Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco

assunzioni

Inserisci quello che vuoi cercare
assunzioni - nei post
PD: "La sanità piemontese non è più sotto tutela dello Stato" - 17 Novembre 2016 - 17:18
Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato a firma di Antonella Trapani segretario provinciale PD VCO, riguardante la notizia che dal 2017 il Piemonte uscirà dal piano di rientro sanitario.
Sanità: gli aumenti ai Direttori agitano i sindacati - 21 Ottobre 2016 - 09:17
Riportiamo il comunicato di FP CGIL, CISL FP e UIL FPL, riguardante la sanità del Piemonte in cui si dicono pronti a presentare una piattaforma al presidente Chiamparino, e quello di NURSIND che annuncia iniziative se la delibera non sarà ritirata.
"Aumento stipendi direttori Asl Piemonte" - 18 Ottobre 2016 - 15:03
Il sindacato NURSIND, scrive all'Assessore Saitta, dopo aver appreso dell'aumento degli stipendi dei Direttori Generali Asl Piemonte, criticando duramente la scelta.
Work4You: Easyjet assume, 100 nuovi posti in Italia - 2 Agosto 2016 - 08:01
La compagnia inglese ha pubblicato l'annuncio di nuove assunzioni, riguardante il personale di bordo, sul suo sito.
Interpellanza su ATC Piemonte Nord - 17 Luglio 2016 - 10:23
Riceviamo e pubblichiamo il testo di una interpellanza presentata dal Consigliere Comunale Lucio Scarpinato finalizzata a conoscere quali ricadute ci possono essere dalla situazione finanziaria dell’Agenzia Territoriale per la Casa Piemonte Nord.
Nursind VCO e ASLVCO incontro in Prefettura - 9 Luglio 2016 - 09:16
Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato del sindacato degli infermieri Nursind VCO, a seguito dell'incontro in Prefettura con ASLVCO, riguradante l'esubero di straordinari e ferie e l'ipegno per nuove assunzioni.
"Per quanto può ancora funzionare la Cardiologia di Verbania?" - 30 Giugno 2016 - 18:01
Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato del Comitato Salute VCO, che si pone delle domande sul futuro della Cardiologia di Verbania e di conseguenza del DEA.
Nursind: infermieri troppi straordinari - 10 Giugno 2016 - 10:23
Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato del Coordinamento Regionale del sindacato degli infermieri NURSIND Piemonte, riguardante i dati delle ore di lavoro in Piemonte.
Nursing Up-VCO: mancano infermieri - 7 Giugno 2016 - 10:23
Riceviamo e pubblichiamo , un comunicato del segretario provinciale Nursing Up-VCO Simona Bianchini: “Se le cose non cambieranno velocemente siamo pronti a prendere provvedimenti”.
SEL VCO: sanità quale futuro? - 25 Aprile 2016 - 10:23
Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato di Sinistra Ecologia Libertà, federazione del V.C.O., che si interroga dsul futuro della sanità provinciale.
Sblocco assunzioni Polizie Municipali - 2 Marzo 2016 - 16:01
Il Piemonte è tra le sei regioni che possono reclutare nuovi agenti. Soddisfatto il presidente dell’Anci, Andrea Ballarè.
Per l’artigianato è ancora burrasca - 22 Febbraio 2016 - 17:41
A rallentare la ripresa la crisi del manifatturiero, dei trasporti conto terzi e dell’edilizia. Questo quanto emerge dal quadro delineato da CNA Piemonte Nord.
Comitato Salute VCO: "C'è parecchia confusione" - 1 Febbraio 2016 - 08:01
Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato del Comitato Salute VCO, ha seguito della conferenza stampa di alcuni giorni fa del Direttore Generale dell'ASL 14.
ASLVCO e tempi d'attesa - 29 Gennaio 2016 - 15:03
Riceviamo e pubblichiamo, una nota di ASLVCO, riguardante i tempi d'attesa per le prestazioni. "Tempi di attesa visite specialistiche e prestazioni strumentali. Per il 60% delle prestazioni rispettati gli standard regionali in tutti i punti di erogazione."
Ticino: “Prima i nostri” - 27 Gennaio 2016 - 11:19
Una iniziativa popolare, chiede di inserire nella costituzione Cantonale ticinese il criterio della preferenza agli svizzeri in caso di assunzioni a pari condizioni.
assunzioni - nei commenti
Relazione Presidente uscente - Fondazione Comunità Attiva Cannobio - 28 Agosto 2016 - 05:55
C'era da aspettarselo!
Con il blocco delle assunzioni negli Enti Pubblici questa è un'ottima occasione per i nove Sindaci e loro Amministrazioni Comunali di "sistemare" parenti, amici o politici "trombati"! In sostanza sembra una manovra creata ad arte per poter mettere le mani nella "marmellata". Bisognerebbe conoscere lo Statuto della "Fondazione Comunità Attiva" per capire il metodo di elezione del Consiglio. Vuoi vedere che è iniziata la "caccia al voto"? Le elezioni non sono poi così tanto lontane ci vuole il suo tempo per raggiungere certi traguardi! Conserviamo la relazione dell'Avv. Pinolini, potrebbe tornare d'attualità quando si conosceranno i nomi del nuovo Consiglio.
Nursind: infermieri troppi straordinari - 10 Giugno 2016 - 13:42
La solita fuffa stile renziano
11 assunzioni ma....a tempo determinato! Ma come potrà fare un giovane infermiere/a a programmare la sua vita futura a pensare di farsi una famiglia e ad avere dei figli, con sulla testa la spada di Damocle dello stipendo " a tempo"?Certe buffonate sono come gli 80 euro dati con la destra e ripresi con (...è il caso di dirlo) la sinistra!
Sblocco assunzioni Polizie Municipali - 6 Marzo 2016 - 09:34
stiamo sul pezzo...
sbaglio o il tema in discussione era Sblocco assunzioni Polizie Municipali?
Sblocco assunzioni Polizie Municipali - 3 Marzo 2016 - 10:51
Obbiettivo fare cassa?
Ben vengano nuove assunzioni, ma indirizzare le risorse in settori a tutela del dissesto idrologico o ad esempio gestione del forno crematorio o magari manutenzione stradale, o formare personale interno ed evitare studi come il Paes discutibile sia nel costo che nella sostanza, ovviamente meglio la polizia municipale che non deve nemmeno più compilare il cartaceo per emettere le contravvenzioni, d'altronde così è facile fare cassa sula pelle dei soliti noti
Forno Crematorio: nasce il comitato per il SI all’esternalizzazione - 18 Febbraio 2016 - 11:16
dati certi
sul 2014 (un anno non particolarmente redditizio) il forno ha prodotto utili NETTI per 250'000 euro (...a memoria , dati forniti dal dirigente). Oltre a ciò si aggiunga che se la gestione diventa privata va aggiunto il costo dell'IVA che attualmente con gestione pubblica non si paga. Per quanto mi riguarda non sono contrario a priori alla privatizzazione, ma pretendo paletti chiari e certi: Quante cremazioni massimo farà il privato? quali gli introiti per il comune? quali le tariffe che verranno applicate? quali garanzie su fumi e ceneri? che garanzie per tutto questo? Il comitato per l'astensione non risponde a queste domande, fa solo ipotesi. A queste domande dovrebbe dare risposta una Amministrazione seria, un comitato serio dovrebbe dare motivazioni per un voto diverso, non per il NON voto. In tutto ciò il problema delle assunzioni è un problema FASULLO.
Comitato Referendum forno crematorio ultimi banchetti - 16 Gennaio 2016 - 09:56
Linea di indirizzo politico
Il forno crematorio è un'attività redditizia ma che necessità a breve di alcuni investimenti e assunzioni. E' vero, probabilmente negli anni, questi investimenti saranno ammortizzati e coperti con l'attività dello stesso forno ma mettiamo per un attimo le vesti del sindaco di Verbania. Tu sindaco di Verbania per un giorno, avendo a disposizione una certa quantità di fondi preferiresti investirli un, anche se pur redditizio, forno crematorio oppure in un investimento turistico duraturo con ritorni economici e occupazionali nell'intero tessuto economico della città? Io non ho dubbi. Questa pur criticabile Amministrazione in questo caso ha scelto il percorso giusto. Non firmerò e non andrò a votare.
La posizione di Insubrika Nuoto sulla revoca della gestione delle piscine comunali - 26 Novembre 2015 - 13:49
Per il sig. Furlan
Gentile utente, Se non ho travisato i suoi commenti, credo che le nostre posizioni siano molto vicine: entrambi pensiamo che i contratti vadano rispettati e chi è inadempiente deve pagarne le conseguenze. Tuttavia, non riuscendo evidentemente ad essere chiaro nel precedente intervento, io penso anche che il concetto di asta al ribasso , per risparmiare ad ogni costo o, peggio ancora, per sfuggire alle responsabilità istituzionali di un Comune con la "c" maiuscola, sia da ripensare. La piscina è un patrimonio dei cittadini di Verbania e va tutelato, non dato in mano a "quello che offre di più" e basta. Se un bene comunale ha bisogno di una ristrutturazione per continuare a svolgere la propria funzione, occorre che sia il Comune stesso, nel momento in cui scrive un bando, a fissare i requisiti minimi (tramite un capitolato) che devono essere osservati. Diversamente si arriva alla libera scelta del concessionario di spendere il meno possibile per i lavori, di utilizzare personale non specializzato o, peggio ancora, di incaricare il personale assunto per altri incarichi, di fare anche il muratore ( e non sto parlando a livello ipotetico). Quindi ammesso che il Comune riesca a risolvere il contratto con Insubrika, il prossimo bando dovrebbe essere preparato in modo da non ripetere errori da incompetenti come quelli che, per esempio, hanno caratterizzato la concessione del Porto e ultimamente, della Piscina. Il nuovo bando deve avere le caratteristiche di consentire al privato di trarre un profitto, ma allo stesso tempo vincolarlo ad assunzioni vere e ad eseguire lavori di qualità . Se questo dovesse tradursi in una concessione più lunga, ma ben regolamentata, e ad un piccolo ritocco delle quote d'ingresso, io sarei favorevole.
La posizione di Insubrika Nuoto sulla revoca della gestione delle piscine comunali - 25 Novembre 2015 - 16:52
Revoca? Sì, ma...
Se si vuole revocare il mandato, con tutte le motivazioni elencate, con tutte le inadempienze vere o presunte, ci può stare, tuttavia, occorre, da parte del Comune, fare un'attenta disamina di quanto è accaduto e non ripetere gli stessi errori. La piscina è un bene della collettività e non si può pensare che un privato, senza le opportune garanzie, possa investire milioni di euro per ristrutturarla. Per poter pensare di mettere centinaia di migliaia di euro in un'impresa occorre che le condizioni economiche lo permettano, occorre anche che ci sia il margine per generare occupazione con contratti veri (non "contratti sportivi" per chi sa a cosa mi riferisco). Ora, effettuando bandi al ribasso si corre il rischio che chi concorre, pur di accaparrarsi la gestione, scenda a compromessi che si traducono, immancabilmente, in una manutenzione in economia, quindi con lavori eseguiti da personale "tuttofare" e che il personale stesso sia precario e mal pagato, che le strutture non vengano realmente rimesse a nuovo ma siano oggetto di interventi al bisogno e con il minor costo possibile. Mi rendo conto che il patto di stabilità che strangola i comuni sia un vincolo invalicabile, ma non è nemmeno possibile pensare che i privati siano la soluzione per tutto, a meno di non creare delle condizioni in cui si possa generare un profitto. Ben vengano i nuovi bandi, che però prevedano lavori magari sulla base di capitolati specifici, mentre dal punto di vista del personale , si chiedano assunzioni (vere) di istruttori di nuoto, bagnini e personale di segreteria. Tutto questo ha un costo, che non si può non tradurre in una tariffa più elevata per gli utenti a fronte però di un impianto veramente rinnovato. Solo così la piscina e altre strutture di Verbania potremmo veramente rinascere.
Parco Giochi Dei Pirati ancora problemi - 25 Maggio 2015 - 15:59
Questo lo credo anch'io
Questo lo credo anch'io, e se li trovi si stancano ben presto della novità; del resto se un volontario deve alzarsi la mattina successiva per andare al lavoro è anche comprensibile che non possa reggere più di tanto; l'unica soluzione possibile sarebbe incrementare il numero degli operatori delle forze dell'ordine (.... vallo a spiegare a Renzi ed al suo blocco generalizzato delle assunzioni nel settore pubblico !) e farli operare molti più in borghese e con auto anonime in modo da essere, per quanto possibile, non riconoscibili a chilometri di distanza.
Minore e Immovilli: "Rifiuti, tariffe e lavoratori" - 7 Maggio 2015 - 15:27
non hai meditato a sufficienza Hanz Axel Von Ferse
Non ha meditato a sufficienza, Hans Axel Von Fersen, oppure le manca una informazione fondamentale, che è questa: il reddito di cittadinanza viene dato a chi è senza lavoro, disoccupato! Nel momento in cui si viene assunti, decade il diritto al reddito di cittadinanza. Ma forse lei si riferisce a pseudo assunzioni in nero? Con i controlli che ci sono oggi è meglio non rischiare.. le multe sono salatissime! E' così in tutta Europa
CNA Piemonte Nord: incremento delle assunzioni - 25 Aprile 2015 - 10:51
Campioni mahh
"Dati rilevati su campione di 570 imprese" se si vuole infondere ottimismo,senza peraltro essere supportati dalla realtà, posso capire il comunicato, ma da qui a dire che gli artigiani e le piccole imprese sono state sostenute dal governo ce ne passa, sembra più un 1° aprile che un 25. Vorrei ricordarvi le parole di Draghi in visita alla camera lo scorso marzo «In Italia vi è un'alta concentrazione di micro-imprese a produttività inferiore alla media - spiega - con una regolamentazione che le incentiva a rimanere piccole» Ma queste fantomatiche associazioni di categoria dove sono quando devono difendere i loro associati ? Dopo queste affermazioni avrebbero dovuto scatenare un inferno contro la bce ed il suo indegno presidente, ma purtroppo mi ricordano tanto gli oramai obsoleti sindacati, i quali non sono più capaci di rappresentare i lavoratori. Il tessuto economico delle micro imprese italiano ci è sempre stato invidiato da tutto il mondo, e ci ha permesso di vivere decenni di prosperità e giustizia sociale, ora che si sta sfaldando, checché ne dica CNA che ha vissuto in maniera parassitaria sulle sue spalle, ci si vuol far credere che stiamo migliorando, e i dati campioni sulle assunzioni lo confermerebbero, ma mi faccia il piacere direbbe qualcuno. Da inizio anno sono entrate in vigore 2 nuove norme tributarie, per ovviamente aiutare le piccole imprese, tanto per cambiare il termine è in inglese, e quando ciò avviene prepariamo la vaselina, split payment e reverse charge che in realtà già esisteva ma viene applicato in altre forme, non voglio entrare nei dettagli sarebbe troppo lungo, ma il risultato sarà che per tutto il 2015 le imprese vanteranno crediti Iva per circa 1,5 miliardi e quindi la sottrazione di liquidità dalla propria cassa,(per quella virtuosa dello stato) risultato nuova ricerca di prestiti bancari, come se fosse facile di questi tempi e, secondo i fenomeni di CNA nuova occupazione :-D:-D:-D non preoccupatevi il potere economico troverà sempre il modo di fotterci, ma voi associazioni di categoria state ammazzando le vostre galline dalle uova d'oro
Sanità Piemontese via libera a 600 nuove assunzioni - 12 Marzo 2015 - 21:55
assunzioni
Salve sono un'OSS (operatore socio sanitario)volevo sapere dove e quando presentare domanda per le assunzioni.grazie
Ispettorato del Lavoro: dati dei controlli 2014 nel Vco - 29 Gennaio 2015 - 13:43
Diciamoci la verità
Negli altri paesi d'Europa (...ma non siamo un'"Europa unita"?) , come ad esempio la Germania, gli ispettori del lavoro sono molto più numerosi in proporzione agli abitanti; da noi sono pochi e mal organizzati: rendiamo grazie a chi ha bloccato le assunzioni ed il turn over e chi preferisce cazzeggiare occupandosi di tutt'alto, come del successore di Napoitano ad esmpio, anzichè occuparsi delle problematiche serie.
Job Act: l'ordine del giorno approvato - 3 Novembre 2014 - 10:33
signor Robi
lungi da me farle cambiare idea ,questa mia solo per sottolineare che ho profondi dubbi che le cause per licenziamenti illegittimi durino anni . A quanto mi risulta si fanno sempre con urgenza Comunque questo è quello che succede negli altri paesi facenti parte della UE e non dell'ex patto di Varsavia : Francia L'ordine di reintegro è ammesso ma non può essere imposto. La somma del risarcimento per il lavoratore va da un minimo di 6 mensilità a oltre 24. In alcuni casi è prevista anche un’indennità che varia in base al danno subito. Regno Unito Nessun diritto di reintegro. Il risarcimento prevede un rimborso base pari a 6600 sterline, un importo compensatorio di 12mila sterline ed eventualmente degli importi speciali. L'unico caso in cui è ammessa il reintegro del lavoratore è quella di licenziamento per "motivo illecito", come la discriminazione per motivi politici o razziali. Spagna Per l'attuale legge spagnola l'ordine di reintegro è facoltativo. Il datore di lavoro può optare per il risarcimento al lavoratore tramite un'indennità pari a 33 giornate lavorative per ogni anno di anzianità, più gli arretrati. Nel corso dei primi 12 mesi di lavoro entrambe le parti possono recedere liberamente il contratto. Portogallo Reintegrare il lavoratore licenziato ingiustamente è obbligatorio per il datore di lavoro. La decisione del giudice è basata su un'analisi dei costi connessi con la (prevista) riorganizzazione aziendale e dei benefici economici che l’azienda trae dal licenziamento. Il dipendente può scegliere tra il reintegro e il pagamento delle mensilità arretrate, o un'indennità pari a una mensilità per ogni anno di servizio. Grecia Anche in questo paese è ammesso l'ordine di reintegro. Il risarcimento per il lavoratore, inoltre, è un’indennità per il periodo tra la data del licenziamento e la decisione del giudice. Il giudice deve valutare la legittimità del licenziamento in base al giudizio sul bilanciamento tra esigenze dell'impresa e del lavoratore. Olanda Il datore di lavoro può scegliere se reintegrare il lavoratore o in alternativa versargli un'indennità. Qui il datore di lavoro che intende licenziare deve però sottoporsi preventivamente a un’autorizzazione amministrativa finalizzata a vagliare la "ragionevolezza" del recesso. Austria Quando una persona è licenziata ingiustamente, il datore di lavoro è obbligato a reintegrarla e a pagare un risarcimento, comprensivo della liquidazione e di una somma uguale allo stipendio che avrebbe dovuto essere percepito nel periodo tra il licenziamento e la conclusione legale del caso. Il giudice è però tenuto a valutare la legittimità del licenziamento in base ad un giudizio di 'bilanciamento' tra le esigenze dell’impresa e l'interesse del lavoratore a mantenere il posto di lavoro. Belgio In questo Paese non esiste per il lavoratore il diritto al reintegro, pur essendo quest'ultimo possibile, ma al risarcimento, che comprende il periodo di preavviso e un rimborso danni pari a sei mensilità. Danimarca La legge danese ammette l’ordine di reintegro del lavoratore licenziato ingiustamente e stabilisce un risarcimento pari a un anno di retribuzione. Svezia Il licenziamento può avvenire solo per grave disobbedienza o per ristrutturazione dell'azienda. Il giudice può imporre il reintegro o il risarcimento dei danni più le retribuzioni maturate dal momento del licenziamento fino al termine della sentenza. Se il datore di lavoro nega il reintegro deve corrispondere un'indennità che va da 16 a 48 mensilità. Il lavoratore licenziato ha la priorità nelle nuove assunzioni. bisogna ricordare che le nazioni appartenenti all’Ue rispondeno all’articolo 30 della Carta dei diritti fondamentali dell’Ue, che è stata resa fonte giuridicamente vincolante in seguito all’entrata in vigore del Trattato di Lisbona. In particolare l’articolo 30 stabilisce che: “Ogni lavoratore ha il diritto alla tutela contro ogni licenziamento ingiustificato, conformemente al diritto comunitario e a
Job Act: l'ordine del giorno approvato - 2 Novembre 2014 - 19:29
Art. 18 totem
Dott. Tigano, Il Suo nome lo ha tirato fuori il Sig. AurelioTedesco, non so neppure perchè. In quanto al Suo voto credo faccia parte della Sua onorabilissima storia politica nella destra sociale (mi corregga se sbaglio), che su qualche punto si collega con principi di sinistra. Legittimo. Quello che non mi convince è la spiegazione sull'art. 18. Se venisse abolito si utilizzerebbero le citate norme del Codice Civile, per cui non vedo l'utilità che debba rimanere. Forse serve solo come totem per una sinistra e a questo punto non solo alla sinistra, che non vuole vedere i cambiamenti sociali e culturali che sono in atto. Se le aziende non assumono, oltre alle motivazioni che Lei ha correttamente elencato, c'è anche la paura di dover incorrere a contenziosi legali decennali. Quando si assume si può anche sbagliare, e in un mercato del lavoro in cui un dipendente assunto a tempo indeterminato è ultraprotetto, anche al di la dei propri meriti, chi glie lo fa fare ad un imprenditore di imbarcarsi in assunzioni "a vita", quando potrebbe benissimo esternalizzare a terzisti o andarsene all'estero dove non esiste l'art. 18? Se vogliamo un mercato un minimo flessibile, in cui chi lavora bene viene prtemiato e chi lavora male non dico che debba essere piunito, ma certamente non premiato, mettiamoci tutto quello che vuole, se necessario anche gli investimenti statali (che per me sono bestemmia), ma mettiamoci anche l'art.18, che, ripeto, va eliminato.
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti