Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco

stress

Inserisci quello che vuoi cercare
stress - nei post
Al via la pista di pattinaggio a Pallanza - 30 Novembre 2016 - 15:03
È fissata per giovedì 1 dicembre l'apertura di "Verbania On Ice", la pista di pattinaggio su ghiaccio del Comune di Verbania che con i suoi 500 metri quadri è la più grande della Provincia.
PsicoNews: Noi, porcospini di Schopenhauer - 26 Ottobre 2016 - 08:00
Il gruppo di lavoro come fonte di supporto per contrastare lo stress lavoro-correlato.
Sanità: stato di agitazione e proclamazione sciopero - 8 Ottobre 2016 - 10:23
Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato delle sigle sindacali UIL FPL, FSI, FIALS, in cui proclamano lo stato di agitazione in ASL VCO, e lo sciopero per il 9 dicembre 2016.
Spazio Bimbi: Sopravvivere ai capricci dei bambini - 28 Agosto 2016 - 08:00
Capita a tutti i genitori prima o poi di avere a che fare con i capricci del proprio bambino, e molte volte ci si chiede quale sia l’atteggiamento migliore da tenere. Vediamo insieme qualche consiglio pratico per gestire al meglio i capricci dei bambini.
PsicoNews: Attitudine proattiva - 17 Agosto 2016 - 08:00
Attitudine proattiva è ciò che di fronte alle sfide pesanti della vita ci permette di dare una piega diversa agli eventi; di seguito vengono presentate le opinioni personali che favoriscono questa attitudine e quelle che favoriscono invece stati di frustrazione e sofferenza.
Spazio Bimbi: SOS compiti delle vacanze - 24 Luglio 2016 - 08:00
Siamo al giro di boa delle vacanze estive e se bambini e ragazzi non hanno ancora iniziato i propri compiti, è giunto il momento di organizzarsi per non arrivare impreparati all'inizio della scuola
Cannobio: Eventi e Manifestazioni - Luglio 2016 - 30 Giugno 2016 - 11:27
Eventi e manifestazioni in programma a Cannobio e dintorni dal 1 al 31luglio 2016.
Spazio Bimbi: Pipi' a letto: cosa possiamo fare? - 5 Giugno 2016 - 08:00
Questa settimana approfondiamo un tema che tanti genitori si trovano a dover affrontare: svegliarsi nel cuore della notte e ritrovarsi il proprio figlio con pigiama e lettino bagnati, in un’età in cui non ci si aspetta più un comportamento simile. Quale atteggiamento è meglio tenere? E’ un problema che si risolve spontaneamente o è necessario aiutare il nostro piccolo?
"Geni resistenti ai metalli pesanti e agli antibiotici nei reflui urbani” - 21 Aprile 2016 - 09:04
I sistemi di depurazione delle acque sono progettati per eliminare una serie di inquinanti di natura chimica e microbiologica (fosforo, metalli, batteri di origine fecale) per la rimozione dei quali, generalmente, sono molto efficaci.
PsicoNews: Disturbi d’ansia e pregiudizi - 16 Marzo 2016 - 08:00
Per collegarci al post di settimana scorsa, oggi ho pensato di trattare il tema del disturbo d’ansia, in particolare, nella terza età.
PsicoNews: Tristezza per favore vai via - 9 Marzo 2016 - 08:00
La depressione rappresenta un disturbo dell’umore che incide gravemente sullo stato di benessere della persona che ne è affetta. Nel post di oggi si pone l’accento in particolare sulla depressione nella terza età.
Work4You: Le Fiere del Lavoro - 8 Marzo 2016 - 08:01
Tutte le maggiori città italiane sono interessate da importanti eventi dedicati al mondo del lavoro, della formazione e dell’orientamento.
PsicoNews: Prevenzione invecchiamento mentale: 4 semplici passi - 3 Febbraio 2016 - 08:00
Oggi vi presentiamo semplici esercizi per mantenere ben funzionanti l’attenzione, la memoria, il ragionamento e il linguaggio.
Arcademia presenta il nuovo corso di QI GONG - 25 Gennaio 2016 - 10:25
Arcademia presenta il nuovo corso di QI Gong, antica pratica che potenzia il corpo e tranquillizza la mente. Dimostrazione e prova gratuita, martedì 26 gennaio alle 19.30.
PsicoNews: Buon Natale a chi?!!!! - 16 Dicembre 2015 - 08:00
Luci, colori, attesa, felicità e calore è solo un volto della festa più festeggiata, dall’altro lato c’è la malinconia, lo stress, il fastidio e la solitudine; i due volti della stessa medaglia, il Natale.
stress - nei commenti
"Quale Sanità volete nel VCO?" - 26 Settembre 2015 - 03:57
La sanita' a Verbania
Ho lavorato per molti anni nella sanità di VB e se un tempo vedevo queste cose dall'interno,quindi con meno apprensi sione di oggi che sono un cittadino come molti altri.. e come molti altri,di tanto in tanto vivo lo stress della ENORME disorganizzazione della sanità verbanese,pur avendo essa a disposizione validi medici e paramedici e anche attrezza ture atte a svolgere i compito per cui furono progettate e acquistate.La sanita' verbanese,da quando misi piede per la prima volta come paramedico nel 1978 a Intra in CO con il validissimo Primario di chirurgia Prof Marinoni,fu da sempre in alto mare non per il personale prettamente sanitario,ma per quello amministrativo...quello della cupola per meglio intenderci..E non voglio fare nomi e neppure accuse,per quelle ci sono le sedi adatte. Ora il mio ragionamento come ex paramedico e,oggi cittadino come molti altri,è il seguente.Perche' debbo arrivare al DEA di Pallanza con una scheggia in un occhio,e se non c'è quel giorno in servizio nei poliambulatori un medico specialista di oculistica devo correre a Domodossola perche' a Verbania non posso fare niente?Allora a che mi serve un DEA=dipartimento di emergenza e accettazione(dove a volte manca anche il cotone per fare le iniezioni intramuscolari o a volte(è successo)c'è in turno di guardia uno psichiatra e arriva un cardiopatico'e allo psichiatra gli prende un colpo) se poi o subito devo correre a Domodossola o altre perche'manca quella specialistica?Serve ai signori politici,sindaci com presi che un domani si allargherebbero la bocca dicendo dopo aver ricevuto la solita medaglia al valore"Fui io a far rimanere il DEA a Verbania"Aaah sii che bello! Ma nonostante questo considerazioni,un posto in cui ricevere e curare o tenere sotto controllo per una notte almeno,un povero cristo che non ha soldi e possibilità di andare altrove,ci deve essere.Quindi,lo sceriffi diverse volte anche a Marchionini che non ho votato(e lo sa') ma che in diverse situazioni con problematiche varie mi diede una mano,di fare attenzione a cosa fa quando con altri sindaci si riunisce.Un DEA ci vuole ma non solo per vincere i capricci della politica...Ma che cavolo ci vuole a trasferire un po' di oculisti"a turno"da Domo e un po' di ferri del mestiere al DEA per piccoli interventi di emergenzasenza fa correre la gente fino a Domo?Cari sign ori chiunque voi siate,e anche politici mimetizzati in questi siti,prima di parlare a vanvera come fate da anni provate cosa vuoi dire avere bisogno e non avere un cane vicino che sappia' quello che sta facendo...Pensavo di stare male come dipendente dell'ASl 14=azienda sanitaria latitante,MOLTO LATITANTE,ma mi accorsi ben presto che si sta' peg gio come pazienti,che a lungo andare perderanno la pazienza..NON PENSO CHE I SERVIZI TERRITORIALI POSSANO SOSTITUIRE UN PRONTO SOCCORSO CHE HA UNA ACCETTAZIONE E ALCUNI POSTI LETTO PER PROBLEMATI CHE URGENTI,dove peraltro vedrei medici specializzati per quello e non CERTI ATTUALI che dormono in piedi e hanno scelto di lavorare al DEA di Pallanza per lavorare poco(fidatevi)..a differenza di altri nei reparti che si tirano la pelle del culo..in una ENORME DISORGANIZZAZIONE super evidente che pero'per ovvi motivi chi ha bisogno deve accettare cosi' come è..Un famoso politico verbanese un anno fa Assessore,mi disse giorni fa:Caro sig Luigi,io ne o'qualcosa della sanati verbanese.Non è il personale infermieristico e medico che va male,a cui tolgo tanto di cappello,ma quelli che gestiscono..Che gestirono male allora e di cui oggi tutti noi paghiamo le spese.. Il progetto per l'ospedale unico,fu' molto discusso negli anni 2000 ma ben presto messo da parte,perche a parte i sol BARONI di FI che lo volevano sotto casa loro,con la demografia e geografia del VCO,sarebbe stato una spesa apocalit tica e inutile.Se costruito in zona verso Domo che vuole da sempre tutto per se,non avrebbe potuto interessare della zona laghi e confine e valli.Se da un'altra parte,idem per la parte precedente.Dato che a Domo c'è gia',e a Pallanza pure io vedrei la presenza di un mini DEA
PsicoNews: A cosa serve lo Psicologo? - 9 Settembre 2015 - 11:58
credo di essere normale
Ma ho chiesto aiuto ad una psicologa in un momento di difficoltà di relazione coi coetanei di mio figlio. Sono andata io per aiutare lui. Ho capito che il suo problema ero io che sono una mamma normalissima, ma facevo degli errori. A parte ciò, la maggior parte di noi ha mal di stomaco o di testa da accumulo di stress e tensioni.... Se solo potessimo permetterci di andare settimanalmente (perché è indubbiamente un costo) staremmo tutti molto meglio con noi e con gli altri. Non vanno solo i derelitti da questo medico. Per fortuna la mentalità (per la maggior parte delle persone) e' cambiata. Ciao dottoressa 😊
Festival di Fuochi d'Artificio quarta tappa Cascate del Toce - 8 Agosto 2015 - 12:23
fuochi d'artificio in montagna stress animali
I fuochi artificiali sono colpevoli ogni anno della morte di migliaia di animali per stress, spaventi, incidenti e assideramento. La sensibilità uditiva degli animali è talmente sviluppata che il rumore provocato dallo scoppio dei fuochi artificiali e dei petardi causa loro un vero e proprio dolore .in montagna silenzio....
PsicoNews: La classifica dello stress - 16 Luglio 2015 - 08:35
Lo stress secondo Giovanni
Inibizione a pubblicare fesserie su VBnotizie 100
PsicoNews: La classifica dello stress - 15 Luglio 2015 - 08:55
Lo stress secondo i verbanesi...
Rumori di gente festosa: 100 Notare gente felice: 100 Non poter porre in essere atti di intolleranza gratuita: 100
Canile di Verbania: immobilismo del comune - 13 Marzo 2015 - 00:05
Precisazione doverosa
stiamo continuamente cercando di incentivare le adozioni dei nostri stupendi cani presenti in canile. Evidentemente i buontemponi o gli imbecilli imperversano: come si può anche solo pensare che x adottare un cane si debba frequentare un corso costoso? Suggerisco a tutti di venire in canile x rendersi conto personalmente. I cani sono un ottimo rimedio x curare stress o depressione ed i volontari sono felici di poter affidare i cani alle persone che ne fanno richiesta, ovviamente nel rispetto delle reciproche esigenze.
Canile di Verbania: immobilismo del comune - 12 Marzo 2015 - 14:33
La risposta dei volontari al sindaco
COMUNICATO STAMPA I VOLONTARI del Canile/Rifugio del Cane di Verbania esprimono la loro PROFONDA INDIGNAZIONE per quanto dichiarato dal sindaco Marchionini e pubblicato sull’edizione di “Eco Risveglio” dell’ 11 marzo e ribadiscono, contrariamente alle affermazioni NON VERITIERE e oltraggiose proferite dal sindaco, la loro netta OPPOSIZIONE al trasferimento di alcuni cani presso il canile di Omegna. I volontari che erano presenti in canile durante la “visita” effettuata dal personale del canile di Omegna hanno espresso apertamente alla dottoressa Martini la loro ASSOLUTA CONTRARIETA’ al possibile trasferimento dei cani in quanto motivo di destabilizzazione e stress per gli stessi, accuditi con amore e dedizione dai dipendenti e dai volontari, i quali hanno sempre dimostrato (numeri delle adozioni alla mano) il grande impegno nel trovare una famiglia agli ospiti del canile e che l’impegno deve essere volto alle adozioni e non al trasferimento presso altro canile. L’insensatezza e l’assurdità della proposta sono provate dal fatto che sul sito web del canile di Omegna compaiono ben quarantadue cani in cerca di adozione, non si comprende quindi la ragione del progetto. Si rammenta inoltre che l’Associazione Amici degli Animali ONLUS vanta una ben più lunga esperienza, tale da non necessitare di consigli da parte dei colleghi di Omegna. Si precisa che, mentre il canile di Verbania si è aggiudicata la classificazione a “tre stelle” dalla Regione Piemonte, il canile di Omegna risultava “inclassificabile”. Si precisa inoltre che presso il canile comunale/rifugio del cane risultano presenti cinquanta cani e non più di sessanta, come affermato dal sindaco, il quale ha fornito DATI ERRATI, non è dato sapere attinti da quale fonte. I volontari del canile
Bimbo cade da seggiovia, no pericolo vita - 31 Dicembre 2014 - 15:08
Bimbo cade da seggiovia..
Come è successo o come non è successo non ha importanza.E' successo e basta.Il destino non lo facciamo noi e se pensiamo di farlo,fa arte del destino.Le colpe e le responsabiita'solo DOPO vengono sempre cercate per polemizzare e dare uno scopo alla nostra banale esistenza,ma sarebbe successo altrove,magari con lo slittino.L'importante è che non ci sia scappato il morto.Dieci metri di caduta non sono pochi,si vede che ben imbottito contro il clima rigido e cio' ha attutito al meglio il colpo.Anche il fatto d dire sempre "Ma i genitori dove erano?"Erano sulla seggiovia,ma quando una cosa deve succedere,a menoche' non si abbiano delle premonizioni come gli antichi saggi e profeti,succede.Altri menti s dovrebbe avere schiavi della paura e stare "appiccicati"ai propri figli,o nipoti o altro come feci io quando mia figlia aveva solo 10 anni,ma che stress.Che ero vis ia una certa leggerezza in genere,da pare di genitori giovani è vero anche questo.Non è la prima volta che si vedono genitori che parlottano fra loro e i loro bimbi di 8-9 anni salgono al parco giochi in punti molto pericolosi.Poi se va bene va' bene e tutti tornano a casa felici e contenti.Se pero' va' male amziche0 massaggiare la parte dolente di quei cornicioni tumefatti dalle cadute,i vari genitori idoti e zii e nonne e balie, li prendono ancora a sculacciate..meditate gente,meditate,altrimenti l'anno nuovo sarà' identico a quello vecchio.Bin 2015..
Vita da frontaliere - 4 Novembre 2014 - 17:26
vita da frontaliere
una vita che io non farei o che,dovrei dire,ebbi la fortuna di non fare.E' vero che c'è un guadagno superiore per via del cambio,ma anni fa lvorai come paramedjco in un ambulatorio medico gestito dall'ASL 14 in Cannobbio.Per circa 6-7 anni mi ci recai da Verbania con l'autobus tutte le mattine alle 7,30 per essere la' alle 8 e alle 16 per tornare a casa. Uno stress solo di viaggio,che pero'anche senza il gadagno superiore fu' meno stressante di quello dei frontalieri perche'in autobus potevo dormire,leggere o solo guadare il panorama,anche se se per lo stesso dopo 7 anni.Mentre andavo e venivo in autobus,vedevo miriadi di automobilisti in tutte e ore e stagioni che sfrecciavano veloci suoprandosi vicendevolmene e pericolosamente per loro e per gli altri.E comunque sia ebbi svariate testimonianze di chi quella vitae cia la faceva da oltre 30 anni e guai a sbagliare orario,altrimenti,oltre confine non ci avrebbero pensato su due volte a lasciarti a casa..Ho letto qualcosa dell'aliscafo,ma pur non conoscendo belle la situazione,penso anche che non è che quello arriva via lago e tutti hanno il posto di lavoro dove attracca.Secondo la mia modesta opionione,ci dovrebbe esse re un servizio di navette su strada,con una minima spesa Italia/Svizzera che vada a prendere nelle varie localita'i vari lavoratori frontalieri,almeno in quei casi di emergenza comune frane o altro.Molti anni prima di lavorare a Cannobbio dovetti recarmi per circa 2 anni a Domodossola per un servizio sanitario ambulatoriale nelle valli.Ci andavo col treno ed era comodo e economico perche' pagava l'ASL 14=(oggi azienda sanitaria latitante)ma quando scendevo dal treno dovevo percorrere a piedi piu' di 2 Km e non sempre arrivando in perfetto orario.Per la Svizzera è la stessa cosa o peggio.Detto fra noi è molto meglio prendere solo 1700 euro al mese in Italia che avere tutti quei problemi oltre confine Questo pero'detto in segno di solidarietà'.
Frontalieri con le ali - 4 Settembre 2014 - 23:00
si può.
In altri stati ove c'è un lago esso viene sfruttato per la mobilità, perchè non si può qui da noi? Credo sia una buona idea. Certo. Se arriva a locarno alle 7.20 taglia fuori una barca di gente. Io personalmente lo userei, è noto a tutti i frequentatori della strada di confine che ormai si passano ore in coda, con seri rischi di incidenti, stress elevatissimo. Io personalmente la ritengo la strada peggiore che abbia mai frequentato, non capita mai di non trovare un rallentamento o due... o dieci... Il lago potrebbe essere una valida soluzione ma si gioca molto sugli orari. La grossa fetta credo debba arrivare molto prima... Un altro problema è l'affidabilità, se salta una corsa cosa faccio per tornare? Una sola andata ed un solo ritorno son pochi... Pagherei oro per vedere realizzata questa iniziativa, sarebbe un bell'esempio di civiltà. Il problema del traffico si risolve con idee intelligenti, questa è una. Bene Silvia. Dopo 30 anni di inutilità politica finalmente qualcosa di decente, non per colore politico ma per cervello. Son daccordo che andrebbero agevolate anche le altre forme di pendolarismo e migliorati ma di molto certi servizi. Dovrebbero rendere completamente deducibile il trasporto pubblico. Mi auguro di poter raccontare a mia figlia che a un certo punto papà ha iniziato ad andare a lavorare in battello e per questo arriva a casa meno incazzato e stravolto. Francamente non ho molto capito alcuni attacchi sterili. Credo che tutto ciò che toglie auto dalla strada sia utile e molto sensato.
Adigest: dura relazione sul canile - Foto - 7 Luglio 2014 - 13:19
Il benessere dei cani non conta?
Non voglio entrare nel merito di quanto scritto o fotografato, voglio solo evidenziare, da volontaria del canile, che sempre i cani dopo le loro passeggiate (lunghe, piacevoli, con giochi e corse per i cani bisognosi di movimento extra) non vedono l'ora di rientrare al canile. Mi sono sempre meravigliata di questo (perchè meglio "dentro" che non fuori?) e ho sempre correlato questo loro desiderio al fatto che la sistemazione nella struttura sia per i cani assolutamente piacevole. Dipendenti e volontari adorano gli animali ospitati: come si fa a dire che creino loro stress??
Marchionini: frontalieri in aliscafo - 26 Aprile 2014 - 16:45
aliscafo
Forse non tutti i frontalieri potrebbero usufruirne per le ragioni sopra ben spiegate, ma per chi ha come la destinazione la citta' potrebbe essere un' idea sostenuta anche dagli svizzeri per una forte diminuzione del traffico e aumento di posti liberi nei parcheggi. Alcune ditte sono gia' fornite di pulmini e potrebbero incaricarsi di prendere gli operai, impiegati e commesse e portarle sul posto di lavoro. Inoltre non ci sarebbero ritardi. Le strade non cosi' congestionate nelle ore di punta, meno stress di guida, pericoli di incidenti, multe salatissime per i radar. Vero e' che la nlm dovrebbe fare uno sforzo visto le sovvenzioni che si cucca e magari anche in vco trasporti. Se ne deve discutere
Assunzione disabili nella Pubblica Amministrazione - 11 Marzo 2014 - 18:17
Per condivisione e ringraziamenti
Carissimi Fabrizio e Vladimiro, Solo ieri mi è pervenuta la vostra benemerita pubblicazioni su Verbania Notizie, riguardante la condizione e non piena occupazione di persone disabili nella Provincia di Verbania. Molto apprezzata la denuncia della mancanza di "sostegno all'inserimento mirato di soggetti disabili" che sono la parte più debole della società, non ancora abbastanza considerata; anche perché Leggi al riguardo, vengono sistematicamente disattese. Sia che si tratti di soggetti visibilmente in deficit, ma tantopiù di soggetti apparentemente integri, come spesso nel caso di portatori di malattie rare o di sindromi cardiache a rischio, che dal di fuori non si notano. Tuttavia non per nulla in fascia protetta per gradi di disabilità. E che nel caso di nuovi assunti nell'Amministrazione Pubblica, sarebbe preciso dovere dei Dirigenti di Settore, non gravare di stress psicofisici incompatibili; anzi dovendosi responsabilmente interessare di aiutare, tenuto conto del loro stato mai privo di qualche fragilità. Onde evitare umilianti richiami e discriminazioni, fino al colmo (come talvolta accade) di tramare pretestuosi licenziamenti per sbarazzarsene al più presto senza giusta causa. Quindi non soltanto battersi per una maggiore quota di inserimento lavorativo nell'Amministrazione Pubblica, ma al contempo non mancare di promuovere una più responsabile presa in carico dei lavoratori disabili. Bravissimi, grazie! Personale e condiviso apprezzamento per la vostra meritevole battaglia in difesa della categoria disabili. Da una amica che sa... A. M. Righetti - e-mail: acquarian@alice.it
M5S: Banca d'Italia e Imu - 5 Febbraio 2014 - 15:35
ma dai
lo scopo primario di una banca è garantire il risparmio. Gli stress test non c'entran niente in quanto fino a giugno 2015 il core tier di quelle banche rimane inalterato,mentre la soliditá patrimoniale è messa ai raggi x in questi mesi. Saluti
M5S: Banca d'Italia e Imu - 5 Febbraio 2014 - 15:07
a Letizia
Rivalutare le quote in Banca d'Italia delle banche private vuol dire che aumenta il loro patrimonio netto e quindi avranno meno bisogno di ricorrere ad aumenti di capitale per soddisfare i requisiti degli stress test (requisiti minimi di patrimonio netto) e quindi anche più capacità di finanziare le imprese, che dovrebbe essere il loro scopo primario. Il problema potrebbe essere quello di dover poi rivendere parte delle loro partecipazioni per restare nei limiti fissati
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti