Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco

gasolio

Inserisci quello che vuoi cercare
gasolio - nei post
Furti d'alluminio: presa banda - 30 Giugno 2015 - 18:00
Arrestati gli autori del furto di 10 tonnellate di alluminio alla Raffineria Cusiana, con l'operazione denominata "pit-stop", in quanto i malviventi avevano predisposto delle taniche di gasolio in una piazzola dell'A26 per garantirsi il rifornimento e una fuga senza rischi di soste al distributore.
Operazione "Troll": identificati i ladri di carburante - 19 Gennaio 2015 - 15:09
A conclusione dell’attività di indagine denominata “TROLL”, il 19 gennaio 2015, in Cerignola Andria e San Severo di Foggia, i Carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale Carabinieri di Verbania e Foggia, in collaborazione con l’Arma territoriale, hanno tratto in arresto 6 persone e sottoposto altre 6 all’obbligo di dimora in esecuzione a provvedimenti restrittivi emessi dal GIP presso il Tribunale di Verbania Sondrio e Foggia.
Rubavano gasolio e tir nel Nord Italia: 13 arresti tra Verbania e Foggia - 19 Gennaio 2015 - 10:10
Sgominato gruppo criminale dedito ai furti di ingenti quantitativi di gasolio presso depositi del nord Italia. In corso numerosi arresti da parte dei carabinieri di Verbania e Foggia.
Province Montane personale ridotto del 30% - 23 Dicembre 2014 - 10:23
In un comunicato stampa, l'on. Enrіco Borghі rende noto che la riduzione del personale per le provincie interamente montane sarà del 30%, contro il 50% delle altre provincie, è questo quanto emerso dal maxiemendemante votato nei giorni scorsi.
I dipendenti della "Gestione Navigazione Laghi" rispondono al furto di carburante - 12 Giugno 2014 - 14:55
Dopo la recente denuncia per furto di carburante, riceviamo e pubblichiamo una lettera aperta dei dipendenti della Gestione Navigazione Laghi
Navigazione Lago Maggiore: denunciati 3 dipendenti per furto di gasolio - 11 Giugno 2014 - 09:01
Tre dipendenti della Navigazione Lago Maggiore sono stati denunciati perché rubavano il carburante destinato ai traghetti.
UNCEM: metanizzare comuni montani - 19 Aprile 2014 - 11:26
Si tiene oggi venerdì 18 aprile 2014, a Torino, un convegno che ha lo scopo di agire su nuove infrastrutture, che ha come principale obiettivo portare il metano nei piccoli paesi del Piemonte, per la maggior parte montani.
Incontro Enel, Provincia, Prefettura, Comuni - 4 Febbraio 2014 - 15:03
Si è tenuto ieri mattina, presso la sede della Provincia del Verbano Cusio Ossola, l’incontro fra Enel e i sindaci dei comuni delle Valli Vigezzo, Anzasca, Antrona, Bognanco e Divedro colpiti dall’ondata di maltempo eccezionale avvenuta durante il periodo natalizio.
Prorogati i termini adeguamento caldaie - 4 Agosto 2013 - 12:14
L'assessore all'Ambiente Roberto Ravello ha accolto la richiesta di prorogare dal 1° settembre 2013 al 31 dicembre 2014 il termine entro cui le caldaie devono essere adeguate alle nuove normative.
Verbania maggiore consumatrice di carburante - 10 Dicembre 2012 - 11:21
Il dato emerge dall’analisi della rete distributiva che coglie l’andamento economico, le abitudini e le preferenze dei piemontesi, nonché informazioni utili sulla collocazione geografica.
La Regione proroga l'adeguamento caldaie - 8 Agosto 2012 - 17:29
La Giunta Regionale ha deliberato la proroga di un anno, rinviando al settembre 2013, l’obbligo di adeguamento tecnologico degli impianti di riscaldamento di strutture alberghiere e condominiali, in particolare quelle alimentate a gasolio.
Dal Senato ok a mozione contro il “pendolarismo della benzina” - 21 Marzo 2012 - 10:39
E’ stata approvata ieri sera dal Senato la mozione bipartisan che impegna il Governo ad adottare le misure necessarie a contrastare il cosiddetto ”pendolarismo della benzina”, che in particolare nelle zone di confine causa un mancato gettito per l’erario valutato intorno a 40 milioni di euro al mese.
Florivivaismo in crisi per il gasolio - 3 Marzo 2012 - 14:42
Coldiretti Novara Vco, il caro carburante mette in ginocchio le imprese floricole: "In meno di un anno il gasolio agricolo è aumentato del 58%".
gasolio - nei commenti
Forza Italia Berlusconi su spiaggia Beata Giovannina - 1 Settembre 2016 - 11:35
Re: Re: Re: Spiaggia Beata giovannina
Caro Paolino, io non parlo di procura a vanvera, ma a ragion veduta. Provo a fare un riepilogo di quello che è successo, mi baso solo sulla mia memoria quindi se dico delle inesattezze, correggetemi! C’era una volta una spiaggia, un’amministrazione, non questa decide di intervenire e spende circa 200.000€; sistemata la spiaggia, la stessa amministrazione, la “cede” ad un privato per 5600€/anno! Ora, o sono stupido io, o non capisco dove stia l’affare! Cosa se ne farà il privato non si sa, ma non è consentito l’accesso alla spiaggia (cito l’articolo di vcoazzurratv già linkato da Giovanni%). Subentrata questa amministrazione, rescinde il contratto, e, per due stagioni, lascia la spiaggia libera. Da questa stagione, la stessa amministrazione, concede l’uso della spiaggia e del pontile, ad una società sportiva che pratica lo sci nautico (sport riconosciuto dal CONI) e concede di posizionare un container bar. Quindi, l’accesso alla spiaggia è libero, chi la gestisce offre (a pagamento, "ça va sans dire") servizi turistici che prima non erano neanche presenti sul territorio (gonfiabili, sci nautico, giochi d’acqua oltre alle consuete sdraio), come si dice, la spiaggia ha fatto girare l’economia (stipendi, acquisti forniture bara, gasolio per motoscafi,…). Cosa dovrei aggiungere? Personalmente credo che la città ci abbia comunque guadagnato! Se entriamo nello specifico, si ritiene il canone basso? Come ho già scritto, immagino che sarà stato stabilito nei termini di legge! Non è così? Allora è necessario che l’intervento della procura… La spiaggia è stata assegnata senza gara? La legge lo consente? Se no, anche in questo caso è necessario che l’intervento della procura… La legge lo consente, ma sarebbe stato meglio procedere con gara? Probabilmente è vero, giusto fare un’interpellanza, giusto sarebbe rispondere. Ma se la legge lo consente e se il progetto presentato è buono, non vedo perché non procedere in modo spedito. Peraltro, la determina dice, testuali parole, “il presente provvedimento, …, potrà essere sempre revocato, sospeso o modificato in tutto o in parte per ragioni di pubblico interesse e di sicurezza della navigazione senza diritto di indennizzi”, si può sempre tornare indietro! Ci sono altri element? Qualcuno dice che il pontile è troppo vicino all’area di balneazione, ci sono norme e regolamenti? Sono rispettati? Se sì, ogni polemica è inutile, se no è necessario denunciare la cosa agli organi competenti (Procura, Guardia Costiera,…)! “Cittadini con Voi” e “Sinistra e Ambiente” scrivono nell’interpellanza, post http://www.verbanianotizie.it/n757054-bava-e-brignone-tre-interpellanze.htm#commenti-37952, “è stata concessa un’area demaniale per scopi diversi da quella prevista dal piano per la gestione del demanio”. Non se la cosa sia completamente vera o sia un’interpretazione, se è vera, e non ho motivo per dubitare del contrario, sono previste deroghe? In questo caso sarebbe stato possibile concederle? Se no, cosa paghiamo a fare dirigenti e impiegati comunali se commettono simili errori? Nella stessa interpellanza, scrivono anche “…Si impegna l’Amministrazione a definire una variante che preveda per l’area un utilizzo che garantisca il diritto alla balneazione e al diporto non a motore”, mi chiedo, questo diritto è stato negato? La balneazione pubblica è possibile, il diporto non a motore anche, sono presenti opportune boe di segnalazione! Queste boe non sono sufficienti, o si ritiene sia meglio aggiungere, credo che basti chiedere e/o imporlo ai gestori, i termini della determina lo consentono! (segue)
Forno crematorio: "perchè non andremo a votare" - 11 Aprile 2016 - 11:35
Re: Re: Re: Re: Re: Re: addirittura!
Ciao Maurilio Per la prima volta condivido in parte il tuo commento, in particolare dove puntualizzi che l'amministrazione ha sbagliato, avrei anch'io apprezzato la pubblicazione su questa piazza della tua analisi economica, anche se come giustamente dici sono ipotesi e hanno molte variabili, le quali andavano fatte e condivise il più possibile, prima di portare in consiglio comunale la delibera oggetto del referendum, a maggior ragione non devi denigrare chi espone le sue tesi con i numeri di cui dispone, in quanto è proprio da quel tipo di confronto tra le varie posizioni che si deve trovare il giusto equilibrio nell'interesse della città. Per comodità rispondo anche al Sig. Tedesco, uno dei motivi per cui sono convinto aumenteranno le cremazioni è proprio nel suo commento, per ottimizzare l'efficienza del forno e di conseguenza risparmiare energia, vie è la combustione continua, il forno consuma molto ad arrivare a temperatura da freddo, mantenerla in seguito è meno dispendioso. Il fantomatico macchinario che limita le emissioni, altro non è che l'abbattimento della temperatura fumi, con relativo recupero di calore, e conseguente abbattimento delle diossine, la convenienza energetica dello scambiatore c'è sempre che si abbia dove recuperare questo calore, in inverno in parte può essere ceduto al riscaldamento dei locali, diversamente in estate ad esempio se non si collega ad una importante utenza di acqua calda sanitaria va sprecato, le possibilità possono essere svariate, basta confrontarsi serenamente per il bene della città, ad esempio la famosa falda di acqua temperata che hanno evidenziato i 5stelle, aiutata dal forno crematorio, potrebbe essere sfruttata per riqualificare la zona ex acetati e creare delle terme. Magari da valutare per essere inserito nel fantomatico Paes, il quale chiede di abbassare le emissioni di Co2 non di aumentarle, per chi non avesse letto la notizia in Olanda le auto a benzina e gasolio saranno vietate dal 2025, concludo ribadendo che i 2 referendum non sono fuffa come qualcuno dice, ma voler guardare a lungo termine come migliorare la qualità della nostra vita per non essere cremati prima del tempo
Torna lo sconto benzina nei territori di confine - 17 Dicembre 2015 - 10:24
a e b
e quelli che vanno a gasolio? in Svizzera costa meno che in Italia ed è di ottima qualità e comunque mi ripeto, non ci devono essere cittadini di serie A e B ed infine quanti distributori ci sono in prossimità del confine da "salvare"? Per capirci io abolirei anche le regioni a statuto speciale...
Norme sull'accensione del riscaldamento - 12 Ottobre 2015 - 19:25
Andrè, Lei non ha capito.....
Ho scritto che le Leggi (anche sbagliate) si rispettano sin che ci sono e non che le rispetto o le violo a seconda della mia personale convenienza. Quanto ai cambiamenti climatici, agli inquinanti dovuti al gasolio, metano ecc. ecc. mi fa molto arrabbiare il fatto che mentre al popolo viene imposta ogni sorta di obbligo (vedasi la sciocchezza degli Euro1,2,2,4 ecc.) per quel che riguarda le automobili; in questo modo si incentiva la sostituzione della vettura (per chi può permetterselo) come se questa fosse la panacea. Che non lo sia lo prova il fatto che nonostante le sostituzioni, l'inquinamento non diminuisce. Nessuno considera quanto si inquina per produrre una vettura nuova? Dall'estrazione delle materie prime, sino al prodotto finito, quanta energia si deve consumare quindi quanto inquinamento provocare? Non mi si venga a dire che inquina di più una vettura di 10 anni, che il ciclo di produzione di una vettura nuova! Inquinerà un po' di meno della vecchia quando circolerà ma quanto ha inquinato il costruirla? Euro1-2-3 ecc. temo siano "suggerimenti" dati dalle Case costruttrici automobilistiche per assicurarsi le vendite, Case che sono le prime a favorire l'inquinamento. Lo scandalo Wolfswagen ( ed altri costruttori) non le dice nulla? Quanto al protocollo di Kyoto, i primi a non firmare sono proprio gli USA e la Cina, nazioni ad alta produzione di inquinamento globale e, specialmente la Cina. Grandi dighe come quella delle "Tre gole" che ha provocato e provoca disastri tipo la sconosciuta siccità. i cinesi, non paghi, hanno pensato alla diga Danjiangkou che ha creato più problemi (al popolo) che vantaggi (ai soliti plutocrati), con cambiamenti climatici che si riflettono su tutto il globo. Ed i pozzi petroliferi? Andrè gli inquinanti non si fermano ai confini dei Paesi saggi e virtuosi....purtroppo per gli inquinanti....tutto il mondo è Paese...... Ci sarebbe ancora molta materia su cui discutere. Andrè, temo che al di là delle buone e sagge intenzioni individuali, i soliti speculatori farabutti, abbiano trovato il modo di usare il clima per "farabuttare" e guadagnare ancora di più. Perchè invece di seguire una buona norma della Ue che raccomanda di riciclare i rifiuti come si fa nell'impianto di Vedelago, in Italia si continua a realizzare e bruciare i rifiuti nei così detti "Termovalorizzatori",? Perchè questi "inquinaincrementatori" sono fonte di guadagno per le solite lobby. Per ultimo, Lei non ha dato del fascista a Lupus? ....ha solo scritto: "il me ne frego di fascistica memoria dice tutto di chi è questo personaggio"......non mi pare che gli abbia dato del baciapile?..... Andrè, buona cena, buona sera e buona notte!
Norme sull'accensione del riscaldamento - 12 Ottobre 2015 - 13:48
Re: oh bella Andrè......
veramente era il me ne frego di fascistica memoria.. non ho dato del fascio a Lupus che tra le altre cose si vanta di esserlo nel commento successivo.. ,, veniamo alla questione leggi??? vediamo se ho capito.. se una legge mi conviene o penso che sia giusta la rispetto .. se no .. la violo... uhmmm questa si che è democrazia.. Non danneggia nessuno l'uso del riscaldamento .. gasolio , metano o gpl... sul non danneggiamento alla collettività del gasolio da riscaldamento .. io qualche dubbio ce l'ho.. mai sentito parlare di polveri sottili.. inquinamento.. tumori ... effetto serra... protocollo di Kyoto ? evidentemente no... o se si.. il me ne frego è normale... freghiamocene tutti ....tanto che cz il pianeta non è nostro .. se il clima cambia e ci sono sempre più "bombe" d'acqua l'importante è che non capiti nulla a noi ....
Norme sull'accensione del riscaldamento - 11 Ottobre 2015 - 21:16
Me ne frego!
Finchè il metano lo pagherò io (il gasolio od altro che dir si voglia) io accenderò quando e quanto mi piace, e se qualcuno vorrà presentarsi sulla porta di casa per contestarmi l'accensione ho già pronto il nervo di bue.
Pochi a bordo dell'aliscafo - 10 Novembre 2014 - 21:27
x Claudio - dilettantismo
Se c'erano 70 aderenti, i 66 li facciamo cercare da "Chi l'ha visto?". Se 70 hanno aderito vuol dire che hanno pagato anche la mensilità oppure con adesioni si intendeva "sì interessa quella volta che non parte l'auto, quando nevica, quando ho l'auto dal meccanico, quando non ho voglia di guidare"? Allora siamo di fronte a pressapochisti dilettanti. Se hanno aderito, si doveva provvedere ad esigere le 250 euro. Altrimenti, l'adesione è carta straccia. Oppure le adesioni servivano solamente a giustificare il sicuro fallimento dell'iniziativa e i 40.000 euro che spariranno dal bilancio comunale? "Hanno aderito in 70 ma poi avranno cambiato idea..." E poi non dovevano essere almeno 150? L'appunto, quindi Claudio, va fatta a questa amministrazione di "dilettanti allo sbaraglio". Se hai un modulo, pubblicalo, sarà fonte certa di altra arrabbiatura. Che il car-pooling aumenti i rischi è una boiata pazzesca (ogni tanto cambio espressione). Innanzitutto, meno auto circolano, diminuisce il rischio di collisioni in generale ma soprattutto, se vi è un incidente ogni 100.000 km percorsi o ogni 10.000 h di guida (cifre a caso), questo dato non varia al variare degli occupanti. Infine il consumo, il consumo di Lord Byron l'aveva recuperato il buon Brignone, il conto l'avevo fatto io. 5,5 kg di NAFTA (nafta non gasolio) ogni km che vuol dire 154 m per ogni litro di NAFTA. Ipotizzando 2 andate e 2 ritorno il consumo è quello. Ora, tu dici che c'è stata una sola andata e un solo ritorno e qui la cosa diventa ancora più drammatica. Inizialmente era stato detto (oppure lo davo per scontato... (stupido io....)) che si poteva utilizzare l'aliscafo per questa tratta, perché in quella fascia oraria, non era utilizzato per altri servizi (quelli utili). Ora se l'aliscafo rimane fermo, vuol dire che dovrà sempre essere a disposizione un aliscafo per fare 1 sola corsa al giorno! Ma soprattutto, perché la navigazione ha un aliscafo in più rispetto alle necessità (fino a domenica scorsa)? Cioè, non è che gli aliscafi costino e necessitino di manutenzione come un'utilitaria....
Pochi a bordo dell'aliscafo - 10 Novembre 2014 - 17:54
la perla....
"Diminuzione della Co2 dispersa a causa dei motori di trasporto ‘singolo’ o, al meglio, in car-pooling da 4 lavoratori" Allora l'aliscafo fa fuori 650 litri di nafta al giorno (nafta non gasolio....), 100 auto per fare VB-Locarno A/R consumano circa dai 300 ai 500 litri. Naturalmente un aliscafo di 30 anni non è EURO5 Addirittura c'è arrivato anche Brignone a capire che era una c@g@ta pazzesca... Dimissioni per palese incompetenza. 40.000 euro buttati nel cesso. Ma finché paga pantalone, chissenefrega!
Accensione impianti di riscaldamento - 9 Ottobre 2014 - 14:43
Baggianate!
Baggianate, tutte baggianate degne di questo paese di Pulcinella: fin tanto che il gasolio, il metao, il carbone o la legna me li devo pagare io e non lo stato, decido io quando accendere o quando spegnere e quanti gradi tenere in casa: e voglio proprio vedere chi avrà titolo per entrare in casa mia senza un mandato dell'autorità giudiziaria per controllare.
Il punto dei Sindaci associati sul canile di Verbania - 7 Settembre 2014 - 08:19
Imparare a leggere...
Per quelli che non sapendo leggere vogliono mettermi in bocca delle parole, la frase é : "...ma per me (e credo per i più ostili al l'atteggiamento della maggioranza) il punto vero é la legittimità degli atti amministrativi..." . Spiegazione: per me il punto é la legittimità degli atti amministrativi, credo che anche per i più ostili alla maggioranza il punto sia lo stesso. Non c'é scritto che sono pregiudizialmente ostile alla maggioranza! Faccio tanti errori ortografici, certo, ma so scrivere i miei pensieri in modo corretto. Ho votato il loro programma che non stanno attuando, ho apprezzato pubblicamente l'operato di alcuni assessori, ho dato un parere positivo sulla squadra.... Ma puoi avere una Ferrari, se fai il pieno di gasolio non ti muovi dal parcheggio. Vedo che ad Alessantra della trasparenza degli atti della sua maggioranza interessa poco, complimenti!
Frontalieri con le ali - 4 Settembre 2014 - 11:39
sconto gasolio chi lavora in lombardia.
Allora chi lavora in lombardia visto Che a verbania tutti disoccupati..il comune cosa fa per italiano servitori ? Che italia
"Aiutatemi devo operare mia figlia" arrestato - 17 Agosto 2014 - 15:41
tornare a casa? no non devono venire
le nostre aziende del nord devono finirla di produrre armi per venderle poi a certi governi compiacenti Africani.. le nostre aziende chiuderanno.. fa niente.. ma almeno ci ranno meno persone che scappano dalla guerra.. vietare all 'ENI di sfruttare il petrolio del delta del Niger e lasciare il petrolio in mano ai Nigeriani... benzina e gasolio costeranno di più ,ma almeno ci saranno meno persone che scapperanno dalla fame.. vietare alle nostri multinazionali del pesce surgelato di andare a pescare davanti alle coste del Senegal (dove hanno una concessione esclusiva) e lasciare pescare i pescatori del luogo a cui è vietato.. certe aziende in Italia chiuderebbero e ci sarebbero meno senegalesi.. divieto dello sfruttamento delle miniere in Ciad , in Angola e pagamento delle materie prime a prezzo di mercato .. divieto di vendere prodotti agricoli a prezzi più bassi ,delle grandi aziende europee (che hanno sovvenzioni dalla UE) , dei paesi nordafricani... un po di lavoratori in meno in Italia, ma almeno meno immigrazione, divieto di esportare i nostri rifiuti tossici nei paesi africani.. i rifiuti nocivi che produciamo devono rimanere nei nostri giardini (magari in quello di Lupus o di Furlan) e da parte dei paesi stranieri rimandare a casa tutti i milioni di italiani che dal 1900 (dunque seconde ,terze e quarte generazioni) sono emigrati nei loro paesi dove spesso hanno non solo lavorato onestamente, ma rubato, ucciso stuprato e spacciato droga e commesso atti di pedofilia (nei paesi del sud-est asiatico e Brasile)
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti