Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco

film

Inserisci quello che vuoi cercare
film - nei post
Veronica Pivetti a Verbania per Happy Together - 25 Maggio 2017 - 13:01
Veronica Pivetti a Verbania: venerdì 26 maggio per la rassegna LGBT Happy Together con il film Né Giulietta Né Romeo e il libro Mai all’altezza. Come sentirsi sempre inadeguata e vivere felice.
Paffoni perde anche gara 4 si va alla bella - 22 Maggio 2017 - 11:27
Servirà gara cinque per decidere chi tra Paffoni e Bakery sfiderà Orzinuovi nella finalissima play-off. In terra emiliana è arrivata la seconda sconfitta in volata: questa volta il tabellone ha detto 66-65 per i ragazzi di Steffè, con Magrini che ha stoppato Simoncelli sull'ultimo tiro che avrebbe potuto dare vittoria e qualificazione alla Fulgor.
Festival della Filantropia - 19 Maggio 2017 - 08:01
E' proprio a Verbania il primo appuntamento del 2017 del Festival della Filantropia, partito nel 2015 dal Teatro Litta di Milano e proseguito nel 2016 con le “tappe” di Bergamo e Bollate.
"Happy Together" - 16 Maggio 2017 - 13:01
Anche nel 2017 Arcigay Nuovi Colori, insieme alla Biblioteca Civica “Pietro Ceretti” di Verbania, organizza la Rassegna LGBT Happy Together dal 17 maggio al 16 giugno.
"Corso di Cinema" - 15 Maggio 2017 - 10:23
L'associazione CGS Don Bosco Cinecircolo Socioculturale Giovanile Verbania, nell'ambito del progetto Verso Comuni Orizzonti, organizza un corso di cinema finalizzato all'aspetto produttivo della complessa macchina cinematografica e, attraverso la sua attuazione pratica, alla realizzazione di un cortometraggio.
"Fotografie della Berlino Est“ - 12 Maggio 2017 - 15:03
Sabato 13 maggio 2017 alle ore 17.30 presso la Sala Esposizioni Panizza di Ghiffa (Vb), l’Officina di Incisione e Stampa in Ghiffa “ il Brunitoio” inaugura la mostra di Roberto Toja “WARUM DIE ZEIT? - Fotografie della Berlino Est“. A cura di Giulia Grassi. Testo e presentazione di Giulia Grassi.
Movie Tellers a Omegna - 10 Maggio 2017 - 15:03
Giovedì 11 maggio al Teatro Sociale di Omegna (via Carducci 2) arriva Movie Tellers - Narrazioni Cinematografiche: rassegna dedicata al cinema piemontese,
Anbima VCO organizza Giovaninbanda - 10 Maggio 2017 - 13:01
Anche quest’anno ANBIMA VCO organizza GIOVANINBANDA, lo stage musicale estivo rivolto ai musicisti dagli 8 ai 20 anni delle bande musicali della zona, ma aperto anche agli studenti di Istituti Musicali e Scuole ad Indirizzo Musicale, della provincia di Verbania e delle province limitrofe.
Metti una sera al cinema Special Events - La fine del mondo - 10 Maggio 2017 - 11:27
Il Cinecircolo Socio Culturale Don Bosco, giovedì 11 maggio 2017, per la rassegna "metti una sera al Cinema", Special Events, presso l'Auditorium de Il Chiostro spettacolo unico ore 20:15 proiezione di "La fine del mondo".
Metti una sera al cinema - Tutto può accadere a Broadway - 8 Maggio 2017 - 09:16
Il Cinecircolo Socio Culturale Don Bosco, martedì 9 maggio 2017, per la rassegna "Metti una sera al Cinema", presso l'Auditorium de Il Chiostro ore 17:15, 19:30 e 21:45 proiezione di "Tutto può accadere a Broadway".
Comparse per "La Notte Che Verrà" - 1 Maggio 2017 - 15:03
Non hai mai visto la realizzazione di un film? Vuoi essere una comparsa per una sera e stare su un set cinematografico? Allora presentati martedì 2 maggio dalle ore 21.30 per qualche ora all'Astragalo e ti troverai sul set del film "La Notte Che Verrà" del regista Luca Martinelli.
Metti una Sera al Cinema - Vertigine (Laura) - 1 Maggio 2017 - 09:16
Il Cinecircolo Socio Culturale Don Bosco, in collaborazione con Associazione Sottosopra – Raggio Verde, martedì 2 maggio 2017, per la rassegna "Metti una sera al Cinema", presso l'Auditorium de Il Chiostro ore 17:15, 19:30 e 21:45 proiezione di "Vertigine (Laura)".
Metti una sera al cinema - Food ReLOVution - 17 Aprile 2017 - 09:16
Il Cinecircolo Socio Culturale Don Bosco, in collaborazione con Associazione Sottosopra – Raggio Verde, martedì 18 aprile 2017, per la rassegna "Metti una sera al Cinema", presso l'Auditorium de Il Chiostro unica proiezione alle ore 20:45 proiezione di "Food ReLOVution".
Spazio Bimbi: Autismo e 8 falsi miti - 16 Aprile 2017 - 09:06
Dopo la giornata del 2 Aprile per la consapevolezza dell'autismo, ci sembra importante continuare a parlare di questo argomento, perchè si arrivi a una vera consapevolezza anche gli altri giorni dell'anno.
Resistenza Italiana in Montenegro - 15 Aprile 2017 - 11:27
“Partizani”, proiezione del docu-film sulla Resistenza italiana in Montenegro lunedì 24 aprile a Omegna e Baveno.
film - nei commenti
"Immigrazione: rivedere sistema di allontanamento dei richiedenti asilo" - 15 Marzo 2017 - 15:07
Re: Re: il baratro
Ciao SINISTRO Mai visto il film. È un'espressione che si usa normalmente quando si capisce che non c'è speranza. Come ora.
Fenomeno immigrazione: le proposte del movimento 5 stelle e un aiuto agli italiani - 13 Febbraio 2017 - 13:29
Re: Re: Re: Re: Re: gli eroi di oggi
Ciao Giovanni% Scusa . Perché gli elettori medi non avrebbero sufficienti strumenti culturali? Ma che strana idea hai della democrazia. A questo punto credo la strada da te indicata è quella di rendere il voto non più universale ma solo per chi ha "sufficienti strumenti culturali"?? Scusa se te lo dico ma stai un po' sbroccando. E poi la tua tirata sul sempliciotto Mr. Smith.....A tal proposito ti consiglio vivamente di guardarti il film di Frank Capra con James Stewart. Vedrai gli orizzonti che ti si aprono. Prima di giudicare ci penserei mille volte...
Casa del Consumatore: No indennizzi a pioggia banche venete - 15 Gennaio 2017 - 12:15
Re: grazie
Ciao livio Purtroppo vi sono molte lacune nella tutela del risparmio, tutela garantita in costituzione ma non nei fatti, da qui le varie critiche alla riforma costituzionale, dove si diceva che bastava rispettarla la carta anziché cambiarla. E menzionando la class action hai toccato un altro tasto dolente, in Italia passano leggi che nel titolo dicono una cosa, ne abbiamo una ma nei contenuti è ben diversa, la class action come dovrebbe essere, per intenderci e quella del film dove Julia Roberts nel 2000 è stata Erin Brockovich. Bene gli avvocati si sono consociati ed hanno chiesto ed ottenuto risarcimenti milionari, permettendo a semplici cittadini di unirsi in un unica causa, e gli avvocati non chiedono nulla, se non una percentuale, anche importante, ma solo se vincono la causa. Così si checontrasteremmo le solite lobby, anche finanziarie. Sarebbe ora che i vertici ed i responsabili di queste truffe legalizzate, insieme a parte delle costose ed inutili authority pagassero in prima persona, anche con il pignoramento di tutti i loro beni, cosa che le banche fanno regolarmente con i piccoli debitori. Una dimostrazione di come funzionano le cose in Italia. Un certo Massari presidente di MPS acquista da Santander con una telefonata Antonveneta, una banca che poco prima gli spagnoli compra toni a 3 miliardi, lui ne sborso il triplo ben 9, ma non basta, si fece anche carico dei suoi debiti per 7 miliardi. Quindi si spendono con una telefonata ben 16 miliardi, e sapete cosa è accaduto al grande finanziere? E stato eletto presidente ABI la quale dovrebbe agire per la correttezza delle banche. Ed ora noi dovremmo sborsare più di 100 euro a testa, per salvarla, compresi bambini disoccupati e senzatetto. http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/08/24/mps-antonveneta-mussari-spese-nove-miliardi-soltanto-con-telefonata/689987/
Atto vandalico alla sede della polizia Municipale - 8 Gennaio 2017 - 17:33
mah!
evidentemente viviamo in mondi differenti o vediamo film diversi. Va bene così. Buona giornata
Con Silvia per Verbania su spostamento LIDL - 28 Dicembre 2016 - 14:53
grazie Alberto
Devo dire che il promemoria programmatico citato da Alberto è stato di ispirazione... http://www.verbaniafocuson.it/n899362-grande-successo-verbanese-per-il-film-il-silenzio-degli-indecenti.htm
Il nuovo volto di Piazza Cavour - 30 Novembre 2016 - 12:00
RiqualifiCadür d'ul Làag Maàgiur
Dopo il famoso film di Ford..."OMBRE ROSSE", a Verbania si farà la RIVISITAZIONE in chiave " CULTURALPIDIESSINA" titolata:"CAPRE ROSSE!:l'ignoranza dilagante"! Vogliono "comandare"..., e mànko san distinguere un benefattore cittadino..., da uno STATISTA! CRÀAV!
Teatro: "Non ti pago" - 15 Novembre 2016 - 18:15
magistrale commedia
interpretata magistralmente da Eduardo, Peppino, Titina DeFilippo, Paolo Stoppa, Vanna Vanni, e Giorgio DeRege (nel film del 1942) Artisti "immensi" dei quali l'Italia potrà vantarsi per sempre.
Nasce la costituente cittadina di Fratelli d’Italia Alleanza Nazionale - 14 Novembre 2016 - 16:45
Re: Giovanni% e Parisi
Ciao lupusinfabula Concordo sul parallelismo Renzi-Parisi, ma il punto cruciale a mio avviso è la credibilità della politica, possono cambiare gli attori, alcune scene dei film ma il finale è sempre lo stesso , ed il vero motivo lo si trova nelle motivazioni degli attori, registi e produttori, i quali sono sempre gli stessi cloni e guardano solo al ritorno economico. Quindi bisogna trovare dei produttori indipendenti che hanno il coraggio di girare film, dove potrebbero non esserci effetti speciali per stupire, dove magari si racconta la quotidianità noiosa, dove si combatte per piccole conquiste e si spende con parsimonia il danaro, accantonandolo per i sogni concreti come una casa, un matrimonio ed una famiglia serena, dove si soddisfano i bisogni primari, tutto ciò si chiamava realtà, ora sembra sempre più utopia
LegalNews: Definizione agevolata delle cartelle Equitalia - 11 Novembre 2016 - 02:01
Re: Re: Re: Re: Re: Re: Bene
Ciao Hans Axel Von Fersen Come promesso, provo a farti un quadro più preciso della situazione. Prima, però, due doverose premesse: 1. Le tasse vanno pagate, tutte e sempre 2. Non sono ne un commercialista ne un fiscalista, ma lavorando a fianco di aziende e professionisti da più di 20 anni, ho un quadro ben chiaro. Mi spiego con un esempio. - Prendiamo un artigiano, o piccola imprese in genere. - Prendo un lavoro dove fatturerò 100, con 50 di costi. - Emetterò una fattura attiva (verso il cliente) di 122 (100+22% di iva), riceverò da uno o più fornitori fatture per 66 (50+22% di iva) - Per questa fattura, io dovrò versare allo stato 11 di iva e 25 (per semplicità ipotizzo tutto al 50%) di tasse e contributi vari - Se il mio cliente non mi paga, io non avrò i soldi per pagare i miei fornitori e lo stato (ovvio che questa è una semplificazione, ma meno distante dalla realtà di quello che si possa credere). - Avendo fatturato, dovrò presentare un bilancio dove risulterà che ho avuto un margine di 25 e avrei dovuto pagare 11 di iva - Dopo un anno, circa, riceverò dall’Agenzia delle Entrate una raccomandata dove mi diranno che non ho pagato quanto dichiarato, devo provvedere pagando il dovuto (cioè 36), una multa (altri 36, in linea di massima le multe equivalgono a quanto non pagato) e gli interessi (in questo momento molto bassi, ipotizzo di non considerarli). Però, se non faccio ricorso e se pago entro 60 giorni, la multa si ridurra ad 1/8 cioè 4,13, con la possibilità di rateizzare. - Se nel frattempo il mio cliente non mi ha pagato, io continuerò ad non avere soldi, quindi non pagherò ancora. - Dopo un altro anno, riceverò una raccomandata da Equitalia dove mi dicono che devo pagare i 36 non versati, tutta la multa (altri 36), l’aggio di Equitalia (a memoria ca il 2% se pago subito, 4% se pago dopo i 60 gg), e gli interessi (continuo a non considerarli per semplicità, in totale 72.36 se pago, o faccio istanza di rateizzazione, entro 60 o 72,72 se pago, o faccio istanza di rateizzazione, dopo i 60 giorni. Posso rateizzare fino a 10 anni - Tutto questo senza considerare che nel frattempo i miei fornitori mi avranno fatto causa, ma questa è un’altra storia! Ipotizziamo ora, che invece di fatturare, lavoro in nero - Incasserò 100, sempre con 50 di costi (di solito in nero anche questo, ma facciamo finta di niente). - Non dichiaro nulla, non pago nulla. - Se, e quando, l’agenzia delle entrate capisce che c’è qualche cosa che non va, mi manda la stessa raccomandata, ipotizziamo, ma è difficile, che azzecchino esattamente l’importo. Mi chiederanno sempre 25+11, ma non avendo nulla che dimostri cosa ho guadagnato veramente posso accordarmi (esiste una legge specifica per questo, andate a cercare…indovinate chi l’ha promulgata?) fino a pagare il 20% di quanto richiesto, se non faccio ricorso e pago subito. - Quindi, potrei pagare una cifra variabile tra 7,2 (il 20% di 36) e 18 (il 50% di 36), ovviamente dipende da quanto è bravo chi mi assisteste e da altri fattori. Difficile che avendo queste possibilità pagherò quanto dovuto, cioè i 40,13 del caso precedente - In questo caso, Equitalia non interviene! Interverrà solo se non mi accordo, e quindi non pago. In questi esempi, potrei avere sbagliato qualche calcolo, aver ipotizzato & non corrette e saltato qualche passaggio, ma il film è questo! Chi è il furbo, o meglio il delinquente in questo caso? Sicuramente chi lavora in nero, piccolo o tanto non fa differenza, poi chi accetta lavori in nero (si è corresponsabili a tutti gli effetti) ma anche lo stato, perché è palesemente non è equo, anzi, per comodità, favorisce proprio chi dovrebbe colpire, cioè chi NON HA DICHIARATO e NON HA PAGATO! Questo non significa che questa “rottamazione” mi entusiasmi, per quello che ho letto, non è una decisione strutturale, è una decisione che favorirà, ancora una volta, pochi che hanno le disponibilità per aderire. Saluti Maurilio
Halloween: la notte da brivido è a Intra - 31 Ottobre 2016 - 12:05
Re: E prima di hallowin?
Ciao Francesco Anche mia nonna mi raccontava che quando era bambina (quindi 1930) girava per le case a raccogliere i dolci. Non solo l'America era lontana ma nemmeno esistevano i film hollywoodiani. Questo per ricordare che non è proprio una tradizione americana
Ticino: Approvata "Prima i nostri" - 26 Settembre 2016 - 09:37
Re: Chiamali fessi
Ciao Hans Axel Von Fersen questa storia mi fa venire in mente un passo finale del film di Luciano De Crescenzo "Così parlò Bellavista", dove, bloccato in un'ascensore a Napoli insieme ad un ingegnere milanese dell'Alfa Romeo dice "nella vita si è sempre meridionali di qualcuno..." Ora, a parte il fatto che anche da noi si dicono (e non sempre si fanno) le stesse cose, questa consultazione, come anche quella del 2014 sui tetti d'entrata, ha un sapore squisitamente propagandistico: che senso ha per lavori che gli stessi svizzeri non vogliono fare, perché li considerano poco remunerati? In molti casi un datore di lavoro elvetico è costretto, e anche gli conviene, assumere manodopera frontaliera, in quanto ne fa lavorare di più a minor costo. Quindi, paradossalmente, quest'esito referendario finisce con l'aggravare il dumping salariale, e, come per quello del 2014, rimarrà un nulla di fatto, come anche Berna ha tenuto a precisare, visto che i salari sono fissati dai contratti collettivi di categoria. Piuttosto la figura imbarazzata l'ha fatta qualche nostro populista verde lombardo che, in passato, ha sposato la causa ticinese, quando gli extracomunitari erano gli altri..... Come diceva Cossiga gli italiani sono sempre gli altri! Come tu giustamente dici, un popolo deve tutelare gli interessi dei propri cittadini, però si esprime attraverso i partiti politici, e anche nella patria neutrale dei referendum oramai questo strumento è oramai esautorato, a favore degli organi eletti, che cercano di bilanciare interessi nazionali e di politica estera, anche e soprattutto economica. Infine, una domanda: ti sei mai chiesto cosa succederebbe, di qua ma a maggior ragione di là, se di colpo non ci fossero più frontalieri?
VCO: Costa soddisfatto dei fondi regionali - 12 Settembre 2016 - 13:35
Personalmente
Personalmente non considero Renzi un dittatore vero: per esserlo dovrebbe avere ben altri attributi! Mi ricorda tanto il film sul dittatore dello stato libero di Bananas. Per quanto attiene la riforma pensionistica posta in essere dal suo fido amico e sodale Nannicini, concordo in pieno con te: pura e semplice demagogia e presa per i fondelli dei lavoratori. Se sarà attuata così come è stata presentata oggi quasi nessuno aderirà ad una proposta così fantozziana e tafazziana. Ma loro si salveranno la faccia dicendo che comunque una proposta l'avevano fatta. In altri tempi avrei sperato in una presa di posizione dei sindacati, ma oggi come oggi sono solo finti difensori degli iteressi dei lavoratori ( almeno quelli confederali, degli autonomi ho più considerazione). Dicono che i soldi non ci sono: e più loro lo dicono e più io mi convinco che NON VOGLIONO andare a prenderli dove potrebbero. In questo sembra che anche Boeri abbia capito qualcosa, ma come si è visto, subito la cricca ha prontamente alzato gli scudi a difesa dei loro indifendibili interessi ed ha tacitato Boeri seppur con motivazioni che definire risibili è un tanto per non offenderli.
Al Cavallotti nuovi attrezzi per la ginnastica - 15 Agosto 2016 - 23:03
inaugurazione
Era bello vedere un tempo il Sindaco in pompa magna con a seguito la giunta comunale, tagliare il nastro al suono della banda di paese.........avanti c'erano sempre i bambini che festanti guardavano ciò' che il Comune regalava alla comunità........ Alla destra ci stava il prete che benedicendo compiaceva lo sguardo del maresciallo e del farmacista......Adesso una tristezza che sembra dire :"questo è un altro gioco inutile un'americanata che ne sentivamo il bisogno". Il Sindaco solo con una telecamera.....tristezza immane, si sforza nell'essere ottimista ma in cuor suo sa che non interesserà a nessuno. Chiedo scusa per la mia ironia ma mi veniva troppo in mente un film di Toto' per l'inaugurazione dell'ennesima lapide.
CineMaggiore - 27 Luglio 2016 - 22:02
Ok
Ma il "cinema sotto le stelle" ha sempre riproposto film già visti... Me lo ricordo ancora il Titanic quando l'hanno proiettato d'estate... E fuori pioveva che dio la mandava... 😱😱😱 Ma ricordi a parte, almeno, nell'eventuale impossibilità, spero venga recuperata la serata.
Spiagge: deocoro e pulizia - 11 Luglio 2016 - 18:39
Re: parchetto Suna
Caro info sei proprio un bel tipo! Vuoi che ti dica che avevi ragione? Ma fammi il piacere! (visto che l'ultima volta non l'hai capita, è una citazione da un film con il grande Totò!) Sei solo capace di ululare alla luna! Ogni volta che scrivi, mi ritorna in mente il brano di De Andrè: "...così una vecchia mai stata moglie, senza mai figli, senza più voglie si prese la briga, di certo il gusto di dare a tutte il consiglio giusto. E rivolgendosi alle cornute le apostrofò con parole argute..." Mi auguro per te che non sia così! Il lungolago di Suna, con il relativo Lido, è rimasto l'unico vero spazio urbano a lago, ci sarà sempre più casino, attrezziamoci! Saluti Maurilio
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti