Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco

barca

Inserisci quello che vuoi cercare
barca - nei post
Vega Occhiali Rosaltiora sconfitta a Gaglianico - 13 Novembre 2016 - 13:01
Arriva la prima sconfitta da zero punti per la prima squadra di Vega Occhiali Rosaltiora che ha perso 3-0 in casa della Gilber Gaglianico. Le biellesi si sono imposte in un match che la squadra verbanese ha giocato non nella maniera migliore, recitando in maniera positiva solo nel primo set, perso in extremis.
VerbaniaBau: Comunicazione e Stati Interni - 8 Novembre 2016 - 08:01
Per la quarta puntata di VerbaniaBau: "Dialoghi: Comunicazione e Stati Interni. Diario di una passeggiata mattutina".
"Resilienza. Ti cambia, si narra" a BookCity Milano - 4 Novembre 2016 - 15:25
Resilienza. Ti cambia, si narra. 20 Novembre ore 14 presso Società d’Incoraggiamento d’Arti e Mestieri Aula Magna Via Santa Marta, 18 in collaborazione con chiarelettere neo-edizioni-logo. Dal racconto di chi ha scritto e ha parlato di piccole vittorie quotidiane, di cambiamento, di rinascita. Tre splendide storie in un unico incontro
Minore su variazioni bilancio - 3 Novembre 2016 - 13:01
Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato a firma di Stefania Minore, Consigliere Comunale Lega Nord, riguardante le variazioni al bilancio comunale.
Premiazione "VelaVento" - 16 Settembre 2016 - 21:05
Sabato e Domenica 17/18 settembre presso il Circolo Velico Canottieri Intra si terrà la premiazione del concorso fotografico del progetto "VELAVENTO" volto all’avvicinamento dei giovani allo sport della vela e all’integrazione sociale di ragazzi con disagi, che ha coinvolto cinque scuole medie del Verbano portando in barca oltre 400 allievi.
Serata con l'ex Ministro barca - 14 Settembre 2016 - 13:01
Il PD Verbania organizza il 15 settembre 2016, alle ore 20.45, presso l’Auditorium di Sant’Anna, una serata con l'ex Ministro Fabrizio barca,
Prima traversata a nuoto del Lago Maggiore - 5 Agosto 2016 - 13:36
Il 6 agosto 2016 a Cannobio è in programma anche la Prima traversata a nuoto del Lago Maggiore, organizzata dall’associazione “Non solo vento".
Goletta dei Laghi torna sul lago Maggiore - 5 Luglio 2016 - 15:03
Dopo le tappe sul lago d’Iseo e sul Lario, la Goletta dei laghi, la campagna di Legambiente di monitoraggio e informazione sullo stato di salute dei principali laghi italiani, è sbarcata ieri sul Ceresio e proseguirà sul Verbano oggi.
“Cosa hanno in testa le donne?” - 4 Luglio 2016 - 19:06
“Cosa hanno in testa le donne?” è il curioso tema individuato per la nuova rassegna dei classici aperitivi culturali estivi organizzata dal Museo dell’arte del Cappello di Ghiffa, che come di consuetudine si svolgeranno tutti i martedì di luglio alle ore 17.30.
“La Città dei Bambini” - 25 Giugno 2016 - 19:06
La Società delle Regate 1858, in collaborazione con l'Associazione Vigili del Fuoco VCO e UNICEF, organizza “La Città dei Bambini”, un pomeriggio dedicato ai bimbi da 3 a 11 anni.
La programmazione Museo Granum estate 2016 - 23 Giugno 2016 - 19:09
Venerdì 24 giugno si avvia l’intenso programma di escursioni e attività del Museo Granum per la stagione 2016.
"Letti di notte" 2016 - 17 Giugno 2016 - 15:03
Sabato 18 giugno alle 21.00, torna "Letti di notte", la notte bianca del libro e dei lettori, due gli eventi presso la libreria Alberti a Verbania Intra.
Tornano gli incontri allo Verbano Yacht Club - 20 Maggio 2016 - 19:46
Il Verbano Yacht Club di Stresa organizza un ciclo di incontri con scrittori, musicisti, naviganti e campioni dello sport che anche per questa stagione il circolo ha l’onore di ospitare.
Canoa: Carlo Tacchini qualificato per Rio - 19 Maggio 2016 - 15:03
Il primo qualificato alle Olimpiadi di Rio 2016 per la canoa velocità, è il verbanese Carlo Tacchini, che chiude secondo nel preolimpico di Duisburg (Germania) nel C1 1000 metri, conquistando uno dei due pass a disposizione.
Il verbanese Auguadro Campione del Mondo - 17 Maggio 2016 - 15:33
Il Team Ceeref vince il RC44 World Championship disputato alla Marina de Sotogrande, in Spagna. Il team sloveno di Igor Lah vede alla tattica Adrian Stead e il verbanese Matteo Auguadro prodiere.
barca - nei commenti
Porto Palatucci? tranquilli, paga il cittadino! - 11 Novembre 2016 - 17:09
Giustizia è fatta
Dopo tre anni, direi prima del previsto, la macchina legislativa ha fatto il suo corso con una sentenza esemplare, in cui si evidenziano le cose che, a tempo debito, proprio su questo sito avevo evidenziato. La corresponsabilità del Comune e la condotta "criticabile" del concessionario, sono state evidenziate e pesantemente sanzionate dal giudice. Per chi avesse tempo e voglia di leggersi la sentenza, si può chiaramente capire che ci sono pesanti responsabilità da parte di tutte e due i convenuti condannati( Comune e ENS). Quello che ora sarebbe dovuto, soprattutto da chi esercita il ruolo di opposizione in Comune è un bell'esposto alla Corte dei Conti. Perchè? Beh, intanto per la superficialità con la quale il Comune stesso, per mano di un suo dirigente (firmatario di un'ordinanza citata in sentenza), non ha fatto rispettare il divieto di accesso alla struttura già dal marzo 2013 e, secondariamente, per aver consentito alla ENS, vincitrice di una gara nel 2001, di essere ancora titolare della concessione 16 anni dopo, visto che la durata del contratto doveva essere di soli dieci anni. Il danno per il Comune è enorme se si pensa che il canone di concessione stabilito sedici anni fa, con il porto ancora da avviare e alcuni lavori da fare (tra l'altro promessi e non eseguiti dal concessionario), era di 18.050 euro. Appare del tutto evidente che una nuova gara per il rinnovo della stessa concessione nel 2011, con 150 posti barca occupati e il ricavo per l'affitto di un ristorante ben avviato all'interno dell'area, avrebbe potuto e dovuto essere di gran lunga superiore, diciamo sui 100.000 euro annui invece della miseria ricevuta dalla ENS. Se poi andiamo ad esaminare lo scempio della mancata manutenzione ordinaria e straordinaria non eseguita ( e confermata in sentenza dal Giudice del Tribunale), andiamo a quantificare una danno di milioni di euro per ricostruire una struttura che, forse, con gli opportuni interventi sarebbe ancora a disposizione della cittadinanza. Quindi, cari consiglieri di opposizione, qualcosa di concreto da fare mi pare che ci sia....
Porto Palatucci? tranquilli, paga il cittadino! - 10 Novembre 2016 - 16:03
Il Responsabile?
Scusate , ho perso il filo della storia infinita e vi prego di scusarmi e correggermi se la mia ricostruzione non è esatta , perdo la memoria , . Il comando della polizia municipale non ha forse dichiarato di non essere stato informato dell'emissione ,da parte del Dirigente Comunale ,dell'ordinanza di divieto di ormeggio ? Il Dirigente non ha forse dichiarato di aver inviato esclusivamente al Gestore del porto l'ordinanza ? Se le cose stanno in questi termini un responsabile ci sarebbe ,perchè ignorarlo ? Perchè al vecchio porto di Intra ,quando viene ormeggiata una barca senza averne diritto e/o in zona non consentita viene affisso alla barca l'ordinanza di rimozione immediata ? Due pesi e due misure Se si fosse attivata la medesima procedura il porto non avrebbe subito dei danni . Giustizia vorrebbe che chi ha sbagliato per "superficialità" paghi: Invece pagheremo solo noi cittadini .
Serata con l'ex Ministro Barca - 14 Settembre 2016 - 17:23
come va?
''....come la barca in un bosco''..............qualcuno mi spieghi utilita' della cosa......thank's
"Teatro -Buco": Marchionini risponde a Zacchera - 31 Luglio 2016 - 05:42
Re: Vittoria netta del sindaco
Ciao Simona T. Possiamo perdere ore a discutere chi abbia vinto o meno questo botta e risposta ma non puoi negare che intorno al Maggiore accadano cose strane. 1) cooperativa isola verde: sembra che sia l'unica in grado di offrire prestazioni al comune 2) show bees: prima fa la cazzata con De Gregori poi la sindaco cerca di incolpare il cittadino semplice Zacchera e quando viene sbugiardata dall'entourage di De Gregori, non solo non chiede uno straccio di risarcimento ma continua a rivolgersi a loro. Per di più pare che questa ditta abbia un rapporto privilegiato col comune perché prima di aver assegnato ufficialmente l'incarico, si comportavano come se già lo avessero. In pratica il tuo idraulico ti sta stare al freddo d'inverno, di ciò incolpa falsamente il tuo ex marito. Non solo non lo mandi al diavolo ma gli dai altri lavori. 3) Rapetti: prende una barca di soldi e inoltre è saltato fuori anche un incarico a persona della sua cerchia (Gazzotti?) di pari entità. 4) affidamenti vari: negli atti dove si assegna incarichi senza gara c'è sempre una frasetta tipo: "visto preventivo ditta A, preventivo ditta B ecc si incarica ditta X perché il più economico" oppure "si incarica ditta Y perché ha prodotti migliori". Come dice il cittadino semplice Zacchera, si passa direttamente all'incarico senza citare preventivi. Dimenticanza? Strano...
Chiusura SS34 per lavori - 26 Luglio 2016 - 21:28
ma in questo caso....
Ma in questo caso erano i muri a valle quelli che stavano cedendo paurosamente: se si passava in barca sotto dove stanno lavorando ora si vedevano chiaramente i cedimenti strutturali dei muri di sostegno della strada ( che erano poi quelli di fine '800), Che poi, sopra a dove stanno lavorando, la montagna faccia comunque paura, nulla da obiettare: ma evidentemente chi ha scelto di progettare questo ampliamento ben si è guardato dal guardare cosa c'era e c'è oggi sopra la sua testa! Andate a vedere e poi mi saprete dire! L'unica soluzione sarebbe stata la famosa "strada a mezza costa" di cui si è parlato ad inizi anni '80 ma di cui non si è fatto poi nulla perchè per il VCO di soldi non ce ne sono mai: per i migranti, sempre.
Spiaggia o pontile? - 28 Giugno 2016 - 09:13
Infatti
Infatti quando attacco con la barca fatico a scendere
Bava, Brignone e l'Associazione - 27 Maggio 2016 - 13:13
Delle due l'una
1. vi iscrivete ai commenti con nome/cognome, N.carta d'identità, riconoscimento della persona e via dicendo in modo che la redazione sia totalmente scaricata da responsabilità oggettive e non; 2. lasciate che persone che fanno di questo blog una passione e non un lavoro si proteggano per quel che possono da commenti che facilmente potrebbero assumere le vesti di diffamazione a mezzo stampa. Con la seconda opzione, la barca sta a galla, con la prima...già lo sapete come andrebbe a finire! Saluti AleB
Chifu, Immovilli su costi d'avvio del Maggiore - 17 Maggio 2016 - 14:33
Invidia
la loro è solo invidia...per non poter gestire in modo diretto una creatura voluta spaccando in due la città: e questo sentimento, quanto l'odio, sfocia in cantonate e prese di posizioni paradossali. Diventa anche difficile pensare a quale ragionamento ci sia dietro all'ipotesi di costruire un parcheggio dentro Villa Maioni, in uno dei pochi parchi della città, immerso nella quiete della biblioteca che fa da cornice verde al nuovo teatro. Certo che se il nuovo che avanza è questo, ahimè tocca rimpiangere il passato. Godetevi lo spettacolo signori: avete avuto nelle mani la possibilità di essere voi i condottieri ma ahimè lo schettino che guidava la vostra barca decise che era meglio scendere anzitempo! Saluti AleB
"Gli sportivi della porta accanto": Basalini, Greggio, Longo Borghini e Modignani Fasoli - 11 Maggio 2016 - 20:16
Re: Basalini
Ciao Valentina . Bon dieu momenti cado dalla sedia. Un pluricampione del mondo ed europeo di canottaggio... Simpatico e semplice. Comunque Canottaggio si va indietro canoa si va avanti (lo dico sempre alle mie amiche che non vedono la differenza). Poi provate a chiamare canoa, la barca davanti al Petoletti... Ahahah . Viva il canottaggio 😊
De Gregori non verrà dopo le critiche di Zacchera - 9 Maggio 2016 - 13:27
La barca che affonda...
E con questo il "buon" Zacchera ha chiuso ultimo la sua gara: anzi, NP - non pervenuto al traguardo. Avrebbe avuto nelle sue mani quel vento in poppa che, con un’inaugurazione di degna portata ed una crescente partecipazione agli spettacoli a divenire, l'avrebbero riconosciuto vincitore, il fautore della rinascita culturale cittadina, colui che testardamente contro tutto e contro tutti volle ed ottenne questo "bellissimo mostro" in riva al lago pronto a salpare con il suo carico di passione ed eventi. No, troppo semplice gustare il sapore della vittoria a posteriori, troppo semplice limitarsi a constatare l'eventuale fallimento colpa della grossolana gestione: NO!! moooolto meglio essere ricordato negli annali della città da un 50% della popolazione come colui che costruì un'orrenda struttura minandone il panorama e dall'altro 50% come il personaggio che, mirando lo scafo con la bottiglia di Champagne, colpì sull’ala un ignaro piccione. Perchè, colpa o non colpa, alla gente arriva questo ed all’avversario politico è stato offerto il capro espiatorio perfetto: pur navigando a vista c’erano tutte le premesse per far bene. Ma Zacchera ha preferito ritirarsi, affondare la sua barca virando verso l’avversario, colpendolo e facendogli imbarcare acqua: in gioco però non c’è la sua credibilità, ormai persa, ma quella di una città intera. Quella città che ha più che mai bisogno che i vecchi (della politica) si ritirino in pace gongolandosi nelle loro laute pensioni ed i giovani guardino al futuro, senza perdersi in polemiche tanto inutili quanto dannose. “Che amarezza!” Saluti AleB
Da Nessie a Maggie, il mostro del Lago Maggiore - 21 Marzo 2016 - 07:33
Odio le gare
Odio le gare, soprattuto quelle di pesca: la pesca è un piacere da assoporarsi in solitudine, al massimo in due, sia in barca che in valle. Nel lago ormai sono rimasti solo pochi cavedani e per quelli proprio non mi scomodo.
ODG per Giulo Regeni - 4 Marzo 2016 - 10:53
si
Invece li tiro fuori, perchè per chi vuole mandare sulla forca i Maro', quelli sono esempi. I pescatori non si sono sucidati certo, ma i Maro' non sono certo degli sprovveduti o militari di leva alla prima settimana che si mettono a sparare alla prima cosa che si muove. Ed è anche facile, se si vuole pensare male, gettare le armi in mare da una barca e dichiararsi poi pescatori. Se si dovessero vedere degli individui alle 3 di notte nel giardino di casa è meglio non sparare, quelli potrebbero essere dei giardinieri e non ladri
Lago Maggiore Marathon 2015 - 17 Ottobre 2015 - 18:39
e già
Da fastidio anche la maratona. Continuo a dirlo ma nessuno mi considera: Facciamo di Verbania una città di turismo x anziani: Villa Giulia casa di riposo x ricchi tedeschi, i locali sul lungo lago si attr bingo ( le balere no: I pensionati più arzilli qui non li vogliamo). Gitarelle in barca a remi che non inquinano e non fanno rumore. Alle 10.00 coprifuoco. Che goduria. Potrebbe anche funzionare.
Sei di Verbania se .... - 5 Settembre 2015 - 16:30
Amarcord Suna
Ho dei bellissimi ricordi di Suna avendo vissuto i miei primi otto anni e mezzo di vita,ed esattamente dal settembre 1948 al febbraio del 1957.I miei primi ricordi sono quelli dell'asilo infantile : Suor Luisa, suor Maria e la superiora di cui non ricordo il nome.Di suor Maria ricordo la sua dolcezza e comprensione nonostante io ed altri miei compagni fossimo un po' troppo vivaci ,ma soprattutto il suo viso molto carino e materno che ci rassicurava.Abitando in via dei Partigiani , allora molto frequentata,non c'era da annoiarsi. Molti erano i bambini coi quali giocavo:Adriano,Renato,Pierangelo,Flavio e Nives che mi graffiava regolarmente in quanto sosteneva che le facessi un po' di dispetti. La zona del Monterosso andando verso Cavandone era una delle nostre mete preferite per giocare e se devo dire la verità utilizzando a volte fionde e archi costruiti con i telai di vecchi ombrelli,col rischio di farsi seriamente male.Poi c'erano i ragazzi più grandi di noi che cercavamo di imitare osservandoli nei loro comportamenti non sempre positivi. C'era Ettore un amico di mio fratello Cesare,un ragazzo di 17 o 18 anni che era un po' turbolento ma buono d'animo; Roberto che gli piaceva fare i dispetti a Don Rino col beneplacito di mio fratello e col vizietto di tracannare un po' di vino;Giuliano che si divertiva ad usare i famosi sandolini abbandonati dall'esercito americano sulle spiagge di Suna, che erano delle piccole imbarcazioni che assomigliavano vagamente alle nostre canoe jole ; poi c'era Pollini un fanatico della pesca in quanto proveniva da famiglia di pescatori famosa in tutta Suna che portava mio fratello in barca. Altri personaggi a volte caratteristici che ricordo: Remigio,un uomo già abbastanza anziano e sordomuto che abitava di fronte a casa mia e che viveva in un locale di una vecchia casa fatiscente,come tante altre case di quel tempo, assieme alle sue capre.Vivacchiava vendendo un po' di frutta e verdura e qualche bottiglia di vino ed ogni tanto chiedeva a mio padre se la guerra fosse finita in quanto non potendo socializzare molto ed essendo analfabeta viveva in un mondo tutto suo.Poi c'era Mentina,una signora di mezza età che gridava spesso,ma forse era il suo modo di esprimersi, nervosa e bizzarra che ogni tanto veniva ricoverata a Novara al centro neuro psichiatrico.Ricordo anche Mazzola un commerciante di generi alimentari che aveva un figlio col quale ogni tanto giocavo;Lomazzi un capomastro edile ,un uomo sempre indaffarato padre di tre figli;Benvegnù un commerciante di frutta e verdura col figlio Claudio,morti entrambi in un incidente stradale negli anni settanta;il Dott.Garzoli con la sua vecchia balilla che rigava regolarmente contro il muro quando imboccava la via in cui abitavo.C'era poi Elena una ragazzotta robusta col viso bianco e rosso che abitava in via Brofferio che tuttti i giorni andava a riempire due secchi d'acqua in una delle fontane di via Partigiani;Giannina di origine veneta che andò a farsi suora che era ancora ragazza; Il postino con il viso sempre allegro e paonazzo; il farmacista che con la sua aria seriosa mi metteva soggezione e Adriana che commerciava in maglie di lana e cotone che diventò anni dopo suocera di Alberto ,un mio carissimo amico che abitava nei pressi del cimitero di Suna e che suo padre faceva il carrettiere in tutta Verbania, un mestiere allora abbastanza diffuso.Non posso poi dimenticare il famoso colonnello Galli ,un ufficiale in pensione di circa 75-80 anni,un vero e proprio signore che faceva il galante con tutte le donne del paese.Termino ricordando le mie prime maestre delle scuole elementari che sono: Flora Ciambellini allora molto giovane e carina della quale forse mi ero per così dire innamorato e la maestra di 2° elementare Maria Farina che ebbi sino in terza in quanto poi mi traserii a Pallanza con la famiglia.
Zacchera: "Da Fiumicino agli Agoni" - 19 Luglio 2015 - 01:10
ecco guardi........
lo scrivere: " i pescatori professionisti che peraltro catturano di solito coregoni, pesci che sono solo minimamente pescabili con la canna." si commenta da solo. Dimostra quanto di pesca lei ne sappia, si informi, prima di scrivere bisogna informarsi, la pesca del coregone con la canna dalla barca è una pesca affascinante che ha tutto un mondo dietro, in certi laghi del Trentino si è costruito un sistema turistico importante, nei grandi laghi Svizzeri è la pesca più praticata, ma dal commissario per la pesca cosa si può pretendere? Ha mai sentito parlare delle persichiere, dopo il loro passaggio il nulla, ne mettono fino a che il buco è svuotato, ma una volta si mettevano le fascine, mi dirà, bene ora ci vuole il permesso per metterle, lo sa il perchè? Provi ad immagimare il perchè? C' è sempre di mezzo il professionista, si acculturi, mi pare che di pesca ne capisca poco, " esistono gli obblighi ittiogenici regolamente stabiliti e depositati in provincia per i pescatori professionisti", bene, il problema non è se ci sono o non ci sono obblighi, il problema come anche lei ammette, è farli rispettare.
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti