Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco

cucina

Inserisci quello che vuoi cercare
cucina - nei post
Alimentazione: serata con gli Amici dell'Oncologia - 29 Novembre 2016 - 11:27
Mercoledì 30 novembre 2016, alle ore 21.00, presso locali di educazione terapeutica, 4° piano Ospedale Castelli di Verbania, si terrà la serata organizzata dagli Amici dell'Oncologia, “Prevenire le ricadute e guarire: i pazienti incontrano lo chef Allegro”.
Metti una sera al cinema: per CineAbile "Io sono Mateusz" - 23 Novembre 2016 - 11:01
Giovedì 24 novembre 2016, per la Rassegna CineAbile, un evento speciale dedicato al "Centro anch’Io" del Consorzio dei Servizi Sociali del Verbano. In programma la proiezione di "Io sono Mateusz".
Cucine delle scuole comunali: porte aperte - 21 Novembre 2016 - 13:01
L’Amministrazione comunale di Verbania ed Elior Ristorazione (la società che gestisce le mense scolastiche cittadine) invitano all’evento “cucine porte aperte”, che si svolgerà martedì 22 novembre 2016 dalle ore 18.00 presso il Centro di cottura in Corso Cairoli 43 a Verbania Intra.
Mensa scolastica: l'Amministrazione precisa - 10 Novembre 2016 - 16:22
Riceviamo e pubblichiamo, una nota dell'Amministrazione Comunale in merito alla questione mensa scolastica dopo la nota stampa del M5Stelle di Verbania.
Mensa scolastica: chi controlla? - 10 Novembre 2016 - 14:01
Riceviamo e pubblichiamo un comunicato stampa del M5S sulle mense scolastiche verbanesi
Calendario a favore degli Amici dell'Oncologia - 7 Novembre 2016 - 11:26
Presentato il quinto calendario benefico del fotografo Giacomo Comoli a sostegno dei pazienti oncologici. L'evento presso i locali del reparto dell'ospedale Castelli alla presenza del Presidente dell'Associazione Amici dell'Oncologia Dott. Sergio Cozzi, del vicepresidente Angelo Iori, dell'assessore alla cultura del Comune di Verbania Monica Abbiati oltre che di numerosi volontari dell'associazione.
Due incontri all'Alpe Segletta - 4 Novembre 2016 - 19:37
Doppio appuntamento sabato 5 e domenica 6 novembre 2016 presso la sede della Lago Maggiore Zip Line all'Alpe Segletta, con Benito Mazzi e Maria Cristina Pasquali.
Lisbona Istanbul in bicicletta - 2 Novembre 2016 - 15:03
L'avventuriero Tom Cooks, trentenne di Verbania, sta attraversando in bicicletta la costa nord del Mediterraneo per esplorare il cibo locale, collezionando 3 ricette tradizionali in ciascuna delle 14 nazioni che attraverserà.
Serata per una nuova cucina a Villa Olimpia - 26 Ottobre 2016 - 11:27
Giovedì 27 ottobre a partire dalle ore 20 a Villa Olimpia va in scena ."dialoghi attorno al cibo .. tra cucina stellata e mensa sociale": grazie alla generosità e all'amicizia di Max Celeste celebre cuoco stellato del Ristorante il Portale di Verbania, Villa Olimpia ed il suo staff si cimenterà in una serata mangereccia alla ricerca di una fusion tra questi universi culinari solo apparentemente molto distanti.
A Portata di Stelle, gran gala con chef stellati solidali - 21 Ottobre 2016 - 18:06
Tre chef della guida Michelin più un astro nascente della cucina italiana solidali con la pediatria in Congo: il 10 novembre a Besozzo (VA), gran gala con prelibatezze il cui totale provento sarà destinato ai piccoli di Kimbondo.
Musica, danze e buona cucina con La Maratonda - 20 Ottobre 2016 - 09:16
L'evento si svolge presso il circolo ARCI di Verbania Trobaso ed è la prima delle serate Maratonda di quest'anno: caratteristica di queste serate è quella di unire una proposta artistica, culturale e/o di approfondimento con un momento conviviale nel quale sperimentare piatti e ricette realizzati con i prodotti del circuito dell'economia solidale che la nostra associazione propone.
"Settimana della canapa" a Malesco - 16 Ottobre 2016 - 20:11
A Malesco è di scena la canapa dal 17 al 22 ottobre al Mulino dul Tač di Zornasco.
Università della terza età: al via lunedì 17 ottobre le iscrizioni - 16 Ottobre 2016 - 13:01
Si apre un nuovo anno di corsi dell'Università della terza età – afferma l’assessore Assessore Cultura, Turismo e Istruzione Monica Abbiati - articolati in più di trenta proposte formative per un'utenza diversificata e curiosa. Si spazierà dall'arte, alla cucina, alla letteratura, alla storia, alle lingue, allo sport. Uno sguardo approfondito al passato e al futuro, attento al mondo che ci circonda e alla realtà locale.
Torna l'evento più "Fuori di Zucca" dell'autunno - 14 Ottobre 2016 - 17:04
Dal “Decamelone” alle “Zucche en plein air”: torna Fuori di Zucca Il 15 e 16 ottobre undicesima edizione della sagra dedicata ai golosi frutti dell’autunno, in Valle Vigezzo, a Santa Maria Maggiore.
Marco Sacco ambasciatore del gusto nel mondo - 14 Ottobre 2016 - 10:24
Marco Sacco, diventa ambasciatore del gusto: “noi chef con la missione di portare l’arte culinaria italiana nel mondo”. Lo chef due stelle Michelin assieme a Carlo Cracco, Davide Oldani e altri grandi cuochi nell’Associazione degli chef, presentata mercoledì a Roma, promuoveranno la cultura enogastronomica nel mondo.
cucina - nei commenti
Marco Sacco ambasciatore del gusto nel mondo - 17 Ottobre 2016 - 16:22
r
Per una volta mi trovo d'accordo con Kiryenka, occorre riportare sul pianeta Terra queste persone incaricati di una cosi importante "missione". D'accordo con l'alta cucina e tutto quanto, ricordo pero' che la missione non è la cura del cancro, ne la sconfitta di una malattia genetica, ma di un piatto culinario. Quindi modererei i termini, sempre di cucina si sta parlando
Marco Sacco ambasciatore del gusto nel mondo - 15 Ottobre 2016 - 20:47
Re: Per Giovanni %
Ciao Giovanni, si continua solo a lamentarti. Che contributo hai dato. Hai ridotto tutto ai tizi che cucinano in TV continuando con un crescendo lamentoso indicando che niente più è italiano. Ti sei dimenticato i nostri vini, formaggi, prodotti agroalimentari e la nostra cucina, la più buona del mondo.
Zanotti: "Sfide e problemi del nuovo teatro" - 29 Settembre 2016 - 11:56
commento
Esaurita la vivacità estiva della spiaggia, ora il teatro, come una cattedrale nel deserto, risulta dolorosamente avulso dal contesto cittadino; è chiaro che bisogna intervenire per dare una vivacità al tutto, al di fuori delle serate teatrali; bisogna curare l’ambiente esterno; la passeggiata intorno al teatro è inguardabile; la sistemazione della passeggiata sarà inevitabile con panchine, aiuole e alberi, come un’estensione del lungolago, magari riallacciato con una passerella pedonale sul S.Bernardino ; il baretto pure miserello, ora aperto solo poche ore al sabato e alla domenica ( tra breve neppure quelle); sono stati utilizzati delle tubazioni di cantiere per evitare capocciate nella struttura, ma solo per adulti e non per i bambini; una delle prossime voci di spesa dovrà essere la realizzazione di un profilino antiurti che corre lungo tutta la struttura, una cosa fatta bene. La struttura dovrebbe diventare un polo culturale di riferimento dell’intera città, utilizzando anche gli spazi interni, la famosa “sala giovani” può essere utilizzata come estensione delle numerose attività della vicina biblioteca. Anche il futuro ristorante dovrebbe offre ire un menù variegato e diversificato,(p.es.: cucina vegana e vegetariana; pesce di lago; spaghetteria, magari anche pizza).
“Un’amatriciana per Amatrice” - 3 Settembre 2016 - 19:19
"Amatriciana" per i terremotati di Amatrice ......
Sono rimasta annichilita per questa manifestazione! Lodevole per l'impegno ma, secondo me, chi l'ha pensata l'ha fatto di con il cuore ma anche con molta superficialità! Non ha considerato una cosa importante che mette "morte" (del maiale con la quale si cucina il piatto) di "morte" delle povere vittime di questo disastro! Ma non si poteva fare in un altro modo? Senza per forza mettere in un piatto la morte di un animale innocente? Noi Vegetariani e Vegani esistiamo, siamo un "fatto". Persone sensibili pure noi ed avremmo avuto, pure noi, diritto al rispetto! Tra l'altro siamo una realtà neppure così piccola !! E non di poco conto! Io non voglio dire, come diranno, che "comee la fai sbagli" ..questo no! Ma un pochino più di sensibilità non avrebbe fatto male ed avrebbe potuto far partecipare all'evento pure noi, che difendiamo gli animali e la Natura tutta! E lo facciamo solo per Amore e Rispetto ..... due parole usate a sproposito, purtroppo! Come poter partecipare ???????? Spero che questo commento che a molti farà sicuramente sorridere, troverà almeno qualche persona "fuori dal coro" che possa sostenerlo ......E la prossima volta (sperando che non si ripeta un altro disastro) vi pensi un pochino meglio ....E con meno superficialità, un grande male eel nostro secolo! Con tutto rispetto! Agnese Albertini.
PsicoNews: Giochi da spiaggia, un’arancia per tutti - 28 Luglio 2016 - 15:44
Ma certo!
".....appena entrate in casa si recano insieme in cucina e aprono il frigorifero, entrambe alla ricerca di un’arancia....." Come ho fatto a non pensarci subito? Quando uno pensa di fare una torta, qual è la primissimissima cosa che fa? Di sicuro non guarda se c'è la farina, uova, lievito ecc ma si avventa sul frigorifero con la sorella gemella (con cui ha passato il pomeriggio e naturalmente nulla ha detto) e cerca un'arancia per usarne la buccia! Posso capire in parte la morale della favola, ma per pietà... questa sorta di indovinello fa pietà
BellaZia: Riso Arrostito alla Mantovana. - 29 Maggio 2016 - 00:49
Re: kiry
Ciao lady oscar,concordo sui tortelli,rigorosamente con zucca,amaretti etc etc.......sulla sbrisolona un poco meno,di dolci simili c'e' n'e' molti in Italia e nn solo(crumble),poi nn sono un patito di dolci........cmnque,tanto di cappello alla cucina mantovana,ed alle donne mantovane,e ci sarebbe da aprire un blog intero.........tra parentesi,sono omonimo del piu' illustre dei Gonzaga......ciao lady
M5S: "Verbania: quale città?" - 30 Aprile 2016 - 00:25
immagina
Come recitava nella pubblicità George Clooney "IMMAGINA PUOI" nulla potrebbe essere precluso se tutti ci credono veramente, quando si progetta la ristrutturazione di un edificio, si ha un progetto generale dell'insieme dall'area verde all'accesso carrabile, dall'illuminazione esterna ed interna ed ogni singolo locale ha delle precise destinazioni, con i conseguenti impianti, si decide come integrare energie alternative, la disposizione dei bagni, il tipo di serramenti fino alle singole prese di corrente ecc eccc dopodichè si cominciano i lavori Non si costruisce un locale e poi si decide che forse possiamo farci anche il bagno adiacente e magari poi arriva la moglie e vuole una cucina in open space,il figlio poi dice perche non facciamo la sala home theatre, ed il nonno dice ma non abbiamo spazio per la sala home theatre ecc ecc A me sembra che negli anni si è sempre agito in questo modo,prendersi il tempo che serve e progettare una intera città richiede molte energie, ma quando si è trovata una buona condivisione tra tutte le forze politiche è solo questione di tempo e ci si arriva, a differenza di un edificio una città può permettersi di essere ricostruita a lungo termine,anche 50 anni basta avere costanza e determinazione,certo bisogna volerlo e non pensare alla visibilità nei confronti degli elettori, ma all'interesse della comunità tutta, una città dove le auto private servono solo a pochi, incrementare i trasporti pubblici magari elettrici o ad idrogeno od ibridi, dove un mezzo passa ogni 10 minuti, piste ciclabili e quant'altro, molte famiglie avrebbero una solo auto e magari nemmeno quella, con il risparmio dell'acquisto auto, bollo assicurazione collaudi e menutenzioni varie, uno potrebbe decidere che se vuol fare tragitti lunghi per un fine settimana od una vacanza, costerebbe meno noleggiarla,se poi la rete ferroviaria fosse all'altezza e non si sprecassero miliardi per le tav o le pedomonte, i soldi ci sarebbero e arriveresti ovunque, non continuare a costruire parcheggi in centro ed autostrade per far cassa ed inquinare sempre di più, poter mandare i figli a scuola senza doverli accompagnare con l'auto sino al portone d'ingresso, in una città così ci vorrebbero vivere tutti, e di sicuro i turisti apprezzerebbero oltre allo scenario generoso di madre natura, anche la vivibilità della città. Ognuno di noi credo abbia qualche idea intelligente ed anche attuabile da voler vedere realizzata, ma troppo spesso le amministrazioni hanno guardato solo dove mettevano i piedi, senza alzare la testa e capire dove stavano andando
Atti vandalici a Premeno - 1 Marzo 2016 - 11:21
Andrè. .
se le spara Lei, consenta, democraticamente, anche a Sansonetti di spararle...... Andrè, vado in cucina a prepare il pranzo: tagliatelle ai carciofi e ricotta dura, roast beef all'inglese ed insalata verde che vado a cogliere nel mio orto, bonarda dell'oltrepò pavese, fettina di pasta frolla (di mia produzione) caffè... E' virtualmente invitato!!!!! E' invitato anche Giovanni%.
Morto Renato Bialetti, il papà della Moka - 11 Febbraio 2016 - 22:02
Re: Non son sicuro
Ciao Andrè e Giovanni% parlare di localizzazione è improprio. In oriente si producono copie della moka, a dimostrazione di quale sia il valore di questo prodotto. La produzione di Omegna è stata spostata a Brescia, peraltro parecchi anni dopo che Renato Bialetti aveva ceduto l'azienda. E' probabile che anche la Bialetti Industrie produca qualche cosa in Cina e zone limitrofe, bisogna però ricordare che l'azienda che porta il nome Bialetti, non è l'azienda originaria, ma un agglomerato di aziende, la ex Rondine, che sfrutta il marchio più famoso, appunto Bialetti, per vendere eprodurre articoli da cucina in tutto il mondo. A dimostrazione del valore di Renato Bialetti, che non inventò nulla, ma che seppe, "solo", valorizzare il marchio, ancora oggi noto a livello mondiale. Saluti Maurilio
Lettera contro lo spreco alimentare - 11 Novembre 2015 - 07:42
X la signora Piera
Condivido in parte il suo sfogo, anche perchè sono molti anni che con la mia organizzazione distribuisco generi alimentari, a gratis, a famiglie e persone in seria difficoltà economica, mentre, quando abbiamo degli eccessi (questo raramente), doniamo ad alcuni Istituti. Quando lei dice che nei supermercati si tende a non regalare l'eccesso ma si tende a gettarlo; questo è l'appunto che "non condivido", infatti deve sapere che tutti i generi alimentari freschi (come l'esempio da lei citato, il pane), terminato il decorso giornaliero per la vendita, devono essere necessariamente distrutti; in particolar modo il pane, che nella stragrande maggioranza dei casi, da crudo, è un alimento che i supermercati trattano da surgelato. La porto invece a conoscenza un altra importante realtà, che personalmente ritengo assurda ma è giusto che lei conosca: sono anni che il 95% dei supermercati ha stipulato un accordo con il banco alimentare, dove tutti gli eccessi vicini alla scadenza o, alimenti che hanno la confezione non conforme all'originalità (schiacciate e/o parzialmente deteriorate), devono essergli devolute. Risultato, loro raccolgono una marea di materiale alimentare, lo distribuiscono secondo criteri che assolutamente non condivido (visto che ho cominciato a donare molti anni prima di loro conosco bene la prassi) e, se qualche altro soggetto con le credenziali in regola (Organizzazioni iscritte regolarmente agli Albi del Volontariato), dovesse fare la medesima richiesta a questi supermercati, gli viene risposto che senza il benestare e/o l'approvazione del banco alimentare non possono dare nulla; come la definirebbe questa regola?? Aggiungo: ho fatto attività di volontariato in diverse calamità naturali, una delle più eclatanti è stato il terremoto dell'Aquila; nella Frazione di Poggio Roio ho diretto per circa 2 mesi la cucina, la mensa, l'acquisto di generi alimentari e i magazzini scorte (gestivamo 800 coperti ad ogni pasto), bene, sa quanto materiale donato dal banco alimentare è arrivato scaduto e ho dovuto gettare? dal latte ai succhi di frutta, dalle merendine alle confezioni di prodotti vitaminizzati per bambini, ecc. ecc.; preferisco non dire e chiederle come definire tutto questo. Come vede, per soddisfare le necessità di più persone il materiale ci sarebbe, basterebbe destinarlo meglio e a più organizzazioni, sicuramente con i dovuti controlli, e non lasciare che pochi o, come in questo caso, solo ed esclusivamente una organizzazione, gestisca e decida il tutto per tutti.
Carabinieri denunciano 4 giovani per imbrattamento - 14 Giugno 2015 - 11:55
Sì, ma.....
Sì, Cesare, ma come conducenti muli o artiglieria da montagna. E con servizio giornaliero continuo di pulizia in cucina e nei cessi alla turca.
Flash Mob della LAV "Lascialo vivere" - 28 Marzo 2015 - 18:22
Scambiamoci le ricette per cucinare l'agnello.
A Pasqua mangerò un succulento agnello come è da tradizione. Tutte le manifestazioni della LAV sono completamente contro il buon senso e rappresentano autentico fanatismo. Approfittiamo di questo spazio per scambiarci le ricette per cucinarlo. AGNELLO ALLA CACCIATORA L’agnello alla cacciatora è un piatto classico del menu di Pasqua, è molto saporito e non è difficile da preparare. Per la buona riuscita del piatto scegliete un buon agnello nazionale. Ingredienti per agnello alla cacciatora (dosi per 8 persone) 2 kg. circa di agnello, consigliamo di usare le cosce e le spalle 1 mazzetto di rosmarino (possibilmente con le foglioline tenere) 2 cucchiai di farina 4 spicchi di aglio 4 acciughe sotto sale 1 bicchiere di aceto bianco, noi consigliamo quello di mele dal gusto più delicato 4 cucchiai di olio d’oliva extra vergine (sostituibile con dello strutto) pepe q.b. sale q.b. Preparazione Fatevi tagliare dal vostro macellaio l’agnello in fette regolari dallo spessore di circa 2 cm., e suggeritegli di usare la sega elettrica per evitare la presenza di frammenti di osso nell’intingolo. Noi consigliamo a questo punto di eliminare la maggior parte del grasso visibile, ma questa è una operazione opzionale. Lavate ed asciugate i pezzi di agnello. Recuperate gli aghi dai rametti di rosmarino. Lavateli ed asciugateli Pelate gli spicchi di aglio, tagliateli a fettine e metteteli nel vaso di un robot da cucina, o di un frullatore. Unite gli aghi di rosmarino e fate tritare il tutto. Mettete il trito da parte. Versate l’olio in un capace tegame, fatelo scaldare e rosolatevi i pezzi di agnello a fuoco vivo. Quando l’agnello è ben rosolato, pepatelo e salatelo. A questo punto la ricetta prevedere di spolverare l’agnello con due cucchiai di farina e di farla cuocere per qualche minuto mescolando; nelle foto abbiamo omesso questa aggiunta per la presenza tra gli ospiti di un celiaco. Bagnate l’agnello con un bicchiere di acqua calda ed uno di aceto. Mescolate per sciogliere bene i succhi generati durante la rosolatura, e fate sfumare a fuoco vivo per qualche minuto. Distribuite sopra l’agnello il trito di aglio e rosmarino e mescolate. Fate cuocere coperto per 30/45 minuti, a secondo del tipo di agnello e della grossezza dei pezzi; mescolando di tanto in tanto, e bagnando con un po’ di acqua calda se l’intingolo asciugasse troppo. Disliscate e dissalate le acciughe e unite i filetti all’agnello alla fine della cottura, mescolate e cuocete ancora qualche minuto per farli sciogliere. Servite l’agnello alla cacciatora senza nulla, se è parte di un ricco pranzo pasquale; altrimenti accompagnatelo con purè di patate o patate lesse o al burro, o se volete un piatto unico con del riso in bianco, e se volete fare gli strani, con delle fettuccine all’uovo condite con del burro. Qui c'è il link della ricetta corredata da fotografie http://www.verbanianotizie.it/n316939-flash-mob-della-lav-lascialo-vivere.htm#commenti-23431 Buon pranzo pasquale
Striscia la Notizia nuovamente a Domodossola - 9 Marzo 2015 - 19:03
Ricetta
Arrosto di vitello a limone. Salate il vitello e rivestitelo tutto con fette di limone che legherete attorno alla carne con lo spago da cucina. Adagiatelo poi su di un foglio di carta da forno, bagnatelo con un filo di olio di oliva, quindi richiudete la carta in modo da formare un cartoccio. Cuocete il vostro arrosto in forno già caldo a 180° per circa un'ora poi, aprite il cartoccio, alzate la temperatura del forno a 200° e continuate la cottura per 15 minuti, girandolo e bagnandolo a metà cottura, in modo che l' arrosto sia ben dorato in ogni suo lato. Togliete l'arrosto dal forno e fatelo riposare per circa 5 minuti prima di affettarlo e servite subito versandoci sopra i sughi di cottura.
Domani le semifinali di MasterChef all'Isola Bella - 19 Febbraio 2015 - 15:31
mah
...nessuno ti obbliga a pagare sky per vederti l programma di cucina......
Carnevale 2015 Trobaso - 13 Febbraio 2015 - 17:40
alla faccia!!
cucina Cracco?
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti