Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco

morti

Inserisci quello che vuoi cercare
morti - nei post
La lapide del battello "Genova" - 6 Novembre 2016 - 10:23
Riceviamo e pubblichiamo una nota riguardante l’annosa questione della posa di una lapide o cippo a ricordo dei 34 civili morti sul battello “Genova” il 25 settembre 1944, a firma di Adriano Rebecchi Martinelli, Responsabile Provinciale della Associazione Nazionale Famiglie Caduti e Dispersi della RSI.
Episodio razzista a Baveno - 2 Ottobre 2016 - 09:16
E' quello che denuncia Vladimiro Di Gregorio, Partito Comunista Italiano del VCO, riguardo quanto avvenuto ieri mattina al cimitero di Baveno dove ignoti hanno incollato dei giornali con foto dei migranti sulla lapide dei caduti.
Una lapide per i caduti del battello "Genova" - 4 Settembre 2016 - 18:06
Riportiamo la lettera aperta riguardante l’annosa questione della posa di una lapide o cippo a ricordo dei 34 civili morti sul battello “Genova” il 25 settembre 1944, scritta dal Raggruppamento Nazionale Combattenti E Reduci R.S.I. (R.N.C.R. - R.S.I.) - Movimento “CONTINUITA' Ideale” R.S.I.
Lakescapes - teatro diffuso del lago: Notte bianca a Silvera - 29 Luglio 2016 - 13:01
Sabato 30 luglio il Borgo Vecchio di Silvera (Meina) ospita la seconda delle 3 notti bianche di Lakescapes – Teatro diffuso del Lago.
La Pastasciutta di Casa Cervi - 23 Luglio 2016 - 19:41
Nell'ambito delle iniziative proposte congiuntamente all'associazione giovanile 21 marzo. Dall'aia di Casa Cervi allo spazio comunale giovani 'Il Kantiere' di Verbania Possaccio.
Letteraltura 2016 programma domenica 26 giugno - 25 Giugno 2016 - 11:27
Riportiamo il programma di Letteraltura, previsto per la giornata di domenica 26 giugno.
25 aprile appuntamento con Lakescapes - 21 Aprile 2016 - 15:30
In occasione della Festa della Liberazione la compagnia di musica e teatro Accademia dei Folli propone "Io sono Partigiana!", uno spettacolo che racconta la Resistenza attraverso lettere e testimonianze di donne che sono state grandi protagoniste, a volte invisibili, della Storia.
Lampi sul Loggione - Orfeo ed Euridice - 25 Febbraio 2016 - 09:02
César Brie, attore - regista- autore di grande valore, approda a Verbania con uno spettacolo nuovo e forte, dedicato ad un tema importante, difficile e controverso e lo fa con l’approccio del dubbio. Non risposte, ma domande.
"Bosnia, l'Europa di mezzo" - 25 Gennaio 2016 - 11:21
Venerdì 29 Gennaio, alle ore 21.00, nella sala multimediale del Museo Latteria Consorziale Turnaria di Casale Corte Cerro, presentazione del libro "Bosnia, l'Europa di mezzo". Sarà presente l'autore, Marco Travaglini.
Rimane stabile la popolazione a Verbania - 5 Gennaio 2016 - 12:36
I dati demografici del 2015 segnalano un dato simile a quello del 2014, con poche e non significative variazioni rispetto all'anno precedente.
PsicoNews: Buon Natale a chi?!!!! - 16 Dicembre 2015 - 08:00
Luci, colori, attesa, felicità e calore è solo un volto della festa più festeggiata, dall’altro lato c’è la malinconia, lo stress, il fastidio e la solitudine; i due volti della stessa medaglia, il Natale.
Incidenti in aumento in Piemonte e nel VCO - 2 Dicembre 2015 - 20:34
Gli incidenti stradali in Piemonte erano in calo da oltre dieci anni, ma nell'ultimo hanno ripreso a salire. I dati peggiori si registrano a Cuneo, fra i motociclisti, e nei luoghi con più traffico. Lo dice il Rapporto 2015 della Regione.
"Siamo tutti pedoni" - 20 Novembre 2015 - 08:01
Sabato 21 novembre 2015 in piazza Ranzoni a Verbania Intra si svolgerà la tappa verbanese "Siamo tutti pedoni", iniziativa nazionale per la sicurezza sulle strade, su volontà dell’Amministrazione comunale e dell’Associazione vittime della strada.
Scareno: FOTO castagnata pro Piaggia - 5 Novembre 2015 - 15:03
Riuscita la castagnata organizzata dall’associazione Il Dragone di Piaggia, domenica 1 novembre 2015, presso la Chiesa di San Michele a Scareno.
4 Novembre: orazione ufficiale di Paolo Crosa Lenz - 4 Novembre 2015 - 17:34
Riportiamo il discorso tenuto dal prof. Paolo Crosa Lenz oggi a ‪Verbania‬, come oratore ufficiale per la festa delle forze armate e dell'unità nazionale.
morti - nei commenti
M5S sui fatti di Arizzano - 23 Novembre 2016 - 15:05
Re: Re: Re: domandina x MoVimento 5 Stelle Verbani
Ciao Hans Axel Von Fersen Vuoi la sintesi ? Se i governi Italiani succubi e complici di altri Stati cosidetti democratici, anzichè spendere miliardi in missioni di "pace" con l'esportazione di democrazia,al fine di prevaricare altri Stati Sovrani, con tanto di morti e profughi annessi, pensavano all'equità ed al benessere diffuso nella società, questa guerra tra poveri non era un grave problema da risolvere
Carabinieri e Spresal: sanzioni nei cantieri - 18 Novembre 2016 - 11:54
Date i numeri???
I cantieri nel VCO saranno centinaia tra grandi e piccoli, io li vedo passando anche in auto e sono tutti fuori legge, basti vedere che nessuno usa il caschetto protettivo, quindi che abbiano elevato sanzioni per 2800 euro e controllato 17 persone è ridicolo e la dice lunga perché accadono le morti di molte persone, io non li chiamerò certo incidenti.
Passeggiata lungo l’antica mulattiera medievale - 13 Novembre 2016 - 16:58
Notizie?
Notizie di morti e/o feiti sul sentiero di guerra Cannero-Carmine?
La lapide del battello "Genova" - 7 Novembre 2016 - 17:35
discussione storica...
Per molti i morti non 'buoni' sono discussioni da bar. Per altri più obiettivi la storia si guarda con un occhio più sveglio e non distorto da visioni univoche e parziali. Ma a sinistra l'obiettivita' non è pensabile. Altrimenti non si spiegherebbe come il Sig. Dario Fo da repubblichino alleato dei nazisti sia stato sepolto cantando bella ciao.a questo è solo un esempio. ... Parliamo dei partigiani rossi che volevano sostituire la dittatura fascista con quella comunista? Discorsi da bar? No grazie. ..quelli li lascio ai kompagni. ..
La lapide del battello "Genova" - 7 Novembre 2016 - 12:30
Re: realtà storiche
Caro Marco Zacchera continui a fare esempi assolutamente corretti, ma che non partono dal presupposto giusto! Chiaramente, la storia non si fa con “se” e con i “ma”, così come la guerra non è mai ne bella e ne nobile. Chissà quanti civili sono morti nelle recenti partecipazioni italiane il Libia, Afghanistan, Iraq,…senza che se ne parli, o semplicemente, se ne sappia qualche cosa. Ma questa è la guerra, se decidi di mandare aerei, navi e uomini armati, in un territorio ostile, qualcuno muore! Per questo, non dobbiamo limitarci a discutere dei singoli eventi, troveremo sempre angolature diverse, che potrebbero o meno, giustificare i fatti. Ma proviamo a rispondere, in modo assolutamente “onesto” e libero da qualsiasi preconcetto, alla domanda chiave: “anche se non approviamo come si sono sviluppati gli eventi (15 luglio, 8 settembre, fuga del re,…) era legittima la scelta di firmare la resa incondizionata?” Ribadisco, resa incondizionata e non armistizio come si tende a farlo passare ancora oggi sui libri di scuola, perché, per la guerra, voluta da chi poi ha voluto continuare l’avventura nella RSI, per l’Italia non avrebbe potuto avere altri sbocchi, noi eravamo il “ventre molle” dell’asse; non a caso, i primi sbarchi alleati avvennero in Italia (10 luglio 1943 in Sicilia, 9 settembre 1943 a Salerno, 22 gennaio 1944 ad Anzio mentre solo il 6 giugno 1944 sbarcarono in Normandia e il 15 agosto 1944 in Costa Azzurra!). Se si ritiene che questa scelta fosse legittima, e non vedo su quali basi si possa pensare che non lo fosse, visto che, banalmente, era il re e non il capo del governo a firmare leggi, dichiarazioni di guerra,… la Repubblica Sociale non avrebbe avuto modo di esistere! Tutto quello che è successo dopo il 23 settembre 1943 (data ufficiale di nascita della RSI) è diretta responsabilità di chi ha voluto questa “avventura”. In questo, c’è un’oggettività evidente di parte “giusta” e parte “sbagliata” (le virgolette sono d’obbligo). Qualcuno potrà obiettare che la RSI è nata per volontà dei tedeschi! Verissimo, ma quanto aiuto ha avuto da parte degli italiani? Quanti italiani, come Mussolini, Borghese, Graziani solo per citare i primi che mi vengono in mente, non hanno “obbedito” al loro legittimo governo e con le loro decisioni hanno fatto si che iniziasse una vera e propria guerra civile? È chiaro che se continuiamo ad inquadrare quegli anni secondo uno schema partigiani “buoni”, nazisti “cattivi” e fascisti “cattivi, ma…” non se ne esce. Se poi cerchiamo di “leggere” e “giustificare” gli eventi in funzione dell’appartenenza attuale (MSI prima, AN poi e ora boh, ma anche PCI prima e boh dopo) si farà ancor più fatica ad uscirne! Ovvio, che in tutto questo, le colpe non sono di quei poveracci che si sono trovati da una parte o dall’altra dello schieramento, senza capire bene il perché o che si sono trovati in mezzo a fatti di guerra, ma di chi li ha portati a questi eventi! In questo contesto, è corretto pensare di ricordare i morti del battello Genova, ma anche del battello Milano affondato in analoghe circostanze a Pallanza e di tutte le altre vittime di questa guerra assurda; ma non come morti per “mano di… in contrapposizione a…”, come si sta cercando di fare, ma perché queste persone, sono vittime di una guerra assurda che si poteva evitare o quantomeno limitare! Saluti Maurilio
La lapide del battello "Genova" - 6 Novembre 2016 - 16:05
Impossibile....
In Italia non è possibile riappacificare niente....i buoni sono gli antifascisti, i cattivi i fascisti. Poco importa che alleati e partigiani abbiano compiuto stragi e massacri di civili, loro erano il bene. Non ci fossero giornalisti e storici coraggiosi e di sinistra come Giampaolo Pansa tutto sarebbe insabbiato e sotterrato, o affondato come il battello Genova con a bordo non sterminatori di ebrei (come i comunisti stalinisti in Russia....) ma cittadini inermi. Anche le foibe non esistono, pura fantasia di fascisti nostalgici e buguardi, e se anche qualche donna o bambino fose stato infoibato beh....era necessario per la liberazione! Poco si sa di fascisti che il giorno dopo erano diventati comunisti, poco si dice del tanto osannato Dario Fo, ex repubblichino e poi sepolto cantando bella ciao, o dei vari Scalfari, Ingrao, Bocca e moltissimi altri intellettuali di "sinistra" passati dal nero al rosso manco fossero milanisti.....Poco si dice nei TG politicamente boldriniani che i violenti nelle piazze che chiamano "antagonisti" sono comunisti estremisti, accecati da decenni di odio verso qualsiasi cosa che possa dirsi democratico. Per rispetto dei morti per mano dei "buoni" ora mi zittisco, ma molti dovrebbero farsi non un esame, ma un intera laurea di coscienza, se ne hanno ancora. saluti
La lapide del battello "Genova" - 6 Novembre 2016 - 12:23
...la storia la fanno i vincitori...
...la storia la fanno i vincitori, questo vale per tutte le guerra! Che ancora oggi ci sia qualcuno, spero senza secondi fini, che si metta a fare la conta dei morti da una parte e dall'altra mi sembra ridicolo, triste e fuori tempo, sempre che non ci siano secondi fini (lo ribadisco, non si sa mai!)! Detto questo, il concetto di parte sbagliata, che piaccia o no, nasce dal fatto che il legittimo governo italiano, pur tra molti errori, cinismo e viltà, prese una decisione, giusta o sbagliata che fosse. Pochi, decisero di non seguire questa strada, trascinando un paese nella guerra civile. Voler far ricadere la responsabilità dei morti del battello Genova sugli alleati, è un'altro atto di viltà! La responsabilità è di chi si schierò contro il governo legittimo! E' giusto ricordare i morti, ma questo non deve essere un paravento per non riconoscere le vere responsabilità! Saluti Maurilio
Halloween: la notte da brivido è a Intra - 31 Ottobre 2016 - 07:56
E prima di hallowin?
Non per polemizzare o togliere ai piccoli il divertimento ma giá io da bambino ricordo che in occasione della festa dei morti i ragazzotti intagliavano le zucche vi inserivano una candela accesa e vi assicuro che al buio facevano il loro effetto - i bambini passavano di casa in casa a ricevere dolciumi che le massaie preparavano per l'occasione .... E vi giuro che allora l'America era davvero lontana. Certo "hallowin" suona meglio....
Referendum: incontro per il SI - 28 Ottobre 2016 - 20:03
Re: luvendris
Ciao lucrezia borgia non mi arrabbio facilmente, sono però un pò irritato e schifato come tanti. Non ho un partito da difendere per cui non mi interesso del PD, invece come dicevo osservo la rabbia che sta montando anche fra quelli che neppure da morti e sepolti avrebbero cambiato idea nonostante i vertici abbiano fatto loro la cacca in testa per anni; adesso pare stiano per cedere, si stanno svegliando, il merito è di questa persona inqualificabile che colpendo l'immaginazione - piuttosto povera direi...- di milioni di italiani (in parte che avevano ed hanno ben chiaro chi è il soggetto e coscientemente vogliono trarne profitto, ed in parte in buona fede, questi ultimi hanno comunque a mio avviso delle responsabilità perchè per farsi infinocchiare bisogna dare l'approvazione) mira a distruggere i diritti, in qualsiasi ambito (non faccio l'elenco, li si sa). Ma la cosa più irritante è osservarlo ed ascoltarlo: la maschera ha già superato la soglia del ridicolo, le parole che raggiungono il massimo della banalità costruita sulla falsità ed esprime con gli slogan che paiono uscire da pubblicità di saponi sarebbero degne di un grande comico, ma la tragicità consiste proprio nell'osservare come queste semplicissime tecniche da venditore porta a porta funzionino ancora oggi. Ora nemmeno più la democrazia di tipo rappresentativo va più bene, è in atto il tentativo palese di bloccare con sotterfugi l'espressione della volontà dei singoli cittadini, quando la direzione dovrebbe essere diametralmente opposta. Personalmente non mi interessa l'obiezione che a volte si fa, "nel tal o tal altro stato avviene proprio come vorremmo modificare", detto francamente me ne sbatto, volete la democrazia? vi riempite la bocca con questo concetto? bene, allora si possono intraprendere almeno tre appaiati tragitti. Il primo: concepire nuove modalità di partecipazione dei cittadini e con maggiore peso e frequenza; il secondo: studiare da subito e porre in atto a livello nazionale ed internazionale azioni concrete per fermare il sistema "anarchicoligarchico" che ha depredato il mondo per mezzo del cosiddetto "libero mercato"; il terzo: mettere in primo piano IL problema dei problemi quotidianamente, questo http://www.ilpost.it/2016/01/18/rapporto-oxfam-1-per-cento-piu-ricco/ eviteremmo cosi di farci rimbambire con marginali problemi come quello dei migranti e del pil e di altre amenità propinate per il popolino. La ricchezza c'è per tutti, naturalmente il lavaggio del cervello è continuo, impossibile credere a questa che verrebbe tacciata come sciocca, patetica utopia. Meglio credere ad esempio al mito del lavoro e alle baggianate che si dicono in proposito...
"Vaccinazioni, possibili danni alla salute e risarcimenti" - 19 Ottobre 2016 - 19:24
senza le vaccinazioni....
Incredibile.....disinformazione, complotti e scie chimiche....ora le vaccinazioni killer! Ma senza vaccinazioni ci sarebbero milioni di morti e stanno tornando malattie debellate da anni perchè la gente ha paura a vaccinarsi. Questi medici andrebbero cacciati e denunciati!
Episodio razzista a Baveno - 7 Ottobre 2016 - 13:22
immigrati? comunisti?
Qua si tratta di tombe profanate. Neanche rispetto x i morti. Sempre peggio.
Episodio razzista a Baveno - 7 Ottobre 2016 - 11:03
deplorevole
Quello che é stato fatto é una cosa meschina. Cosa centra andare a disturbare i morti. Ma poi cosa é questa cosa Dell accoglienza a tutti i costi. Bisogna aiutare i piu deboli ma tutelandoci. Prima che diverremo deboli anche noi...e a quel punto a noi italiani chi ci ospiterá....ci mandano via gia adesso...
Episodio razzista a Baveno - 5 Ottobre 2016 - 20:50
Poca onestà intellettuale
Mah. Il Signore è certamente una brava persona, ma onestamente abbiamo visto di tutto da parte dei kompagni, che sfasciano teste e città a piene mani. La violenza e la prepotenza oggi sono tutte di stampo comunista o comunque di sinistra radicale. Non è bello mettere le mani nei cimiteri e nelle tombe che sono sacre, e su questo non ci piove. Ma ne abbiamo viste di falci e martello o di simboli simili su tombe o altro. Il razzismo della sinistra estrema nei confronti di ebrei e anche di italiani è talmente violenta che fa specie sentire certe parole. Chiamrsi comunisti oggi, dopo i milioni di morti nei campi siberiani, comprendenti ebrei, rom, dissidenti che ha provocato lo stalinismo, e dirsi antifascista e antirazzista è a dire poco imbarazzante..... Una brutta figura, mi permetta.
Allerta Meteo per il sabato 20 Agosto 2016 - 20 Agosto 2016 - 14:13
Re: baggianate
Ciao marco mi spiace ma sei tu a dire baggianate. Intanto che gli svizzeri si autoincensino ok, ma che si permettano di dire che in Italia "le allerte meteo sono inaffidabili, in quanto non sono finalizzate ad informare correttamente la popolazione, bensì unicamente ad incrementare gli straordinari dei vari funzionari e dipendenti pubblici" mi verrebbe da dire "guardate cosa succede a casa vostra!" ... conosco alcune persone che lavorano presso i servizi meteo italiani e vi posso dire che è certamente una menzogna!! ... Il problema in Italia sta nella legislazione e nel sistema giudiziario che deve sempre trovare un colpevole per ogni cosa ... così quando ci sono i morti perché la gente sta sul greto del fiume in piena a guardare l'acqua che passa e ad un certo punto viene portata via o perché vuole a tutti i costi passare con la propria auto in un sottopasso allagato ... la colpa deve essere del povero previsore meteo che ha dato codice di allerta 1, anziché 2 (e nota bene, che in entrambi i codici di allerta ci può essere la perdita di vite umane, così come bisognerebbe ricordare che una previsione meteo è per l'appunto una previsione e non una certezza), mentre nessuno alla fine dice che quando vi sono vittime la causa è molto spesso frutto del comportamento sbagliato delle persone ... così dopo che il previsore è stato bastonato una o più volte è inevitabilmente portato a dare più allerte. Il piemonte, comunque, è una realtà in cui per fortuna questo capita poco spesso, mentre in effetti al sud è più frequente; il motivo di ciò non è comunque lo stipendio, perché in generale i servizi meteo sono organizzati per turni per dare continuità al servizio in relazione al tipo di allerta e quindi non vengono pagati straordinari... ma non mi sembra il caso di disquisire su questo aspetto ora. Piuttosto è vero che la popolazione non viene correttamente informata (ma questo non è un compito di chi fa previsioni meteo) su cosa significhi allerta 1, 2 o 3 e su come si deve comportare in quei casi ... prova ne è il commento di Marco
Senzatetto tedesco denunciato per molestie - 18 Agosto 2016 - 13:31
Re: Re: Hans von
Ciao Peppino Il suo ragionamento equivale a dire: "Anche senza l'inquinamento di tale fabbrica, di tale sostanza c'erano già 10.000 morti di tumore"
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti