Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco

cliente

Inserisci quello che vuoi cercare
cliente - nei post
Metti una sera al Cinema: ecco il programma 2016/2017 - 3 Ottobre 2016 - 13:01
Riparte con la 28^ edizione la la Rassegna Cinematografica "Metti una Sera al Cinema" a cura Cinbecircolo SocioCulturale Don Bosco, in programma proiezioni da martedì 28 ottobre 2016 a giovedì 6 aprile 2017.
LegalNews: Locazione di negozio in centro commerciale e indennità di avviamento - 3 Ottobre 2016 - 08:00
La Cassazione, con la recentissima sentenza n. 18748 del 23.09.2016, ha esaminato la questione dell’indennità di avviamento in caso di cessazione del contratto di locazione di un negozio in un centro commerciale.
LegalNews: Lite temeraria contro l’avvocato e risarcimento del danno - 1 Agosto 2016 - 08:00
La Corte di Cassazione con la recente sentenza n. 14644 del 18.07.2016 ha preso in esame il tema delle conseguenze per l’ex cliente che abbia incardinato una azione per responsabilità professionale nei confronti del precedente difensore che si sia successivamente rivelata temeraria.
LegalNews: L’avvocato e l’obbligo di dissuadere il cliente da cause totalmente infondate - 6 Giugno 2016 - 08:00
La Suprema Corte, con la recente sentenza n. 9695 del 12.05.2016 è tornata sugli obblighi dell’avvocato nello svolgimento dell’attività professionale, in particolare concentrandosi sul dovere di astenersi dall’incardinare cause totalmente infondate.
Torna in scena La Cumpagnia dul dialett da Intra - 26 Maggio 2016 - 18:06
La Cumpagnia dul dialett da Intra, riprende l'attività teatrale e per la stagione 2016 propone la commedia brillante in due atti di Velise Bonfante dal titolo: CLEMÉNT DA SCIANSCÌN.
Intrainsieme e giro omaggio al luna park - 27 Aprile 2016 - 16:32
Grazie alla collaborazione nata tra Intrainsieme e il Luna Park che rimarrà fino al 15 maggio in piazza Fratelli Bandiera, chi fa acquisti nei negozi che aderiscono all’associazione che riunisce più di 140 attività di Intra, avrà diritto a un giro omaggio sulle giostre.
Bianconi Finstral VCO battuta a Castelnuovo - 11 Aprile 2016 - 17:04
La capolista indiscussa del campionato era il peggior cliente che potesse capitare per raccogliere due punti necessari alla classifica, ma la Bianconi Finstral VCO ci ha provato con ogni mezzo a disposizione.
LegalNews: La responsabilità dell’avvocato in caso di questioni complesse - 4 Aprile 2016 - 08:00
La Suprema Corte con la recente sentenza n. 2954 del 16.02.2016 ha trattato il tema dei criteri per la configurabilità della responsabilità dell’avvocato quando il mandato conferito abbia comportato la risoluzione di problemi tecnici di particolare difficoltà.
LegalNews: Durata del contratto d’opera professionale e recesso - 28 Marzo 2016 - 08:00
La Cassazione con la sentenza n. 469/2016 ha affrontato un tema di assoluta rilevanza per i professionisti, ossia quello della derogabilità della previsione della libera recedibilità del contratto d’opera professionale mediante la previsione di un termine di durata nel contratto.
LegalNews: La rifusione delle spese legali nell’assicurazione della responsabilità civile - 21 Marzo 2016 - 08:00
La interessante sentenza della Cassazione n. 5479/2015 si è occupata del tema della rifusione delle spese legali da parte della compagnia assicurativa a favore dell’assicurato per la responsabilità civile, quando quest’ultimo abbia dovuto difendersi in giudizio a fronte della domanda risarcitoria avanzata dal danneggiato.
Corso Gratuito per "Addetto Vendite" - 27 Gennaio 2016 - 09:02
L’Ente di Formazione Fondazione Casa di carità, arte e mestieri ONLUS in via Madonna di Campagna, 9 a Verbania, organizza il corso di formazione per il Mercato del lavoro: “ Addetto Vendita”.
M5S: Shopping in Bus “Ottima iniziativa, però…" - 4 Gennaio 2016 - 17:02
Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato del MoVimento 5 Stelle Verbania, riguardante la recente iniziativa dell'Amministrazione Comunale denominata "Shopping in Bus".
Parrucchiere-scrittore per far ridere i clienti - 27 Dicembre 2015 - 09:16
Riportiamo una delle storie raccontate da CNA Piemonte Nord, che riguarda Alessandro Nocilla, acconciatore di Omegna, che ha pubblicato un libro con molti consigli utili per incrementare la clientela e migliorare anche se stessi.
Alberghiero Mellerio Rosmini si è parlato di turismo - 22 Dicembre 2015 - 16:46
Lunedì 21 dicembre 2015, presso la sala ristorante dell’Istituto Alberghiero Mellerio Rosmini di Domodossola, ha avuto luogo un importante incontro fra gli studenti e l’ex allievo Angelo Martinetti, appena rientrato dagli Stati Uniti per le festività natalizie.
In molti per "Connection Economy" - 1 Dicembre 2015 - 09:41
Una sala gremita a Villa Giulia Venerdì scorso dove si è parlato di Connection Economy, oltre 120 persone si sono registrate all’evento e hanno attentamente ascoltato gli interventi dei relatori Simona Sassi e Simone Brancozzi.
cliente - nei commenti
LegalNews: Definizione agevolata delle cartelle Equitalia - 12 Novembre 2016 - 09:20
Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Bene
Ciao Maurilio Mau ultima replica... Esempio 1: mi citi il caso di una ditta che ha o un solo cliente o che ha tutti i clienti insolventi. Un solo cliente: esistono ma sono molto rare Più clienti ma tutti insolventi: difficile, il tasso di insolvenza è inferiore al 10%. In ogni caso mi stai dicendo che questa ditta non è riuscita nemmeno ad incassare soldi nei 2 anni successivi che avrebbe potuto usare per pagare le tasse arretrate. Il tuo esempio è di una ditta già stracotta anche senza equitalia, non sta incassando da nessuno! Uso il tuo esempio per far notare che il ladro non è equitalia che chiede il 2 o 4% (io ricordo il 3 o 6%) ma l'agenzia delle entrate che dopo un anno ha raddoppiato l'importo. Loro la chiamano multa, io la chiamo interessi del 100% peggio del peggior cravattaro. Il problema non è equitalia ma agenzia delle entrate. Esempio 2: anche in questo caso azienda stradecotta. È il libero mercato. Se la tua azienda non è redditizia, chiudi. Con la scusa di avere dipendenti non si può tenere in vita aziende di fatto fallite, fuori mercato. I tuoi esempi comunque li faccio rientrare nel 5% di casi umani. Il 95% dei casi sono di aziende o persone evasori cronici che non avevano alcuna intenzione di pagare le tasse. Ora un esempio te lo faccio io: famiglia di Pallanza con una piccola attività. Vivono nella ricchezza: villa, macchinoni e mega viaggi. Mi ero sempre chiesto come potessero fare tutti quei soldi con una piccola attività. Dopo qualche anno villa all'asta perché non avevano pagato le tasse. X lady Oscar: le cartelle pazze vengono cancellate d'ufficio o dai giudici. Qui si parla di cartelle "sane"
LegalNews: Definizione agevolata delle cartelle Equitalia - 11 Novembre 2016 - 02:01
Re: Re: Re: Re: Re: Re: Bene
Ciao Hans Axel Von Fersen Come promesso, provo a farti un quadro più preciso della situazione. Prima, però, due doverose premesse: 1. Le tasse vanno pagate, tutte e sempre 2. Non sono ne un commercialista ne un fiscalista, ma lavorando a fianco di aziende e professionisti da più di 20 anni, ho un quadro ben chiaro. Mi spiego con un esempio. - Prendiamo un artigiano, o piccola imprese in genere. - Prendo un lavoro dove fatturerò 100, con 50 di costi. - Emetterò una fattura attiva (verso il cliente) di 122 (100+22% di iva), riceverò da uno o più fornitori fatture per 66 (50+22% di iva) - Per questa fattura, io dovrò versare allo stato 11 di iva e 25 (per semplicità ipotizzo tutto al 50%) di tasse e contributi vari - Se il mio cliente non mi paga, io non avrò i soldi per pagare i miei fornitori e lo stato (ovvio che questa è una semplificazione, ma meno distante dalla realtà di quello che si possa credere). - Avendo fatturato, dovrò presentare un bilancio dove risulterà che ho avuto un margine di 25 e avrei dovuto pagare 11 di iva - Dopo un anno, circa, riceverò dall’Agenzia delle Entrate una raccomandata dove mi diranno che non ho pagato quanto dichiarato, devo provvedere pagando il dovuto (cioè 36), una multa (altri 36, in linea di massima le multe equivalgono a quanto non pagato) e gli interessi (in questo momento molto bassi, ipotizzo di non considerarli). Però, se non faccio ricorso e se pago entro 60 giorni, la multa si ridurra ad 1/8 cioè 4,13, con la possibilità di rateizzare. - Se nel frattempo il mio cliente non mi ha pagato, io continuerò ad non avere soldi, quindi non pagherò ancora. - Dopo un altro anno, riceverò una raccomandata da Equitalia dove mi dicono che devo pagare i 36 non versati, tutta la multa (altri 36), l’aggio di Equitalia (a memoria ca il 2% se pago subito, 4% se pago dopo i 60 gg), e gli interessi (continuo a non considerarli per semplicità, in totale 72.36 se pago, o faccio istanza di rateizzazione, entro 60 o 72,72 se pago, o faccio istanza di rateizzazione, dopo i 60 giorni. Posso rateizzare fino a 10 anni - Tutto questo senza considerare che nel frattempo i miei fornitori mi avranno fatto causa, ma questa è un’altra storia! Ipotizziamo ora, che invece di fatturare, lavoro in nero - Incasserò 100, sempre con 50 di costi (di solito in nero anche questo, ma facciamo finta di niente). - Non dichiaro nulla, non pago nulla. - Se, e quando, l’agenzia delle entrate capisce che c’è qualche cosa che non va, mi manda la stessa raccomandata, ipotizziamo, ma è difficile, che azzecchino esattamente l’importo. Mi chiederanno sempre 25+11, ma non avendo nulla che dimostri cosa ho guadagnato veramente posso accordarmi (esiste una legge specifica per questo, andate a cercare…indovinate chi l’ha promulgata?) fino a pagare il 20% di quanto richiesto, se non faccio ricorso e pago subito. - Quindi, potrei pagare una cifra variabile tra 7,2 (il 20% di 36) e 18 (il 50% di 36), ovviamente dipende da quanto è bravo chi mi assisteste e da altri fattori. Difficile che avendo queste possibilità pagherò quanto dovuto, cioè i 40,13 del caso precedente - In questo caso, Equitalia non interviene! Interverrà solo se non mi accordo, e quindi non pago. In questi esempi, potrei avere sbagliato qualche calcolo, aver ipotizzato & non corrette e saltato qualche passaggio, ma il film è questo! Chi è il furbo, o meglio il delinquente in questo caso? Sicuramente chi lavora in nero, piccolo o tanto non fa differenza, poi chi accetta lavori in nero (si è corresponsabili a tutti gli effetti) ma anche lo stato, perché è palesemente non è equo, anzi, per comodità, favorisce proprio chi dovrebbe colpire, cioè chi NON HA DICHIARATO e NON HA PAGATO! Questo non significa che questa “rottamazione” mi entusiasmi, per quello che ho letto, non è una decisione strutturale, è una decisione che favorirà, ancora una volta, pochi che hanno le disponibilità per aderire. Saluti Maurilio
Campagna non t'azzardare, a chi rivolgersi per un aiuto - 9 Settembre 2016 - 23:34
Re: Disappunto
Ciao lupusinfabula,concordo,anche perché,nei Casino' vige la ''concezione sociale'',oltre che il controllo dei documenti all'ingresso,che gia' di per sé seleziona la clientela e la tiene monitorata.La ''concezione sociale'',gestita da un apposito team,che si mescola tra i clienti abituali,ha il compito di monitorare il cliente che si spinge ''oltre'',ed eventualmente escluderlo per la sua salvaguardia,nonche' dei suoi parenti stretti e non.Io sono un ''esperto'' di queste ,chiamiamole,cose.......ma nessuno si sogna di interpellarmi,preferiscono avere consulenti ''del tutto estranei all'ambiente'' e che non hanno mai visto un tavolo/slot dal vivo...........non mi spiego il xche'.....mah.........oltretutto darei consigli7consulenza gratuita...........tant'e'
Guardia di Finanza scopre Resort abusivo - 2 Settembre 2016 - 23:04
x HAVF
nulla di male nel guadagnare a Verbania e vivere a Locarno....dipende sempre da dove arriva il guadagno e dal xche' vivi in esilio,seppur dorato.........sull'affittare fuori dalle regole,a turisti o indigeni,intendo dire che quelli in regola,le tasse le pagano fino in fondo.Non so che lavoro tu faccia,ma se tu fossi,for example,un idraulico,ed un tuo cliente da oggi si affidasse ad un doppiolavorista,ti incazzeresti....te lo assicuro.........
Piscina: gestore verso il Consiglio di Stato - 2 Aprile 2016 - 07:34
servizio pubblico a privati ?
Premesso che non ho niente contro privati che gestiscono un servizio pubblico, però questa vicenda ci deve far riflettere perchè nel caso di "litigi" si entra in un tunnel burocratico che trascina la vicenda in mesi/anni ed il "cliente" (comune) non ha potere decisionale sul servizio. Vedi anche la "litigation" tra Comune ed ConserVCO
Tompoma: con il crowdfunding lavoro per Emergency - 26 Marzo 2016 - 20:30
Brignone Vs Kiryenka
In qualsiasi raccolta benefica c'è qualcuno che fa business. Come ben detto da Brignone quando c'è la raccolta del farmaco, le case farmaceutiche e le farmacie guadagnano e quando c'è la colletta alimentare ci guadagnano i negozi di alimentari e i prodotturi nonché tutta la filiera. C'è però una differenza tra queste 2 iniziative e quella di Brignone: i promotori delle iniziative non sono coloro direttamente coinvolti nel business che ne deriva. La raccolta del farmaco non è organizzata da Pfizer (di cui io sono felicissimo cliente da 15 anni) e non si deve donare solo farmaci Pfizer, la colletta alimentare non è organizzata da Barilla e si può donare solo pasta Barilla. È la coincidenza tra l'organizzatore dell'iniziativa benefica e il beneficiario del business generato che stride.
Centro eventi IL Maggiore. Dal nulla costruito un progetto di gestione - 18 Marzo 2016 - 13:47
La Torta
Certo, una torta non è tale se oltre al pan di spagna non c'è panna, crema, cioccolato, frutta e magari la famosa ciliegina. Ma cosa sarebbero tutte queste guarnizioni senza la base, la pasta. Zacchera ha "costruito", grazie alla sua ostinazione, il pan di spagna del teatro: Marchionini&C. stanno pensando alla guarnizione. Il primo non poteva che abbozzare ad una soluzione di gestione, tra l'altro su "invito" (se così vogliamo chiamarlo) del suo acerrimo antagonista che vide nella mancanza di un piano la leva per licenziare il pasticcere: quelli che sono succeduti, hanno dovuto lavorare per presentare al cliente un prodotto finito. Bene o male tutti hanno fatto il loro lavoro: potevano fare meglio? certamente: chi non si è mai lamentato di un dolce uscito non troppp bene, troppo zucchero, troppo amaro. Ma poi si mangia ugualmente, pensando che poi non era così male! In merito al parcheggio, ho già detto la mia altrove in questo spazio: non è di certo la leva per il successo o l'insuccesso dell'opera, ma essendo a complemento ed oltremodo anche non di cattivo gusto, ben venga. I finanziamenti, se non ho capito male, sono stati ricavati sempre dal fondo PISU: insomma, il passo è stato breve....piuttosto i lavori non dovevano iniziare a febbraio? E a proposito di lavori e di PISU, chissà che fine hanno fatto gil altri progetti piemontesi! Sarei molto curioso di vedere una sorta di classifica! E comunque bbbbbbasta...non se ne può più di questo continua lite di sottofondo: arriverà il momento in cui potremmo finalmente sederci a tavola, gustarci il pranzo ed assaporare questa Torta, la nostra ciliegina? Saluti AleB
Morto Renato Bialetti, il papà della Moka - 12 Febbraio 2016 - 12:20
Re: maurilio
Ciao Andrè non potrà e non dovrà, mai essere un sindacato a proporre la nascita di un polo. E poi cosa significa "polo casalingo di eccellenza"? Quello che si è prodotto prima faceva schifo? I poli industriali non nascono per caso, ma quando c'è un'esigenza di mettere a fattori comune competenze, capacità produttive e catena fornitore cliente. A questi siti, potrai vedere qualche cosa che assomiglia a un polo. - questo è il distretto aeronautico lombardo http://www.aerospacelombardia.it/ - questo il distretto aeronautico piemontese (se cerchi c'è anche un'azienda di Trobaso): http://www.torinopiemonteaerospace.com/index.php L'industria aeronautica è un esempio. Il resto, sono solo chiacchiere Saluti Maurilio
Saldi dal 5 gennaio - 5 Gennaio 2016 - 11:19
x Anonimo
mai nick fu piu' indovinato...eh eh eh .........tutti i fornitori ,piuttosto che perdere il cliente,ritirano l'invenduto....magari nn ti danno il cash,ma ti fanno cambio merce.......e poi,il 90$dei negozi di cui parliamo,sono dei franchising,gia' lo fanno normalmente..........ripeto.....sono del settore da 35 anni...parlo a ragion veduta............i negozi ''seri'',al massimo ti scontano il 20%.............ciao
Veneto Banca: 7,3€ il valore d'uscita delle azioni - 16 Dicembre 2015 - 22:12
Forzature interne
Tanti impiegati bancari hanno "forzato" la collocazione presso i correntisti in buona fede , non potevano immaginare una quotazione esagerata del valore di collocamento . L'imbroglio è stato studiato a livello direzionale ,dove stavano i controlli della Banca d 'italia , i revisori dei conti dormivano? Certamente troppi impiegati non hanno valutato la situazione finanziaria del cliente indirizzandolo verso un investimento a rischio .
Saldi al via con festa a Intra - 6 Luglio 2015 - 14:06
??
Ho a che fare tutto il giorno con il pubblico, con i clienti e il detto :" Il cliente ha sempre ragione" non è proprio così vero al 100% anzi...ma a volte, anzi spesso, bisogna far buon viso a cattivo gioco.. Non sono nel commercio però, quindi i saldi li vivo solo dal lato cliente e probabilmente anonimo avrà le sue buone ragioni per dire che i saldi di stagione, quando ancora la stagione deve iniziare sono sbagliati...ma io da cliente ne approfitto..e sinceramente non ho mai pensato che il commerciante potesse guardarmi entrare nel proprio negozio e dietro al sorriso ( finto ) potesse pensare :" Ecco l'ennesima barbona"...Pensavo che fossero felici di poter vendere qualcosa che sarebbe rimasto invenduto in vetrina...pensavo potessero pensare :"speriamo che almeno compri qualcosa e non mi metta solo sottosopra il negozio" oppure " che palle a quest'ora vorrei essere al lago". Questo rovescio della medaglia mi fa riflettere sul fatto che faccio bene a mettere i miei vestiti di 10 anni fa... :-) :-) Tanto si sa..la moda prima o poi torna!!
Saldi al via con festa a Intra - 4 Luglio 2015 - 17:07
Benissimo
Ottimo. Mi fanno poi ridere quelli che espongono cartelli che non aderiscono ai saldi per "rispetto" verso il cliente bla bla bla. Ognuno ha diritto di implementare liberamente la sua politica commerciale ma...
AziendaNews: I 4 segreti della vendita - 10 Giugno 2015 - 11:15
Il cambiamento ...
Secondo me Venditore e prodotto non dovrebbero sparire ne uno ne l'altro ma dovrebbero cambiare col tempo. Adeguarsi alle mutate esigenze del cliente. Sono proprio le specie che non hanno saputo adattarsi al contesto che cambiava ad essere sparite. Il punto che vorrei enfatizzare quindi è il coraggio di aprire sempre, quando possibile, un dialogo per capire. Cercare di capire non vuol dire invadere la sfera dell'altro. Significa risalire al PERCHE' un cliente dovrebbe essere interessato al tuo prodotto. C'è poi da aggiungere che se il prodotto il cliente già lo conosce è un conto. Ma come approcciamo un cliente al quale vogliamo proporre qualcosa che non conosce ? Qualcosa per il quale noi possiamo fare la differenza ? Gli facciamo un elenco infinito di vantaggi ? benefici ? Oppure cerchiamo prima di capire un po meglio la sua sfera per poter essere più INCISIVI e sopratutto BREVI ? La vendita è una promessa. La promessa di risolvere un problema o di riuscire a cogliere un opportunità. Se vendiamo un martello la cosa è semplice (sicuramente chi vende martelli non sarà d'accordo perchè c'è martello e martello !!!), se proponiamo prodotti e servizi con elementi "intangibili" la cosa si fa più complessa...
AziendaNews: I 4 segreti della vendita - 9 Giugno 2015 - 23:20
Vendere senza trucchi
Caro lettore di Verbania Notizie, da qualche parte bisogna pur cominciare e mi fa piacere entrare subito nel merito. Ti ringrazio per aver letto il post e per il tuo contributo. Anch'io da molti anni mi occupo di vendita e di marciapiedi ne ho frequentati tanti in Italia, Stati Uniti, Svizzera, Francia, Inghilterra e alcuni paesi Arabi. La mia è un esperienza costruita sul campo di battaglia. Ho venduto e vendo tutt'ora miei prodotti ed aiuto imprenditori a vendere i loro e far crescere in parallelo l'azienda e la sua organizzazione. Sono assolutamente d'accordo sul "fastidio" che arreca chi mette in pratica una sceneggiata di vendita. Proprio per questo bisogna entrare nello spirito di chi acquista e se possibile aiutarlo a comprendere meglio i suoi bisogni ed a scegliere la soluzione per lui più adeguata. Se del cliente non sappiamo nulla, sarà difficile poterlo aiutare. Se il venditore non riesce a dialogare con il cliente vuol dire che non è riuscito a creare un rapporto. Se il cliente non vuole creare un rapporto, e lo capisco, allora il venditore deve capire al volo e non infastidirlo. In questi ultimi 15 anni molte attività che prima richiedevano la presenza di un Venditore oggi avvengono tramite un call center o un sito web. Bisogna fare in modo che chi vende sia in grado di fornire un valore aggiunto altrimenti prima o poi o il venditore o il prodotto spariranno dal mercato. Si tratta quindi di capire cosa vuole veramente il cliente. Uno dei modi più facili è chiederglielo e lasciare che si esprima ascoltandolo con sincera attenzione e senza trucchi!
AziendaNews: I 4 segreti della vendita - 6 Giugno 2015 - 19:43
concordo con Gio ,ovviamente
La teoria e' molto affascinante,personalmente i risultati migliori nella vendita ,come nella vita,li ho sempre ottenuti stando coi piedi per terra e dicendo al cliente / interlocutore ,le cose come stanno,pane al pane e vino al vino.Certo,un metodo retro',ma che da i suoi furtti.....conoscevo un venditore che seguiva la filosofia di cui sopra ''alla luce del sole'',poi,in privato,mi diceva ..''ogni giorno nasce un cucco,beato chi lo cucca''....seminava bene e razzolava male...tant'e'......
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti