Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco

legge

Inserisci quello che vuoi cercare
legge - nei post
Massima allerta incendi boschivi - 22 Giugno 2017 - 15:03
Il Settore della Protezione civile e Sistema antincendi boschivi del Piemonte tenuto conto delle condizioni meteorologiche attuali e previste dal Centro funzionale Arpa Piemonte dispone da oggi, giovedì 22 giugno, lo stato di massima pericolosità su tutto il territorio regionale.
Interrogazione parlamentare strade Vigezzo e Cannobina - 17 Giugno 2017 - 08:01
Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato del gruppo in consiglio provinciale "La Provincia per il Territorio" , riguardante l'Interrogazione parlamentare SS.s. 337 e relativa risposta
20 milioni per il commercio di montagna - 10 Giugno 2017 - 15:03
È on line il bando nazionale del fondo nazionale per la montagna, reintrodotto, dopo l'azzeramento, dalla legge di stabilità 2013. Di seguito la nota di Uncem Piemonte
I giovani vincitori del progetto di storia contemporanea - 6 Giugno 2017 - 15:03
A essere premiati sono stati 125 ragazzi, appartenenti a 20 istituti scolastici e 5 centri di formazione delle diverse province piemontesi. Quindici gli studenti del VCO: 5 del Gobetti di Omegna e 10 dell'Enaip di Domodossola .
In corsa con la maglia della legge “salvaciclisti” - 3 Giugno 2017 - 15:03
Proseguono le iniziative per la legge “salvaciclisti”. Presentata al Sindaco di Verbania la maglia della “12H Cycling Marathon dal team Verbanese “Nerofluo – Fiori Bianchi”, di Gianmario Rovaletti, Valter Pedroni, Fabrizio Ferrugiara e Patrich Rabaini.
Lega Nord su certificazioni sicurezza de Il Maggiore - 31 Maggio 2017 - 18:09
Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato della Lega Nord Verbania, riguardante la Certificazione Prevenzione Incendi temporanea concessa al teatro Maggiore.
Verbania Innova: convegno sull'agenda digitale - 25 Maggio 2017 - 16:01
Verbania Innova: due giorni di convegno e workshop sul tema dell’agenda digitale. Il 26 e 27 maggio al teatro Il Maggiore.
“Contratti di Convivenza" - 18 Maggio 2017 - 16:34
“Contratti di Convivenza", riflessioni sugli aspetti normativi e pratici della legge 76I2016, il 19 Maggio 20l7 - ore 15,00 - 18,00 presso l'Auditorium Centro di Incontro Sant'Anna Via Belgio n.1 — Verbania.
"Gatto ferito e responsabilità del cittadino" - 16 Maggio 2017 - 09:16
Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato del Gruppo Consigliare Forza Italia Berlusconi, riguardante la prassi per soccorrere cani e gatti randagi e la convenzione gratuita tra Comune e Clinica Veterinaria.
SOMS Intragna festeggia 125 anni e apre bottega - 29 Aprile 2017 - 10:23
La Società Operaia di Mutuo Soccorso di Intragna festeggia 125 anni di fondazione e regala ai soci… una bottega. L’inaugurazione domenica 30 aprile 2017.
Incontri Eco-Logici: la Canapa nella terapia medica - 26 Aprile 2017 - 11:27
Conferenza giovedì 27 aprile 2017 alle ore 21,00 presso l'Hotel Il Chiostro dal titolo: Rapporto di Coevoluzione Cannabis e Homo Sapiens Utilizzo della Canapa nella terapia medica.
Consiglio Provinciale - 25 Aprile 2017 - 10:23
Mercoledì 26 aprile 2017, alle ore 11,00, presso la sede della Provincia al tecnoparco, si terrà il Consiglio Provinciale.
Prosegue l'allerta incendi - 22 Aprile 2017 - 09:16
l Settore della Protezione civile e Sistema antincendi boschivi del Piemonte tenuto conto delle condizioni meteorologiche attuali e previste dal Centro funzionale Arpa Piemonte ha disposto da mercoledì 19 aprile lo stato di massima pericolosità su tutto il territorio regionale.
Spiaggia di Suna e divieti - 20 Aprile 2017 - 10:23
Tornano le prime giornate di bel tempo e caldo e tornano le problematiche di convivenza alla spiaggia pubblica di Suna e negli spazi adiacenti, che un lettore del blog, in una mail torna a lamentare.
“Il ritorno di Lara” - 18 Aprile 2017 - 17:35
Simone Merlotti presenta il suo terzo romanzo, “Il ritorno di Lara”, presso La fabbrica di carta 2017. Il giorno 22 Aprile alle ore 18:00 a Villadossola.
legge - nei commenti
Stop lavori via delle Ginestre: "Conta far perdere il Sindaco" - 17 Giugno 2017 - 01:24
Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Ad esempio....
Ciao Hans Axel Von Fersen non hai idea di come funziona un'organizzazione, dal condominio in su! Vuoi approvare la spesa di x soldi per la manutenzione delle ferrovie? Sì. Allora presenta un bilancio preventivo con i piani di spesa ed il relativo progetto! Se vuoi placcare d'oro i binari lo dichiari prima e qualcuno (il consiglio dei condomini, il consiglio di amministrazione, il consiglio comunale) ti approva o boccia il progetto/bilancio. Nella seconda colonna del documento pubblicato sul sito del comuni, grazie Filippo Marinoni, si legge: "Pavimentazione via alle Ginestre 390.000,00". Quindi la cifra era nota a tutti. Se il problema fossero i lavori, rimango perplesso, da quando un consiglio comunale entra nel merito tecnico? Non ci sono le commissioni e dirigenti "ad hoc"? E comunque, tutti gli approfondimenti andavano fatti prima, a costo di non approvare il bilancio! Allora sarebbe stato più comprensibile! Saluti Maurilio
M5S torna su ricorso al TAR - 12 Giugno 2017 - 10:18
IN CONCLUSIONE....
basta vedere cosa è successo in Parlamento con l'accordo a 4 sulla legge elettorale ed il risultato elettorale delle amministrative: quando non si riesce a passare dalla protesta alla proposta l'esito è scontato!
Con Silvia per Verbania torna su incompatibilità - 9 Giugno 2017 - 22:47
Serve onestà intellettuale
Ciao robi, i fatti da me riportati derivano dalla legge n. 267/2000 e dalla sentenza del TAR Piemonte n. 440/2017, per cui chiunque (anche tu) può verificarnen la veridicità. Ho cercato di essere il più obiettivo e chiaro possibile, serve però un minimo di capacità per valutarne la serietà da cui per inciso deriva l'onestà. Pertanto, sta di fatto (e questo è incontrovertibilmente un fatto) che il Consigliere Campana ha ritirato il ricorso in proprio (come chiaramente specificato dai giudici del TAR Piemonte nella sentenza di cui sopra) solo dopo che la lista civica "Con Silvia per Verbania" ha rilevato l'incompatibilità del suo ruolo di consigliere per lite pendente, in base al D. Lgs. 267/2000 di cui sopra. Conseguentemente ognuno tragga le conclusioni su come si siano svolti realmente i fatti, ma per farlo serve un minimo di onesta intellettuale (e politica). Per finire, se rileggi i post ti accorgerai che gli insulti (silvioti) non partono mai da noi, ne mai noi rispondiamo in modo tanto offensivo quanto banale.
Con Silvia per Verbania torna su incompatibilità - 9 Giugno 2017 - 19:13
Ahhhhhhhhh ..
Mi pare di assistere a livello locale del teatrino sulla legge elettorale. Colpa tua. No tua. E giù insulti. Vi informo che se continuate così alle prossime elezioni mi candido io. È una minaccia! Possibile che ci siano sempre più versioni di un fatto, è dico fatto? Siete persone pubbliche pagate dai cittadini per agire in nome e per conto loro. Meritiamo di più. Questo è certo. C'è qualcuno che seriamente faccia chiarezza? Non chiedo onesta come qualcuno troppo ingenuo. Ma serietà si.
Gioventù Nazionale del VCO: risse ed eventi - 9 Giugno 2017 - 15:30
ognuno legge come vuole
caro Sig.Maurilio, ho poco più anni di lei e le garantisco che non è una questione di classifica generazionale ma un dato di fatto. lasci stare i social e le risonanza che essi comportano, parliamo della vita vissuta in persona, ha mai provato a rimproverare un ragazzino?, ha mai visto un genitore (oggi) chiedere aiuto all allenatore del figlio perché non in grado di gestirlo? ecc ecc. non ho parlato di nostalgia , ma di educazione. è vero droga violenza ci sono sempre stati e sempre ci saranno, ma analizzi bene le modalità e chissà che anche lei non finirà come me ed il Sig. livio a fare i soliti discorsi sentiti e risentiti. non reputo la mia generazione migliore di altre, ognuna ha avuto e ha il suo pro e contro buona giornata a lei Sig. maurilio
In corsa con la maglia della legge “salvaciclisti” - 7 Giugno 2017 - 15:18
Re: Re: Re: Re: Re: ma qualcuno l'ha letta?
Ciao paolino scusami per la risposta un po' secca, ma oggi è una giornata indaffarata. Comunque quello che voglio dire è che un ciclista quando decide di percorrere un'arteria internazionale come la ss34 (che già di per se è stretta) deve sapere che ci sono dei rischi nel quale può incorrere. stessa cosa vale per un automobilista. In questo caso cercare di minimizzare i rischi per il ciclista, penalizzerebbe l'automobilista. In un lavoro come il mio in cui devi fare avanti e indietro tra intra, cannobio, gravellona, ecc. in tempi prestabiliti è dura quando ti trovi davanti un ciclista o anche solo un turista che è in giro per farsi il gran tour del lago. Non condanno nessuno, però nel momento del sorpasso dev'essere l'automobilista a regolarsi e capire quale secondo lui sia la distanza minima da tenere nella manovra. Ad esempio io non sorpasso mai a pelo il ciclista, un 80cm li lascio sempre. Anche io ho paura di poterlo in qualche modo ferire, ma 1,50m sono un'esagerazione a mio parere. La legge dovrebbe essere rivista in termini di distanza da mantenere su un determinato tipo di strada. E' più facile creare disagi a un ciclista se vai a una velocità elevata che se magari vai a 60km/h come sulla statale. Quindi personalmente modificherei la legge con una distanza da tenere proporzionale alla velocità dell'automobilista. E' anche una questione poi di spostamenti d'aria. La fisica insegna che più veloce vai, più forte è lo spostamento d'aria. Di conseguenza quella che ho scritto sopra può essere una soluzione. Penso che sia nel buon senso di tutti evitare manovre di sorpasso azzardate.
In corsa con la maglia della legge “salvaciclisti” - 7 Giugno 2017 - 14:51
Re: Re: Re: Re: Re: ma qualcuno l'ha letta?
Ciao paolino Il problema è che la legge dev'essere fatta in proporzione alla strada e che cavolo! Altrimenti realizziamo superstrade dove ciclisti non possano andare! Non si può perdere sempre un sacco di tempo per andare a lavoro a causa di turisti e ciclisti. Non ci sono solo loro. Capisco non metterli in pericolo ma c'è anche chi lavora e che la strada magari ha bisogno di farla in poco tempo, usiamo il cervello. Facciamo strade apposta e i pericoli non ci sono più o scriviamo meglio la legge in caso di strade che non consentano un sorpasso a 1,5m.
In corsa con la maglia della legge “salvaciclisti” - 6 Giugno 2017 - 15:01
Re: Re: Re: ma qualcuno l'ha letta?
Ciao paolino Quello che dici è sacrosanto. Speriamo che anche i ciclisti siano consapevoli di quanto è rischioso andarci. La legge non l'ho letta ma è stata sollecitata da un "ciclista" per cui mi aspetto che sia di perlomeno di "parte" visto che, a quanto pare, contiene solo indicazioni per gli automobilisti e non per gli stessi ciclisti a cui varrebbe la pena ricordare il codice della strada vale anche per loro comprese le sanzioni. Ovvero.....onori e oneri - diritti e doveri. PS: quanto rilevato poi da gennaro è vero. Se devo superarlo ad almeno 1,5 vuol dire che se trovo davanti a me un ciclista alla beata giovannina, (se rispetto il codice della strada) riuscirò forse a superarlo all'imbocco dell'autostrada, a Gravellona. Mi viene da ridere........ Alegar
In corsa con la maglia della legge “salvaciclisti” - 6 Giugno 2017 - 11:58
Re: Re: Pazzesco!
Ciao robi Eccomi. Faccio finta di essere un marziano e interpreto i commenti. Mi state dicendo che esistono una tipologia di conduttori (i ciclisti) che conducono i loro mezzi (bici) nel totale spregio del codice della strada generando grandissimo pericolo sopratutto per lo loro stessi. Poi ci sono gli stessi conduttori che quando conducono le auto (se escludiamo qualche sbarbatello spatentato, sono le stesse persone...) che quando conducono altri loro mezzi (le auto) diventano ligi al codice e guidano rispettando gli altri utenti della strada nonostante abbiano mezzi strasicuri con impianti frenanti inimmaginabili qualche decennio fa, con airbag anche per lo scroto e un'auto a prova di centinaia di crash test. E così la cosa mi lascia molto perplesso perché avremmo in circolazione moltissimi Dr Jekyll e dei Mr Hide Nella realtà vivo in Italia e so benissimo che il codice della strada non lo rispetta nessuno, nemmeno i pedoni lo rispettano. Mi fai l'esempio del passaggio pedonale: in Italia vige la regola "non scritta" che se il pedone non rischia un po' del suo osso del collo, col piffero che le auto si fermano. L'anno scorso dopo 20 auto che non mi davano la precedenza sulle strisce, avevo deciso un po' di rischiarlo, l'auto ha inchiodato ed è stata tamponata e io li ho lasciati lì a piangere le loro ferite. Quasi tutte le auto non rispettano i limiti di velocità, la distanza di sicurezza, i divieti di sorpasso, di fermarsi entro la riga agli incroci, il parcheggio decoroso, uso delle frecce, apertura delle portiere in modo umano e potrei continuare... Le bici invece non rispettano solamente i passaggi pedonali come non li rispettano le auto. C'è anche una differenza. Ogni 200 auto c'è una bicicletta in giro. A me non serve nessuna legge per capire che non devo strusciare durante un sorpasso, una mamma che spinge un passeggino, un pedone, una carrozzella, il vecchietto con la vespa con la sporta della spesa agganciata al manubrio e i ciclisti e che quando li sorpasso devo lasciargli una distanza di sicurezza sia per i sassi, per le pozze ma evidentemente la questione non è immediata per tutti. Come la misuri? Con lo stessi strumento che usi per tenere la distanza minima di sicurezza dalle auto che ti precedono e con la stesso strumento che devi usare per lasciare la distanza minima di sicurezza al veicolo che hai appena sorpassato. Poi se vuoi andiamo a farci un giro assieme, tu conti le infrazioni delle biciclette e io quelle delle auto e poi vediamo chi ha ragione
In corsa con la maglia della legge “salvaciclisti” - 5 Giugno 2017 - 18:10
Re: Non ho letto la proposta di legge
Ciao privataemail a me pare un buon ragionamento il tuo. Molto articolato e lungo come tendi a fare ma condivisibile. Non sono molto d'accordo sulla dimensione e l'inquinamento delle macchine. Prima inquinavano molto di più e non è che fossero poi così piccole e strette. Il problema è che ci sono più macchine e più bici e le strade sono spesso inadeguate. E una norma di legge inserita solo (si fa per dire ovviamente) l'incidente a Scarponi e Hayden mentre da anni ci sono morti su morti mi sa tanto di demagogia. Il metro e mezzo poi come si misura? Ma non si rendono conto che facendo norme su norme non fanno altro che complicare?
In corsa con la maglia della legge “salvaciclisti” - 5 Giugno 2017 - 16:35
Non ho letto la proposta di legge
Ma voglio comunque fare un ragionamento più ampio, in linea con quanto detto da Robi che vorrebbe una riforma più organica ed a 360 gradi. In primo luogo si dovrebbe fare un distinguo in funzione dell'ampiezza delle varie strade, in quanto è evidente a tutti, per esempio, quanto sia stretta la statale per cannobbio in molti punti. Quindi la regola dovrebbe valere solo su carregiate di una certa dimensione. Secondo punto, (e qui mi aspetto i soliti commenti ottusi) a mio avviso bisognerebbe finirla di fare auto sempre più grandi, larghe ed inquinanti, avete notato che non si riesce più ad utilizzare i garage degli anni 60-70? Questo contribuisce ad una riduzione delle misure di sicurezza in strada, ed alla necessità di continui ampliamenti delle strade. Ci dovrebbe essere il divieto ove esistono le ciclabili di transitare nelle comuni strade, e questo non lo accetterebero in molti. Le tanto criticate ciclabili dovrebbero sempre essere inserite per legge in progetti di costruzione ed ampliamento delle strade. Dovremmo avere un servizio pubblico efficiente e capillare, dalle ferrovie ai tram ai bus ecc ecc. Il che ridurrebbe il numero di automobili ed altri veicoli a motore In ultimo io temo che in Italia ci sarà la solita passatemi il termine inchiappettata, questa legge darà il La alle sanguisughe di stato ed alle lobby assicurative. Vi sarà l'obbligo di targa, dell'assicurazione e della revisione delle biciclette, vedremo i ciclisti ossessionati dal grammo in più o in meno dal peso delle biciclette, e chi a fatica compra una bicicletta decente, quanto saranno grati a questa proposta Per la cronaca sono sia ciclista che automobilista, e quando vado in bici (ora ho qualche problema fisico) prediligo strade secondarie e di montagna proprio per evitare il traffico, pensate dopo un 80-100 km a polmoni belli dilatati, che bello stare in coda ad un diesel che accelera per sorpassare o rigenerare il FAP In conclusione la strada è sempre stata pericolosa. In Europa gli incidenti stradali sono una delle prime cause di morte, con più di 120 000 vittime all'anno. L'Italia è al 14° posto in Europa per numero di vittime. Luglio è il mese con più deceduti. A morire con maggiore frequenza sono gli under 25. Nel 2014 in Italia ci sono state 3.149 vittime e 246.050 feriti, per un totale di 2.173.892 incidenti stradali con lesioni a persone, e d'allora è in continua crescita, così come l'aumento del mezzo di trasporto privato, quasi esclusivamente dovuto alle carenze del trasporto pubblico. Morale questa proposta farà solo aumentare i premi assicurativi ed ingrassare la casta degli avvocati, ma non ridurrà gli incidenti, anzi si rischia un aumento a causa di chi frenerà a fondo magari dopo una curva in cui trova il ciclista che viaggia a 20 km/h e non riuscirà a rispettare il benedetto 1,5 metro di sicurezza.
In corsa con la maglia della legge “salvaciclisti” - 5 Giugno 2017 - 15:47
Re: Re: Re: ma qualcuno l'ha letta?
Ciao paolino Siamo coerenti, va bene aspettare 30 secondi, ma quando hai una strada come la cannobina, o la ss34 nel tratto dal confine, dopo cannobio, o prima di cannero, altro che 30 secondi. Non hai un metro e mezzo per sorpassare. Già ultimamente si impiega oltre 50 minuti per fare verbania cannobio e viceversa. o fanno una strada ad alto scorrimento come alternativa, o la statale sarà sempre peggio. Un altro esempio è la valle cannobina. Come fai a stare dietro a un ciclista? La nostra zona non è delle migliori per praticare questo sport. Mancano ciclabili e strade adatte. E' una legge che perlomeno nel VCO penalizzerà molto gli utenti della strada. Io personalmente non credo proprio che sarò in grado di rispettare una legge simile. E' pressochè assurda.
In corsa con la maglia della legge “salvaciclisti” - 5 Giugno 2017 - 12:58
cari esperti in materia
Buongiorno a tutti. Lungi da me da fare di tutta un erba un fascio. Esiste già una legge nazionale, codice della strada, che obbliga i ciclisti a proseguire sulle strade in fila indiana....ma da automobilista, il 70% delle volte mi é capitato di imbattermi in sciami di ciclisti. Gli stessi non si fermano quasi mai sulle strisce pedonali e neanche ai semafori
In corsa con la maglia della legge “salvaciclisti” - 5 Giugno 2017 - 09:41
Re: legge salva ciclisti
Ciao gris infatti, gli indisciplinati sono da ambo le parti, per questo ci dovrebbero essere piste ciclabili, laddove possibile. Poi, la distanza di 1,5 metri, come la calcoliamo? Andiamo a occhio oppure usiamo un apposito metro estraibile?
In corsa con la maglia della legge “salvaciclisti” - 4 Giugno 2017 - 22:08
legge salva ciclisti
sono sia un ciclista che un automobilista. Ci sono persone da ambo le parti che non rispettano nessun tipo di norma e aggiugiamoci anche i pedoni. Poche settimane fa a momenti mettevo sotto un ciclista che viaggiava in senso contrario. Me lo son trovato davanti dietro ad una curva e solo per un secondo non l'ho centrato. Così ho installato in macchina una dash cam, non aiuterà a far capire alle persone come ci si deve comportare in strada, ma almeno tutelerà me in caso di sinistro.
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti