Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco

imbarcazioni

Inserisci quello che vuoi cercare
imbarcazioni - nei post
Campionati del Verbano di Canottaggio a Sedile Fisso - 26 Agosto 2017 - 10:23
Dopo alcuni anni l’organizzazione dei Campionati del Verbano di Canottaggio a Sedile fisso torna alla A.S. Cannero Sportiva del Presidente Corrado Ghezzi.
Carabinieri: risultati del pattugliamento del lago d'Orta - 20 Agosto 2017 - 08:01
Nel periodo estivo, la compagnia dei carabinieri di Verbania, nell’ambito della convenzione in atto con i comuni rivieraschi, ha fortemente incrementato le attività di controllo sulle acque del lago d’Orta a mezzo del dipendente battello pneumatico.
CVCI ai mondiali vela laser 4.7 di Nieuwpoort in Belgio - 8 Agosto 2017 - 15:03
Rientrata in Italia Lucia Nicolini del Circolo Velico Canottieri Intra dopo la buona prestazione ai mondiali di vela Laser 4.7 tenutisi in Belgio a Nieuwpoort dal 19 al 24 luglio scorsi.
DiversamenteLago si presenta a Pallanza - 11 Luglio 2017 - 19:06
DiversamenteLago è un’iniziativa dei Rotary Club del lago Maggiore con lo scopo di mappare e censire luoghi accessibili a lago per diversamente abili e persone con diverse disabilità, consentire loro l’imbarco e lo sbarco da imbarcazioni. Questo avviene tramite la realizzazione di ben nove installazioni idonee (sollevatori) sul lago Maggiore e di tre sul Lago D’Orta.
Scafi e auto d'epoca sul Lago Maggiore - 4 Luglio 2017 - 15:03
I motoscafi, le vele, le Jaguar e i velivoli storici: celebrati sul Lago Maggiore i 30 anni dell’Associazione Scafi d’Epoca e Classici.
Campionato Zonale Laser Bug - 30 Giugno 2017 - 19:06
Questo fine settimana Belgirate ospiterà il Campionato Zonale Laser Bug di vela. I presidenti Alessandro Marzera della Lega Navale e Marta Sessa della Società delle Regate 1858 hanno unito le forze per la realizzazione di questa manifestazioni che porterà a Belgirate circa 40 imbarcazioni, e altrettanti ragazzi dai 9 ai 14 anni, da tutti i laghi del nord Italia.
L’Associazione Scafi d’Epoca e Classici celebra i 30 anni - 28 Giugno 2017 - 10:23
Dal 29 giugno al 2 luglio l’ASDEC, l’Associazione Scafi d’Epoca e Classici fondata a Milano nel 1987, celebrerà il trentennale della nascita con un Raduno Motonautico Internazionale che si svolgerà tra il Lago Maggiore e il Lago d’Orta.
Da Locarno a Venezia in battello - 13 Giugno 2017 - 17:01
Per dieci anni è stato un viaggio per temerari che a bordo di gommoni percorrevano la via Locarno/Milano/Venezia in un “trekking sull’acqua” spesso avventuroso e che prevedeva alcuni trasbordi.
Celebrazioni San Vittore - Video - 9 Maggio 2017 - 08:01
Si sono svolte ieri sera, dopo la consegna nel pomeriggio della Benemerenza Città di Verbania a Don Egidio Borella, le celebrazioni religiose di San Vittore.
Celebrazioni di San Vittore: gli appuntamenti - 4 Maggio 2017 - 20:01
iniziano venerdì 5 e si concluderanno lunedì 15 maggio gli appuntamenti legati alle celebrazioni del Santo Patrono San Vittore, di seguito il programma.
Tappa di Europa Cup a Lugano per il CVCI - 10 Aprile 2017 - 19:06
Appuntamento vicino a casa per l'agonistica laser del Circolo Velico Canottieri Intra. Nello specchio d'acqua di Gandria e del golfo di Lugano,150 imbarcazioni hanno disputato le prove della tappa svizzera dell'Europa Cup Laser. Da sabato 1º Aprile a lunedì 3 si sono svolte cinque prove di regata.
Fratelli D'Italia Alleanza Nazionale su pontile galleggiante - 8 Aprile 2017 - 11:27
Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato di Fratelli D'Italia Alleanza Nazionale Verbania, l'installazione del pontile galleggiante a Pallanza.
Canottieri Pallanza bene a Piediluco - 7 Aprile 2017 - 08:01
Anche quest'anno alcuni atleti della Canottieri Pallanza si sono recati sul Lago di Piediluco, in provincia di Terni, per partecipare al Primo Meeting Nazionale italiano.
Podio per il CVCI alla Regata Italia Cup di Genova - 10 Marzo 2017 - 16:11
Condizioni difficili per gli atleti del Circolo Velico Canottieri Intra che a Genova hanno preso parte alla prima regata Laser di Italia Cup.
"Una Verbania Possibile" su Beata Giovannina - 23 Gennaio 2017 - 17:04
Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato di di "Una Verbania Possibile", riguardante il dibattito in Consiglio Comunale sulla spiaggia della Beata Giovannina.
imbarcazioni - nei commenti
Soccorso Nautico: VVF VCO chiedono attenzione - 11 Luglio 2017 - 11:52
paolino
Caro Paolino, per non entrare sempre nella polemica mi sono astenuto da fare ulteriori commenti un po più forti e pesanti, che per qualcuno potrebbero diventare indigesti. Detto questo, desidero solo aggiungere al comunicato dei sindacati dei VVF; quando alla fine degli anni 80 ho fondato la prima organizzazione ufficiale di soccorso in acqua formata da soli volontari, unica su tutto il Lago Maggiore (sia parte piemontese che parte lombarda), questa era in grado di effettuare operazioni di salvataggio h24, con qualunque tipologia di tempo e utilizzando imbarcazioni donateci solo da privati (tanto per far capire, dal maggio del 1987 al dicembre 1999, la realtà di cui parlo ha tratto in salvo e ha soccorso oltre 900 persone); mi chiedo, dov'erano quei VVF che tanto invocano una legge fascista per il coordinamento e la competenza del Soccorso nelle acque interne come fiumi, laghi e bacini artificiali? Solo qualche volta, di notte, mi era capitato di trovarli sul lago a cercare qualcuno che era dato per disperso, a bordo di un barchino rosso chiamato manta, senza luci e tutti rigorosamente vestiti con gli stessi abiti e stivali con i quali andavano a spegnere gli incendi, e per giunta, quando ci incrociavano, si incavolavano ancora per la paga con noi perchè dicevano che non eravamo titolati a fare quello che stavamo facendo, perchè loro erano lo Stato; ah, nonostante fossero tutti stipendiati statali, nessuno di loro aveva brevetto di salvataggio. D'altronde, visto chi li dirigeva e li dirige non è ci si può aspettare risposte e atteggiamenti diversi. Con questo, voglio chiarire di non aver nulla contro il Corpo dei Vigile del Fuoco anzi, grande apprezzamento per come svolgono il loro lavoro; solo che dovrebbero pensare più a curare i loro principali compiti istituzionali: incendi, catastrofi e quant'altro faccia parte della grande emergenza, dove sono pagati per svolgerli, non andare a creare dello scompiglio e malcontenti in altri campi (come ad esempio il soccorso alpino e il "soccorso in acqua"), dove la loro presenza, a volte, è solo un semplice apparire.
Soccorso Nautico: VVF VCO chiedono attenzione - 11 Luglio 2017 - 07:54
soccorso in acqua
Tutti si arrogano il diritto di avere e fare tutto, detto questo direi che questo delicato argomento meriterebbe un pochino più di chiarezza: i VVF, nella loro nota, dicono che in base alla legge n° 1570 del 1941 , il coordinamento e la competenza del Soccorso nelle acque interne come fiumi, laghi e bacini artificiali, è di loro appannaggio. Forse, A QUEL TEMPO, SUI BACINI DA LORO CITATI, C'ERANO PROBABILMENTE SOLO LORO, E NON C'ERANO STRUTTURE ORGANIZZATE CHE SI OCCUPAVANO DI QUEL SETTORE; ma poi scusate, fatemi capire, facciamo la guerra al titolare di un lido che, con cartelli e manifesti apposti nella sua proprietà, ricorda il periodo fascista, poi, un Corpo dello Stato, rivendica un "diritto" sulla base di una legge fascista ancora in vigore???. Andiamo avanti, dicono di avere in senno alle loro tante attività i "soccorritori acquatici", personale patentato per la conduzione di imbarcazioni e moto d’acqua; intanto quando si parla di soccorso in acqua si deve sempre fare riferimento al soccorso alle persone in acqua quindi, un'attività che deve essere svolta da personale in possesso, non solo di abilitazioni al pilotaggio di natanti/imbarcazioni e moto d'acqua, me del brevetto di salvamento, cioè personale in grado di entrare in acqua e salvare una persona in difficoltà o che chiede aiuto. Questa inderogabile abilitazione vale anche per il personale delle Forze Armate e dei Corpi istituzionali dello Stato, oltre che ai gruppi OPSA della Croce Rossa. Non entriamo poi in merito al paragrafo relativo agli ulteriori costi aggiuntivi per gli Enti Locali, quindi il popolo, che devono erogare a questi Corpi dello Stato ulteriori altri denari pubblici oltre a quelli che già ricevono istituzionalmente dallo Stato; questo vale anche per la Guardia Costiera.
Fratelli D'Italia Alleanza Nazionale su pontile galleggiante - 13 Aprile 2017 - 21:04
Basta osservare
A Intra non servono posti per l'ormeggio temporaneo? Basta mettersi a osservare nella stagione turistica i natanti , fior di imbarcazioni, che entrano al porto di Intra cercando , invano ormeggio ,e così vanno altrove . Non è possibile dire che ad Intra non servono posti barca per l'ormeggio temporaneo .Forse uno dei motivi del mancato decollo turistico di Verbania è proprio la mancanza di una visione turistica lungimirante . Il Porto Palatucci era un porto esclusivo per imbarcazioni a ormeggio fisso .
Fratelli D'Italia Alleanza Nazionale su pontile galleggiante - 8 Aprile 2017 - 12:35
Intra , la bella dimenticata
Pontili per attracco temporaneo sono stati posizionati tutti a Suna e Pallanza dimenticandosi di Intra . Facile osservare le imbarcazioni che cercano ormeggio al porto e non trovandolo , scappano . Intra è da sempre la bella dimenticata. Contenti gli albergatori di Pallanza a danno dei commercianti di Intra .
PD su Beata Giovannina - 23 Gennaio 2017 - 09:46
Un po' di chiarezza
Innanzi tutto, la questione che per primo ho sollevato non è posta contro qualcuno, ma in favore di chiarezza e trasparenza. Tante sono le questioni poco chiare a prescindere da se il posto (la Beata Giovannina) oggi è bello o brutto, gestito bene o male. Primo mi chiedo, se c'è una delibera di Consiglio che prevede determinate cose e la Giunta non l'ha voluta rispettare , perchè non si è ritirata la delibera di consiglio (votata dalla maggioranza) prima dell'assegnazione? perchè è stata fatta una "concessione ordinaria" quando è evidente che tale concessione sia nei fatti migliorativa e ciò implica doveri differenti per il concessionario? -ecco la definizione da regolamento regionale: i) concessione demaniale ordinaria: l’ atto che abilita il possesso e l’utilizzo di un bene demaniale per un periodo superiore ad un anno, e l’occupazione non prevede l’alterazione dello stato dei luoghi, ne’ la trasformazione urbanistica ed edilizia del territorio e non è soggetta al permesso di costruire di cui all’articolo 10 del decreto del Presidente della Repubblica 6 giugno 2001, n. 380 (Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia edilizia); riguarda beni che con l’affidamento conservano lo stesso livello di demanialità esistente, ove sono ammissibili esclusivamente interventi di manutenzione ordinaria, straordinaria, restauro e risanamento conservativo; l) concessione demaniale migliorativa: l’atto che abilita il possesso o l’utilizzo di un bene demaniale per un periodo superiore ad un anno e l’occupazione prevede anche soltanto una delle seguenti caratteristiche. 1)alterazione dei luoghi; 2) trasformazione urbanistica ed edilizia del territorio; 3) subordinazione al permesso di costruire di cui all’articolo 10 del d.p.r. 380/2001. m) canone annuo: l’ importo da versare annualmente all’ autorità demaniale per l’occupazione del bene demaniale; n) deposito cauzionale: l’importo da versare al momento del rilascio della concessione posto a garanzia della corretta occupazione del bene demaniale; o) unità di navigazione: qualsiasi mezzo atto a navigare quali imbarcazioni, natanti, ecc... . Perchè se esiste , ed evidentemente esiste , un garbuglio sia di natura politica che di natura amministrativa, si vuole continuare a gettare fango indistintamente sulle opposizioni, quando da mesi e mesi si tenta solo di fare chiarezza? Perchè se si sono cambiate le carte in tavola, ovvero si è data nei fatti la possibilità di fare un bar e di lasciare le barche a motore , non si è fatto un bando? perché, per esempio, si faccia una gara per tutte le aree demaniali : bar-ristorante-spiaggia del Maggiore; Lido di Suna; Villa Giulia; Imbarcadero di Suna... tranne che per la Beata Giovannina e il Tennis Pallanza ? Bene il ritorno in commissione, bene se finalmente arriveranno risposte chiare
Porto Palatucci? tranquilli, paga il cittadino! - 11 Novembre 2016 - 10:39
Doveroso un chiarimento
Visto il silenzio tombale che si vuol mettere sull'accertamento delle responsabilità perchè non attivarsi ,noi cittadini,per chiedere un'indagine e/o un incontro pubblico con i vari responsabili per chiarire chi è la persona responsabile del mancato rispetto e/o controllo dell'ordinanza comunale che vietava l'attracco delle imbarcazioni all'interno dei porto? Vogliamo fare un tentativo ? Ricordiamoci che il danno finanziario alle casse comunali ,alla fine di tutto sarà grave. L'assicurazione rimborserà i danni ma eserciterà rivalsa nei confronti del Comune in quanto il medesimo non ha provveduto correttamente a mettere in atto a tutela del maggior danno . Praticamente il Comune sapeva dell'anomalia del porto ma non ha messo in atto l'azione che avrebbe evitato il maggior danno , ha fatto solo un atto formale ,almeno così mi pare. Non mi è chiara la parte inerente il costo assicurativo triplicato , il costo viene contrattualmente stabilito e ogni maggiorazione implica un nuovo contratto . Praticamente ,con la distruzione del porto il rischio è cessato e si lasciano maggiorare il premio ? Misteri ..
Forza Italia Berlusconi su spiaggia Beata Giovannina - 1 Settembre 2016 - 20:04
arringa confusa
caro Maurilio,come avvocato fai un po' confusione! andiamo con ordine. Santinato si aggiudica una regolare gara con l'offerta più alta,circa tre volte il canone attuale (e deciditi: se non capivi dove stava l'affare a 5600 euro,di sicuro lo capirai ancora meno ora,che pagano un terzo!). vinta la gara,sottoscrive un regolare contratto scritto non certo da lei,ma dai tecnici del comune,che prevede diritti e doveri,come ogni contratto. in seguito a pressioni forti di opinione pubblica e alcuni partiti politici (addirittura una petizione su change.org),Santinato decide di destinare parte della struttura al pubblico,anche se NON DOVEVA, da contratto; la concessione prevedeva un uso per noleggio imbarcazioni (che non "decollerà" mai). ..peraltro,il bar che per il comune prima non si poteva assolutamente fare,come per magia appare nella nuova gestione. a quel punto,visto che i bastoni tra le ruote iniziano ad essere un po' troppi,Santinato conviene che forse sia meglio lasciar perdere,e qui io non so come sia andata: mi spiego,se il comune ha revocato la concessione allora ha pagato una bella cifretta per rescissione anticipata unilaterale del contratto se invece la signora ha lasciato "spontaneamente" allora nessun esborso. nei due anni di buco,si decide che in quell'area si prevede la balneazione e il diporto NON A MOTORE (senza motore,o remi o vela o pedalò,per capirsi). alla fine,ci ritroviamo un area concessa a una cifra ridicola,dove vengono effettuate attività che al precedente concessionario venivano o contestate (noleggio barche) o proibite (bar) e con i motoscafi che sfrecciano tutto il giorno,coi loro bei motori (a benzina Maurilio...sci nautico col diesel?!). io non so se ci siano irregolarità,non spetta a me come cittadino stabilirlo. come cittadino però osservo che perlomeno sono stati usati differenti pesi e misure,e mi spiace constatare che tutti fingano di non vederlo.
Forza Italia Berlusconi su spiaggia Beata Giovannina - 29 Agosto 2016 - 13:24
L'italiano, questo sconosciuto
A chi firma un comunicato stampa, oltre al contenuto, dovrebbe interessare anche molto la forma. Che dire: "[..] quando i bagnanti sono in acqua. l'Amministrazione ha creato un pericolo pubblico concedendo la possibilità di utilizzare le imbarcazioni, Non vogliamo che la popolazione sia non sia messa a rischio, e torniamo..[..]" "Si invitano i cittadini di Verbania a leggere le determina sopra menzionate." Ad ogni riga un errore, una forma orrenda di fare propaganda politica.... Tristezza&Fastidio AleB
Forza Italia Berlusconi su spiaggia Beata Giovannina - 29 Agosto 2016 - 11:24
Re: brutta roba il tifo
Caro paolino, ti faccio notare che l'oggetto del comunicato degli illustrissimi Chifu ed Immovilli, era: "SPIAGGIA BEATA GIOVANNINA BALNEAZIONE FUORI LEGGE", continuando con: "a spiaggia pubblica e' stata privatizzata...scippando ai cittadini il diritto di libero accesso... viene permessa la balneabilità con le imbarcazioni che si spostano liberamente, quando i bagnanti sono in acqua.." Nessuna vera critica al canone o indicazioni sulla bontà delle scelte fatte dalla precedente amministrazioni! Ora, la prima cosa è palesemente falsa, non è stato in nessun modo "scippato ai cittadini il diritto di libero accesso", anzi, ora sono disponibili servizi turistici che prima non c'erano. La domanda che mi pongo è, Chifu ed Immovilli non sanno quello che dicono o mentono sapendo di mentire? Sulla seconda non posso aggiungere nulla, oltre al mio buon senso, ma se Chifu ed Immovilli sono certi di quello che affermano, basterebbe denunciare alle competenti autorità (Guardia Costiera, Polizia,...) la situazione, perchè non è stato fatto? Per quanto riguarda gli importi, non so e non sono in grado di valutare la bontà e la correttezza, ma a giudicare dalle cifre non tonde ( 853,37 e 816, 57), mi viene da pensare, ma NON HO VERIFICATO,, che siano importi tabellati da qualche regolamento comunale, regionale o altro! Se Chifu ed Immovilli ritengono queste cifre siano fuori mercato, al ribasso, non devono far altro che proporre, o far proporre, gli opportuni adeguamenti! Hai proprio ragione paolino, brutta roba il tifo! Saluti Maurilio
Sei di Verbania se .... - 5 Settembre 2015 - 16:30
Amarcord Suna
Ho dei bellissimi ricordi di Suna avendo vissuto i miei primi otto anni e mezzo di vita,ed esattamente dal settembre 1948 al febbraio del 1957.I miei primi ricordi sono quelli dell'asilo infantile : Suor Luisa, suor Maria e la superiora di cui non ricordo il nome.Di suor Maria ricordo la sua dolcezza e comprensione nonostante io ed altri miei compagni fossimo un po' troppo vivaci ,ma soprattutto il suo viso molto carino e materno che ci rassicurava.Abitando in via dei Partigiani , allora molto frequentata,non c'era da annoiarsi. Molti erano i bambini coi quali giocavo:Adriano,Renato,Pierangelo,Flavio e Nives che mi graffiava regolarmente in quanto sosteneva che le facessi un po' di dispetti. La zona del Monterosso andando verso Cavandone era una delle nostre mete preferite per giocare e se devo dire la verità utilizzando a volte fionde e archi costruiti con i telai di vecchi ombrelli,col rischio di farsi seriamente male.Poi c'erano i ragazzi più grandi di noi che cercavamo di imitare osservandoli nei loro comportamenti non sempre positivi. C'era Ettore un amico di mio fratello Cesare,un ragazzo di 17 o 18 anni che era un po' turbolento ma buono d'animo; Roberto che gli piaceva fare i dispetti a Don Rino col beneplacito di mio fratello e col vizietto di tracannare un po' di vino;Giuliano che si divertiva ad usare i famosi sandolini abbandonati dall'esercito americano sulle spiagge di Suna, che erano delle piccole imbarcazioni che assomigliavano vagamente alle nostre canoe jole ; poi c'era Pollini un fanatico della pesca in quanto proveniva da famiglia di pescatori famosa in tutta Suna che portava mio fratello in barca. Altri personaggi a volte caratteristici che ricordo: Remigio,un uomo già abbastanza anziano e sordomuto che abitava di fronte a casa mia e che viveva in un locale di una vecchia casa fatiscente,come tante altre case di quel tempo, assieme alle sue capre.Vivacchiava vendendo un po' di frutta e verdura e qualche bottiglia di vino ed ogni tanto chiedeva a mio padre se la guerra fosse finita in quanto non potendo socializzare molto ed essendo analfabeta viveva in un mondo tutto suo.Poi c'era Mentina,una signora di mezza età che gridava spesso,ma forse era il suo modo di esprimersi, nervosa e bizzarra che ogni tanto veniva ricoverata a Novara al centro neuro psichiatrico.Ricordo anche Mazzola un commerciante di generi alimentari che aveva un figlio col quale ogni tanto giocavo;Lomazzi un capomastro edile ,un uomo sempre indaffarato padre di tre figli;Benvegnù un commerciante di frutta e verdura col figlio Claudio,morti entrambi in un incidente stradale negli anni settanta;il Dott.Garzoli con la sua vecchia balilla che rigava regolarmente contro il muro quando imboccava la via in cui abitavo.C'era poi Elena una ragazzotta robusta col viso bianco e rosso che abitava in via Brofferio che tuttti i giorni andava a riempire due secchi d'acqua in una delle fontane di via Partigiani;Giannina di origine veneta che andò a farsi suora che era ancora ragazza; Il postino con il viso sempre allegro e paonazzo; il farmacista che con la sua aria seriosa mi metteva soggezione e Adriana che commerciava in maglie di lana e cotone che diventò anni dopo suocera di Alberto ,un mio carissimo amico che abitava nei pressi del cimitero di Suna e che suo padre faceva il carrettiere in tutta Verbania, un mestiere allora abbastanza diffuso.Non posso poi dimenticare il famoso colonnello Galli ,un ufficiale in pensione di circa 75-80 anni,un vero e proprio signore che faceva il galante con tutte le donne del paese.Termino ricordando le mie prime maestre delle scuole elementari che sono: Flora Ciambellini allora molto giovane e carina della quale forse mi ero per così dire innamorato e la maestra di 2° elementare Maria Farina che ebbi sino in terza in quanto poi mi traserii a Pallanza con la famiglia.
Compiti della Guardia Costiera sul Lago Maggiore - 16 Agosto 2015 - 12:19
Dal sito ufficiale della C. d P.
"Compiti del Corpo in materia di diporto Il Corpo delle Capitanerie di porto - Guardia Costiera - oltre alla preminente competenza sui controlli relativi alla sicurezza della navigazione (art. 9, L. 172/2003) - svolge importanti funzioni amministrative riguardanti principalmente: - la proprietà navale: tenuta dei Registri, da parte delle Capitanerie di porto e degli Uffici circondariali marittimi, presso i quali vengono iscritte le unità da diporto; - il rilascio della licenza di navigazione e del certificato di sicurezza (documento di bordo che attesta la navigabilità delle navi e delle imbarcazioni da diporto); - il riconoscimento e rilascio di titoli professionali marittimi per il diporto; - il rilascio delle patenti nautiche e tenuta dei relativi registri; - vigilanza sulle attività delle scuole nautiche. Infine,​ il Corpo svolge funzioni di polizia amministrativa e giudiziaria anche in materia di diporto, allo scopo di scoraggiare eventuali condotte riconducibili a tale settore (documenti di bordo, pesca sportiva, mancanza dotazioni di sicurezza, rispetto delle distanze dalla costa ecc.)." Caro Filippo e Paolino fatevi trovare al largo sulla vostra barchetta, se ne possedete una, senza le dotazioni di sicurezza o senza l' assicurazione del motore e poi vedete se non vi affibbiano un bel verbalone.......
Compiti della Guardia Costiera sul Lago Maggiore - 16 Agosto 2015 - 12:13
Senza documentarsi un minimo
La Guardia Costiera oltre a prestare soccorso esegue anche tantissimi compiti di polizia giudiziarie e amministrativa quale la sorveglianza dell'applicazione di tutta la normativa concernente la navigazione, i beni demaniali marittimi, l'attività portuale e tante altre cose. Mi sa che gran parte della loro attività sul lago sia quella di fermare le imbarcazioni per verificare il possesso di patenti nautiche, assicurazioni e dotazioni di bordo. Perché scrivere la palese sciokkezza che "non è compito della Guardia Costiera sanzionare"?
Cristina su addio di Verbania alla Guardia Costiera - 15 Agosto 2015 - 12:19
Il grande risveglio dell'opposizione
Con la prontezza di riflessi di un tapiro, la dr. Cristina si accorge che la Guardia Costiera è stata spostata altrove. Alla brillante consigliera di FI faccio presente che, tra l'altro, oltre al solito imponente dispiego di uomini e mezzi distaccati da Genova e di solito ospitati a Villa Taranto, si è volatilizzato anche il posto a cui le loro imbarcazioni erano ormeggiate, il porto turistico: Quindi faccio fatica a capire come e dove avrebbero potuto stare. Oltre a questo, invito la dr. Cristina a leggere le notizie, peraltro vecchie di alcune settimane, in cui vari utenti, tra cui anche il sottoscritto, denunciavano con dovizia di particolari le cose di cui, con incredibile ritardo si accorge all'alba di Ferragosto. Buona lettura e buon Ferragosto.
Pierre Casiraghi e Beatrice Borromeo, sposi a Pallanza - 4 Agosto 2015 - 10:04
André
Non capisco la logica del tuo commento. Si si sono visti carabinieri o polizia con le loro imbarcazioni e elicotteri è evidente che lo stato ha sostenuto dei costi che ovviamente non riesco a quantificare. Bisogna essere un genio per capire tutto questo?
Zacchera: "Lago Maggiore pubblici sprechi" - 30 Luglio 2015 - 16:14
Per Paolino
Vorrei sottolineare che ho il massimo rispetto ed apprezzamento per tutti coloro i quali prestano servizio per la sicurezza della navigazione e della balneazione nel nostro Lago. Mi scuso se, per mia ignoranza, ho dimenticato di citare qualche altro ente, arma, o associazione di volontari che svolge questo importante ma "affollato" compito. Appare del tutto evidente, se ancora non fosse chiaro, che il fatto che le entità preposte al soccorso sono talmente tante che elencandole se ne dimentica qualcuna, dimostra che sono insensatamente troppe. Su questo punto condivido le idee del dr. Zacchera, mi rammarico che non abbia (per quanto ne so io) sollevato il problema quando era nella stanza dei bottoni. Concludo lanciando una proposta: tutte queste imbarcazioni dedicate allo stesso servizio, potrebbero essere distribuite in varie zone del lago, garantendo, grazie alla loro territorialità un intervento più tempestivo. Quindi sarebbe opportuno che le forze non fossero concentrate in un unico punto, ad esempio, fino all'anno scorso nel porto di Verbania, ma delocalizzate, a Feriolo, a Suna, a Ghiffa, a Baveno ecc., in questo modo i costi sarebbero sempre altissimi ma come contropartita ci sarebbe un servizio ancora migliore.
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti