Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco

scuole

Inserisci quello che vuoi cercare
scuole - nei post
Torna il "micro-teatro" a Intra - 13 Agosto 2017 - 10:23
Visto l'ottimo successo riscontrato l’estate scorsa, ritorna dal 14 al 20 agosto lo spettacolo di teatro di figura per piccini (e per grandi) proposto, dalle compagnie Girovago/Rondella e Dromosofista, nei due micro-teatri da 35 posti a sedere in piazza Fasana a San Vittore (Verbania), con il patrocinio del comune di Verbania.
Dona i libri per includere - 10 Agosto 2017 - 13:33
Per i mesi di agosto e settembre 2017, la Libreria Ubik di Omegna e Versoprobo s.c.s. collaboreranno ad un progetto volto a favorire e rinforzare l’inclusione sociale dei richiedenti asilo ospiti presso il C.A.S. Ex scuole Elementari di Crusinallo.
Il Cantante della Solidarietà Testimonial Nazionale all'uso del defibrillatore - 6 Agosto 2017 - 17:04
Dal 1° luglio è in vigore l’obbligo di dotarsi di defibrillatori anche per le associazioni e le società sportive dilettantistiche.
Lega Nord: Province, tagli e viabilità - 1 Agosto 2017 - 11:28
Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato della Lega Nord VCO, riguardante la situazione economica delle Province, e in particolare i problemi alla viabilità nel territorio del VCO e le recenti problematiche della Valle Strona.
Vincitori Malescorto 2017 - 30 Luglio 2017 - 19:06
Quest’anno il Festival di Cortometraggi ha riscontrato la partecipazione di quasi 1.000 persone. Malescorto vive durante tutto il corso dell’anno grazie ad eventi collaterali che hanno anticipato e che seguiranno la settimana di proiezione.
Nuove centrali termiche in alcuni edifici comunali e scuole di Verbania - 29 Luglio 2017 - 15:03
Considerata la necessità di ammodernare le centrali termiche esistenti in alcune scuole e edifici di proprietà comunale la Giunta comunale di Verbania ha deciso, con una delibera approvata ieri, di procedere alla riqualificazione di alcuni impianti termici centralizzati di riscaldamento.
Il Maggiore stagione 17/18: Sokolov, Branciaroli, Frassica, Pasotti, Placido, Ughi - 26 Luglio 2017 - 10:23
Si apre domenica 15 ottobre 2017 con la grande musica la seconda stagione del Teatro del Centro Eventi Multifunzionale Il Maggiore di Verbania.
Ciak si Canta: "Grand Budapest Hotel" - 19 Luglio 2017 - 11:27
Il CineCircolo Giovanile Socio Culturale Don Bosco presenta in collaborazione con Associazione Cori Piemontesi giovedì 20 luglio 2017 ore 21:40 "Grand Budapest Hotel" regia di Wes Anderson.
Un Paese a Sei Corde 2017 - 14 Luglio 2017 - 16:01
Vi segnaliamo i prossimi appuntamenti della rassegna musicale itinerante per chitarra acustica, classica e contemporanea, Un Paese a Sei Corde, giunta quest’anno alla sua 12ma edizione.
Sfilata benefica Amici del Cuore - 13 Luglio 2017 - 17:32
Venerdì 14 luglio alle 21.00 presso il Grand Hotel Dino ci sarà una sfilata benefica, a favore degli Amici del Cuore.
Baveno: Eventi e Manifestazioni dal 10 al 16 luglio - 10 Luglio 2017 - 09:16
Eventi, e manifestazioni in programma a Baveno e dintorni dal 10 al 16 luglio 2017.
“Ciak si Canta” - 5 Luglio 2017 - 13:01
Il CineCircolo Giovanile Socio Culturale Don Bosco presenta, in collaborazione con Associazione Cori Piemontesi, “Ciak si Canta”, rassegna di Cinema Sotto le Stelle.
Associazione Cori Piemontesi: luglio ricco di appuntamenti - 4 Luglio 2017 - 09:16
Continua la ricca estate dell’Associazione Cori Piemontesi: da giovedì ripartirà Ciak si Canta – Cinema Sotto le Stelle, in programma presso la Sede di Associazione Cori Piemontesi (ex scuole elementari di Fondotoce). Tutti i giovedì di luglio alle ore 21,40 si terranno le proiezioni cinematografiche a cura del CineCircolo Giovanile Socio Culturale Don Bosco.
Amenoblues 2017 - 1 Luglio 2017 - 19:06
Amenoblues, il celebre festival che si svolge nel bellissimo borgo piemontese di Ameno, sulle colline che circondano il lago d’Orta, propone per il 2017 un cartellone ricco di eventi.
Lavori di adeguamento e efficientamento alle Bachelet - 28 Giugno 2017 - 18:06
Partono nei prossimi giorni i lavori di adeguamento alle norme di sicurezza e di efficientamento energetico alle scuole Vittorio Bachelet a Trobaso.
scuole - nei commenti
FDI AN su accorpamento Camera di Commercio - 11 Agosto 2017 - 14:33
Accorpamento Camere di Commercio
Ho da sempre espresso, anche dall'interno dello stesso ente, l'inutilità della struttura alla luce delle profonde modificazioni avvenute in questi anni del mondo economico. Il mio ruolo attuale alla guida regionale della più grande federazione degli agenti immobiliari in Italia F.I.A.I.P. mi ha aiutato a concludere alcune considerazioni. Con la telematica, questi enti non servono più e nulla apportano al miglioramento dei nostri affari (scopo costitutivo delle Camere di Commercio), viceversa orpelli economici alle aziende grandi e piccole rimangono. Le CCIAA nate per favorire il miglioramento delle attività economiche oggi sono, come tanti enti in Italia un mero ammortizzatore sociale. Inutili i corsi (che li potrebbero fare benissimo e con migliori risultati le scuole), inesistenti gli apporti di nuovi clienti alle aziende (i Ministeri sono bravissimi sui nuovi mercati e preposti nel farlo), inutili gli studi settoriali (che si sovrappongono a quelli istituzionali rendendoli di fatto surplus), ecc..... ma gli orpelli a carico delle imprese per mantenere gli elenchi di esistenza, iscrizione e cancellazione delle Ditte rimangono; appunto per "parcheggiare" lavoratori che si meriterebbero attività più gratificanti legate all'ambiente mercantile dinamico e moderno con contatti aperti sul mondo grazie al WEB. Abbiamo così paura di innovarci? Poveri noi, gli "altri" vanno veloci con metodi in tempo reale e noi ci accontentiamo della velocità inutilmente lenta legata solo alla tradizione corporativistica dell'economia latina che mi piace come pensiero ma ormai caduta e resa inutile dal concetto anglosassone del mercato che, piaccia o no, comanda il mondo economico, politico e sociale ormai da anni nel mondo. Riusciremo ad accorgercene?
Per lo stadio Pedroli nessun rischio - 30 Luglio 2017 - 06:57
Maurilio e Giovanni
Maurilio le cifre che lei ha esposto meritano accurata verifica. Dove trovo le pezze contabili per leggere le cifre che lei ha menzionato? In mancanza, le considero non attendibili. Sfoggio culturale: Alvar Aalto ed Eugenio Montale sono un architetto finlandese ed un poeta della corrente letteraria detta "ermetismo" che tutti coloro che hanno frequentato almeno il triennio delle scuole superiori, applicandosi minimamente, conoscono. Giovanni %, a Stradella esiste un teatro , capienza 300 posti, che funziona benissimo, proposte culturali con artisti veri e non artistucoli che fanno quello che possono ma sempre artistucoli rimangono,salvo poche e lodevoli eccezioni. Per inciso, mai annullato qualche evento in programma. In quanto al Gabibbo avrebbe già potuto intervenire: canile, porto, Beata Giovannina..... Non ci sarà replica da parte mia. Saluti e buona domenica.
PsicoNews: ADHD in età adulta - 5 Luglio 2017 - 10:26
Bei disturbi
“La percentuale di persistenza del disturbo, superati i 18 anni d’età, oscilla intorno al 60%” Quindi vista la percentuale è la normalità, non si tratta di un “disturbo”, si direbbe che la maggior parte delle persone stia reagendo al sistema delirante imperante, c’è da auspicare che tale normalità si propaghi anche nella minoranza. “…..con una accentuazione nelle difficoltà di attenzione che portano a: non rispettare le scadenze, difficoltà nella gestione e organizzazione di appuntamenti, difficoltà nello svolgere più compiti ecc., l’adulto tende ad annoiarsi, e a manifestarlo. Nel corso di test neuropsicologici, gli adulti affetti da DDAI spesso presentano difficoltà nell’impegnarsi in modo costante, di pianificazione, organizzazione, monitoraggio visivo e di ascolto attento….” Ma perbacco, questi soldatini non vogliono più rispettare appuntamenti scadenze compiti impegni pianificazioni organizzazioni, come osano! E’ dunque: “necessario invece rivolgersi a medici specializzati,…è quindi necessario un intervento specialistico per attuare la diagnosi più corretta (anche differenziale) e indicare i percorsi di cura più adeguati. …inoltre, solo recentemente sono stati sviluppati strumenti diagnostici e linee guida per gli adulti.” Voi pissicologhe – mi capita ogni tanto di leggere anche le altre fanciulle il cui articolo viene pubblicato mi pare la domenica - non desiderate analizzare le cause ma volete “attuare diagnosi” e “indicare percorsi di cura” con “linee guida”, si da per scontato che questo 60% di persone abbia in sé l’origine del nuovo “disturbo” dato da “patrimonio genetico e esperienze di vita”; la ragione è semplice, arrancando come buona parte dei compatrioti, dovete aprirvi strade per applicare la vostra professione per cui seguite la strada meno complicata facendo per così dire pressione sulle persone potenziali pazienti ed evitando di analizzare più in profondità: spesso avete a che fare con istituzioni pubbliche ed è prudente non uscire da percorsi sclerotizzati. C’è però anche una seconda ragione che da ignorante che ha seguito gli studi solo fino a 14 anni mi stupisce ma nemmeno troppo: il pensiero personale pare non sia contemplato nelle scuole, vengono somministrate quintalate di nozioni e mire prestabilite, da lì la maggior parte di quelli che furono studenti ed ora posseggono un titolo pare non siano in grado di uscire, una sorta di lobotomia indotta e accettata. Magari dopo ciò che ho detto più sopra potrò sorprendere, pure io credo che la maggior parte degli esseri umani sia malata, ma in modo che probabilmente non verrebbe capito anche se lo spiegassi, per cui glisso, aggiungo solo che se la percentuale riportata ha un qualche fondamento, io contrariamente alla dottoressa me ne rallegro.
"Non la solita Pizza 3" - 24 Giugno 2017 - 16:15
Re: Delucidazioni
Buongiorno, nel post è indicato Gravellona Toce, piazza Vittorio Veneto (piazza delle scuole) e Corso Sempione. Grazie di seguirci
M5S torna sui bagni pubblici - 25 Aprile 2017 - 19:21
Re: Maiali
No cara lady oscar, Quei preziosi e rari bagni pubblici devono rimanere aperti, è un servizio unico che deve essere gestito come si deve. Mi pare invece chiaro che bisogna puntare sull'educazione civica e metterla come materia fondamentale nelle scuole, c'è un'enorme ignoranza su quanto vale la "cosa" pubblica. Perché le scuole non obbligano i propri allievi ad uscire dalle aule e per qualche ora all'anno non gli sa fa pulire le strade, le spiagge e i giardini pubblici? In modo da far capire a tutti quanto sia faticoso sistemare le stupidate che si fanno (ovviamente è un'idea, un incentivo a far capire a qualche cretino che tutto sommato non vale la pena fare atti di tipo vandalico o similari). In più ricordo che in moltissime e note località turistiche i servizi igienici hanno un costo non indifferente ed è giusto mantenerli gratuiti almeno nella nostra città. Un'altra idea, come deterrente, potrebbe essere quella di inserire il proprio codice fiscale prima di accedere ai bagni pubblici, del resto se non sbaglio lo si fa già quando si comprano le sigarette al distributore automatico.
Interpellanza su contributo evento - 16 Aprile 2017 - 09:20
Non ci sono soldi
Non ci sono soldi per cose vitali, si taglia nella sanità, nelle scuole, nelle pensioni, negli stipendi, nella sicurezza, nella manutenzione viaria,in tutto il tagliabile e poi si stanziano soldi pubblici per eventi fatui come questo.Ma per favore.....e smettiamola di scimiottare Vienna in un modo che ci rende solo ridicoli agli occhi del resto del mondo! Chi organizza certi eventi se ha soldi per farli li faccia ma non vada a mungere le casse pubbliche dove i soldi sono anche i nostri.
"Segnala la buca!" - 10 Aprile 2017 - 22:01
Risposte
Gentile Laura, le segnalazioni sono state fatte da più parti ma senza esito, il nostro intento è raccoglierle e confrontarle in commissione anche per capire come ne viene stabilita la priorità. Gentile Anonimo (ma non tanto), il nostro comunicato è del 6 aprile ed è stato pubblicato solo oggi (non ne conosco il motivo ma così è), ma la commissione sarà domani, quindi i tempi non si allungano. Ben venga la gente in commissione così vede cosa dicono tutti i consiglieri, tutti. Sul gettone vada a vedere cosa fa il cinque stelle, quest'anno 150 risme di carta alle scuole... Cordialità, Roberto Campana
Frana SS34: indagati i proprietari? Solo atti dovuti - 1 Aprile 2017 - 13:14
Per sportivamente
Quello che lei dice non fa una grinza, ma penso che convenga con me che siamo diventati dei sudditi solo doveri e nessun diritto , mi spieghi perché viaggiamo tutti i giorni su strade comunali e provinciali fuori norma ,il fatto è che ormai vi è un'anarchia del si salvi chi può e chi può fa valere i suoi diritti in sede legale gli altri solo scarpate nel sedere. Non parliamo delle scuole al Cobianchi fanno corsi sulla sicurezza e ai vetri attaccano carta da pacco perché non ci sono soldi per le tende, cosa ne dice?
Province: settimana di mobilitazione per difendere servizi e sicurezza - 27 Marzo 2017 - 16:54
La colpa questa sconosciuta
Apprendiamo che il 7 marzo 2017, il dottor Stefano Costa, presidente della provincia del VCO, ha presentato, presso la Procura della Repubblica di Verbania, la Prefettura del VCO e la Sezione Regionale della Corte dei Conti del Piemonte, un esposto cautelativo affinché vengano valutate eventuali condotte omissive e/o commissive. Nel documento, il Presidente Costa elenca, tra le premesse, tutti i compiti della provincia, tra i quali cita espressamente la costruzione, gestione e manutenzione della rete stradale provinciale; la costruzione, gestione e manutenzione degli edifici per l’edilizia scolastica per le scuole secondarie superiori e la tutela e valorizzazione dell’ambiente. Il Costa elenca una serie di motivazioni economiche che porteranno ad uno squilibrio valutato in oltre 10 milioni e mezzo di euro che determinerà la “concreta impossibilità di erogare servizi fondamentali per la collettività, legati alle funzioni individuate dalla Legge n. 56/14 per le Province, con il rischio concreto ed attuale di interruzione dell’erogazione di pubblici servizi”. Nell’esposto è chiarissimo il riferimento ai provvedimenti legati alla spending rewiew (D.L 66/14 e 92/12) e agli obblighi di riversamento allo Stato dei tributi propri previsti Legge 190/14 (legge di stabilità): in pratica la causa del dissesto è imputabile per la maggior parte (9.5 mil € su 10.5 mil €) a quanto la provincia deve riversare allo stato centrale. È un atto d’accusa di straordinaria intensità quello che il Presidente Costa mette nero su bianco in questo documento, ma una domanda sorge spontanea: chi ha creato le condizioni perché questo avvenga? Quale governo ha promulgato le leggi che mettono a rischio i servizi elencati in precedenza? IL D.L. 92/12 è stato promulgato dal governo Monti (sostenuto principalmente da Forza Italia e PD) mentre tutte le altre leggi sono figlie del governo Renzi (sostenuto principalmente dal PD): prendiamo quindi atto del fatto che il presidente Costa, del PD, dichiari di non poter svolgere le proprie funzioni a causa di leggi promulgate in larga parte dal PD. Ci piacerebbe inoltre sapere cosa ne pensa il Deputato PD Enrico Borghi, da sempre molto vicino al Presidente Costa, che ha votato convintamente, viste le sue molte dichiarazioni in merito, la Riforma Delrio del 201 che verteva proprio sulla riforma delle Province. Noi esprimiamo tutta la nostra preoccupazione per il rischio concreto che non vengano erogati servizi fondamentali ai cittadini e, nel contempo, denunciamo con forza le contraddizioni del PD che, al governo centrale, emana leggi finalizzate a tappare buchi mettendo a rischio i servizi dei cittadini e, a livello locale, esprime rappresentanti che ne denunciano le gesta. Questo Paese non si può più permette un classe politica come questa! Monica Corsini Portavoce M5S al Consiglio comunale di Domodossola Milena Ragazzini Portavoce M5S al Consiglio comunale di Domodossola Roberto Campana Portavoce M5S al Consiglio comunale di Verbania Davide Crippa - Cinque Stelle Portavoce M5S alla Camera dei Deputati"
Federazione degli Studenti: legge per l'eutanasia - 12 Marzo 2017 - 15:58
Che c'azzecca?
Mi piace ricordare: ""Si tratta di un sindacato studentesco presente nelle scuole superiori che pone come obiettivo una scuola su misura per ogni studente, con delle strutture e dei servizi adeguati, con una didattica che segua le nostre aspirazioni e i nostri desideri. Questa federazione combatte per una scuola egualitaria, che includa sopratutto chi si trova difficoltà. Una scuola che non lasci indietro nessuno,che combatta le discriminazioni. una scuola laica, ecologista e Antifascista! Una scuola pubblica di qualità! Vogliamo cambiare questo paese partendo dalle scuole, investendo sul nostro futuro, il futuro del nostro Bel Paese. Creiamo FDS nel VCO per riunire tutte quelle ragazze e tutti quei ragazzi che in questo paese ci credono ancora, e lo vogliono cambiare. Manca da troppo tempo sul territorio, un'associazione giovanile che lavora all'interno delle scuole, su temi concreti nel campo del sociale e della politica. ""
Spazio Bimbi: Denuncia di 600 professori universitari: gli studenti non sanno l'italiano - 18 Febbraio 2017 - 09:29
La scuola che non funziona
Ci sono tante cose nelle nostre scuole che fanno rimanere perplessi. Comincio con gli insegnanti di educazione fisica. Ma a cosa servono? Spesso le loro spazio è ridotto a ora di ricreazione. I maturandi italiani dopo anni e anni di studi di lingue straniere non riescono a intrattenere una conversazione in lingua. lo studio della lingua straniera è ridotto nel completare o rispondere a frasi scritte sul libro di testo. Noto anche che non vengono più assegnati riassunti, temi e composizioni ma schede alla fine di ogni brano di antologia. Serve per certi aspetti il ritorno a vecchi metodi ma alcune pratiche devono essere totalmente rinnovate.
Lega Nord su aggregazione di Cossogno - 13 Febbraio 2017 - 19:03
Re: Cari amici....
Ciao lupusinfabula ma tu stai in una metropoli!! hai addirittura le scuole,la posta... :) noi siamo meno di trenta,al confronto tu sei a Las Vegas!
Lega Nord su aggregazione di Cossogno - 13 Febbraio 2017 - 13:10
Cari amici....
Cari amici del "grande è bello" e fanatici del "W la città", sinceramente non vi invidio: io sto benissmo nel mio villaggio, dove ci consciamo tutti, dove con sindaco ed amministratori ci diamo del tu, dove ci conosciamo con i dipendenti comunali e con l'impiegata dell'ufficio postale nel quale non c'è mai la coda, dove l'omino che raccoglie la spazzatura mi lascia le cassette di legno perchè sa mi servono per accendere camino e stufa, dove, se ho bisogno, c'è il negozietto che vende di tutto, dove i rapporti con i vicini di casa sono ottimali perchè non sono estranei che conosci a mala pena benchè vivavno sul tuo stesso pianerottolo, dove il farmacista è un amico d'infanzia, dove so che andando fuori a cena quelle poche volte che posso permetermelo, non prenderò fregatura perchè l'oste è mio amico, dove l'asilo e le scuole che hanno seguito i miei figli, medie comprese, hanno una dimensione umana e non vi sono pericoli di "infiltrazione" da parte di soggetti disdicevoli, dove se solo gira una faccia poco conosciuta o sconosciuta ci si allarma a vicenda e, se del caso, siamo pronti con quello che serve per convicerli ad allontanarsi, dove se ho problemi con l'acqua potabile non devo fare numeri verdi per parlare con estranei che neppure sanno dove è il paese e men che meno la via in cui abito, dove lo spazzaneve arriva ben prima delle 6 del mattino quando nevica perchè lo guida un dipendente comunale, dove il vigile è un solerte sceriffo e, se chiamato, arriva senz'altro prime di altre divise,...dove, dove....avrei un sacco di altri dove ma concludo, per farvi arrabbiare, con un dove qui non verranno mai migranti perchè non è terra che gli si confà. Su quest'ultimo punto, ma solo su quest'ultimo, so che non sono d'accordo con Paolino. Maurilio tienti pure la tua città piena di luci, servizi, divertimenti, asili nido e tutto quello che vuoi: io dal mio villaggio non mi schiodo.
Lega Nord su aggregazione di Cossogno - 12 Febbraio 2017 - 21:44
Re: per Maurilio
Ciao lupusinfabula anche tu stai semplificando, e stai guardando la cosa dal punto di vista della comodità del singolo, cosa vuol dire piccolo è bello? Sarò io che vedo le cose in modo diverso, ma pensa solo all'accesso agli nido per i residenti fuori Verbania...ormai i miei figli sono grandi e io ho "spento la macchinetta", ma ad una giovane coppia non conviene vivere fuori Verbania, non fosse altro per la possibilità di mandare i figli al nido. Di conseguenza, nei piccoli comuni rimarranno case sfitte o invendute, negozi, se sono rimasti, che chiudono, asili e scuole che faranno sempre più fatica a sopravvivere, servizi essenziali (farmacia, posta,...) che prima aprono a giorni alterni e poi chiudono definitivamente, e così via! Sei proprio sicuro che piccolo sia bello? Poi, come fare, su quali basi e con quali meccanismi fare le unioni, questo è un'altro discorso, ma di una cosa sono sicuro, il sistema del piccolo comune non potrà reggere all'infinito! Per il bene dei piccoli centri, va trovata una soluzione, e in fretta! Saluti Maurilio
Casa del Consumatore: No indennizzi a pioggia banche venete - 14 Gennaio 2017 - 23:28
Re: chiarimento
Ciao livio Se tu non hai fatto le scuole alte, io non ho fatto nemmeno le scuole basse però cerco di rispondere alla tua richiesta di chiarimento. Tu hai comprato delle azioni, comprando le azioni sei diventato uno dei proprietari della banca (immagino perché tu credevi nel business e perché si poteva avere una buona rendita). Hai investito in una banca come potevi investire in un centro abbronzatura o in un bar, in pratica è la stessa cosa. Quando entri in banca e vedi una sedia puoi tranquillamente pensare "è mia". Ora tu liberamente hai comprato delle azioni ad un certo prezzo. Ora per una serie di motivi quelle azioni non valgono più il prezzo iniziale perché prima tu hai comprato un pezzo di una banca che valeva 100 ora quella banca vale 1 e di conseguenza anche il tuo pezzettino vale meno. Ora tu vuoi che la banca che tu possiedi ti restituisca il valore iniziale di quanto investito. Il tuo discorso potrebbe avere senso se tu fossi l'unico proprietario ad averci smenato e quindi gli altri proprietari potrebbero smenarci qualcosina per risarcirti. Invece siete tutti sulla stessa barca e quindi state chiedendo i soldi a voi stessi. Ipotizziamo che in un'eventuale causa, il giudice vi dia ragione, come farà la banca a risarcirvi senza fallite? Chiederà i soldi ai proprietari della banca! In pratica se tutti i proprietari ottenessero 100 di rimborso, gli stessi dovrebbero finanziare di 100 la banca altrimenti questa fallirebbe. Poi la realtà è molto più complessa ma il principio che t'ho espresso, è inattaccabile
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti