Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco

assistenza

Inserisci quello che vuoi cercare
assistenza - nei post
Comitato Salute VCO: medicina territoriale e ospedale unico - 22 Gennaio 2018 - 10:23
Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato del Comitato Salute VCO, riguardante la Medicina Territoriale e il nuovo ospedale unico.
Nuova motovedetta sul lago d'Orta - 17 Gennaio 2018 - 13:01
Dal mese di gennaio è stato potenziato il servizio di vigilanza lacuale presso il Lago d’Orta mediante l’impiego di una nuova imbarcazione (motovedetta cc 272) messa a disposizione dal servizio aereo e navale del comando generale, che a differenza del battello stagionale cc 75/85, trasferito presso l’isola del giglio, avrà invece un impiego annuale.
Una visione strategica per il futuro del COQ di Omegna - 21 Dicembre 2017 - 19:06
L’hanno indicata il Direttore Generale di ASL VCO, Giovanni Caruso, e il suo omologo presso il Centro Ortopedico di Quadrante, Mauro Carducci, fornendo numeri e indicazioni ben precise. Di seguito la nota di ASL VCO.
Contributi per il sostegno al diritto allo studio - 20 Dicembre 2017 - 15:03
Contributi alle famiglie per il sostegno al diritto allo studio 2017/2018. Si possono richiedere esclusivamente on line entro il 15 gennaio 2018. Di seguito la nota dell'Amministrazione Comunale.
Continua l'impegno della Squadra Nautica - 13 Dicembre 2017 - 11:04
La Squadra Nautica di Salvamento di Verbania, associazione di pubblica assistenza aderente ad Anpas, era presente il 9 dicembre in piazza Ranzoni a Intra con uno stand informativo per promuovere le attività svolte e distribuzione di gadget natalizi, con raccolta di offerte, destinate agli scopi sociali e solidali. Di Seguito la nota diramata.
Bollini Rosa assegnati all'Ospedale Castelli - 8 Dicembre 2017 - 08:01
I Bollini Rosa sono assegnati a ospedali impegnati nella promozione della medicina di genere e che si distinguono per l’offerta di servizi dedicati alla prevenzione, diagnosi e cura delle principali malattie femminili.
Tanti alla "Babbo Natale in corsa" a Bagnella - 5 Dicembre 2017 - 19:06
E' stata davvero una bella domenica di corsa per i Babbo Natale della zona che si sono ritrovati domenica 3 dicembre a Bagnella.
Celebrata la Virgo Fidelis - 22 Novembre 2017 - 09:33
Nella Chiesa Collegiata di San Leonardo di Verbania - Pallanza si è celebrata ieri mattina, 21 novembre, la Santa Messa per la Commemorazione della “Virgo Fidelis”, Patrona dell’Arma dei Carabinieri.
Fials su esternalizzazione assistenza Muller - 21 Novembre 2017 - 18:06
Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato del sindacato Fials (Federazione Italiana Autonomie Locali e Sanità) del Vco, in cui si manifesta preoccupazione e contrarietà alla ventilata esternalizzazione del servizio di assistenza della Rsa Ipab Maurizio Muller di Intra.
Attenzione false mail/sms Agenzia delle Entrate - 26 Ottobre 2017 - 09:16
Agenzia delle entrate-Riscossione invita a fare attenzione a false email e sms su rimborsi o avvisi di pagamento, che sembrano provenire dalla stessa agenzia.
Quattro alloggi a prezzo convenzionato - 23 Ottobre 2017 - 15:03
L'Amministrazione Comunale informa della possibilità di acquisto per quattro alloggi a prezzo convenzionato. In via Vigne Basse a Intra.
Si tuffa nel lago per salvare cane - 22 Ottobre 2017 - 18:06
Alle ore 12.30 circa di oggi, i Carabinieri del n.o.r. di Verbania, sono intervenuti nell’area prospicente il Municipio per prestare assistenza ad un turista olandese che, notando un cane “setter” caduto nel lago e che non riusciva a ritornare a riva scivolando sul limo, non aveva esitato a spogliarsi tuffandosi in acqua traendo in salvo l’animale.
Sanità piemontese seconda in Italia - 17 Ottobre 2017 - 15:03
Il Piemonte si conferma ai primi posti in Italia per la qualità della prestazioni sanitarie. Il Ministero della Salute ha pubblicato in via ufficiale il monitoraggio della “Griglia Lea” relativa al 2015, assegnando alla nostra regione il secondo posto a livello nazionale.
Casa della Salute a Verbania - 11 Ottobre 2017 - 13:01
Con un atto di indirizzo deliberato dalla Giunta, l’Amministrazione Comunale di Verbania ha richiesto alla competente ASL del VCO, l’attivazione di una Casa della Salute a Verbania, individuata presso il Distretto Sanitario a Sant'Anna.
PsicoNews: Giornata mondiale dell’Alzheimer 2017 - 20 Settembre 2017 - 08:00
Il 21 Settembre cade la giornata mondiale dell’Alzheimer e anche nel nostro territorio ci sono belle iniziative in programma.
assistenza - nei commenti
Regione: ospedale unico VCO trovati i fondi - 14 Dicembre 2017 - 14:16
Condivido Sinistro
Condivido in toto Sinistro (...strano ma vero!): valorizzare i tre ospedali esistenti ove esiste personale ben qualificato; rafforzare cure ed assistenza domiciliare post-ricovero; evitare nuovi faraonici ospedali che serviranno solo a far guadagnare il solito malaffare che in questo genere di affari si intrufolano sempre.Se va bene alla fine delle opere , al solito i costri saranno triplicati così come i tempi di realizzazione: di esempi analoghi è piena l'Italia intera. Stranamente poi, certi anunci arrivano a ridosso delle elezioni: a pensar male si fa peccato ma.....
Slot: controlli per il distanziometro - 27 Novembre 2017 - 07:46
distanziometro delle slot
Questa è forse la più intelligente iniziativa che un organo pubblico potesse intraprendere sulla vera lotta a questo gioco d'azzardo. Detto questo, c'è però una situazione che riguarda queste società che sventagliano macchine sui territori e che mi sta indignado all'ennesima potenza: QUESTE SOCIETA', CHE SI PERMETTONO DI FARE LA VOCE GROSSA CON CHI GIUSTAMENTE LI OSTACOLA, DI DENUNCIARE E FARE RICORSI, NEGLI ANNI HANNO GUADAGNATO MONTAGNE DI DENARO SENZA PAGARE TASSE, QUANDO POI QUALCUNO SI E' ACCORTO E HA FATTO USCIRE PUBBLICAMENTE LA VICENDA, SONO CORSI AI RIPARI CONCORDANDO COL GOVERNO DELLE SANATORIE UNA TANTUM DA BARZELLETTA, DA MONOPOLI; QUESTO IN BARBA ALLA GENTE ONESTA CHE SE SOLO NON PAGA UNA RATA DI UN MUTUO GLI PIGNORANO LA CASA. Oh, scusate, sono proprio uno sciocco ingenuo, mi sono scordato che molti politicanti di questo paese dei balocchi e dell'incontrario, hanno quote societarie con le più grandi ditte di slot; ophs, scusatemi ancora politicanti, non volevo riaprire una parentesi così dolorosa che riguarda l'evasione fiscale di queste società, anzi di queste VOSTRE SOCIETA'. Cari italiani, siamo noi a doverci svegliare e cacciare tutta questa melma; solo un ultimo breve pensiero: dove si è mai visto che un amministratore di una qualsivoglia azienda decida di votarsi il proprio stipendio più benefici e privilegi, senza che il suo datore di lavoro valuti la cosa preventivamente e la approvi (in questo caso basterebbe un referendum popolare), ed inoltre, decida per il proprio datore di lavoro: quale stipendio, quale tutela e sicurezza lavorativa, quali garanzie e assistenza dare, togliendo allo stesso i suoi diritti acquisiti; QUESTO SUCCEDE SOLO IN ITALIA. Chiudo tornando all'argomento dell'articolo, ben venga la decisione di togliere dalle aree sensibili queste rovina famiglie (slot), ma i problemi grossi dietro a queste slot si chiamano politica malata, incapace e disonesta; ricordatevi quando andrete a votare. Buona briscola a tutti!!
Ancora interventi per furto - 28 Agosto 2017 - 19:34
il fondo
nazionale per le politiche migratorie è una prestazione assistenziale INPS. A quanto ammonta? dal sito della Camera dei Deputati, sembrerebbe essere, nel 2015, di 187 milioni, il bonus asilo nido, il premio di 800 € bebè è assistenza INPS (così dice il sito inps) Chi usufruisce maggiormente di queste facilitazioni? gli italiani o gli stranieri. Sig. Giovanni% l'inps non gestisce direttamente però i fondi li trovano tagliando le pensioni e non restituendo il mal tolto come aveva sentenziato la Consulta (credo) Pertanto, sempre lì si attinge.
Ancora interventi per furto - 28 Agosto 2017 - 15:11
siccome l'inps
gestisce insieme la previdenza e l'assistenza il risultato è che, se costoro non riscattano qualche misero contributo per la loro previdenza, usufruiscono, nel contempo, smisuratamente dei nostri contributi per la loro assistenza in Italia. Il 90% della spesa sociale di tanti comuni è "consumato" per l'assistenza di costoro (esenzioni tipo mense scolastiche, trasporto alunni, esenzioni ticket sanitari, contributi per l'affitto, contributi pagamento utenze e chi più ne ha più ne metta) Un capofamiglia che lavoricchia, una moglie disoccupata, sette figli in età dal nido alle superiori.....da sobbarcarci... Non vedo alcuna nostra fortuna. Chissà come mai le altre Nazioni non si accapigliano per accaparrarsi queste fortune.
Ubriaco e armato: espulso - 21 Agosto 2017 - 09:18
Barzelletta o realtà?
Permettetimi di fare un copia/incolla di questa bellissima, attualissima e verissima barzelletta/realtà : "Caro Fratello, ti ho scritto l'anno scorso... e qui in Italia dopo il mio traghettamento dall'Africa con una ONG sembra di vivere in una terra magica. Se sei extracomunitario puoi fare quello che vuoi. Puoi prendere a cazzotti tutti quelli delle forze dell'ordine e nel caso farli sospendere.... E non ti fanno nulla .... puoi andare in bicicletta anche in autostrada.... puoi entrare anche nelle case e occuparle mentre la gente è in vacanza o a fare la spesa ... puoi fare veramente proprio tutto.... puoi anche stare tutto il giorno con le palle al sole... a chattare con i ns parenti in africa. Qui abbiamo anche wifi e buon cibo. Cercate di venire in Italia tutti quanti.... pensa che alcune donne sole ci accolgono in casa e per un po' di sesso ci pagano tutto.... ci danno anche da mangiare e ci vestono bene.... possiamo perfino rimanere impuniti e impunibili anche i caso di un piccolo furtarello o avance a qualche ragazzina...e non succede nulla... Spacchiamo quando siamo arrabbiati, non paghiamo i mezzi pubblici, al pronto soccorso basta gridare un po' e abbiamo assistenza gratis e veloce.... è un paese bellissimo. Qui non si lavora perché è vietato ai richiedenti asilo... hahahaha dove troviamo dei cog....i così !se sei bravo e amico di uno del PD o sindacalista fai pure un'autocertificazione e magari ottieni la pensione a casa tua, nel tuo paese... è uno spettacolo di vita, un vero e proprio paradiso. Pensa che non paghi bollette, affitto, niente tasse, credimi è molto, molto di più di ciò che ti scrivo... vi aspettiamo tutti qui... porta anche la nonna tanto non serve essere in guerra per traghettare ed entrare ci pensano le cooperative del governo. Un abbraccio.Mohamed" Qualcuno trova delle differenze dalla realtà?
Niente sussidio da in escandescenze - 13 Agosto 2017 - 19:09
Giovanni%
se è riferito a me: vada a ciapà i ratt...magari facendosi dare le istruzioni del caso .......da Piccola e Miele Finora per CAF intendevo Centro assistenza Fiscale.
Niente sussidio da in escandescenze - 10 Agosto 2017 - 15:37
Re: le nostre multinazionali?
Ciao lucrezia borgia purtroppo la disperazione è collettiva e senza frontiere..... Evidentemente il mondo sta cambiando, visto che le nazioni d'approdo (Italia, Spagna, Grecia, ecc....) sono solo un punto di transito; poi, una volta qua, non li si può mica lasciare senza assistenza, considerato che i Paesi di destinazione (Germania, Francia, Scandinavia) ci impongono di bloccarli e rispedirli al mittente a spese nostre! Di sicuro la tua descrizione collima con gli scafisti che lucrano su di loro, meno sfortunati, si fa per dire, di chi è rimasto bloccato là: se avessero i soldi a palate, verrebbero qua come turisti in aereo.... Poi, come dici te, visto che siamo anche noi disperati e senza multinazionali, allora perché dovrebbero conquistarci?
Lega Nord: Province, tagli e viabilità - 2 Agosto 2017 - 11:29
Re: non tutte
Ciao livio il problema non sono le province o le regioni, ma gli enormi sprechi e gli investimenti in cose inutili e che non soddisfano le esigenze primarie, basterebbe eliminare tutti i soldi a favore dello sport, dello spettacolo, della cultura, togliere l'assistenza i sussidi vari e mettere i soldi solo nelle cose davvero necessarie, senza pietismi e buonismi, come facevano una volta ....
Soccorso Nautico: VVF VCO soddisfatti dopo incontro - 19 Luglio 2017 - 15:37
Re: X tutti legge regionale balneazzionne
No Giovanni, la legge regionale che tu citi prevede tre tipologia di aree: 1) le aree balneabili dove si disciplinano e garantiscono un serie fattori (assistenza ai bagnanti, piste per la circolazione dei natanti ecc (art. 18 comme da 1 a 7). 2) la stessa legge (art. 18 c. 8) individua aree frequentate da bagnanti non riservati specificamente alla balneazione con i crismi dei commi precedenti. La legge impone ai Comuni di segnalare tali arre. Della serie si puoò fare il bagno a prorpio rischio e pericolo. 3) aree con divieto di balneazione. Perché spiattellare sempre il lato tragico della vicenda? In Italia ci sono chilometri e chilometri di spiagge libere e frequentatissime.
Spiaggia di Suna e divieti - 21 Aprile 2017 - 11:40
Caro Furlan
Caro Furlan non tocchiamo il tasto delle spiagge e demanio e assistenza bagnanti perché andiamo a finire che ormai nessuno si prende più la responsabilità di niente. Come saprai le spiagge adibite alla balneazione devono avere per la regione Piemonte una delimitazione con boe gialle e naturalmente un assistente bagnanti, bene faccio l'esempio di Mergozzo che conosco bene e penso anche molti lettori del blog, bene il Comune di Mergozzo ha avuto il coraggio di dire alla regione Piemonte che sul lago di Mergozzo non vi sono spiagge adibite alla balneazione, solo per non assumersi le proprie responsabilità nei confronti delle persone che vanno in spiaggia. Naturalmente tutti possono vedere che vi è un parcheggio comunale a pagamento, che vi sono due chioschi che noleggiano anche sdraio e pedalò, quindi siamo solo nella repubblica delle banane, ma quando ci scapperà il morto di qualcuno che conta i nodi state certi verranno al pettine. Nel frattempo chi dovrebbe vigilare e mettere le cose al posto dorme.
Svizzera: “Prima i nostri” diventa proposta di legge - 4 Aprile 2017 - 00:43
senza fantasia !
Certo che questi ( non tutti per fortuna) , svizzeri a quanto inventiva sono scarsi ! Noi abbiamo chi dice : prima noi ! Loro si sono inventati: prima i nostri ! Quando questo si fa già , nessuno vieta a uno svizzero di andare a fare il manovale sotto il sole cocente D'Estate , oppure a costruire case come muratore , o asfaltare strade sudando molto . Anche lavorare in fabbrica , possono farlo se vogliono , basta presentarsi e come prendono un italiano possono prendere loro . Certo che è faticoso, al mattino alle 7 , 7 e un quarto devi essere puntuale sul lavoro , se rimani a casa con il mal di pancia dopo una settimana, al datore di lavoro non piace tanto . Un pò di ironia , che nasconde una desolante verità , l'egoismo porta voti , e i frontalieri con le loro tasse , milioni di franchi , pagano i tanti servizi usati dai residenti, forse anche l'assistenza di chi si lamenta perchè non trova lavoro ! Alla fine tanquilli, che siete sempre , PRIMA VOI !!!
Spadone: SS34, SS33, basta! - 31 Marzo 2017 - 16:39
Re: la ricongiunzione degli immigrati.....
Ciao lucrezia borgia Condivido in pieno, aggiungerei alcuni dettagli in particolare sulla separazione. I Governi che si sono succeduti ha trasformato molte prestazioni assistenziali in previdenziali. Si pensi agli assegni sociali, alle voci relative ai disabili di diverso tipo, alla cassa integrazione, alla mobilità, all’integrazione al trattamento minimo e così via. Sin dal 1989 ( legge 88) il legislatore ha cercato di separare, all’interno del bilancio INPS, la previdenza dall’assistenza, istituendo una speciale gestione dei trattamenti assistenziali (GIAS) da finanziarsi a carico della fiscalità generale. La GIAS tuttavia non riguarda solo le prestazioni assistenziali ma anche talune previdenziali, non coperte correttamente dai contributi versati. Pochi esempi su tutti: le pensioni dei coltivatori diretti, le pensioni d’invalidità ante 1982, l’integrazione al trattamento minimo. Voce che, da sola, vale oltre 13 miliardi di euro e che deve essere inequivocabilmente iscritta all’assistenza. http://infoprevidenza.it/welfare-sanita-assistenza-e-previdenza/ Per quanto riguarda gli immigrati, personalmente sarei per pari diritti solo nei confronti di chi ha versato regolarmente per almeno 10 anni. Perché gli abusi sono tanti. Pur avendo fatto ritorno ai loro Paesi di origine, o essendosi assentati continuamente dal territorio nazionale per periodi da uno a cinque mesi (perdendo così i requisiti per il beneficio), 331 lavoratori (bengalesi ) percepivano indebitamente l'assegno mensile di 800 euro. Mentre tutti li credevano in Italia loro se ne erano andati (di nascosto) già da un po' con in tasca la pensione sociale mensile. I truffatori sono 174 immigrati di diverse nazionalità con un età superiore ai 65 anni. Ciascuno di loro avrebbe continuato a percepire una pensione mensile di 450 euro. Nei fatti, un immigrato, per avere l’assegno, deve aver compiuto «65 anni e 3 mesi di età» e trovarsi in uno «stato di bisogno economico». Poi, gli basta avere un famigliare che sia titolare del «permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo» e abbia «residenza effettiva, stabile e continuativa per almeno 10 anni nel territorio nazionale». Rispettate queste condizioni, il gioco è fatto: lo Stato gli elargirà una pensione di 448,51 euro mensili per 13 mensilità (cifra aggiornata a inizio 2015). Più o meno è l’importo di una pensione minima di un lavoratore italiano. Solo che lo straniero non ha lavorato né versato contributi qui. I controlli per accertare che abbiano soggiornato stabilmente, ovviamente non ci sono. Da non sottovalutare la comunità cinese Prato avrà pure una storia di tolleranza (toscani e meridionali sono fifty fifty), riesce a far convivere 110 etnie diverse ma la misura ora sarebbe colma. Nelle ultime settimane sono arrivati in Comune 240 esposti: il pronto soccorso dell`ospedale è intasato da cinesi che non hanno medico di famiglia e si rivolgono lì per qualsiasi disturbo. Quindi ribadisco dopo 10 anni di lavoro regolare i Italia per me pari sono, ma diversamente dubito siano un vantaggio per le casse Inps e della sanità
Spadone: SS34, SS33, basta! - 31 Marzo 2017 - 10:17
la ricongiunzione degli immigrati.....
essi, non ricongiungono i pochi contributi, ma in compenso ricongiungono le famiglie, in tal modo "Uno" paga ridicoli contributi e troppi approfittano di immeritati servizi....... Italia paese del ben godi per gli stranieri e del mal godi per gli italiani..... In quanto al passivo del bilancio previdenziale, sarebbe ora di separare la previdenza dall'assistenza e di erogare le pensioni in base ai contributi versati (mi riferisco alle immonde e immeritate pensioni d'oro ed agli immorali vitalizi)
"Immigrazione: rivedere sistema di allontanamento dei richiedenti asilo" - 16 Marzo 2017 - 18:09
Una disparità mai vista prima ?
Concordo sulla principale causa di questa disgrazia umanitaria, me che non si fosse mai vista prima proprio no, basta ripassare la storia e rivediamo i soliti vizi capitali. Già nel 2014 qualcuna aveva avanzato delle proposte, forse attuandole non saremmo arrivati a questi numeri, ovviamente inascoltate. https://youtu.be/Mfk-EDMkSCk 1. Superamento della cosiddetta Convenzione di Dublino: un accordo che sfavorisce tutti, l'Italia poiché primo Paese d'approdo, e i migranti che non hanno alcuna intenzione di trattenersi nel nostro Paese. E' risaputo, infatti, che i migranti si rechino nei paesi più ricchi come Germania e Svezia e frequentissimi sono gli episodi di autolesionismo pur di non farsi identificare; esseri umani disposti a bruciarsi le mani pur di non farsi identificare, questo avete creato; 2. Iniziative nei confronti dei Paesi di origine e di transito per contrastare le organizzazioni criminali che lucrano sul traffico di esseri umani; Il fenomeno degli scafisti è una causa del problema e le cronache recenti ci raccontano di tassisti del nord intenti a trafficare clandestini in Germania; Una misura efficace è la stipula di accordi bilaterali per il controllo delle tratte. 3. Istituzione di quote massime di migranti per Paese, definite sulla base degli indici demografici ed economici, così da ottenere un'equa distribuzione tra gli stessi e favorire le logiche di ricongiungimento familiare, etnico, religioso e linguistico, fondamentali per una reale integrazione sociale; 4. Istituzione di punti di richiesta d'asilo, finanziati dall'Unione Europea, anche al di fuori del territorio europeo e in collaborazione con le Nazioni Unite, per permettere, a chi ne ha diritto, di raggiungere i Paesi di accoglienza in modo sicuro e a noi di gestire le domande di protezione internazionale e di contenere il numero dei flussi migratori indistinti; 5. Revisione di tutti i bandi interministeriali destinati alla prima accoglienza e alla gestione dei servizi connessi, con particolare riguardo ai criteri di spesa; Razionalizzate o bloccate i finanziamenti finché non avrete le idee chiare e magari, a che ci siete, toglieteli dal controllo delle cooperative rosse come il consorzio Sisifo già al centro di scandali come quello di Lampedusa dove i migranti venivano denudati e lavati con l'idrante; 6. Trasferimento, a Lampedusa degli uffici dell'Agenzia Frontex e dell'Ufficio europeo di sostegno per l'asilo, al fine di coordinare meglio le operazioni di salvataggio e assistenza ai migranti; 7. Concessione di beni e servizi per le famiglie italiane in difficoltà per evitare tensioni tra italiani e migranti. Un Paese in crisi economica è meno tollerante e ricettivo, occorre garantire agli italiani le condizioni di benessere necessarie affinché vivano meglio le relazioni con i migranti.
Nuovo Direttore Sanitario al Muller - 7 Marzo 2017 - 18:01
Dipende....
Ma l'assistenza ad una persona anziana varia da caso a caso. Se l'anziano è autosufficiente, pochi problemi. Se invece ha necessità di assistenza per incapacità di deambulazione, allora la situazione diventa complicata, anche con una badante, che è pur sempre un'estranea, e se è straniera, magari ha difficoltà a capire la lingua e le abitudini dell'assistito, cucina compresa. Attro caso, che ho vissuto nel mio parentado, dove se l'assistito non deambulava ed aveva altri problemi come malattie tipo Altzheimer e Parkinson contemporaneamente, allora sono problemi senza soluzione, perchè non è più sufficiente una semplice badante, Qunidi non generalizziamo, vi prego.
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti