Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco

il fatto quotidiano

Inserisci quello che vuoi cercare
il fatto quotidiano - nei post
Paffoni Fulgor Basket: nuovo Presidente e allenatore - 23 Giugno 2019 - 18:06
Lunedì sera, nella splendida festa di fine stagione al Cafè Matisse, alla presenza di duecento tifosi entusiasti, c'è stato il passaggio di testimone da Ugo Paffoni, che rimane come main sponsor, a Marco Padulazzi, amministratore delegato del Grand Hotel Des iles Borromees.
Ribolzi terzo agli Italiani di vela classe Laser Radial - 20 Novembre 2018 - 11:28
Ai Campionati Italiani di vela classe Laser Radial “over 19” tenutasi ad Ortona (Chieti) l’atleta del Circolo Velico Canottieri Intra Andrea Ribolzi ottiene il terzo posto sul podio.
ARS.UNI.VCO ha rinnovato le cariche - Cerutti la neo-Presidente - 27 Giugno 2018 - 15:03
Si è insediato lunedì 25 giugno scorso il Consiglio Direttivo nominato dall’Assemblea degli Associati Ars.Uni.Vco nei giorni scorsi. Per il triennio 2018-2020 la carica di Presidente dell’Associazione è stata affidata a Stefania Cerutti, Docente e Ricercatrice dell’Università del Piemonte Orientale.
"Risottata di confine" - 14 Giugno 2018 - 09:33
A Brissago, al confine tra Italia e Svizzera, venerdì 15 giugno, lo chef due stelle Michelin protagonista di un evento organizzato dal quotidiano online del Canton Ticino che attraverso la cucina celebra la società aperta.
Chifu e Immovilli: Maggiore deroga alle norme antincendio - 21 Maggio 2018 - 16:51
Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato dei Consiglieri Comunali Adrian Chifu e Michael Immovilli, riguardante la deroga per “l'adeguamento alle norme antincendio”.
Montani torna sulla frana in Vigezzo - 6 Aprile 2018 - 16:01
Dopo la frana che ha causato due morti in Val Vigezzo, il Senatore della Lega Enrico Montani, che ieri ha partecipato al vertice tenutosi in Prefettura per fare il punto della situazione sulla messa in sicurezza della statale 337, torna con un comunicato a parlare del tragico fatto di cronaca avvenuto domenica scorsa.
Presentazione “il disobbediente” - 16 Febbraio 2018 - 13:01
L’Associazione Liberalis Institutio, in collaborazione con la Libreria Alberti invita all’evento “il disobbediente”, sabato 17 febbraio 2018, alle ore 15,30, presso la Libreria Alberti.
Pagamenti delle Pubbliche Amministrazioni: bene Verbania - 24 Luglio 2017 - 19:06
Lo diffonde in una nota che riceviamo e pubblichiamo, l'Amministrazione di Verbania. Verbania tra i comuni più veloci nei pagamenti.
Forza Italia Berlusconi su PD e Amministrazione Comunale - 21 Luglio 2017 - 09:15
Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato di Forza Italia Berlusconi in merito alla crisi interna al PD e all'Amministrazione Comunale di Verbania.
"Banche in liquidazione …e ora?" - 20 Luglio 2017 - 09:16
Venerdì 21 luglio 2017, alle ore 21.00, presso Palazzo Flaim, Comunità.vb organizza una serata pubblica dal titolo “Banche in liquidazione …e ora? – dall’emergenza alla prevenzione. Consigli pratici per il risparmiatore”, a cura del professor Beppe Scienza e l’avvocato Matteo Moschini.
Materia e Figura di Antonio Cotroneo - 30 Giugno 2017 - 10:23
Anche quest’anno apre le porte l’atelier dell’artista Antonio Cotroneo: l’evento organizzato, Materia e Figura, propone al pubblico e agli appassionati d’arte una collezione di opere figurative, molte delle quali inedite e selezionate dalla collezione privata del pittore.
Forza Italia Berlusconi torna su sicurezza de il Maggiore - 26 Giugno 2017 - 20:10
Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato del Gruppo Consigliare Forza Italia Berlusconi, che torna sul problema delle certificazioni di sicurezza del teatro il Maggiore.
"Prendiamola con filosofia" - 16 Giugno 2017 - 14:03
La Società Filosofica Italiana sez VCO incontra sabato 17 giugno 2017 ore 18.00 presso il piano Nobile di Villa Giulia via Vittorio Veneto Verbania, Ermanno Bencivenga, il filosofo presenterà il suo libro "Prendiamola con filosofia".
Metti una sera al cinema Special Events - La fine del mondo - 10 Maggio 2017 - 11:27
il Cinecircolo Socio Culturale Don Bosco, giovedì 11 maggio 2017, per la rassegna "metti una sera al Cinema", Special Events, presso l'Auditorium de il Chiostro spettacolo unico ore 20:15 proiezione di "La fine del mondo".
Delitti di lago vol.3 - 30 Marzo 2017 - 14:01
Venerdì 31 marzo 2017, alle ore 18,00, presentazione della nuova antologia dei Delitti di lago vol.3.
Successo per "La lingua segreta delle donne” - 8 Marzo 2017 - 16:31
Un grande successo il concerto di Susanna Parigi “La lingua segreta delle donne” che si è tenuto domenica 5 marzo al Teatro Galletti di Domodossola.
SP75 Valle Cannobina: proposta di riclassificazione - 11 Febbraio 2017 - 18:45
Riceviamo e pubblichiamo, la proposta di riclassificazione in Strada Statale della SP 75 della Valle Cannobina - Proposta di deliberazione del consiglio provinciale depositata dai Consiglieri Albertella e Porini.
Carabinieri: Generale di Corpo d’Armata a Verbania - 9 Febbraio 2017 - 15:03
Alle ore 10.00 di oggi 9 febbraio, il Generale di Corpo d’Armata Tullio Del Sette, Comandante Generale dell'Arma dei Carabinieri, ha fatto visita presso la sede del Comando Provinciale Carabinieri di Verbania.
“Avviso Pubblico": PD pro, Lega contro - 21 Gennaio 2017 - 10:25
Riportiamo i comunicati della lega Nord Verbania e del Partito Democratico riguardanti l'adesione all'Associazione “Avviso Pubblico", che vede posizioni opposte in merito.
Fratelli d'Italia: “Datevi una mossa!!! Non ci piace" - 13 Dicembre 2016 - 09:16
Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato di Fratelli d'Italia Verbania, riguardante le dichiarazioni rilasciate dalla sindaca riguardante il commercianti cittadini.
il fatto quotidiano - nei commenti
Rubava a Verbania arrestata a Legnano - 1 Settembre 2019 - 15:37
per Robi
Mi capita sovente di seguire i commenti e gli interventi dei lettori su altre testate internettiane ( il fatto quotidiano e Repubblica, tanto per citarne due a caso) e mi rendo conto che i commenti su VBN, per quanto forti, sono da educande in confronto a quelli che si leggono altrove.Per quanto riguarda VBN non mi sembra il caso di rivolgersi alla Polizia Postale ( non ho letto insulti espliciti e/o diffamazioni), ma forse hai ragione tu quando dici che taluni "interventisti", soprattutto quelli che imperversano ma mai dicendo come la pensano e da che parte stanno,, sarebbe meglio ignorarli e lasciarli cuocere del loro stesso brodo che a loro piace tanto.
Il Movimento 5 Stelle cerca candidati per Verbania - 9 Novembre 2018 - 10:44
Re: Re: un bel tacer..
Ciao sportiva mente In risposta alla tua domanda cosa hanno fatto i 5stelle, ti giro la replica di Travaglio "Io credo che molti leader vorrebbero riuscire, in cinque mesi, a realizzare punti importanti del loro programma come ha fatto Di Maio. E continuo a meravigliarmi che si dica che ha fatto tutto Salvini. Hanno fatto tutto i Cinque Stelle: i vitalizi, le pensioni d’oro, il decreto Dignità, il carcere agli evasori, l’anticorruzione con l’agente infiltrato e i premi per i pentiti – cose che si chiedevano da vent’anni -, il reddito di cittadinanza, la chiusura della vertenza dell’ilva, il calcolo costi-benefici delle grandi opere che probabilmente metterà fine alla pochade del Tav Torino-Lione, il blocco del bavaglio ai giornalisti sulle intercettazioni e della legge svuota-carceri”. Ospite di Otto e mezzo, su La7, Marco Travaglio elenca uno dopo l’altro quelli che ritiene essere i successi del M5S al governo. “A me” – prosegue il direttore de il fatto quotidiano – “non interessa di che colore è il gatto: l’importante è che prenda i topi. Se riescono ad andare avanti con questo ritmo, penso che coloro ai quali hanno promesso queste cose saranno contenti. Poi c’è chi non è d’accordo su queste norme e le può contestare, ma certamente non si può dire che in questi cinque mesi Di Maio sia rimasto a girarsi i pollici. Mi pare che, anzi, rispetto a Salvini abbia portato a casa molta più roba”. Poi replica a Massimo Giannini (La Repubblica) e Giorgia Meloni (Fratelli d’Italia): “Io vorrei capire cosa c’è di aleatorio in quello che ho detto: il decreto Dignità è in funzione, nella manovra finanziaria ci sono i soldi per il reddito di cittadinanza e quota 100 per le pensioni… Se per voi non è successo niente ed è tutto falso, ditelo pure. A me risulta che la crisi dell’ilva sia stata risolta, che i vitalizi non ci siano più, che il decreto anti-corruzione con il carcere per gli evasori, l’agente sotto copertura e l’emendamento sulla prescrizione stia in Parlamento. È un disegno di legge, è chiaro che lo debbano approvare. Semplicemente non è vero che gli uni non fanno niente e gli altri fanno tutto”.
Temporali improvvisi: interventi della Guardia Costiera - 2 Agosto 2018 - 17:55
Leggere e reati commessi da stranieri
Ha ragione Robi quando dice che la sinistra amplifica oltre misura certi reati commessi ai danni di stranieri; ma basta leggere la cronaca nera di qualsiasi quotidiano nazionale on line ( io ad esempio leggo giornalmente La stampa, il fatto quotidiano, il messaggero, la Nazione, il Giorno,il giornale, la Prealpina) per rendersi conto di come il piatto della bilancia pesi più dalla parte dei reati commessi da stranieri ai danni di italiani che quello dei reati commessi da italiani a danno di stranieri. certo che la buona abitudine di leggere ed informarsi non il forte dei cittadini italiani.....e così si bevono tutto quello che la sinistra vuol far credere. I TG della RAI proprio non li considero perchè anch'essi improntati a sn; talora quardo TG7 e Sky, ma anche lì, isomma, insomma....i buonisti imperano.
Evento prof. Galimberti: la posizione degli organizzatori - 17 Ottobre 2017 - 10:29
Pesare le parole
tratto da un altro quotidiano online locale: “Sono disgustato dal fatto che metà di voi sia rimasto fuori per motivi di sicurezza. Avete un teatro nuovo cui non è consentito l’accesso a metà del pubblico. E’ il risultato della mancata capacità di programmazione dei vostri amministratori e di una burocrazia troppo rigida. Se c’è qualche giornalista in sala, spero che lo scriva, senza compromessi!” http://www.verbanonews.it/prima-pagina/galimberti-al-maggiore-disgustato-che-meta-di-voi-sia-rimasta-fuori-2887.html Io sinceramente faccio fatica a capire il significato delle sue parole: la sala era piena, c'erano altre persone che non avevano diritto ad entrare (perchè non c'era più posto!), e lui dove le avrebbe volute mettere? sono rimaste fuori perchè se la capienza è 570, semplicemente non ci sono sedie libere. La burocrazia troppo rigida è quella che impone che al tutto esaurito non si faccia entrare altra gente? "E’ il risultato della mancata capacità di programmazione dei vostri amministratori": ma si riferisce al caso specifico o alla mancata lungimiranza di un progetto di quasi 10anni fa che doveva prevedere che il suo evento avrebbe attirato oltre 570persone? Nel primo caso il rimbrotto è da fare a chi lo ha invitato e pagato che non è stato in grado di prevedere e prevenire il grande afflusso (avrebbe potuto chiedere l'affitto della sala grande, MilLE posti!, deroga VVF permettendo); se è la seconda delle due chiavi di lettura, è solito contestare le capienze di tutti i posti dove viene invitato? Immagino che anche altrove abbia superato il tutto esaurito! E se 570posti per lui non basta, lo sa che in oltre un anno di programmazione, ben pochi sono stati gli spettacoli da tutto esaurito? Dovevamo pensare ad un teatro sempre mezzo vuoto perchè "non si sa mai che passa Galimberti da queste parti?". Io davvero non lo capisco...se non come incipit alle scorribande demagogiche di turno. Saluti AleB
SS34: Promesse disattese sui fondi messa in sicurezza - 16 Agosto 2017 - 11:24
Re: sinistro....balconi che cadono
Ciao lucrezia borgia forse non hai ben compreso: un balcone che cade, considerando che era una pertinenza di un'abitazione nuova di zecca, ti sembra ordinaria amministrazione? Non ho mai sentito di costruzioni nuove i cui balconi vengono giù dopo appena 8 anni! Forse hanno usato materiali scadenti, senza gli opportuni controlli....? Poi, cosa c'entra il fatto quotidiano? A parte che Travaglio & Co. non guardano in faccia a nessuno, ma se sfogliamo la stampa straniera, beh il quadro è ancora più impietoso. A proposito: ogni 3 mesi, la Merkel mandava laggiù degli emissari per controllare come fossero spesi i fondi donati..... E ora, per cortesia, non venirmi a dire che sono un fan della Germania....
SS34: Promesse disattese sui fondi messa in sicurezza - 16 Agosto 2017 - 09:24
sinistro....balconi che cadono
Vada oltre le notizie de "il fatto quotidiano". Legga più testate giornalistiche anche straniere magari. Si renderà conto che ci sono stati sì dei disagi, la maggior parte a causa della mancata manutenzione di chi doveva farla. Manutenzione ordinaria che si deve fare anche nelle nostre case, pena il deterioramento. Raramente si è trattato di vizi costruttivi.
Primarie PD: i dati del VCO - 1 Maggio 2017 - 15:52
coeRENZIe
Bisogna ancora capire come possa partecipare uno che si è ritirato dalla politica, dopo il fallimento del 4 Dicembre, come promesso pubblicamente...Forse non era vero? Quindi tutti coloro che lo hanno votato, credono ancora in quello che dice ed alla sua parola? Ma cosa dice? "Ora inizia una storia nuova" In che senso? Che ci racconta un altra favola? A quando la dichiarazione Gentiloni stai sereno? Qui una piccola parte delle sue Storie...il resto a questo link http://www.direttanews24.com/il-fatto-stronca-matteo-renzi-il-falso-quotidiano-sei-tu-ed-elenca-tutte-le-balle/ La più grossa. “È del tutto evidente che se perdo il referendum, considero fallita la mia esperienza in politica” (29 dicembre 2015). “Ho già preso il solenne impegno: se perderemo il referendum lascio la politica” (15 gennaio 2016). “Se non passa il referendum, la mia carriera politica finisce. Vado a fare altro” (11 maggio 2016). “Se perdo il referendum, troveranno un altro premier e un altro segret ario ” (1 giugno 2016). “O cambio l’Italia o cambio mestiere” (2 giugno 2016) No comment Seconda classificata. “Diamo un hashtag: # enrico stai sereno . Va-i avanti, fai le cose che devi fare. Io mi fido di Letta, è lui che non si fida. Non sto facendo manfrine per togliergli il posto” (16 gennaio 2014); “Sono tantissimi i nostri che dicono: ma perché dobbiamo andare al governo senza elezioni? Ma chi ce lo fa fare? Ci sono anch’io tra questi” (9 febbraio 2014) No comment/2 Stangata. “È impressionante il numero di 91 miliardi stimati di evasione fiscale. Bisogna cambiare approccio verso il cittadino che si deve sentire moralmente accompagnato. Per chi sbaglia non ci sono scappatoie, va stangato” (27 novembre 2014) Renzi ha triplicato la soglia oltre la quale l’evasione è reato (quintuplicata per l’omesso versamento Iva) e per l’uso del contante (da mille a 3 mila euro) e varato 4 condoni: due sui capitali nascosti all’estero, la rottamazione delle cartelle di Equitalia e l’ultimo, in fieri, sui contenziosi tributari. Poltrone. “Sogno un Paese in cui conta cosa conosci e non chi conosci” (slogan preferito); “Se governerò avrò un grande obbligo morale con gli italiani: quello di mettere nei posti di responsabilità persone libere, indipendenti, capaci di competenza e autorevolezza” (28 ottobre 2012), “Via i partiti dalla Rai, via da Finmeccanica via dalle nomine dei cda” (19 aprile 2012) Poi c’è stato il governo degli amici toscani (Luca Lotti, Maria Elena Boschi, l’ex capo dei vigili di Firenze a capo dell’uf fic io legislativo di Palazzo Chigi) e l’occupazio n e dei cda di Enel, Eni, Finmeccanica , FS e Poste riempiti di sodali: Alberto Bianchi, presidente della sua Fondazione; Fabrizio Landi, suo finanziatore; Federico Lovadina, socio del tesoriere Pd Bonifazi nello studio BL (in cui c’è il fratello della Boschi); Marco Seracini, il suo commercialista; ecc. Giustizialista “Filippo Penati deve rinunciare alla prescrizione e dimettersi da consigliere regionale: gli auguro che possa provare la sua innocenza (…) C’è molta apprensione nel quartier generale (segretario Bersani, ndr): “La questione è umorale oltreché morale”( 29 agosto 2011); “In effetti, la Idem si è dimessa dimostrando uno stile completamente diverso” (14 gennaio 2014, Renzi critica Nunzia De Girolamo che rimane attaccata alla poltrona da indagata) Giustizialista/2. “Tecnicamente parlando, Berlusconi e Grillo sono entrambi pregiudicati. La questione etica, morale, giudiziaria è per me fondamentale come valore personale prima che politico. Non faccio il governo con Berlusconi , né con Grillo” (8 maggio 2014) “Non chiederò mai le dimissioni per un avviso di garanzia” (6 giugno 2015). Preferenz e. “Uno dei temi più contestati è l a mancata espressione delle preferenze. Lo confesso: ne sono un sostenitore ” (21 gennaio 2014) Ora non vuol togliere i capilista bloccati... L’invidia. “Se ci rivediamo tra cinque anni con la legge elettorale provata e sperimentata,
Mario Capanna e Don Gino Rigoldi al Maggiore - 19 Dicembre 2016 - 18:24
Mario Capanna
" Cercava la rivoluzione e trovò l'agiatezza " ( Leo Longanesi ) . Da - il fatto quotidiano - . Mario Capanna , ogni volta che interviene dimostra che la sorte di chi si è ribellato troppo è la sottomissione a un'idea fissa . Vietato cambiare idea , vietato crescere, vietato pensare con la propria testa . Per essere duri e puri bisogna fermarsi all'immutato 68 , soggiacere al quel mito di verginità. Con due o tre occupazioni ,qualche slogan e retorica a sfare , Mario ha convertito il 68 in professione redditizia .Da qui il detto popolare - Pancia mia fatti Capanna- . Ora vive nelle Campagne di Città Castello e da pensionato percepisce ben due vitalizi . A titolo informativo Vi riporto pari ,pari quanto è stato scritto . Buona lettura
Furlan Responsabile Nazionale Protezione Civile S.O.G.IT - 6 Dicembre 2016 - 08:13
Alberto e le colpe dei mali del mondo. .
Ma come Sig. Alberto. Non sa che Lei ora fa parte dei mali del mondo. È tutto un complotto pluto (inteso come amico di Topolino...) giudaico massone, multinazionali, banche (dove tengono poi i soldi chi le critica...boh) con qualche OGM e una bella scia chimica che farebbe invidiata un titolo del fatto (male) quotidiano. Si vergogni! Ordine giovannita??? Sicuramente ci sono di mezzo i servizi segreti deviati o la Cia che morto Fidel sta puntando il pericoloso Alberto. Dimenticavo. Visto l'andazzo ovviamente le mie parole sono ironiche. Non si sa mai....
Lega Nord su assoluzione Consiglieri Regionali - 9 Ottobre 2016 - 22:08
Re: xprivataemail
Ciao Danilo Quaranta Premesso che Cota come molti altri hanno restituito già nel 2014 qualcosa come 1 milione di euro , e lui in particolare 32000 euro , già questo atto dimostra si sentano in difetto verso i contribuenti, inoltre il fatto quotidiano non è il vangelo ma è l'unico giornale indipendente senza padroni e finanziamenti pubblici, quindi libero di fare vera informazione, a volte sbagliando ma mai telecomandato, e questo passaggio se non si è di parte rende molto l'idea che si è fatta la maggior parte dei cittadini. 《《 Se a rubare sono i “diversamente ladri” In dibattimento l’accusa di peculato, sui cui tutto ruota, finisce spesso sepolta sotto la “mancanza di dolo specifico”, oppure annegata tra sottili distinguo sulla natura del reato che non c’è, se i soldi non vengono materialmente intascati ma spesi, benché in modi molto discutibili》》》
Minore su utilizzo avvocatura comunale - 17 Settembre 2016 - 09:19
Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Desolante
Ciao sportiva mente commovente il tuo afflato pro sindaca,ma fino a prova contraria quel che conta è ciò che dice lei,e non come interpreti la vicenda tu. se lei li ritiene attacchi personali,e lo dice al più importante quotidiano regionale,l'avvocato se lo deve pagare coi suoi soldini. il fatto che tu li ritenga attacchi istituzionali interessa giusto a te. pochezza e impreparazione sono semmai da addebitare a chi in pubblico dice una cosa,e poi dopo un minuto si contraddice nei fatti,facendo pagare a Pantalone i suoi battibecchi da pollaio.
Verbania documenti: "Piemonte d'Istria" - 22 Luglio 2016 - 13:27
Confermo
Confermo, il paesino (come tutte le località interne dell'Istria) vale una visita, anche se le strade per raggiungerlo non sono tra le più agevoli: ma noi dei VCO in fatto di strade malagevoli abbiamo un' allenamento quotidiano che ci permette di affrontare qualunque percorso senza spaventarci. Ci sono stato l'ultima volta una domenica dello scorso settembre, sono arrivato dopo le 13.00 e, curiosità, nella chiesa era ancora in corso la celebrazione della messa.Peccati che anche i ruderi di vecchi opifici all'ingresso posteriore del paesesiano in condizioni di degrado: però c' è il cartello che dice che chi vi entra lo fa a suo rischio e pericolo.Molto probabilmente ci tornerò a settembre prossimo perchè la Croazia, ma l'Istria croata in particolare,sebbene la frequenti da molti anni, ha sempre qualcosa di nuovo da farmi scoprire, soprattutto all'interno, nei piccoli centri spesso quasi disabitati.
Zacchera: banche e domande - 5 Giugno 2016 - 13:19
Dal fatto quotidiano
Come riporta La Stampa, nel 2015 la banca ha compiuto 7.630 operazioni di acquisto dei propri titoli aggravando il buco di bilancio. I piccoli azionisti, invece, si sono visti negare questa possibilità e hanno perso tutti i soldi investiti. Tra i salvati anche Arrigo Buffon, ex amministratore di Veneto Banca Romania Mentre i piccoli azionisti si sono visti negare la possibilità di rivendere i propri titoli e recuperare l’investimento fatto, per altri soci Veneto Banca ha deciso di fare un’eccezione, riacquistando le sue stesse azioni. Nell’elenco dei “graziati”, accanto al giornalista Bruno Vespa, figurano enti religiosi di assistenza agli anziani, marchi della moda, società attive nelle energie rinnovabili, assicurazioni e anche ex amministratori dello stesso istituto. Come riporta La Stampa, nell’anno precedente l’apertura dell’inchiesta e l’emergere delle perdite fino a quel momento nascoste la banca ha compiuto 7.630 operazioni di acquisto dei propri titoli, prosciugando le proprie casse. Ma permettendo a chi ha venduto di salvare milioni di euro quando il prezzo delle azioni è stato drasticamente tagliato dallo stesso consiglio di amministrazione dell’istituto allora guidato da Vincenzo Consoli.
Testo integrale della lettera di dimissioni di Marco Bonzanini - 21 Marzo 2016 - 19:38
Ho riletto
Ho riletto ciò che ho scritto e mi convinco sempre più di aver fatto una giusta considerazione; la prova l'avete voi lì a Verbania: Bonzanini per uno ed un solo attacco ( e nepppure di quelli sparati ad alzo zero) non ce l'ha fatta e si è dimesso da tutto; la sindaca pur sotto il fuoco concentrico, continuo, quotidiano, implacabile sta ancora lì dov'è: evidentemente ha un animo ed uno spirito ben più "corazzato" di altri. Del resto anche la candidata M5S a Sindaco di Milano ha rinunciato affermando di non farcela a sostenere la pressione mediatica che si era creata attorno alla sua figura. Insomma, per fare il politico oggi in Italia, come si suol dire, ci vuole un fisico (ed uno spirito, aggiugno io, bestiale. Nel senso più letterale della parola.
Morto Renato Bialetti, il papà della Moka - 12 Febbraio 2016 - 11:43
Re: sara^'
Ciao Max Lavecchia infatti,i n Italia, non ci sono molte più aziende che producono tazze dei cessi!!!! Resta il fatto che: - Renato Bialetti ha fatto grande quella che era la piccola azienda del padre! - E' stato un innovatore, perchè è stato uno primi ad applicare il principio del bello e del valore della marca ad oggetti semplici e di uso quotidiano unito ad un grande impegno nella comunicazione d'impresa. - Se ne è andato in pensione, ad una giusta età, è morto a 93 anni, ha venduto 30 anni fa, credo giusto che uno a 63 anni si ritiri dal lavoro, indipendentemente dal fatto che possieda una Rolls o solo un'utilitaria. Immagino anche che la famiglia non fosse particolarmente interessata a proseguire l'attività in un mercato difficile. - quelli che sono venuti dopo, avevano altri interessi o altre capacità, trovo, purtroppo, naturale che un imprenditore di Brescia non sia troppo interessato al Cusio. - il fatto che si producessero 6.000.000 di caffettiere non significa nulla, se il mercato non è disposto a riconoscerti margini maggiori (per esempio quello che accade all'Alessi, ma anche al Crodino). Se ipotizzo, ma so di essere molto largo, un margine industriale unitario medio di 2€ a caffettiera, parliamo di 12.000.000€, e sono stato largo! Se penso a cosa costa un minuto di spot in TV o una pagina di pubbllicità in una rivista di tendenza, vediamo che 12Mln, non sono granchè... il problema, caro Max, non è tenere le fabbriche nel VCO, ma far si che chi produce nel VCO, ma questo vale in generale per tutta l'Europa, sappia produrre beni e servizi di valore, beni e servizi che i mercati emergenti comprimo proprio perchè italiani, o europei in genere. Purtroppo le caffettiere e padelle non sono tra questi prodotti! Saluti Maurilio
Piccoli gesti di comunità - 10 Gennaio 2016 - 23:05
x WHG
e' la prima volta che invia una mail ad un blog o ad un quotidiano ''classico''?Per una serie di motivi,che nn sto ad elencare,la ''fonte'' viene citata ed il testo reso''fruibile ''dalla maggior parte di lettori.E' fatto senza ombraq di dubio a fin di bene,fini editoriali etc.......il tutto ,ovviamente,se non ha stravolto il significato di cio' che lei ,WHG,ha voluto esprimere.P.S.nn faccio parte della redazione ,ma volevo esprimere la mia idea,giusto per nnequivocare.Salut
Scaraventò il cane contro il muro: un anno di reclusione - 2 Febbraio 2015 - 06:53
Ecco il solito
il solito Paolino scrive "su Mani Pulite nemmeno Emilio Fede si è mai spinto a ipotesi tanto strampalate,anche perchè il maggior beneficiario della "pulizia" è stato proprio Berlusconi,che grazie a quel repulisti è passato dall'essere sull'orlo della bancarotta a diventare il dominus della politica per il ventennio seguente. quindi o Berlusconi è il grande capo del complotto comunista,oppure stasera sei andato giù pesante col Tavernello!". Enorme madornale sciokkezza! Berlusconi ha sempre insistito che mani pulite è stato un complotto giudiziario di toghe rosse che subito è proseguito contro di lui quando se lo sono ritrovati con sorpresa al potere. Berlusconi sostiene che il primo atto dei giudici di Mani Pulite di Milano è stato il plateale avviso di garanzia fatto pervenire per vie mediatiche nel 1994 durante un vertice internazionale a Napoli. Questa tesi è stata pubblicata in un apposito opuscolo monografia distribuito qualche anno fa in campagna elettorale nei loro gazebo e compare più volte su quotidiano "il Giornale". i "suoi giornalisti" si spingono oltre ipotizzando una regia americana ecc.ecc. Paolino informati meglio prima di partire in quarta con le sciokkezze.
Scaraventò il cane contro il muro: un anno di reclusione - 1 Febbraio 2015 - 15:32
Ultima per Lupus, per riflettere
A quanto vedo siamo divergenti su molte cose. Stare dalla parte dei Travaglio di turno, cioè coloro che sbatterebbero in galera uno che sputa per terra solo se si chiamasse Silvio o se fosse di Forza Italia ma che si disinteressano completamente della sicurezza e dell'immigrazione, beh......hai mai sentito Travaglio parlare delle rapine in villa? Mani pulite è stato un colpo di stato per mandare al potere il PCI-PDS, fallito perchè gli italiani in maggioranza non erano ne non sono di sinistra. Messe in galera decine di persone poi assolte, vita rovinata loro e delle loro familgie, per non parlare di suicidi in carcere. Erano innocenti capito? Anche qui, stare dalla parte di Di Pietro... Schettino non è innocente, ma non può essere considerato il capro espiatorio da Costa Crociere o da chi permetteva l'inchino a bordo a pochi metri da terra. Ci sono fior di casi documentati in cui si dimostra che l'errore umano deriva da procedure sbagliate, non dall'incapacità del singolo. Se un solo uomo ha il potere di far incagliare una simile nave per fare l'inchino, qualcuno glie lo ha permesso ed è quel qualcuno che deve pagare, non solo Schettino. Credo ci sia materiale per pensare e riflettete, e mi dispiace vedere una persona che si ritiene di destra, della destra pulita ma coerente che ricordo anch'io, cinicischiare e perdersi in discorsi che sento fare al fatto quotidiano o sul blog di Grillo o nei salotti radical chic della Bignardi o di Fazio. E francamente è un po' deprimente.
E' morto Franco Nicolazzi - 23 Gennaio 2015 - 22:11
Etica e Morale
Fuor di dubbio il Ministro Nicolazzi amava il territorio in cui è nato è vissuto , ma ciò non toglie che il primo dovere di chi si occupa della cosa pubblica è la sua integerrima moralità . Lei cita il discorso di Bettino Craxi alla Camera, ,, tutti rubano nessuno ruba, questa era la sintesi del suo discorso ...io invece le cito Enrico Berlinguer : I partiti hanno occupato lo Stato e tutte le sue istituzioni, a partire dal governo. Hanno occupato gli enti locali, gli enti di previdenza, le banche, le aziende pubbliche, gli istituti culturali, gli ospedali, le università, la Rai TV, alcuni grandi giornali. Per esempio, oggi c'è il pericolo che il maggior quotidiano italiano, il Corriere della Sera, cada in mano di questo o quel partito o di una sua corrente, ma noi impediremo che un grande organo di stampa come il Corriere faccia una così brutta fine. Insomma, tutto è già lottizzato e spartito o si vorrebbe lottizzare e spartire. E il risultato è drammatico. Tutte le "operazioni" che le diverse istituzioni e i loro attuali dirigenti sono chiamati a compiere vengono viste prevalentemente in funzione dell'interesse del partito o della corrente o del clan cui si deve la carica. Un credito bancario viene concesso se è utile a questo fine, se procura vantaggi e rapporti di clientela; un'autorizzazione amministrativa viene data, un appalto viene aggiudicato, una cattedra viene assegnata, un'attrezzatura di laboratorio viene finanziata, se i beneficiari fanno atto di fedeltà al partito che procura quei vantaggi, anche quando si tratta soltanto di riconoscimenti dovuti. Franco Nicolazzi ha partecipato a questo sistema ? Da parte mia può aver premuto per aver fatto costruire tutte le autostrade o le superstrade d'Italia ,ma ciò non toglie è che chi gestisce la cosa pubblica ha una responsabilità etica e morale che va al di là di ogni cosa. In Germania un ministro poco tempo fa si è dimesso perché ai tempi universitari aveva copiato un pezzo della tesi di laurea . Ora Lei dice che sono schierato? sicuramente lo sono schierato , dalla parte di chi fa politica solo per la passione ,che sia di sinistra o che sia di destra. Non scendo da una cattedra sulla quale non sono mai salito , ma non rimpiago colui o coloro hanno massacrato l'Italia con il loro modo di gestire lo Stato (con la S maiuscola)
Replica di Marco Zacchera al PD Verbanese - 9 Gennaio 2015 - 08:42
Greta e Vanessa
Certamente ci auguriamo che le due ragazze tornino a casa.Ma Zacchera non sbaglia quando scrive che i rapitori delle due ragazze sono gli stessi che sono con loro in una famosa foto che le ritraggono abbracciate davanti a una bandiera Siriana dei cosiddetti "ribelli" vicini ad Al Qaeda . All’indomani del loro rapimento, avvenuto il 31 luglio scorso in un villaggio nei pressi della città di Aleppo, i media avevano fatto circolare numerose immagini delle due ragazze, da anni impegnate come attiviste al fianco dell’opposizione anti Assad. Tra le tante foto, una in particolare aveva suscitato molti dubbi sulla reale attività svolta dalle due ragazze, descritte sempre come due volontarie impegnate in progetti di cooperazione in Siria. In una immagine si vedono Ramelli e Marzullo, nel corso di una manifestazione contro Assad, mentre tengono in mano un cartello che recita: “Agli eroi di Liwa Shuhada grazie per l’ospitalità e se Dio vuole vediamo la città di Idlib libera quando ritorneremo”. Liwa Shuhada al-Islam è un gruppo ribelle islamista il cui nome significa “La Brigata dell’Islam”. La Brigata inneggiata dalle due ragazze lombarde è considerata dagli esperti di terrorismo internazionale una sigla vicina al Fronte al Nusra, braccio di al Qaeda in Siria, di chiara matrice jihadista. Questa brigata ha rivendicato inoltre l’attentato che nel luglio del 2012 ha ucciso a Damasco dei funzionari governativi. Secondo altri, il gruppo a cui le due ragazze facevano riferimento era Liwa Shuhada Badr (Unione dei battaglioni dei martiri di Badr). Di male in peggio. il suo capo è Qalid bin Ahmad Siraj Ali (alias Qalid Hayani). il gruppo è dedito a saccheggi e altri crimini contro i civili nella provincia di Aleppo. La liwa Shuhada Badr “controlla due centri di tortura soprannominati “Guantanamo” e “Abu Ghraib”, dove detengono avversari politici, militanti baathisti e civili rapiti nei quartieri settentrionali di Aleppo. La liwa Shuhada Badr è attivamente impegnata nella lotta contro la locale popolazione di origine curda, ed è nota per l’uso dei famigerati “cannoni inferno”, armi che lanciano grosse bombole di gas caricate di TNT, utilizzate contro i quartieri filo-Baath di Aleppo”. Una coalizione di attivisti siriani per i diritti civili di Aleppo aveva definito Hayani un “macellaio” avendo bombardato i civili, incoraggiato i suoi uomini a violentare le donne e i prigionieri, per aver saccheggiato e distrutto le industrie, laboratori e negozi di Aleppo per venderne il materiale alle imprese turche. La notizia del rapimento era stata data per prima dal quotidiano libanese Al-Akhbar, che raccontava come le due giovani fossero state attirate con l’inganno nella ”casa del capo del Consiglio rivoluzionario di Alabsmo” con il giornalista de il Foglio Daniele Ranieri, che era riuscito a scappare. Una ricostruzione, però, quella del rapimento e della fuga solitaria del giornalista che da anni intrattiene rapporti con l’opposizione armata in Siria, che non ha mai convinto fino in fondo. Secondo altre versioni, le due ragazze erano ospiti del capo del Consiglio Rivoluzionario, in un villaggio controllato dall’Esercito Libero di Siria, l’alleanza di cui fa parte proprio Liwa Shuhada, fazione islamista con cui le due erano in contatto. Nella zona da tempo è presente anche Jabat Al Nusra, che ha rivendicato, dopo mesi di silenzio, il rapimento delle due ragazze. Potrebbe essere stato il gruppo Liwa Shuhada a cedere Ramelli e Marzullo al braccio siriano di al Qaeda. il quotidiano italiano La Repubblica parla invece di una “gestione collettiva” del rapimento, che vedrebbe i miliziani dell’Esercito Siriano Libero (che l’Occidente considera “moderati”) ricoprire il ruolo di carcerieri delle due italiane. E proprio la vicinanza tra alcune fazioni dell’ELS (come Liwa Shuhada) e al Nusra avrebbe reso possibile questo tipo di rapimento, rendendo particolarmente complicato il percorso per la liberazione di Ramelli e Marzullo.
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti