Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco

parigi

Inserisci quello che vuoi cercare
parigi - nei post
Menta e Rosmarino - 18 Maggio 2018 - 17:41
Sesta edizione 2-3 giugno 2018 Villa Nigra, Miasino (Lago d’Orta, NO) Menta e Rosmarino è un evento multidisciplinare gratuito organizzato dall’Associazione Culturale Asilo Bianco e dedicato al mondo del green.
Mostra Ugo Nespolo – "Storie di oggi” - 11 Maggio 2018 - 19:06
Il secondo appuntamento stagionale a “Palazzo Parasi” è dedicata all’artista Ugo Nespolo “ Storie di Oggi ” Pittore e regista, nato a Mosso S. Maria (Vercelli) il 29 agosto 1941.Compiuti gli studi artistici presso l'Accademia Albertina a Torino, entra in contatto con L. Fontana, M. Pistoletto ed E. Baj. Inaugurazione sabato 12 maggio, ore 17,30
Letture filosofiche: Psicanalisi delle acque - 8 Maggio 2018 - 10:23
La società filosofica Italiana sez VCO propone martedì 9 maggio alle ore 20.00, presso la Biblioteca Civica “Pietro Ceretti” di Verbania per Letture filosofiche – “Lo spazio bianco”, Gaston Bachelard - Psicanalisi delle acque.
Letture filosofiche: La Fata Carabina - 16 Aprile 2018 - 11:27
La Società Filosofica Italiana sez VCO propone martedì 17 aprile alle ore 21.00, presso la Biblioteca Comunale di Baveno per il ciclo Letture filosofiche propone La Fata Carabina di Daniel Pennac.
Turismo: in Piemonte cresce - 10 Aprile 2018 - 15:03
Nel 2017 il turismo in Piemonte ha superato i 5 milioni di arrivi e la soglia dei 14 milioni e 900 mila pernottamenti, grazie a una buona crescita tanto del turismo italiano (+6,6% di arrivi e +5% di presenze) quanto di quello estero (+8,8% di arrivi e +8,3% di presenze).
Società Filosofica Italiana: La caduta nel tempo - 10 Aprile 2018 - 13:01
La società filosofica Italiana sez VCO propone mercoledì 11 aprile alle ore 20.00, presso la Biblioteca Civica “P. Ceretti” di Verbania per il ciclo Letture filosofiche – “Lo spazio bianco” propone Emil M. Cioran - La caduta nel tempo.
Metti una sera al cinema - Le cose che verranno - 9 Aprile 2018 - 09:33
Il Cinecircolo Socio Culturale Don Bosco, martedì 10 aprile 2018, per la rassegna "Metti una sera al Cinema", presso l'Auditorium de Il Chiostro ore 17:15, 19:30 e 21:45 proiezione di "Le cose che verranno".
Le Baiser di Rodin a Domodossola - 5 Aprile 2018 - 17:47
Le Baiser di Rodin, tra i cinque “baci” più famosi al mondo, verrà esposto a Domodossola grazie alla Fondazione Ruminelli. La copia in bronzo dell'originale in marmo proviene dalla Fondation Gianadda di Martigny.
Piano recital & Piano Quartet - 5 Aprile 2018 - 10:23
Venerdì 6 aprile 2018, alle ore 21.00, presso il centro eventi Il Maggiore Verbania, concerto Piano recital & piano quartet Aleksandar Madžar – pianoforte & florestan und eusebius.
Cannobio incontra la città francese di Sant Leu la Foret - 27 Marzo 2018 - 17:04
Una delegazione del Comitato per i Gemellaggi, guidata dal Sindaco arch. Giandomenico Albertella e dalla Presidente dott.ssa Katia Manfredi ha svolto, su invito del Comune francese di Saint-Leu-la-Forêt (Val-d'Oise-parigi), una visita preliminare nelle giornate del 23-24-25 marzo 2018 in Francia.
"Arturo Tosi. Un maestro del paesaggio fra le due guerre" - 13 Marzo 2018 - 11:04
In occasione della seconda Giornata Nazionale del Paesaggio, promossa dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, il Museo del Paesaggio aderisce organizza una conferenza a cura di Elena Pontiggia dal titolo “Arturo Tosi. Un maestro del paesaggio fra le due guerre”.
Workshop per curatori e operatori culturali - 8 Marzo 2018 - 10:20
Asilo Bianco propone un nuovo corso sulla curatela e la progettazione culturale. Analizzeremo iniziative eterogenee legate all’uso di spazi non convenzionalmente deputati all’arte ed esperienze che si pongono al confine tra arte, impresa e territorio.
Da Grande Farò il Curatore - 2 Marzo 2018 - 16:33
Workshop per curatori e operatori culturali | 9-10-11 marzo 2018 | Villa Nigra, Miasino (Novara) Un progetto di Asilo Bianco.
Lega Nord su direzione artistica de Il Maggiore - 25 Febbraio 2018 - 19:47
Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato della Lega Nord Verbania, riguardo le recenti notizie delle dimissioni da direttrice artistica del Teatro Coccia di Renata Rapetti, anche direttrice artistica de Il Maggiore.
Il violino nero e la sua musica del mistero - 19 Febbraio 2018 - 19:06
Il primo appuntamento della stagione 2018 con l'Associazione Culturale Mario Ruminelli è per martedì 20 febbraio; protagonista d’eccezione il Violino Nero, le cui note risuoneranno dalle ore 21 in Collegiata.
Concerto dei Xilo Ensemble - 26 Gennaio 2018 - 12:39
In Verbania Intra, Sabato 27 gennaio 2018 alle ore17.30, in occasione del Giorno della Memoria, avrà luogo il primo concerto promosso da Atelier Mazzola presso la sede della S.O.M.S. (Società Operaia Mutuo Soccorso) nello storico Palazzo Peretti.
La Vedova Allegra a Il Maggiore - 26 Gennaio 2018 - 09:33
Sabato 27 gennaio 2018 alle 21 Fuori Stagione La Vedova Allegra di Franz Lehàr, firmata da Renato Bonajuto e Andrea Merli, direzione Maestro Giovanni Di Stefano, Orchestra Talenti Musicali, produzione Fondazione Teatro Coccia. In allegato foto e breve programma di sala con interpreti e note del regista Andrea Merli.
Vacanze di Natale: neve abbondante, bene il turismo - 7 Gennaio 2018 - 18:06
Tanti i turisti che, tra Natale e l’Epifania, quest’anno hanno affollato le località sciistiche e le piste piemontesi. Nonostante gli ultimi giorni, caratterizzati dal maltempo in alcune aree della Regione, il tasso di occupazione registrato dagli albergatori è stato infatti sempre alto, con picchi di tutto esaurito soprattutto in corrispondenza del weekend di Capodanno.
Piemonte: 1 miliardo da oggi al 2020 - 29 Dicembre 2017 - 08:01
“Superati gli ostacoli più impegnativi per la messa in sicurezza del bilancio e tornati ad essere credibili nei confronti del Governo e del sistema imprenditoriale, abbiamo avviato una politica di investimenti che porterà in Piemonte, di qui al 2020, oltre un miliardo di euro". Questo l'inizio della nota che riportiamo del Presidente Regione Piemonte.
Omaggio a Vaslav Nijinsky - 15 Dicembre 2017 - 08:01
Ritorna la stagione IPUNTIDANZA della Compagnia EgriBiancoDanza diretta da Susanna Egri, con lo spettacolo Omaggio a Nijinsky. Saranno proposti, nel corso della serata, tre balletti: Jeux (les jeux des sports, les jeux de l’amour), Apres midi d’un faune e Labirinto d’ombre. Omaggio a Vaslav Nijinsky Sabato 16 dicembre centro eventi Il Maggiore - Verbania.
parigi - nei commenti
Nutria o lontra? Ospiti indesiderati e possibili ritorni - 17 Maggio 2018 - 07:19
Re: Ospiti indesiderati ?
No, gli ospiti indesiderati esistono, non poniamo discorsi privi di in ogni senso. Certo questi " animali indesiderati" ci sono per colpa dell'uomo che in qualche modo li ha fatti pervenire in ambienti che non rappresentavano il loro habitat naturale ma restano dannosi. Abbiamo assistito già a irritati e insensati proclami di certi animalisti estremisti in difesa dei cinghiali (Toscana) e perfino dei ratti cittadini (parigi che ne è invasa). Ho molto timore per questa nutria. Fino a questo momento siamo stati risparmiati da un'invasione massiva ma in futuro?
Aggredito capotreno - 17 Aprile 2018 - 15:17
Re: Chiarimenti necessari!
Ciao info ti ci son voluti due giorni per confezionare questo brodo allungatissimo,copiando e incollando male pagine di wikipedia, noioso,inutile. da uno che ha tutta l'aria di girare a fatica il proprio isolato non mi aspetto molto di più...altrochè la periferia di parigi! manco a Malpensa arrivi,lasa stà.
Aggredito capotreno - 17 Aprile 2018 - 14:05
Chiarimenti necessari!
Riprendo il mio post del 12/04/2018 ore 20:52, in modo tale di cercare di spiegare al mediatore internazionale quanto ho espresso: "il PIL pro capite 2016 del Mali è di 2.300 dollari.."; per definizione il PIL pro capite "è l'indicatore generalmente utilizzato per esprimere il livello di ricchezza per abitante prodotto da un territorio in un determinato periodo, consentendo di operare confronti tra aree di dimensione demografica diversa". Il reddito pro capite è "il rapporto tra reddito nazionale e numero di abitanti di un paese, indica il reddito medio di ciascun individuo di una nazione ed è impiegato per effettuare confronti tra differenti economie o diversi periodi, ed anche per valutare la dimensione potenziale di un mercato estero. Non sempre, però, esso è realmente un indicatore del tenore di vita di uno Stato. Ad esempio, il confronto fra paesi industrializzati e paesi del Terzo mondo sulla base del reddito pro-capite può risultare poco significativo, e ciò per diversi motivi: — le stime statistiche sul reddito e sulla produzione nei PVS (paesi in via di sviluppo) sono poco attendibili; — tali stime, anche se risultassero esatte, si riferiscono generalmente solo a quella parte della produzione che, passando per il mercato, riceve dal mercato stesso un prezzo, mentre nelle economie dei PVS (v.) una quota assai rilevante della ricchezza prodotta non è monetarizzata in quanto non passa per il mercato; — quando il reddito pro-capite è utilizzato per effettuare dei confronti internazionali tra paesi industrializzati e paesi emergenti, la riduzione dei dati nazionali ad un metro monetario comune implicherebbe il calcolo dei rapporti tra i poteri d'acquisto delle varie monete; ma poiché la composizione merceologica della produzione dei PVS è diversissima da quella dei paesi sviluppati, lo stesso concetto di rapporti tra poteri d'acquisto diventa incerto e inapplicabile; — ad un medesimo livello del reddito pro-capite possono corrispondere realtà economiche profondamente diverse; — i dati dei reddito pro-capite non dicono nulla sulla condizione dei ceti inferiori della popolazione dei paesi sottosviluppati, in cui esistono notevoli squilibri nella distribuzione del reddito nazionale. In genere, a fronte di una quota esigua della popolazione che assorbe una parte elevata del reddito nazionale, vi è una larga parte della popolazione che riceve un reddito appena sufficiente alla sussistenza (cfr. un po' dappertutto, per darvi maggior aiuto)". Se sei riuscito a leggere fino a qua sarei già contento, non ho mai parlato di reddito pro capite, sei tu che mi accusi di confondere le 2 cose con il post del 14/04/2018 ore 23:24 quindi hai creato una teoria tutta tua nei miei confronti, seguita a ruota dall'altro campanaro con l'infelice uscita del post del 17/04/2018 ore 8:03. Ed è proprio così che fate con la politica, vi inventate cose mai dette da altri e vi accanite su questa strada, cercando nuovi adepti che neanche loro sanno quello che sostengono di sapere. In ogni caso, visto la tenacia con cui vi accanite contro chi non la pensa come voi, vi invito ad andare nei quartieri periferici di parigi ed in generale delle grosse città francesi, inglesi, svedesi, belghe, olandesi e di girare tranquilli come sostenete essere l'attuale situazione mondiale, dove non c'entra niente il discorso del colore della pelle, dove tutti vi ameranno per quello che siete e non per la religione che professate: fateci poi un report e diteci com'è il loro stile di vita tanto invidiato. Fateci sapere come sono le seconde, terze e quarte generazioni di quelle persone che sono arrivate sfuggendo a paurose guerre interne ai loro Paesi, di come ci ringraziano per quello che gli abbiamo dato, ma soprattutto... andateci con il biglietto di sola andata, lì troverete la vostra pace!
Aggredito capotreno - 16 Aprile 2018 - 09:42
Re: Bamako-parigi via aereo
Ciao lupusinfabula come pure a Bardonecchia, dove i loro ex colonialisti invadono casa nostra, senza alcuna autorizzazione, con tanto di divisa ed armi......
Aggredito capotreno - 15 Aprile 2018 - 17:48
Re: Bamako-parigi via aereo
Ciao lupusinfabula anche tu...aiuto. allora,un cittadino di un qualsiasi stato africano,a maggior ragione se come dite voi non fugge da nulla,può muoversi e fare quel che vuole,come noi e chiunque altro. se un cittadino del Mali fosse libero di comprarsi un biglietto aereo per chissà dove,potrebbe farlo e muoversi con un visto turistico come tutti noi ,anche tu,ovunque andiamo. fino a qui lo capisci? il problema è che in Mali,come in tantissimi altri stati africani dei quali evidentemente nulla sapete,i cittadini NON sono liberi perchè sottomessi a dittature più o meno esplicite,ecco perchè devono scappare in quei modi spaventosi che sappiamo. se fossero vere le BALLE che dite,che a casa loro si sta da Dio,starebbero là. nelle vostre testoline piccole piccole pensate che africano=clandestino,ovunque! ci sono stati africani dai quali non arriva nessuno,zero. pensate che da lì non vengano perchè i fannulloni "villeggianti" siano tutti concentrati in pochi stati?? non ci arrivate a capire che chi si avventura in una fuga così folle scappa da qualcosa di grave? altra obiezione assurda:arrivano solo maschi giovani. ma dai?! e chi deve tentare la sorte in quel modo folle,le donne e i bambini? il problema vostro è cromatico,siate onesti. il nero proprio non lo sopportate.
Aggredito capotreno - 15 Aprile 2018 - 16:33
Bamako-parigi via aereo
E ci credo che non vanno a parigi in aereo: appena sbarcano in Francia ( come avviene a Mentone) li rimettono sul prossimo aereo per Bamako senza neppure farli uscire dall'aeroporto!! In Italia invece è festa grande!!
Aggredito capotreno - 14 Aprile 2018 - 18:23
esempio facile facile
facciamo un esempio facile facile,di quelli che tutti possono capire. un biglietto da Bamako (Mali,da dove arrivano tantissimi adesso) a parigi costa intorno ai 300 euro,e con uno scalo si arriva a destinazione in 8-10 ore. quindi,secondo l'informatissimo info,questi "villeggianti" scelgono di spendere 4/5mila dollari e attraversare due deserti su camion stracacarichi o a piedi,e poi su un gommone il mare,rischiando di morire e mettendoci anche dei mesi,invece di un breve,sicuro ed economico viaggio in aereo. ma sempre secondo il nostro esperto di questioni internazionali,questa gente non scappa da guerre o dittature,e a casa loro sono liberi di fare quello che vogliono. è che a loro proprio piace di più rischiare la vita e buttare i soldi. io suggerirei a tutti,prima di dire fesserie sesquipedali,di informarsi un pochino. farete comunque brutte figure,ma un po' meno.
Per Sgarbi "Il Maggiore" tra le brutture d'Italia - 28 Dicembre 2017 - 09:43
architettura contemporanea
è certo che ogni struttura contemporanea è destinata a far discutere; ne è un esempio il museo di arte contemporanea di Graz (nella foto) o il Pompidou a parigi; restando a Verbania trovo orripilante soprattutto l'ara esterna a lago e davanti al baretto, un vero scempio se paragonato al costo della struttura; spero che la prossima amministrazione intervenga a sistemare almeno esteticamente l'intera area.
Ubriaco e armato: espulso - 20 Agosto 2017 - 20:17
Straccioni
Gli straccioni che saltano in aria da soli, intanto hanno fatto vittime a parigi, Barcellona ecc, e se nel loro agire saltano in aria anche loro proprio mi dispiace: non ho vergogna a confessarlo, ho paura di un nemico che non mi sta di fronte e può essere dovunque, anche vicino a casa mia.Mi sembra che molti, a partire da chi ci governa, stia sottovalutando il problema.
Ubriaco e armato: espulso - 18 Agosto 2017 - 19:16
Re: Vado fuori tema solo per un attimo...
Ciao info Oramai gli eventi rendono inutile ogni commento. Di fronte ad una bambina di tre anni uccisa in quel modo non dovrebbero neppure pensarci alle azioni da mettere in campo. Non i fiorellini o le candeline ma costruire supercarceri in cui detenere a tempo indeterminato tutti i sospetti di cui hanno nomi e cognomi e fare leggi speciali che permettano alla polizia di agire senza nessun limite. Blindare i confini europei e agire nelle periferie sotto il controllo islamico come parigi e Stoccolma e se necessario svuotarle e raderle al suolo. Controllare capillarmente ogni persona che è sul territorio ed espellere seduta stante chi può anche essere lontanamente sospettato e togliere la cittadinanza anche a seconde e terze generazioni e risbatterli dal posto in cui sono arrivati i loro genitori. L'unica soluzione è questa. Ma fino a che saremo governati da questi imbelli bacia pile saranno solo stragi e morti. I nostri morti. E la nostra fine.
Conferenza di Magdi Cristiano Allam - 30 Aprile 2017 - 19:51
Re: Re: La differenza
Ciao Maurilio se mi permetti ti consiglio non luoghi comuni ma luoghi da visitare. Le periferie di Stoccolma, le balenieu di parigi, interi quartieri di Bruxelles, dove casualmente si sono avuti attentati di matrice islamista e che sono veri e propri stati islamici in Europa, con tanto di leggi applicate. Se hai visto il servizio di Piazza pulita del progressista Formigli sulla situazione in Svezia dovresti preoccuparti molto di questo e meno di presunti luoghi comuni. Se il cancro si è sviluppato in questo modo è anche e soprattutto per un certo modo di pensare e di organizzare le nostre società. Se un ministro islamico svedese decide che i foregn fighter o come si chiamano tornati in "patria" dopo avere sgozzato e stuprato in nome dell'isis vanno aiutati con soldi pubblici per essere "reintegrati" c'è un problema veramente grosso da risolvere prima di tutto nel cervello di qualcuno. Ma se questo modo di pensare è dominante allora posso chiuderla qui senza colpo ferire e sottometterci direttamente a questi nuovi barbari. Non trovi?
Lago Maggiore Half Marathon modifiche alla viabilità - 6 Marzo 2016 - 14:45
... e qui si lamentano.
Roma, Londra, Barcellona, Milano, parigi, New York sono alcune delle tante città che organizzati maratone. Bloccano strade che interessa anche milioni di abitanti... e qui si lamentano.
Consulta Laica VCO istituisce “Penne Libere” - 7 Gennaio 2016 - 12:25
x Gio% e Andre'
a Gio% riconosco la trasparenza della sua analisi,concordo con liberta' di culto(sempre che nn rompi le palle agli altri o pretendi che gli altri si adeguino ai tuoi usi e costumi),liberta' di cronaca,assolutamente si,(perseguendo pero' quelli che sbattono il mostro in prima pagina,senza prove e rovinandolo da un punto di vista mediatico),concordo anche sull?eredita' greco-romana,nn concordo ,ma nn mi importa,su ist .laiche etc etc.Ad Andre' ,invece,che e' offensivo con quel...''ma d'altronde vediamo chi gli ha dato ragione''.....,(che probabilmente non mi conosce neppure di persona,e sputa sentenze sul mio commento,nella migliore tradizione antidemocratica...),voglio dire che il mio era solo un appoggio dettato dalla pancia,sto seguendo LA7 ,parlano di Colonia,ttentati parigi etc etc...se permette il sig.Andre',saro' libero di dire quel cacchio che mi pare ,senza per questo essere insultato?........mah...............no comment-
Zanotti e "Il Maggiore" sgangherato - 22 Dicembre 2015 - 10:02
Giovanni e Livio
Quindi per riassumere.... Arroyo che progetta davanti allo stadio comunale (ipoteticamente) e in piazza mercato (realmente) fa "er mejo der mejo" e ipoteticamente anche in piazza della concordia a parigi e in tantissimi altri posti del mondo. Arroyo invece non è in grado di progettare all'arena.
Marcovicchio: "Terrorismo, sicurezza, immigrazione" - 18 Novembre 2015 - 14:55
Marcovicchio, ha perso un'occasione...
Caro Marcovicchio, forse ha guadagnato qualche voto, ma ha perso un'occasione... Non l'occasione di stare zitto, scriverle questo sarebbe come "sparare sulla croce rossa", ma l'occasione di fare un serio approfondimento e non solo dire cose ovvie, e tutte da verificare! A chi interessa, al seguente link un'analisi delle ovvietà dette in questi giorni: http://www.ilfattoquotidiano.it/2015/11/17/attentati-parigi-e-web-attenzione-caduta-balle-spaziali/2227195/ Purtroppo, anche a livello locale si continua su questa strada, tanto è gratis e un po' di sano populismo, qualche applauso lo si strappa sempre. Peccato, occasione persa! Saluti Maurilio
Le spese pazze dell'Abate anche a Verbania - 16 Novembre 2015 - 21:30
Re: Alla redazione.......
Invece di chiedere aiuto altri cerca di avere il coraggio per le tue idee. Perché il clero corgotto avrebbe influito sui fatti di parigi? Spiegaci!
Le spese pazze dell'Abate anche a Verbania - 16 Novembre 2015 - 13:36
La frutta.....
Siamo alla frutta.... Alla frutta di un banchetto ideologico ed immorale, con scandali di ogni tipo, dalla pedofilia ( Omegna ), allo spaccio di coacina ed attività omosessuali ( Vedi Carciano di Stresa ), dalle mangerie dell'abate di Montecassino alle dichiarazioni di omosessualità nell'ambito ecclesiastico, etc.etc. Ovvio che se già prima eravamo malvisti dagli islamici, ora questi avranno altre ragioni in più per odiarci. Ed ecco che accadono cose come quella di alcuni giorni fa a parigi. Condivido al 100% i commenti di Claudia e Luisella a proposito di impegnare parroci, suore ed ecclesiastici in generale, permettendo loro di condurre un'esistenza più vicina a quella della cosiddetta " gente comune " come noi, lavorando per guadagnarsi la micchetta, e creando una famiglia, previo matrimonio, per capire meglio cosa significa vivere all'interno della società, e non protetti da una casa parrocchiale e da introiti di vario tipo, schivando così ristrettezze e solitudine.
Le spese pazze dell'Abate anche a Verbania - 15 Novembre 2015 - 23:10
preti,abati e imam
sempre meglio i pretio gli ''abati'' che spendono in vizi,che gli imam che insegnano l'odio tra religioni e formano intere generazioni di terroristi ed integralisti.......caro il mio Bla Bla............parigi docet..........----je suis francaise---
52 profughi in arrivo - 14 Novembre 2015 - 19:53
Bologna, 2 agosto 1980...
Bologna, 2 agosto 1980, piena guerra fredda, ISIS e Al Queda (a proposito che fine hanno fatto?) ancora non esistevano, così come non esistevano gli extracomunitari, eppure 85 morti per mano di italiani, con tanti dubbi sulla reale matrice. Potremmo citare tante altre stragi avvenute in quegli anni! Oggi viviamo in un'epoca di contrapposizione religiosa, in quegli anni era politica. Io non so come sono andate le cose a parigi, so che c'è sempre qualcuno che ci guadagna dalle nostre paure, voglia o parlare degli affari che qualcuno ha fatto con la guerra in Afganistan e in Iraq? Personalmente, prima di accusare una categoria sto molto attento, anche a quello che leggo. Per eempio, perchè il Bataclan non era sorvegliato? Potrete trovare un approfondimento al seguente link:http://www.dagospia.com/rubrica-29/cronache/fermi-tutti-ma-perch-bataclan-non-era-sorvegliato-vista-polizia-112899.htm Saluti Maurilio
52 profughi in arrivo - 14 Novembre 2015 - 12:20
parigi
parigi, triste, tristissimo ma ineluttabile nonchè prevedibile risultato di Schengen: e come al solito a pagre sono gli innocenti e mai i politici.
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti