Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco

asl

Inserisci quello che vuoi cercare
asl - nei post
Aprile mese della prevenzione alcologica - 15 Aprile 2019 - 11:04
Il 16 e il 17 aprile 2019 dalle 9 alle 16.30 presso il Centro Commerciale le Isole di Gravellona Toce Guida Sicura in collaborazione con Cooperativa Vaima, partner educativo Ipercoop.
COQ di Omegna abilitato a 91 posti letto - 13 Aprile 2019 - 08:01
La Giunta regionale, su proposta dell’assessore alla Sanità, ha autorizzato il legale rappresentante del Centro Ortopedico di Quadrante (COQ) di Omegna, società mista a capitale pubblico/ privato, all’esercizio dell’attività sanitaria per 91 posti letto. Di seguito la nota di Regione Piemonte.
Giornata nazionale della salute della donna - 10 Aprile 2019 - 08:01
Onda, Osservatorio nazionale sulla salute della donna e di genere, in occasione della Giornata nazionale della salute della donna che si celebra il 22 aprile, organizza la 4a edizione dell’(H)Open Week con l’obiettivo di promuovere l’informazione e i servizi per la prevenzione e la cura delle principali malattie femminili.
Ripristino attività di cucina al Castelli - 7 Aprile 2019 - 13:01
La Ditta Elior, gestore del servizio di ristorazione presso i Presidi Ospedalieri dell’asl VCO, a seguito degli incontri avvenuti con la Direzione Generale e le Organizzazioni Sindacali ha comunicato che dal 15 aprile riprenderà l’attività di preparazione pasti presso i locali della cucina dell’Ospedale Castelli di Verbania.
S.I. - MDP su sanità VCO - 2 Aprile 2019 - 10:23
Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato di Sinistra Italiana e ART.1-MDP del VCO, sulla questione della sanità e del nuovo ospedale.
Cafè della Memoria 3° incontro - 31 Marzo 2019 - 13:01
Il “Cafè della Memoria” di Verbania, promosso e gestito dal Consorzio dei Servizi Sociali del Verbano, con la collaborazione del Servizio di Geriatria dell’asl VCO, dell’Associazione Familiari Alzheimer, dell’Opera Pia Uccelli di Cannobio e con il finanziamento della Fondazione Vita Vitalis, propone IL 3° incontro formativo del 2019 rivolto ai Familiari.
Dall'aslVCO in Mozambico - 27 Marzo 2019 - 10:23
La dott.ssa Federica Poletti, dirigente medico della SOS Malattie Infettive e Tropicali, e la dott.ssa Laura Grugni, dirigente medico della SOC Anestesia e Rianimazione, domenica 23 marzo sono partite per il Mozambico con la Maxiemergenza 118 della Regione Piemonte.
Comitato Salute VCO torna su sanità provinciale - 26 Marzo 2019 - 13:01
Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato del Comitato Salute VCO, che torna sulla sanità provinciale dopo la presa di posizione di Albertella sul futuro del Castelli.
PCI su sanità nel VCO - 26 Marzo 2019 - 09:16
Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato del Partito Comunista Italiano - Verbania, riguardante la sanità provinciale
Giornata della Bussola dei Valori della Rete Oncologica - 20 Marzo 2019 - 08:01
Il 21 marzo si celebra in tutte le Aziende Sanitarie della Regione Piemonte e Valle d’Aosta la Giornata della Bussola dei Valori della Rete Oncologica del Piemonte e Valle d’Aosta, alla sua 2° edizione, per testimoniare l’impegno degli operatori per far crescere i valori che ne sostengono l’attività quotidiana spesa a fianco dei pazienti affetti da malattie oncologiche.
Comitato Salute VCO su sanità provinciale - 19 Marzo 2019 - 10:23
Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato del Comitato Salute VCO, riguardante la sanità provinciale dopo le affermazioni dei Sindaci di Borgomezzavalle e di Domodossola.
Nuovo Primario del Servizio di Salute Mentale Territoriale del VCO - 18 Marzo 2019 - 13:01
La Direzione Generale dell'asl ha nominato Primario della SOC di Salute Mentale Territoriale il Dott. Roberto Bezzi.
"PieMEMOnte: insieme per la memoria" - 17 Marzo 2019 - 17:04
Prosegue il progetto "PieMEMOnte: insieme per la memoria" a cura di Associazione Familiari Alzheimer VCO.
PD su ospedale unico - 16 Marzo 2019 - 09:33
Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato della segreteria PD Verbania in merito alla questione "Ospedale nuovo" e in risposta a quanto pubblicato da altre forze politiche.
Lega: fermeremo l'ospedale unico - 15 Marzo 2019 - 08:01
Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato della Lega Salvini Verbania, dal titolo: "Ospedale unico del Verbano Cusio Ossola a Ornavasso: quando la Lega guiderà la Regione Piemonte, lavorerà sin da subito per stoppare questa folle ed inutile spesa di soldi pubblici".
Giornata nazionale “Fiocchetto lilla” - 14 Marzo 2019 - 09:16
Il 15 marzo sarà celebrata la VIII Giornata Nazionale del “Fiocchetto Lilla” per sensibilizzare l’opinione pubblica sul problema dei Disturbi del Comportamento Alimentare (DCA).
Piemonte un calo nelle diagnosi di tumore - 11 Marzo 2019 - 15:03
Per la prima volta in Piemonte si registra un calo delle nuove diagnosi di tumore. Nel 2018 sono stati stimati 30.850 casi, 50 in meno rispetto ai 30900 del 2017 (erano 30.700 nel 2016 e 28.128 nel 2015).
Storie Piccine - 10 Marzo 2019 - 12:05
Storie Piccine è la manifestazione che si svolge ogni anno nel mese di marzo dedicata ai libri e alle storie per i bambini fra 0 e 6 anni e le famiglie.
Fratelli d'Italia su nomina in asl VCO - 9 Marzo 2019 - 09:16
Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato del coordinamento provinciale di Fratelli d'Italia VCO, riguardante la nomina del Presidente del Collegio Sindacale di asl VCO.
Dati Centro Antiviolenza VCO - 5 Marzo 2019 - 13:01
Riportiamo il documento riepilogativo dei servizi offerti dal Centro Antiviolenza VCO e con i dati del monitoraggio dell’utenza per l’anno 2018.
asl - nei commenti
Fronte Nazionale: no all'ospedale unico - 14 Aprile 2019 - 13:11
ospedale nuovo
si chiede di formulare proposte alternative. Giusto. Alternative a che? Prima bisogna conoscere quanto oggi esiste sul territorio e come funziona. Iniziamo da qui e poi le proposte alternative vanno confrontate con la situazione attuale per capire.se le proposte sono valide. Diciamo subito che vent'anni fa il territorio non era presidiato come oggi e quindi fu naturale difendere ciò che c'era, cioè gli ospedali. Oggi la situazione è completamente diversa e migliore sotto l'aspetto assistenziale. I Medici di Famiglia si stanno associando per assicurare una presenza continua non nei loro ambulatori, ma in un luogo dove a rotazione garantiscono con la Guardia medica assistenza 24 ore al giorno su 7 giorni. A Omegna è già ospitata in Ospedale, a Verbania lo sarà entro l'anno, mentre a Cannobio e Crevoladossol sono in funzione le "case della salute". Manca all'appello Domodossola, ma se ci fosse il quadro sarebbe completo. E' chiaro che con una siffatta copertura il problema di dove collocare il nuovo ospedale diventa quello di individuare una località il più a sud possibile della provincia per evitare che chi abita sul confine vada in altri ospedali incrementando la mobilità passiva, che altro non è che un aggravio di costi per la nostra asl. Ci sono alternative ragionevoli a questo?
Fronte Nazionale: no all'ospedale unico - 6 Aprile 2019 - 20:22
Re: Rispondo ad AleB. .
Ciao GIORGIO TIGANO, mi limito ad evidenziare che non ho fatto alcuna osservazione sulla Sua professionalità: mi sono limitato a dire che tutti i professionisti del settore sono a favore di una soluzione che possa fare massa critica e quindi - qui la mia opinione, fornire un servizio di qualità. Non La conosco come medico e quindi la mia critica è tutta per una presa di posizione politica: che sia stata coerente negli anni non cambia il ragionamento. Oggi il Castelli, il san Biagio e il COQ stanno in piedi con molta fatica: la fatica degli operatori sanitari, dei medici e dell'amministrazione asl che deve far quadrare i conti ed un minimo di livello assistenziale. La sola necessità di fare spola tra i vari nosocomi per i pazienti multi-patologia chiarisce quale questo livello nella nostra provincia. Io comunque non ho ancora capito qual è l'opzione al progetto Ornavasso, il piano B della forza politica che aspira alla guida della Regione, l'unica a poter cambiare idea: con tutto il rispetto, oggi Albertella e compagni hanno potere zero nella pratica ospedale unico. Possono solo sperare che loro "amici" in regione, quando prenderanno il potere, possano cambiare il percorso. Ma poi ci dicano qual è l'alternativa di lungo periodo, perchè al prossimo giro, un'ospedale tra Domo e VB lo chiudono per davvero. Non è una minaccia, è una certezza! Saluti AleB
Comitato Salute VCO torna su sanità provinciale - 3 Aprile 2019 - 10:25
Re: Re: ospedale nuovo
state dicendo la stessa cosa :) Per dar manforte al concetto: https://www.foggiatoday.it/economia/asl-foggia-mancano-medici-ipotesi-richiamo-pensionati.html https://www.open.online/primo-piano/2019/04/02/news/pensionati_in_corsia_i_giovani_medici_il_cortocircuito_sta_nel_numero_delle_borse_di_specializzazione_intervista-183977/ Una situazione come la nostra, se non si svilupperà un ospedale degno di tal nome, rischia a breve termine di finire sui giornali per le stesse motivazioni. Saluti AleB
Comitato Salute VCO torna su sanità provinciale - 3 Aprile 2019 - 05:37
ospedale nuovo
Faccio osservare, che ad ogni bando della nostra asl per trovare degli specialisti, non c'è la coda di aspiranti tali, se poi consideriamo che il numero chiuso in atto nelle Università ha prodotto una riduzione di questa categoria e quindi, se i posti disponibili sono tanti e medici sono pochi, uno può scegliere di andare dove più gli fa comodo e non certo lontano dai grandi centri. Il futuro non può essere rosa. In quanto alla medicina territoriale, faccio notare che esiste già, ma a macchia di leopardo.dove c'è però funziona, ed è per questo che sarebbe utile completare la sua diffusione.
Comitato Salute VCO torna su sanità provinciale - 28 Marzo 2019 - 12:25
Re: Re: Re: Non c'è ancora la posizione della Leg
Ciao Giovanni, non si capisce però su quali basi Preioni basa la sua affermazione. Perchè allora non facciamo il contrario? Ospedale unico al Castelli, misto privato il San Biagio. Non sarà forse che il dato numerico utilizzato sia la distanza tra il suo borgo e Domo? No eh? Se fosse così, lo dica apertamente. Tra l'altro non si capisce nemmeno perchè, un cittadino verbanese, dovrebbe privarsi del suo ospedale non per uno nuovo e PUBBLICO (la gestione sarà privata, l'ospedale sarà certamente sotto il controllo della asl) ma per uno vecchio al doppio della distanza. Siamo arrivati alla condizione che, pur di essere contro al progetto ad Ornavasso, si accettano condizioni peggiorative sia dell'attuale situazione sia di quella eventualmente nuova? Mah Saluti AleB
PD su ospedale unico - 17 Marzo 2019 - 11:12
Re: referendum
Ciao livio, la storia italica è piena di referendum su questioni vitali per il sistema Paese date in pasto al popolo ed al suo voto di pancia. Una su tutti, l'abolizione dell'energia nucleare come fonte di approvvigionamento energetico nazionale. Un suicidio di lungo periodo sul quale noi cominceremo a vedere gli effetti ed i nostri figli e nipoti ne subiranno le conseguenze. Sul TAV, la Costituzione vieta i referendunm sui trattati internazionali, a ben veduta: ma chi siamo per decidere se un'opera di questa portata potrà o meno avere un ritorno dell'investimento di lungo periodo quando nemmeno i tecnici riescono a trovare una risposta? Sull'ospedale, gioco forza che un referendum affosserebbe il progetto poichè si parte da un punto di vista sbagliato: la domanda non è se si vuole o meno un ospedale UNICO (che sia a Ornavasso, a Piedimulera, al Castelli o al San Biagio), la domanda è dove volete che sia ubicato! Perchè la necessità di ridimensionare la spesa nella asl VCO non è solo conclamata, è nei numeri. Quindi, non volete che sia Ornavasso a salvare capra e cavoli da un punto di vista politico e di correttezza geografica del territorio? Bene, accettate anche che domani (l'anno prossimo, tra 5 anni, tra 10...è solo questione di tempo) qualcuno si sveglierà e deciderà che una tra le due vecchie strutture oggi esistenti diventerà riferimento unico e lo farà in base al peso politico che detiene sul territorio. Saluti AleB
Due Interpellanze su piscine comunali - 29 Gennaio 2019 - 13:54
orchestra
Può essere un'idea...mi sembra di aver letto sulla Stampa che se continuano le critiche e i controlli pressanti dell'asl se ne vanno...
Regione delibera per il contenimento dei selvatici - 3 Gennaio 2019 - 14:25
Ricetta
Dopo quanto successo anche stamattina sulla Milano-Napoli penso che sia giusto procedere allo sterminio sempre e comunque di questi animali alo stato brado; ne dovrebbe essere consentito l'allevamento solo a scopo alimentare in appositi recinti ed aziende autorizzate sotto lo stretto controllo dei veterinari asl e delle autorità di polizia preposte al controllo della caccia(....niente male i loro salamini!!!). Se qualche cacciatore venisse sorpreso ad imoportarli, diffonderli o comunque favori il loro sviluppo dovrebbe perdere immediatamente e per sempre la licenza di caccia. Pene severissime anche detentive per chi facesse allevamenti non autorizzati.
Croce Verde trasporto speciale - 15 Settembre 2018 - 23:36
per Signor Hans
Caro Signor Hans i veri volontari esistono e io sono il primo a rispettarli e portarli su di un palmo di mano, desidero però precisare che il mio secondo commento non era indirizzato ai volontari ma al business e al sistema che ci gira intorno e che li usa. Riguardo invece al trasporto di organi, sa quanti viaggi ha fatto e fa l'auto della asl di Novara per portare organi espiantati da un ospedale all'altro con tanto di autisti professionisti stipendiati? purtroppo/per fortuna tantissimi, ma gli unici articoli che compaiono sono: sul dramma degli sfortunati donatori e la gioia di chi attende di ricevere l'organo, ma mai una volta è comparsa notizia su chi ha inviato l'auto che ha trasportato l'organo o gli organi, ne tanto meno sull'autista, visto che questo servizio di trasporto speciale è pagato dalla collettività e nulla c'entra col volontariato. Ecco perchè volevo capire l'eccezionalità di aver fatto fare un articolo per questo trasporto, visto che, come tutti quelli che vengono eseguiti su richiesta della asl, non è stato di sicuro fatto a gratis!!!
ASLVCO: 1,5mln per lavori straordinari - 11 Marzo 2018 - 18:18
Come?
Vogliono ampliare a Gravellona mentre vorrebbero costruire a circa 2 km un nuovo ospedale? Stesso discorso per i lavori straordinari agli ospedale di Pallanza e Domo? Non è che anche la dirigenza asl è consapevole che a Ornavasso non verrà mai completato alcun ospedale?
Squadra Nautica di Salvamento i numeri del 2017 - 9 Febbraio 2018 - 08:00
Squadra Nautica di Salvamento attività 2017
Certo, soffermandosi a leggere i bilanci su interventi di soccorso come quelli descritti dall'articolo, colpisce, fa scena e non si può che essere soddisfatti, a casa mia però, quando si vanno a presentare dei bilanci si elencano anche le entrate percepite per aver effettuato quello che si descrive per benino; forse non lo si fa per evitare che le persone, all'oscuro sul giro di denaro e di interessi che gravita attorno a questo business, non diano più soldi e consensi? . Visto che questo blog lo leggono in tanti e quei tanti sono quelli che pagano le tasse e quindi le entrate di tutte queste società d'impresa camuffate da associazioni di volontariato (solo per beneficiare di agevolazioni fiscali), mi sembra corretto aggiungere qualche altro dato in più per andare a completare il tutto. Per tutte le attività 118 svolte dalle così dette "associazioni di volontariato" come quella indicata da quest'articolo, la asl corrisponde ad ognuna di loro circa €. 200.000,00 all'anno (alcune ne prendono anche di più), con questo denaro loro pagano: stipendi, assicurazioni degli stipendiati, dei volontari e dei mezzi; le patenti di guida e nautiche a stipendiati e volontari; le attrezzature; le divise degli stipendiati e dei volontari; l'affitto della sede; i pasti al personale in generale; ecc. ecc. Ditemi, chi non aprirebbe una Società, oh scusate, un "associazione" così.. Non parliamo poi delle altre ulteriori entrate che queste realtà raccolgono per far cassa: raccolta fondi esentasse nelle piazze e manifestazioni; donazioni di mezzi per i servizi che svolgono, che loro mettono regolarmente in ammortamento alla asl sotto forma di spese di gestione (la asl gli paga per intero in un tot di anni un mezzo che a loro è stato donato, SE A QUALCUNO SEMBRA CORRETTO!!!); viaggi a tariffe ultra taxi e non più a oblazione, come invece accadeva e accade nel vero mondo del volontariato, ecc. ecc. ecc., Mi fermo qui, anche perchè ci sarebbe da aprire una enciclopedia su questo strano mondo parallelo che si definisce di volontariato e solidale (forse per chi di loro beneficia delle patenti gratis e degli stipendi), che col volontariato, quello vero, non c'entra un fico secco. Aggiungo solo un ultimo breve appunto, visto che molte volte sono stato attaccato per aver detto delle verità su queste organizzazioni: è bene ribadire, che avere persone all'interno di queste, chiamiamole solo realtà, che danno il loro tempo libero in forma gratuita per svolgere servizi, non sta a significare che queste realtà si debbano considerare di volontariato e, mi pare, che quanto qui sopra raccontato ne è la dimostrazione. Buona salute a tutti!!
Continua l'impegno della Squadra Nautica - 17 Dicembre 2017 - 03:58
x lady oscar
Carissima lady oscar, nessuno ha mai detto che stanno facendo cose illecite, io ho solo raccontato dei fatti e dei dati reali, tra l'altro essendo atti pubblici si possono richiedere alla asl. Le mie rimostranze sono per il fatto che queste pseudo ........ sono in realtà delle vere e proprie attività d'impresa ma, per il fatto che sono iscritte al registro del volontariato (Legge 266/91), beneficiano delle agevolazioni fiscali previste da quella legge. Ma non solo, vogliamo parlare delle donazioni dei mezzi, pagati da banche, privati o aziende, anzichè metterli ad un costo di noleggio per ogni servizio svolto, facendo di fatto risparmiare l'Ente Pubblico quindi il popolo, li mettono in ammortamento sulle convenzioni stipulate con la asl assieme ai costi di tutte le voci che ho elencato nel precedente commento. QUESTO E' FARE VOLONTARIATO??
Continua l'impegno della Squadra Nautica - 14 Dicembre 2017 - 13:04
Società di Volontariato
Oltre a pubblicizzare le raccolte fondi, sarebbe più corretto che queste Società camuffate da Associazioni ONLUS, andassero a raccontate ai cittadini cose molto più significative e importanti che riguardano il loro reale status, come ad esempio: - il numero degli stipendiati che ogni mese vengono pagati dalla convenzione con la asl, quindi pagati dai cittadini, tra l'altro questa pacchia dura da oltre vent'anni; - le divise degli stipendiati e dei volontari pagate dalle convenzioni con la asl, quindi pagate dai cittadini; - le assicurazioni degli stipendiati, dei volontari e dei mezzi pagate dalla convenzione con la asl, anche in questo caso pagate dai cittadini; - le patenti e i vari brevetti di stipendiati e volontari pagati dalla convenzione con la asl, sempre a carico dei cittadini; - i mezzi (ambulanze, barche, ecc. ecc.), donati da banche, società e/o da privati, messe in ammortamento costi alla asl, (questo sta a significare che la asl gliele ripaga come nuove), anzichè metterle in affitto per i servizi che danno; rimborso che viene fatto tramite la convenzione, anche in questo caso sempre e comunque a carico dei cittadini; - vere e proprie tariffe, applicate anche a persone indigenti, per trasporti in auto mediche e/o ambulanze per fare visite mediche, anzichè chieder loro una semplice oblazione (comportamento che invece adotterebbe una vera associazione o organizzazione di volontariato); - i soldi pubblici che fatturano e incassano dalla asl sono circa €. 200.000,00 all'anno per ognuna di queste Società camuffate da pseudo "Associazioni di Volontariato" (qualcuna di loro ne prende anche di più), e sono sempre i cittadini che pagano. Sono anni che mi pongo una sola domanda, CON CHE CORAGGIO SI PRESENTANO E SI DEFINISCONO ASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATO; SOLO PERCHE' SI AVVALGONO DELL'OPERATO GRATUITO DI QUALCHE PERSONA DI BUONA VOLONTA'? MA NON SCHERZIAMO!!! Tempo addietro sono stato attaccato per aver criticato questo sistema malato che ha una pesante ricaduta economica sulle tasche del popolo; chiederei, a chiunque ritenesse questa mia semplice constatazione di fatti reali un attacco personale a chicchessia, di dar loro una dettagliata giustificazione, che smentisca le cose sopra dette. Buona salute a tutti.
"Problemi con il nuovo NUE 112" - 5 Agosto 2017 - 20:26
gris
Probabilmente una persona che ha militato un pochino nel volontariato socio sanitario potrebbe usare freddezza in caso di una emergenza e avere la prontezza di recepire eventuali direttive dettate dall'operatore di un centralino sul numero da fare, in questo caso il 112, per avere collegamento col 118. Siccome tutti vogliono fare i maestri, sapete cosa vuol dire essere nel panico perchè un famigliare sta male? qui manca la consapevolezza che gli utenti/cittadini che chiedono aiuto non sono dei soccorritori; ho anche poi visto soccorritori in panico e nel pallone quando è capitato un dramma ad un loro famigliare!! Concludo dicendo a gris (presumo nome di fantasia), che le chiamate urgenti che arrivano al centralino dell'ospedale non sono minimamente da paragonare a quelle che riceveva e riceve tutt'ora il numero sopra citato, corrispondente all'altra croce non rossa; prima di fare raffronti o di parlare di cose che nemmeno ci si immagina, forse è meglio passare 3 o 4 ore al centralino dell'asl, allora si che dopo si possono esprimere giudizi o fare dei raffronti!!
Addio alle serate “Intra by night” - 28 Aprile 2017 - 22:07
Re: Re: Re: Re: Cannobio....
Ciao Maurilio Per il porto, a prescindere dai progetti futuri, non pensi sia una "buona pratica amministrativa" smaltire i detriti del porto affondato? Fosse un qualsiasi privato che abbandona quei detriti in una zona del genere avrebbe già ricevuto le visite dei vigili, della forestale, dell'asl e chi più ne ha più ne metta. Sul Tam tam ti sembra logico che il comune chieda 45.000 euro di affitto annuo?
NAS nei DEA VCO: tutto ok - 2 Febbraio 2017 - 15:02
Domandina, rispostina
Credo che eventuali sanzioni le avrebbe pagate l'asl di turno, salvo poi rifarsi sui dipendenti responsabili della conduzione dei DEA. Almeno, fossi io al loro posto, opererei così.
M5S su revoca fondi Fondazione Cariplo - 17 Gennaio 2017 - 13:30
Re: finanziamento Fondazione vco per Emodinamica
Ciao Fausto Spagnoli Concordo ed aggiungerei in particolare una qualche responsabilità dei direttori delle asl, in particolare dopo gli aumenti di cui si è parlato recentemente http://www.verbanianotizie.it/n815970-aumento-stipendi-direttori-asl-ancora-reazioni.htm Ma ribadisco la necessità di un cambio culturale ed una forte crescita del senso civico, dove tutti i cittadini dovrebbero interessarsi di più del proprio bene comune, in questo caso anche medici e personale sanitario in genere non hanno contribuito
Contributi regionali per il diritto allo studio - 21 Dicembre 2016 - 10:48
Re: Re: Re: Re: Solita follia on line
Ciao Hans Axel Von Fersen su questo non si può non essere d'accordo con te! Con la scusa che ci potrebbe sempre essere qualcuno senza pc, o comunque senza connessione, la nostra PA è rimasta indietro anni luce! Possibile che nel 2016 (quasi 17) non si possa far una prenotazione on line all'asl? Saluti Maurilio
118 i dati di attività in Piemonte - 17 Dicembre 2016 - 11:43
Dati 118 Piemonte
Certo i dati sono encomiabili, non fanno una grinza, di fatto indiscutibili; ma perchè non mettono quanto costa al popolo il servizio 118 all'anno? non entriamo poi nel merito al servizio mal organizzato che da rispetto a quello di prima, dove il soccorso era gestito dalle organizzazioni locali e dove la gente veniva soccorsa in tempi molto più rapidi e brevi e con meno costi (se il 118, così com'è strutturato da noi, sopratutto nei costi, non è presente in tutte le regioni, c'è un motivo); ad esempio, ai tempi d'oro del soccorso locale non esistevano le centrali (come per noi oggi è Novara), composte da infermieri e medici pagati h24. l'Italia è l'unico paese dove si pagano i servizi anche quando stanno in stand by, vi sembra normale? solo qualche piccolo dato senza entrare in una enciclopedica vicenda che ci terrebbe inchiodati a leggere per settimane: elicotteri - tutte le società appaltatrici convenzionate e tutto il personale annesso per questo servizio (macchine, piloti, copiloti, medici, infermieri, personale del soccorso alpino, ecc. ecc.), vengono pagati profumatamente anche se stanno fermi in hangar ad aspettare le chiamate (infatti non si spiegherebbe la corsa ad accaparrarsi uno spazio all'interno di questa realtà); se poi arriva una chiamata per un intervento primario o secondario, dal momento che le macchine vengono messe in moto inizia il conteggio dell'indennità di volo; si parla di cifre da capogiro, un business che farebbe gola a chiunque, infatti, come sopra detto, c'è una lotta furibonda per ottenerne appalti e convenzioni; mi chiedo, se volevano davvero dare un ottimo servizio con costi contenutissimi per il popolo bastava imitare la Rega svizzera, dove ogni chiamata viene pagata da chi richiede l'intervento, ecco perchè li da loro tutti si assicurano e alla collettività costa 0, tra l'altro è da decenni che volano anche di notte e gli elicotteri sono di loro proprietà, acquistati con le donazioni e con le quote associative. ambulanze - altro tasto dolente e altra spillatrice di denaro pubblico, prendiamo solo Verbania, ogni "associazione, si fa per dire, di volontariato", costa ai cittadini cifre spropositate, si parte da €. 200.000 all'anno in su per ognuna di queste realtà e, attenzione, adesso viene il bello, per non stare indietro dal servizio elicotteri, anche queste pseudo società camuffate da "associazioni, si fa per dire, di volontariato", con tanto di stipendiati al seguito, anche loro vengono pagate per stare in stand by in attesa di chiamate e non, come sarebbe di logica, pagati invece per ogni servizio dato alla asl e al 118. Tra l'altro questi ultimi, per stare al passo, sempre con gli altri di prima, hanno cercato di superarsi nei rimborsi, mettendo nei costi di gestione il mondo: ad esempio, i mezzi che si fanno donare da privati e/o da banche, li mettono in ammortamento, cioè, la asl anzichè pagare per un servizio che queste realtà gli forniscono gli ripaga per nuovo un mezzo che si sono fatti donare, (alla faccia del volontariato); sempre a carico della asl, quindi del popolo, si fanno rimborsare: le assicurazioni dei mezzi, dei volontari e quelle degli stipendiati; gli stipendi e relativi contributi degli stipendiati (in media dalle 4 aile 7 persone per organizzazione), le divise di volontari e stipendiati; le patenti; i corsi; le attrezzature; i farmaci da tenere a bordo dei mezzi; gli affitti delle sedi; ecc. ecc.; c'è inoltre da aggiungere che per gli altri servizi che offrono alla popolazione (trasporti per visite ospedaliere non convenzionate), hanno il coraggio di applicare alle persone tariffe anche da €. 1,20 al chilometro. PENSO CHE OGNI ULTERIORE COMMENTO SIA SUPERFLUO!!! Perfetto, pensate che quanto qui sopra scritto è marginale e si riferisce ad un piccolo quadro locale di cosa costa al popolo il 118. Quindi, caro 118, te lo dico da cittadino, sono sopratutto queste le informazioni utili che devi pubblicare e non fumo negli occhi, perchè la gente ne ha piene le scatole delle prese per il sedere, degli sperperi e del mal governo, c
Furlan Responsabile Nazionale Protezione Civile S.O.G.IT - 6 Dicembre 2016 - 23:45
Risposta
1) Io non ho mai detto che lei abbia gettato fango sull'ordine ma che lo ha gettato su di me; 2) visto con quanta enfasi e godimento si è prodigato nella calunnia dubito seriamente che lei possa appartenere ad un ordine, almeno a quello cui apparteniamo io e i miei iscritti e/o ad uno degli altri rami ufficiali cui facciamo parte; 3) mi arrabbio quado i commenti sotto una notizia a mio nome sono privi di fondate verità, ecco dove sta la calunnia e la diffamazione, si fidi, me l'hanno confermato proprio oggi; 4) sui commenti da me fatti su un'associazione "di volontariato" verbanese (a differenza sua, mettendoci la faccia), che si porta in cassa ben €. 200.000 all'anno (hanno anche il coraggio definirsi di volontariato), soldi del popolo usati in gran parte x mantenere i loro stipendiati che, spesso e volentieri, x coprire i turni 118, gli fanno fare anche 24 ore di lavoro filate (dichiarato da loro); per non parlare poi delle ambulanze, acquisite in donazione da banche o da privati, messe poi in ammortamento alla asl, quindi ripagate a nuovo sempre dal popolo; e lei ha il coraggio di dire che sono commenti al limite della diffamazione o mie fisime su cospirazioni, ma mi faccia il piacere!! 5) a livello suo personale, anche come volontario, ciò che pensa di me non mi importa un fico secco, non approvo xó che lei diffami pubblicamente scrivendo commenti come quelli sopra, solo x il gusto di colpire, anche a sproposito; 6) le do infine un utile informazione: solo chi è un componente, un cavaliere o un membro dell'Ordine di San Giovanni, come lo siamo io e i miei volontari (Sezione/DELEGAZIONE ufficiale italiana del Johanniter International) o dello SMOM (nostri diretti cugini), può definirsi appartenente all'Ordine che intende lei, se lo faccia spiegare x benino dai dirigenti della sua fondazione!!!!
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti