Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco

autonomie locali

Inserisci quello che vuoi cercare
autonomie locali - nei post
Fials su esternalizzazione assistenza Muller - 21 Novembre 2017 - 18:06
Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato del sindacato Fials (Federazione Italiana autonomie locali e Sanità) del Vco, in cui si manifesta preoccupazione e contrarietà alla ventilata esternalizzazione del servizio di assistenza della Rsa Ipab Maurizio Muller di Intra.
20 milioni per il commercio di montagna - 10 Giugno 2017 - 15:03
È on line il bando nazionale del fondo nazionale per la montagna, reintrodotto, dopo l'azzeramento, dalla legge di stabilità 2013. Di seguito la nota di Uncem Piemonte
Poste riduce i servizi di consegna, UNCEM dice NO - 28 Dicembre 2016 - 09:16
In una riunione convocata a Roma al Ministero delle autonomie e degli Affari regionali, Poste Italiane ha comunicato alle Associazioni degli Enti locali di voler procedere con il piano di riduzione della consegna della corrispondenza, rendendola a giorni alterni in ulteriori 2.632 Comuni italiani che si sommano così 2.632 che hanno già subito la razionalizzazione nel corso del 2015 e del 2016. Di seguito il comunicato di UNCEM Piemonte.
I verbanesi alla Costituente: Tomaso Perassi - 1 Novembre 2016 - 11:27
Riceviamo e pubblichiamo, una nota di Verbania documenti, relativa Tomaso Perassi, uno dei due verbanesi eletti all'Assemblea Costituente del 1946
Costa Presidente Consiglio delle autonomie locali del Piemonte - 25 Ottobre 2016 - 14:01
Oggi il Presidente della Provincia del Verbano Cusio Ossola, Stefano Costa, è stato eletto all’unanimità, con votazione svoltasi nell’Aula consiliare di Palazzo Lascaris, sede dell’Assemblea legislativa del Piemonte alla guida del Consiglio delle autonomie locali del Piemonte, l’organo previsto dalla Costituzione e istituito in ogni Regione con funzioni consultive e finalizzato al coordinamento fra la Regione e il suo sistema di enti locali.
Appuntamento per il NO al referendum costituzionale - 29 Agosto 2016 - 13:01
Si è avviata, da tempo, la campagna per il “No” al referendum costituzionale anche nel Cusio. Un appuntamento pubblico è stato annunciato per mercoledì 31 agosto, alle 21, nella sala Scacchi del Circolo “F.Ferraris” di Omegna da parte della componente di sinistra del comitato che intende “allargare” il dibattito anche ai temi sociali e politici di stringente attualità.
La proposta di UNCEM per le Poste montane - 6 Agosto 2016 - 13:01
"Innovazione, concretezza, tempi certi. Su questi assi si muove la proposta che Uncem ha fatto venerdì 5 agosto 2016 a Poste Italiane per rafforzare la rete di sportelli nei Comuni montani". Di seguito il comunicato integrale.
Governo su posta a giorni alterni: "Il piano va rivisto" - 28 Marzo 2016 - 10:07
Poste dovrà rivedere con il Governo il suo piano di tagli dei servizi e in particolare il punto relativo alla distribuzione della corrispondenza e dei giornali a giorni alterni in 5.200 Comuni italiani.
"Sanità privata VCO in agitazione" - 3 Novembre 2015 - 09:41
Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato dell'organizzazione sindacale Federazione Italiana autonomie locali e Sanità FIALS e le Rappresentanze Aziendali dell’Istituto Sacra Famiglia, Istituto Auxologico Italiano e Casa di Cura Eremo di Miazzina Garofalo, sulla situazione lavorativa.
Club Forza Silvio su Polizia Municipale - 8 Ottobre 2015 - 09:02
Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato del Club Forza Silvio Verbania, riguardante la formazione e l’aggiornamento professionale della Polizia Municipale.
Sondrio, Belluno e VCO scrivono al Presidente - 30 Giugno 2015 - 08:01
Le tre province montane di Sondrio, Belluno e del Verbano Cusio Ossola hanno inviato un documento unitario al Presidente della Repubblica, al Presidente del Consiglio dei Ministri ed al Ministero per gli affari regionali.
Proposta di Legge regionale specificità montana - 28 Marzo 2015 - 09:41
E’ stata approvata all’unanimità dall’Assemblea dei Sindaci, riunitisi in Provincia ieri pomeriggio 27 marzo, la proposta di Legge Regionale sulla specificità montana VCO.
Province montane, la Camera impegna governo e regioni all'attuazione - 2 Dicembre 2014 - 10:23
Riportiamo, dal sito dell'Onorevole Enrico Borghi, un intervento rispetto al riconoscimento delle Province montane
Squinzi e Chiamparino all'Assemblea degli Industriali VCO - 21 Ottobre 2014 - 21:01
Dal sito di Asca, riportiamo alcune dichiarazioni del Presidente di confindustria Giorgio Squinzi e del Presidente della Regione Piemonte Sergio Chiamparino, all'Assemblea degli Industriali VCO, in corso all'Hotel Majestic di Verbania Pallaza.
Riforma autonomie locali: volantinaggio sindacati - 6 Luglio 2014 - 10:14
Lunedì 7 luglio 2014, dalle ore 8.00 alle ore 10.00, si terrà un volantinaggio davanti all’ingresso dell’Ospedale Castelli, di Cgil Cisl Uil.
PD Vco su riforma province, città e comuni - 4 Luglio 2014 - 11:27
Riceviamo e pubblichiamo un comunicato del Partito Democratico Vco, sul tema delle riforme delle città metropolitane, province, unioni e fusioni dei comuni.
Mirella Cristina il Programma - 2 Maggio 2014 - 13:03
Riportiamo il programma di Mirella Cristina, candidata sindaco alle prossime amministrative del Comune di Verbania per Forza Italia, Lega Nord - Indipendenti per Mirella Cristina sindaco, Fratelli d'Italia.
Mirella Cristina - 29 Aprile 2014 - 15:30
La scheda biografica, il programma e i candidati, di Mirella Cristina candidato sindaco alle amministrative di Verbania per Forza Italia, Lega Nord e Indipendenti per Mirella Cristina Sindaco, Fratelli d’Italia.
Nobili sullo stato d'agitazione dei Centri per l'Impiego - 11 Aprile 2014 - 09:02
Riportiamo la lettera con cui il Presidente della Provincia del Vco Nobili, risponde alla decisione delle sigle sindacali di dichiarare lo stato di agitazione del personale provinciale in servizio ai Centri per l'Impiego.
Zacchera: oltre destra e sinistra per Verbania - 10 Febbraio 2014 - 09:41
Riportiamo dal sito di Marco Zacchera l'ultimo numero della newsletter "Il Punto", argomenti trattati: Elezioni a Verbania – I tagli – La Boldrini, Bankitalias e i 5 stelle – Incontro a Totino.
autonomie locali - nei commenti
Referendum: incontro per il SI - 27 Ottobre 2016 - 17:39
O forse è per il NO
Voto no perché per cambiare l’Italia dobbiamo attuare la Costituzione, non modificarla. Voto no perché la modifica della Costituzione non è una priorità del popolo italiano. Voto no perché non voglio che ci governi un partito di minoranza, come accadrebbe se andassero in porto riforma elettorale e modifica della Costituzione. Voto no perché la nuova Costituzione rafforza la cessione di sovranità all'Unione Europea. Voto no perché un parlamento eletto con una legge elettorale incostituzionale non può riformare la Costituzione. Voto no perché attraverso un senato eletto dai partiti attraverso i consigli regionali passeranno le ratifiche delle decisioni imposte dalla Ue. Voto no perché un Senato non eletto dal popolo potrà modificare la Costituzione. Voto no perché legge elettorale e deforma costituzionale sono da respingere in blocco. Il no fa fuori anche l'Italicum, pensato solo per la Camera. Voto no perché il loro progetto complessivo prevede che tutti i senatori e la maggioranza dei deputati siano nominati dai partiti. Voto no perché questa riforma non affronta i nostri veri problemi. Voto no perché per risparmiare potevano prima di tutto ridursi lo stipendio. Voto no perché non deve essere il governo a cambiare la Costituzione. Voto no perché la deforma mi toglie il diritto di eleggere direttamente il Senato. Voto no perché il governo Renzi è sostenuto da una maggioranza non eletta dai cittadini e da partiti che si sono presentati alle elezioni come avversari. Voto no perché è una deforma che divide il popolo. Voto no perché niente genera più instabilità che abituare il popolo a una Costituzione di parte, nelle mani di chi ha un numero in più in parlamento. Voto no perché se vinceranno loro, temo che poi daranno una nuova aggiustata alla Costituzione con i numeri della sola maggioranza. Voto no perché nessuno alle elezioni ha dato il mandato a Napolitano e Renzi di cambiare la Costituzione. Voto no perché un solo partito potrà condizionare la nomina dei giudici della corte costituzionale e dei membri del csm, allungando le mani sulle autorità di garanzia. Voto no perché la sovranità appartiene al popolo e questa deforma ce ne toglie un altro pezzo. Voto no perché nel programma del Pd non c'era questa modifica della Costituzione. Voto no perché il referendum costituzionale non prevede il quorum. Chi non sta al loro gioco deve andare a votare e votare no. Voto no perché in questo parlamento siedono 260 voltagabbana, molti dei quali hanno cambiato prima il loro partito e poi la nostra Costituzione. Voto no perché il risultato di Italicum e deforma sarà soltanto la concentrazione del potere nelle mani del governo. Voto no perché il risultato di Italicum e deforma sarà la concentrazione del potere di governo nelle mani del capo del partito di minoranza vincente. Il partito che potrà avere il 54 per cento dei seggi alla camera anche solo con il 25 per cento dei voti del corpo elettorale. Voto no perché legge elettorale e deforma costituzionale sono due parti di un unico disegno di potere che prevede la gestione di modiche quantità di popolo. Voto no perché è una tragica illusione pensare di governare il paese in un contesto di grave crisi economica con il consenso di una minoranza del popolo. Voto no perché non riesco a dire sì a uno come Verdini! Voto no perché a suggerirmi il si sono le banche di affari e le agenzie di rating. Voto no perché non è tecnicamente vero, come dicono, che il nuovo senato sarà rappresentativo delle autonomie locali sul modello tedesco. Voto no perché un senato rappresentativo delle autonomie locali non dovrebbe eleggere due giudici della corte costituzionale. Voto no perché aumentano da 50 mila 150 mila le firme necessarie per le proposte di legge di iniziativa popolare. Voto no perché non è vero che questa è l’ultima occasione per cambiare l’Italia. Voto no perché la riforma è piena di errori e contraddizioni. Che c''entrano cinque senatori di nomina presidenziale in
In Provincia la legge Delrio - 9 Febbraio 2014 - 15:39
Delrio chi?
Delrio chi? Quello che prima era presidente dell'Anci, l'associazione che unisce i comuni e difende le autonomie locali e poi, fatto ministro, li vuole fondere, unire o magari sopprimere? Ennesimo esempio di come i politici interpretano la coerenza.
Lista civica "Movimento Civico Insubria" - 1 Febbraio 2014 - 09:31
Rido ancora
Sig. Renato delle Carte ma quello che dice non c'entra nulla. Per le politiche e autonomie che lei indica e che sono cosa seria esistono gia Regioni e Enti locali vari... anche troppi forse. Poi cosa c'entra l'esistenza di un ateneo che porta l'apellativo "dell'Insubria"? Lei rimescola politiche e istituzioni alla rinfusa. E poi anche io aquesto punto mi sento un lepontino e rivendico la mia identità. Andrò alla Ue e chiederò finanziamenti per la mia tribù e il suo territorio.
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti