Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco

liste elezioni

Inserisci quello che vuoi cercare
liste elezioni - nei post
Di Gregorio: Riflessione post-elettorale - 25 Giugno 2019 - 09:16
Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato di Vladimiro Di Gregorio, PCI Verbania, con una riflessione sulle recenti elezioni amministrative.
elezioni Amministrative 2019 - 8 Maggio 2019 - 10:37
Sono 7 i candidati alle elezioni comunali di Verbania in programma per il 26 maggio 2019. Ecco candidati e regole.
Presentate le liste a sostegno di Loredana Brizio - 27 Aprile 2019 - 09:33
Martedì sera 24 aprile a Palazzo Flaim, sono state presentate le due liste che sostengono l'Avv. Loredana Brizio a Sindaco di Verbania. Sono stati presentati i candidati di Grande Nord e Verbania Nova, Di seguito la nota ufficiale e i nomi dei candidati
ARCI proposte per le amministrative - 9 Aprile 2019 - 10:23
Riceviamo e pubblichiamo, una nota con riflessioni e proposte per la prossima tornata di elezioni amministrative a Verbania a cura dell’ARCI.
Una Verbania Possibile candida Brignone - 25 Marzo 2019 - 12:34
Il gruppo Una Verbania Possibile ha presentato oggi la candidatura a sindaco alle prossime Amministrative di Verbania, di Renato Brignone. Di seguito la nota di presentazione.
Il Centro Destra sceglie Albertella - 9 Febbraio 2019 - 15:03
Riceviamo e pubblichiamo, una nota del senatore Montani (Lega) e una del Coordinamento cittadino Forza Italia Verbania, che ufficializzano la candidatura di Giandomenico Albertella alle prossime Amministrative di Verbania.
Calasca Castiglione si appresta alle votazioni comunali - 14 Maggio 2018 - 14:58
Assieme a Villadossola e Bognanco anche Calasca Castiglione andrà al voto il prossimo 10 giugno. 621 gli aventi diritto al voto che usufruiranno di due i seggi elettorali che saranno allestiti entrambi nelle ex scuole elementari: il primo in località Antrogna, il secondo a Castiglione.
Si vota per la Fusione Verbania Cossogno - 12 Maggio 2018 - 08:01
Si vota domenica 13 maggio 2018 per il referendum consultivo sulla proposta di fusione del comune di Cossogno in Verbania.
Fusione Cossogno Verbania: referendum il 13 maggio - 29 Marzo 2018 - 09:34
Varato il decreto ufficiale di indizione del referendum consultivo sulla proposta di fusione tra Verbania e Cossogno. Potranno votare tutti i residenti domenica 13 maggio 2018, dalle ore 8.00 alle 22.00. A Verbania negli stessi luoghi delle ultime elezioni politiche (a Cossogno in municipio).
Botta e risposta PD - Brignone - 22 Luglio 2017 - 09:16
Riceviamo e pubblichiamo, il comunicato del Gruppo Consiliare del Partito Democratico, dal titolo: "Urbanistica: osservazioni dei cittadini ignorate da minoranze assenteiste ed ostruzioniste", e la conseguente replica del consigliere Renato Brignone.
"Rappresentanza dei Sindaci: si attenda il nuovo sindaco di Omegna" - 2 Aprile 2017 - 09:16
E' questo qunato chiedo a più voci varie realtà politiche di Omegna, ovvero di attendere le elezioni del sindaco di Omegna, prima di convocare la Rappresentanza dei Sindaci dell'ASL.
Rinnovo Consiglio Provinciale: presentate le liste - 23 Dicembre 2016 - 09:16
Sono quattro le liste presentate nelle giornate di domenica 18 e lunedì 19 dicembre 2016 ed ammesse, dopo la disamina della Commissione Elettorale della Provincia, alle elezioni di secondo livello per il rinnovo del Consiglio Provinciale della Provincia del Verbano Cusio Ossola, così come stabilito dalla legge Delrio.
“Omegna, si cambia!” si è costituito - 9 Novembre 2016 - 10:34
Riceviamo e pubblichiamo il comunicato di costituzione di "Omegna, si cambia!"
Zacchera su patteggiamento raccolta firme - 13 Dicembre 2015 - 07:03
Riportiamo dalla newsletter Il Punto, di Marco Zacchera, una parte del lungo intervento riguardante il patteggiamento al recente processo riguardante la raccolta delle firme per le ultime elezioni comunali.
"Continuità, rinnovamento e la città di domani" - 22 Novembre 2015 - 11:19
Riportiamo dal sito VerbaniaSettanta, un intervento di Nico Scalfi e Davide Lo Duca una dal titolo "Continuità, rinnovamento e la città di domani".
Comunità.vb: "Giustizia, verità, processi e politica" - 19 Novembre 2015 - 18:06
Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato di Comunità.Vb, dal titolo "Giustizia, verità, processi e politica".
Il PD risponde a Comunità.Vb - 14 Novembre 2015 - 15:31
Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato del Partito Democratico Verbania, in risposta a quello di Comunità.Vb, riguardo la vicenda delle firme per le liste delle elezioni 2014.
Marchionini risponde su "firmopoli" - 13 Novembre 2015 - 07:02
Riportiamo la nota del sindaco Silvia Marchionini, in risposta al gruppo consigliare Comunità VB, sulla vicenda "firmopoli".
Comunità.vb su "firmopoli" - 12 Novembre 2015 - 11:27
Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato di Comunità.vb, relativo alla vicenda "firmopli" e alle parti civili costituitesi.
Comunità.vb: Legalità e trasparenza - 11 Novembre 2015 - 09:41
Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato di Comunità.vb, riguardante la vicenda "firmopoli" dal titolo "Legalità e trasparenza solo quando fanno comodo".
liste elezioni - nei commenti
Marchionini confermata sindaco di Verbania - 10 Giugno 2019 - 14:44
Quello che le percentuali non dicono
Quello che le percentuali non dicono, ma i numeri sì! Se ci limitiamo a guardare le percentuali, 49.38% per Albertella contro 50.62% per Marchionini, potrebbe sembrare che Albertella abbia perso di poco! In realtà, Albertella ha ricevuto 669 voti in meno rispetto al primo torno, contro una Marchionini che invece ha ricevuto 402 voti in più (compresi gli ipotetici 596 voti di Rabaini). Ecco, è su questi numeri che vanno fatte delle valutazioni. Che fine hanno fatto quei 669 voti? La mia personalissima opinione è che, purtroppo, le "destre" locali non hanno "appeal", sono "vuoti", "inconcludenti", "succubi" delle "destre" ossolane e cusiane (vedi la storia dell'ospedale unico) e che non hanno saputo ricostruirsi dopo il flop dell'Amministrazione Zacchera. E' probabile che i 669 voti mancanti siano i voti dei "tifosi", che hanno votato destra, ma soprattutto Lega, in virtù della "moda" del momento, un anno fa avrebbero votato M5S! Quindi, la verità è che Albertella non ha perso il ballottaggio ma non aveva vinto il primo turno, si era solo trovato un gruzzoletto di voti di protesta. A dimostrazione di questa semplice tesi, ricordo che a livello nazionale Lega, FdI e FI nelle ultime europee hanno avuto il 49,58%, a livello regionale il 49,86% a Verbania "solo" il 46,15% (incluso il voto delle liste di sostegno ad Albertella). Quindi, "amici" di destra, alle recenti elezioni, i cittadini di Verbania non vi hanno votato, o comunque vi hanno votato meno che nel resto del Piemonte e d'Italia!!! Per le prossime elezioni, sarà bene che vi affrettiate ad trovare una "Marchionini" di destra, giovane, autonoma rispetto ai vari Zacchera e Montani, che dica cose interessanti e non frasi fatte, come quasi tutti i "giovani" di destra attuali, vedi i vari Songa, Colombo,... Ovviamente, sarà bene cercare fin da subito una nuova "Marchionini" anche a sinistra, altrimenti, alle prossime elezioni, come dice il grande Lino Banfi, saranno "uccelli per diabetici"
Una Verbania Possibile chiude il progetto politico - 4 Giugno 2019 - 13:00
Un mio libero pensiero
Il gruppo di cittadini che ha partecipato al progetto di Una Verbania Possibile l’ha fatto con animo civico e fuori da logiche partitiche, non ha inseguito poltrone né tornaconti personali, ha solo lavorato come impegno civico, credendo nell'importanza di alcuni temi, quale immaginare un diverso futuro economico per la nostra città, la tutela dell’ambiente e del paesaggio, lo spazio per i giovani ecc. Il pessimo clima di “lavoro” in consiglio comunale è noto a tutti, additare la responsabilità di questo alla tempra dell’consigliere Brignone è ovviamente ingiusto, occorre sempre approfondire chi realmente provoca e chi reagisce, oltre che ovviamente entrare nel merito delle questioni: spesso la mancanza di un approfondimento costruttivo, una perfettibile terzietà del presidente del Consiglio o le logiche della contrapposizione politica hanno inciso pesantemente, soprattutto nei confronti delle rappresentanze di minoranza consigliare, nessuna esclusa. Certo è che l’azione propositiva del gruppo c’è stata, soprattutto negli spazi concessi nelle commissioni comunali, dove il clima più collaborativo ha permesso un confronto costruttivo, con i giusti approfondimenti, nel rispetto della pluralità del pensiero degli intervenuti, che spesso hanno convenuto anche sulle nostre (tante) proposte. Queste elezioni (non solo a Verbania) hanno di fatto comportato la polarizzazione della politica, con l’effetto di coagulare i voti nei due schieramenti Marchionini e Albertella, oscurando per reazione le liste civiche non allineate (di qualsiasi orientamento politico). Credo che così però la politica nel suo insieme, o meglio la città, abbia perso qualcosa, in quanto alla fine si assiste a un difetto di pluralità di pensiero, ovvero di democrazia e rappresentanza, il mondo non sarà mai possibile descriverlo solo col bianco o col nero, ma per dare profondità alla sua immagine ha sempre bisogno di tutte le sfumature del grigio, o meglio... di colore. Anche se ho creduto e collaborato al progetto civico di Una Verbania Possibile, quanto sopra rappresenta solo il mio libero pensiero, a chi poi amministrerà in futuro la nostra amata città rivolgo l’ augurio "ad maiora", facendo presente che il lavoro del gruppo resterà a disposizione comune nel nostro sito per chiunque vorrà trovarne spunti. Cordiali saluti Marzio Cabassa
Provincia VCO in dissesto, incontro in Ministero - 22 Dicembre 2018 - 08:30
La memoria, questa sconosciuta!
Il 10 gennaio del 2014 il TAR Piemonte, dietro presentazione di ricorso da parte della presidentessa uscente Mercedes Bresso per una serie d'irregolarità compiute nella presentazione delle liste vicino alla candidatura di Cota, ha annullato le elezioni regionali del Piemonte. La sentenza, poi confermata in Consiglio di Stato è stata resa esecutiva nonostante presentazione di ricorso alla Corte Suprema di Cassazione da parte delle Regione Piemonte, Cota è stato quindi costretto a dimettersi e ad indire, per il 25 maggio 2014, nuove elezioni. E' risultato vincitore il candidato del PD Sergio Chiamparino. Si EVINCE che la lega ed i suoi ESPONENTI non è che avessero lavorato in modo così trasparente, ma certo, sotto elezioni saltate fuori a riproporvi “candidamente”... VERGOGNOSI!
Primarie PD gli eletti del VCO - 5 Maggio 2017 - 09:32
Italiani e stranieri
Ciao Cesare, come ho già sottolineato prima potevano votare italiani e stranieri (sia della UE residenti in Italia sia non UE in possesso di permesso di soggiorno), gli altri no per cui le eventuali irregolarità sono da attribuire ai singoli volontari (VOLONTARI) componenti dei seggi; idem nel caso dei presunti voti ripetuti, in questo caso poi chiaramente non esistevano le liste degli elettori non iscritti al PD (che hanno rappresentato la maggior parte degli elettori votanti) ne poteva essere apposto alcun timbro sulle tessere elettorali ma solo verificare che l'elettore fosse nel seggio corretto. Ma questo non toglie la sostanza: libere e democratiche elezioni e non facili imposizioni. Lo facciano anche gli altri partiti poi al limite potremo stare qui giornate intere a disquisire su chi l'ha fatto meglio, fino ad allora sono le chiacchere di chi non fa mai nulla se non limitarsi a criticare.
Lega Nord sulla rivolta migranti - 7 Dicembre 2016 - 01:13
Re: Re: Re: per privatemail
Ciao Maurilio Concordo sul non darlo per morto, da qualche parte mi pareva di aver sentito di un progetto del tipo, ogni città si presenta alle elezioni con liste tipo, Milano cambia, Verona cambia, Verbania cambia e magari alle regionali con Piemonte cambia ecc, mentre alle nazionali un Italia cambia, dove non si vedono i partiti, e tutti gli opportunisti e politicanti di professione possono imbarcarsi, spacciandosi per società civile. Un progetto simile renzi lo fa suo di certo
Una Verbania Possibile: "Quale trasparenza?" - 2 Marzo 2016 - 01:06
sig maurilio
Trovo assurdo che non abbia compreso nulla di ciò che ho scritto, reputo il suo giudizio in buona fede ( di conseguenza non lo associo a una battuta per qualche verbo sbagliato o per qualche parola saltata) per questo le spiego nuovamente tutto. Lei dice "perché a Verbania grandi problemi non ce ne sono" e io mi limito a dirle che effettivamente i vari problemi che vengono tirati fuori sono sempre di poco conto ma se messi assieme fanno sì che si possa parlare di un grosso problema ( lo identifico con l'amministrazione così ci capiamo). Il lungo periodo è diviso in tre macro settori: L'incapacità di giudicare se una spesa sia congrua o meno; l'incapacità di giudicare se esternalizzare un servizio o meno; l'incapacità di giudicare se abbia senso occuparsi in prima persona ( il sindaco, poiché è lei che ora se ne occupa) del teatro pur non avendo competenze. Riguardo all'ultimo punto ho rilevato che chiamare la direttrice artistica del Coccia non può essere giudicata una iniziativa così valida poiché è sufficiente pagare ( la Sig.Rapetti non lavora gratis) e si possono fare tutte le scelte di questo mondo; sempre riguardo questo punto mi sono chiesto come mai non fosse nemmeno stata provata una strada interna al comune per progettare la gestione del teatro ( aprire il dialogo nella commissione e ricevere i pareri di tutti). In riferimento a "una Verbania possibile" non trovo proprio di che questione di trasparenza stia parlando, i comunicati vengono inviati a un comitato di redazione ( composto da soggetti che si sono presentati alle scorse elezioni in ambedue le liste), li vengono approvati e poi inviati alla stampa. I comunicati quindi non fanno riferimento a una delle due liste o ai consiglieri comunali ma sono espressione di tutto il gruppo "una verbania possibile".
Una Verbania Possibile: "Quale trasparenza?" - 1 Marzo 2016 - 11:57
sig maurilio
Mi scusi non avevo capito non fosse di Verbania e quindi non riuscisse a partecipare a consigli e commissioni. Ciò che posso dirle è che purtroppo spesso si tratta di poca "roba" ma se metta insieme tutte le scelte fatte dall'amministrazione noterà che di problemi ce ne sono. L'incapacità di giudicare se una spesa sia congrua o meno ( 20000 € per rimuovere dei paletti, 30000€ per delle fioriere, 50000€ per i frontalieri con le ali, circa 500000€ per il giro d'italia di cui manca ancora il rendiconto), se esternalizzare un servizio abbia senso oppure no ( conosco la sua posizione ma la mia, in quanto richiedente il referendum, rimane inalterata), se abbia senso occuparsi in prima persona del teatro pur non avendo competenze ( perché non si è mai nemmeno creato un dialogo sul tema? Ciò che ha fatto il sindaco sono capaci tutti di farlo è sufficiente pagare). Per quanto riguarda i modi però senza partecipare a consigli o commissioni risulta complicato capire la mia posizione ( le suggerisco solo di leggere l'ultima interpellanza su e20vb di una verbania possibile e la risposta attraverso comunicato per farsi un'idea). Non voglio insegnarle niente, cerco solo di spiegarle al meglio la maturazione delle mie convinzioni. Per quanto concerne "una verbania possibile" fin da subito si è presentata con due liste " Cittadini con voi" e "Sinistra e ambiente", ciò, tra l'altro, permette di avere più esperti nelle commissioni. Il gruppo rimane quello che si è presentato alle elezioni quindi con i vari candidati delle due liste che partecipano alle riunioni.
Comunità.vb: "Giustizia, verità, processi e politica" - 20 Novembre 2015 - 07:08
x Comunità VB
Capisco che in questo Paese "democratico" tutto è lecito per tutti, vorrei però farvi solo una domanda su quanto avete detto nella prima parte della vostra dichiarazione, alla quale non siete certo tenuti a rispondere ma spero che almeno vi faccia riflettere: "innanzitutto chi di Comunità VB, ma vale anche per gli altri, s’è costituito parte civile in firmopoli l’ha fatto per affermare il principio che è stato commesso un grave danno alla democrazia e al sistema istituzionale alterando le elezioni con la presentazione irregolare di diverse liste. Il principio è stato confermato dal giudice che ha accettato la costituzione di parte civile. Se fosse stata pretestuosa o infondata, l’avrebbe respinta." la domanda: come mai non vi siete costituiti parte civile per un fatto ben più grave (L'AMPLIAMENTO DI UN POLO CHIMICO AD ALTO RISCHIO NEL CENTRO DI UNA CITTA'), che ha minato la salute di tutti i cittadini della città di Verbania, facendola salire nelle prime 5 posizioni tra le città con il più alto numero di morti per cancro?? Vedete, questa è la democrazia che si respira in un Paese come il nostro, permettere a dei soggetti di poter scegliere contro chi scagliare le proprie convinzioni personali di impeccabili giustizieri, questo a prescindere dall'estrema importanza del danno che può essere stato arrecato.
Sara Bignardi si dimette da vicepresidente della sesta commissione consiliare permamente - 8 Aprile 2015 - 13:25
ahaha!
Visto che anche la Lega non è per "il vincolo di mandato", che huber cambi partito.. Comunque è chiaro che huber ce l'ha con la consigliera per motivi personali, altrimenti non si scaglierebbe contro di lei commentando su un comunicato che parla di dimissioni da una commissione, quindi su un argomento che non c'entra assolutamente nulla. Quello che appartiene alla politica da vecchio stampo probabilmente è huber.. chissà, magari trombato alle elezioni più volte. Chissà perchè huber, visto che si arrabbia tanto, non si scaglia in questo modo anche contro altri consiglieri che si sono staccati dai partiti o dalle liste originali... probabilmente motivi personali e vicini. Vorrà dire che huber alle prossime elezioni avrà fortuna! Forza huber ahahah!! (bel nickname)
I primi 200 giorni di Amministrazione Marchionini - 30 Dicembre 2014 - 19:08
Notizia!
(Eco Risveglio del 17.12.2014 p. 2) Indagine In Procura inchiesta sulle elezioni 2014. Firme "irregolari" in dieci liste su 14? L'inchiesta sulle presunte firme false nelle ultime elezioni verbanesi è alle battute sfinali e getta un'ombra sempre più lunga e inquietante sull'esito del voto stesso e, implicitamente, sul destino dell'attuale amministrazione comunale. Ecc. Ecc.
Canile: sulle cifre di Sau, Loredana Brizio puntualizza - 5 Ottobre 2014 - 14:15
x Alberto
Dato che le elezioni, al contrario di quello che si pensa in Italia, sono un diritto e non un dovere, e dato che la maggioranza governa, non vedo problemi sul numero dei votanti. Nella patria della democrazia moderna, gli USA, per votare devi volontariamente iscriverti alle liste elettorali, dichiarando per che partito voti. E alla fine il più potente presidente del mondo viene votato sicuramente da meno della metà degli aventi diritto. Eppure tutti accettano il verdetto. L'idea che un voto è legittimo solo se tutti vanno a votare è pura utopia, tipica di una cultura italiana profondamente antidemocratica. Se uno decide di non votare, come il sottoscritto, accetta implicitamente il verdetto delle urne. Questo è spitrito democratico. Il resto sono residui filosovietici di una parte di opinione pubblica, fortunatamante in minoranza, che pensa che la ragione stia sempre da una parte sola, la propria, e che non accetta le regole democratiche, pensando che la democrazia sia imporre le proprie convinzioni che di democratico non hanno niente. in pratica: 100 hanno il diritto di voto, di questi 100, 40 vanno a votare. Di questi 40, 21 votano per Marchionini, 19 per Alberto. Governa Marchionini, legittimamente, con 21 voti su 100 disponibili. Anche questa è democrazia.
Confronto tra i "Candidati Sindaco" di Verbania - 25 Aprile 2014 - 20:45
Clima pesantino
In questi giorni credo di aver letto commenti e pagelle di ogni tipo e ci puo' stare, ma credo che chi sia fra le liste forse dovrebbe essere un po' piu' defilato pur senza perdere la sua identita' politica e gli obiettivi che il suo schieramento desidera perseguire. Il fatto di aver visto all'ultima tribuna politica una sala piena di giovani, che per la prima volta hanno sentito l'esigenza di capire in prima persona cosa ci si ripropone di realizzare in questa nuova legislatura, e' di certo un punto di partenza incoraggiante,e trovo sbagliato mettere sulla rissa mediatica esprimendo commenti piu' o meno faziosi. Tutti coloro che si sono alternati l'altra sera hanno sorprendentemente messo da parte una politica di partito, parlando apertamente di una politica prettamente di territorio altro dato molto incoraggiante. Questi credo che siano i primi passi dai quali chi deve fare politica deve partire, e non una sottospecie di politica "Alla Guareschi" perche' non occorre a nessuno. Qui bisogna rimboccarsi le maniche,indipendentemente da chi possa vincere queste elezioni, perseguendo fino in fondo i propri obiettivi. Lo dobbiamo alla citta' e a chi vogliamo rappresentare.
Confronto tra i "Candidati Sindaco" di Verbania - 25 Aprile 2014 - 10:06
impressioni
Effettivamente il format dell'incontro non ha permesso di valutare bene i tanti candidati. Le domande forse troppo generiche. grande attesa sul cem. Marchionini fa il compitino precisa precisa, comunque ha fatto una buona impressione in generale. Giovane e agguerrita ha un grosso vantaggio: ben quattro liste che la sostengono. ha anche un enorme problema: ben quattro liste da accontentare, da estrema sinistra fin quasi al centro e non ci credo che potrà scegliere chi realmente lei vuole. Per questo non la voterò. Peccato. Voto 6. Bava, l'altro candidato di sinistra, risulta persona persona squisita, infatti mezza platea sono suoi seguaci, pronti anche a farsi sentire durante gli interventi nemici. Ha un'ottima maniera di porre un programma che non mi convince, soprattutto sul cem. Se è così convinto di fermarlo, per convincere tutti doveva portare i costi di cessazione dell'opera e le eventuali penali da pagare, così da capire se è meglio fermarsi subito o, come dice lui, morire di lenta agonia. Voto 6. Cristina non mi ha convinto, faceva fatica a spiegarsi, cosa direi molto strana per un avvocato. Sembrava leggere cose poco sue, ma è solo un'impressione. Comunque molte idee non le condivido. Voto 4. Parachini è stato il migliore. Mai banale, sempre preparato, ha viaggiato su binari di conoscenza e competenza. Esperto, mi rimane un dubbio anche su di lui: è tanti anni che fa politica, si è legato per amministrare un pò con tutti, forte forse delle sue idee. Ma con qualcuno dei suoi ex compagni di viaggio non ci berrei neanche un caffè, figurarsi un'alleanza politica. Comunque bravo. Voto 7. Campana. Per giocare pulito, io sono innamorato dei 5 stelle, dei deputati e dei senatori che a roma stanno facendo molto bene. Volevo quindi sentir parlare di una nuova maniera di fare politica e so che ce l'hanno nel cassetto. La mia voglia di nuovo e pulito, di cittadino realmente (come già avviene in Italia) al centro del progetto. Ho amici in quasi tutti gli schieramenti e con loro mi sono informato dei loro progetti. Ora, al netto delle idee, quello che vogliono fare i 5 stelle è democraticamente rivoluzionario e mi piace. Ma dall'altra sera ho captato poco di questo. Campana era nervoso e a sua discolpa c'è da dire che era l'unico non abituato a stare sotto i riflettori e davanti a tanta gente che mormorava anche contro di lui. Mi è piaciuto quando, invece, con calma, è riuscito a spiegarsi, ad esempio la risposta sul cem. Ho molte speranze di una politica nuova. Basta leggere alcuni post precedenti dove vecchi protagonisti del consiglio comunale (che forse corriamo il rischio di rivedere) si rinfacciavano vecchi rancori e si accusano tutt'ora (con ragione) di essere inutili. Ho visto in molte liste giovani in gamba, lasciate spazio a loro che voi di disastri ne avete già fatti. Ho divagato. Campana, voto 6. Gaggiotti è un commerciante che sa parlare e sa spiegarsi con calma, ma non mi hanno convinto i suoi argomenti. Voto 5. Restelli mi è piaciuto sul bilancio, si vede che si è preparato ed ha congnizione di causa. Se fossi sindaco lo farei assessore di sicuro, da cittadino come sindaco non mi ha convinto. Voto 5,5. Chiudo ripetendomi. A chi è da anni in politica e non ha mai combinato niente, a chi è capace solo di litigare ed arroccarsi sulle proprie idee, a chi concorre a queste elezioni come se fosse una gara a chi ce l'ha più duro, a chi non avrà mai le palle di ammettere che l'idea del tuo avversario è migliore, STATE A CASA!
Zacchera: "I perchè delle mie dimissioni" - 12 Aprile 2014 - 14:58
assessori imposti
Paolino sembra meravigliarsi che Zacchera si sia fatto imporre gli assessori: nulla di raro, funziona sempre così al mercato delle vacche degli accordi tra partiti; io ti appoggio però a quel posto ci metti questo e se poi non va come dico io il mio pupillo ti toglie la fiducia (altrimenti deta cadrega sotto il c...o). Pensate forse che anche chi vincerà le prossime elezioni, se eletto da una coalizione o da una pluralità di liste, non dovrà soggiacere questi bizantismi? Allora siete o degli illusi o persone che proprio non sanno come vanno gli sporchi giochi politici. Così è a livello comunale, provinciale, regionale e nazionale nonchè a livello europeo. L'alternativa sarebbe un vittoria assoluta con ben più del 50% dei consensi: a quel punto chi vince può dettare legge e scegliesri i collaboratori che vuole. Non penserete mica che Renzi abbia potuto scegliersi tutti i ministri che voleva?!?! Pensate proprio che il grande vecchio del Quirinale non ci abbia messo lozampino almeno qua e là?
Comitato Carlo Bava Sindaco rompe con il PD - 22 Dicembre 2013 - 20:58
gli interessi dei politicanti
Quando si passa dalle parole ai fatti ecco che la nostra piccola casta di politicanti dimostrano 1)di non volere il limite del doppio mandato per paura di perdere la poltrona 2)di decidere dopo le elezioni chi saranno gli amici che potranno fare gli assessori 3) dei possibili conflitti di interesse poi è bene che l'elettore non si interessi. Evidentemente il PD vuole continuare a perdere e non capisce che il mondo è cambiato e che nelle ultime elezioni i votanti sono scesi al 50% degli aventi diritto e molti di coloro che si sono recati ai seggi hanno preferito liste di protesta
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti