Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco

riparazione

Inserisci quello che vuoi cercare
riparazione - nei post
Precisazioni su riparazione porfido piazza Ranzoni - 7 Agosto 2016 - 19:26
Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato dell'Amministrazione Comunale, riguardante la vicenda della riparazione del porfido in piazza Ranzoni da parte di un privato.
Ripristino selciato piazza Ranzoni - 5 Agosto 2016 - 11:27
Riceviamo e pubblichiamo, una nota del sindaco Silvia Marchionini, riguardante la riparazione del porfido di piazza Ranzoni da parte di un privato e le conseguenti polemiche.
M5S su riparazione porfido in piazza Ranzoni - 4 Agosto 2016 - 18:31
Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato del Movimento Cinque Stelle Verbania, riguardante la questione della riparazione del porfido di piazza Ranzoni da parte di un privato.
Riaperta la strada a Fondotoce - 4 Luglio 2016 - 15:36
Da pochi minuti la viabilità è tornata alla normalità sulla statale 34 a Fondotoce .
Regione: finanziamenti per nuove imprese turistiche - 17 Novembre 2015 - 19:31
Al via i finanziamenti regionali per nuove imprese turistiche create nei Comuni attraversati dalle grandi direttrici ciclabili piemontesi.
Offerte di lavoro del Centro per l'Impiego VCO #6 - 12 Novembre 2015 - 10:23
Riportiamo dalla newsletter del Centro per l'Impiego del Verbano Cuso Ossola, l'elenco delle offerte di lavoro per questa settimana.
Verbania: problemi con Internet - 17 Settembre 2015 - 10:23
Da circa 2 giorni ci vengono segnalati problemi alla connessione Internet in alcune zone della città, in particolare il più colpito il quartiere di Sant'Anna, ma anche da Intra ci sono arrivate delle segnalaioni.
Bacheca piazzale Flaim riparata - 21 Agosto 2015 - 14:01
Un lettore del blog ci invia una foto della bacheca di piazzale Flaim, riparata.
Bacheca vandalizzata in riparazione - 20 Agosto 2015 - 12:35
Riceviamo una nota del sindaco, Silvia Marchionini, che ci informa che la bacheca vandalizzata a Piazzale Flaim è in via di riparazione.
Venerdì strada Cannero Trarego chiusa - 9 Luglio 2015 - 14:33
Venerdì 10 luglio 2015, la strada Cannero-Trarego resterà chiusa la mattinata per lavori di riparazione della rete idrica.
Fronte Nazionale: emendamenti e resoconto post Consiglio - 5 Giugno 2015 - 16:01
Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato del Fronte Nazionale Verbania, in merito al Consiglio Comunale del 3 giugno, e 2 emendamenti al bilancio che verranno discussi il 17/18 giugno.
Finanziamenti scuola a Verbania città - 12 Maggio 2015 - 15:16
Come detto nel post precedente è stato approvato dalla regione Piemonte la graduatoria dei progetti ammessi a finanziamento in materia di edilizia scolastica, erogati direttamente dallo Stato per una cifra di 10, 5 milioni di euro per i prossimi tre anni. Vediamo nello specifico i progetti in città.
Fondotoce sospensione acqua potabile - 30 Aprile 2015 - 10:07
L'Amministrazione Comunale informa che a causa di un guasto, oggi sarà sospesa l'acqua in alcune zone di Fondotoce, per i lavori di riparazione.
Continua la protesta dei carrozzieri - 20 Aprile 2015 - 16:44
Incontro mobilitazione carrozzieri. Dalla CNA un manifesto con le proposte per il Governo. Martedì 21 aprile – ore 20.30 Sede CNA – Regione Nosere 45 Domodossola.
Aspettando il Giro "E Adesso Pedala " - 12 Aprile 2015 - 16:59
Domenica 19 Aprile 2015, alle ore 14,30, presso Le Cupole (parco fronte Ipercoop) percorso in bicicletta per bambini, casco obbligatorio, possibilità di usare la propria bici o una messa a disposizione dall'organizzazione.
riparazione - nei commenti
In via San Vittore alta, nei pressi di piazza Cavour, scempio dell'amministrazione comunale - 12 Giugno 2016 - 06:53
rappezzo
I miei interessi non cadono certo sull'ordine degli illuministi ne tanto meno su progetti di lavori pubblici di vario genere; detto questo, mi è capitato spessissime volte di vedere lavori di posizionamento del porfido e/o rimozioni dello stesso per interventi di riparazione stradale, ma le garantisco che non ho mai visto mettere rappezzi di asfalto, tra l'altro, se vogliamo stare a difendere l'indifendibile e dirla tutta, asfalto neanche battuto. A mio giudizio, da profano, avrebbero potuto mettere piuttosto della sabbia battuta, così quando si sarebbe deciso di riposizionare il porfido il fondo era pressoché già fatto e così: sia il tempo di lavoro, che il materiale e il denaro non sarebbero stati sprecati invano, non le pare signor Giovanni%? Almeno a casa mia avrei fatto così! Che sciocco, mi scusi, non ho colto che in questo modo il costo del lavoro ha una diversa lievitazione; sa, purtroppo sono rimasto alle buone e vecchie abitudini di far lievitare sempre tutto col sano e buon lievito madre!
M5S: forno crematorio e numeri - 15 Aprile 2016 - 21:32
Lavastoviglie o casa?
Tu paragoni il forno crematorio ad una lavastoviglie che con un guasto dopo 11 anni mediti di cambiarla se la riparazione ha un valore importante; io invece paragono il forno crematorio a casa mia: costruita nel 1.800 circa. I precedenti proprietari avevano problemi al tetto? Han demolito la casa per poi ricostruirla? No, han cambiato il tetto. Poi l'ho acquistata io e c'erano i seguenti lavori da fare: sostituire caldaia, rifare bagno, cambiare pavimenti, porte e altro. Ho demolito la casa e l'ho ricostruita? No, ho fatto una sana manutenzione straordinaria. Quest'anno mi s'è rotto il bollitore dei pannelli e mi s'è allagata casa rovinando pavimento sala, Camera matrimoniale, danni a sensori antifurto, imbiancatura da rifare totalmente, cassonetti danneggiati, sensore gas danneggiati, mobilio e divani danneggiati. Ho demolito casa e l'ho ricostruita? No, Ho rifatto un importante lavoro di manutenzione straordinaria. Poi sempre quest'anno mi s'è rotta la sirena dell'antifurto, la valvola 3 vie della caldaia e l'automatismo del cancello questi 3 inconvenienti nel giro di una settimana. Ho demolito la casa e l'ho ricostruita? No, ho chiamato 3 distinte assistenze tecniche e ho effettuato una sana manutenzione straordinaria. Ecco: tu vedi il forno crematorio come un elettrodomestico di poco valore, io invece come un immobile di grande valore, teoricamente eterno, ma che ha sempre bisogno di manutenzione
M5S: forno crematorio e numeri - 15 Aprile 2016 - 13:26
Re: Re: ...e un requiem eterno no?
Caro Andrea non si può far passare delle sciocchezze come verità assolute! La frase "il forno crematorio ha potenzialmente vita eterna" non si può sentire (!?!?), non da nessun contributo sensato e utile alla discussione, anzi fa rizzare i capelli, ad averceli! Per contro, anche dal tuo intervento, mi sarebbe piaciuto sentire una frasi del tipo: "Il forno, alle condizioni attuali, con un intervento di manutenzione straordinaria, da programmare nei prossimi 2 anni (è solo un numero a caso) dal costo di _______€ (la cifra, se la sai, mettila tu) ha un ciclo di vita di altri 10 anni (anche questo è solo un numero a caso). Il costo annuo di manutenzione ordinaria sarà di ____€ (anche in questo caso, la cifra, se la sai, mettila tu)". Se i costi di manutenzione sono ragionevoli, poste queste condizioni, potrei pensare che non valga la pena di privatizzare un forno! Per farti capire il mio senso di ragionevolezza, qualche settimana fa mi si è rotta la lavastoviglie , comperata nel 2004. Se la riparazione fosse costata meno di 100€ l'avrei fatta fare, sopra avrei cambiato la lavastoviglie, visto che con 400/500€ se ne compra una nuova! Per contro, aumentando le cifre di manutenzione straordinaria, in un commento, Brignone aveva ipotizzato 500.000€, vale sicuramente la pena di esplorare l'ipotesi di esternalizzare la gestione, ma non di "regalarlo"! Inoltre, è vero che se il forno è fermo, nell'ipotesi che mi hai detto, il comune non incassa, ma neanche il gestore! E stai ben certo che il privato non ha nessun interesse a tenere fermo il forno! Mi citi l'importo del 14% del fatturato, a spanne, e a mio modestissimo parere, mi sembra poco. Corrisponde al 27% dell'utile ante imposte (sui dati pubblici del 2015), ma anche qua, dipende dal fatturato e a quali condizioni (investimenti, posti di lavoro, costi assorbiti,...). Po un po' di buona negoziazione commerciale si può arrivare a cifre maggiori! Poi, non capisco il significato della frase "una volta stabilito che tecnologicamente il nostro forno è all'avanguardia", chi lo deve stabilire e perchè? Dubito che la frase riferita al prof Nardin nella famosa telefonata: "dal 2004 a oggi la tecnologia è rimasta pressoché invariata", volesse significare quello che dici, però...è comunque , io non ho mai detto nulla, a parte il commento sull'ovvietà dell'affermazione riportata da Nardin, sul discorso emissioni, perchè non ne so nulla, non ho la minima competenza tecnica, procedurale e legislativa in materia! Ultima cosa, non puoi dire "mi è stato fatto notare che non esiste una normativa ad hoc riguardante le emissioni di forni crematori, vengono equiparati a forni inceneritori...", o ne sei certo, te o chi per te? Se ne sei certo, devi citare la legge o la norma che equipara forni e inceneritori, altrimenti non affronti questo argomento! In alternativa chiedi al comitato per i no o per l'astensione di fornirti la normativa in materia! A me, non spaventa se un servizio è gestito da un privato o dal pubblico, il modo con cui si prendono le decisioni, o le combattono. Questa vicenda non ha esaltato la figura e la competenza di nessuno, per ambo le parti! Saluti Maurilio
Bacheca piazzale Flaim riparata - 21 Agosto 2015 - 16:28
Non ci siamo capiti....
Qualcuno dovrebbe però spiegare al sindaco che il problema non era la mancata riparazione della bacheca ma le, purtroppo sempre maggiori, azioni dei vandali che agiscono indisturbati e certi di avere l'impunità
M5S: Porto turistico e #Verbaniainquina - 10 Aprile 2015 - 14:15
x ciprofessional
Leggi bene quello che scrive - Guardiano del Faro . Canone 18.000 euro anno .,prezzo ridicolo , posti barca , Bar ,e ampio posteggio . Tutta l'area posteggi del Porto era area riservata ai gestori del porto . Poi dicono che mancano posteggi a Verbania . Speriamo che con l'evento del CEM anche questa area diventi posteggio pubblico . Nell'area posteggi facevano di tutto ,riparazione e lavaggio imbarcazioni con uso di detergenti che scaricavano nel lago ma troppi facevano finta di non vedere . Concessione protetta.....
Carrozzieri contro il "monopolio delle assicurazioni" - 24 Febbraio 2015 - 18:33
E' ora di finirla
E' ora di fi nirla che le assicurazioni oltre a salassarci continuamente abbiano anche il diritto di sceglierci il carrozziere dal quale dobbiamo farci fare lavori di riparazione, questa discussione era già apparsa lo scorso anno, se non erro, e mi ripeto: se ho un amico carrozziere che mi fa pagare solo i pezzi di ricambio e non la mano d'opera perchè ricambio andando andando io ad aiutarlo a cavare il suo orto, alle assicurazioni non deve importare nulla; le assicurazioni paghino il costo dei ricambi e la mano d'opera in base ai listini stabiliti e, ovviamente nella giusta misura stabilita dai periti, e poi che accordi ho io con il carrozziere a loro non deve interessare.
Immobile fatiscente sulla ciclabile - 9 Febbraio 2015 - 14:05
x Teo
Per pregiudizio all'ambiente s'intende pericolo per l'equilibrio ecosistema ambientale circostante, non è certo questo il caso. Suppongo che se le varie amministrazioni comunali che si sono succedute negli anni da quando questo immobile è stato costruito non hanno fatto nulla in merito al completamento dell'immobile (e qui il problema è il completamento, non certo la sua manutenzione), significa che il regolamento edilizio non sia applicabile in tal senso, a differenza di molti altri immobili privati di Verbania, soprattutto d'interesse storico o localizzati in aree di pregio, ai quali sono stati imposti manutenzione e riparazione. Ricordiamoci, infatti, che sono molti di più gli immobili recuperati, che quelli in stato d'abbandono. Detto questo è fuori di dubbio che permane un problema di decoro, ma questo non credo possa essere regolato, tanto meno imposto, da alcun regolamento. Come ho già avuto modo di dire in tal senso, sarebbe più logico intervenire presso i privati con una politica propositiva (e non impositiva), magari incentrata su possibili aiuti di natura fiscale e/o d'incentivazione.
Immobile fatiscente sulla ciclabile - 8 Febbraio 2015 - 21:30
Considerazioni
Vorrei fare alcune personali considerazioni sull'art. 33 del regolamento edilizio comunale per immobili privati. Il comma 3 recita: " Il proprietario ha l'obbligo di eseguire i lavori di manutenzione, di riparazione e di ripristino necessari, nonché quelli di intonacatura e ritinteggiatura delle costruzioni deterioratesi". Credo, mi si corregga diversamente, che detto comma si applichi ad immobili la cui edificazione sia conclusa e risultino regolarmente accatastati e che necessitino, per svariati motivi, di lavori di manutenzione, ripristino e riparazione, si presuppone dopo diversi anni dalla loro ultimazione. Quindi non all'immobile in oggetto, sicuramente a tutti gli altri immobili. Il comma 7 recita: " Ove le condizioni delle costruzioni e delle singole parti delle stesse o lo stato delle aree siano degradati tanto da arrecare pregiudizio all'ambiente o alla sicurezza ed alla salute delle persone, l'Autorità comunale ha facoltà di ingiungere, entro un termine prestabilito, al proprietario o al possessore dell'immobile l'esecuzione dei lavori necessari per rimuovere ogni inconveniente; in caso di inottemperanza........" Anche in tal caso, mi si corregga nuovamente qualora così non sia, credo che le condizioni dell'immobile in oggetto non siano tali da arrecare pregiudizio all'ambiente o alla sicurezza ed alla salute delle persone. Non credo nemmeno per gli altri immobili citati in questo blog. Penso, quindi, che per questi immobili il comma non si applichi. In altri casi l'Autorità comunale ha imposto l'intervento su immobili fatiscenti, come ad esempio nel caso della fabbrica ex Restellini di Intra divenuta pericolante e quindi pericolosa: in tal caso la proprietà optò per l'abbattimento. O nel caso dell'ex Camera del Lavoro, edificio anch'esso fatiscente e pericolante, abbattuto proprio perché divenuto pericoloso per l'incolumità delle persone. Rimane quindi la questione del decoro: se il problema non dovesse essere quello della sicurezza e incolumità delle persone, e nemmeno della sicurezza ambientale, ma unicamente il decoro, credo che un'Amministrazione Comunale attenta abbia comunque il dovere di intervenire cercando di sensibilizzare le proprietà al recupero e alla manutenzione dei propri immobili, senza però trascurare il fatto che ciò sia nelle loro disponibilità: obbligare tout court le proprietà ad intervenire, obbligandole così a contrarre debiti anche pesanti, non credo sia cosa saggia. Penso, invece, si debbano trovare soluzioni percorribili, come ad esempio proporre sgravi fiscali e/o forme d'incentivazione.
Immobile fatiscente sulla ciclabile - 5 Febbraio 2015 - 16:43
Ecco il regolamento edilizio comunale.
Volevo porre all'attenzione di tutti i lettori l'art. 33 del REGOLAMENTO EDILIZIO DE COMUNE DI VERBANIA. Apriamo il dibattito. Art. 33. Decoro e manutenzione delle costruzioni e delle aree private 112. Le strade, le piazze, i suoli pubblici o assoggettati ad uso pubblico, all'interno del centro abitato, devono essere provvisti di pavimentazione idonea allo scolo delle acque meteoriche e di mezzi per lo smaltimento delle stesse, sistemati nel sottosuolo, oltre a idonee predisposizioni per la posa delle reti tecnologiche per i vari usi (distribuzione di metano, energia elettrica, illuminazione pubblica, telefonia, dati, video, ecc. ). 2. E' prescritta la conservazione degli elementi architettonici aventi caratteristiche storico-artistiche di pregio, nonché interesse di testimonianza storica, quali fontane, esedre, lapidi, bassorilievi, edicole sacre, antiche targhe e simili. 3. Il proprietario ha l'obbligo di eseguire i lavori di manutenzione, di riparazione e di ripristino necessari, nonché quelli di intonacatura e ritinteggiatura delle costruzioni deterioratesi. 4. I prospetti architettonicamente unitari debbono essere tinteggiati in modo omogeneo; detta omogeneità va mantenuta anche se gli interventi di tinteggiatura avvengono in tempi diversi e riguardano proprietà diverse. 5. La scelta del colore della tinteggiatura di edifici non soggetti a specifico vincolo di tutela é sottoposta all'approvazione degli uffici comunali competenti presso i quali deve essere esibita e depositata specifica campionatura. 6. Le aree libere inedificate, a destinazione non agricola o di pertinenza delle costruzioni, devono essere convenientemente mantenute e recintate: é vietato procurarne o consentirne lo stato di abbandono ed é altresì vietato l'accumulo e l'abbruciamento di materiali o di rifiuti. 7. Ove le condizioni delle costruzioni e delle singole parti delle stesse o lo stato delle aree siano degradati tanto da arrecare pregiudizio all'ambiente o alla sicurezza ed alla salute delle persone, l'Autorità comunale ha facoltà di ingiungere, entro un termine prestabilito, al proprietario o al possessore dell'immobile l'esecuzione dei lavori necessari per rimuovere ogni inconveniente; in caso di inottemperanza, totale o parziale, l'Autorità comunale può disporre l'esecuzione d'ufficio a spese dell'inadempiente; tali spese devono essere rimborsate entro quindici giorni dalla richiesta; in difetto, salve restando eventuali disposizioni speciali di legge, esse sono riscosse coattivamente con la procedura di cui al R.D. 14 aprile 1910, n. 639.
Lavori non omogenei alla pavimentazione - 4 Novembre 2014 - 16:09
pavimentazione
Io non sono tenuto a parlare o ad avvisare nessuno,tanto meno sindaco o ufficio tecnico,mi sembra che siano le istituzioni che devono vigilare,e garantire che le cose vengano ben fatte, il cittadino comune non ha tempo o non è competente.Io sono un tecnico di formazione e sono molto competente quindi mi pongo sempre la domanda se un lavoro è fatto bene o male.quindi ognuno nei propri ambiti deve prendersi le proprie responsabilità,se fosse stata mia la responsabilità del lavoro, come minimo avrei controllato le lastre prima che fossero posate ,dato che l'intervento era nella piazza principale del paese e sotto gli occhi di tutti.Ma ripeto dove era l'ufficio tecnico durante la riparazione????? Chi ha controllato che il lavoro sia stato fatto a regola d'arte????? Vedete semplici domande che aspettano semplici risposte. In ogni caso si può anche dire senza problemi di avere sbagliato non vedo cosa ci sia di grave,e ringraziare chi ha segnalato il problema.
Vertenza Rc Auto: carrozzieri Vco a Roma - 22 Gennaio 2014 - 15:57
Emanuele
Non decidi liberamente se l'assicurazione ti indirizza verso una sua associata.Poi non è detto che non paghi conoscendo le assicurazioni una quota che riverserà sulla riparazione facendola male poi il libero mercato non funziona così .
Vertenza Rc Auto: carrozzieri Vco a Roma - 22 Gennaio 2014 - 14:13
lettera
A proposito di assicurazioni, proprio settimana scorsa molti come me avranno potuto leggere la lettera di un lettore il quale raccontava un fatto accadutogli: avuto un guasto idraulico ed essendo contro tali eventi assicurato si è rivolto all'assicurazione che gli ha inviato un idraulico convenzionato. A riparazione eseguita l'assicurato (che era del ramo e se ne intendeva) ha fatto rilevare che la riparazione non era stata eseguita a regola d'arte e che il materiale sostituito per marca e qualità non era uguale al precedente danneggiatosi. La risposta dell'idraulico è stata che lui aveva stipulato con l'assicurazione un "tot" ad intervento e per stare in quel "tot" non poteva impiegare più tempo e miglior materiale di quello che aveva usato. Se l'assicurato voleva un lavoro fatto meglio e con materiale più pregevole avrebbe dovuto pagare a parte. Vogliamo ridurci così anche con le auto? P.S. Accidenti Vermeer, dove sei: qui la polemica langue!
Vertenza Rc Auto: carrozzieri Vco a Roma - 21 Gennaio 2014 - 16:38
chi rompe, paga!
Chi rompe paga e fin qui tutti d'accordo. Per buona educazione però chi subisce il danno, invita il danneggiatore a porvi rimedio in prima persona. Questo può essere in grado di riparare il danno con un costo minimo o rivolgersi a terzi per la riparazione. Solamente nel caso l'invito venisse declinato si può rivolgersi a persone di propria fiducia e recapitare successivamente il conto al danneggiatore. La nuova norma segue i principi della buona educazione. In questo caso, l'assicuratore interviene al posto del danneggiatore. Ai carrozzieri autonomi rimane comunque l'ampissimo mercato di chi il danno l'ha causato (e normalmente s'è danneggiato anche la propria auto) e chi il danno lo fa autonomamente senza bisogno di chiedere "aiuto" ad altri.
Accogliere la diversità: AGAPO risponde ad ARCIGAY e AGEDO - 22 Maggio 2013 - 12:14
risposta ad AGAPO
Agapo e il cambiamento di orientamento sessuale: falsità, ideologia e pregiudizio. Sono queste le persone e le teorie che le Istituzioni vogliono promuovere? “Qualunque trattamento mirato a indurre il/la paziente a modificare il proprio orientamento sessuale si pone al di fuori dello spirito etico e scientifico” Per rispondere all'insieme di pregiudizi e distorsioni che Agapo propone è sufficiente visitare il loro sito nel quale asseriscono tutto quanto è sostenuto nelle teorie riparative:l'omosessualità non porta ad essere felici, le relazioni omosessuali durature e felici non esistono, l'amore tra omosessuali non può essere paragonato a quello eterosessuale, solo l'amore eterosessuale è vero amoreperchè è incontro dell'altro diverso da sé per questioni di genere. Agapo propone proprio i libri di J. Nicolosi ideatore e sostenitore delle teorie riparative. La loro stessa nota parla di cambiamento di orientamento sessuale, ego-distonia e altre distorsioni della realtà. L'omosessualità ego-distonica è prodotta dal pregiudizio sociale. Ovvero una persona non si accetta come omosessuale a causa della società in cui viviamo e delle sue forme di pregiudizio e discriminazione. Qualunque orientamento sessuale ego-distonico deriva dalla non accettazione di sé e l'unica forma terapeutica possibile èaiutare il paziente ad accettarsi (come riportato, tra i moltissimi altri, da Antonella Montano in Psicoterapia con pazienti omosessuali, 2009). Esiste poi la bisessualità, totalmente ignorata perché probabilmente scomoda e allo stesso tempo semplice e fondata risposta alla storia di molti che hanno provato o provano attrazione per lo stesso e l'altrui sesso. Ma desideriamo rispondere non con le nostre sole parole ma con quelle della comunità scientifica dicendo ancora una volta che “le più importanti associazioni scientifiche e professionali internazionali, come l’American Psychological Association e l'American Psychiatric Association, raccomandano di astenersi dal tentativo di modificare l'orientamento sessuale di un individuo e (come recentemente ribadito dal Report of the Task Force on Appropriate Therapeutic Responses to Sexual Orientation dell’American Psychological Association, Washington, D.C., 2009) affermano che le terapie di “conversione” o “riparazione” dell'omosessualità sono basate su teorie prive di validità scientifica e non hanno il sostegno di ricerche empiriche attendibili. È nostro dovere affermare con forza che qualunque trattamento mirato a indurre il/la paziente a modificare il proprio orientamento sessuale si pone al di fuori dello spirito etico e scientifico che anima le nostre professioni, e in quanto tale deve essere segnalato agli organi competenti, cioè agli ordini professionali.” come affermato da più di 2000 tra psichiatri, psicologi, psicoterapeuti ed esperti della salute mentale italiani e che ha tra i primi firmatari il dott. Luigi Palma, presidente dell'Ordine nazionale degli Psicologi, e il Prof. Vittorio Lingiardi Psichiatra e Docente Ordinario di Psicologia Dinamica all'Università La Sapienza di Roma, e consultatibile sul sito espressamente creato noriparative.it Non solo quindi non esistono prove scientifiche della cura dell'omosessualità, ma anche di qualunque forma di trattamento atto a cambiare l'orientamento sessuale. Ovviamente questo non ha nulla a che vedere, come nelle allusioni di Agapo, con la sensibilità verso le persone che soffrono di patologie. Ribaltare la frittata è solo un tentativo disperato di sostenere ragioni ideologiche. La verità è che l'omosessualità non è un disturbo o una forma patologica. Significa promuovere la verità. Il motivo per cui si celebra la Giornata Mondiale di lotta all'omofobia il 17 maggio è proprio perché in questa data l'OMS ha cancellato definitivamente l'omosessualità dall'elenco delle malattie e con questo si è cancellato il più grande stigma nei confronti delle persone omosessuali, additate come malate mentali con necessità di cure, trattati medicalmente e con psicofa
La fontana è già rotta ? - 6 Dicembre 2012 - 18:05
fontana via S Vittore
buonasera sono Binda Valerio. titolare della societa EL.VAR Italia che ha realizzato gli impianti elettrici e di illuminazione in piazza S Vittore , Via De Lorenzi e Vicolo Delle Ghiacciaie, a Verbania. volevo solo precisare che il guasto all' illuminazione della fontana ci e' stato TEMPESTIVAMENTE segnalato sia dall assessore Sig Pella che dal responsabile dell ufficio tecnico Ing. Reale ,la lampada in oggetto,di una PRIMARIA MARCA NAZIONALE,essendo in garanzia, e' stata rimandata in azienda per la riparazione o l eventuale sostituzione, con la derivante tempistica necessaria.Mi scuso personalmente per il disagio e colgo l occasione per ringraziare tutti i commercianti,i dipendenti comunali e tutte le persone che durante la nostra permanenza a Intra,ci hanno dimostrato DISPONIBILITA'e SODDISFAZIONE ! GRAZIE Valerio Binda.
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti