Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco

poesia

Inserisci quello che vuoi cercare
poesia - nei post
50&PIU: i vincitori - 10 Luglio 2017 - 19:33
Sono stati premiati venerdì con l’assegnazione delle Farfalle e Libellule d’oro i vincitori della XXXV edizione del Concorso di Prosa, poesia, Pittura e Fotografia ideato e organizzato dall'Associazione 50&Più che si è tenuto a Baveno sulle rive del Lago Maggiore.
La magia circense con Kabaret Vertigo - 7 Luglio 2017 - 15:22
A Baveno una serata per vivere la magia circense con Kabaret Vertigo. Lakescapes ospita gli artisti di Cirko Vertigo sabato 8 luglio, Piazza Marinai d’Italia, Baveno ore 21.00.
50&PIU' concorso di Poesie, pittura e fotografia - 1 Luglio 2017 - 13:01
Torna a Baveno sulle sponde del lago Maggiore, il concorso Prosa, poesia, Pittura e Fotografia, l’appuntamento di 50&Più dedicato all’espressività artistica degli over 50.
Baveno: Eventi e Manifestazioni dal 1 al 10 luglio - 1 Luglio 2017 - 09:16
Eventi, e manifestazioni in programma a Baveno e dintorni dal 1 al 10 luglio 2017.
Lakescapes ospita Giobbe Covatta - 23 Giugno 2017 - 18:06
Lakescapes, la rassegna culturale del Lago Maggiore, ospita un indiscusso protagonista del teatro italiano. Arriva infatti, a Meina, Giobbe Covatta con la sua Divina Commediola. L’appuntamento è sabato 24 giugno alle 21 in piazza Carabelli.
Baveno: Eventi e Manifestazioni dal 24 giugno al 10 luglio - 23 Giugno 2017 - 08:01
Eventi, e manifestazioni in programma a Baveno e dintorni dal 24 giugno al 10 luglio 2017.
Premio letterario “Della Resistenza” Città di Omegna - 26 Maggio 2017 - 17:42
Il premio letterario “Della Resistenza” Città di Omegna, giunto alla sua trentacinquesima edizione, intende segnalare un’opera di narrativa, poesia o saggistica, di recente pubblicazione in Italia, che, coniugando valori letterari e impegno civile, abbia dato risalto a una delle questioni fondamentali del nostro tempo.
Concorso Letterario “Macugnaga e il Monte Rosa" - 14 Maggio 2017 - 09:16
Ultimi giorni per poter partecipare al terzo Concorso Letterario Internazionale “Macugnaga e il Monte Rosa - Montagna del popolo walser”.
Storie dall'Odissea con Giovanna Bozzolo e Eva Cantarella - 3 Maggio 2017 - 10:23
Giovedì 4 maggio alle ore 21 il secondo degli appuntamenti Storie dall’Odissea con Giovanna Bozzolo e Eva Cantarella. Tema della “puntata” LE SEDUTTRICI. Calipso, Circe e le Sirene: avventure d’amore. Biglietti dai 21,50 ai 18,50 euro.
Lampi sul loggione: "Mio eroe" - 20 Aprile 2017 - 11:27
È tra i maggiori esponenti del teatro di narrazione e d’indagine, quel teatro che si colloca al confine con il giornalismo d’inchiesta, tra l’analisi e la poesia, la denuncia e la comicità: dopo il successo de “La fabbrica dei preti”, Giuliana Musso torna a Verbania con il suo ultimo, attesissimo lavoro dal titolo “MIO EROE”.
Quarta edizione della "Pica da Legn” - 30 Marzo 2017 - 10:23
La Sezione Verbano Intra del Club Alpino Italiano organizza, nell'ambito delle manifestazioni collegate alla “Maratona della Valle Intrasca”, un concorso di immagini (video, filmati, diapositive), avente per oggetto la montagna.
Metti una sera al cinema - Les Souvenirs - 27 Marzo 2017 - 09:16
Il Cinecircolo Socio Culturale Don Bosco, martedì 21 marzo 2017, per la rassegna "Metti una sera al Cinema", presso l'Auditorium de Il Chiostro ore 17:15, 19:30 e 21:30 proiezione di "Les Souvenirs".
Stefano Accorsi al Teatro di Locarno - 23 Marzo 2017 - 10:23
Il regista Marco Baliani e l’attore Stefano Accorsi saranno in scena, venerdì 24 e sabato 25 marzo, al Teatro di Locarno con l’“Orlando Furioso” dell’Ariosto. Con il titolo “giocando Orlando”.
Familie Floz al Teatro Locarno - 14 Marzo 2017 - 15:03
Chi non avesse mai visto uno spettacolo del gruppo tedesco Familie Floz non se lo lasci perdere, anche solo per godere delle struggenti espressioni delle maschere.
"Parole e Musica per Emergency" - 10 Marzo 2017 - 18:36
Sabato 11 Marzo 2017 ore 21.00, presso l'Auditorium del Forum di Omegna, Parco Maulini, si terrà l'evento "Parole e Musica per Emergency".
poesia - nei commenti
Fenomeno immigrazione: le proposte del movimento 5 stelle e un aiuto agli italiani - 11 Febbraio 2017 - 15:32
Re: Migranti
Ciao Graziellaburgoni51 Sono in buona parte d'accordo con te, purtroppo non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire, qualcuno scambia la sensibilità verso questa tragedia, con buonismo spiccio. Ma questa tragedia è provocata dall'egoismo, la bramosia di potere e di denaro, di questo sistema rivelatosi errato. Io voglio ricordare tutti coloro che inneggiano al protezionismo delle proprie frontiere, quanto avvenne dopo la grande depressione del 29 negli Stati Uniti (molto simile ad oggi), prima in USA e poi in Europa, si cominciò a proteggere ad ogni costo il proprio orticello ed ognuno si chiuse a Riccio, il risultato fu la seconda guerra mondiale. Mi auguro che ognuno di voi non debba mai trovarsi in ristrettezze economiche, o subire conflitti a fuoco e bombardamenti, da dover rischiare la propria vita e quella dei propri cari pur di sopravvivere. Credo che solo in quel caso invochereste il cielo, la buona sorte o magari un dio che mai avete venerato, chiedendogli di farvi incontrare i buonisti anziché soldati spagnoli che sparano a vista. "Prima di tutto vennero a prendere gli zingari, e fui contento, perché rubacchiavano. Poi vennero a prendere gli ebrei, e stetti zitto, perché mi stavano antipatici. Poi vennero a prendere gli omosessuali, e fui sollevato, perché mi erano fastidiosi. Poi vennero a prendere i comunisti, e io non dissi niente, perché non ero comunista. Un giorno vennero a prendere me, e non c'era rimasto nessuno a protestare". Prima vennero… è in origine un sermone del pastore Martin Niemöller sull'inattività degli intellettuali tedeschi in seguito all'ascesa al potere dei nazisti e delle purghe dei loro obiettivi scelti, gruppo dopo gruppo. La poesia è ben conosciuta e frequentemente citata, ed è un modello popolare per descrivere i pericoli dell'apatia politica, e come essa alle volte inizi con un odio teso ad impaurire obiettivi e di come alle volte esca fuori controllo.
Vandali al Maggiore di Verbania - 18 Luglio 2016 - 21:19
ma in fondo...
Ma in fondo in fondo in CEM balza alle cronache per 4 teppistelli da strapazzo, dopo un'inaugurazione alla presenza di poltici di terz'ordine. Invece doman iad Omegna (udite udite, fiato alla trombe!|) niente po po' di meno che Renizie in persona farà visita ad una ditta privata: cosa non si farebbe per un "si "in più!! Già cooptati i bambini dell'asilo e delle elementari con bandierine svolazzanti e poesia da recitare mentre si segnalano le prime code dei lec,,,,,o che si ammassano per un selfie con cotanto personaggio.
M5S: "Concerto De Gregori chiedere i danni" - 10 Giugno 2016 - 07:57
La favola delle api
Ricorderemo alle 5 stelle la Favola delle api del Mandeville, rivisitata in poesia, per Italia, dal Giusti del Re Travicello. Ovvero: di moralismo si muore. Auguri.
PsicoNews: Gli effetti della felicità (parte 2) - 29 Maggio 2016 - 10:09
Perché ci innamoriamo
Perché ci innamoriamo? Qual è il significato dell'amore? La risposta è evidente e appaiono inutili queste lenzuolate di poesia e frasi scritte con gli occhi lucidi. E' tutta colpa-merito dell'evoluzione. Per crescere la nostra prole inetta serve una coppia che stia insieme per qualche anno. Un bambino non è un puledro che che cammina subito appena nato. Questo meccanismo biologico può fregarci o renderci momenti bellissimi. Inutile precisare da cosa può dipendere questa cambio di valutazione.
Forno crematorio: "perchè non andremo a votare" - 12 Aprile 2016 - 21:44
Pubblico ludibrio virtuale
Vi prego 11, vi voglio conoscere personalmente per poter ridervi in faccia poesia della sera: Il massimo dell'umiliazione farsi smerdolare da Renato Brignone
Inaugurazione nuova Questura - 12 Dicembre 2015 - 07:25
Re: Cittadinanza
Ciao Ponpon Ha presente quella frase del marchese del grillo nel film di monicelli che riprende una poesia di Hioachino Belli?? Beh .. ecco la risposta alla sua domanda
PD sulle scissioni in minoranza - 7 Marzo 2015 - 23:34
Comico mancato
Più volte ho avuto occasione di leggere i commenti di questo pittoresco personaggio, giovane,entusiasta, ma tanto impreparato e approssimativo che quasi mi dispiace impallinarlo tutte le volte con qualche commento non proprio lusinghiero. Su una cosa questa persona, tuttavia, eccelle, forte di una scuola che, da sempre, caratterizza la sua parte politica: quella di imparare una bugia a memoria, recitarla come una poesia e declamarla più è più volte finché non sembra vera anche a lui. Ed ecco che si dimentica che il primo partito a spaccarsi, è stato proprio il Pd che ha perso vari pezzi per strada, forse a causa della delicatezza da elefante in cristalleria del proprio sindaco. Ma che importa, basta far finta di niente, non parlarne e concentrare l'attenzione sulle vicende altrui, sui litigi in casa d'altri mentre la maggioranza "lavora". Le virgolette sono d'obbligo, visto il poco che viene fatto. Per fortuna, però che le opposizioni, anche se litigiose, con il loro impegno hanno impedito che a Verbania venissero date o confermate concessioni a chi , nei fatti, l'unico merito che aveva era quello di vestire la stessa casacca della maggioranza. Caro Brezza, non preoccuparti, le opposizioni bisticciano ma, purtroppo per voi, non dormono.
"Treni cancellati e corriere assenti" - 17 Febbraio 2015 - 23:56
Roby
Io ti amo quando piangi e amo il tuo viso annuvolato e triste. La tristezza ci unisce e ci divide senza che io sappia senza che tu sappia. Quelle lacrime che scorrono, io le amo e in loro amo l'autunno. questa è una poesia scritta da un poeta arabo e non da un componente delle ndrine o camorrista o di cosa nostra PS ogni tanto prendo il treno delle 6.14
Verbania "declino" turistico? - 23 Luglio 2014 - 14:36
la vecchia signora
Buongiorno a tutti. Dico la mia. Secondo me Verbania , x noi che la viviamo, è una economia di mezzo. In realtà dobbiamo capire che l unica nostra salvezza è il turismo. Che ci piaccia i no i camperisti, i tedeschi, i milanesi e chi più ne ha più ne metta, sono la nostra risorsa più importante. I nostri ragazzi devono imparare le lingue. Conosco 20enni che trovano ogni anno lavoro nei bar e nei negozi grazie a questo. Però le devi sapere bene!!! E basta lamentarsi per le notti di note, per le maratone, per il remenber k, per la polenta in piazza e i tavolini del bar. Non servono nuove idee , ma apriamoci noi. Mi piace pensare Verbania come a una vecchia signora che vive durante l anno nel suo tran tran. Stanca e svogliata. Ma in estate ci sono i corteggiatori: si rifà il trucco e torna all antico splendore. E, signori, quando si fa bella non c'è n'è x nessuno!!!!! Scusate mi sono fatta prendere dalla poesia...
Ruba pollo, "devo sfamare mio figlio" - 23 Febbraio 2014 - 00:32
mi viene in mente un'altra canzone...
dopo le note di galilelio e di lupusinfabula, mi è venuta in mente un'altra vecchia canzone...nulla di che.... solo una canzonetta del 1972...diceva piu' o meno cosi'... sei contenta se un ladro muore, se si arresta una puttana, se la parrocchia del Sacro Cuore acquista una nuova campana sei soddisfatta dei danni altrui ti tieni stretta i denari tuoi assillata dal gran tormento che un giorno se li riprenda il vento ........ ami ordine e disciplina, adori la tua polizia tranne quando deve indagare su un bilancio fallimentare ....... sai mentire con cortesia con cinismo e vigliaccheria, hai fatto dell'ipocrisia la tua formula di poesia vecchia piccola borghesia per piccina che tu sia non so dirti se fai piu'......eccetera eccetera. non spaventatevi. e solo una canzone di tanti anni fa..... di un certo claudio lolli. solo solo canzonette non istigazioni alla rivoluzione. con simpatia. e con un sorriso.
Sei di Verbania se .... - 7 Febbraio 2014 - 12:12
Tempo che fu.
E' vero, S.T., anch'io ricordo quando nel giardino di casa mia il materassaio veniva a cardare la lana con un attrezzo di legno dotato di tanti chiodi appuntiti, che spazzolava la lana tolta dall'imbottitura dei materassi. E l'arrotino che passando davanti alle case, gridava " Muleta, muleta.....!!!" e se lo chiamavi, si piazzava davanti a casa per affilare le lame di forbici e coltelli, pedalando continuamente per far girare il disco della mola. Ed il parroco di Cicogna che portava le uova al mercato di Intra. Poi la signora che portava i pani di burro dal Mottarone. Ed il lattaio Paganini che mi portava la bottiglia di latte ogni settimana. L'orto ed il pollaio di casa mia, che mia madre curava con passione. Come diceva Grazia Deledda in una sua poesia in dialetto sardo : Perchè non torni, dimmi, tempo passato ?
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti