Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco

letteratura

Inserisci quello che vuoi cercare
letteratura - nei post
LibriNews: “Economia Innovatrice" - 13 Gennaio 2017 - 08:01
Per la rubrica a cura di Zest letteratura Sostenibile, un progetto culturale dell’Associazione We feel Green, oggi proponiamo “Economia Innovatrice" di A. Di Stefano, M. Lepratti, Edizioni Ambiente 2016.
Concerto di pianoforte Romanelli & Allevi - 7 Gennaio 2017 - 09:16
Concerto di pianoforte del Duo Lucia Romanelli & Marco Allevi per i terremotati delle Marche. Omegna – Sabato 7 Gennaio - ore 15,30 - Cinema Teatro Sociale – Ingresso 15 euro. Verbania - Domenica 8 Gennaio - ore 15,30 - Foyer del Teatro Maggiore – Ingresso 15 euro.
LibriNews: “Via degli angeli” - 6 Gennaio 2017 - 08:01
Per la rubrica a cura di Zest letteratura Sostenibile, un progetto culturale dell’Associazione We feel Green, oggi proponiamo “Via degli angeli" di Angela Bubba e Giorgio Ghiotti, Bompiani 2016.
“La Lanternata dei Magi” - 5 Gennaio 2017 - 19:06
Suggestiva iniziativa che con con fiaccole e narrazioni animerà il 6 gennaio prossimo il Parco-Chalet di Villa Faraggiana sul Lago Maggiore.
Natale e S.Stefano al Museo Meina - 24 Dicembre 2016 - 18:17
Il 25 e 26 dicembre 2016 aperture straordinarie con allestimenti tematici nel parco-chalet di Villa Faraggiana. A Santo Stefano un videomapping natalizio.
LibriNews: “Grande nudo” - 23 Dicembre 2016 - 08:01
Per la rubrica a cura di Zest letteratura Sostenibile, un progetto culturale dell’Associazione We feel Green, oggi proponiamo “Grande nudo” di Gianni Tetti, Neo Edizioni 2016.
Lakescapes ultimo appuntamento - 16 Dicembre 2016 - 17:34
Sabato 17 dicembre, alle 21.00, presso il Cinema Parrocchiale di Meina si chiude il ciclo di appuntamenti di Lakescapes di quest’anno con uno spettacolo dall’atmosfera natalizia.
LibriNews: “Orfani bianchi” - 9 Dicembre 2016 - 08:01
Per la rubrica a cura di Zest letteratura Sostenibile, un progetto culturale dell’Associazione We feel Green, oggi proponiamo “Orfani bianchi” di Antonio Manzini, edizioni Chiarelettere.
LetterAltura a "Leggere le montagne" - 5 Dicembre 2016 - 15:17
In collaborazione con Ars.Uni.Vco - Infopoint Domodossola, Parco Nazionale Val Grande e Aree Protette dell’Ossola, LetterAltura organizza due incontri, martedì 6 dicembre e mercoledì 7 dicembre, nell’ambito del festival Leggere le montagne.
Leggere le Montagne 2^ edizione - 5 Dicembre 2016 - 10:23
Leggere le Montagne: per la seconda edizione del festival organizzato dalla Convenzione delle Alpi, l’Info Point di Domodossola partecipa con due importanti appuntamenti il 6 e 7 dicembre 2016.
Metti una sera al cinema - Segreti di famiglia - 5 Dicembre 2016 - 09:16
Il Cinecircolo Socio Culturale Don Bosco, martedì 6 dicembre 2016, per la rassegna "Metti una sera al Cinema", presenta "Segreti di famiglia".
LibriNews: “Per troppa luce” - 28 Novembre 2016 - 15:03
Per la rubrica a cura di Zest letteratura Sostenibile, un progetto culturale dell’Associazione We feel Green, oggi proponiamo “Per troppa luce” di Livio Romano, Fernadel.
Open day 2016 Biblioteche VCO - 19 Novembre 2016 - 11:27
Open day 2016: tutte le biblioteche aperte nel VCO domenica 20 novembre per immaginare mondi diversi. Quale miglior immagine di una porta aperta, in quest’epoca in cui sembrano prevalere i segnali di chiusura fra le persone?
LibriNews: “Briciole dai piccioni” - 18 Novembre 2016 - 08:01
Per la rubrica a cura di Zest letteratura Sostenibile, un progetto culturale dell’Associazione We feel Green, oggi proponiamo “Briciole dai piccioni” di Paolo Risi, Neo Edizioni.
Angera: "Arte e letteratura.. fanno rima con Cultura" - 12 Novembre 2016 - 11:45
Sabato 26 novembre ad Angera (VA) due eventi in uno: l’artista Luca Francocci espone le sue ultime opere e la scrittrice Marina Martorana presenta il suo nuovo romanzo giallo, Intrigo Internazionale sul Verbano. Vernissage con due eventi in uno.
letteratura - nei commenti
Con Silvia per Verbania su spostamento LIDL - 25 Dicembre 2016 - 19:41
Che noia gli "yes man"
iniziamo subito col dire che sul punto Lidl , la Giunta ha emendato se stessa. Quando ho fatto presente che l'Amministrazione non può emendare se stessa, ovvero può portare dei documenti che vengono valutati dalle Commissioni per essere discussi in Consiglio e dal Consiglio possono essere emendati (un "piccolo" passaggio che segna l'importanza dell'analisi), allora il PD ha emendato la giunta con una impercettibile variazione rispetto la proposta della Giunta stessa (che ha fatto comunque inalberare il Sindaco). I fatti: da più di 2 anni il Sindaco si è vantata di stare lavorando a questo progetto, l'ha chiamata la sua "regia sotterranea" o qualcosa del genere, non ricordo esattamente. Poi, al momento della verità, la domanda Lidl, che da procedura ha 90 gg per essere evasa. 60 gg sono passati senza che nessuno sapesse nulla, poi in 30 gg Commissione e Consiglio devono fare tutto in fretta... il Sindaco ha fretta. In Commissione ne vengono fuori di tutti i colori, nessuno è d'accordo su modalità e tempi, ci sono osservazioni tecniche molto concrete che suggeriscono modifiche anche progettuali , osservazioni che in massima parte arrivano dalla maggioranza. Alcuni esempi: Una più approfondita analisi del traffico, su via crocetta immissione C.so Nazioni Unite già oggi difficoltosa, attenzione specifica all'uscita autoambulanze, assurdo scomputare gli oneri su via Crocetta che è opera che serve a Lidl, pericoloso (lo dice la letteratura specifica) allargare la rotonda perchè si aumenta la velocità di accesso, ripensare l'abbattimento dell'ex Hotel, nessuna pista ciclabile, mancanza di visione del contesto complessivo ecc, ecc. A tutto ciò e a molto altro , non viene data alcuna risposta, ma siccome in 30 gg ci sono state 3 Commissioni , il tema si ritiene dibattuto a sufficienza. Nemmeno il PD è contento, basta leggere i verbali per capire che è così, ma non c'è tempo, i 90 gg scadono domani. Quindi si vota. Per tutta la durata del Consiglio in maggioranza sono in 16 (meno del numero legale), poco prima della votazione diventano 17. Comunque nessun problema , Forza Italia e Fronte Nazionale votano con la maggioranza. Ecco come nasce un "non luogo" , ecco come non si progetta la città, ecco come non si dovrebbe fare politica. Come dicevo ieri in Consiglio, su variazioni così importanti le considerazioni devono essere vere e non di facciata, i cambiamenti devono essere condivisi e non imposti, e questo può avvenire solo attraverso un confronto di merito e nei luoghi deputati. Ora, se qualcuno mi vuole convincere che trattare di nascosto con una società e ridurre da 90 a meno di 30 i gg per una decisione e un dibattito su una zona centrale che cambierà il volto di una delle "porte di Verbania", per poi non ascoltare nemmeno i propri tecnici, sia un modo corretto di amministrare, posso solo concludere che i più coraggiosi della maggioranza ieri sera sono stati gli assenti.
Fronte Nazionale su spostamento LIDL - 22 Dicembre 2016 - 15:09
quante bestialità
Innanzi tutto, se avessero voluto difendere suna bastava lasciare la lidl dove è... se poi del "Fronte" qualcuno si fosse degnato di partecipare almeno a una delle 3 commissioni, forse avrebbe avuto le idee più chiare... comunque, Iniziamo subito col dire che sul punto Lidl , la Giunta ha emendato se stessa. Quando ho fatto presente che l'Amministrazione non può emendare se stessa, ovvero può portare dei documenti che vengono valutati dalle Commissioni per essere discussi in Consiglio e dal Consiglio possono essere emendati (un "piccolo" passaggio che segna l'importanza dell'analisi), allora il PD ha emendato la giunta con una impercettibile variazione rispetto la proposta della Giunta stessa (che ha fatto comunque inalberare il Sindaco). I fatti: da più di 2 anni il Sindaco si è vantata di stare lavorando a questo progetto, l'ha chiamata la sua "regia sotterranea" o qualcosa del genere, non ricordo esattamente. Poi, al momento della verità, la domanda Lidl, che da procedura ha 90 gg per essere evasa. 60 gg sono passati senza che nessuno sapesse nulla, poi in 30 gg Commissione e Consiglio devono fare tutto in fretta... il Sindaco ha fretta. In Commissione ne vengono fuori di tutti i colori, nessuno è d'accordo su modalità e tempi, ci sono osservazioni tecniche molto concrete che suggeriscono modifiche anche progettuali , osservazioni che in massima parte arrivano dalla maggioranza. Alcuni esempi: Una più approfondita analisi del traffico, su via crocetta immissione C.so Nazioni Unite già oggi difficoltosa, attenzione specifica all'uscita autoambulanze, assurdo scomputare gli oneri su via Crocetta che è opera che serve a Lidl, pericoloso (lo dice la letteratura specifica) allargare la rotonda perchè si aumenta la velocità di accesso, ripensare l'abbattimento dell'ex Hotel, nessuna pista ciclabile, mancanza di visione del contesto complessivo ecc, ecc. A tutto ciò e a molto altro , non viene data alcuna risposta, ma siccome in 30 gg ci sono state 3 Commissioni , il tema si ritiene dibattuto a sufficienza. Nemmeno il PD è contento, basta leggere i verbali per capire che è così, ma non c'è tempo, i 90 gg scadono domani. Quindi si vota. Per tutta la durata del Consiglio in maggioranza sono in 16 (meno del numero legale), poco prima della votazione diventano 17. Comunque nessun problema , Forza Italia e Fronte Nazionale votano con la maggioranza. Ecco come nasce un "non luogo" , ecco come non si progetta la città, ecco come non si dovrebbe fare politica. Come dicevo ieri in Consiglio, su variazioni così importanti le considerazioni devono essere vere e non di facciata, i cambiamenti devono essere condivisi e non imposti, e questo può avvenire solo attraverso un confronto di merito e nei luoghi deputati. Ora, se qualcuno mi vuole convincere che trattare di nascosto con una società e ridurre da 90 a meno di 30 i gg per una decisione e un dibattito su una zona centrale che cambierà il volto di una delle "porte di Verbania", per poi non ascoltare nemmeno i propri tecnici, sia un modo corretto di amministrare, posso solo concludere che i più coraggiosi della maggioranza ieri sera sono stati gli assenti.
Ipotesi di passeggiata Intra - Suna - 11 Ottobre 2016 - 21:03
Re: A favore della pista ciclabile
Ciao info L'idea del segway mi sembra interessante, riguardo al costo autisti è vero potrebbe far lievitare i costi, ma di sicuro aumenta occupazione e poi non è detto, se il servizio funzionasse a pieno ritmo le entrate sarebbero maggiori rispetto alle attuali. Piccoli bus possono essere modulati sui flussi stagionali, ed il fermo macchina non sarebbe grave come per un mezzo da 2/300 mila euro, mentre gli autisti potrebbero in parte essere stagionali. E non essendo necessaria la patente D si potrebbe pensare anche a prestazioni per il fine settimana, moltissimi potrebbero essere i candidati e costerebbe meno di un autista con patente D. Si deve pensare in un ottica da qui a 30/40 anni prima di sperperare danaro pubblico, pensiamo a 30 anni fa, non avevamo nemmeno internet, ora in mobilità la telefonia permette usi infiniti attraverso la rete , si possono progettare strade sfruttando la cinetica del traffico e recuperare energia http://www.fotovoltaicosulweb.it/guida/ricavare-energia-cinetica-dal-traffico-l-invenzione-di-una-start-up-italiana.html il fotovoltaico ed altre fonti rinnovabili erano sogni insomma chiuderei tanto per cambiare con una citazione “Un sogno sembra un sogno fino a quando non si comincia a lavorarci. E allora può diventare qualcosa di infinitamente più grande”. Una frase sui sogni di Adriano Olivetti, grande imprenditore e grande visionario i cui sogni si sono trasformati in opere che hanno segnato il tempo e la storia. Purtroppo gli è succeduto un certo De Benedetti più che imprenditore direi PRENDITORE ahimè non posso non postare questo suo pensiero ...... “Alla fine del fascismo la maggior parte degli intellettuali vedeva nei partiti uno strumento di libertà. Io no. Sono organismi che selezionano personale politico inadeguato. Un governo espresso da un Parlamento così povero di conoscenze specifiche non precede le situazioni, ne è trascinato. Ho immaginato una Camera che soddisfi il principio della rappresentanza nel senso più democratico; e poi sappia scegliere ed eleggere un senato composto delle persone più competenti di ogni settore della vita pubblica, della economia, dell’architettura, dell’urbanistica, della letteratura”.
PD: "Grazie a Massimo Forni. No alle strumentalizzazioni" - 31 Agosto 2016 - 09:56
gnè gnè
bravo %,dai ragione a Lupus che dà ragione a me,ma io ho torto. ennesimo commento maturo,strutturato,argomentato. se come credo fai la terza elementare,visto anche l'italiano sempre più zoppicante,la chiusa perfetta del tuo ultimo commento dovrebbe essere "gnè gnè". avevo citato Oscar Wilde in un commento sparito,ma la redazione preferisce dare spazio a % invece che ad uno dei più fini ed arguti scrittori della letteratura mondiale.
PsicoNews: Gli effetti della felicità - 20 Maggio 2016 - 10:27
ha detto un ermetico.....
ognuno sta solo sul cuor della terra trafitto da un raggio di sole ed è subito sera. (Salvatore Quasimodo, premio Nobel per la letteratura 1959)
LetterAltura: pronti i 100 volontari - 10 Giugno 2015 - 09:45
Noia
Innanzitutto rendo i miei complimenti ai volontari. Buon lavoro ragazzi. Sono un lettore e nel mio piccolo amo la letteratura ma consentitemi di gridare: "che noia, noia noia noia!". Siam ben aldilà nel creare eventi che rendano Verbania una città dove per il turista è bello esserci.
LetterAltura: pronti i 100 volontari - 9 Giugno 2015 - 10:49
x André
Direi la letteratura che ha come tema principale la montagna, es: vita di montagna, viaggi in montagna, cibi di montagna, animali di montagna, tradizioni dei paesi di montagna, ecc
LetterAltura: pronti i 100 volontari - 9 Giugno 2015 - 10:44
letteratura di montagna
Scusate la mia ignoranza... d'altronde non ho fatto scuole alte... ma cos'è la letteratura di montagna?
AziendaNews: I 4 segreti della vendita - 6 Giugno 2015 - 07:57
aria fritta........
qualsiasi venditore ''vecchio stampo'',avra' sicuramente letto ''frigoriferi agli Esquimesi'',un must della letteratura che ''ti vuole spiegare ''come approcciare un cliente .Beh....queste persone,compreso il signore di qui sopra,si vede che non hanno mai battuto il marciapiede,come si suol dire tra noi ''commerciali'' o ''benditori'',che dir si voglia.In 30 anni di vendita,di ''correnti ideologiche'' su come approcciare,farsi amico il cliente,caopire i suoi bisogni e fanfanate di questo tipo,ne ho sentite a milioni.....l'unico risultato utile e' che i ''sapientoni'',vendono i loro libri e/o esclusivi consigli.Purtroppo o fortunatamente,la vendita e' una questione di ben definiti equilibri,e la verita' e' che il venditore e' motivato a vendere,a creare il bisogno nel cliente.E' un poco come dire ''ogni mattina nella savana...bla bla bla'',a meno che si tratti di vendere un prodotto di consumo e con un marchio ben supportato dal marketing,ma allora non sei un venditore,ma un ''portatore di ordini''.Per quanto ne so io,la regola imperante e' vendere,vendere,vendere!!!!!!!......e fin li'..........
Laura Sau nuovo Assessore - 13 Ottobre 2014 - 12:33
Laureata in lingua e letteratura inglese.
Edilizia privata!!! (Parachini ride) -Trasporti e Demanio idrico e fluviale - Certamente è stata scelta per le grande competenza ed esperienza in materia.......... Auguri .
M5S su Scienze Umane e Sociali - 20 Gennaio 2014 - 20:42
Per Yannis
Guardi che io al contraio esalto proprio l'aspetto professionale dei docenti. Davanti alla classe c'è appunto solo il docente con la sua preparazione e capacità. Si possono fare mille inutili riunioni ma l'aspetto determinante e direi esclusivo viene apportata proprio da questa preziosa capacità inviduale del docente. Ci saranno materie come filosofia, psicologia, letteratura con programmi noti non capisco e non capisco l'impotanza di un esperienza d'Istituo. Solo paroloni a vuoto. Un bravo docente sarà in grado di insegnare storia, filosofia o letteratura in qualsiasi istituto. Siete voi che volete diluire l'abilità dei docenti i collegi, riunioni e procedure inutili!
PdCI: BASTA violenza sulle donne ! - 25 Settembre 2013 - 20:45
Inesattezze ideologiche e proposte interessanti.
C'è la giusta considerazione di individuare una risposta amministrativa (sportelli e punti di ascolto e emergenza) a questi reati che non possono essere prevenuti da un semplice e rozzo aumento della pena. Di contro viene fornita la solita fotografia ideologica. Basta con la solita manfrina della relazione di potere tra generi. NON SIGNIFICA NULLA. In Italia non è così. Questi reati violenti sono il frutto di disaggio psichici e emotivi. Vanno peraltro educate le stesse donne. Si anche loro in quanto sono loro che scelgono e si legano al "bastardo" di turno. Non vi sembra vero... leggete la letteratura criminologica sul tema.
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti