Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco

codice

Inserisci quello che vuoi cercare
codice - nei post
Camminata Lions - 24 Maggio 2018 - 10:54
GOZZANO DOMENICA 27 MAGGIO 8° Camminata LIONS non competitiva organizzata dal LIONS CLUB BORGOMANERO CUSIO Partenza ore 9.00 Lido di Gozzano via alla colonia Giro lungo 10 km - Mini giro 2,5 km.
Si vota per il Bilancio Partecipato 2018 - 22 Maggio 2018 - 09:33
Si vota per il Bilancio Partecipato 2018 della Città di Verbania. 150 mila euro a disposizione per realizzare le idee proposte dai cittadini. Più di 850 cittadini di Verbania lo hanno già fatto.
Spazio Bimbi: Prove invalsi: i nuovi esami scolastici - 13 Maggio 2018 - 08:00
Scopriamo cosa sono e in cosa consistono i test che hanno sostituito gli esami di scuola primaria e media inferiore
Incontro pubblico presentazione progetti Bilancio Partecipato Verbania - 2 Maggio 2018 - 08:01
Giovedì 3 maggio alle ore 21.00 al centro eventi Il Maggiore a Verbania, si terrà l'incontro pubblico con la presenza di coloro che hanno inviato il progetto e che vorranno presentarlo alla cittadinanza. Un momento di condivisione e partecipazione, in cui i proponenti potranno avere l’ascolto e la visibilità per aumentare le opportunità di voto.
Al via il voto per i progetti del Bilancio Partecipato - 25 Aprile 2018 - 13:01
Ora per il Bilancio Partecipato 2018 del Comune di Verbania si è aperta la fase finale, che consiste nella votazione diretta dei cittadini di Verbania.
LegalNews: Contratto telematico e approvazione delle c.d. clausole vessatorie - 23 Aprile 2018 - 08:00
I contratti telematici, ossia quelli stipulati a distanza attraverso la rete internet, sono ormai diffusissimi: una problematica di centrale importanza, raramente affrontata dalla giurisprudenza, è quella dell’approvazione delle c.d. clausole vessatorie.
Rabaini: "Sicurezza e buon senso" - 30 Marzo 2018 - 13:01
Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato di Patrich Rabaini – Consigliere Comunale Comunità.Vb, riguardante la pista ciclabile Suna Fondotoce, la passerella di Fondotoce, e la sicurezza.
LegalNews: Controllo del datore di lavoro sulle utenze cellulari aziendali e tutela della privacy - 19 Febbraio 2018 - 08:00
Con il provvedimento del 11.01.2018 (doc. web n. 7554790) il Garante per la protezione dei dati personali ha esaminato il tema della possibilità, per il datore di lavoro, di controllare il traffico sulle utenze cellulari aziendali per analizzare i consumi e verificare l’adeguatezza del contratto sottoscritto con la compagnia telefonica.
codice Forestale: disco verde dal parlamento - 1 Febbraio 2018 - 15:03
È arrivato il "via libera" del Parlamento al nuovo schema di decreto legislativo recante disposizioni concernenti la revisione e l'armonizzazione della normativa nazionale in materia di foreste e filiere forestali. Di seguito la nota di Uncem.
Pagamento servizi scolastici solo online - 29 Gennaio 2018 - 16:01
Per il pagamento delle tariffe dei servizi scolastici (mensa e pre/post scuola) il comune di Verbania aderisce al sistema nazionale pagoPA. Da febbraio si pagherà solo online: via web (dal sito del comune web genitori) o attraverso gli smartphone scaricando l’App Spazioscuola.
L'epidemia influenzale è stabile - 23 Gennaio 2018 - 18:13
La 3° settimana del 2018 (15-21 gennaio) registra una sostanziale stabilità degli accessi ai DEA (Verbania e Domodossola) e del PPI (Omegna) rispetto alla settimana precedente.
Un anno di Museo del Paesaggio - 17 Gennaio 2018 - 15:03
Un anno molto importante il 2017 per il Museo del Paesaggio di Verbania. L’apertura del piano nobile di Palazzo Viani Dugnani ha restituito quasi integralmente l’edificio alla fruizione pubblica, con una riqualificazione funzionale adeguata al grande valore del settecentesco palazzo nel centro storico di Pallanza.
Influenza l'epidemia rallenta - 16 Gennaio 2018 - 09:33
La 2° settimana del 2018 (8-14 gennaio) registra un ulteriore rallentamento degli accessi ai DEA (Verbania e Domodossola) e del PPI (Omegna). A Verbania per un problema informatico avvenuto il 9 gennaio non sono stati conteggiati circa 40 accessi ma pur considerandoli il valore totale della 2° settimana del 2018 risulta sempre inferiore rispetto a quella precedente di circa 100 accessi.
L'epidemia influenzale rallenta - 10 Gennaio 2018 - 08:01
La 1° settimana del 2018 (1-7 gennaio) registra una parziale contrazione degli accessi ai DEA (Verbania e Domodossola) e del PPI (Omegna) da correlare ad un’iniziale rallentamento dell’andamento epidemico dell’influenza dopo una crescita registrata costantemente sin dall’iniziale registrazione dei dati della 48° settimana (27nov-3dic).
Protocollo d'intesa ANCI Piemonte/Sindacati - 4 Gennaio 2018 - 15:01
I Comuni e le Unioni di Comuni piemontesi potranno sottoscrivere accordi con le organizzazioni sindacali al fine di garantire il miglioramento della qualità dei servizi, la difesa dell’occupazione e la tutela delle condizioni normative e retributive nei cambi di appalto. Di seguito la nota di ANCI Piemonte.
Influenza: in netto aumento i casi - 3 Gennaio 2018 - 18:06
La 52esima settimana del 2017 (24-31 dicembre) registra un ulteriore significativo aumento degli accessi ai DEA (Verbania e Domodossola) e del PPI (Omegna) da correlare all’andamento epidemico dell’influenza e all’aumento di traumatismi più o meno rilevanti connessi all’avvio della stagione sportiva invernale e alle condizioni meteorologiche sfavorevoli.
Il 31 dicembre Te Deum con l'Associazione Ruminelli - 30 Dicembre 2017 - 18:06
Per il secondo anno alla Collegiata di Domodossola la Santa Messa di fine anno con l'esecuzione solenne del Te Deum Orchestra da camera della Cappella Musicale del Sacro Monte Calvario di Domodossola, Schola Gregoriana del Sacro Monte Calvario e Corale di Calice protagonisti dell'ultimo appuntamento 2017 dell'Associazione Culturale Mario Ruminelli.
Influenza: dati in Piemonte e VCO, picco nelle prossime settimane - 29 Dicembre 2017 - 10:04
Ad oggi sono 36.000 i casi di persone colpite dall’influenza stagionale in Piemonte: l’incidenza totale è di 7,9 casi per mille assistiti.
Lega Nord su donazione baite Rugno - 22 Dicembre 2017 - 16:30
Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato della Lega Nord Verbania, riguardante la vicenda delle baite di Rugno donate al Comune di Cossogno.
LegalNews: Responsabilità del sanitario: imperizia e colpa grave - 13 Novembre 2017 - 08:00
La recente Sentenza n. 50078/2017 della Cassazione (Sezione IV Penale) ci permette di esaminare le novità portate dalla riforma della responsabilità penale dei sanitari operata con la L. n. 24/2017 (c.d. Legge Gelli).
codice - nei commenti
Rabaini: "cena di gala con denaro pubblico" - 30 Maggio 2018 - 13:50
Gratteri
Su Gratteri Napolitano disse no perchè sarebbe stato un magistrato in servizio che andava a dirigere lo stesso ministero dal quale dipendeva; su Savona ha detto no solo perchè le sue idee non collimavano con quelle del futuro ministro; c'è una bella differenza. nel primo caso c'era incompatibiltà ( o magari anche solo inopportunità), su savona ha detto no per questioni idee. Ma esiste nel nostro codice il"reato di opinione"? Del resto lo stanno dicendo anche affermati costituzionalisti che quella di Mattarella è stata una mossa improvvida e che non avrebbe comunque portato da nessuna parte.
Montani: Province, si torni al sistema elettivo - 25 Maggio 2018 - 08:23
Re: Sentire
Ciao lupusinfabula insolito che chi ha votato per il centro destra parli di "tintinnar di manette"! Ah già, dimenticavo, non siamo più nel 1994, quando un loro ex alleato, per la seconda volta vittima di defezione da parte di ex "giovani comunisti padani", parlava di toghe rosse, 1 milione di posti di lavoro..... D'altronde sognar non costa nulla. Anzi no! Il libro dei sogni, scritto a 2, dovrebbe costare circa 110 miliardi di euro in 5 anni, vale a dire una manovra finanziaria annua di 22 miliardi. Beh, non male come cambiamento, anche se mi rendo conto che è fin troppo facile, soprattutto per i sognatori, salire sul carro dei vincitori. Per fortuna che non esiste più il reato di abuso della credulità popolare del codice Rocco.
Associazione Bicincittà VCO su pista ciclabile Suna - Fondotoce - 5 Aprile 2018 - 07:12
Re: A norma di codice
Ciao AleB Un conto è rischiare di essere investiti in via Rosmini dove passa un’auto al minuto e un conto è rischiare di essere investiti sulla statale dove ogni minuto passano 30 auto, 10 furgoni, 10 autoarticolati, 5 pullman e 3 camper. Il rischio c’è in entrambi i casi, la probabilità è nettamente differente e quindi direi che è logico impiegare protezioni differenti
Associazione Bicincittà VCO su pista ciclabile Suna - Fondotoce - 4 Aprile 2018 - 17:15
Re: A norma di codice
Ciao AleB, tutto perfettamente logico e condivisibile.
Associazione Bicincittà VCO su pista ciclabile Suna - Fondotoce - 4 Aprile 2018 - 13:10
A norma di codice
Parto dal fondo con un'osservazione: lo stesso parapetto ad elementi verticali senza intermedi orizzontali è da anni presente sullo stesso tratto di strada a protezione di autoveicoli, cicli e motocicli, persone, cani, gatti e striscianti in generale (in prossimità della fermata del bus). Gli elementi orizzontali di un parapetto non hanno funzioni di tenuta: se l’obiettivo è quello di proteggere contro l'urto di veicoli, ci vuole un guard-rail ad assorbimento di energia e non un traverso tubolare. In ambito tecnico, lasciamo la parola ai professionisti altrimenti si rischia il ridicolo: è un parapetto, non una gabbia per ergastolani e nemmeno una divisoria autostradale. In merito alle protezioni aggiuntive, risaputo che il livello di estetica della protezione è inversamente proporzionale alla sua efficacia (gli amici su due ruote vorranno per caso i new jersey in cemento?), è strano come si chieda - da più parti a dir la verità, di risolvere una sistematica infrazione al CdS con protezioni aggiuntive e senza agire direttamente alla radice del problema. Anche perché mi chiedo, se accettiamo di passeggiare in città sui marciapiedi con la stessa differenza di livelli esponendoci al rischio che un veicolo perda il controllo e ci investa sul nostro percorso, non vedo come non si possa accettare lo stesso rischio su quel tratto di SS34 avendo risolto il problema “velocità” per il tramite di altre leve: ricordiamo a tutti che il limite è sempre di 50km/h, in paese come sul quel tratto di litoranea. Nei Paesi in cui l’uso della bicicletta è più radicato, non ho visto particolari accorgimenti tecnici di separazione dei flussi: in molte occasioni le due vie condividono lo stesso manto stradale, con l’unica segnaletica orizzontale a fare da spartitraffico. La mobilità ciclistica ed automobilistica, nel pieno rispetto delle rispettive regole, possono condividere gli spazi assicurando nel contempo la sicurezza di tutti. Saluti AleB
Fronte Nazionale su lavori lungolago Pallanza - 13 Marzo 2018 - 10:59
....lastroni di Suna.....
I lastroni di Suna sono rotti perché, oltreché forse per la posa non del tutto riuscita 8e nessuno controlla come si realizzano i manufatti), anche perché ci passano e sostano macchine e furgoni di tutti i tipi.....laddove esiste un divieto di sosta e transito. Alla faccia del codice della strada e di chi (i cittadini tutti) hanno contribuito, con le proprie tasse, alla realizzazione.
Al via taglio piante in città - 7 Febbraio 2018 - 11:36
serve intervento effettivo
sono solo palliativi, non capisco perché il comune non applica il codice della strada: tutte le piante dimoranti in luoghi pubblici e privati non possono essere vicino alle strade!!! Quando verrà applicata e fatta applicare questa norma????
Solidarietà all'Assessore - 15 Novembre 2017 - 18:38
Re: Re: Re: Re: Re: Re: Chiasso ?
Ciao SINISTRO Non riuscite proprio ad accettare il fatto che la prima forza politica del Paese possa provare a cambiarlo. Ci hanno rubato il presente ed il futuro, hanno governato mafiosi e ladri di ogni sorta, ci portano via la sanità pubblica le pensioni i risparmi e la dignità e voi siete terrorizzati dai 5 stelle che a fasi alterne vengono etichettati fascisti o comunisti?Chiunque può candidarsi nel M5S rispettando dei requisiti base, non essere iscritto ad altri partiti, non aver esercitato per più di una legislatura ed avere la fedina penale pulita. Il Tal La Galpa in questione ha dovuto rispettare questi requisiti, inoltre ha dovuto presentare il certificato 335 dove si evince se ci sono indagini in corso sul suo conto ed è risultato pulito, perché se le indagini sono segrete non vengono divulgate, come accaduto nel caso Consip. Non è stato eletto e dopo le elezioni riceve una "grave" accusa a suo carico per aver ricattato 2 suoi dipendenti è stato arrestato, ed é stato subito estromesso dal movimento. Non esiste un metodo per aver la certezza al 100% sull'integrità di una persona, ma abbiamo la certezza che se si scopre una mela marcia viene espulsa si. Se tutte le altre forze politiche adottassero lo stesso codice etico si svuoterebbero e scioglierebbero parecchi consigli comunali provinciali e qualcuno regionale. E forse avremmo più politici che onorerebbero il loro mandato e le istituzioni
Solidarietà all'Assessore - 14 Novembre 2017 - 11:44
Re: Re: Re: Chiasso ?
Ciao renato brignone di cosa ci meravigliamo? Sbaglio o i penta-grillini hanno fatto lo stesso con i sindaci Pizzarotti, Capuozzo & Messinese, da un lato, e con Appendino e Raggi dall'altro? Cioè, coi primi giustizialisti e coi secondi garantisti? E, ancor prima, giustizialisti con gli altri e garantisti con i loro? Un codice etico a corrente alternata, con 5 pesi e 5 misure....
PD: Provincia VCO, no dimissioni di massa - 28 Ottobre 2017 - 19:17
Re: Chissà....
Ciao lupusinfabula si sa, così fan tutti... codice deontologico dei M5S ad personam, per esempio.
Incontro sul DDL #Salvaciclisti - 18 Ottobre 2017 - 18:18
X Hans
Ciao Hans hai ragione, con l'ultimo aggiornamento di luglio del codice della strada il casco obbligatorio per i minori di 14 anni è sparito, quindi probabilmente il casco era solo un consiglio , in compenso hanno messo le bretelle cartarinfrangenti obbligatorie dopo il tramonto.
Incontro sul DDL #Salvaciclisti - 12 Ottobre 2017 - 16:43
Rispetto del codice stradale
In merito al rispetto del codice stradale, senza dubbio,i ciclisti ....(almeno il 90% di Loro) avrebbero molto da imparare!
Sicurezza in città: maggiore presenza della Polizia Locale - 31 Luglio 2017 - 14:44
Re: Re: Re: Re: Re: Re: sovrapposizioni inutili
Ciao robi ritorno su questa discussione non per polemica, ma per condividere una, a dire il vero più episodi, accaduti in questo giorni. Per ben tre volte, tra sabato e domenica, mi sono imbattuto in auto che violavano palesemente il codice della strada, praticamente nello stesso punto del lungolago di Intra, nel parcheggio di fianco alla tettoia dell'imbarcadero. Una, mentre andava in direzione di Pallanza è entrata nel parcheggio, attraversando la strada con doppia striscia continua, una uscendo dal parcheggio, attraversando la strada con doppia striscia continua, si è immessa in direzione per Pallanza, e l'ultima, "dulcis in fundo" è uscita dal parcheggio dall'uscita pedonale all'altezza dell'edicola. In nessuno dei casi citati era presente un vigile! Ora, non voglio rientrare sulla polemica arma si o arma no, ma riflettere su quanto sia importante la divisione dei compiti tra le diverse polizie che presidiano il territorio! Avere uno o più vigili costantemente su quel tratto di strada, come su altri, soprattutto in questo periodo, significa garantire un livello minimo rispetto del codice della strada e limitare i rischi di incidenti stradali, basta poco, in queste situazioni, perché si verifichino incidenti gravi. Quindi, in sostanza, più che la questione se devono o meno essere armati, è importante come i vigili siano utilizzati. Saluti Maurilio
Veneto Banca e Intesa San Paolo - 29 Giugno 2017 - 11:13
Re: Risparmiatori
Ciao cesare, il discorso purtroppo è stato reso confusionario dai soliti politici e giornalisti. Il PICCOLO azionista è un risparmiatore ma lo è in modo diverso. Gli azionisti sono capitali a rischio. Un risparmiatore oculato e ben consigliato investirà una piccola quota in tali titoli sperando di ottenere magari una parte di rendimento maggiore. Chi mette tutti i risparmi della sua vita in azioni e come se puntasse l'intera somma in un centro scommesse. Con le obbligazioni privilegiate il risparmiatore ottiene un rendimento maggiore dietro una minor garanzia di rimborso in caso di fallimento dell'istituto emittente. Anche qui c'è un rischio una scommessa. E il risparmiatore deve ben differenziare i propri piccoli investimenti. Tutelare azionisti e possessori di obbligazioni privilegiate vuol dire SNATURARE la funzione di tali titoli. Non ha assolutamente senso. Il punto chiave sta invece nella fase di collocazione allo sportello di tali titoli. C'è stata l'identificazione della figura del consulente e del venditore. E' un meccanismo da riformare e controllare. QUi forse dovrebbe entrare in gioco anche il codice penale. Le banche hanno agito malissimo e non hanno alcuna giustificazione. Gli italiani sono ancora un paese di sempliciotti e creduloni che ancora non riescono a capire cosa è un titolo azionario e, anche se sarebbero auspicabili maggiori controlli all'atto della collocazione, reputo insensata una parificazione con i correntisti. Mi sembra che stanno piangendo quando il latte è stato versato e riversato.
In corsa con la maglia della legge “salvaciclisti” - 6 Giugno 2017 - 15:01
Re: Re: Re: ma qualcuno l'ha letta?
Ciao paolino Quello che dici è sacrosanto. Speriamo che anche i ciclisti siano consapevoli di quanto è rischioso andarci. La legge non l'ho letta ma è stata sollecitata da un "ciclista" per cui mi aspetto che sia di perlomeno di "parte" visto che, a quanto pare, contiene solo indicazioni per gli automobilisti e non per gli stessi ciclisti a cui varrebbe la pena ricordare il codice della strada vale anche per loro comprese le sanzioni. Ovvero.....onori e oneri - diritti e doveri. PS: quanto rilevato poi da gennaro è vero. Se devo superarlo ad almeno 1,5 vuol dire che se trovo davanti a me un ciclista alla beata giovannina, (se rispetto il codice della strada) riuscirò forse a superarlo all'imbocco dell'autostrada, a Gravellona. Mi viene da ridere........ Alegar
In corsa con la maglia della legge “salvaciclisti” - 6 Giugno 2017 - 11:58
Re: Re: Pazzesco!
Ciao robi Eccomi. Faccio finta di essere un marziano e interpreto i commenti. Mi state dicendo che esistono una tipologia di conduttori (i ciclisti) che conducono i loro mezzi (bici) nel totale spregio del codice della strada generando grandissimo pericolo sopratutto per lo loro stessi. Poi ci sono gli stessi conduttori che quando conducono le auto (se escludiamo qualche sbarbatello spatentato, sono le stesse persone...) che quando conducono altri loro mezzi (le auto) diventano ligi al codice e guidano rispettando gli altri utenti della strada nonostante abbiano mezzi strasicuri con impianti frenanti inimmaginabili qualche decennio fa, con airbag anche per lo scroto e un'auto a prova di centinaia di crash test. E così la cosa mi lascia molto perplesso perché avremmo in circolazione moltissimi Dr Jekyll e dei Mr Hide Nella realtà vivo in Italia e so benissimo che il codice della strada non lo rispetta nessuno, nemmeno i pedoni lo rispettano. Mi fai l'esempio del passaggio pedonale: in Italia vige la regola "non scritta" che se il pedone non rischia un po' del suo osso del collo, col piffero che le auto si fermano. L'anno scorso dopo 20 auto che non mi davano la precedenza sulle strisce, avevo deciso un po' di rischiarlo, l'auto ha inchiodato ed è stata tamponata e io li ho lasciati lì a piangere le loro ferite. Quasi tutte le auto non rispettano i limiti di velocità, la distanza di sicurezza, i divieti di sorpasso, di fermarsi entro la riga agli incroci, il parcheggio decoroso, uso delle frecce, apertura delle portiere in modo umano e potrei continuare... Le bici invece non rispettano solamente i passaggi pedonali come non li rispettano le auto. C'è anche una differenza. Ogni 200 auto c'è una bicicletta in giro. A me non serve nessuna legge per capire che non devo strusciare durante un sorpasso, una mamma che spinge un passeggino, un pedone, una carrozzella, il vecchietto con la vespa con la sporta della spesa agganciata al manubrio e i ciclisti e che quando li sorpasso devo lasciargli una distanza di sicurezza sia per i sassi, per le pozze ma evidentemente la questione non è immediata per tutti. Come la misuri? Con lo stessi strumento che usi per tenere la distanza minima di sicurezza dalle auto che ti precedono e con la stesso strumento che devi usare per lasciare la distanza minima di sicurezza al veicolo che hai appena sorpassato. Poi se vuoi andiamo a farci un giro assieme, tu conti le infrazioni delle biciclette e io quelle delle auto e poi vediamo chi ha ragione
In corsa con la maglia della legge “salvaciclisti” - 5 Giugno 2017 - 12:58
cari esperti in materia
Buongiorno a tutti. Lungi da me da fare di tutta un erba un fascio. Esiste già una legge nazionale, codice della strada, che obbliga i ciclisti a proseguire sulle strade in fila indiana....ma da automobilista, il 70% delle volte mi é capitato di imbattermi in sciami di ciclisti. Gli stessi non si fermano quasi mai sulle strisce pedonali e neanche ai semafori
In corsa con la maglia della legge “salvaciclisti” - 4 Giugno 2017 - 21:31
Re: Re: Re: ma qualcuno l'ha letta?
Ciao paolino va beh. Lasciamo perdere gli insulti che oramai non fanno più parte dei nostri commenti. Io la bici l'ho sempre usata. Dico solo che chi la usa spesso non rispetta il codice. A maggior ragione dovrebbero stare attenti. Tu sei ciclista? Se si allora sai che è così. Oggi mi trovavo ad Arona e sono stato quasi investito da una decina di provetti Nibali. Ovviamente sulle strisce. La macchina si è fermata e loro no. Per quello ho le palle girate. Vogliono sicurezza? Comincino loro a non fare i fessi. Se oggi investiamo me o qualche adulto era ospedale fisso. Se ci fosse stato un bambino? Le macchine fanno molto più male ma le bici sono mezzi che circolano e come tali sono soggette alle regole del codice della STRADA. Ne convieni?
In corsa con la maglia della legge “salvaciclisti” - 4 Giugno 2017 - 11:29
Piccola proposta
Se un ciclista vuole andare su strada pubblica dovrebbe avere una simil/patente ( il vecchio patentino per i ciclomotori che almeno garantirebbe la conoscenza teorica della segnaletica e del codice della strada ) e , soprattutto, targatura delle biciclettte ( cosa non certo impossibile visto che in Svizzera avviene) in modo tale da poter risalire al proprietario del mezzo per qualsiasi motivo ed in ogni momento: troppo facile fregarsene del codice della strada e degli altri utenti come fanno ora la maggior parte dei ciclisti!!
In corsa con la maglia della legge “salvaciclisti” - 4 Giugno 2017 - 10:10
indisciplinati e pericolosi
Non rispettano il codice della strada e fanno come vogliono. Senza parlare del rispetto dei pedoni sulle strisce che per loro non esistono. Parlo degli automobilisti? No. Evidentemente dei ciclisti di cui una volta facevo parte. Rispettino il codice vigente e vedrete che gli incidenti diminuiranno notevolmente. Il povero Hayden è purtroppo morto per non avere rispettato una precedenza. E molti altri. Quindi non servono nuove norme ma solo comportamenti corretti da parte di tutti. E specie in bici.
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti