Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco

pescatori

Inserisci quello che vuoi cercare
pescatori - nei post
"Dall’artigianato all’arte" - 3 Agosto 2017 - 14:18
Venerdì 4 agosto con partenza alle ore 16.30 il Museo Granum di Baveno propone l’itinerario guidato Dall’artigianato all’arte offrendo il collegamento tra l’esposizione tematica in corso presso il Museo stesso, dedicata all’opera dello scultore Raffaele Polli, e i monumenti realizzati dall’artista e presenti in diversi punti di Baveno e di altre località attorno al Lago Maggiore.
Baveno: Eventi e Manifestazioni dal 1 al 7 agosto - 31 Luglio 2017 - 17:04
Eventi, e manifestazioni in programma a Baveno e dintorni dal 1 al 7 agosto 2017.
Visita alla cava del granito rosa - 27 Luglio 2017 - 17:11
Venerdì 28 luglio con ritrovo alle ore 16.30 presso il Museo Granum sarà possibile visitare la cava Seula con l’itinerario Pietre al tramonto.
Museo Granum: mostra ed escursioni - 13 Luglio 2017 - 16:01
Il 2017 rappresenta per il Museo Granum di Baveno un traguardo molto importante, poiché, dopo sei anni dalla sua istituzione, entra a far parte dell’Ecomuseo del granito di Montorfano, che peraltro quest’anno festeggia il decennale.
"La grande Pesciolata" - 7 Luglio 2017 - 16:27
L'associazione pescatori dilettanti di Mergozzo, col patrocinio del Comune di Mergozzo organizza, nei giorni 8 e 9 luglio 2017 presso il lungo lago, "La grande Pesciolata".
La carpa come protagonista assoluta del secondo appuntamento del Movimento Gente di lago - 7 Luglio 2017 - 10:47
Giovedì 06 luglio alle 20:30 si è tenuto, presso il ristorante Piccolo Lago, il secondo appuntamento del Movimento Gente di Lago, fondato dal notissimo chef Marco Sacco, due stelle Michelin, patron del ristorante.
Scafi e auto d'epoca sul Lago Maggiore - 4 Luglio 2017 - 15:03
I motoscafi, le vele, le Jaguar e i velivoli storici: celebrati sul Lago Maggiore i 30 anni dell’Associazione Scafi d’Epoca e Classici.
Carpa protagonista con il Movimento Gente di Lago - 28 Giugno 2017 - 17:07
Il 6 luglio nuovo evento per il Movimento Gente di Lago fondato dallo chef Marco Sacco. Ai fornelli anche i Fratelli Serva, Alessandro Gilmozzi, Matteo Maenza e Andrea Valle. Oltre a uno straordinario menu, tre proposte sul futuro delle acque dolci
L’Associazione Scafi d’Epoca e Classici celebra i 30 anni - 28 Giugno 2017 - 10:23
Dal 29 giugno al 2 luglio l’ASDEC, l’Associazione Scafi d’Epoca e Classici fondata a Milano nel 1987, celebrerà il trentennale della nascita con un Raduno Motonautico Internazionale che si svolgerà tra il Lago Maggiore e il Lago d’Orta.
Convegno Pesca sul Verbano - 6 Giugno 2017 - 09:16
In collaborazione con il C.N.R. - Istituto degli Ecosistemi, mercoledì 7 giugno alle ore 10.00, presso la sala "Tonolli" dell'Istituto (Largo Tonolli - Verbania Pallanza) si terrà una conferenza-dibattito sulla pesca nel Lago Maggiore, con speciale riguardo alla pesca dei coregoni lavarello e bondella.
Movimento Gente di Lago: "La trota" - 13 Maggio 2017 - 14:50
Prima serata delicata alla trota, giovedì 18 maggio presso il Ristorante Piccolo Lago di Mergozzo. Tre serate, un pensiero, un format e un obiettivo preciso da raggiungere: valorizzare l’ecosistema lago e i suoi protagonisti.
Movimento Gente di Lago - 5 Maggio 2017 - 17:04
Prima serata delicata alla trota, giovedì 18 maggio presso il Ristorante Piccolo Lago di Mergozzo. Tre serate, un pensiero, un format e un obiettivo preciso da raggiungere: valorizzare l’ecosistema lago e i suoi protagonisti.
Altea Altiora arriva la capolista - 28 Aprile 2017 - 18:17
Altea Altiora: dimenticare la sconfitta di martedì con il Lasalliano per affrontare sabato a testa alta la capolista Acqui Terme. Settore Giovanile: domenica due impegni entrambi esterni per le Under 16 e 18 nelle rispettive Fasi Low Regionali. Lunedì 1 maggio la terza Finale Territoriale stagionale per Altiora: a Romagnano Sesia tocca agli Under 12.
Interconnector: Costa scrive agli attori dopo l'incontro - 6 Aprile 2017 - 18:06
Riceviamo e pubblichiamo, il testo della missiva inoltrata in data odierna al Ministero dell'Ambiente, al Ministero dello Sviluppo Economico, alla Regione Piemonte, a Terna Italia s.p.a. e ai Sindaci del territorio provinciale.
Pesca nel Parco: in distribuzione i tesserini pesca - 3 Aprile 2017 - 15:03
I "Tesserini per l'esercizio della pesca" sono disponibili a Vogogna presso la sede operativa del Parco (Piazza Pretorio 6, ingresso laterale da Vicolo Santa Marta) e, sempre a Vogogna, presso gli uffici del Coordinameneto Territoriale Carabinieri per l'Ambiente (CTCA),o pressol a Stazioni Carabinieri Forestale Parco di Rovegro, Colloro e Santa Maria Maggiore.
pescatori - nei commenti
La carpa come protagonista assoluta del secondo appuntamento del Movimento Gente di lago - 7 Luglio 2017 - 12:26
Tutto interessante ma!!!!!!!
Adesso tutti ambiente pesci e natura, ma non tanti anni fa proprio adiacente al ristorante Piccolo Lago sorgeva la base dello sci nautico ,e non ricordo di avere mai visto i titolari del ristorante partecipare alle lotte fatte da giovani ambientalisti come me e pescatori contro l'inquinamento da carburante e moto ondoso che danneggiava l'ecosistema lacustre. Ma evidentemente tutti possono cambiare e questa è una cosa positiva ,ricordo anche un giovane ragazzo che con la canoa passava sul filo da pesca dei pescatori facendosene beffa , indovinate chi era?? Poi per dirla tutta la carpa non è certo il massimo, però contenti loro ,dubito anche che le carpe per la serata siano state pescate nel lago di Mergozzo. Mi sarebbe piaciuto aver letto di come ci si stia anche interessando della schiuma che appare copiosa sul lago di Mergozzo, che è frutto dei cianobatteri che prolificano in maniera abnorme grazie alla presenza di inquinanti. Bella anche la barca elettrica spero che il proprietario paghi il dovuto al demanio per la boa a cui è legata sul lago.
Convegno Pesca sul Verbano - 7 Giugno 2017 - 20:15
Re: e te pareva..
Ciao paolino Anche tu con questa storia del razzismo. ... Più o meno po siamo tutti. Chi contro gli stranieri chi contro gli italiani etc. Piuttosto ti segnalo che pescatori di frodo dell'est Europa stanno massacrando il po' pescando con le bombe. Questo da molti anni. Chiusa parentesi. In quanto al nostro povero lago è rimasto ben poco. I lucci che vedevo pescare da piccolo sono andati da un pezzo...
Convegno Pesca sul Verbano - 7 Giugno 2017 - 17:52
A Lupus
Ciao lupus mentre raccontavi avevo davanti agli occhi quello che dicevi e che ho vissuto anch'io ,devo dire che essendo di Mergozzo il pesce lo vedo ancora anche se nel lago è arrivato dentro di tutto ,la famosa piotta dalla coda rossa non l'ho più vista , anche le taccole in paese scarseggiano ma ve ne sono sotto il Montorfano, come te sin da bambino avevo la barchetta non di proprietà, ma era di un milanese che me la faceva usare in cambio del controllo e della pulizia della barca, dopo qualche hanno ho coronato il mio sogno e ho comperato una lancia in legno che possiedo ancora oggi ,e con la quale sono andato a pesca e a fare il bagno con le mie figlie per anni, bei ricordi e bei tempi. Ma per tornare alla pesca sul lago Maggiore è vero che tra gli anni 70 e 80 i pescatori professionisti distrussero il pesce nel maggiore, praticamente regalandolo alle ditte che facevano alimenti per cani e gatti?= o è una leggenda metropolitana? Un saluto Giovanni
Convegno Pesca sul Verbano - 6 Giugno 2017 - 14:03
Pescare? Non ce ne sono èpiù di pesci nel lago!
I pesci nel lago non si vedono più, sotto riva qualche pigro cavedano: lasciatelo dire ad un che dai 12 ai 50 anni è stato un pescatore sia da riva che dalla barca ( la mia prima barca me la sono comprata a 16 anni, quando ancora andavo al ginnasio, frutto di un estate di lavoro) con tirlindane, cavedanere, macchine, posa di lignola (una volta gli isolani rilasciavano un permessino per posa di lignola max 30 ami) che ricorda i bei tempi in cui i persici li prendevi a decine con le moschette fatte con piume colorate, tubetti di plastica, ritagli di guanti da chirurgo, le alborelle con la lanzettiera a migliaia, tinche ed anguille di notte, trote di lagoda metà dicembre a metà marzo, (da febbraio apriva la pesca alla trota nelle valli ed anche lì era un bel divertimentio) e, da bocia con canna fissa regolarmente di bambù nostrano, soprattutto nei porti, taccole, trolli,piotte, piotte con la coda rossa, persici trota,cavezzali.....Molti forse neppure sanno di cosa sto parlando.Nulla, non c'è più nulla per i pescatori sportivi: forse qualcosa ancora per i professionisti che lavorano con le reti, ma nepure loro mi pare mettano più i tremagli lungo la riva....
Da Nessie a Maggie, il mostro del Lago Maggiore - 21 Marzo 2016 - 09:45
?????
caro Marco come ti capisco..niente polli, niente mucche, niente conigli niente di niente si può vivere anche senza carne,per quanto attiene alla pesca chi te lo ha detto che tutti i pescatori uccidono i pesci,molti di noi pescano e ributtano il pescato,è solo uno sport...ma ci sarebbe da discutere a lungo buona giornata
Da Nessie a Maggie, il mostro del Lago Maggiore - 20 Marzo 2016 - 12:48
Quasi quasi
Quasi quasi vado a tirar giù dal solaio ( dove le ho messe a malincuore qualche anno fa) la tirlindana con i pesciolini di acciaio inox per le trote e la cavedanera: chissà mai che..... finalmente si riesca a pesacre ancora qualcosa in questo lago che a noi pescatori negli anni ante depuratori ha sempre dato grandi soddisfazioni e momenti di puro divertimento mentre ora pare di pescare in mezzo al bosco!
ODG per Giulo Regeni - 4 Marzo 2016 - 12:26
Re: %
La vicenda è estremamente controversa dal punto vista giuridico e sulla corretta riscostruzione dei fatti. Mi va bene come sono trattati i due italiani in India? I marò non hanno conosciuto fino a questo momento il carcere. Sono stati prima in un residence dove cnsumano pasti che costavano una mesata di salrio di un lavoratore indiano e per poi finire comodamente nei locali dell'ambsciata. Hanno avuto anche tanti permessi per ritornare i patria. Trattamento inumano e crudele. Ricordo che il popolo indiano si è visto trucidare due pacifici pescatori. Consideriamo che il popolo indiano si è visto trucidare dei pacifici pescatori.
ODG per Giulo Regeni - 4 Marzo 2016 - 10:53
si
Invece li tiro fuori, perchè per chi vuole mandare sulla forca i Maro', quelli sono esempi. I pescatori non si sono sucidati certo, ma i Maro' non sono certo degli sprovveduti o militari di leva alla prima settimana che si mettono a sparare alla prima cosa che si muove. Ed è anche facile, se si vuole pensare male, gettare le armi in mare da una barca e dichiararsi poi pescatori. Se si dovessero vedere degli individui alle 3 di notte nel giardino di casa è meglio non sparare, quelli potrebbero essere dei giardinieri e non ladri
ODG per Giulo Regeni - 4 Marzo 2016 - 10:43
Re: si
Ciao Max Lavecchia errore????? spesso il piu grande esercito esportatore di democrazia nel mondo compie errori di questo tipo... oppure abbattono involontariamente funivie ... Per i marò ci vuol far credere che i pescatori si sono suicidati ??? Per quanto riguarda l'ultima frase... lasci in pace i morti e quello che successe a Genova ...non tiri fuori discorsi che non centrano nulla .
ODG per Giulo Regeni - 4 Marzo 2016 - 10:22
si
Calipari è stato ucciso per errore mentre stava portando in salvo una persona che, dopo aver scritto e sparlato una vita sul proprio Stato, è stata salvata dallo Stesso nel momento del reale bisogno. I maro' prestavano servizio come difesa antipirateria in una zona infestata da predoni, ogni perizia balistica seria li scagiona, e non si sono certo messi a fare il tiro al piccione su dei pescatori Certo forse è meglio santificare chi prende a sprangate e lancia estintori nei Defender dei Carabinieri, quelli sono gli esempi e la meglio gioventu' italiana
ODG per Giulo Regeni - 3 Marzo 2016 - 23:56
Re: si
Ciao lady oscar Hai ragione... in effetti ci avevo pensato anche io a fare un odg sui maro per chiedere quali erano le regole di ingaggio che avevsno per poter sparare e ammazzare dei pescatori.....
Lavori di restauro all'Isola Bella - 8 Settembre 2015 - 23:00
pesca
3000€ all anno. Per pescatori professionisti ( ce ne sono ancora?) per i dilettanti ci si rivolge in provincia....ma gli €€€€ indovinate a chi vanno?
Lavori di restauro all'Isola Bella - 8 Settembre 2015 - 20:04
per HAvF
E' il balzello che pescatori dilettanti (con la tessera FIPAS) e professionisti (con le apposite concessioni) ancor oggi pagano ai Borromeo per poter pescare nel Lago Maggiore: se ne vuoi sapere di più basta che vai in internet.
Sei di Verbania se .... - 5 Settembre 2015 - 16:30
Amarcord Suna
Ho dei bellissimi ricordi di Suna avendo vissuto i miei primi otto anni e mezzo di vita,ed esattamente dal settembre 1948 al febbraio del 1957.I miei primi ricordi sono quelli dell'asilo infantile : Suor Luisa, suor Maria e la superiora di cui non ricordo il nome.Di suor Maria ricordo la sua dolcezza e comprensione nonostante io ed altri miei compagni fossimo un po' troppo vivaci ,ma soprattutto il suo viso molto carino e materno che ci rassicurava.Abitando in via dei Partigiani , allora molto frequentata,non c'era da annoiarsi. Molti erano i bambini coi quali giocavo:Adriano,Renato,Pierangelo,Flavio e Nives che mi graffiava regolarmente in quanto sosteneva che le facessi un po' di dispetti. La zona del Monterosso andando verso Cavandone era una delle nostre mete preferite per giocare e se devo dire la verità utilizzando a volte fionde e archi costruiti con i telai di vecchi ombrelli,col rischio di farsi seriamente male.Poi c'erano i ragazzi più grandi di noi che cercavamo di imitare osservandoli nei loro comportamenti non sempre positivi. C'era Ettore un amico di mio fratello Cesare,un ragazzo di 17 o 18 anni che era un po' turbolento ma buono d'animo; Roberto che gli piaceva fare i dispetti a Don Rino col beneplacito di mio fratello e col vizietto di tracannare un po' di vino;Giuliano che si divertiva ad usare i famosi sandolini abbandonati dall'esercito americano sulle spiagge di Suna, che erano delle piccole imbarcazioni che assomigliavano vagamente alle nostre canoe jole ; poi c'era Pollini un fanatico della pesca in quanto proveniva da famiglia di pescatori famosa in tutta Suna che portava mio fratello in barca. Altri personaggi a volte caratteristici che ricordo: Remigio,un uomo già abbastanza anziano e sordomuto che abitava di fronte a casa mia e che viveva in un locale di una vecchia casa fatiscente,come tante altre case di quel tempo, assieme alle sue capre.Vivacchiava vendendo un po' di frutta e verdura e qualche bottiglia di vino ed ogni tanto chiedeva a mio padre se la guerra fosse finita in quanto non potendo socializzare molto ed essendo analfabeta viveva in un mondo tutto suo.Poi c'era Mentina,una signora di mezza età che gridava spesso,ma forse era il suo modo di esprimersi, nervosa e bizzarra che ogni tanto veniva ricoverata a Novara al centro neuro psichiatrico.Ricordo anche Mazzola un commerciante di generi alimentari che aveva un figlio col quale ogni tanto giocavo;Lomazzi un capomastro edile ,un uomo sempre indaffarato padre di tre figli;Benvegnù un commerciante di frutta e verdura col figlio Claudio,morti entrambi in un incidente stradale negli anni settanta;il Dott.Garzoli con la sua vecchia balilla che rigava regolarmente contro il muro quando imboccava la via in cui abitavo.C'era poi Elena una ragazzotta robusta col viso bianco e rosso che abitava in via Brofferio che tuttti i giorni andava a riempire due secchi d'acqua in una delle fontane di via Partigiani;Giannina di origine veneta che andò a farsi suora che era ancora ragazza; Il postino con il viso sempre allegro e paonazzo; il farmacista che con la sua aria seriosa mi metteva soggezione e Adriana che commerciava in maglie di lana e cotone che diventò anni dopo suocera di Alberto ,un mio carissimo amico che abitava nei pressi del cimitero di Suna e che suo padre faceva il carrettiere in tutta Verbania, un mestiere allora abbastanza diffuso.Non posso poi dimenticare il famoso colonnello Galli ,un ufficiale in pensione di circa 75-80 anni,un vero e proprio signore che faceva il galante con tutte le donne del paese.Termino ricordando le mie prime maestre delle scuole elementari che sono: Flora Ciambellini allora molto giovane e carina della quale forse mi ero per così dire innamorato e la maestra di 2° elementare Maria Farina che ebbi sino in terza in quanto poi mi traserii a Pallanza con la famiglia.
Da Cuori di Donna materiale scolastico per i minori migranti - 2 Settembre 2015 - 11:29
hans
che ci vuoi fare ? nella mia ignoranza aspetto sempre che persone come te mi illuminino con il loro sapere .... se non ti sta bene il mio commento .. togli la frase .. sotto colpi di un mortaio e sgozzati... cambia qualcosa? non sono sempre ragazzini che siano rifugiati di guerra o migranti? la fame non è una guerra ? non è violenza la mancanza di acqua e cibo? non è guerra economica fatta dalle multinazionali del cibo ? lo sfruttamento dei paesi europei delle risorse dei paesi africani non è una guerra ? la vendita di armi alle varie fazioni ... ? quando una multinazionale europea si arroga il diritto di pesca davanti alle coste del Senegal cacciando i pescatori locali che cosa è?
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti