Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco

reato

Inserisci quello che vuoi cercare
reato - nei post
Fecero saltare il bar: presi - 6 Dicembre 2017 - 09:16
Tra le ore 00.00 e le 00.30 del 06 settembre scorso ignoti malfattori forzavano la porta di ingresso dell’esercizio commerciale denominato Roxy Bar di Stresa, che quel giorno era chiuso per riposo settimanale, e, una volta entrati, posizionavano due ordigni incendiari artigianali, il primo al centro del locale e il secondo vicino al bancone.
Arresto per aggressione e minacce - 15 Novembre 2017 - 20:31
Il 9 novembre i carabinieri della stazione di Gravellona Toce in collaborazione con quelli della stazione di Stresa traevano in arresto in flagranza di reato un 31enne rumeno della zona che nel corso del pomeriggio aveva aggredito e minacciato con coltello da cucina la convivente 41enne rumena, al fine sottrargli 40 euro e la tessera bancomat.
Solidarietà all'Assessore - 9 Novembre 2017 - 15:03
Riceviamo e pubblichiamo due note, una della Lista Civica Con Silvia per Verbania, e una lettera di alcuni docenti, le quali esprimono solidarietà all'Assesore Sau.
Arresto per spaccio - 9 Novembre 2017 - 09:16
La stazione carabinieri di Gravellona Toce, a conclusione di mirati controlli antidroga sul territorio, in data 7 novembre 2017 ha tratto in arresto, in flagranza di reato, un 43/enne cittadino del luogo ritenuto responsabile di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.
Il Comune non si costituirà parte civile - 7 Novembre 2017 - 09:16
Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato dell'Amministrazione Comunale riguardante la posizione relativa al procedimento nei confronti di un Assessore.
Una Verbania Possibile: politica e questione di principio - 6 Novembre 2017 - 11:27
Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato del gruppo consiliare Una Verbania Possibile, riguardante quella che definiscono: "delicata situazione politica cittadina, che vede l'amministrazione tacere su una questione di principio che riteniamo invece dovrebbe vedere una chiara presa di posizione".
Cyberbullismo a scuola con i carabinieri - 26 Ottobre 2017 - 10:23
Nella giornata di ieri ha avuto termine il primo ciclo di incontri sul “cyberbullismo” presso l’Istituto Tecnico Cobianchi di Verbania.
Arresto per spaccio - 29 Settembre 2017 - 15:18
La stazione Carabinieri di Stresa, operando sinergicamente con l’aliquota operativa del n.o.r. della compagnia di Verbania, a conclusione di mirati controlli antidroga esperiti sul territorio, ha tratto in arresto, in flagranza di reato, un 20/enne cittadino marocchino ritenuto responsabile di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.
Arrestati ladri di mezzi movimentazione terra - 22 Settembre 2017 - 18:36
I Carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Verbania, a conclusione di articolata indagine, il 21 settembre 2017 hanno dato esecuzione a due Ordinanze di custodia cautelare in carcere ed una Ordinanza di custodia cautelare di sottoposizione all’obbligo di presentazione alla P.G. emesse dal GIP del Tribunale di Verbania.
Carabinieri: arresti per spaccio - 12 Settembre 2017 - 15:03
Il n.o.r. dei Carabinieri, in occasione della riaperture delle scuole, ha fortemente intensificato i controlli antidroga nella giurisdizione, con particolare riguardo all’area commerciale di Gravellona Toce.
Arresto per resistenza aggravata - 30 Agosto 2017 - 09:16
Militari della Stazione Carabinieri di Stresa e del NOR della Compagnia Carabinieri di Verbania, al termine di approfonditi accertamenti di polizia giudiziaria, hanno effettuato un arresto per resistenza.
Aggressione con bastone e spray - 12 Agosto 2017 - 18:11
I carabinieri di Stresa, hanno deferito in stato di libertà un 30/enne milanese, villeggiante presso campeggio di Baveno, gravato da precedenti di polizia, ritenuto responsabile del reato di minacce, violazione di domicilio e porto abusivo di oggetto atto ad offendere.
Due arresti per spaccio - 11 Agosto 2017 - 16:11
I carabinieri di Stresa hanno tratto in arresto, in flagranza di reato, una 34/enne ed un 23/enne verbanesi, ritenuti responsabili di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.
LegalNews: Ristoratori: obbligo di indicare nel menù i cibi surgelati - 7 Agosto 2017 - 08:00
La Sezione Terza Penale della Cassazione con la recente sentenza n. 34783/2017 è tornata ad esaminare il tema delle conseguenze penali della mancata indicazione nel menù, da parte di un ristoratore, dell’impiego di cibi surgelati.
Botti senza permesso: deferiti - 2 Agosto 2017 - 09:16
La stazione Carabinieri di Cannobio ha deferito in stato di libertà, per il reato di accensione ed esplosione pericolose e disturbo alla quiete, due ragazzi svizzeri, classe 92 e classe 96.
reato - nei commenti
Vandalismo alla cartellonistica del Battello di Babbo Natale - 30 Novembre 2017 - 17:30
Concordo con Info
La denuncia deve seguire obbligatoriamente ( anche perchè trattasi di un bene esposto a fede pubblica quindi un'aggravante sul reato di danneggiamento) e deve ciò apparire nella fedina penale accicchè, in futuro, rimanga macchia indelebile quando dovranno presentarsi ad un concorso pubblico: non sono bambini, e come tali vanno trattati anche se di minore età.
Solidarietà all'Assessore - 14 Novembre 2017 - 12:52
Come la vedo io
Premesso che l'abuso d'ufficio è un reato tipico del pubblico ufficiale qual'è un assessore mentre svolge le sue funzioni, e non di un privato cittadino, e tenuto conto che il rinvio a giudizio è già un passo oltre il semplice avviso di garanzia, fosse capitato a me avrei fatto un passo di lato e mi sarei autospeso dall'incarico di assessore; infatti non è obbligatorio fare l'amministratore comunale ma è una scelta libera e personale cui si può rinunciare in ogni momento e, in secondo luogo lo avrei fatto per non metter in imbarazzo l'ente che rappresento; pronto a rientrare nelle mie funzioni in caso di assoluzione ancorchè in primo grado. Così come penso che all'interrogativo di Lady darà ampia risposta la sentenza sia essa di condanna o di assoluzione, nella quale il giudice spieghera come e perchè e se c'è stato o non c'è stato reato.Non stiamo parlando di un reato commesso da un semplice cittadino ma di qualcuno che ha scientemente pensato di esporsi con l'accettare quella carica e che, come tale, dovrebbe essere persona al di sopra di ogni sospetto. Ma la politcia ed i politici, si sa , sono ben altra cosa ed hanno altri metri di coerenza e moralità: infatti non sarei mai un buon politico.
Solidarietà all'Assessore - 13 Novembre 2017 - 20:37
Re: patrocinio
Ciao lady oscar Negando il patrocinio? Nessun reato. Subordinando la possibilità di dare il patrocinio dopo aver ricevuto le scuse , avrebbe commesso "abuso d'ufficio". Non si può , se sei amministratore pubblico , chiedere qualcosa per ottenere qualcosa, nemmeno delle scuse... Prepotenza , arroganza e dilettantismo che non fanno bene a nessuno , soprattutto alla politica
Solidarietà all'Assessore - 13 Novembre 2017 - 20:10
patrocinio
Io sono gnucca, quindi qualcuno mi spieghi che reato ha commesso l assessore nel negare un patrocinio (bambinescamente o meno) che non sta a lei dare ma al sindaco.
Solidarietà all'Assessore - 9 Novembre 2017 - 18:47
e se fosse colpevole?
non sarebbe il caso almeno di sapere se ha commesso un reato? nel caso (le auguro di no) dovesse essere ritenuta colpevole di abuso di ufficio,solidarizzereste lo stesso? e per quale motivo?
Minoranze: il Presidente difenda il Consiglio Comunale - 29 Settembre 2017 - 19:30
Trova le differenze
Ecco il modo vergognoso in cui la stampa italiana continua a trattare Virginia Raggi. Guardate. Le prime pagine dei quotidiani aprono tutte sul rinvio a giudizio, seppur per due delle tre accuse è stata chiesta l'archiviazione. E guardate come, invece, è stato trattato il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, quando è stato rinviato a giudizio per lo stesso tipo di reato, ma con una storia ben più pesante che riguarda gli appalti di Expo. Non trovate nulla su Beppe Sala in quelle prime pagine? Beh, la risposta è semplice: lui è del Pd.
Truffa immobiliare - 4 Settembre 2017 - 12:41
Denuncia in stato di libertà!
Già, uno commette un reato, viene denunciato in stato di libertà! Questa è la legge e la democrazia che non voglio, è una formula (parlo di questo caso) che favorisce chi commette truffe e/o similari. Che schifo, così ad oggi sono libere di fare quello che vogliono, come se nulla fosse successo, compreso lo stesso reato. Io migliorerei la formula, in particolare per chi non è italiano, vieni nel nostro Paese a delinquere? Benone, prendi le giuste bastonate, ti fai la galera con i lavori forzati, ti rispedisco al tuo Paese che deciderà cosa farne di te, non puoi più rientrare: lo so, lo so comunistelli cosa state pensando, non mi interessa, da noi non rientrano più. Nel caso ti dovessimo pizzicare all'interno dei nostri confini, ti rispediamo in galera con il doppio della pena che avevi appena scontato (sempre con i lavori forzati...perché la dicitura "lavori socialmente utili" è troppo di parte) ed esci con il pagamento di una forte ammenda: non puoi pagarla? Continui a lavorare finchè non raggiungi il conto da pagare..diciamo per il disturbo! Non la trovate ideale come soluzione?
Conferenza sulla Brexit - 2 Settembre 2017 - 14:31
Re: Re: appello a Paolino
Ciao paolino Ok. prendo atto, capisco la tua posizione e apprezzo la tua pacata spiegazione. Ma sono totalmente in disaccordo. Non so a chi ti riferisca dicendo "voi" e non credo che una discussione su un blog cittadino possa dare la patente di salvatore del mondo a qualcuno. Stiamo semplicemente discutendo. Tutti i difetti del mondo posso avere ma la supponenza non mi appartiene. Sto valutando le situazioni e constatando che quello che accade lo avevo previsto e che che molti stanno cambiando posizione su certe tematiche. Ma non perchè io sia un genio arrogante e supponente! Perchè forse un minimo di idea la potevo avere. Tutto qui. Anch'io "detesto" ideologicamente con tutto me stesso quello che dici e che esponi. Tutto fino all'ultima sillaba. Ma non desidero che tu taccia. Anzi! Un bel tacer per me non esiste! Sono profondamente contro ogni censura e ogni limitazione del diritto di opinione. Detesto la legge Mancino e detesto il reato di opinione. Orripilante e degno delle dittature! La critica deve esserci sempre. Sacra come la vita e la proprietà privata (su questo forse non sarai d'accordo...). Ogni argomento è degno di essere discusso e ogni opinione è degna di essere ascoltata e accolta. Ma soprattutto quelle che odiamo di più! L'essenza della democrazia e della libertà, Paolino. Democrazia e libertà. Con affetto.
Ubriaco e armato: espulso - 22 Agosto 2017 - 21:41
Re: per Info
Ciao lupusinfabula addirittura, reato d'opinione?
Fugge dalla polizia va contro caravan - 17 Agosto 2017 - 09:17
Re: Via la patente !!
Ciao Vermeer strano che per un reato simile, cioè dovuto all'ubriachezza, i vari Alberto da Giussano si siano scandalizzati solo perché trattasi di immigrato....
Ruba benzina: denunciato - 10 Agosto 2017 - 09:43
E ora?
Ora che questo individuo (sono obbligato a definirlo tale perché se scrivessi quello che penso di lui non verrebbe pubblicato il post...giustamente) è stato denunciato, le Autorità giudiziarie ed amministrative sono state informate, cosa ne sarà di lui? Anzi, cosa ne faremo di un essere totalmente inutile come lui? In stato di libertà? Siamo sicuri che i legislatori italiani siano in grado di intendere e di volere quando fanno le leggi? La mia domanda è legittima perché, a parte la denuncia, cosa lo differenzia da una persona rispettosa delle leggi? Ovvero rispetto alla Comunità? È libero di fare quello che vuole, se lo colgono in flagranza di reato non sconta nemmeno un giorno di carcere grazie alle fantomatiche attenuanti, se andasse in carcere ci andrebbe per qualche giorno con tv e servizi accessori.. non potremo mai essere uno Stato civile ed avanzato se le premesse sono queste. Ci vuole volontà politica ma l'attuale dittatura marcata PD vive di queste situazioni, è il loro pane, con tutto il marcio che gira attorno. Non spaventiamoci e non stupiamoci quando ritornerà una dittatura a ripristinare l'ordine sociale, si va in quella direzione!
Niente sussidio da in escandescenze - 3 Agosto 2017 - 18:18
Re: Re: Come volevasi dimostrare!
Ciao SINISTRO, stai confondendoti, nessuno ha sostenuto che tu sia a favore delle droghe o relativa legalizzazione. Stavo parlando degli arresti domiciliari in seguito a problemi con sostanze stupefacenti, presumibilmente spaccio (si parla di reati concernenti sostanze stupefacenti), pena dal mio punto vista troppo soft. Come scrivi tu, spacciatore e consumatore si sovrappongono ma, se eliminiamo il primo problema, il secondo non può nemmeno nascere. Il fatto è che se non fai capire la gravità del reato ma, anzi, lo Stato depenalizza in nome di un falso ideale in cui viene fatto credere che non è così grave..il problema persistera' e, sempre come scrivi tu e Ghini di Tacco, essendo gli spacciatori seminatori di morte lo spaccio deve essere considerato come reato molto grave da scontare fino all'ultimo minuto.
Niente sussidio da in escandescenze - 3 Agosto 2017 - 09:06
Come volevasi dimostrare!
Questa è l'ennesima dimostrazione che la linea morbida, della comprensione nei confronti di coloro che non rispettano le leggi (vedi reati concernenti gli stupefacenti), considerati reati minori o inesistenti dai maledetti radical chic (per forza, ne fanno uso a volontà e gli fa comodo avere gli spacciatori che li riforniscono), non funziona e non potrà mai funzionare. Se sono previsti gli arresti domiciliari per chi commette questo tipo di reato, come si può pensare che tale pena serva a qualcosa? È come dare il castigo al bambino che si è comportato male e per qualche giorno non lo si porta al parco giochi! Davvero, l'Italia è gestita e comandata da incapaci che, però, sono capacissimi a creare caos nella società non punendo coloro i quali commettano qualsiasi tipo di reato (siamo anche quasi arrivati al punto che se ti ammazzano...è colpa tua, non dovevi farti ammazzare!).
Zacchera su Veneto Banca - 3 Luglio 2017 - 14:54
Re: Re: Obiettività
Gentile utente, sarò franco, della carriera politica e della visibilità mediatica del sig. Zacchera mi importa poco in questo frangente. Quello che penso sia importante sia cercare di fare qualcosa per tutelare i diritti calpestati di migliaia di risparmiatori verbanesi che hanno subito perdite drammatiche non a causa di una speculazione, bensì per una truffa. Una truffa ordita grazie ad una vigilanza a dir poco miope degli organi preposti. Propongo di concentrare le nostre energie su questo, che è il punto vero della questione e non su altro. Ci sono evidenze documentali che mettono in evidenza il reato di agiotaggio e ostacolo alla vigilanza, ma ci sono anche Consob e Banca D'Italia che hanno dormito e, con il loro atteggiamento condiscendente, ingannato i risparmiatori che hanno interpretato il loro silenzio come un'approvazione dell'operato dei vertici di Veneto Banca. Ben venga quindi l'appello di Marco Zacchera, a cui mi auguro si uniscano tutte le forze politiche per tutelare, una volta tanto, anche gli interessi di noi poveri risparmiatori e non solo quelli delle potenti e intoccabili banche.
Zacchera su Veneto Banca - 3 Luglio 2017 - 10:02
Obiettività
La mail del dottor Zacchera non fa una piega. Mi spiace vedere che utenti di questo blog, accecati dall'avversione politica non siano obiettivi nel riconoscere che, talvolta, anche gli avversari politici dicono cose sensate. Piuttosto sarebbe opportuno, visto che il decreto, scritto sotto dettatura di Intesa San Paolo e, per definizione, sfacciatamente favorevole agli interessi di un soggetto privato a danno di quelli della collettività, non è ancora stato approvato in parlamento, che si definisse una strategia di pressione politica importante affinchè le migliaia di persone che non hanno aderito all'umiliante offerta di "ristoro", inferiore al 15% dell'investito, e che hanno invece adito a vie legali per un risarcimento, non vengano abbandonate a se' stesse. Tra l'altro qui siamo di fronte al reato di agiotaggio, cioè truffa. In pratica, indipendentemente dal profilo di rischio dell'investitore, il prezzo delle azioni era artefatto e, credo, lo Stato debba risarcire i risparmiatori che si sono fidati ad acquistare le azioni VB, soprattutto dopo le numerose ispezioni degli organi di controllo, Banca d'Italia in primis. Gli organi di controllo, Banca d'Italia, Consob, le società che hanno certificato i bilanci, con la loro superficiale disamina dei conti truccati di Veneto Banca hanno posto un sigillo di garanzia ad una truffa. Davvero non può finire così...
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti