Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco

chiave

Inserisci quello che vuoi cercare
chiave - nei post
Orientamenti di Progettazione per lo Sviluppo delle Idee e dei Territori - 22 Febbraio 2017 - 10:24
Il percorso didattico trae spunto e fondamento dalle indicazioni emerse in seguito alla positiva esperienza triennale del Corso TERRITORI di MONTAGNA e SVILUPPO LOCALE: PROGETTARE con i FONDI EUROPEI, di cui intende costituire una proficua continuazione.
“Cucina La Salute con Gusto” - 16 Febbraio 2017 - 16:01
E’ stato l’Istituto di Istruzione Superiore E. Maggia di Stresa a ospitare la quarta tappa del progetto “Cucina La Salute con Gusto”, esempio di come gusto, salute e sostenibilità possano andare a braccetto, portando cultura in cucina.
Visite Guidate a Borgomanero - 16 Febbraio 2017 - 07:17
XXVIII Giornata Internazionale Della Guida Turistica Sabato 18 Febbraio 2017.
Altea Altiora: trasferta a Novara - 10 Febbraio 2017 - 20:33
Serie C, Altea Altiora: a Novara per mantenere il quinto posto. Giovanili: in campo tra sabato e domenica tutte le Giovanili Altiora.
Altea Altiora arriva Chieri - 3 Febbraio 2017 - 17:34
Altea Altiora, giornata chiave in prospettiva play-off a Verbania arriva il Chieri. Giovanili: in campo dall’Under 12 all’Under 18 in un fine settimana di ben cinque partite giovanili in calendario.
Tornano i corsi e laboratori di BiblioCommunity - 25 Gennaio 2017 - 13:01
A febbraio inizieranno i nuovi corsi e laboratori BiblioCommunity. Si può sceglere tra le varie attività quella più adatta per vivere al meglio la cultura e il proprio tempo libero, tra cantare, recitare, disegnare, conoscere una nuova lingua e molto altro ancora...
VerbaniaBau: Dialoghiamo: elementi di comunicazione non verbale - 24 Gennaio 2017 - 08:01
Dialoghiamo: elementi di comunicazione non verbale (primo granello). “Non vi piacerebbe che sapesse parlare?” […] “Il fatto è che non ho alcun bisogno di parlare. Riesco a rendere perfettamente chiari i miei desideri e le mie idee a chiunque sia dotato di capacità di osservazione, per rudimentale che sia.” […] “La chiave di tutto, a mio avviso, sta in quello che i sociologi chiamano linguaggio gestuale.” (cit. Peter Mayle)
Vega Occhiali Rosaltiora perde con la capolista - 9 Gennaio 2017 - 19:48
I numero erano tremendamente a sfavore: dieci partite giocate, dieci vittorie, otto 3-0 e due 3-1. La capolista del campionato Gianni Scurato Novara è stata per tutti fino ad ora ingiocabile ed ha vinto anche al PalaManzini nella prima partita del 2017 per la prima squadra di Vega Occhiali Rosaltiora.
Banda Ultra Larga: incontri ANCI-UNCEM-Regione - 29 Dicembre 2016 - 09:16
C’è tempo fino al 31 dicembre per adottare lo schema di convenzione che dà via al BUL, il piano per la banda ultra larga che consentirà di superare definitivamente il digital divide che da anni affligge le zone montane e periferiche. Di seguito il comunicato di ANCI Piemonte.
Gospel con i Black Inside - 17 Dicembre 2016 - 10:23
Tra Villadossola e Baveno, aspettando le festività, il coro gospel Black Inside by Arcademia in concerto sabato 17 e domenica 18 dicembre 2016.
Museo Meina inaugura un borgo sul Natale - 9 Dicembre 2016 - 13:01
La Fondazione UniversiCà inaugura sul Lago Maggiore, un “borgo” dedicato al Natale. Dall’8 dicembre all’8 gennaio 2017, al Museo Meina (No) si svolgerà “Che Natale!”, cartellone di eventi e allestimenti tematici.
Fratelli d'Italia: qualità della vita e prospettive - 27 Novembre 2016 - 13:01
Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato di Fratelli d'Italia Verbania, riguardante la notizia dell'ottima posizione della città nella classifica per la qualità della vita in Italia, e le prospettive furture.
Paffoni vittoria su Vinavil Cipir - 22 Novembre 2016 - 14:33
La Fulgor Paffoni vince 68-60 al PalaAmico contro una Vinavil Cipir mai doma, capace anche di andare sul più 12 nel primo tempo prima della rimonta rossoverde, con Dagnello mvp del match.
"Maurice Henry – L’arte del sorriso" - 4 Novembre 2016 - 11:27
Sabato 5 Novembre 2016 alle ore 17.30 presso la Sala Esposizioni Panizza, Ghiffa (Vb) l’Officina di Incisione e Stampa in Ghiffa “Il Brunitoio” inaugura la mostra “ MAURICE HENRY – L’ARTE DEL SORRISO” a cura di Antonio d’Avossa, in collaborazione con Guido Peruz e Archivio Maurice Henry, Milano.
LibriNews: “Angelo che sei il mio custode” - 4 Novembre 2016 - 08:01
Per la rubrica a cura di Zest Letteratura Sostenibile, un progetto culturale dell’Associazione We feel Green, oggi proponiamo “Angelo che sei il mio custode” di Giorgia Lepore, collana Sabot/age – Edizioni e/o.
chiave - nei commenti
Identificato piromane del canforo - 22 Febbraio 2017 - 17:22
Già conosciuta dalle forze dell'ordine?
Bene, allora dentro subito e gettare la chiave: vuol dire che i precedenti non gli hanno insegnato hulla e quindi è irrecuperabile.
Fenomeno immigrazione: le proposte del movimento 5 stelle e un aiuto agli italiani - 13 Febbraio 2017 - 10:35
Re: Re: Re: Re: gli eroi di oggi
Ciao robi, come ho già scritto, non mi risferisco a te che sei consapevolmente di destra ma agli elettori medi che non hanno gli strumenti culturali per discenere la realtà. Io però avevo fatto un altro discorso che ora semplifico. L'elettore Mr. Smith, metalmeccanco disoccupato della "cintura della rugine" crede che con i vari blocchi e muri non avrà la concorenza dell'offerta di manodopera a basso prezzo da parte di Pedro. A Mr. Smith è stato detto che si vuole in qualche privileggiare il made in Usa. Tutto molto bello. Sarà attuato tutto questo? LE PREMESSE NON SONO INCORAGGIANTI. 1) nel posti chiave del governo economico sono stati messi personaggi legati alla peggiore e più dannosa speculazione finaziaria; 2) è stato deciso subito di eliminare il programma sanitario per i ceti meno ambienti, proprio per il disoccupato Smith! 3) sono state immediatamente eliminate tutte le quelle regole emanate da Obama che limitavano la finanza speculativa più dannosa (i derivati) che hanno poi originato la famosa crisi. Certo bisogna ammettere che anche la Clinton non offriva nulla a Mr. Smith e questo rappresenta un dramma.
MilanoInside: Buon compleanno Eataly! - 1 Febbraio 2017 - 12:40
Re: Re: Non capisco...
Ciao Giovanni% Potrei ribadirti che i punti vendita Eataly, sono posizionati in punti chiave delle città, dove i flussi turistici sono maggiori, quindi il turista diventa un target ben preciso, in linea con il tuo pensiero; ma sono chiacchiere da bar, evito di entrarci oltre. Personalmente mi capita di andare, qualche volta all'anno, a Torino e sono stato qualche volta a Milano, allo Smeraldo e nei corner (prevalentemente bar e ristoranti) in piazza San Babila; nelle altre città non ci sono mai stato. Hanno approcci molto diversi, quello di Torino ti da l'idea di un percorso espositivo guidato, dai metodi produttivi ai prodotti di stagione (con tanto di cantine di stagionatura), i ristoranti (monotematici, solo carne, solo pasta, solo pesce,...) sono inseriti nei relativi reparti. Milano, sicuramente sembra più un bazar alimentare del lusso e i corner dei fast food di alto livello! Immagino che le strategie commerciali siano diverse, rimane il fatto che stiamo parlando di una delle poche multinazionali italiane della GDO (un po'sui generis, ma non saprei in quale settore inquadrarla), l'unica globale, forse anche l'unica al mondo ad avere un approccio veramente globale, quasi una Apple dell'agroalimentare, non ha inventato nulla, ma sa "vendere" meglio degli altri! Se funziona, fa business, fa lavorare persone, che problema c'è! Per questo, certi commenti mi fanno ridere, ma anche piangere per pochezza di idee e contenuti... Saluti Maurilio
Bando Periferie: un comunicato delle minoranza di sinistra - 14 Gennaio 2017 - 13:03
Re: Re: Re: Re: Ciò che penso
Ciao paolino di sfuggente c'è la tua capacità di capire quello che si scrive! Se avessi la voglia, spero vivamente non sia una questione di capacità, di rileggerti quello che ho scritto è tutto molto chiaro! Il tuo tentativo di buttarla sempre sulla sfida tra Guelfi e Ghibellini è ormai trita e ritrita! Questa amministrazione ha deciso, perchè è STATA VOTATA per questo, di partecipare al bando periferie con due progetti chiave, vado a memoria: movicentro (che è un problema, causato da precedenti amministrazioni provinciali e comunali) e pista ciclabile Suna-Fondotoce.. Ha fatto bene? Ognuno ha le sue idee, qualcuna anche condivisibile, dopo di che, due anni passano in fretta, speriamo che il panorama politico verbanese partorisca delle proposte migliori per il futuro della città! Speriamo Saluti Maurilio
Bando Periferie: un comunicato delle minoranza di sinistra - 11 Gennaio 2017 - 12:22
Re: prime donne e assurdità
Cario renato brignone risposta piccata, punto sul vivo? :) 1. Hai ragione, devo informarmi meglio e direttamente, ho trovato questo interessante link: http://www.edilportale.com/news/2017/01/lavori-pubblici/bando-periferie-assegnati-ai-comuni-21-miliardi-di-euro_55714_11.html, dove sta scritto: "...Bando Periferie lanciato dal Governo nel maggio 2016 con una dotazione iniziale di 500 milioni di euro poi incrementata a 2,1 miliardi di euro dalla Legge di Bilancio 2017 per finanziare tutti i 120 progetti presentati." il post è aggiornato a 02/01/2017, considerando che il portale è destinato ad operatori professionali, mi aspetto che sia abbastanza preciso e veritiero, mi sembra che siano plausibili le parole del sindaco:"…tutti i progetti sono stati finanziati!” 2. Ma non è questo che mi interessa, so che i politici, tutti i politici, tendono a raccontare verità parziali, tra due anni si vota e vedremo. Quello che non ho capito, sono i contenuti dei progetti presentati dai 116 tra Comuni capoluogo di provincia e città metropolitane, visto che ho trovato solo graduatorie con gli importi approvati. Perché, se si è data priorità a scuole o centri di aggregazione di periferie degradate, rispetto a parcheggi e piste ciclabili, ci può stare. In fondo, una chiave di lettura è positiva per tutti, Verbania non ha periferie degradate! E questo è vero, al di la della simpatia o antipatia, personale o politica, nei confronti del sindaco, i nostri problemi sono minimi rispetto a molte altre zone o città italiane! Saluti Maurilio
Il nuovo volto di Piazza Cavour - 30 Novembre 2016 - 12:00
RiqualifiCadür d'ul Làag Maàgiur
Dopo il famoso film di Ford..."OMBRE ROSSE", a Verbania si farà la RIVISITAZIONE in chiave " CULTURALPIDIESSINA" titolata:"CAPRE ROSSE!:l'ignoranza dilagante"! Vogliono "comandare"..., e mànko san distinguere un benefattore cittadino..., da uno STATISTA! CRÀAV!
Fratelli d'Italia: qualità della vita e prospettive - 28 Novembre 2016 - 12:12
...due domande!
Cara Clelia, ho due domande da sottoporti La prima domanda è quale classifica fa riferimento il comunicato? Di recente sono state rese pubbliche due classifiche, quella di Lega ambiente (Ecosistema Urbano 2016), dove Verbania si è classificata seconda e quella di Italia Oggi, con Verbania classificata 17.a, ma comunque nella fascia dove il risultato della qualità della vita risulta eccellente (si veda questo link: http://tg24.sky.it/tg24/cronaca/infografica/2016/11/27/qualita-della-vita-italia-2016-classifica-province.html?social=facebook_skytg24) Nella prima si valuta, sostanzialmente la qualità del sistema ambientale, nella seconda si misurano diversi parametri, tra cui criminalità e disagio sociale. Scusa, ma dire " non sporcavano solo le loro mani e i loro volti, ma furono anche inquinanti, ahimè." la trovo una frase terribile!! Io mi ricordo perfettamente i cromatismi che le acque dei nostri torrenti sapevano regalare (verde, ramato, ciano da non confondere con l'azzurro,..), dei rifiuti industriali lasciati a cielo aperto (prova a dareun'occhiata a pag 142, 143 e 148 del libro di Enzo Azzoni "Verbania in Fotografie '70-'80-'90!), dei malati di tumore (fanno fede gli atti giudiziari e gli indennizzi dati a molti lavoratori ex Montedison) prima di lanciarti in certe affermazioni poetiche sull'inquinamento! In quanto a criminalità, basta ricordare certi quartieri cittadini negli anni '70, primi 80 (Renco, San Anna,...), e di colpo, ci sembra di vivere in un mondo idilliaco! La seconda è in quale città o paese europeo ci si puo permettersi di "potersi dimenticare di chiudere a chiave la porta, le finestre nelle afose notti estive, l’auto sotto casa."? Saluti Maurilio
Minore: troppe multe - 13 Novembre 2016 - 18:16
Libera interpretazione
Credo che il comunicato si possa interpretare......oltre alle soggettive interpretazioni, letto nella chiave "zero tollerabilità" in caso il tagliando o disco orario fosse scaduto da una decina di minuti, trova senso il quesito posto dal consigliere! Non credo si voglia tutelare gli interessi di chi non ottemperi alle norme del C.d.S., ma forse di tutti quei cittadini, che colti da impedimenti, tardano nel ritirare la vettura e per una decina di minuti , nonostante abbiamo inserito le monetine nel parcometro o parchimetro, da bravi cittadini, incassano il premio! La discrezionalità è sempre soggettiva!
La lapide del battello "Genova" - 7 Novembre 2016 - 12:30
Re: realtà storiche
Caro Marco Zacchera continui a fare esempi assolutamente corretti, ma che non partono dal presupposto giusto! Chiaramente, la storia non si fa con “se” e con i “ma”, così come la guerra non è mai ne bella e ne nobile. Chissà quanti civili sono morti nelle recenti partecipazioni italiane il Libia, Afghanistan, Iraq,…senza che se ne parli, o semplicemente, se ne sappia qualche cosa. Ma questa è la guerra, se decidi di mandare aerei, navi e uomini armati, in un territorio ostile, qualcuno muore! Per questo, non dobbiamo limitarci a discutere dei singoli eventi, troveremo sempre angolature diverse, che potrebbero o meno, giustificare i fatti. Ma proviamo a rispondere, in modo assolutamente “onesto” e libero da qualsiasi preconcetto, alla domanda chiave: “anche se non approviamo come si sono sviluppati gli eventi (15 luglio, 8 settembre, fuga del re,…) era legittima la scelta di firmare la resa incondizionata?” Ribadisco, resa incondizionata e non armistizio come si tende a farlo passare ancora oggi sui libri di scuola, perché, per la guerra, voluta da chi poi ha voluto continuare l’avventura nella RSI, per l’Italia non avrebbe potuto avere altri sbocchi, noi eravamo il “ventre molle” dell’asse; non a caso, i primi sbarchi alleati avvennero in Italia (10 luglio 1943 in Sicilia, 9 settembre 1943 a Salerno, 22 gennaio 1944 ad Anzio mentre solo il 6 giugno 1944 sbarcarono in Normandia e il 15 agosto 1944 in Costa Azzurra!). Se si ritiene che questa scelta fosse legittima, e non vedo su quali basi si possa pensare che non lo fosse, visto che, banalmente, era il re e non il capo del governo a firmare leggi, dichiarazioni di guerra,… la Repubblica Sociale non avrebbe avuto modo di esistere! Tutto quello che è successo dopo il 23 settembre 1943 (data ufficiale di nascita della RSI) è diretta responsabilità di chi ha voluto questa “avventura”. In questo, c’è un’oggettività evidente di parte “giusta” e parte “sbagliata” (le virgolette sono d’obbligo). Qualcuno potrà obiettare che la RSI è nata per volontà dei tedeschi! Verissimo, ma quanto aiuto ha avuto da parte degli italiani? Quanti italiani, come Mussolini, Borghese, Graziani solo per citare i primi che mi vengono in mente, non hanno “obbedito” al loro legittimo governo e con le loro decisioni hanno fatto si che iniziasse una vera e propria guerra civile? È chiaro che se continuiamo ad inquadrare quegli anni secondo uno schema partigiani “buoni”, nazisti “cattivi” e fascisti “cattivi, ma…” non se ne esce. Se poi cerchiamo di “leggere” e “giustificare” gli eventi in funzione dell’appartenenza attuale (MSI prima, AN poi e ora boh, ma anche PCI prima e boh dopo) si farà ancor più fatica ad uscirne! Ovvio, che in tutto questo, le colpe non sono di quei poveracci che si sono trovati da una parte o dall’altra dello schieramento, senza capire bene il perché o che si sono trovati in mezzo a fatti di guerra, ma di chi li ha portati a questi eventi! In questo contesto, è corretto pensare di ricordare i morti del battello Genova, ma anche del battello Milano affondato in analoghe circostanze a Pallanza e di tutte le altre vittime di questa guerra assurda; ma non come morti per “mano di… in contrapposizione a…”, come si sta cercando di fare, ma perché queste persone, sono vittime di una guerra assurda che si poteva evitare o quantomeno limitare! Saluti Maurilio
Carabinieri: arresto per spaccio - 13 Ottobre 2016 - 18:36
Buttare
Buttare la chiave.
Arrestati autori di 33 furti - 17 Settembre 2016 - 17:22
Gettare la chiave.
Da mettere in gattabuia a lungo, ma senza domiciliari, e gettare via la chiave delle celle.
Ripristino selciato piazza Ranzoni - 9 Agosto 2016 - 12:42
...come sempre...
Come sempre, si mettono insieme temi diversi (l'appartenenza politica, l'antipolitica, le simpatie o antipatie,...). In realtà, secondo il mio modestissimo parere, la chiave di lettura è molto più semplice. 1. la macchina statale, comunale in questo caso, è sempre troppo lenta! Lo era con Zanotti, lo era con Zacchera lo è con Marchionini, lo sarebbe stato con Cristina! 2. manca totalmente la cultura della cura del territorio e del decoro urbano, basta guardare le erbacce sulle strade, siano esse private (le autostrade), statali, provinciali, comunali,... 3. non è minimamente pensabile che chicchessia svolga lavori senza autorizzazione e o coordinamento con gli enti preposti. Si deve lavorare per migliorare e snellire questa macchina burocratica, ma la lentezza non è una giustificazione per intervenire senza autorizzazione! Non ho visto di persona, ma se devo giudicare dalle foto, penso che effettivamente il lavoro sia stato fatto male! 4. è mancato totalmente il buonsenso da parte di chi ha dato la multa, forse provare a leggere la situazione in modo diverso, sarebbe stato meglio, ma questi sono i nostri funzionari pubblici! Saluti Maurilio
Ufficio Turistico in via Ruga - 1 Agosto 2016 - 12:36
chiosco intra e gestione
stamattina,come di prassi,capannello di addetti,amici ed altro a cazzeggiare e chiaccherare sul lato del chiosco...turisti in attesa nel front-office......avrei foto...ma sorvoliamo,si rischia di scivolare nelle mani di un avvocato.......giusto per parlare di professionalita' in posti chiave per l'accoglienza......
Frecce Tricolori ad Arona - VIDEO - 6 Luglio 2016 - 18:06
313º Gruppo Addestramento Acrobatico
313º Gruppo Addestramento Acrobatico questa è la corretta denominazione delle Frecce Tricolori, che esistono nella forma attuale dal 1961, nel decennio precedente, erano istituite, a rotazione, delle pattuglie acrobatiche dai diversi reparti. Prima non c'era nulla di ufficiale. Come dice la denominazione del reparto, il loro scopo è, anche quello, di addestrare al volo acrobatico, capacità fondamentale, i piloti da caccia. Per esempio, qualche anno fa fecero delle prove ingaggio, in chiave antiterrorismo, con aerei "lenti" (turismo, ultraleggeri,....). Quindi non dimentichiamoci che sono un "elite" di piloti militari, principalmente addestrati ad addestrare. Servono? Non lo so, ma la prima considerazione è che, in forme diverse, ogni paese ha un equivalente delle Frecce Tricolori, per esempio in Svizzera, sempre molto attenti ai bilanci militari, c'è la "Patrouille Suisse" che vola su aerei da caccia molto più costosi dei nostri aerei, che sono da addestramento. Mi viene da pensare che, al di là delle esibizioni pubbliche, ci sia anche un'esigenza operativa. La seconda, ma è molto personale, è che ci sono sempre state, mi farebbe specie se fossero abolite. Saluti Maurilio
Forno crematorio: "perchè non andremo a votare" - 11 Aprile 2016 - 00:47
Re: Re: Re: Re: Re: addirittura!
Caro paolino spiegami cosa avrei millantato? Ho scritto che In due mi hanno contattato, uno lo ha fatto pubblicamente su queste pagine (venerdì mattina, pubblicando la sua email, ma ora il commento è stato cancellato), concedimi almeno il beneficio del dubbio per il secondo! Mi fa specie che tu, che commenti in incognito, sei preoccupato della serietà degli altri commentatori! Capisco le motivazioni di chi sceglie l'anonimato, ma almeno abbi il buon gusto di stare zitto, E se il furbo fossi tu, come posso verificare? "...business plan sui generis può farlo chiunque..." vero, ma finora non ne ho visti nessuno e non ne ho sentito parlare! Nemmeno un mezzo riferimento, perché? Non lo so, ma mi sarebbe sembrato comunque interessante. E lo ribadisco qui ha sbagliato l'amministrazione! Inoltre, io non ho mai detto di avere la verità in tasca, anzi! Infatti, non renderò pubblica la mia analisi proprio perchè non ho nessun titolo per farlo, sono un "signor nessuno"! La prima bozza della "proiezione pluriennale sulla base di ipotesi normalizzate" (questo è, più o meno, la traduzione di business plan in italiano, meglio l'inglese!) del confronto tra la scelta di gestire direttamente o esternalizzare la gestione del crematorio di Pallanza, è già in mano di chi ha chiesto il mio contributo; ne facciano pure quello che vogliono! Perchè me lo hanno chiesto? Non lo so, se vogliono lo diranno loro, altrimenti fa niente! Immagino per confrontare diverse ipotesi e diversi modelli. Un business plan non è mai ne giusto o ne sbagliato, si basa su ipotesi, siamo nell'incertezza più totale! Ma la correttezza o meno delle ipotesi alla base che ne uno strumento utile. Più ipotesi si confrontano, più è probabile che si trovi la strada migliore da percorrere! Che cosa è emerso dalla mia analisi? Più o meno quello che mi aspettavo! C' è sempre un margine a favore della gestione diretta (e ci mancherebbe altro!), ma è sempre all'interno di una forbice accettabile. Che cosa rende o meno accettabile il mancato guadagno, cioè la forbice? Dipende dalle aspettative di chi decide!. Mi spiego con un esempio; oggi, un mutuo a tasso fisso presenta tassi di interesse tra il 50 e il 100% superiori di uno a tasso variabile. Perchè dovrei scegliere il tasso fisso? Lo scelgo se desidero la sicurezza di una rata fissa, all'incertezza di una rata variabile, che potrebbe variare anche di molto la rata mensile! CERTEZZA contro INCERTEZZA! Analogamente, la scelta tra la gestione diretta e la gestione esterna è una scelta tra CERTEZZA (gestione esterna) contro INCERTEZZA (gestione diretta, l'attuale)! Confronto il "è PROBABILE", di un guadagno maggiore con "la SICUREZZA" di una guadagno certo! Ora, però, si pone la domanda chiave, Quanto posso accettare di mancato guadagno? Anche in questo caso, dipende! Da cosa? Dalle condizioni di contratto! Se il subentro solo nella gestione "ordinaria", cioè rimane tutto come nelle condizioni di partenza (un pò come se al crematorio si subentrasse oggi, senza cambiare nulla), la percentuale di mancato guadagno dovrà essere bassa, diciamo il 10/15% (questa è una mia ipotesi arbitraria, solo per dare una indicazione di misura). Se invece il subentro avviene in un contesto "straordinario", con un pesante investimento, maggiore livello di servizio, basse emissioni in atmosfera e così via, si può pensare che il mancato guadagno, rispetto all'aver fatto direttamente l'investimento, possa essere maggiore, diciamo il 30/35% (anche questa è una mia ipotesi arbitraria). Vabbè, ora basta annoiarvi! Saluti Maurilio
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti