato ragione! Assurdo avere tale mega struttura e non avere posti a sedere per una semplice conferenza. Come al solito incompetenza amministrativa, mancanza di controllo e lungimiranza non fanno parte del modus oprandi di chi ci governa.
Lega Nord sulla rivolta migranti - 9 Dicembre 2016 - 16:00
Re: Re: Re: Re: il NO
Ciao. Il malinteso di fondo è che la Costituzione dovrebbe essere applicata alla lettera. Impossibile. Troppo generale. Sono le leggi che si applicano seguendo i principi della costituzione. Che significa rimuovere gli ostacoli. Quali? Sono indicati? per quello che i paesi in cui non vi è una vera e propria costituzione funzionano meglio. Sono le leggi e la giurisprudenza che compongono l 'architettura normativa seguendo l'evoluzione della società. Noi siamo bloccati da una Costituzione post guerra fatta da Dc e PCI per non prestarsi i piedi. È uscita davvero male. Inapplicabile ma allo stesso tempo troppo rigida per essere modificata seguendo i cambiamenti del mondo. Altro che riforma! Io la abolirei. .
Ipotesi di passeggiata Intra - Suna - 11 Ottobre 2016 - 21:03
Re: A favore della pista ciclabile
Ciao info L'idea del segway mi sembra interessante, riguardo al costo autisti è vero potrebbe far lievitare i costi, ma di sicuro aumenta occupazione e poi non è detto, se il servizio funzionasse a pieno ritmo le entrate sarebbero maggiori rispetto alle attuali. Piccoli bus possono essere modulati sui flussi stagionali, ed il fermo macchina non sarebbe grave come per un mezzo da 2/300 mila euro, mentre gli autisti potrebbero in parte essere stagionali. E non essendo necessaria la patente D si potrebbe pensare anche a prestazioni per il fine settimana, moltissimi potrebbero essere i candidati e costerebbe meno di un autista con patente D. Si deve pensare in un ottica da qui a 30/40 anni prima di sperperare danaro pubblico, pensiamo a 30 anni fa, non avevamo nemmeno internet, ora in mobilità la telefonia permette usi infiniti attraverso la rete , si possono progettare strade sfruttando la cinetica del traffico e recuperare energia http://www.fotovoltaicosulweb.it/guida/ricavare-energia-cinetica-dal-traffico-l-invenzione-di-una-start-up-italiana.html il fotovoltaico ed altre fonti rinnovabili erano sogni insomma chiuderei tanto per cambiare con una citazione “Un sogno sembra un sogno fino a quando non si comincia a lavorarci. E allora può diventare qualcosa di infinitamente più grande”. Una frase sui sogni di Adriano Olivetti, grande imprenditore e grande visionario i cui sogni si sono trasformati in opere che hanno segnato il tempo e la storia. Purtroppo gli è succeduto un certo De Benedetti più che imprenditore direi PRENDITORE ahimè non posso non postare questo suo pensiero ...... “Alla fine del fascismo la maggior parte degli intellettuali vedeva nei partiti uno strumento di libertà. Io no. Sono organismi che selezionano personale politico inadeguato. Un governo espresso da un Parlamento così povero di conoscenze specifiche non precede le situazioni, ne è trascinato. Ho immaginato una Camera che soddisfi il principio della rappresentanza nel senso più democratico; e poi sappia scegliere ed eleggere un senato composto delle persone più competenti di ogni settore della vita pubblica, della economia, dell’architettura, dell’urbanistica, della letteratura”.
Verbania documenti: "Dal CEM al Maggiore" - 13 Aprile 2016 - 08:53
Giordano Andrea Ferrari
Il CEM è già menzionato nella storia dell'architettura......vedi edizionipei....amen!
Verbania documenti: "Dal CEM al Maggiore" - 12 Aprile 2016 - 17:29
Non passerà nelle storie dell'architettura
Non credo che nonostante i tentativi e l'opinione entusiastica di qualcuno, il Maggiore, con le sue forme grigio topo e il suo faticoso inserimento nel contesto ambientale, sarà menzionato nelle storie dell'architettura. Sarà invece il caso, attraverso piantumazioni importanti, modificarne l'impatto paesaggistico. Su quanto costerà gestirlo ho invece grande preoccupazione.
Nuova Skyline verbanese - 11 Aprile 2016 - 13:07
E se fosse stato un anonimo edificio?
..uno di quelli in cui non riconosci l'epoca di costruzione, che non trasmette emozioni (positive e negative), che se c'è o non c'è, fa uguale! Naaa..molto meglio quest'opera che spacca in due l'opinione pubblica: significa che ha centrato il suo obiettivo di essere diverso dagli altri, da ciò che gli stà intorno, che spicca dal nulla dell'architettura civile della città che lo ospita! Per quanto riguarda le piante, diamogli il tempo di crescere!! Alcune sono già presenti e con il tempo abbelliranno la scena che potrebbe essere parte integrante del parco di Villa Maioni. Saluti AleB
Da Nessie a Maggie, il mostro del Lago Maggiore - 21 Marzo 2016 - 14:20
Per essere...
Per essere un mostro, anzi, una mostruosità, lo è sicuramente; solo che fa molto chic ed à la page sostenere che certe forme di architettura sono frutto della mente di un genio.Cosa c'entri questa struttura con il resto dell'ambiente circostante non me lo spiegare: e pensare che Regione, Belle Arti, Commissioni Comunale se solo devi ampliare una finestra in zona vincolo ( come questa del resto) di anche solo 10 centimetri non te lo concedono!! Almeno il mostro del lago appare solo ogni tanto e solo a certi occhi...
Visita all'Ex CEM: quali impressioni? - 12 Novembre 2015 - 13:36
Bello Bello!
Anche il sottoscritto ha colto l’occasione per dare un’occhiata da vicino al nuovo che avanza. Innanzitutto un apprezzamento per la disponibilità di Amministrazione ed Azienda appaltatrice ad ospitare dei tour da parte della cittadinanza: il lavoro di messa in sicurezza degli spazi non era certo dovuto e nemmeno la disponibilità degli accompagnatori. Detto questo e premesso che sono di parte (a me l’opera è sempre piaciuta), il giudizio da vicino rispecchia quello da lontano: bella struttura, architettura contemporanea, spazi flessibili anche se concordo che alcuni sono forse un po’ troppo angusti (ristorante in primis e zona bar), mentre imponente e maestosa è l’accessibilità verso lago. Il nostro accompagnatore ha ben sottolineato che l’accesso del pubblico sul retro della struttura è stato volutamente reso “cupo ed oscurante” per sfogare poi in una importante apertura sulla sponda opposta. Chi si è accorto di questo, ha ben colto le volontà del progettista. Ma siccome i miei commenti sono scontati e questa discussione ben si presta alle solite questioni, pongo qui (di nuovo) alcuni spunti: - Numero di posti: si riporta siano 520. Forse 590 con quei 70 in più che mi pare di aver colto dalle parole dell’accompagnatore (nella buca dell’orchestra, che si livella a piano platea?). La Fabbrica di Villadossola ne ha 650; il teatro Manzoni a Milano, 850 circa. E se fossero stati mille i posti, sicuri che non sarebbe stato contestato in modo diametralmente opposto? 520 posti sono tanti, troppi, per gli spettacoli di basso profilo, sono invece sicuramente pochi per gli eventi maggiori, gli stessi che in teatri più capienti programmano già più date consecutive. O ci si aspettava l’Arcimboldi vista lago? - Lo spazio giovani è una sala (molto ampia con accesso sulla magnifica terrazza) di pubblica utilità: se non vi piace potrà sempre essere subaffittata al ristorante che, sicuramente, rimane un po’ troppo sofferente negli spazi interni anche se la possibilità di pranzare sulla terrazza non avrà prezzo. Non è peraltro detto che un ristorante di piccole dimensioni non sia più apprezzato di quelli più capienti: tempo fa cenai in un piccolissimo agriturismo in toscana in riva all’Arno: si e no ci stavano 15persone, musica classica di sottofondo, ambiente curato e valorizzato negli arredi, con un solo cameriere che con estrema discrezione deliziava i commensali con una delle cene più apprezzate di sempre. - Visto che si torna sempre sulla questione di accesso al lago, prego provare l’accesso alla solita spiaggia, quella utilizzata prima del CEM, attraverso il varco di Villa Maioni. L’accesso all’Arena e agli spazi antistanti non erano comunque consentiti nemmeno prima. Con il teatro ci sarà la spiaggia (mai toccata), tornerà il bar e speriamo che a qualcuno oltre all’accesso di cui sopra interessi anche della cura dell’intera area. - Parcheggi. A meno di 10minuti di cammino dal futuro teatro troviamo centinaia e centinaia di posti auto. Gli stessi che oggi si lamentano dei posteggi mancanti, domani si lamenteranno che quello che andranno a costruire sotto l’ex Padana sarà a pagamento..ed andranno a parcheggiare gratis a Intra! Tra l’altro parcheggiare in città significa anche indurre lo spettatore a fare il turista nel nostro centro storico, che proprio brutto non è! - Infine, d’accordo sul problema gestione: solo una figura con interessi profondi nel settore potrà dare un vero valore aggiunto e sfruttare appieno le potenzialità incredibili che questa struttura possiede. Viceversa, spero almeno ci lascino visitare la terrazza di tanto in tanto giusto per godere un po’ del nostro lago da un punto di osservazione privilegiato AleB
Beni culturali e degrado - 17 Ottobre 2015 - 14:25
Sì, ma....
Caro/cara lady oscar, ovviamente e come detto prima, condivido ciò che dici. Debbo però ammettere che conservare ciò che è patrimonio culturale dell'Italia, è soprattutto conservare l'architettura e le immagini d'arte , dagli affreschi alla scultura, dalle decorazioni al patrimonio ligneo e stumental-musicale, che giacciono nelle migliaia e migliaia di chiese cattoliche, e che hanno fatto della nostra patria un immenso scrigno di arte e bellezza nei secoli, e che le danno lustro, salvandoci dalla nomea di popolo raffazzonato e mafioso. Come ultima attenzione mi rivolgerei al fatto che è dovere della nostra chiesa difendere la propria immagine in tutti i sensi, perchè altre pericolose religioni stanno tentando di prendere silenziosamente il sopravvento, approfittando dell'immigrazione massiccia ed incntrollabile che sta avvenendo,. Sempre ovviamente, a difendere la propria immagine, ci deve pensare la stessa chiesa, senza ricorrere allo stato, e quindi alle nostre tasche.
Zacchera: Cem “meglio tardi che mai” - 11 Maggio 2015 - 09:13
architettura fine a se stessa?
Io penso che l'architettura debba essere a servizio dell'ingegneria, la quale progetta/costruisce per soddisfare esigenze funzionali (ma sono molto ignorante in materia). In altre parole, se il CEM, così com'è fosse stato costruito nell'area ex Acetati, sarebbe una struttura stupenda, perchè avrebbe permesso il recupero di un'area non fruibile allo stato attuale, caratterizzando in modo unico il recupero di un'area. Farlo dove è stato fatto, per me, è uno scempio, perchè ha "distrutto" una delle poche aree urbane pubbliche a lago, distruggendo l'arena che nel suo genere era una struttura unica, teatro all'aperto sul lago!. Poi del resto si è già tanto discusso... Saluti Maurilio
Forza Italia: "Entusiasti dell'entusiasmo per il Cem" - 9 Maggio 2015 - 07:38
Parole vuote
ormai è fatta e mi auguro tutto il meglio possibile dalla riuscita di quest' opera.All'entusiasmo generato dall'entusiasmo preferirei programmi e coordinamento prodotti dalla nuova architettura.
Comunità.vb: "L’ordinanza della “roggia” pericolosa" - 25 Febbraio 2015 - 16:36
In puro stile Bomba .......
Della serie voglio, posso, pretendo e comando ........ L'arte è quella che dico io e l'architettura che mi piace é solo quella di regime ......... Mamma mia ......... Brutti tempi........
Verbania Documenti: l'ex CEM chiamiamolo "Granito Blu" - 26 Gennaio 2015 - 18:23
Commento
Blu blu blu, c'è un blu diverso sul lago, un granito di storie, un'architettura di sassi che sollevano mille consensi blu!
Verbanese rappresenterà l'Italia al concorso europeo di cocktail - 15 Gennaio 2015 - 22:13
avete presente gianfranco ferré?
Si era laureato in architettura e non aveva voglia di fare la solita umiliante gavetta in qualche studio avviato. Ha preferito imparare a fare il sarto. Poi ci ha messo un po' del suo, creatività e capacità nel disegno e......ed è diventato Gianfranco Ferré. L'importante nella vita è fare ciò che piace, ciò che gratifica e riflette genio, creatività, personalità. Poi, a volte, si riesce anche ad emergere ed avere successo economico. Ma non è lo scopo principale il guadagno. È molto più gratificante fare un lavoro che piace. E, chi è chi per stabilire se e quale lavoro sia migliore dell'altro, quale il più importante? Non siamo in India, dove esistono le caste. Qui ogni lavoro, fatto a regola d'arte, con competenza e professionalità, ha grande valore e può dare grandi soddisfazione.
Un collage di FOTO dell'esondazione - 15 Novembre 2014 - 14:30
esondazione Lago Maggiore
architettura ~ Riflessi ~ AcquaAlta ~ Verbania ~ Lago Maggiore ~ Biblioteca Civica Pietro Ceretti ~ Villa Saint-Léger Tzikos
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti