Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco

storico

Inserisci quello che vuoi cercare
storico - nei post
Giornata della Memoria - Gravellona - 23 Gennaio 2018 - 11:27
In occasione della Giornata della memoria, l’Amministrazione comunale di Gravellona Toce organizza mercoledì 24 gennaio 2018 alle ore 20.30 presso la Biblioteca Civica F. Camona - c.so Roma 15- un incontro dal titolo “La svastica allo stadio” Storie di persecuzione e resistenza nel mondo del calcio sotto il nazismo.
Nikolajewka e Dobrej 2018: per non dimenticare - 20 Gennaio 2018 - 15:03
Settantacinque anni fa, era il 26 gennaio del 1943, gli Alpini combatterono sul fronte russo quella che è passata alla storia come la battaglia di NIKOLAJEWKA: gelo, freddo, condizioni proibitive affrontate da ragazzi armati di coraggio e dell’ideale di Patria da difendere, decisi a sfondare l’accerchiamento dell’esercito nemico per cercare una via di salvezza.
Mostra fotografica Aiazzi-Majno prolungata - 18 Gennaio 2018 - 15:03
Dato il successo dell’iniziativa, il Museo del Paesaggio ha deciso di prorogare la mostra fotografica, allestita presso la sua sede di Palazzo Viani Dugnani, fino a domenica 11 febbraio 2018.
Un anno di Museo del Paesaggio - 17 Gennaio 2018 - 15:03
Un anno molto importante il 2017 per il Museo del Paesaggio di Verbania. L’apertura del piano nobile di Palazzo Viani Dugnani ha restituito quasi integralmente l’edificio alla fruizione pubblica, con una riqualificazione funzionale adeguata al grande valore del settecentesco palazzo nel centro storico di Pallanza.
Festa patronale Crusinallo - 16 Gennaio 2018 - 18:06
Riportiamo il programma dei festeggiamenti patronali a Crusinallo, quest'anno XVI centenario di San Gaudenzio.
Augusto Guerriero detto Ricciardetto – Quaesivi et non inveni - 16 Gennaio 2018 - 13:01
Mercoledì 17 gennaio 2018, alle ore 20.00, presso la Biblioteca Civica “P. Ceretti” di Verbania, Letture filosofiche – “Lo spazio bianco” propone: Augusto Guerriero detto Ricciardetto – Quaesivi et non inveni, Mondadori 1973.
Vega Occhiali Rosaltiora ospita Paffoni - 13 Gennaio 2018 - 18:06
Dopo il lungo periodo di stop per le festività e dopo che l’allenamento congiunto contro le statunitensi del College del Nord Carolina non si è potuto disputare per i noti motivi di maltempo (e difficilmente sarà ‘recuperato’) per la prima squadra di Vega Occhiali Rosaltiora è tempo di riprendere il cammino in campionato con le ultime due gare del girone di andata, peraltro entrambe insidiose.
Sovranità nazionale e comunità internazionale nella Costituzione Italiana - 11 Gennaio 2018 - 19:22
Convegno Sovranità nazionale e comunità internazionale nella Costituzione Italiana. Organizzato da Casa della Resistenza, ANPI Provincia VCO, Istituto storico della Resistenza di Novara, Comitato Resistenza e Costituzione della Regione Piemonte. Venerdì 12 gennaio, Teatro Galletti Domodossola, dalle ore 10.00.
Cresce l'export dei formaggi italiani grazie anche al VCO - 10 Gennaio 2018 - 18:36
Il latte munto ogni giorno nelle stalle delle nostre province è alla base del successo internazionale dei formaggi italiani che fanno registrare crescite record nel 2017. Di seguito la nota di Coldiretti Novara e VCO.
Vacanze di Natale: neve abbondante, bene il turismo - 7 Gennaio 2018 - 18:06
Tanti i turisti che, tra Natale e l’Epifania, quest’anno hanno affollato le località sciistiche e le piste piemontesi. Nonostante gli ultimi giorni, caratterizzati dal maltempo in alcune aree della Regione, il tasso di occupazione registrato dagli albergatori è stato infatti sempre alto, con picchi di tutto esaurito soprattutto in corrispondenza del weekend di Capodanno.
Arcademia: record di iscritti e concerto - 21 Dicembre 2017 - 09:33
La stagione 2017/2018 dei corsi e dei laboratori del Centro di formazione artistica Arcademia di Omegna è iniziata davvero bene con un il record di iscrizioni di bambini, giovani e adulti degli ultimi 5 anni.
"70 anni di Costituzione Repubblicana" - 14 Dicembre 2017 - 13:01
La Società Filosofica Italiana sez VCO con l'Associazione Casa della Resistenza organizzano il ciclo di incontri storico-filosofici "70 anni di Costituzione Repubblicana". Le radici ideali della Costituzione Repubblicana: tra diverse tradizioni politiche e prospettive per il futuro.
In migliaia ai Mercatini di Santa Maria Maggiore - 11 Dicembre 2017 - 19:47
Un successo che cresce anno dopo anno, edizione dopo edizione, raccogliendo consenso da parte di pubblico ed espositori: è l'ennesimo bilancio eccezionale per il borgo Bandiera Arancione di Santa Maria Maggiore, che fa dei suoi grandi eventi un biglietto da visita di portata ormai nazionale.
Chifu e Immovilli su asta stabile ex caserma - 8 Dicembre 2017 - 11:28
Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato dei Consigliere Comunale Forza Italia Berlusconi, Adrian Chifu e Michael Immovilli, riguardante l'asta per la vendita dello stabile ex caserma del Comando dei Carabinieri.
C.so Garibaldi blocco della viabilità - 5 Dicembre 2017 - 10:23
Modifiche alla viabilità a Intra: 8, 16 e 23 dicembre vietata la circolazione su c.so Garibaldi.
storico - nei commenti
Chifu e Immovilli: Il Maggiore, parcheggio e Movicentro - 11 Gennaio 2018 - 16:16
Ragioni e Torti
Non sono quasi mai d'accordo sulle analisi di Renato, ma su due questioni non v'è dubbio alcuno: - Struttura CEM: c'è stato un errore tecnico (e non politico come in tanti vogliono farlo passare). Qualcuno ha sbagliato i conti e qualcun'altro si è accorto troppo tardi che il fascicolo antincendio non era conforme alle direttive. E' pacifico che, per non attendere i tempi della Giustizia, si debba procedere con le correzioni del caso; ma è altrettanto doveroso perseguire chi ha creato il danno e pretendere il rimborso delle spese. Per questo tipo di cose ci sono le assicurazioni; non si conosce la genesi di questo errore, ma immagino non sia così complesso scoprirla. Tuttavia, per trasparenza, l'Amministrazione ben farebbe a rendere pubblica la storia, demandando alle azioni giudiziarie il recupero delle somme spese. - Inquinamento ex gasometro: è lapalissiano che nessuno mai pagherà per i danni procurati. Se mai riuscissero ad identificare i responsabili, le attuali condizioni potrebbero di fatto rendere impossibile il recupero delle maggiori spese. Ma qui finisce il mio appoggio a Brignone: sul resto della linea, rimango distante dalle sue osservazioni. In primo luogo, la scelta del materiale non c'entra nulla con le tempistiche del cantiere: installare un legno non trattato o trattato in fabbrica è la stessa cosa. Inoltre ognuno fa il suo mestiere: se Notarimpresa aveva come scopo di fornitura la realizzazione di un'opera con capitolati e materiali ben precisi, non era suo compito verificare. Vero che in questo modo la qualità di qualsiasi attività migliora, ma portando all'estremo questo concetto, allora anche il tecnico controllore deve essere controllato. Se il fascicolo anticendio era predisposto ed approvato, perchè mai il "magut" avrebbe dovuto metterci becco? Vale comuque quando detto sopra al primo punto: qualcuno ha sbagliao e giusto che paghi. Per quanto riguarda il parcheggio, l'unico vantaggio di una soluzione a raso era un evidente risparmio di denaro: per il resto avrebbe potuto accogliere verosimilmente solo un terzo della auto che potrà ospitare il nuovo edificio e, se non se ne fossero accorti con gli scavi, avrebbe lasciato gli inquinanti così come sono. Oppure, una volta scoperti, i costi di bonifica avrebbero certamente superato quelli di costruzione dello stesso parcheggio, avendo ben presente che nessuno pagherà mai per i danni procurati. Tornando al contenuto dell'articolo, sarebbe davvero dannoso (ai fini della realizzazione dell'opera) attendere che l'ente provinciale si esprima in maniera definitiva: non hanno soldi per il riscaldamento degli istituti secondari (leggasi riduzione dei giorni di scuola) e sappiamo bene come è finito il cantiere Movicentro. Per non parlare della manutenzione delle strade a loro gestione (con il teatrino annuale sui fondi per lo spalamento neve!). E' ragionevole pensare che la spesa di 186k€ per l'anali di rischio (spero ed immagino con relativi carotaggi) abbia portato ad un risultato tecnico congruo (ma questo non si può dire: hanno sempre ragione chi è contro l'amministrazione!). La provincia e l'Arpa avranno speso un decimo, ma si arrogano il diritto di porre veti solo perchè l'analisi del sottosuolo dovrebbe estendersi anche alle zone adiacenti....e chi pagherebbe? Carotiamo il San Francesco e poi se il sottosuolo è inquinato lo tiriamo su tutto per bonificare? Paga sempre la provincia!? Mah... Una volta deciso che il progetto è necessario per la città, ben fa l'Amministrazione a tirare dritto poichè siamo molto vicini a ritrovarci un cantiere che mai più si chiuderà a pochi passi dal centro storico, con buona pace di chi alla parola DEGRADO associa il proprio gusto personale. Saluti AleB
Minoranze: il Presidente difenda il Consiglio Comunale - 10 Ottobre 2017 - 10:19
Un nuovo museo? Di cosa? Perché?
Sono state diramete in questi giorni notizie e comunicati riguardanti Villa Simonetta. In questo frangente condivido pienamente le perplessità di Brignone. E' sicuramente positiva la notizia del rispristino di quello storico e pregevole palazzo ma esprimo molte perplessità circa l'intezione di inserire un museo all'interno dello stabile. Un museo di cosa? Abbiamo già un museo. Sarà l'ennesimo pissolo museo di provincia che non c..a nessuno? C'è un eventuale progetto amonte ancora non rivelato?
Asta pubblica per ex Caserma Carabinieri a Pallanza - 22 Settembre 2017 - 10:23
MAH....
Se non erro, era stata concessa in comodato d'uso negli anni. Io mi preoccuperei anche dell'ex cinema che, pur essendo proprietà privata (credo di una famiglia di Biella, ora in vendita per € 1.000.000), ha anch'esso un suo valore storico-culturale, solo che ora sta venendo giù a pezzi. Certo però che prezzi!
Ubriaco e armato: espulso - 23 Agosto 2017 - 09:55
Re: Re: Una sola spiegazione "Vizi Capitali"
Ciao info con le attuali leggi elettorali non vincerà nessuno da solo, cioè, nessuno arriverà alla fatidica soglia del 40% per ottenere l'ambito premio di maggioranza. Alla fine, ci sarà il solito compromesso storico PD/FI.... D'altronde anche l'ex Cav. ha sempre sostenuto che preferisce questa opzione piuttosto che un'alternativa M5S/Lega: dovesse verificarsi quest'ultima eventualità, parole sue, preferirebbe mandare cartoline da molto lontano!
Veneto Banca e Intesa San Paolo - 29 Giugno 2017 - 09:47
Re: Re: Re: Risparmiatori
Ciao robi perfetta disamina. l'idea che un cliente storico convinto ad investire 8/10 mila euro per "diventare socio" lo facesse per speculare è un'idiozia colossale. tutti lo facevano in perfetta buona fede nella convinzione di rafforzare "la nostra banca",e non dimentichiamo che spesso era un'operazione a costo zero,in quanto i soldi per comprare le azioni della banca te li dava la banca stessa,e tu pagavi solo gli interessi,che su piccole cifre erano poca cosa. la stragrande maggioranza non andava certo a pensare a spericolate operazioni speculative,ma nelle loro teste pensavano "guarda che grande banca abbiamo,ci vuole tutti soci",e cullavano anche l'illusione di poter dire la loro in assemblea. e per correttezza,va anche aggiunto che tanti speravano fosse anche un modo per avere una corsia preferenziale per far assumere un figlio/amico...ma questo è un altro aspetto,e non riguarda questa vicenda.
Conferenza di Magdi Cristiano Allam - 28 Aprile 2017 - 16:56
Re: Re: Re: Re: Re: Re: Lascia perdre Robi
Ciao info per quanto riguarda Hitler, hai ragione, ma ti avevo anticipato, scrivendo "non vorrei essere banale". Per quanto riguarda il resto, boh! Non uno storico, ma leggo, e ci sono più analogie di quanto creda, non so cosa hai letto tu e quanto conosca a fondo la storia degli ultimi 50 anni. Vedo che anche tu hai fonti sicure che danno per certo un attentato in Italia nel breve periodo, vedremo, speriamo di no...saluti Maurilio
Conferenza di Magdi Cristiano Allam - 28 Aprile 2017 - 12:19
Re: Re: Re: Re: Re: Lascia perdre Robi
Ciao Maurilio, permettimi di dirti che il paragone storico con Hitler è un po' fuori luogo, lo puoi capire da solo, è inutile andare oltre (lascia che lo dicano gli storici) e permettimi di aggiungere che anche questa è la solita frase che si ripete nei salottini buonisti per giustificare quello che sta accadendo e/o sta per accadere. Molto superficiale la tua analisi storica sugli attentati del passato e quelli presenti di Francia e Germania, fuorvianti le motivazioni sul perchè non accadono in Italia (è solo questione di tempo) . Non so come ti sei formato, dove prendi queste notizie, a quali basi storiche fai riferimento, immagino che siano semplicemente l'espressione delle tue opinioni e come tali opinabili e quindi criticabili. Guarda in faccia alla realtà, non andare nel passato, siamo nel presente, la questione è molto delicata, c'è un enorme business dietro la tratta dei finti profughi, e nel mucchio c'è il rischio concreto che qualche esaltato compia atti terroristici tranquillamente anche in Italia: magari non te ne sei accorto, ma la situazione in Europa sta diventando come quella di Israele, con l'enorme differenza che là sono altamente organizzati e pronti a rispondere mentre qui si pensa a far sposare le coppie omosessuali e relative adozioni di figli, a far togliere crocifissi in nome di uno Stato laico e poi si pensa a costruire moschee perché se no la nuova società islamica si offende. Ritorna sul pianeta Terra perfavore ..
Monumento ai caduti sul lungolago torna a risplendere - 26 Aprile 2017 - 16:53
x Livio
Concordo con il tuo giudizio . L'attuale Circoscrizione ha dato parere favorevole ? E dello scempio dei platani al porto nessuno parla ? Osserva la foto che allego , lo storico filare di platani è stato mutilato ,mancano i primi due a destra .La motosega è sempre in azione.. La foto l'ho scattata ieri ,nota bene il bel fogliame verde dei platani e vedrai che , come lo scorso anno , a maggio verrà potato ,ovviamente con la motosega. Dobbiamo fare una petizione , come x la canfora di Pallanza, , per ripiantare i due platani ? Saluti
Monumento ai caduti sul lungolago torna a risplendere - 24 Aprile 2017 - 16:11
Platani
Ciao lupusinfabula , sapessi quanto dispiacere mi procura vedere tanta incapacità e poco amore per il mantenimento del nostro patrimono storico del verde . I platani del vecchio porto sono una parte di storia del nostro Porto.
Paolo Ravaioli nuovo segretario provinciale PD - 1 Marzo 2017 - 15:41
Re: UN CONSIGLIO....
Ciao SINISTRO CONDIVIDI 1 marzo 2017 11:40 NAPOLI Napoli, camorristi del clan più potente in città si iscrivono al Partito Democratico Affiliati al clan Contini tesserati al PD. Il clan egemone nel centro città ha inserito suoi affiliati tra gli iscritti al partito. A denunciarlo alcuni militanti dello storico circolo di San Carlo All'Arena in una lettera alla segreteria provinciale del Partito Democratico. CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO SU 3.608 COMMENTA A Napoli c'è un nome che più di tutti vuol dire camorra, quel nome è Edoardo Contini. Il suo clan non ha mai vissuto "scissioni", il suo territorio gli è sempre stato fedele. Eduardo ‘o romano è stato la chiave di volta dell'Alleanza di Secondigliano, il cartello che ha egemonizzato per oltre 20 anni Napoli. Non c'era grammo di coca o appalto che si realizzasse senza il placet dell'Alleanza ed Edoardo Contini ne era il reggente. Co-fondatore insieme al defunto Gennaro Licciardi, Gennaro ‘a scigna e il giuglianese Francesco Mallardo alias Ciccio ‘e Carlantonio del gruppo criminale più potente della città ne è diventato il leader grazie alla sua capacità di unire "plata y plomo". Una grande capacità diplomatica che gli ha permesso una latitanza durata durata 7 anni lontano dal suo quartiere: San Carlo all'Arena. Anche mentre era in fuga il suo clan non ha mai ceduto, non si è mai diviso, è rimasto compatto intorno all'ultimo padrino di Napoli. Oggi, nonostante il Romano sia in carcere, i Contini sono ancora l'ultimo gruppo camorristico capace di resistere alle "paranze" dei baby-boss. I suoi affiliati controllano il centro città ma soprattutto controllano San Carlo All'Arena, uno dei quartieri più popolosi di Napoli. LEGGI ANCHE: Caos PD a Napoli: presunta compravendita di tessere del partito a Miano A San Carlo c'è anche una sezione storica del PD. Una di quelle che sta lì da quando il PD si chiamava ancora Partito Comunista Italiano. Ma a San Carlo All'Arena – come in tanti altri circoli – c'è aria di congresso e i ras locali hanno iniziato la solita infornata di tessere. Dal primo gennaio al 14 febbraio a Napoli – al Partito Democratico – si erano iscritti in 2000, ovvero 300 iscritti a settimana. Poi scatta quello che nessuno poteva prevedere: la scissione, il congresso. Ed ecco che i ras delle tessere iniziano ad imbarcare iscritti: dal 14 febbraio al 28 febbraio, 30 mila persone avrebbero preso la tessera del Partito Democratico, una media di 15 mila a settimana. Nel PD tessere sono importanti: ogni 10 iscritti si ha diritto ad un delegato al congresso. Più tessere uguale più delegati, più delegati uguale più potere. continua su: http://napoli.fanpage.it/napoli-camorristi-del-clan-piu-potente-in-citta-si-iscrivono-al-partito-democratrico/ http://napoli.fanpage.it/
Casa della Resistenza: 10 febbraio Giorno del Ricordo - 13 Febbraio 2017 - 10:29
Re: Battaglio Intra e crimini di guerra
Ciao lupusinfabula i bombardamenti, prima quelli tedeschi su Polonia e Gran Bretagna, poi quelli alleati su Germania e Italia, per finire con i bombardamenti atomici sul Giappone, sono stati atti terroristici, non vi è dubbio, poi gli alleati hanno vinto la guerra, e hanno riscritto la storia. Proprio perchè in guerra non si sparano caramelle, e succedono cose inumane, è bene prendere i fatti e gli avvenimenti nel contesto storico in cui sono accaduti! Saluti Maurilio
Casa della Resistenza: 10 febbraio Giorno del Ricordo - 11 Febbraio 2017 - 08:11
Re: Crimini di guerra sul fronte jugoslavo
...come tutti gli uomini non sono multitasking, e l'ultima frase, mentre ascoltavo, non è uscita bene. A scanso di equivoci, non intendo giustificare niente e nessuno. Semplicemente, ricordare di non prendere mai un fatto storico e vederlo in modo asettico fuori dal suo contesto... E' bene ricordare che la "guerra" italo-jugoslava per i territori istriani e Trieste, si è chiusa solo nel 1975con i trattati di Osimo, passando per una pesante crisi militare, con mobilitazione di truppe, nei primissimi anni 50. Saluti Maurilio
Casa della Resistenza: 10 febbraio Giorno del Ricordo - 9 Febbraio 2017 - 06:23
fasulla..
Fascismo foibe esodo....la solita distorta interpretazione della storia. Nelle foibe sono finiti migliaia di italiani massacrati dai partigiani titini comunisti. Non fai fascisti. Almeno questo fatto storico non si può nascondere! Molti stanno provando a farlo. Specie l'anpi. Per saperne di più sulle foibe meglio rivolgersi altrove...
Giornata della Memoria - ANPI Verbania - 29 Gennaio 2017 - 12:20
Re: Giornata della memoria
Buongiorno nino, mi dispiace che non voglia interloquire. Spesso sentire una scomoda verità o una opinione diversa dalla propria può essere una cosa positiva. Dire che una vittoria del fronte popolare avrebbe portato l'Italia sotto l'orbita URSS, con tutte le conseguenze del caso, è un fatto scontato e ribadito da tutti gli storici. E dire che i partigiani rossi abbiano compiuto stragi e massacri (vedasi Eccidio di Porzûs) e dopo la guerra specie nell'Emilia ci siano state esecuzioni sommarie da parte di ex partigiani contro presunti "fascisti" è un dato di fatto storico e documentato. E dire che L'ANPI abbia più a cuore i palestinesi, storici alleati di Hitler durante la guerra, che gli israeliani, tanto da indurre i rappresentanti ebraici in Italia a non manifestare nelle varie giornate della liberazione per protesta e per non essere aggrediti da veri e propri commandi anti Israeliani è altro dato di fatto. La favoletta del bravo partigiano non attacca più, almeno tra le persone con intelligenza e cultura di base. Approfittate di queste occasioni e queste ricorrenze per guardare dentro di voi e dentro la vostra storia con occhi più imparziali e oggettivi, se ne siete capaci. Forse imparereste meglio il significato di democrazia. Saluti.
Veneto Banca vende l'aereo - 30 Dicembre 2016 - 21:07
E gli immobili
Mi pare che sia in vendita anche l'immobile storico di Piazza Aldo Moro , sarebbe proprio la definitiva sepoltura della nostra storica Banca Popolare d' Intra . Spero che la notizia non sia vera ma.....
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti