Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco

contrattuale

Inserisci quello che vuoi cercare
contrattuale - nei post
LegalNews: Pizzeria in condominio e limitazioni contenute nel regolamento contrattuale - 14 Novembre 2016 - 08:00
La Corte di Cassazione con la recente sentenza n. 21307 del 20.10.2016 ha esaminato la questione della interpretazione del regolamento condominiale e delle limitazioni da esso dettate, in particolare con riferimento all’apertura di un’attività di ristorazione nello stabile.
Sanità: gli aumenti ai Direttori agitano i sindacati - 21 Ottobre 2016 - 09:17
Riportiamo il comunicato di FP CGIL, CISL FP e UIL FPL, riguardante la sanità del Piemonte in cui si dicono pronti a presentare una piattaforma al presidente Chiamparino, e quello di NURSIND che annuncia iniziative se la delibera non sarà ritirata.
LegalNews: Compravendita immobiliare: la prova del dolo e la non veridicità della quietanza - 17 Ottobre 2016 - 08:00
La Suprema Corte con la recente sentenza n. 17573 del 05.09.2016 ha trattato il tema della prova del dolo e della mancanza di veridicità di una quietanza contenuta in un atto notarile di compravendita immobiliare.
LegalNews: Vessatorietà delle clausole di una locazione commerciale in cui il locatore è privato - 26 Settembre 2016 - 08:00
La Corte di Cassazione, con la sentenza n. 16889/2016, ha preso in esame il tema della valutazione della eventuale vessatorietà delle clausole contenute in un contratto di locazione commerciale stipulato tra un locatore persona fisica ed un conduttore titolare di ditta individuale.
LegalNews: Assicurazione furto auto: indennizzo negato per mancata consegna delle chiavi di scorta - 29 Agosto 2016 - 08:00
La Corte di Cassazione, con la sentenza n. 14422/2016, ha esaminato il tema della validità delle clausole, contenute in contratti di assicurazione del furto di veicoli, che subordinano l’erogazione dell’indennizzo alla consegna di tutte le chiavi di accensione del veicolo.
Interpellanza su piscine di Suna - 14 Agosto 2016 - 11:27
Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato e il testo dell'Interpellanza presentata dal consigliere comunale Stefania Minore, Lega Nord, riguardante il futuro delle piscine di Suna.
LegalNews: Clausole c.d. vessatorie e sottoscrizione in blocco - 18 Luglio 2016 - 08:00
L’orientamento della Corte di Cassazione, da ultimo con la sentenza n. 24193/2014, è pacifico in merito alla sottoscrizione in blocco delle condizioni generali di contratto e, in particolare, delle clausole c.d. vessatorie.
LegalNews: Le Sezioni Unite sulla clausola claims made - 11 Luglio 2016 - 08:00
Le Sezioni Unite della Suprema Corte con la fondamentale sentenza n. 9140/2016 sono intervenute sul fondamentale tema della validità della clausola claims made, contenuta in moltissimi contratti di assicurazione della responsabilità civile e in particolare nelle assicurazioni professionali.
Il Nuovo Codice degli Appalti pubblici - 9 Maggio 2016 - 07:01
Il Nuovo Codice degli Appalti pubblici: il sistema delle gare a un punto di svolta nel settore, mercoledì 11 maggio 2016 Federazione Anie Viale Lancetti, 43 - Milano 14:30 - 17:30. Parteciperà come invitato anche il gestore del servizio idrico integrato di Verbania, Acqua Novara VCO.
Verbania documenti: "Il Cotonificio Verbanese" - 28 Marzo 2016 - 12:09
Riceviamo e pubblichiamo, un contributo di Verbania documenti per il progetto de "La Città operaia", il sesto capitolo dell'individuazione delle eccellenze dal rione San Bernardino, "Il Cotonificio Verbanese".
LegalNews: Durata del contratto d’opera professionale e recesso - 28 Marzo 2016 - 08:00
La Cassazione con la sentenza n. 469/2016 ha affrontato un tema di assoluta rilevanza per i professionisti, ossia quello della derogabilità della previsione della libera recedibilità del contratto d’opera professionale mediante la previsione di un termine di durata nel contratto.
LegalNews: Contratto di assicurazione e clausole di dubbia interpretazione - 22 Febbraio 2016 - 08:00
La Suprema Corte con la recente sentenza n. 668/2016 ha esaminato il tema della interpretazione delle clausole del contratto di assicurazione formulate ambiguamente.
COUB su incontro con CONSER - 27 Gennaio 2016 - 21:52
Riceviamo e pubblichiamo un comunicato stampa da parte del Consorzio Obbligatorio di Bacino Unico del V.C.O sugli attuali disservizi
Gentina: "Conser sale sull'Aventino" - 22 Dicembre 2015 - 19:28
Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato di Roberto Gentina, presidente del Coub, riguardante il mancato incontro con i dirigenti di Conser VCO, proprio nella giornata in cui giunge notizia che Il Tribunale ha sospeso l'esecutorietà del decreto ingiuntivo relativo al pagamento del 20% che il Comune aveva trattenuto dalla fattura di ConSer Vco, che fa dichiarare al sindaco Marchionini sui media locali "quindi la decisione presa è ritenuta giusta".
LegalNews: Responsabilità contrattuale e prova del danno - 21 Dicembre 2015 - 08:00
La Suprema Corte con la recente sentenza del 03 dicembre 2015 n. 24632 è tornata a ribadire la necessità per chi agisce in giudizio, anche nel caso in cui venga invocata la responsabilità contrattuale del debitore, di fornire la prova del danno subito.
contrattuale - nei commenti
Minore: troppe multe - 15 Novembre 2016 - 19:10
Re: zero per cento
Non è pacifico un bel nulla e anzi una sentenza della Cassazione di quest'anno ha affermando che la permanenza oltre il tempo pagato integra un illecito amministrativo non rientrando nel puro inadempimento contrattuale. Non facciamo gli azzeccagarbugli. Mi sembra pacifico pagare se si è beccati oltre al tempo consentito. Magari dovreste protestare eventualmente per le troppo strisce blu, per il costo alto ecc ecc. e non perché si viene beccati... siamo seri!
Che "Rattoppi"? - 16 Maggio 2016 - 13:47
x livio
Ciao Livio ,a proposito di brutture , hai visto la disennata potatura dei platani al porto ? Questa foto è del 27.aprile ,poi hanno completato lo scempio potando anche le 5 rimaste con la chioma verde. Ora non fanno più ombra a nessuno . Chi controlla ? Rovinano il verde e sono anche pagati per farlo ( in questo caso non applicano una riduzione contrattuale) . La città giardino è diventata terra bruciata. Stesso trattamento anche per i platani che ombreggiavano tutto il percorso pedonale dalla canottieri Pallanza alla polisportiva Suna . Pazzesco!!!
Guano sul marciapiede della scuola - 18 Gennaio 2016 - 14:35
una domanda?
Io mi farei e vi farei una domanda.... Posto che l'Amminstrazione Comunale di Verbania ha tentato di applicare una clausola contrattuale nei confronti di chi dovrebbe provvedere alla pulizia della città, e tutti si sono prodigati nel dire.... no così non si fa!!! Voi cosa avreste proposto? Deve pulire il bidello nelle adiacenze dell'ingresso di una scuola? Dobbiamo aspettare la pioggia facendo magari una danza propiziatrice? Mi piacerebbe che chi critica presentasse anche le soluzioni che lui riterrebbe più appropriate.... Grazie. Così potremmo valutare i consiglieri che hanno presentato l'interpellanza per un futuro, prossimo voto.
La posizione di Insubrika Nuoto sulla revoca della gestione delle piscine comunali - 24 Novembre 2015 - 07:38
Piscine Comunali
Mi meraviglio che in Italia ci si stupisca ancora di queste cose (parlo in generale); a differenza di tutto il resto del mondo, qui da noi (parlo come nazione), quando si usa la parola gestione è automatico identificarla con la parola democrazia (che è molto diverso dal vero significato), tutti pensano di poter fare il comodo proprio per l'interesse delle proprie tasche. Non conosco la realtà di questa Società, ma se anche solo una parte di quello che il Comune gli contesta corrispondesse al vero, c'è veramente da rabbrividire e indignarsi. Le piscine sono degli impianti molto delicati, dove la pulizia l'igiene e la sicurezza (in particolare dell'acqua), deve essere una priorità inderogabile, lo stesso dicasi anche per le manutenzioni ordinarie e straordinarie, perchè se non vengono eseguite con particolare cura e continuità vanno inevitabilmente a compromettere le sacrosante ragioni sopra dette, il tutto a discapito dell'utenza. Quindi, ribadisco, se non si rispettano le regole fondamentali è giusto andare a casa e, se il caso, pagare anche delle penali per inadempienza contrattuale.
Minore sul Verbania Calcio - 29 Giugno 2015 - 19:37
DUE PESI DUE MISURE
CARA CONSIGLIERA MINORE, AVREBBE DOVUTO DARE UN TITOLO AL SUO COMUNICATO STAMPA " DUE PESI DUE MISURE"......TANTI NON HANNO COLTO IL SUO MODO DI ESSERE..... PROVOCATORIA E POLEMICA NEI CONFRONTI DI CHI.....A DIR SUO.....PREMIA GLI INADEMPIENTI....A DISCAPITO DI CHI......CARTA CANTA.....HA ADEMPIUTO AL DETTATO contrattuale...SEMPRE A DIR SUO! SOLLEVA SEMPRE...... UN GRANDE POLVERONE!MMMMMM.......
Elezioni di Quartiere: ecco gli eletti - 16 Giugno 2015 - 22:18
Gli staterelli negli staterelli negli staterelli..
Infatti, Maurilio, infatti. Personalmente non ho mai voluto partecipare neppure ad una sola riunione di quartiere, perchè mi ricorda molto lo staterello nello starerllo nello staterello, cioè lo staterello al cubo, cosa veramente inutile. Credo che chi si propone, lo faccia in molti casi per protagonismo, per avere un titolo onorifico ( presidente ) ed umanamente gratificante, ma sostanzialmente inutile, perchè quello che fanno i comitati di quartiere ( drammatico sostantivo che ricorda la rivoluzione francese...... ), lo dovrebbero fare le istituzioni. In ogni caso se esercitano cose, queste cose dovrebbe farle il comune e non loro, che non hanno alcun obbligo o legame contrattuale.
Dipendenti Conservco in stato di agitazione - 8 Maggio 2015 - 19:20
Genesi
Bravo André. E' dal 1993 che sostanzialmente le paghe sono non crescono. Sono previsti, molto spesso bloccati per tanti anni, degli ADEGUAMENTI legati all'aumento del costo della vita ma sapete come funzionano in tanti contratti? Il costo della vita è magari del 2% e quindi si stabilisce un aumento contrattuale dell'1,5% ma di questi magari l'1% va in busta paga ma il restante 0,5% nella contrattazione di secondo livello e vengono chiamati in vario modo: premi, fondo tal de tali ecc. Sono quindi legati a un risultato, obiettivo o situazione ma è bene ricordarsi la GENESI di tanti di questi premi che è quella di essere una parte dell'adeguamento monetario del salario. Spesso è così soprattutto nel settore dei servizi o a quelli legati al pubblico.
Minore e Immovilli: "Rifiuti, tariffe e lavoratori" - 7 Maggio 2015 - 10:18
Reddito di cittadinanza e non ci pensi più !
Le imprese smetteranno di fare il bello e il cattivo tempo solo quando i cittadini lavoratori non saranno più al guinzaglio degli imprenditori e cioè quando saranno liberi, avendo le spalle coperte da un reddito alternativo, di abbandonare l'impresa al suo destino stracciando essi stessi il contratto e andandosene sbattendo la porta. Un lavoratore, in presenza di un reddito di cittadinanza, acquista una forza contrattuale inedita in Italia ma esistente in tutta Europa tranne che, guarda un po', solo in Grecia ed in Italia. In presenza di un "Reddito di cittadinanza" gli imprenditori sono costretti a garantire un minimo salariale altrimenti non troveranno mai collaboratori disposti a lavorare per loro ! Meditate gente, meditate. http://www.beppegrillo.it/la_cosa/2015/05/07/come-funziona-il-reddito-di-cittadinanza-nei-paesi-ue
ConSer VCO: rifiuti nessun disservizio - 5 Maggio 2015 - 11:30
I nodi vengono al pettine
Quando il PD, per bocca del suo portavoce, millanta di aver abbassato le tasse sui rifiuti, omette di specificare che ha contrattato un servizio con meno passaggi di raccolta. Meno servizi, meno costi, più sporcizia. Poi l'ormai senza vergogna Brezza dice di essere orgoglioso del grande lavoro svolto. Alla fine la gente se la prende con il Conser. VCO ma non è al corrente di quanto poi viene concordato a livello contrattuale. Alla fine, comunque la si rigiri, ci rimettiamo noi. Sarebbe bello che gli smemorati elettori, alla prossima occasione, si ricordassero delle chiacchiere elettorali e dei risultati concreti prima di rivoltare sempre le stesse facce.
Immovilli su Con.Ser.Vco - 3 Aprile 2015 - 09:18
@ Tedesco
La informo che ritengo calunniosa la sua frase: "Lei qui parla di collusione tra rappresentanti delle RSU che fanno le trattative" . Pertanto è invitato a moderare il tenore delle risposte. In ogni caso, vista la passione con cui è intervenuto, cercherò di farle capire meglio i motivi per cui, in presenza di un Reddito di Cittadinanza, l'istituzione sindacale è destinata ad estinguersi. L'azione sindacale, come ho già scritto nel commento da lei falsamente interpretato, "non fa altro che demoltiplicare la forza dei dipendenti selezionando esclusivamente le richieste maggiormente condivise". Il sindacato quindi è rappresentativo di una moltitudine di persone e, affinché le trattative con i datori di lavoro vadano a buon fine, devono necessariamente scremare le richieste a ciò che è maggiormente condivisibile. Se quindi è chiaro che questa la logica dell'istituzione sindacale, si capisce facilmente il perché, in presenza di un Reddito di Cittadinanza, perderebbe completamente di significato. Ogni singolo collaboratore, non più impaurito dall'improvvisa perdita del reddito, avrebbe la forza contrattuale per dialogare in prima persona con il datore di lavoro, senza mediazioni e senza "giochi al ribasso", potrebbe pretendere che le proprie esigenze vengano soddisfatte e, in caso contrario, sciogliere il contratto e lasciare l'Azienda al suo destino. Qui mi ricollego alla sua domanda: "e lei pensa che un lavoratore che prende 1.200/1300 euro al mese non è ricattabile perché poi avrebbe un reddito di cittadinanza di 600 €?" A questa domanda le rispondo che dovrebbe solo informarsi meglio perché il Reddito di Cittadinanza prevede che": - una famiglia composta da 2 genitori che hanno perso il lavoro e che non percepiscono alcun ammortizzatore sociale, con 2 minori di 14 anni a carico avrebbero diritto, non solo a percepire un reddito totale di euro 1.638 euro netti al mese ma, anche ad essere accompagnati dallo Stato per essere reinseriti nel mondo del lavoro dandogli così la possibilità di riprendere la propria vita in mano; - una ragazza madre, con un figlio minore di 14 anni a carico, che non percepisce alcun reddito, avrebbe diritto a percepire un massimo di 1.014 euro netti al mese nonché ad essere accompagnata dallo Stato per essere reinserita nel mondo del lavoro; - una famiglia composta da due genitori, di cui uno con lavoro part time a 500 euro al mese e l'altro disoccupato, con 3 figli di cui uno minore di 14 anni, avrebbero diritto a percepire un massimo di 1.684 euro netti al mese. Il genitore disoccupato avrebbe diritto, inoltre, a ricevere l'aiuto per l'inserimento lavorativo, ed i 2 figli maggiorenni potrebbero portare avanti i propri studi avendo diritto a percepire la propria quota sul reddito; - un single che perde improvvisamente il lavoro piuttosto che ritrovarsi nella più totale disperazione avrebbe diritto a percepire 780 euro netti al mese finché non trova un altro lavoro. Tutto ciò che ho scritto è facilmente verificabile visionando il Disegno di Legge nr.1148 del Senato - XVII legislatura: http://www.beppegrillo.it/movimento/parlamento/PROPOSTA%20LEGGE%20REDDITO%20DI%20CITTADINANZA.pdf Buona lettura.
Immovilli su Con.Ser.Vco - 2 Aprile 2015 - 12:22
@ Aurelio Tedesco e le querele.
Dovrebbe leggere con maggiore attenzione, soffermandosi soprattutto sulla frase "Usano i sindacati per ridurre al minimo la distribuzione della ricchezza aziendale lasciando credere però di aver ceduto, quel poco che hanno ceduto, per volontà dei collaboratori" e dovrebbe interpretarla per quel che c'è scritto ! Il soggetto sottinteso di questa frase è "i datori di lavoro" e non certo i "rappresentanti sindacali" come lei ha erroneamente interpretato. In ogni caso ammetta che la forza contrattuale del singolo collaboratore, non più ricattabile in quanto sostenuto da un Reddito di Cittadinanza, sarebbe tale da rendere inutile la mediazione di altri organi quali sono appunto i sindacati.
Immovilli su Con.Ser.Vco - 2 Aprile 2015 - 09:58
Riciclaggio, una miniera d'oro.
Ribadisco che la decisione dell'Azienda di voler pesare 860 mila euro in meno sulla comunità è una buona scelta. Naturalmente non sono condivisibili tutti i discorsi campanilistici che tendono a mantenere i privilegi di alcuni [270 mila euro da dividersi tra i dipendenti ConSerVco] a discapito di altri [cittadini che quei 270 mila euro li devono pagare attraverso le tasse]. Attraverso le battaglie sindacali non si vince mai, si gioca al ribasso fino ad accontentarsi delle briciole. Sono sempre battaglie organizzate a tavolino, spesso dalle stesse Aziende quando prevedono di doversi trovare costrette ad aumentare il "dividendo" con i dipendenti. Usano i sindacati per ridurre al minimo la distribuzione della ricchezza aziendale lasciando credere però di aver ceduto, quel poco che hanno ceduto, per volontà dei collaboratori. I sindacati dovrebbero essere eliminati, tutti, essi si interpongono tra datore di lavoro e dipendenti ma queste due entità devono concorrere allo sviluppo armonioso dell'Azienda, non possono essere nemici, viaggiano sulla stessa barca e nessuno tra loro vorrebbe farla affondare ! Ma allora come si fa quando il datore di lavoro è uno sfruttatore ? L'unica risposta è: "non lavorare per lui." Ecco perché la politica deve entrare nel merito della vita di tutti i giorni, ecco dove si collega l'urgenza di istituire il Reddito di Cittadinanza. In questo caso specifico, se fosse stato già garantito un reddito minimo [che poi così minimo non è] anche i dipendenti della ConSerVco potrebbero decidere, ognuno per se, senza affidarsi a nessun sindacato, se restare alle nuove regole o abbandonare l'Azienda a se stessa. Il ricatto aziendale cadrebbe e la forza del dipendente sarebbe interamente nelle sue mani. Con la copertura data dal Reddito di Cittadinanza la sua forza contrattuale gli sarebbe riconosciuta ogni giorno all'interno dell'Azienda, cosa che invece allo stato attuale non avviene proprio a causa della presenza di un sindacato accentratore che, alla fine, non fa altro che demoltiplicare la forza dei dipendenti selezionando esclusivamente le richieste maggiormente condivise mentre per ogni collaboratore la propria pretesa è la più importante e dev'essere accolta perché lavorare dev'essere fonte di soddisfazione e non motivo di infelicità. Se tutto questo fosse stato già legge, e ci siamo andati molto vicini, e davvero la ConSerVco avesse voluto ugualmente peggiorare il reddito dei propri collaboratori portandolo al di sotto del reddito minimo garantito, anche in assenza di azioni sindacali, sarebbe stata destinata a restare senza collaboratori e chiudere lasciando spazio ad altre aziende, magari più efficienti sul piano del recupero delle materie prime, migliorando la vita di tutti. Signori, dovete convincervi che le giovani generazioni, che oggi sono state distrutte dal vostro modo di vivere la politica, sono destinate a prendere il vostro posto. Applicheremo la nostra visione di politica, non clientelare ma completamente al servizio di tutti cittadini, e porteremo l'Italia verso l'unica via d'uscita dal baratro in cui, con i vostri impauriti voti, ci avete portato.
M5S sulla Beata Giovannina - 17 Settembre 2014 - 11:19
x Mino
Offese/insinuazioni/.....pretesto.....cattiva luce.....onesti cittadini e amministratori? Non sono offese ne insinuazioni.....ci sono le carte,a quanto pare, che possono dimostrare che non si tratta solamente di insinuazioni. Ergo anche ....pretesto...e cattiva luce.....decadono. Riguardo agli onesti cittadini nulla dadire, ci mancherebbe....ma sui bravi amministratori, a questione punto avrei qualche dubbio. Resto nel dubbio sul suo ruolo. Ora che si sa anche la cifra definitiva ( 365Mila) mi incuriosisce sempre più la sua ostinata difesa di questo incauto investimento di denaro pubblico (pure suo) che avrà, a questo punto, un rientro economico dopo circa 73 anni (allo stato contrattuale attuale). Non serve essere ne amici ne compagni per rendersi conto che qui si è fatta pipì fuori dal vaso. Maah....la gente è proprio strana....
Mi ammalo mi licenziano - 5 Febbraio 2014 - 18:15
E' giusto
Rientra tutto nella fattispecie contrattuale di un rapporto di breve termine ed è quindi giusto configurare un periodo massimo di malattia di 30 giorni. Per quanto riguarda il comportamento del medico dell'Asl, non entro negli aspetti puramente medici della previsione dei termini di guarigione, ma se ha fatto un errore è stato causato da ignoranza in materia di normativa sul lavoro.
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti