Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco

contributi

Inserisci quello che vuoi cercare
contributi - nei post
5^ edizione de "La Pica da Legn" - 21 Maggio 2018 - 15:03
Concorso che vuole premiare le migliori immagini, le storie, i racconti dei protagonisti della montagna, nonché di ogni ambito dell'ambiente montano.
M5S su Commissione di inchiesta per il CEM - 16 Maggio 2018 - 13:01
Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato del MoVimento 5 Stelle Verbania riguardante l'istituzione di una Commissione di inchiesta per CEM.
Chifu e Immovilli su opere e normative - 11 Maggio 2018 - 22:56
Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato dei Consiglieri Comunali Adrian Chifu e Michael Immovilli, riguardante le opere realizzate dall'Amministrazione e il rispetto delle regole.
Presentazione Verbanus 38 - 11 Maggio 2018 - 17:04
Sabato 12 maggio alle ore 17.00 presso la Libreria Spalavera (Via Ruga 16 - Pallanza). si svolgerà la presentazione di Verbanus 38, rivista di storia locale dedicata al Lago Maggiore.
Minore su Palio Remiero - 2 Maggio 2018 - 16:07
Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato del Consigliere comunale, Stefania Minore, riguardante la vicenda Palio Remiero.
Comitato SI fusione Cossogno Verbania: rinunciare a 30mln di €? - 1 Maggio 2018 - 09:33
Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato del Comitato per il Sì - Fusione Cossogno-Verbania, che torna sull'argomento referendum.
Forza Italia candida Albertella alle Comunali - 25 Aprile 2018 - 11:04
Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato del Coordinamento cittadino verbanese di Forza Italia, che annuncia la scelta dell’Arch. Giandomenico Albertella come candidato sindaco alle Comunali di Verbania 2019.
L'Associazione Kenzio Bellotti dona 17mila€ - 22 Aprile 2018 - 18:06
L'Associazione Kenzio Bellotti ancora protagonista nella solidarietà. Con la vendita ad offerta della uova di Pasqua 2018, insieme ad alcuni contributi extra, ha donato 17mila€ a più persone e realtà sociali.
Paffoni ultima sfida per vincere la regular season - 21 Aprile 2018 - 19:31
Domani Domenica 22 Aprile alle 18 al PalaBattisti si chiude la stagione regolare: per essere certa del primo posto, la Paffoni deve necessariamente battere San Miniato. Esauriti tutti i bonus di vantaggio su Firenze: dopo il ko di Cecina, non si può più sbagliare.
Network Informativo disabili - 21 Aprile 2018 - 15:03
La Provincia del Verbano Cusio Ossola ha sottoscritto con la Regione Piemonte il “Protocollo d’intesa per la gestione integrata di servizi al cittadino” aderendo così, in via sperimentale, al “Network Informativo Disabili” costituito dalla stessa Regione con l’Agenzia delle Entrate ed esteso ad altri soggetti istituzionali (INPS, INAIL, Agenzia Piemonte Lavoro).
Con Silvia per Verbania su fusione Cossogno-Verbania - 18 Aprile 2018 - 15:03
Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato della Lista civica Con Silvia per Verbania, riguardante la questione fusione tra Verbania e Cossogno.
Chifu e Immovilli su campo Stadio Pedroli - 15 Aprile 2018 - 15:03
Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato Consiglieri Comunali Forza Italia Berlusconi, Adrian Chifu e Michael Immovilli, riguardante il campo da calcio dello Stadio Pedroli.
Zacchera: no alla fusione - 15 Aprile 2018 - 13:01
Riceviamo e pubblichiamo, una nota di Marco Zacchera in cui si dichiara contrario alla fusione tra i comuni di Verbania e Cossogno.
VerbaniaArte: “Spazio Sacro” di Mario Botta - 11 Aprile 2018 - 08:01
Realizzata in collaborazione con lo Studio Mario Botta Architetti, sotto la direzione scientifica di Rudy Chiappini, è visitabile fino al 12 agosto a Locarno - nella Pinacoteca Comunale di Casa Rusca - una interessante mostra dedicata allo “spazio sacro”, pensato e realizzato dal noto architetto svizzero Mario Botta in circa vent’anni di attività professionale.
Pista cilcabile: l'Amministrazione risponde - 19 Marzo 2018 - 18:39
Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato dell'Amministrazione Comunale, in risposta a quello del Movimento 5 Stelle di Verbania sul progetto della pista ciclo-pedonale tra Suna e Fondotoce,
Antiquarium - 17 Marzo 2018 - 15:43
Presentazione a Gozzano Sabato 24 Marzo ore16.00 Sala Degli Stemmi Palazzo Ferrari-Ardicini- Sede Municipale.
Vent'anni di storia del Cantante della Solidarietà - 8 Marzo 2018 - 13:01
Venerdì 9 marzo 2018, alle ore 21.00, presso il teatro Galletti di Domodossola, Il Cantante della Solidarietà presenta, sotto la direzione artistica di Francesco Sottili e Mariarosaria Della Martora, i il nuovo cd e dvd un progetto Nazionale "Ricomincio da 20" per la donazione di carrozzine, a Ospedali, Case di cura e Associazioni.
ATC: contributi per l'affitto a chi non può pagare - 5 Marzo 2018 - 13:01
C'è tempo fino al 30 aprile per gli assegnatari di alloggi di edilizia sociale per presentare domanda per accedere al Fondo sociale regionale per la morosità incolpevole, previsto dalla legge regionale 3/2010.
Letture filosofiche: Carl Gustav Jung – L’uomo e i suoi simboli - 6 Febbraio 2018 - 09:33
La Società Filosofica Italiana sez VCO propone mercoledì 7 febbraio alle ore 20.00, presso la Biblioteca Civica “P. Ceretti” di Verbania per il ciclo Letture filosofiche – “Lo spazio bianco” - Carl Gustav Jung – L’uomo e i suoi simboli, consigliata la lettura del capitolo “Il processo di individuazione".
61mila euro per l'edilizia scolastica - 16 Gennaio 2018 - 10:23
Dopo i contributi degli scorsi anni, con Decreto Ministeriale, il governo del premier Gentiloni ha stanziato a favore del Comune di Verbania una quota del finanziamento per le indagini diagnostiche strutturali e non sui solai degli edifici scolastici.
contributi - nei commenti
Montani su passaggio VCO da Piemonte a Lombardia - 13 Maggio 2018 - 14:41
Siamo alle solite
Ritrovo gli stessi errori fatti per il referendum, per cui proprio oggi, siamo chiamati alle urne. Con la differenza che nella fusione, ci sono almeno 10 anni di contributi corposi ( che non provengono da Marte, ma dalle nostre tasse, è riduzioni di servizi, come la sanità o della previdenza) mentre nella richiesta di annessione no. Prima di mettere a soqquadro un'intera provincia, da cittadino chiamato alle urne, pretenderei di vedere uno studio approfondito, dove si evidenziano i pro ed i contro, perché è impensabile, vi siano solo vantaggi. Vantaggi che al momento non vedo, come qualcuno ha già citato, per la sanità non cambierebbe nulla, aggiungerei anche per i trasporti, in quanto siamo già sotto ferrovie Nord. Al momento unica rivendicazione sono i canoni idrici non incassati, siamo certi che la Lombardia li riconoscerà a noi? O sarà il prezzo per l'annessione? Non crederete che la Lombardia non voglia il suo tornaconto? Un effetto lo ha causato, questo referendum, ha dato modo ai 5stelle in Regione di farsi carico di questa istanza, ed ottenere meno di quanto promesso, ma si è fatto un passo avanti. Vi rendete conto della mole di burocrazia e cambi di regole vi saranno ? Quali costi avranno sulla produttività delle aziende? A quali adempimenti diversi dal Piemonte, dovremo far fronte? Le aliquote di tassazione nei PIÙ disparati ambiti differiscono ? Se sì aumentano ? Ci sarebbero moltealtre domande, le cui risposte ci servirebbero per votare consapevolmente, ma forse questo non interessa, ha più importanza la risonanza mediatica, per quanto riguarda l'efficienza, chissenefrega, tanto paga pantalone.
Comitato SI fusione Cossogno Verbania: rinunciare a 30mln di €? - 4 Maggio 2018 - 11:59
Tanto rumore per nulla
Ciao privataemail, tante parole per non dire nulla e convincere nessuno! La presunzione di essere il custode della sola e unica buona pratica politica porta a questo. Diversamente le nostre parole nel 2014 hanno convinto la maggior parte dei cittadini verbanesi dell'inutilità, anzi del danno, cagionato alla città di continuare ad accollarsi i costi del forno crematorio e della bontà dell'esternalizzazione (ah, per inciso dal 2014 gli introiti sono diminuiti e le spese aumentate a causa dell'anzianità della linea che si è guastata obbligando l'amministrazione ad effettuare una variante di bilancio per poter mettere mano al portafoglio (se non ricordo male più di 50.000€ solo lo scorso anno) per consentire le riparazioni e e le continue manutenzioni per mantenere le emissioni di una struttura obsoleta nei termini di legge). E sono certo che si convinceranno anche dell'estrema importanza di andare a votare e votare SI alla fusione di Cossogno, indipendentemente dai colori politici e delle fazioni, ma per un semplicissimo ragionamento di convenienza economica che si rivelerà utile per tutti: con i voli pindarici non si asfaltano le strade, non si riparano le scuole, non si costruiscono gli ospedali, non si abbassano le rette degli asili nido, non si finiscono stazioni, non si creano ciclopedonali, non si riqualificano spiagge, non si abbassano le tassazioni comunali (quest'anno ridotta ancora una volta la TARI e mantenuta invariata l'IMU), con i contributi statali (Bando Periferie) e gli incentivi statali (fusione tra comuni) invece SI. Ma non c'è più sordo di chi non vuole ascoltare. Torno quindi a ripeterle, caro signore di cui non conosco nome e faccia ma che si permette di scagliare dall'alto della sua tastiera improperi di incoerenza e falsità, un piano di fattibilità e una visione d'insieme del territorio finalizzati alla fusione tra comuni nel nostro territorio ci sono dal 1999, anno in cui Giacomo Ramoni, ex sindaco di Verbania ed ex sindaco di Cossogno, comprese, dall'alto della sua enorme esperienza di politico e amministratore che ha lavorato per 50 anni per il benessere della gente nel territorio del VCO, comprese l'importanza della collaborazione tra Comuni dal punto di vista della compartecipazione della gestione dei servizi primari, tanto che fu fautore nel 2000 dell'immediato affidamento del sistema idrico integrato di Cossogno alla SPV (Servizi Pubblici Verbanesi); altri servizi furono poi avviati di concerto con Verbania dagli amministratori che vennero dopo di lui, come l'affidamento del servizio di accalappiamento dei cani al Canile Municipale di Verbania, e così via. Per concludere stia sereno e si rassegni, come ha fatto il suo movimento, all'evidenza dei fatti messi sul piatto circa la convenienza di arrivare alla fusione tra comuni, anche perchè sappia che se non si farà ora tra qualche anno verrà certamente imposta da qualche futuro governo e senza nemmeno fornire più alcun incentivo, questo è poco ma sicuro.
Comitato SI fusione Cossogno Verbania: rinunciare a 30mln di €? - 3 Maggio 2018 - 18:45
Re: Due referendum diversi e due risultati diversi
Ciao Claudio Ramoni Questi argomenti richiedono un dialogo verbale, su questa piazza è complicato. Comunque sei tu che hai menzionato il referendum del forno, e le tue argomentazioni sono strumentali, nonchè errate, come spiegato dal commento precedente. Sull'argomento ne ho scritto in abbondanza nei miei commenti su verbanianotizie. Ma vorrei precisare che Primo: la cifra di 1,5 milioni è basata su di un financial project redatto da privati, la scelta poteva essere diversa, avevo scritto di un comune che rifatto un forno crematorio intorno agli 800 mila euro. Secondo: con un funzionamento ben gestito come avveniva direttamente dagli addetti, il saldo netto si avvicinato ai 400 mila euro, se non ricordo male nel 2014, ne consegue che al massimo in 3 anni si sarebbe rientrati della spesa. Terzo: l'assesore al bilancio ha saggiamente più volte ricordato, che per una gestione virtuosa del comune, bisogna avere entrate extratributarie, diversamente, continuiamo a vessare i Verbanesi, per coprire i servizi, con le tasse, ne consegue che il forno è una delle raririsime entrate extratributarie, Quarto: il confronto con l'unione Valsamoggia, in primo luogo non è corretto,noi avremo una fusione per incorporazione (ed a mio avviso le incorporazioni di norma sono più virtuose delle unioni) in quanto per la conformazione del territorio e per il numero degli abitanti, si parla di 110 mila abitanti. La popolazione dell'Unione all' 1/01/2016 Dati al 01/01/2016 Superficie Popolazione Densità Casalecchio di Reno 17,3 36.349 2.097,0 Monte San Pietro 74,7 11.011 147,4 Sasso Marconi 96,5 14.732 152,7 Zola Predosa 37,7 18.828 498,8 Valsamoggia 178,1 30.611 171,8 Totale Ambito 2 404,4 111.531 275,8 Ripeto manca a priori uno studio di fattibilità ed una visione generale, con un arco temporale almeno ventennale. Questo è un esempio di studio,di ben 153 pagine, non la brochure presentata ai cittadini, quantomeno si è analizzato e programmato prima del referendum, un amminstrazione seria e sincera, dovrebbe spendere i soldi pubblici di un referendum e di una fusione consapevolmente, e rendere consapevoli i cittadini di un voto informato. Purtoppo non riesco a postare i dati completi, ma rende benissiomo l'idea Sommario 5Il procedimento di fusione 6Il regime giuridico del nuovo Comune: aspetti salienti 8Le misure statali di incentivazione diretta: il contributo straordinario decennale 10Le misure statali di incentivazione indiretta 12Le disposizioni derogatorie e di maggior favore per i Comuni nati da fusione 13Le misure regionali di incentivazione diretta 14Le misure regionali di incentivazione indiretta 15Il rapporto tra Unioni e fusioni di Comuni 15Unioni e fusioni nella legislazione regionale 19Il territorio 19La popolazione 24Il tessuto produttivo 28In sintesi: il territorio e il processo di fusione dei Comuni di 30Analisi dei bilanci 33Imposte e tasse 33Trasferimenti 35Entrate extratributarie 36Entrate da alienazioni e trasferimenti Titolo 4 38Entrate da prestiti 41Spesa di personale 41Altre spese correnti Analisi delle spese per servizi 43Prospetto delle spese di bilancio, programmi e macroaggregati (Spese correnti impegni) 46Previsione contributi straordinari regionali e statali 47Partecipate e Immobili comunali Obiettivi dell’analisi e note metodologiche 53Le strutture organizzative dei Comuni di 55Unione Terre di Pianura: i servizi delegati dai Comuni di 60Mappatura delle principali convenzioni comunali 62Area Affari Generali 63Area Servizi Finanziari e Tributi 82Area Servizi alla Persona 92Area Ufficio Tecnici Gli assetti della rappresentanza politica nel Nuovo Comune 131Tabelle di sintesi del confronto e impatti della fusione 137Considerazione sui margini di razionalizzazione economico finanziaria conseguibili nell’ipotesi del Nuovo Comune nel breve periodo L’architettura organizzativa del Nuovo Comune 146Modello divisionale 147Modello diffuso Il percorso progettuale per la creazione del Nuovo Comune Quando i consiglieri
Comitato SI fusione Cossogno Verbania: rinunciare a 30mln di €? - 3 Maggio 2018 - 16:43
Due referendum diversi e due risultati diversi
se parliamo di costi per svolgimento e informazione in effetti vi sono diversità dove i costi del referendum sulla fusione hanno superato quelli per il referendum sul forno; va per anche detto per che se fosse passato il SI all'abrogazione della delibera di giunta impedendo così l'esternalizzazione del forno crematorio il comune si sarebbe dovuto accollare costi per ripristino, manutenzione e adeguamento pari a circa 1,5 mln di €; viceversa se dovesse vincere il SI alla fusione entrerebbero nelle casse comunali ben 30 mln di €. Si afferma poi che i contributi alla fusione siano saliti al 60%, piacerebbe sapere di cosa: i costi, come indicato nella 2^ variazione al bilancio di previsione 2018-2020, ammontano a 20.000€ mentre i ricavi sempre 30 mln di €. E questo aspetto lo ha ben compreso anche il M5S che sul piatto della bilancia risultano preponderanti; e di parecchio, i benefici economici derivanti dalla operazione. Si vede che anche loro (ma non lei a quanto pare) hanno letto quanto riportato dal sindaco di Valsamoggia dopo oltre due anni di positiva amministrazione del comune nato dalla fusione di ben cinque piccoli comuni http://uncomunetremunicipi.altervista.org/il-sindaco-di-valsamoggia/
Comitato SI fusione Cossogno Verbania: rinunciare a 30mln di €? - 3 Maggio 2018 - 11:33
Re: Re: razionalità parola sconosciuta
Ciao Claudio Ramoni Mi spiace ma non sembri nemmeno tu molto informato, è questo la dice lunga su quanto i numeri e le analisi di questa fusione, siano superficiali e strumentali. Primo non è affatto vero che i costi del referendum del forno crematorio, da parte del comune siano pari a questi della fusione, nel primo caso il comune non ha speso un centesimo per pubblicizzato, mentre ad oggi per la fusione sono stati spese 2400 euro, a dimostrazione che la Sindaca, nei fatti ha ritenuto il primo un referendum di serie B, mentre il secondo si serie A Secondo i contributi per la fusione sono saliti al 60 % Ripeto la fusione è nata solo ed esclusivamente, in funzione degli ingenti contributi, senza una vera programmazione, basata su di una visione ben precisa, e senza una condivisione con le altre forze politiche, a garanzia di un progetto lungimirante e virtuoso, il rischio è di vedere sperperato un patrimonio, frutto di tassazioni e vessazioni di cui ci lamentiamo ogni giorno
Comitato SI fusione Cossogno Verbania: rinunciare a 30mln di €? - 3 Maggio 2018 - 08:28
razionalità parola sconosciuta
https://www.lentepubblica.it/contabilita-bilancio-tasse-tributi/fusione-comuni-contributi/ Dall’anno 2016, ai comuni di cui all’articolo 1, spetta, per un periodo di dieci anni un contributo straordinario pari al 40 per cento dei trasferimenti erariali attribuiti ai medesimi enti per l’anno 2010, nel limite degli stanziamenti finanziari previsti, ed in misura non superiore, per ciascuna fusione, a 2 milioni di euro.
Comitato SI fusione Cossogno Verbania: rinunciare a 30mln di €? - 2 Maggio 2018 - 12:37
Re: Re: Insomma....
Ciao Claudio Ramoni Premesso che non ho ancora deciso cosa voterò, quanto scritto nella locandina mi lascia perplesso. "Risorse preziose per investimenti da decidere insieme" Credo che questo sia l'errore più grande, in consiglio comunale, giace ignorato da più di un anno un odg del M5S, dove si chiedeva uno studio di fattibilità, Studio di fattibilità redatto da terze parti, azione intrapresa nel 70% dei casi di fusione in Italia, in molti casi gratuitamente dalle università. Sulla base di quello studio si doveva progettare a priori come investire le ingenti somme, avere una visione ben precisa ed a lungo termine, oltre i 10 anni di contributi. I miei dubbi: In che misura sarà aumentata la spesa corrente? Quante e quali assunzioni saranno fatte? Quanti nuovi mutui verranno accesi? Quali saranno i costi burocratici della fusione? Di quanto saliranno i costi di una manutenzione seria che al momento Cossogno non è in grado di fare, considerando che la superficie comunale è superiore a quella di Verbania ? La visione ed il progetto di un nuovo comune così ampio, con obbiettivi chiari e concreti dov'è? I prossimi governi del nuovo comune, che potranno essere diversi dall'attuale, quali azioni porterà avanti? Sarà cicala o formica con le ingenti risorse che arriveranno? Nella legge di stabilità per il 2017 sono stati stanziati i milioni per le fusioni, lo saranno per tutti i 10 anni? Con quei soldi si faranno le solite cattedrali per saziare l'ego del politico di turno?A tutte queste ed altre domande che per praticità non elenco, si doveva trovare risposta prima. In definitiva, non si può ignorare quanto sia positivo l'arrivo di questi fondi, ma non dimentichiamo si tratti sempre di risorse pubbliche, a fronte di tagli alla spesa pubblica, al welfare, alla previdenza, e di una tassazzione generale tra le più alte in Europa. Quindi se spesi pensando alle future generazioni, ed a una vera razionalizzazione dei costi delle amministrazioni locali, avremo un vero beneficio, diversamente sarà l'ennesimo spreco, anziché un volano per il rilancio economico e turistico di Verbania.
Il Palio Remiero si trasferisce a Omegna - 30 Aprile 2018 - 09:48
Trasferimento Palio Remiero
Senza arrogarmi alcun tipo di presunzione, desidero dare un mio personale apporto agli organizzatori del Palio Remiero, senza peraltro entrare nel merito delle motivazioni turistico/politiche che hanno portato alla migrazione da Pallanza ad Omegna di questa decennale manifestazione. Faccio una breve premessa: per mia natura, ogni qualvolta mi espongo a fare commenti e/o dare giudizi, come ad esempio in questo blog, lo faccio mettendo i miei dati anagrafici reali, quindi, le molte persone che mi leggono sanno dell'impegno ultra trentennale che dedico al volontariato, in particolare al soccorso in acqua e all'aiuto verso le persone indigenti, e sanno che lo faccio partendo da inderogabili basi. Dico questo per far capire agli organizzatori della manifestazione in questione che tutto quello che ho realizzato per migliorare le attività operative e le varie manifestazioni realizzate, l'ho fatto contando solo ed esclusivamente sulle mie capacità di aggregazione e di coinvolgimento, molto poco sul concreto aiuto di Enti Pubblici, come in questo caso il Comune che, con i continui tagli ai finanziamenti imposti dalla melma di Roma per mantenersi i privilegi, sono sempre più in ristrettezze. Certo, dalle Amministrazioni Pubbliche ho ricevuto una mano, mi hanno parzialmente patrocinato parte di quanto ho elencato, mi hanno regalato la stampa delle locandine e la gratuità dell'occupazione di suolo pubblico o dell'utilizzo gratuito di loro strutture, ma mai del denaro, quello me lo sono sempre cercato io con gli sponsor e i benefattori: Tutto quanto sopra detto è per arrivare a dire che il Palio Remiero, già 15 - 20 anni fa avrebbe dovuto avere degli sponsor di portata Nazionale e non basarsi e contare sempre e solo sui pochi contributi dei commercianti di Verbania e sull'Amministrazione Pubblica, perchè quegli sponsor avrebbero portato ampie boccate di ossigeno in termini economici, tanto da avere sempre da parte degli avanzi di gestione utili per i periodi di magra, Mi spiace ammetterlo, ma penso che la colpa di questa migrazione non è da imputare alla riduzione del contributo del Comune.
Aggredisce carabinieri: arrestato - 10 Aprile 2018 - 08:18
Re: Ci avrei scommesso!
Ciao lupusinfabula certamente, difatti il caro Premier magiaro vuole un'Europa a senso unico: il suo Paese conta una popolazione di 1/6 rispetto alla nostra e, nonostante abbia preso la metà dei contributi che percepiamo noi dall'Europa, e li abbia distribuiti in modo unilaterale, dice di non voler uscire dalla CE, anche se euro-scettico.... Cosa poi c'entrino le sue leggi para-comuniste (limitazione diritti civili) che ha imposto al suo popolo, questo è non è ancora chiaro! Ma poi, quanti profughi dimorano in Ungheria? Pochissimi, quindi il muro è servito solo a non farli transitare, facendo deviare il flusso dalla rotta balcanica verso quella mediterranea, cioè verso Italia e Grecia. D'altronde si vince sempre mettendo da parte temi come, per esempio, la corruzione: come mai da noi i 2 partiti vincitori, a distanza di un mese, non sanno cosa fare? Non è mica colpa mia se, tra i 2 litiganti, il terzo gode.....
Petizione per la Polizia Provinciale del VCO - 23 Febbraio 2018 - 10:08
La Regione?
Perchè la Regione non interviene non trasmette i fondi alla Provincia ? Hanno preso tutti i nostri soldi dei canoni idrici ed ora noi dobbiamo elemosinare i contributi. Abbiamo Governo,Regione, Comune con targa PD e nessuno interviene!
Sciopero dei Vigili del Fuoco - 11 Dicembre 2017 - 18:19
Re: il miglior sistema
Ciao lupusinfabula, i conti non tornano... Inizi a lavorare a 20, paghi contributi per 40, vai in pensione a 60, ipotizzando una prospettiva di vita media di 80 l’inps paga pensione per 20 anni. In pratica ogni 2 anni di contributi, l’inps paga 1 anno di pensione. Inizi a lavorare a 30, paghi contributi per 37, vai in pensione diciamo a 67 anni, l’inps ti paga pensione per 13 anni. Qui abbiamo che ogni 3 anni di contributi ottieni 1 anno di pensione. Qualcosa non torna... Io propongo di andare in pensione tutti alla stessa età. I lavoratori usuranti (sicuramente non i vigili del fuoco) verranno indennizzati con una paga maggiore che gli permetterà di smettere prima e pagarsi autonomamente i contributi mancanti. Chi più ha pagato, più prende di pensione
Sciopero dei Vigili del Fuoco - 11 Dicembre 2017 - 14:20
Re: Re: FACCIAMO UN PO' DI CHIAREZZA.
Ciao Bibi Beh, allora, tanto per cominciare, cerchiamo di essere un po' più rispettosi delle opinioni altrui, e soprattutto di non fare di un'erba un fascio. I 5 anni ai quali tu ti riferisci sono i famosi "abbuoni". Purtroppo le leggi non le faccio io, quindi devi rivolgere ad altri, soprattutto a quelli che eleggi col tuo voto, che hanno tantissimi privilegi (con una sola "g") certe rimostranze, che sarebbero più legittime se tu non ti accanissi su una determinata categoria, dimostrando una faziosità a dir poco disinformativa e fuorviante, nonché capziosa. Infine, secondo te, a coloro che sono pensionati da quasi 40 anni, perché anche baby-pensionati e non solo longevi, secondo te le pensioni chi le paga, se non noi che lavoriamo coi nostri contributi?
Sciopero dei Vigili del Fuoco - 11 Dicembre 2017 - 09:26
il miglior sistema
Il miglior sistema pensionistico era il precedente: dovevi fare una cifra tot tra età anagrafica ed età pensionabile. Così chi aveva cominciato a lavorare prima poteva andare in pensione prima e chi invece aveva cominciato dopo ( e quindi versato meno contributi) doveva lavorare un po' di più. Alla situazione attuale, facendo un calcolo medio, una cifra giusta sarebbe 100 ( es. 60 anni di età e 40 di lavoro) Penso che quando una persona, per QUALUNQUE lavoro ha lavorato e versato contributi per 40 anni abbia dato il giusto alla società in cui è inserito.
Visita di Renzi e comunicazioni Istituzionali - 1 Dicembre 2017 - 00:46
Re: Ancora chiasso
Ciao Giovanni% Ad ascoltare lei ai cittadini verbanesi non dovrebbe interessare nulla. Non importa se tramite email istituzionale vengono invitati i consiglieri comunali ad accogliere il segretario di un partito ( guarda caso quello di maggioranza), non importa che il documento più importante della vita amministrativa di una città non venga inoltrato a chi è deputato a votarlo, non importa che non si sappia in che modo vengono scelte le associazioni a cui dare contributi, non importa che un assessore faccia dipendere un patrocinio a questioni non attinenti, non importa che - sebbene nessuno voglia ammetterlo- se non si fosse fatto rumore per l'esternalizzazione del forno crematorio ora avremmo approvato un progetto in contrasto con una legge del Piemonte, non importa che Verbania sia scesa di sei posizioni nella classifica di vivibilità Delle città ( quindi non si comprendono i toni di giubilo dell'amministrazione). Insomma limitiamoci ad essere contenti perché abbiamo un sindaco che risponde velocemente su fb.
Ancora interventi per furto - 28 Agosto 2017 - 16:53
Re: siccome l'inps
L'Inps NON gestisce le attività assistenziali che hai citato (esenzioni tipo mense scolastiche, trasporto alunni, esenzioni ticket sanitari, contributi per l'affitto, contributi pagamento utenze e chi più ne ha più ne metta).
Ancora interventi per furto - 28 Agosto 2017 - 15:11
siccome l'inps
gestisce insieme la previdenza e l'assistenza il risultato è che, se costoro non riscattano qualche misero contributo per la loro previdenza, usufruiscono, nel contempo, smisuratamente dei nostri contributi per la loro assistenza in Italia. Il 90% della spesa sociale di tanti comuni è "consumato" per l'assistenza di costoro (esenzioni tipo mense scolastiche, trasporto alunni, esenzioni ticket sanitari, contributi per l'affitto, contributi pagamento utenze e chi più ne ha più ne metta) Un capofamiglia che lavoricchia, una moglie disoccupata, sette figli in età dal nido alle superiori.....da sobbarcarci... Non vedo alcuna nostra fortuna. Chissà come mai le altre Nazioni non si accapigliano per accaparrarsi queste fortune.
Ancora interventi per furto - 28 Agosto 2017 - 12:21
Re: Chi paga
Ciao lupusinfabula beh, considerando che non tutti sono detenuti, che molti di quest'ultimi lavorano all'interno degli istituti e che spesso non riscattano, nel Paese d'origine, i contributi previdenziali versati, lasciandoli nelle casse dell'Inps (per fortuna nostra), forse andiamo a pari...
Ancora interventi per furto - 28 Agosto 2017 - 09:50
Re: Chi paga
Ciao lupusinfabula sicuro? Se vedi come ( e quando) pagano un difensore d'ufficio per il gratuito patrocinio, forse andiamo a pari in termini di cifre, o forse no, dipende da tanti fattori..... Riguardo il lavoro penitenziario, se eliminassero quello retribuito, andrebbe in crisi l'Inps, considerando che molti, non sapendo o potendo riscattare i contributi nel Paese d'origine, li lasciano qui da noi! Beh, mi sembra un ottimo risarcimento per la nostra società, in alternativa al lavoro gratuito.
Niente sussidio da in escandescenze - 10 Agosto 2017 - 09:21
Re: perchè dovremmo aiutarli a casa loro?
Ciao lucrezia borgia peccato che molte multinazionali siano proprio le nostre, cioè occidentali.... Per gli aiuti, ci sono gli appositi organi internazionali preposti che, se funzionassero, visto che paghiamo lauti contributi per farvi parte, non saremmo oggetto di tutti questi approdi di disperati.....
Soccorso Nautico: VVF VCO soddisfatti dopo incontro - 18 Luglio 2017 - 13:44
x giacomo
Non volevo più intervenire su questa faccenda, perchè quanto da me replicato era più che ovvio, ma forse devo chiarirle un passaggio fondamentale che lei non ha probabilmente capito; al di la di quanto detto sui tanti soldi pubblici spesi ulteriormente senza che il vero problema (SICUREZZA SPIAGGE) sia risolto; io sono tremendamente furibondo perchè I COMUNI, NEL SOLO PERIODO ESTIVO, NON ASSUMONO ADDETTI (ASSISTENTI BAGNANTI) AL CONTROLLO E ALLA VIGILANZA DEI BAGNANTI SULLE SPIAGGE, PERCHE' ALTRE REALTA', GIA' ECONOMICAMENTE SOSTENUTE A LIVELLO ISTITUZIONALE SI PROPONGONO, NEL CALDERONE DELLA SICUREZZA IN ACQUA, DI FARE ANCHE QUESTO GENERE DI SERVIZIO, DANDO COME VALORE AGGIUNTO, PER OTTENERE LE CONVENZIONI, L'USO DI GOMMONI E DI MOTO D'ACQUA (legalmente non possono espletare questo servizio sulle spiagge), QUINDI I COMUNI I contributi LI DESTINANO A QUESTE REALTA'. Capisce che le mie rimostranze non c'entrano nulla con quello che commenta lei e hanno commentato tutti gli altri: la barca antincendio dei VVF (per me possono dargliene anche una flotta), le maxi emergenze, gli incidenti sul lago, ecc. ecc.. Le rispondo poi in merito all'appunto sullo scontro dei due motoscafi a Stresa tempo fa; lei manco si immagina io e la mia ex squadra di Assistenti Bagnanti quante centinaia di interventi di soccorso e di salvataggio abbiamo fatto in acqua (laghi, fiumi e mari), tra il 1987 e il 2000; questo sia di giorno che di notte, h24 e per 365 giorni all'anno. Quindi la sua battuta finale: "MA PER FAVORE!!!! penso che in questo caso sia fuori luogo! Spero di aver chiarito una volta per tutte che i miei commenti non erano di sicuro un attacco all'Istituzione Corpo dei VVF, che anzi, ritengo debba essere supportata pienamente dallo Stato per avere le giuste attrezzature e i mezzi necessari per svolgere il loro lavoro; questo però non significa che non sostengo la legittimità, in tema di sicurezza in acqua legato alle spiagge e degli Assistenti Bagnanti.
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti