Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco

infermiere

Inserisci quello che vuoi cercare
infermiere - nei post
Calendario a favore degli Amici dell'Oncologia - 7 Novembre 2016 - 11:26
Presentato il quinto calendario benefico del fotografo Giacomo Comoli a sostegno dei pazienti oncologici. L'evento presso i locali del reparto dell'ospedale Castelli alla presenza del Presidente dell'Associazione Amici dell'Oncologia Dott. Sergio Cozzi, del vicepresidente Angelo Iori, dell'assessore alla cultura del Comune di Verbania Monica Abbiati oltre che di numerosi volontari dell'associazione.
Nuovi donatori ADMO grazie a Omegna Blue Streetgames - 26 Luglio 2016 - 20:09
Il successo di Omegna Blue Streetgames ha trainato anche quello di ADMO l'Associazione Donatori Midollo Osseo della sezione “Tiziano Beltrami” Cusio-Verbano che ha incontrato 48 nuovi potenziali donatori.
Work4You: Corsi di Laurea Infermieristica e Fisioterapia a Verbania - 26 Luglio 2016 - 08:01
Sono APERTE le iscrizioni ai TEST d'INGRESSO dei Corsi di Laurea triennale a.a. 2016/2017 in INFERMIERISTICA ed in FISIOTERAPIA a Verbania.
Nursing Up-VCO: mancano infermieri - 7 Giugno 2016 - 10:23
Riceviamo e pubblichiamo , un comunicato del segretario provinciale Nursing Up-VCO Simona Bianchini: “Se le cose non cambieranno velocemente siamo pronti a prendere provvedimenti”.
AslVco aderisce a Co.N.S.E.N.So - 19 Aprile 2016 - 17:51
"L’ASL VCO ha scelto di partecipare al progetto transnazionale Co.N.S.E.N.So. che verrà sperimentato in cinque regioni dell’area alpina: Piemonte, Liguria, Provenza-Alpi-Costa Azzurra, Carinzia e Slovenia e che si propone di favorire l’invecchiamento sano e attivo della popolazione". Segue il resto del comunciato.
Verbania documenti: "Le case operaie del Cotonificio Verbanese" - 5 Aprile 2016 - 11:27
Riceviamo e pubblichiamo, un contributo di Verbania documenti per il progetto de "La Città operaia", il settimo capitolo dell'individuazione delle eccellenze dal rione San Bernardino, "Le case operaie del cotonificio verbanese".
In 400 alla cena degli Amici dell'Oncologia - 29 Settembre 2015 - 09:02
La nona edizione della cena degli Amici dell'Oncologia intitolata “la solidarietà fa crescere l'Oncologia” ha avuto luogo la sera di venerdì 25 settembre nella splendida cornice della Villa Rusconi Clerici.
Ambulanza del Vergante e Comune Pisano nuovo servizio - 22 Aprile 2015 - 18:33
Dal 23 aprile 2015 presso l’ambulatorio medico comunale di Pisano in Piazza Vittorio Veneto prenderà il via un nuovo ed importante servizio per i cittadini del Comune di Pisano: un ambulatorio dei prelievi ematici e analisi del sangue e campioni biologici.
Work4You: Milano, 25 infermieri all’ospedale Niguarda. - 24 Febbraio 2015 - 08:02
L’Ospedale Niguarda Ca’ Granda di Milano ricerca tramite concorso pubblico 25 infermieri.
Sanità: comunicato dei Presidenti di Quartiere - 15 Novembre 2014 - 10:03
Riceviamo e pubblichiamo, un documento dei Presidenti di Quartiere di Verbania, sulla questione sanità al centro del ciclone in questi giorni.
Premio Beato Contardo Ferrini vince Berard - 8 Novembre 2014 - 11:27
La 5° edizione del Premio Premio Beato Contardo Ferrini - Città di Verbania, va a Alessandro Berard con "Aleksandrovich".
Ambulanza del Vergante solidarietà a Novara - 5 Ottobre 2014 - 15:56
Sabato 4 ottobre, l’Ambulanza del Vergante con i suoi volontari ha partecipato all’Evento in piazza “Il Bene Moltiplica il Bene” organizzato e voluto da Fondazione Banca Novara con il Centro Servizi Volontariato per la Provincia di Novara.
Una Farmacia sempre più Comunitaria - 2 Ottobre 2014 - 20:11
Comunicato stampa del Comune sullo spostamento della Farmacia Comunale di Verbania nei locali dell’ex Provveditorato agli Studi
Work4You: Gallarate, concorso per 4 infermieri. - 19 Agosto 2014 - 08:30
L’Azienda Ospedaliera “S. Antonio Abate” di Gallarate, presso Varese, ha pubblicato un bando di selezione finalizzato alla copertura di 4 posti di lavoro, nel profilo professionale di Collaboratore Professionale Sanitario – infermiere.
Sclerosi Laterale Amiotrofica: la distanza tra progetti e realtà - 12 Agosto 2014 - 10:23
Riportiamo una storia che arriva da Facebook. A raccontarla è Ruggero Pavarotti, parla di sanità, di affetti, di crisi, di costi e di chi ne fa le spese.
infermiere - nei commenti
Ipotesi di passeggiata Intra - Suna - 11 Ottobre 2016 - 21:45
Re: FERMATELI!
Ciao Giovanni% Parli di questa realtà ? Quella creata dalle classi politiche degli ultimi 40 anni? Quella dell andare in pensione ad un età ragionevole pagando il pizzo a favore delle solite banche con la truffa dell APE ? Dove abbiamo un ministro della sanità diplomato al liceo classico e si pretende una laurea in infermieristica per fare l'infermiere? dove miltissimi giovani non hanno futuro? dove a differenza di una volta con 2 stipendi in famiglia si arriva a fine mese so lo se si è parsimoniosi? Dove per la prima volta dal dopoguerra le future generazioni stanno peggio delle vecchie? Potrei andare avanti per ore , Certo vorrei essere fuori da questa realtà è tu?
Nursind: infermieri troppi straordinari - 10 Giugno 2016 - 13:42
La solita fuffa stile renziano
11 assunzioni ma....a tempo determinato! Ma come potrà fare un giovane infermiere/a a programmare la sua vita futura a pensare di farsi una famiglia e ad avere dei figli, con sulla testa la spada di Damocle dello stipendo " a tempo"?Certe buffonate sono come gli 80 euro dati con la destra e ripresi con (...è il caso di dirlo) la sinistra!
Sblocco assunzioni Polizie Municipali - 3 Marzo 2016 - 09:46
..speriamo
guarda caso sono d'accordo con Lupus..chi fa certi "mestieri" deve avere qualche marcia in più faccio un esempio fare l'infermiere è diverso che fare il meccanico.(senza mancare di rispetto per questi ultimi) così come fare il vigile occorre "grinta"e nel contempo umanità..comunque grande occasione di lavoro per i nostri giovani!
Sblocco assunzioni Polizie Municipali - 2 Marzo 2016 - 18:02
Speriamo
Speriamo si crei qualche posto di lavoro fisso in più per i nostri giovani, sperando che chi decide di intraprendere quella strada però senta dentro di sè di essere un po' "sbirro" così come chi sceglie di fare l'infermiere è meglio che abbia dentro di sè lo spirito del prestare assistenza fisica e morale al prossimo. Insomma che non sia una scelta dettata unicamente dal portare a casa la michetta.
Carabinieri: 2 arresti per rapina a Intra - 19 Luglio 2015 - 02:35
Rapina a Intra, x André
La notizia è autentica, non si tratta di un errore. In seguito ad un grave incidente stradale ero ricoverata per lungo tempo prima all'Ospedale e dopo per la riabilitazione in una nota Clinica, dove un infermiere "italiano di servizio notturno" mi aveva tolto dal portafoglio nel comodino € 100,00 in banconote da 50,00. Mi sono accorta quando chiudeva il cassetto ed al mattino notavo che mi mancavano i soldi. Avvertendo la caposala che a sua volta chiamava la polizia di Verbania, facevo il nome del ladro e si scopriva che questo Signor durante il servizio di notte rubava da tanti anni soldi e gioielli di pazienti, mentre dormivano. La polizia aveva trovato le banconote in casa sua e restituite a me in giro di 3 giorni. Il signore fu immediatamente dimesso e condannato per furto aggravato dal nostro Tribunale. Non si trattava di un'extracomunitario.
"Zacchera chieda scusa alle famiglie ed alle ragazze italiane rapite in Siria" - 10 Gennaio 2015 - 02:52
Non sono insulti
Zacchera ha scritto osservazioni ovvie e condivise dalla stragrande parte delle persone informate a parte coloro che voglio strumentalizzare la vicenda come i vari Tartari o casi "particolari" come Paolino. IMPRUDENTI è poco. Inneggiavano e si accompagnavano a gruppi armati estremisti (scusate se è poco) e andavano a porre operazioni strane i zona di guerra civile. Operazioni strane in quanto non erano personalità o tecnici-ingegneri ma due RAGAZZINE. Erano infermiere ma non facevano le infermiere! Portavano fondi! Dove vedi l'ovvio Paolino! Un po' di decenza per piacere! Ovviamente le voglio sane e salve a casa ma con una severa inchiesta sull'accaduto.
Centro di aiuto alla vita verbanese sta con l'infermiera di Voghera - 12 Ottobre 2014 - 12:10
parziale.
ARGOMENTO TROPPO DELICATO PER AVERE CERTEZZE. CHIARAMENTE ESPRIME QUESTO TRAFILETTO UNA VISIONE ANTIABORTISTA CHE RISPETTO. TUTTO GIUSTO QUANTO DETTO SUL RUOLO DELL'infermiere. TROVO PERÒ MOLTO LIMITATIVO CHE IL SOSTEGNO AD UNA RAGAZZA IN UNA SITUAZIONE DEL GENERE SIA UN BREVE COLLOQUIO IN SEDE DI TRIAGE PER CONVINCERLA A PRENDERE O MENO LA PILLOLA IN QUESTIONE. RICORDO INOLTRE CHE L'OBIEZIONE DI COSCIENZA SI MANIFESTA NEL NON PRENDERE A ATTO ALL'ABORTO, NON NEL NEGARLO ALLA PERSONA. RISPETTO E SOSTENGO L'INFERMIERA IN QUESTIONE PERCHÈ NON CONOSCIAMO COSÌ BENE I FATTI PER GIUDICARLA.
Una Farmacia sempre più Comunitaria - 2 Ottobre 2014 - 21:37
infermiere
Buona l idea. Quando bisogna fare le iniezioni e le medicazioni e' un po' complicato se non si conosce nessuno... Il resto, psicologo, nutrizionista, fisioterapista.... Boh.
Camion ConSer VCO pausa troppo lunga? VIDEO - 30 Agosto 2014 - 16:31
x GM e stipendiati con ''garanzia''...........
Purtroppo queste cose saltano all'occhio in momenti di crisi economica come questi,e' la classica guerra tra poveri.Devo pero' testimoniare il fatto che ''ne abbiamo le scatole piene'' di gente con lo stipendio garantito che cazzeggia alla faccia di chi produce con fatica.Al Conser,come una volta alla Montecatini/Cartiera/Nestle',quasi tutti hanno un doppio lavoro,naturalmente in nero,cio' vuol dire che sul posto di lavoro fanno poco,visto che hanno energie da spendere per il resto della giornata.Alcuni fanno i muratori,ma non in piccolo,intere ristrutturazioni per migliaia di euro,altri gli idraulici e cosi' via.Il sommerso aiuta il PIl,cosi' ha sentenziato Renzi,quindi e' accettato.Mille volte vediamo gli''spazzini'' in posta durante il servizio,oppure al bar ,oppure alle mac chinette slot,solo per 10/15 minuti,ma e' un fenomeno che nessuno denuncia proprio xche' poi i benpensanti ti attaccano.Le infermiere all'ospedale fanno anche di peggio,ma guarda caso alla villa Caramora,istituzione piu' controllata,questo non succede,sono gentili e lavorano.Io di filmati ne manderei 100 se ne avessi,alla faccia delle querele etc....e basta con questo fancazzismo a spese degli altri,ma quelli da colpire,piu' che gli addetti'sono i superiori,quelli che dovrebbero controllare che non lo fanno.....ecco il problema.Mi stoppo in attesa del fuoco di fila delle critiche........bye
Camion ConSer VCO pausa troppo lunga? VIDEO - 30 Agosto 2014 - 13:49
per dirne un'altra
Qualche giorno fà ho incontrato in un ospedale (quindi in servizio) tre infermiere che nel giro di venti minuti hanno fatto pausa caffè con relativa chiaccherata,sigarettina con scambio racconti delle vacanze per finire ritiro bottigliette al distrubore acqua e il trio forse si avvia sul posto di lavoro.Ma c'è veramente carenza di porsonale ho servirebbe più rigore ma soppratutto rendersi conto che sono pagate per svolgere un servizio importante non sono nel salotto di casa.Per tornare al commento di sopra mi ricordo quando tu conoscevi tutti i gli spazzini (adesso operatori ecologici) perchè erano pochi e volonterosi con il biroccino a due ruote e la scopa in mano.Adesso sono un esrcito tutto motorizzato e automatico risultato peggio di prima.Quando piove forte si accorgono che il tombino oppure lo scarico stradale è chiuso allagando la strada.Cosa fanno?mettono un impermeabile e risolvono il problema?No mettono un cartello strada allagata (che anche un imbecille se ne accorge) cessata la pioggia tutto ritorna come prima....allora risolto il problema? NO aspettiamo la prossima,pioggia solito cartello e via domani è un'altro giorno magari esce il sole. La cosa assurda che se uno segnala il problema ti senti rispondere (non è di nostra competenza) a chi tocca tale impegno ma!!!!!
Deleghe dirigenziali: Assessore Franzetti risponde a Comunità.vb - 21 Luglio 2014 - 19:02
Anche dalle infermiere...
In un senso differente...... Comunque dare del Dottore a chi non si conosce è segno di rispetto. Mica siamo fratelli!
Odissea di 7 ore per partorire - 8 Gennaio 2014 - 12:01
Odissea 7 ore per partorire
In riferimento a quanto già sopra detto, aggiungo che bastava investire €. 2.000,00 (duemila), e chiamare la base di Magadino della Rega (Guardia Aerea Svizzera), Organizzazione di Soccorso Aereo Medicalizzata abilitata al volo notturno, che in 2 ore avrebbe portato la signora all'ospedale di Alessandria. Questa opzione la conoscono molto bene ma gli addetti ai lavori della Regione non vogliono che si intraprenda questa strada. Sapete perché ? Perché questi sono più efficienti e funzionali dell'attuale elisoccorso italiano che a noi cittadini costa una follia anche solo restando a terra, con i seguenti costi fissi: l'affitto dell'elicottero, tutto il personale (pilota, copilota, medico, infermiere e tecnico del soccorso alpino); tra l'altro tutte queste figure prendono un ulteriore indennità supplementare ogni volta che l'elicottero si alza in volo, mentre per l'elicottero della Rega vengono pagate solo le ore di volo necessarie. Bastava imitarli, predisporre delle assicurazioni per ogni cittadino per coprire i costi di gestione e solo quando c'è ne fosse stato realmente di bisogno. Il tutto sarebbe costato sicuramente meno di quello che ci costa attualmente l'elisoccorso, vale come per le organizzazioni di "volontariato". Ma come al solito in Italia ci sono sempre interessi paralleli, sopratutto politici. Non per augurare malefici, ma una situazione così avrebbe dovuto succedere a sta gente, che magna magna alle nostre spalle, facendoci passare tra l'altro per dei visionari. MAN DIA MO LI A CA SA TUT TI.
Raccolta fondi AslVco, attenti alle truffe - 23 Maggio 2013 - 17:13
RACCOLTA FONDI
Buongiorno, sono Stefania Civalleri, la Responsabile della delegazione ANVOLT di Novara ovvero Associazione Nazionale Volontari Lotta contro i Tumori, ONLUS. Tanto per chiarire la situazione volevo informare tutti i cittadini del Verbano Cusio-Ossola e le Istituzioni, come la ASL VCO, che la nostra Associazione opera regolarmente sul territorio. Siamo infatti iscritti regolarmente all'albo del volontariato regionale (nel nostro caso la regione è la Lombardia poiché la sede nazionale è a Milano) e facciamo parte del Consiglio direttivo della FAVO (Federazione delle Associazioni Volontari Oncologici). Operiamo sul Piemonte orientale dal 1989 aiutando i malati di tumore terminale e loro famigliari attraverso trasporti (ospedale-casa e viceversa), assistenza infermieristica (con infermiere specializzate) e assistenza domiciliare. Inoltre presso la nostra delegazione di Novara, sita in Via Marconi 18/ac, è presente un ambulatorio di prevenzione dove vengono effettuate visite di prevenzione ginecologica (comprensiva di pap test, visita ginecologica e ecografia transvaginale), urologica e dermatologica, il tutto senza impegnativa e con medici specialisti nel settore. ANVOLT è un'associazione senza scopo di lucro opera principalmente con progetti di prevenzione in collaborazione con l'Unione Europea, il Ministero della Salute, le Amministrazioni regionali e provinciali e varie ASL. ANVOLT si sostiene con contributi e donazioni da parte di privati e aziende. A questi benefattori si rivolge in particolare attraverso il sito web www.anvolt.org, ma anche a mezzo del c.d. "fund rising" annuale nelle province che competono la nostra delegazione (ovvero Novara, Vercelli, Biella, Verbano Cusio-Ossola, Asti, Alessandria e Pavia), una metodologia approvata ed utilizzata dai più importanti organismi del privato sociale. Tengo quindi a precisare che non facciamo raccolta fondi porta a porta, ma contattiamo prima telefonicamente le persone chiedendo gentilmente un'offerta. Se la persona dà il suo consenso, viene inviato a domicilio un fiduciario con regolare RICEVUTA FISCALE, detraibile secondo le norme vigenti. Inoltre, solitamente, prima di iniziare la raccolta fondi, vengono informate le autorità competenti del territorio, ovvero i Carabinieri. Sappiamo anche noi che, purtroppo, ci sono Associazioni poco serie, ma non dimentichiamoci che ce ne sono moltissime che operano regolarmente sul territorio. Con questo volevo tranquillizzare i Nostri generosi associati, sia di vecchia data che appena acquisiti, dicendo loro che ANVOLT è un'associazione seria e che opera alla luce del sole. Vi prego quindi di voler dare notizia della circostanza che l'Associazione opera nel pieno rispetto delle normative in vigore e dei propri fini statutari, con assoluta trasparenza, e che niente ha a che fare con chiunque invece solleciti con fini devianti la raccolta fondi presso la cittadinanza. Vi invitiamo inoltre presso la Nostra delegazione di Novara o presso la sede nazionale di Milano al fine di averne una diretta conoscenza o confronto. Per info non esitate a contattarci al numero 0321-30220 fax 0321-390587 oppure all'indirizzo novara@anvolt.org. Siamo presenti anche sul SITO WEB www.anvolt.org e su facebook come ANVOLT NOVARA. Distinti saluti Stefania Civalleri
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti