Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco

rating

Inserisci quello che vuoi cercare
rating - nei post
Cooperative Sociali su “Codice degli Appalti” - 30 Maggio 2016 - 16:11
Riportiamo il Comunicato stampa congiunto sul convegno IL NUOVO CODICE DEGLI APPALTI - Come il decreto legislativo 5/2016 cambia i rapporti tra Enti Pubblici e Cooperazione Sociale tenutosi il giorno 27 maggio in Casa Don Gianni a Domodossola
Veneto Banca e l'abbassamento del rating - 8 Marzo 2016 - 10:11
La settimana scorsa si è diffusa, sui media nazionali, la notizia di un taglio al rating di Veneto Banca, da parte di Standard & Poor's, sulla questione è seguito un comunicato dell'Istituto di Credito.
Al Wood tre appuntamenti - 18 Novembre 2014 - 07:03
Tre appuntamenti questa settimana al Wood, il Circolo Lago Maggiore, da poco rinnovato nella gestione, ad Arona via Roma 78/80.
Seconda Giornata della Responsabilità Sociale - 3 Novembre 2014 - 16:00
Mercoledì 5 novembre 2014 alle ore 10,00 presso la sede camerale di Baveno si terrà la Seconda Giornata della Responsabilità Sociale, in cui verranno premiate le imprese, enti, associazioni e consorzi, aderenti alla rete Lago Maggiore Social, che hanno contribuito allo sviluppo del territorio attraverso pratiche socialmente responsabili.
Campionato del Verbano Italo - Svizzero di vela - 31 Marzo 2014 - 11:27
1° trofeo ENGEL & VOELKERS Campionato del Verbano Italo - Svizzero di vela (CVIS). Al via Sabato 12 Aprile la prima regata del Campionato del Verbano Italo-Svizzero di Vela,
Plafond di 25 milioni a sostegno delle Piccole e Medie Imprese del Vco in crisi - 9 Novembre 2013 - 11:30
Un plafond di 25 milioni, al quale accedere con condizioni di miglior favore, riservato alle piccole e medie imprese con sede legale nel Verbano Cusio Ossola e messe alla prova da una situazione di temporanea difficoltà.
Protocollo a favore accesso al credito PMI - 31 Ottobre 2013 - 14:02
Siglato un protocollo d’intesa per il sostegno alle piccole e medie imprese del Verbano Cusio Ossola: Veneto Banca riserva un plafond di 25 milioni alle PMI del territorio in temporanea crisi di liquidità
La vignetta della domenica - 2 Giugno 2013 - 08:30
Interesse in settimana, per la notizia del declassamento della Regione Piemonte da parte di Moody's, a causa del deficit alto.
Declassamento rating del Piemonte - 31 Maggio 2013 - 09:42
"Era una decisione che ci attendevamo e che non ci lascia affatto sorpresi, ma che ovviamente non può tenere ancora conto dell’operazione di risanamento appena avviata. Il giudizio è condizionato dal pregresso e, sotto questo profilo, era quasi scontato".
Il fondo 'sbloccacrediti' si estende alle Amministrazioni Provinciali - 11 Marzo 2013 - 13:02
Dopo l’accordo sottoscritto con ANCI lo scorso settembre, firmato il protocollo con UPP per restituire liquidità alle imprese delle Province piemontesi
Assemblea annuale di Confartigianato Imprese Piemonte Orientale - 25 Giugno 2012 - 10:27
Una crisi fortemente evidenziata al mondo della politica e delle istituzioni, “imprese ormai senza fiato” in un tempo che è ormai quello delle azioni concrete e non più delle parole.
rating - nei commenti
Referendum: incontro per il SI - 27 Ottobre 2016 - 17:39
O forse è per il NO
Voto no perché per cambiare l’Italia dobbiamo attuare la Costituzione, non modificarla. Voto no perché la modifica della Costituzione non è una priorità del popolo italiano. Voto no perché non voglio che ci governi un partito di minoranza, come accadrebbe se andassero in porto riforma elettorale e modifica della Costituzione. Voto no perché la nuova Costituzione rafforza la cessione di sovranità all'Unione Europea. Voto no perché un parlamento eletto con una legge elettorale incostituzionale non può riformare la Costituzione. Voto no perché attraverso un senato eletto dai partiti attraverso i consigli regionali passeranno le ratifiche delle decisioni imposte dalla Ue. Voto no perché un Senato non eletto dal popolo potrà modificare la Costituzione. Voto no perché legge elettorale e deforma costituzionale sono da respingere in blocco. Il no fa fuori anche l'Italicum, pensato solo per la Camera. Voto no perché il loro progetto complessivo prevede che tutti i senatori e la maggioranza dei deputati siano nominati dai partiti. Voto no perché questa riforma non affronta i nostri veri problemi. Voto no perché per risparmiare potevano prima di tutto ridursi lo stipendio. Voto no perché non deve essere il governo a cambiare la Costituzione. Voto no perché la deforma mi toglie il diritto di eleggere direttamente il Senato. Voto no perché il governo Renzi è sostenuto da una maggioranza non eletta dai cittadini e da partiti che si sono presentati alle elezioni come avversari. Voto no perché è una deforma che divide il popolo. Voto no perché niente genera più instabilità che abituare il popolo a una Costituzione di parte, nelle mani di chi ha un numero in più in parlamento. Voto no perché se vinceranno loro, temo che poi daranno una nuova aggiustata alla Costituzione con i numeri della sola maggioranza. Voto no perché nessuno alle elezioni ha dato il mandato a Napolitano e Renzi di cambiare la Costituzione. Voto no perché un solo partito potrà condizionare la nomina dei giudici della corte costituzionale e dei membri del csm, allungando le mani sulle autorità di garanzia. Voto no perché la sovranità appartiene al popolo e questa deforma ce ne toglie un altro pezzo. Voto no perché nel programma del Pd non c'era questa modifica della Costituzione. Voto no perché il referendum costituzionale non prevede il quorum. Chi non sta al loro gioco deve andare a votare e votare no. Voto no perché in questo parlamento siedono 260 voltagabbana, molti dei quali hanno cambiato prima il loro partito e poi la nostra Costituzione. Voto no perché il risultato di Italicum e deforma sarà soltanto la concentrazione del potere nelle mani del governo. Voto no perché il risultato di Italicum e deforma sarà la concentrazione del potere di governo nelle mani del capo del partito di minoranza vincente. Il partito che potrà avere il 54 per cento dei seggi alla camera anche solo con il 25 per cento dei voti del corpo elettorale. Voto no perché legge elettorale e deforma costituzionale sono due parti di un unico disegno di potere che prevede la gestione di modiche quantità di popolo. Voto no perché è una tragica illusione pensare di governare il paese in un contesto di grave crisi economica con il consenso di una minoranza del popolo. Voto no perché non riesco a dire sì a uno come Verdini! Voto no perché a suggerirmi il si sono le banche di affari e le agenzie di rating. Voto no perché non è tecnicamente vero, come dicono, che il nuovo senato sarà rappresentativo delle autonomie locali sul modello tedesco. Voto no perché un senato rappresentativo delle autonomie locali non dovrebbe eleggere due giudici della corte costituzionale. Voto no perché aumentano da 50 mila 150 mila le firme necessarie per le proposte di legge di iniziativa popolare. Voto no perché non è vero che questa è l’ultima occasione per cambiare l’Italia. Voto no perché la riforma è piena di errori e contraddizioni. Che c''entrano cinque senatori di nomina presidenziale in
Zacchera: sbagliato perdere Zanetta - 21 Agosto 2014 - 14:34
e sarebbe anche il caso
di sapere quali nomi si celano dietro le agenzie di rating........il cui starnuto è in grado di variare le sorti di intere Nazioni.....mi auguro di sbagliare. L'ha detta giusta Papa Francesco: è in corso la terza guerra mondiale, combattuta con armi non convenzionali, ma dagli effetti catastrofici.
"Il Punto" di Marco Zacchera n°474 - 20 Gennaio 2014 - 16:57
discussioni
Più che discussioni trasversali occorre un impegno collettivo a limitare le gare d'appalto alle sole imprese iscritte nel registro del territorio.Non solo,ma favorendo quelle con un rating creditizio meno competitivo. Questo è uno,degli impegni che vorrei sia dall'una che dall'altra parte: normative rigide per riconsiderare il preventivo "più alto" quale investimento per la città,consentendo anche alle imprese di ristrutturarsi senza dover accedere ai fondi,e creando qui più lavoro. cose così
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti