Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco

settanta

Inserisci quello che vuoi cercare
settanta - nei post
"Nuovo Mondo" al Museo del Paesaggio - 19 Ottobre 2017 - 11:27
Il Museo del Paesaggio organizza un ciclo di cinque incontri dedicati al paesaggio, o meglio alle pratiche ecologiche che costituiscono la premessa alla sua conservazione e valorizzazione.
Grigori Sokolov apre la stagione de Il Maggiore - 14 Ottobre 2017 - 11:34
Sarà Grigori Sokolov, uno dei massimi pianisti al mondo, ad inaugurare la seconda stagione del centro eventi Il Maggiore a Verbania.
Il Maggiore: parte la vendita biglietti singoli - 14 Settembre 2017 - 10:23
Dal 15 settembre parte la vendita dei singoli biglietti per tutti gli spettacoli, 23 appuntamenti da ottobre a maggio tra musica, prosa, danza, comici, opera, circo e narrazioni.
Il Maggiore: rinnovo e nuovi abbonati - 1 Settembre 2017 - 10:23
Prosegue la vendita in prelazione per gli abbonati alla prima stagione del Teatro Il Maggiore di Verbania. Fino a sabato 2 settembre sarà infatti possibile, per chi fosse in possesso di un abbonamento alla stagione 2016/2017, rinnovarlo per la stagione 2017/2018.
Il Maggiore stagione 17/18: Sokolov, Branciaroli, Frassica, Pasotti, Placido, Ughi - 26 Luglio 2017 - 10:23
Si apre domenica 15 ottobre 2017 con la grande musica la seconda stagione del Teatro del Centro Eventi Multifunzionale Il Maggiore di Verbania.
"La febbre del sabato sera" - 20 Luglio 2017 - 11:27
Il Maggiore di Verbania per Notti sul Lago. Il Maggiore Summer Festival: Venerdì 21 luglio alle 21.30 il musical prodotto dal Teatro Nuovo di Milano La febbre del sabato sera, regia di Claudio Insegno.
LibriNews: "La forma minima della felicità" - 14 Luglio 2017 - 08:01
Per la rubrica a cura di Zest Letteratura Sostenibile, un progetto culturale dell’Associazione We feel Green, oggi proponiamo “La forma minima della felicità", di Francesca Marzia Esposito, Baldini e Castoldi 2015.
Anche Renzo Ulivieri al camp del Piedimulera - 11 Luglio 2017 - 07:03
A chiudere la prima settimana del camp del Piedimulera ci ha pensato Renzo Ulivieri, presidente dell’Associazione Italiana Allenatori nonché ex tecnico di Napoli, Cagliari, Parma e Torino tra le altre.
Mostra Schawinsky - 7 Luglio 2017 - 10:23
Al Palazzo Parasi di Cannobio da sabato 8 luglio a domenica 3 settembre 2017 Xanti Schawinsky un protagonista del Bauhaus a cura di Elena Pontiggia, inaugurazione sabato 8 luglio, ore 17,30.
MilanoInside: Museo City - 2 Marzo 2017 - 08:01
In arrivo un weekend all'insegna della cultura: dal 3 al 5 marzo Milano si veste di arte.
In tanti al Junior Boulder Climb Contest - 16 Febbraio 2017 - 17:35
Si è tenuta domenica presso la palestra Sport Più di Villadossola la prima tappa dello Junior Boulder Climb Contest, una competizione giovanile amatoriale di bouldering appoggiata dal Csi.
Il Novecento italiano visto dal cinema. Esercizi di visione con Bruno Fornara - 26 Gennaio 2017 - 13:01
Bruno Fornara è critico cinematografico. Dalla fondazione nel 1994, insegna cinema alla Scuola Holden di Torino. Fa parte della commissione selezionatrice della Mostra Internazionale del Cinema di Venezia. Scrive su «Rockerilla», «La rivista del cinematografo», «FilmTV», «Cineforum» e sul sito www.cineforum.it Tiene molti corsi di cinema in giro per l'Italia.
Green Think a BookCity Milano - 4 Novembre 2016 - 15:21
Green Think, pensiero e pratiche green raccontati dagli esperti. La sostenibilità possibile. 20 Novembre ore 10.30 presso Museo Civico di Storia Naturale – Corso Venezia, 55
M5S: "No slot" - 27 Settembre 2016 - 09:16
Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato del Movimento Cinque Stelle Verbania, riguardante la nuova legge Regionale sulla regolamentazione delle slot-machine.
Museo del Paesaggio a Editoria & Giardini - 19 Settembre 2016 - 19:22
In occasione dell’edizione 2016 di “Editoria e Giardini” dal tema PIETRA E FIORI, il Museo del Paesaggio organizza due eventi, martedì 20 e giovedì 22 settembre 2016
settanta - nei commenti
Baveno: Giornata dell'Unità Nazionale e delle Forze Armate - 1 Novembre 2016 - 16:39
Che sia l'ANPI....
Che sia l'ANPI a collaborare all'organizzazione della festa mi fa sospettare: un' associazione che a distanza di settanta anni dalla fine della guerra ancora divide gli italiani tra chi ha portato una divisa e chi ne ha portata un'altra non mi pare molto titolata a parlare di "unità nazionale".
Cafè Teologico: “L’aborto non lascia traccia?” - 18 Febbraio 2016 - 09:45
Teologia e aborto?
Due considerazioni: - non mi piace che in un contesto "alto" e per questo di un certo interesse anche per un laico tendente all'ateo, si faccia "propaganda" anti abortista. Purtroppo, la possibilità di interrompere volutamente una gravidanza c'è, quindi meglio una legge che lo consenta di fare in strutture sanitarie che dalle "mammane" come negli anni settanta. - credo che nessuna donna abortisca per leggerezza, dietro c'è un dramma che merita più rispetto! Sono sicuro che ci siano dei drammi post aborto, ben venga che ci sia chi studia questi traumi e sappia intervenire in modo opportuno, ma da qui a perlarne davanti "a un caffè".... Saluti Maurilio P.S: quale sarà la preparazione accademica di Giuseppe Spimpolo che ad aprile parlerà di "FARE SESSO SOLO PER PIACERE E’ PECCATO?"?...
Morto Renato Bialetti, il papà della Moka - 12 Febbraio 2016 - 14:47
Re: maurilio
Caro Andrè Caro Max Lavecchia giusto per chiudere il discorso sui poli industriali, nel Cusio esisteva già un polo attivo nelle caffettiere, chi ha, purtroppo come me, una cinquantina d'anni, si ricorderà delle caffettiere Gemelli (in foto due esemplari che aveva anche mia mamma), azienda che chiuse molto prima della Bialetti, a memoria primi anni settanta, a dimostrazione che il mercato della caffettiera è duro a priori... Saluti Maurilio
Sei di Verbania se .... - 5 Settembre 2015 - 16:30
Amarcord Suna
Ho dei bellissimi ricordi di Suna avendo vissuto i miei primi otto anni e mezzo di vita,ed esattamente dal settembre 1948 al febbraio del 1957.I miei primi ricordi sono quelli dell'asilo infantile : Suor Luisa, suor Maria e la superiora di cui non ricordo il nome.Di suor Maria ricordo la sua dolcezza e comprensione nonostante io ed altri miei compagni fossimo un po' troppo vivaci ,ma soprattutto il suo viso molto carino e materno che ci rassicurava.Abitando in via dei Partigiani , allora molto frequentata,non c'era da annoiarsi. Molti erano i bambini coi quali giocavo:Adriano,Renato,Pierangelo,Flavio e Nives che mi graffiava regolarmente in quanto sosteneva che le facessi un po' di dispetti. La zona del Monterosso andando verso Cavandone era una delle nostre mete preferite per giocare e se devo dire la verità utilizzando a volte fionde e archi costruiti con i telai di vecchi ombrelli,col rischio di farsi seriamente male.Poi c'erano i ragazzi più grandi di noi che cercavamo di imitare osservandoli nei loro comportamenti non sempre positivi. C'era Ettore un amico di mio fratello Cesare,un ragazzo di 17 o 18 anni che era un po' turbolento ma buono d'animo; Roberto che gli piaceva fare i dispetti a Don Rino col beneplacito di mio fratello e col vizietto di tracannare un po' di vino;Giuliano che si divertiva ad usare i famosi sandolini abbandonati dall'esercito americano sulle spiagge di Suna, che erano delle piccole imbarcazioni che assomigliavano vagamente alle nostre canoe jole ; poi c'era Pollini un fanatico della pesca in quanto proveniva da famiglia di pescatori famosa in tutta Suna che portava mio fratello in barca. Altri personaggi a volte caratteristici che ricordo: Remigio,un uomo già abbastanza anziano e sordomuto che abitava di fronte a casa mia e che viveva in un locale di una vecchia casa fatiscente,come tante altre case di quel tempo, assieme alle sue capre.Vivacchiava vendendo un po' di frutta e verdura e qualche bottiglia di vino ed ogni tanto chiedeva a mio padre se la guerra fosse finita in quanto non potendo socializzare molto ed essendo analfabeta viveva in un mondo tutto suo.Poi c'era Mentina,una signora di mezza età che gridava spesso,ma forse era il suo modo di esprimersi, nervosa e bizzarra che ogni tanto veniva ricoverata a Novara al centro neuro psichiatrico.Ricordo anche Mazzola un commerciante di generi alimentari che aveva un figlio col quale ogni tanto giocavo;Lomazzi un capomastro edile ,un uomo sempre indaffarato padre di tre figli;Benvegnù un commerciante di frutta e verdura col figlio Claudio,morti entrambi in un incidente stradale negli anni settanta;il Dott.Garzoli con la sua vecchia balilla che rigava regolarmente contro il muro quando imboccava la via in cui abitavo.C'era poi Elena una ragazzotta robusta col viso bianco e rosso che abitava in via Brofferio che tuttti i giorni andava a riempire due secchi d'acqua in una delle fontane di via Partigiani;Giannina di origine veneta che andò a farsi suora che era ancora ragazza; Il postino con il viso sempre allegro e paonazzo; il farmacista che con la sua aria seriosa mi metteva soggezione e Adriana che commerciava in maglie di lana e cotone che diventò anni dopo suocera di Alberto ,un mio carissimo amico che abitava nei pressi del cimitero di Suna e che suo padre faceva il carrettiere in tutta Verbania, un mestiere allora abbastanza diffuso.Non posso poi dimenticare il famoso colonnello Galli ,un ufficiale in pensione di circa 75-80 anni,un vero e proprio signore che faceva il galante con tutte le donne del paese.Termino ricordando le mie prime maestre delle scuole elementari che sono: Flora Ciambellini allora molto giovane e carina della quale forse mi ero per così dire innamorato e la maestra di 2° elementare Maria Farina che ebbi sino in terza in quanto poi mi traserii a Pallanza con la famiglia.
VB/doc su rione Sassonia "Il Teatro Sociale" - 2 Settembre 2015 - 08:53
CEM?
la miopia di allora ha prodotto vari disastri,altre il Teatro anche il ponte Cobianchi, straordinaria opera, è stato demolito con molte difficoltà dato la solidità della struttura ,oggi ci rmane il Cem che personalmente ritengo un disastro per la ns comunità(gestione/manutenzione) cosa ne pensa Zanotti basta leggere il suo VB settanta
Presentata la Virtus Verbania - 2 Agosto 2015 - 09:42
Un curriculum così così
Dire di avere un " florido settore giovanile" con settanta bambini, è buttarsi la zappa sui piedi e dimostrare di non avere idea di cosa siano i numeri veri di questo tipo di attività. settanta bambini, per un settore giovanile sono numeri ridicoli, che gettano ombra sulla reale volontà di presidiare questa parte così importante della pratica sportiva. Vero che per Verbania si vorrebbe fare un collegamento con la neonata Accademia, ma anche qui però c'è qualcosa che non mi piace, ad esempio il fatto che quest'ultima prenda contributi ( quanti? E perché a loro sì e ad altri no?). A Verbania cambia il sindaco, cambia il nome delle squadre, ma i soldi (nostri) li prendono sempre i soliti. Per favore un po' di trasparenza ed equità , grazie.
Elezioni di Quartiere: ecco gli eletti - 16 Giugno 2015 - 23:39
Maurilio e Vermee
Maurilio, partiamo da un dato oggettivo : Verbania non è una città come le altre con un suo centro, e via via fino alla periferia ;Verbania è un agglomerato di paesi unito in un solo nome ... Intra ,Pallanza,Trobaso, Suna, Fondotoce ,Cavandone sono realtà diverse con problemi diversi , con un loro centro storico diverso e periferie diverse.. veniamo al dunque... i consigli di quartiere o comitati di quartiere nacquero negli anni settanta proprio quando ci si accorse che ogni quartiere viveva un problema diverso rispetto a un altro.. ora è vero che il Quartiere Garibaldi ha più abitanti che tutto il VCO, ma non è un problema di abitanti ,ma di diversificazione delle problematiche . Più c'è decentramento più c'è democrazia più le persone contribuiscono a costruire dal basso . Vermeer io capisco che per te la Rivoluzione Francese possa per te evocare qualcosa di nefasto però non esagerare.. magari tra gli eletti ci fosse un novello Robespierre o Saint Just ma purtroppo non è così.. per quanto riguarda le manie di protagonismo di chi si è candidato beh forse non sono da meno di chi deve per forza commentare un articolo senza dire niente ... come spesso fai tu... perché magari tra chi si è candidato c'è qualcuno che ha voglia di fare perché fa parte di una comunità invece che stare a guardar le stelle
Belle FOTO di Palazzo di Città "arancione" - 17 Marzo 2015 - 23:11
...che brutta vita...
Che brutta vita deve avere robi per essere così incazzoso con tutti...tu pensa che mia nonna, quando io ero piccolo cioè negli anni sessanta e prima metà dei settanta, mi diceva: "spusa mia na teruna!" (traduco, non sposara una ragazza italiana di origini meridionali). Mia nonna non era cattiva, ma parlava a fatica l'italiano, preferiva il dialetto, così come facevano i suoi coetanei nati nel sud d'Italia, morale, non si capivano! Se tutti ci sforzassimo per capirsi meglio, tutto sarebbe più facile, i delinquenti (di ogni nazionalità) continuerebbero a delinquere, ma quante cose potrebbero fare le persone di buona volontà... Saluti Maurilio
Forza Nuova su "Settimana contro il razzismo" - 16 Marzo 2015 - 22:04
Case Popolari
Le case popolari sono assegnati in base a precisi requisiti, tra cui redditto e residenza, tipicamente gli stranieri guadagnano meno, principio su cui si basa il frontalierato con il Canton Ticino, quindi non mi stupisce che ci sia un elevati numero di assegnazioni di case popolari a cittadini stranieri. Al Capone non aveva la casa popolare, però è stato arrestato e condannato per evasione fiscale, mettendo definitivamente fine alla sua carriera, anche questo dovrebbe farci riflettere! Non ho e non ho voglia di cercare questi dati, ma se è vero che in Svizzera il 60% dei reati è commesso da cittadini stranieri, è anche vero che una parte importante del PIL svizzero è generato da cittadini stranieri, ogni medaglia ha il suo rovescio. Poi vorrei ricordare a chi ha più di 50 anni, quanto astio c'era nei confronti dei meridionali fino agli anni settanta/ottanta, vi chiedo se vi ricordate cosa fosse Renco, ma potri citare Quart'Oggiaro a Milano o Falchera a Torino, fino a tutti gli anni ottanta; per chi non se lo ricorda, Renco era un posto dove potevi trovare di tutti, ovviamente rubato, dove era meglio non andare con una bicicletta nuova, eppure erano tutti italiani! Saluti Maurilio
PdCI su chiusura DEA - 12 Novembre 2014 - 23:19
Esco dal coro...
Esco dal coro e vi faccio una domanda: comprereste oggi una macchina degli anni settanta, diciamo una FIAT 127, al costo di una utilitaria attuale? Ecco, questo è l'esempio che mi viene per descrivere quella che è oggi la sanità. Una macchina costosa che richiede personale altamente qualificato e dove si richiede un'esperienza sempre più elevata. Infatti, per farsi curare patologie gravi si esce da Verbania, o da Domo, per andare in centri specialistici che si differenziano dai nostri ospedali non perché hanno medici migliori, ma perchè fanno solo quello su centinaia di migliaia di casi l'anno, questa è la sanità oggi. Quindi no all'ospedale unico, siamo un territorio troppo piccolo per avere delle eccellenze, e forse dovremmo accettare l'idea di avere un solo DEA, o addirittura nessuno, ma solo dei centri di primo soccorso dove preparare il malato per essere trasferito in un centro specialistico, dove si può essere curato meglio che in un DEA non sufficientemente attrezzato. Ovviamente questo deve essere negoziato con servizi di prossimità più efficienti, una base di elisoccorso, dotata di un elicottero adatto per i voli ogni tempo e notturni, la costruzioni di piazzole distribuite lungo tutta la provincia, e così via... So che quello che ho scritto potrebbe non piacere a tutti, me per primo, ma temo che questa sia quello che, per forza di cose succederà. Saluti Maurilio P.S. Faccio notare, che non ho mai parlato di risparmi, ma di servizi migliori (migliori cure) per i cittadini
Poste Italiane cerca personale - 3 Luglio 2014 - 12:33
PERSONALE POSTE ITALIANE
Ah ecco è questo il motivo. Da settanta in su di punteggio la posta è più celere.
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti