Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco

compiti

Inserisci quello che vuoi cercare
compiti - nei post
Metti una sera al cinema: al via la 29^ stagione - 8 Ottobre 2017 - 09:33
Tutto il il programma della 29^ edizione della Rassegna Cinematografica Metti una sera al cinema, che prenderà il via martedì 24 ottobre 2017.
Albertella e Porini: Province, dimissioni di massa - 18 Settembre 2017 - 17:01
Riceviamo e pubblichiamo, il testo della lettera aperta rivolta al Presidente ai colleghi consiglieri della Provincia del VCO, di Giandomenico Albertella e Rino Porini, dove avanzano qualche interrogativo, qualche riflessione e anche una proposta per cercare di individuare una strada comune che possa smuovere una situazione stagnate ormai da anni.
Concerto Fanfara dei Carabinieri - 31 Agosto 2017 - 10:10
L’Associazione Nazionale Carabinieri, Sezioni di Domodossola, Verbania e Galliate, in occasione del raduno del “Gruppo Carabinieri della Montagna”, organizza il Concerto della Fanfara 3° Reggimento Carabinieri "Lombardia".
PsicoNews: ADHD in età adulta - 5 Luglio 2017 - 08:00
Il disturbo da deficit di attenzione e iperattività può essere presente anche negli adulti, non solo nei bambini, con alcune differenze significative.
PsicoNews: I familiari di fronte alla demenza - 21 Giugno 2017 - 08:00
Le demenze non colpiscono solo il malato ma tutta la sua famiglia.
Provincia del VCO: esposto cautelativo - 9 Marzo 2017 - 16:33
Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato della Provincia del Verbano Cusio Ossola in cui informa che, in accordo con l’UPI, ha proceduto ad un esposto cautelativo causa la situazione economica insostenibile
"8 marzo tutti i giorni" - 7 Marzo 2017 - 19:03
Riceviamo e pubblichiamo un comunicato dell'ufficio di Presidenza della Provincia del VCO, riguardante la Festa della Donna, "8 marzo tutti i giorni"
PsicoNews: I lavori domestici e le differenze di genere - 1 Marzo 2017 - 08:00
Esistono studi che analizzano come le coppie moderne affrontino le diversità di genere, in molti ambiti della vita, anche per quanto riguarda i lavori domestici; pochi invece sono gli studi che mostrano quello che accade nelle coppie anziane, ritirate dal lavoro.
Appuntamenti in Ludoteca - 16 Febbraio 2017 - 07:33
Sabato 18 Febbraio 2017 e Venerdì 24 Febbraio 2017.
PsicoNews: Donne, ci hanno tolto anche il mutlitasking!! - 8 Febbraio 2017 - 08:00
Ci sono credenze che purtroppo vengono infrante dalla scienza, lasciando un po’ di amaro in bocca.
Spazio Bimbi: I Disturbi specifici della scrittura: Disgrafia e Disortografia - 5 Febbraio 2017 - 08:00
Il disturbo specifico di scrittura si definisce disgrafia o disortografia, a seconda che interessi rispettivamente la grafia o l’ortografia. Segni di disgrafia o disortografia spesso appaiono durante i primi anni di scuola primaria, una diagnosi precoce permetterebbe da una parte di evitare errori di valutazione che possano portare a colpevolizzare il bambino e dall’altra la messa in atto di aiuti specifici e individualizzati.
Avis Omegna: Assemblea Elettiva 2017 e Carnevale - 31 Gennaio 2017 - 11:18
Lunedì 6 febbraio 2017 alle ore 21.00 presso la sede di Omegna si terrà l'Assemblea elettiva della Avis sezione Omegna.
LegalNews: Mutamento delle mansioni affidate al dirigente e recesso con indennità di preavviso - 30 Gennaio 2017 - 08:00
La Cassazione con la sentenza n. 22938/2016 ha trattato il tema del mutamento delle mansioni affidate ad un dirigente in corso di contratto di lavoro nonché delle conseguenze di tale operazione ai sensi dell’art. 24 del CCNL dei dirigenti del settore terziario.
Spazio Bimbi: Non riconosco più mio figlio - 29 Gennaio 2017 - 08:00
L’adolescenza è un momento delicato del processo di crescita, non si è più bambini ma non si è ancora adulti, il corpo inizia a cambiare ed è il momento in cui ci s’inizia a porre delle domande riguardo alla propria identità. È una fase critica ma che porta con sé anche tante opportunità di crescita.
VerbaniaBau: Il Canile: da luogo di raccolta dei cani a luogo di Cultura - 17 Gennaio 2017 - 08:01
L’inizio di una avventura. La vedo in lontananza e subito la riconosco in quel passo risoluto ed indubitabile, morbido nello stesso tempo, come camminasse sulla battigia di una spiaggia, la sabbia cedevole per le onde che vanno e vengono e che lei evita con eleganza, così come sfiora disinvolta, immagino sorridendo, le monotone banalità della gente che affolla il marciapiede in città.
compiti - nei commenti
Minoranze: il Presidente difenda il Consiglio Comunale - 20 Settembre 2017 - 08:03
Diciamo che..
...un sindaco plurivotato dai cittadini si sente giustamente il loro principale interlocutore. Il Consiglio in effetti si sente bypassato ma non è con i piagnistei che si risolve la cosa. I consiglieri invece che rognare dovrebbero fare il loro mestiere, ovvero i compiti che la legge impone loro. Per il governo della città ci pensano sindaco e giunta.
Sicurezza in città: maggiore presenza della Polizia Locale - 31 Luglio 2017 - 14:44
Re: Re: Re: Re: Re: Re: sovrapposizioni inutili
Ciao robi ritorno su questa discussione non per polemica, ma per condividere una, a dire il vero più episodi, accaduti in questo giorni. Per ben tre volte, tra sabato e domenica, mi sono imbattuto in auto che violavano palesemente il codice della strada, praticamente nello stesso punto del lungolago di Intra, nel parcheggio di fianco alla tettoia dell'imbarcadero. Una, mentre andava in direzione di Pallanza è entrata nel parcheggio, attraversando la strada con doppia striscia continua, una uscendo dal parcheggio, attraversando la strada con doppia striscia continua, si è immessa in direzione per Pallanza, e l'ultima, "dulcis in fundo" è uscita dal parcheggio dall'uscita pedonale all'altezza dell'edicola. In nessuno dei casi citati era presente un vigile! Ora, non voglio rientrare sulla polemica arma si o arma no, ma riflettere su quanto sia importante la divisione dei compiti tra le diverse polizie che presidiano il territorio! Avere uno o più vigili costantemente su quel tratto di strada, come su altri, soprattutto in questo periodo, significa garantire un livello minimo rispetto del codice della strada e limitare i rischi di incidenti stradali, basta poco, in queste situazioni, perché si verifichino incidenti gravi. Quindi, in sostanza, più che la questione se devono o meno essere armati, è importante come i vigili siano utilizzati. Saluti Maurilio
Sicurezza in città: maggiore presenza della Polizia Locale - 27 Luglio 2017 - 09:22
Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Sicurezza dalla Po
Ciao Bibi infatti non vorrei proprio una Polizia regionale, visto che esiste ancora (e non si sa fino a quando) anche la Polizia provinciale. Il problema secondo me sta nella suddivisione, sia orizzontale che verticale (forse politico/clientelare) degli stessi compiti tra vari corpi di Polizia, che inevitabilmente porta ad inutili sovrapposizioni ed interferenze reciproche. In Germania c'è un'unica Forza suddivisa in vari settori: polizia giudiziaria, penitenziaria, tributaria, ecc... I radicali ci hanno fatto una delle loro battaglie su questo, con tanto di referendum... Sull'ultimo punto, se leggi il mio commento, ho infatti detto che bisogna soprattutto fronteggiare il fenomeno (ma per davvero, non a chiacchiere) nei paesi d'origine, di provenienza.
Sicurezza in città: maggiore presenza della Polizia Locale - 27 Luglio 2017 - 09:18
sovrapposizioni inutili
a tutti sarà capitato di vedere,purtroppo,la scena di un incidente stradale e di trovare una macchina dei vigili,una dei carabinieri e magari incrociarne una della polizia che arriva a sirene spiegate sul luogo. è una rappresentazione perfetta delle sovrapposizioni di compiti delle nostre forza dell'ordine,in cui tutti fanno tutto. aggiungere anche l'arma ai vigili sarebbe il colpo di grazia,rischieremmo che per uno che ruba del tonno al supermarket partano 3 pattuglie,sottraendone 2 al normale servizio. quello che serve ,concordo con Maurilio,è una ridefinizione dei compiti,SENZA sovrapposizioni inutili che creano solo disservizi. e di tutori dell'ordine ne abbiamo già abbastanza,non serve che lo diventino pure i vigili.
Sicurezza in città: maggiore presenza della Polizia Locale - 27 Luglio 2017 - 06:32
Re: Re: Re: Perchè armare i vigili urbani?
Ciao Maurilio Che non piaccia a te è altra questione. Se vuoi riorganizzare le forze di polizia dovresti fare una proposta di legge. Ad oggi è così e siccome per la terza volta ripeto che la polizia locale ha compiti sul territorio di Ps e Pg e dunque può procedere ad arresti etc è indispensabile dotarsi degli strumenti necessari a tali compiti. Poi si può fare tutto ma avendo conoscenza minima dell'argomento.
Sicurezza in città: maggiore presenza della Polizia Locale - 26 Luglio 2017 - 22:30
Re: Re: Perchè armare i vigili urbani?
Ciao Bibi ma il mio ragionamento è che ogni organo di polizia abbia compiti specifici e per questo sia adeguatamente attrezzato, tutto qui. Mi sembra che si stia spingendo, o si voglia spingere, i vigili urbani a sovrapporsi con Polizia e Carabinieri, questo è quello che non mi piace! compiti specifici, attrezzature specifiche, non tutto e tutti. Oppure fondiamo tutti, o quasi, i corpi di polizia, allora il discorso cambia... Saluti Maurilio
Sicurezza in città: maggiore presenza della Polizia Locale - 26 Luglio 2017 - 18:39
Re: Perchè armare i vigili urbani?
Ciao Maurilio questo è uno dei pochi casi nel quale ci troviamo in disaccordo. Naturalmente le mie riflessioni NON si basano dal comunicato della "dottoressa magistrale Giurista Esperta in Criminologia e Psicologia Forense Componente Commissioni Servizi al Cittadino e Sicurezza Comune di Verbania". Come ha ben detto Robi, i compiti della Polizia Locale sono diversi e con il passare del tempo sono aumentati. Non si tratta di fare gli sceriffi. Devono comunque eseguire sopralluoghi presso fabbricati, cantieri oppure fermare veicoli ecc.ecc. In Europa i Poliziotti Locali, variamente organizzati, completamente disarmati sono eccezioni. Anche il "bobby" inglese ha comunque un manganello. On Italia la Polizia Stradale, che si occupa di circolazione e sicurezza stradale è armata e cosi pure le guardie giurate. Non pensare solo al vigile in bicicletta che mette il bigliettino sul parabrezza in caso di divieto di sosta.
Sicurezza in città: maggiore presenza della Polizia Locale - 26 Luglio 2017 - 17:17
Re: Perchè armare i vigili urbani?
Ciao Maurilio perché non è come dici tu. Se hai sempre pensato di vedere il vigilino come l'omino delle multe non conosci la normativa. La polizia locale ha anche compiti di polizia giudiziaria e pubblica sicurezza nel territorio di competenza. Competenze che non si esercitano con il blocchetto delle molte ma con strumenti di difesa e di intervento quali sono le armi. Ti ripeto. Io lavoro nell'ufficio amministrazione della polizia locale di un paese del milanese. Ti assicuro che nessuno a sinistra e a destra pensa di togliere l'arma ai "vigili"...
Sicurezza in città: maggiore presenza della Polizia Locale - 25 Luglio 2017 - 19:26
Re: Sicurezza dalla Polizia Locale?
Ciao Carlo Farina ottima considerazione. Si. Lavorando a stretto contatto con loro e in pratica occupandomi della parte amministrativa vi sono esercitazioni ai poligoni dei Tiro a segno nazionali del Coni. Quindi sono addestrati. Ovvero l'arma conoscendola bene la usano solo quando la legge lo prevede. Io che faccio tiro sportivo ti assicuro che chi usa le armi è sottoposto ad ogni tipo di regola e addestramento. La polizia locale come ricordi bene tu ha compiti di polizia giudiziaria e di ps. E dunque deve avere i mezzi per poter svolgere tale compito. L'arma dovrebbe essere un obbligo. E prima o poi anche a Verbania si farà questo passo. Garantito.
Soccorso Nautico: VVF VCO soddisfatti dopo incontro - 18 Luglio 2017 - 12:41
Re: chiarimento
Carissimo Furlan, visto che continui la polemica scrivendo cose totalmente inesatte, t'invito in caserma vvf per fare quattro chiacchere col sottoscritto, in modo tale da poterti ragguagliare, in primis, sui nostri compiti istituzionali che in breve sono volti alla salvaguardia della vita a 360 gradi. Ti rifaccio presente che nelle acque interne il soccorso spetta ai vvf, come il coordinamento se non presente la guardia costiera..l'assistente bagnanti è altra cosa!! PRIMA DI SCRIVERE O CHIACCHIERARE, OCCORRE STUDIARE LE LEGGI DELLO STATO. Saluti
Soccorso Nautico: VVF VCO soddisfatti dopo incontro - 18 Luglio 2017 - 09:06
chiarimento
Provo, anche se sarà difficile, mettere un pochino d'ordine a quanto scritto: Signor Alberto Antoniazzi, che io sia ancora attivo sul territorio e con quale associazione, penso che in questo caso sia un dato di poco conto; però, per darle serenità, le dico che sono sempre con la medesima bandiera da oltre trent'anni. I brevetti che ha al suo interno personale del Corpo Nazionale Vigili del Fuoco li conosco molto bene, così come conosco molto bene anche le didattiche legate agli stessi, come vede di passaggi ne ho persi ben pochi; così come il fatto che "i VVF rivendichino una imbarcazione ANTINCENDIO visto che è il Vostro compito istituzionale", penso che nessuno abbia da obiettare alcun che. Vede, c'è però un qualcosa che stona e mi fa sobbalzare quando sento parlare di soccorso in acqua, e sa perchè?, perchè spesso mi sono trovato, come tecnico nazionale del salvamento, a proporre ed offrire ai Comuni rivieraschi servizi di sorveglianza balneare sulle spiagge dei loro territori con Assistenti Bagnanti brevettati e, per tutta risposta, mi veniva e mi viene ancora risposto: "ABBIAMO SIGLATO UN ACCORDO ONEROSO CON I VVF E/O CON GLI OPSA DELLA CROCE ROSSA PER COPRIRCI IL SERVIZIO QUINDI PER QUEST'ANNO SIAMO A POSTO COSI'". A di là che è una cosa non fattibile perchè è contro la legge, però questo da l'idea di come vengono fatte le cose. Le chiedo, le sembra logico tutto questo?, visto gli Assistenti di cui sto parlando sono gli unici legittimati a svolgere questo delicato compito sulle spiagge, oltre al fatto che spendono dei denari propri per conseguire il brevetto, per poi poter portare a casa un misero stipendio di circa €. 1.000 mensili per circa tre mesi, non pensa sia un diritto anche per loro avere un lavoro?, a già, loro non hanno i sindacati!! Come detto nel mio precedente commento: "che per svolgere questo specifico lavoro sulle spiagge è necessario avere il brevetto di salvataggio rilasciato: dalla F.I.N., dalla S.N.S. o dalla F.I.S.A.", le chiedo di spiegarmi perchè due entità (VVF e OPSA), propongono ai Comuni servizi, che di fatto non possono essere sostitutivi al lavoro dell'Assistente Bagnanti, andando però a penalizzare il lavoro stesso dell'Assistente Bagnanti; ad essere s.....i basterebbe fare un'interrogazione al Ministero competente (come già fatto per gli OPSA), in modo tale da rimettere ognuno nei propri ranghi e al proprio posto. Le do solo un dato: in Italia gli Assistenti Bagnanti F.I.N. sono oltre 80.000, pensa che una interrogazione non abbia il suo peso? Signor Ivan D'alì, sul fatto che sul lago maggiore i VVF sono l'unico corpo statale con al suo interno la figura del soccorritore acquatico, non penso che nessuno lo possa negare; rispolverando però un bricciolo d'intelligenza che mi è rimasta, andrebbe ben chiarito cosa significhi "soccorritore acquatico", quel che è certo non può essere un Assistente Bagnanti di spiaggia. Concludo ragguagliandola sui compiti istituzionali degli altri enti statali presenti sul verbano (polizia, carabinieri, gdf, ecc.), certo che hanno altri compiti, sono agenti e ufficiali di polizia giudiziaria, ma si informi bene sui compiti delle loro squadriglie navali, di certo i loro pattugliamenti non sono mirati esclusivamente alla sorveglianza balneare, ma sono dei veri e propri organi di soccorso e salvataggio, chieda ad esempio alla Polizia Nautica e alla Guardia di Finanza di Cannobio quanti salvataggi hanno fatto, sia di giorno che di notte, e al 118 quanti interventi di soccorso. Infine le do solo un piccolo consiglio, abbia più rispetto per i volontari, perchè sono dei professionisti del soccorso, che lavorano a gratis per il popolo e pagano lo stipendio a persone come lei. Comunque, per non continuare nella polemica, ognuno si tenga le proprie convinzioni. BUONA SALUTE.
Soccorso Nautico: VVF VCO soddisfatti dopo incontro - 17 Luglio 2017 - 20:34
Re: soccorso vvf
Ciao Alberto Furlan, come stai? Ho letto il tuo commento sulle rivendicazioni di noi vvf rimanendo basito, ti reputo una persona troppo intelligente per aver scritto tale inesattezze. Provo a chiarirti le idee: I vvf hanno il coordinamento del soccorso in tutte le acque interne tranne quando è presente la guardia costiera e comunque in seguito a convenzioni in essere tra i due corpi, la guardia costiera si avvale delle figure specializzate/qualificate dei vvf; Tieni presente che sul lago maggiore l'unico corpo statale con al suo interno la figura del soccorritore acquatico sono i vvf. Gli altri enti statali presenti sul verbano (polizia, carabinieri, gdf, ecc.) hanno altri compiti, ben diversi dal soccorso e comunque in caso di bisogno, ovviamente, intervengono. Non cito qualsiasi forma di volontariato in quanto non si possono mettere al livello di persone che fanno soccorso per professione. Per quanto riguarda i brevetti, il Ministero dell'Interno riconosce il brevetti FIN per accedere alla SELEZIONE per partecipare al corso di soccorritore acquatico, ma ti garantisco che il corso di salvamento vvf è molto più intenso, duro e completo fi quello FIN. CIAO
Soccorso Nautico: VVF VCO chiedono attenzione - 11 Luglio 2017 - 11:52
paolino
Caro Paolino, per non entrare sempre nella polemica mi sono astenuto da fare ulteriori commenti un po più forti e pesanti, che per qualcuno potrebbero diventare indigesti. Detto questo, desidero solo aggiungere al comunicato dei sindacati dei VVF; quando alla fine degli anni 80 ho fondato la prima organizzazione ufficiale di soccorso in acqua formata da soli volontari, unica su tutto il Lago Maggiore (sia parte piemontese che parte lombarda), questa era in grado di effettuare operazioni di salvataggio h24, con qualunque tipologia di tempo e utilizzando imbarcazioni donateci solo da privati (tanto per far capire, dal maggio del 1987 al dicembre 1999, la realtà di cui parlo ha tratto in salvo e ha soccorso oltre 900 persone); mi chiedo, dov'erano quei VVF che tanto invocano una legge fascista per il coordinamento e la competenza del Soccorso nelle acque interne come fiumi, laghi e bacini artificiali? Solo qualche volta, di notte, mi era capitato di trovarli sul lago a cercare qualcuno che era dato per disperso, a bordo di un barchino rosso chiamato manta, senza luci e tutti rigorosamente vestiti con gli stessi abiti e stivali con i quali andavano a spegnere gli incendi, e per giunta, quando ci incrociavano, si incavolavano ancora per la paga con noi perchè dicevano che non eravamo titolati a fare quello che stavamo facendo, perchè loro erano lo Stato; ah, nonostante fossero tutti stipendiati statali, nessuno di loro aveva brevetto di salvataggio. D'altronde, visto chi li dirigeva e li dirige non è ci si può aspettare risposte e atteggiamenti diversi. Con questo, voglio chiarire di non aver nulla contro il Corpo dei Vigile del Fuoco anzi, grande apprezzamento per come svolgono il loro lavoro; solo che dovrebbero pensare più a curare i loro principali compiti istituzionali: incendi, catastrofi e quant'altro faccia parte della grande emergenza, dove sono pagati per svolgerli, non andare a creare dello scompiglio e malcontenti in altri campi (come ad esempio il soccorso alpino e il "soccorso in acqua"), dove la loro presenza, a volte, è solo un semplice apparire.
PsicoNews: ADHD in età adulta - 5 Luglio 2017 - 10:26
Bei disturbi
“La percentuale di persistenza del disturbo, superati i 18 anni d’età, oscilla intorno al 60%” Quindi vista la percentuale è la normalità, non si tratta di un “disturbo”, si direbbe che la maggior parte delle persone stia reagendo al sistema delirante imperante, c’è da auspicare che tale normalità si propaghi anche nella minoranza. “…..con una accentuazione nelle difficoltà di attenzione che portano a: non rispettare le scadenze, difficoltà nella gestione e organizzazione di appuntamenti, difficoltà nello svolgere più compiti ecc., l’adulto tende ad annoiarsi, e a manifestarlo. Nel corso di test neuropsicologici, gli adulti affetti da DDAI spesso presentano difficoltà nell’impegnarsi in modo costante, di pianificazione, organizzazione, monitoraggio visivo e di ascolto attento….” Ma perbacco, questi soldatini non vogliono più rispettare appuntamenti scadenze compiti impegni pianificazioni organizzazioni, come osano! E’ dunque: “necessario invece rivolgersi a medici specializzati,…è quindi necessario un intervento specialistico per attuare la diagnosi più corretta (anche differenziale) e indicare i percorsi di cura più adeguati. …inoltre, solo recentemente sono stati sviluppati strumenti diagnostici e linee guida per gli adulti.” Voi pissicologhe – mi capita ogni tanto di leggere anche le altre fanciulle il cui articolo viene pubblicato mi pare la domenica - non desiderate analizzare le cause ma volete “attuare diagnosi” e “indicare percorsi di cura” con “linee guida”, si da per scontato che questo 60% di persone abbia in sé l’origine del nuovo “disturbo” dato da “patrimonio genetico e esperienze di vita”; la ragione è semplice, arrancando come buona parte dei compatrioti, dovete aprirvi strade per applicare la vostra professione per cui seguite la strada meno complicata facendo per così dire pressione sulle persone potenziali pazienti ed evitando di analizzare più in profondità: spesso avete a che fare con istituzioni pubbliche ed è prudente non uscire da percorsi sclerotizzati. C’è però anche una seconda ragione che da ignorante che ha seguito gli studi solo fino a 14 anni mi stupisce ma nemmeno troppo: il pensiero personale pare non sia contemplato nelle scuole, vengono somministrate quintalate di nozioni e mire prestabilite, da lì la maggior parte di quelli che furono studenti ed ora posseggono un titolo pare non siano in grado di uscire, una sorta di lobotomia indotta e accettata. Magari dopo ciò che ho detto più sopra potrò sorprendere, pure io credo che la maggior parte degli esseri umani sia malata, ma in modo che probabilmente non verrebbe capito anche se lo spiegassi, per cui glisso, aggiungo solo che se la percentuale riportata ha un qualche fondamento, io contrariamente alla dottoressa me ne rallegro.
Province: settimana di mobilitazione per difendere servizi e sicurezza - 27 Marzo 2017 - 16:54
La colpa questa sconosciuta
Apprendiamo che il 7 marzo 2017, il dottor Stefano Costa, presidente della provincia del VCO, ha presentato, presso la Procura della Repubblica di Verbania, la Prefettura del VCO e la Sezione Regionale della Corte dei Conti del Piemonte, un esposto cautelativo affinché vengano valutate eventuali condotte omissive e/o commissive. Nel documento, il Presidente Costa elenca, tra le premesse, tutti i compiti della provincia, tra i quali cita espressamente la costruzione, gestione e manutenzione della rete stradale provinciale; la costruzione, gestione e manutenzione degli edifici per l’edilizia scolastica per le scuole secondarie superiori e la tutela e valorizzazione dell’ambiente. Il Costa elenca una serie di motivazioni economiche che porteranno ad uno squilibrio valutato in oltre 10 milioni e mezzo di euro che determinerà la “concreta impossibilità di erogare servizi fondamentali per la collettività, legati alle funzioni individuate dalla Legge n. 56/14 per le Province, con il rischio concreto ed attuale di interruzione dell’erogazione di pubblici servizi”. Nell’esposto è chiarissimo il riferimento ai provvedimenti legati alla spending rewiew (D.L 66/14 e 92/12) e agli obblighi di riversamento allo Stato dei tributi propri previsti Legge 190/14 (legge di stabilità): in pratica la causa del dissesto è imputabile per la maggior parte (9.5 mil € su 10.5 mil €) a quanto la provincia deve riversare allo stato centrale. È un atto d’accusa di straordinaria intensità quello che il Presidente Costa mette nero su bianco in questo documento, ma una domanda sorge spontanea: chi ha creato le condizioni perché questo avvenga? Quale governo ha promulgato le leggi che mettono a rischio i servizi elencati in precedenza? IL D.L. 92/12 è stato promulgato dal governo Monti (sostenuto principalmente da Forza Italia e PD) mentre tutte le altre leggi sono figlie del governo Renzi (sostenuto principalmente dal PD): prendiamo quindi atto del fatto che il presidente Costa, del PD, dichiari di non poter svolgere le proprie funzioni a causa di leggi promulgate in larga parte dal PD. Ci piacerebbe inoltre sapere cosa ne pensa il Deputato PD Enrico Borghi, da sempre molto vicino al Presidente Costa, che ha votato convintamente, viste le sue molte dichiarazioni in merito, la Riforma Delrio del 201 che verteva proprio sulla riforma delle Province. Noi esprimiamo tutta la nostra preoccupazione per il rischio concreto che non vengano erogati servizi fondamentali ai cittadini e, nel contempo, denunciamo con forza le contraddizioni del PD che, al governo centrale, emana leggi finalizzate a tappare buchi mettendo a rischio i servizi dei cittadini e, a livello locale, esprime rappresentanti che ne denunciano le gesta. Questo Paese non si può più permette un classe politica come questa! Monica Corsini Portavoce M5S al Consiglio comunale di Domodossola Milena Ragazzini Portavoce M5S al Consiglio comunale di Domodossola Roberto Campana Portavoce M5S al Consiglio comunale di Verbania Davide Crippa - Cinque Stelle Portavoce M5S alla Camera dei Deputati"
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti