Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco

dazi

Inserisci quello che vuoi cercare
dazi - nei post
Coldiretti Novara Vco: +489% riso dal Vietnam - 23 Febbraio 2017 - 14:33
"Dall’aumento del 489% degli arrivi dal Vietnam al 46% dalla Thailandia, mai così tanto riso straniero è arrivato in Italia come nel 2016, con una vera invasione da Oriente da cui proviene quasi la metà delle importazioni". Inizia così la nota che riportiamo di Coldiretti Novara Vco.
"TTIP e salute" - 3 Dicembre 2015 - 16:01
Il Comitato NO TTIP di VERBANIA e del VCO, organizza per venerdì 4 dicembre, alle ore 21:00 presso la biblioteca F. Camona di Gravvellona Toce un pubblico dibattito sul tema: "TTIP E SALUTE".
Zacchera: Salvini e l'Euro, pensiamoci! - 24 Marzo 2014 - 10:23
Riportiamo dal sito di Marco Zacchera l'ultimo numero della Newsletter "Il Punto", argomenti trattati: I dubbi sull'Euro, manager Pubblici? a casa!, Piemonte: follie elettorali regionali, Marò e Venzuela dimenticati.
Non paga dazi motoscafo maxi multa - 29 Agosto 2013 - 10:22
L'uomo aveva acquistato l'imbarcazione in Svizzera senza adempiere a una serie di norme doganali. Dovrà versare una sanzione di oltre tredicimila euro.
dazi - nei commenti
Richiedenti asilo e sgombero neve: una precisazione da Miazzina - 10 Marzo 2018 - 17:51
Re: Re: Re: Re: x SINISTRO
Ciao SINISTRO A me risulta che Austria e altri paesi controllino in modo ferreo i propri confini in modo non populista ma funzionale. Anche l'Australia che è immensa e circondata dal mare ha un sistema molto efficace di gestione dell'immigrazione e dei respingimenti. Ripeto. Basta volerlo. Minniti per pochi mesi ha fatto quello che i brutti e xenofobi populisti dicevano da anni e il traffico di carne umana si è decimato. Per le carceri non so a quali ti riferisci ma se servono si fanno e si assume gente. Riaprire Asinara o altre strutture non farebbe che bene. In quanto alle pene e alla loro certezza è necessario costruire un impianto di leggi chiare e con poco margine di interpretazione e discrezionalità e togliere il rito abbreviato dai reati più gravi. Impossibile? Se è stato fatto il contrario non vedo perché non si possa fare in questo modo. Ma ribadisco. A prescindere da destra o sinistra o populisti ed europeisti o come ti piace classificarli, si vuole farlo o no? Nella storia nulla è irreversibile. La storia la fanno le persone che in quanto esseri umani sono fallibili. L'Impero romano, Napoleone, il nazismo, il comunismo. Tutto nasce e tutto muore. Se si vuole che le popolazioni africane possano avere governi democratici e benessere si può ma non si vuole. Controllare l'esplosione demografica si può ma non si vuole. Impedire che i barconi partano da tutti i porti e si incanalino solo in Italia quando hanno altri molti porti di sbarco è una precisa volontà. Come si è visto con le cooperative umanitarie che fanno affari con gli scafisti. Non è un destino immutabile. Nel mondo selvaggiamente globalizzato e forzatamente multiculturale Trump mette i dazi tirandosi gli strali dei padroni del globo. Sarà che forse ci ha azzeccato e ha messo nei guai qualcuno mandando all'aria i suoi progetti? Lui lo ha fatto contro tutti. Lo ha voluto. Quello che manca a noi europei occidentali e nordici e quello che si può sintetizzare come spina dorsale. Smidollati e succubi ai flussi di potere che ci vengono imposti e per questo soccombenti. Almeno se non cambiamo il corso della storia. Amen.
Etichettatura obbligatoria riso e pasta si parte - 19 Febbraio 2018 - 06:59
Il delirio della globalizzazione
Tutte queste schifezze che entrano nelle nostre case e che ci mangiamo allegramente sono la conseguenza di questa orrenda globalizzazione dei mercati e apertura delle frontiere. Le etichette possono servire ma le contraffazioni sono sempre possibili. A questo punto data la totale incapacità e anzi complicità dell'Ue in queste truffe terzomondiste meglio imporre dazi mirati e specifici e controllare a tappeto tutto quello che entra. Comprese le persone. Ovviamente. Parafrasando uno slogan elettorale che condivido pienamente. Il cibo italiano agli italiani!
Riso: il pericolo viene da oriente - 16 Febbraio 2018 - 07:54
Re: dazi bis
Ciao lupusinfabula sempre che la UE lo permetta.
Riso: il pericolo viene da oriente - 15 Febbraio 2018 - 18:17
dazi bis
Sono favorevole ai dazi su tutti i prodotti e le merci di importazione che causano danni ai produttori e/o lavoratori italiani: basta vedere cosa avviene in agricoltura/allevamento dove non è possibile per i produttori italiani sostenere una concorrenza con prodotti provenienti da paesi in cui la mano d'opera costa 100 volte in meno che da noi.Ad esempio in alcune nazioni anche europee ed esemplifico, lo yougurt prodotto nazionale costa al pubblico molto meno che quello d'importazione, così dicasi per la carta igienica, la birra e/o prodotto di uso comune: un po' di protezionismo non guasta, visti i tempi che corrono.
Riso: il pericolo viene da oriente - 15 Febbraio 2018 - 08:40
import ed export
vero mettiamo i dazi .. anzi dovrebbero metterli tutti i dazi ... peccato che tra export ed import abbiamo un saldo favorevole di 55 miliardi di euro , non bisogna aver frequentato la Bocconi per capire che ...
Riso: il pericolo viene da oriente - 15 Febbraio 2018 - 08:10
Re: dazi
Ciao lupusinfabula dovrebbero assolutamente vietarne l'importazione.
Riso: il pericolo viene da oriente - 14 Febbraio 2018 - 15:48
dazi
Allora forse chi parla di imporre dazi in qualche caso non ha torto....
Campari: interrogazione in Provincia - 9 Ottobre 2017 - 17:00
Re: FORSE...
Ciao SINISTRO O meglio... Non è mai iniziato. Chi investiva in Italia lo faceva perché aveva convenienza. In passato si costruiva in Italia perché estremo oriente era veramente estremo e perché, anche se di fosse prodotto all'estero, la convenienza veniva annullata dai dazi doganali. Ora aprire uno stabilimento in Cina è veloce e semplice e poi non ci sono più i dazi.
Fenomeno immigrazione: le proposte del movimento 5 stelle e un aiuto agli italiani - 11 Febbraio 2017 - 08:37
Re: Migranti
Gente disperata che scappa dalle guerre e poi finisce a spacciare nelle città? Uomini ventenni robusti che muoiono di fame? Non attacca. Grazie. Ben fanno molti stati a blindarsi perché si attende la grande invasione pianificata. Non attacca neppure la menata che gli italiani qui e gli italiani la... Qui si tratta di difendersi da persone che non si sa neppure da dove arrivano e chi sono. E che la nostra imbelle e irresponsabile classe politica ci impone con la forza. Ben vengano muri e dazi. Io ne ho abbastanza!
Miele straniero daneggia produttori locali - 16 Marzo 2016 - 19:14
Re: saccenza ostentata
Ciao ermes Dopo l'eliminazione dei dazi, l'olio italiano consumato in Italia, passerà al 20%. Il rimanente 30% rimarrà "attaccato" alle piante.
Miele straniero daneggia produttori locali - 16 Marzo 2016 - 18:11
sig. Federico Boieri
i seguenti nostri parlamentari europei hanno "VOTATO A FAVORE" dell'importazione dell'olio tunisino SENZA dazi: Mercedes Bresso PD-Sergio Cofferati PD-Cozzolino PD-Roberto Gualtieri PD-Cecile Kyenge PD-Antonio Panzeri PD-Massimo Paolucci PD-Gianni Pittella PD-David Sassoli PD-Renato Soru PD-Patrizia Toia PD-Flavio Zanonato PD. ASTENUTI: Curzio Maltese L'Altra Europa con Tsipras-Elly Schlein Possibile csx-Barbara Spinelli indipendente gruppo GUE/NGL (dal sito Corriere della Sera) Con queste "teste di legno" che ci rappresentano nel Parlamento Europeo, pensa che possiamo avere qualche possibilità di difesa e di sopravvivenza?
Mercatone Uno: 60 posti a rischio - 25 Febbraio 2015 - 18:33
Libero mercato e statali
Rispettando tutte le opinioni, mi viene comunque da dire che il sig. Andrè forse non ha idea di cosa significhi libero mercato e libertà di impresa. E' il libero mercato che dà lavoro, altrimenti siamo in monopolio o in regime pianificato. Se poi il vi sono distorsioni come accade adesso questo non significa che non debba esserci. I difetti ci sono, eccome, ma se vogliamo la globalizzazione (io non la volevo) dobbiamo accettarne le regole, altrimenti facciamo i dazi è chiudiamo le frontiere. Io credo ad esempio che il modello tedesco sia l'unico in europa che coniughi pienamente libertà di impresa e diritti dei lavoratori. E non si tratta di ultraliberismo che affama i lavoratori, ma di libero mercato in una società liberale, in cui le parti sociali collaborano invece che scannarsi. Preferirei il modello americano, ma siamo in Europa e non sarebbe accettato. Una piccola postilla x Andrè. Io lavoro in un comune, dopo avere sempre lavorato per il settore privato, ma questo non significa che non possa criticare la pubblica amministrazione e lo Stato. I soldi che mi danno credo di guadagnarmeli, e credo anche di avere un'idea del pubblico come servizio al cittadino, non al Dirigente o politico di turno. Non è mica obbligatorio che chi lavora per lo stato debba essere di sinistra! Poi ciascuno la pensi come vuole, ma generalizzare secondo me è scorretto. Io non generalizzo mai neppure per esprimere idee estreme. Infatti non sono contrario all'immigrazione, ma a quella selvaggia e incontrollata si. Ho sempre pensato che dobbiamo importare tecnici e ingegneri, e sbattere fuori rapinatori di ville e assassini. Sfido chiunque, a parte qualche caso patologico o in malafede, a contestare questa affermazione.
Torna "La Notte dei Ricercatori" - 26 Settembre 2014 - 06:51
X il saccentone.
Rilegga le sue prediche prive di logica. La Commissione è dotata di fondo propri (dazi e multe) e contribuiti degli Stati membri. SI tratta sempre di risorse di utilizzo pubblico, anche se di livello sovranazionale, che si potrebbero utilizzare verso obiettivi più utili come potrebbero essere le borse di studio a studenti che scelgono facoltà scientifiche. E' vero che gran parte della ricerca scientifica è finanziata dai fondi europei... e con questo che vuole dire? Stiamo parlando di una'altra vicenda, di una spesa che appare superflua.
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti