Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco

supermercati

Inserisci quello che vuoi cercare
supermercati - nei post
Fratelli d'Italia: qualità della vita e prospettive - 27 Novembre 2016 - 13:01
Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato di Fratelli d'Italia Verbania, riguardante la notizia dell'ottima posizione della città nella classifica per la qualità della vita in Italia, e le prospettive furture.
Giornata Nazionale della Colletta Alimentare - 25 Novembre 2016 - 08:01
Sabato 26 novembre si terrà in tutta Italia la ventesima edizione della Giornata Nazionale della Colletta Alimentare (GNCA), promossa dalla Fondazione Banco Alimentare.
Panchine in più? Le metteremo! - 16 Agosto 2016 - 18:06
Abbiamo pubblicato ieri il suggerimento di un lettore, che chiedeva la posa di un paio di panchine in più in via Franzosini a Intra. Oggi riceviamo la mail del sindaco che prende l'impegno.
Qualche panchina in più a Intra? - 15 Agosto 2016 - 15:03
Un lettore del blog ci invia una mail con una riflessione sul posizionamento di qualche panchina in più nei punti "strategici" della città.
"Le Olimpiadi dell’Ignoranza" - 29 Luglio 2016 - 11:27
La Consulta Giovani di Baveno presenta il suo primo evento ufficiale: le Olimpiadi dell’Ignoranza. Sabato 30 luglio 2016 dalle ore 14.30 presso il parco di Villa Fedora in Baveno.
Ambulanza del Vergante in Festa - 25 Luglio 2016 - 06:01
Torna con la 5° edizione "Ambulanza del Vergante in Festa", una tre giorni di festa e solidarietà. Appuntamento venerdì 29, sabato 30 e domenica 31 luglio a Nebbiuno in località Madonna della Neve.
Verbania Solidale - 12 Maggio 2016 - 13:01
Torna l'iniziativa Verbania Solidale a cura dell'Amministrazione Comunale a fianco delle Associazioni di Volontariato con lo scopo di raccogliere generi alimentari e materiale didattico.
BellaZia: Baba Ganush - 2 Aprile 2016 - 08:00
Detto anche "caviale di melanzane". Un'ottima salsa di origini Mediorientali (ma la si trova anche nel nord Africa), golosa e completamente vegetariana.
Pagamento parcheggio semi interrato al Castelli: altro no - 22 Febbraio 2016 - 11:20
Anche l'ex presidente del Quartiere Intra, Loredana Bazzacchi, con una mail inviata ieri, si dice contraria alla posa di un parchimetro per il pagamento del parcheggio semi interrato dell'ospedale Castelli.
PsicoNews: Buon Natale a chi?!!!! - 16 Dicembre 2015 - 08:00
Luci, colori, attesa, felicità e calore è solo un volto della festa più festeggiata, dall’altro lato c’è la malinconia, lo stress, il fastidio e la solitudine; i due volti della stessa medaglia, il Natale.
"La spesa che fa del bene" - 30 Novembre 2015 - 11:27
Scatta l’ultima fase dell’iniziativa charity: dal 30 novembre all’1 febbraio si vota nei supermercati. Tocca ai clienti decidere il podio dei finalisti.
Colletta Alimentare 2015 - 27 Novembre 2015 - 11:27
Il giorno 28 novembre 2015 nei supermercati italiani si terrà la colletta alimentare. Secondo i dati Istat in Italia una persona su quattro può essere considerata povera o a rischio povertà.
Lettera contro lo spreco alimentare - 10 Novembre 2015 - 10:23
Riceviamo una lettera aperta di Piera Ramoni, Responsabile Centro d’ascolto, Trobaso, nella quale denuncia lo spreco alimentare: "Grande distribuzione senz’anima - Negozio tradizionale con più coscienza".
“La spesa che fa del bene” seconda fase - 23 Ottobre 2015 - 08:01
Inizia la fase 2 del progetto charity “La spesa che fa bene” e la parola passa ai clienti in possesso della Tigros Card.
Lega Nord: firme contro privatizzazione forno crematorio - 1 Ottobre 2015 - 10:23
Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato della Lega Nord Verbania, che annuncia una raccolta firme, contro la privatizzazione del forno crematorio.
supermercati - nei commenti
La Camera conferma 8milioni per Verbania - 26 Novembre 2016 - 15:00
aggiungo io qualcosa
Oggi il Sindaco ci racconta tutta raggiante che con il voto di oggi alla Camera arriveranno gli 8 milioni di cui ci hanno parlato presentando in pompa magna il piano per le periferie. Peccato che l'altra sera ci hanno convocati per presentare un piano, un progetto, ma si sono soltanto fatti un po' di autopromozione come ben raccontano i 5 stelle, presentazione progetti zero. Se volessimo essere seri, potremmo ricordare che a ottobre 2015, come "Una Verbania Possibile" proponemmo di discutere di periferie facendo riferimento ad altro bando poi non utilizzabile da Verbania, da allora nulla fino a questo bando, fatto dagli uffici senza alcuna condivisione con nessuno (nemmeno in maggioranza). Non poteva essere un occasione per parlare della città e di quale sviluppo sia possibile e condivisibile? Certamente nel bando che è stato approvato ci sono molti elementi positivi, siamo ovviamente lieti ci siano, ma continua a rappresentare un modo di gestire il potere lontano... a titolo di esempio nei 15 anni (circa) passati dal progetto movicentro ad oggi, la nostra stazione è di fatto declassata e probabilmente ragionare se valga la pena spendere tutti quei soldi lì piuttosto che altrove avrebbe avuto senso. Ma niente, discutere in questo Comune, con questa Amministrazione è cosa impossibile, ma le "marchette" le autocelebrazioni sono quotidiane: ci presentano progetti che non ci sono e si pavoneggiano 2 volte per soldi che il loro "buon governo" ci darà. La prima volta quando ci chiamano al Flaim per dire che arriveranno (SENZA AVERNE CERTEZZA) , quando poi (per fortuna) arrivano (?) davvero, si pavoneggiano la seconda volta... Ma arrivano davvero? Piccolo aneddoto personale: avevo una attività innovativa in campo turistico, avviata perchè avevo diritto e firmato per un finanziamento (si chiamava "imprenditorialità giovanile") , siamo partiti perchè i soldi dovevano arrivare da un momento all'altro... dopo 4 anni ho ceduto l'attività debiti/crediti. A proposito di discussione, pianificazione, sapete che oggi è praticamente cosa fatta per la nuova LIDL, (noi come consiglieri lo abbiamo appena saputo) presto "sua maestà" si pavoneggerà anche per questo SUO grande successo. ma una discussione approfondita sul commercio (piccolo e grande)?, una analisi più profonda di natura sociale (tutti sti supermercati e così vicini)? Quale idea di città ha la politica per il futuro? Quali ripercussioni avranno queste scelte nel lungo periodo? come si è formata questa idea? chi la condivide? Se il bando per le periferie finanzia anche un progetto di TAL (Terre Alte Laghi), vuol dire che Verbania ha una responsabilità verso i comuni limitrofi, la sente questa voglia e utilità di condivisione di sviluppo? Quindi, le piccole realtà montane? Non si potrebbe chiedere una contropartita in servizi spesa (per esempio) o ragionare con le realtà limitrofe su punti alimentari in prossimità Montana? Siamo o no interessati ai nostri confini? Questo continuo procedere senza discutere, questo discutere per finta in contesti (lo ripeto chiaramente) "marchettari" non vi ha stancato? Non è un caso se anche Borghi , nel suo essere legittimamente "multicadreghista", in qualità di Sindaco ha perso tutta la minoranza... sarà, ma io da persona di sinistra credo che il confronto e l'approfondimento sia un grande valore, e i contributi amministrativi che possono essere dati da una minoranza in un contesto di progettazione li riterrò sempre preziosi... le marchette sono altra cosa, ovviamente. metto anche il link al post in cui certe affermazioni le argomento meglio: una politica così è solo un danno nel lungo periodo http://www.verbaniafocuson.it/n860335-grazie-silvia-una-puntualizzazione-che-conferma-ma-di-piu-nuova-lidl-e-sinistra.htm
Marchionini su Rete 4 a Verbania - VIDEO - 25 Novembre 2016 - 16:35
Non ho visto
Non ho visto il programma, lo dico subito: ma qualunque programma tenda ad evidenziare il problema dell'invasione subdola che stiamo subendo con il beneplacito della sinistra catto-comunista è ben accetto: chissà che a furia di soffiare sul fuoco la brace che cova sotto la nere prenda fuoco ed infiammi gli animi facendoli rivoltare contro quelle forze politiche al potere (leggiPD/Al Fano, Verdini & C.) che in questa situazione ci hanno e ci stanno continuando a mettere. Criticateli fin che volete ma molti altri paesi in Europa il problema in un modo o nell'altro se lo sono tolto dai piedi. ma noi, al solito, dobbiamo essere buoni, pii e magari anche casti. Sarà un caso che anche quest' anno nelle miei vacanze in Croazia di gente di colore che in spiaggi ti tormenta o che sta davanti ai supermercati ad elemosinare non ne ho visto manco l'ombra. Poi, per un urgenza ho dovuto rientrae per qualche ora a Muggia e subito mi sono ritrovato nel suk...Un metro, e dico e sottolineo un metro, oltre il confine italiano con la Slovenia e già c'erano.....
Lega Nord sulla rivolta migranti - 20 Novembre 2016 - 13:47
voti per Salvini
se gli Italiani hanno recuperato un po' di senno e se, ci permetteranno finalmente di andare al voto, visto che in Italia e' diventato un optional,i voti Salvini li avra'! per rispondere anche al comunicato di Roberto De Magistris: il luogo preferito dei clandestini e' davanti ai supermercati, non si puo' fare nulla?! sembrano tranquilli ma non si sa mai cosa passa nella testa di queste persone e per avere delle tragedie, basta un attimo, una persona che come me si rifiuta di dare la moneta o di fare conversazione, e' tranquilla? possiamo comportarci secondo i nostri principi senza aver paura di ritorsioni? il prefetto ci da questa garanzia? perche' se non sbaglio e' pagato dagli italiani, non dai clandestini e quindi, il minimo che ci deve e' SICUREZZA!
LegalNews: Eccezione di inadempimento nei contratti con prestazioni eseguibili entro termini diversi - 14 Marzo 2016 - 12:28
Outlet area Acetati
Sono stato Dipendente Acetati dal 1989 al 2010: Già all'apertura del Sito Industriale, "Forze Pol..(pardon..)"Partitiche" hanno fatto di tutto per ostacolare l'evento, adducendo i problemi di pericolosità per la popolazione(sic!.: gran parte degli Abitanti di Pallanza e dintorni posseggono un'abitazione grazie al lavoro in fabbrica di più generazioni). M&G di certo non è stata filantropa,ma ha fatto i propri interessi, dando però nuovamente lavoro e benessere alla città; Nell'89 i non residenti come me si portavano il pranzo da casa, in quanto ristoranti "affidabili" ce n'erano pochi: non c'era commercio! Poi c'è stata la rinascita con tavole calde, supermercati ed altre attività. Ora la Storia si ripete, per il "forse" interesse di pochi, che vedono un nuovo "letargo" avvicinarsi sempre più... Ma ci credete ancora in una Verbania che possa sopravvivere SOLO con il turismo ed il commercio spicciolo? Io NO!
Posta a giorni alterni: TAR rinvia causa - 28 Febbraio 2016 - 11:45
Irrazionalità
Caro Giovanni% in tutto ciò io vedo un continuo attacco ai piccoli comuni, soprattutto quewlli montani e della vallate.Hanno cominciato imponendo regimi fiscali ai negozietti di montagna come ai grandi supermercati di città: e questi hanno chiuso. idem dicasi per i piccoli bar: hanno chiuso anche loro; sopravvivono solo alcuni " circoli" perchè tutti chiudono gli occhi fingendo di non vedere che per la normativa potrebbero accedervi solo i soci.Pare che ora vogliano attaccare anche chi affitta qualche stanza o qualche piccolo appartamento ai turisti nella stagione estiva: così perderemo anche quella fetta di turismo già povero di per sè perchè i ricchi vanno in vacanza negli alberghi extra lusso e non certo nell'appartamento ammobiliato.Hai mai provato a chiedere i permessi edilizi per ristrutturare una baita cadente? Ti assicuro che al dilà dei costi l'iter burocratico scoraggerebbe anche il più strenuo difensore della salvaguardia dell'ambiente montano. Per non parlare poi dei trasporti ridotti al lumicino, e non come in città ove ci sono bus, metropolitane, treni e al più anche taxi; per non parlare del servizio scolastico: quante piccole scuole sono state costrette a chiudere i battenti con gravi disagi per genitori e scolari? Qualcuno che aveva provato ad aprire un piccolo laboratorio per produrre formaggi è stato subissato da lacci e lacciuoli che in pratica l'hanno costretto a chiudere in breve tempo. Ridurre o sopprimere ( perchè alla fine è a questo che tendono) anche il servizio postale è un' ulteriore botta ai piccoli centri più disagiati. Ecco perchè dico che non se ne può più di una politica che quando deve ridurre i costi e tagliare lo va a fare con i più deboli! Certo agli spaventosi buchi di bilancio di Roma si supplisce con iniezioni di fondi pubblici: non sia mani che "caput mundi" debba portare i libri in tribunale! E' ora che gli Italiani prendano il coraggio di ribaltare il banchetto ed il cadreghino di chi li s-governa.
Inaugurazione Casa dell'Acqua a Sant'Anna - 21 Gennaio 2016 - 13:21
Lady a parte la battuta
. l acquedotto è chiaro che ti garantisce fino al tuo condominio... se poi le tubature di casa tua hanno dei problemi. .. beh Acque Nord non centra nulla... Le case dell acqua hanno filtri che magari a casa non hai.. secondo le case dell acqua sono fatte anche per tutte quelle persone che comprano bottiglie di acqua ai supermercati..
LegalNews: Furto di modestissimo valore: è legittimo il licenziamento? - 19 Gennaio 2016 - 13:13
mi viene in mente
una canzone di De Gregori che dice.... Tu da che parte stai ? stai dalla parte di chi ruba nei supermercati? o da chi li ha costruiti rubando...
Con il cibo in eccesso pasti gratuiti per persone in difficoltà - 15 Dicembre 2015 - 19:36
Altro che ORA!!!
Sono d'accordissimo con Lady Oscar. Sarebbe ora che anche i supermercati si dessero una regolata e iniziassero a praticare una gestione più oculata ponendosi il problema degli sprechi assurdi: spero che non sia vero, ma sento che l'invenduto a fine giornata finisce in pattumiera
"Un presepe in ogni scuola" - 15 Dicembre 2015 - 07:51
Re: Più
spero sia una battuta, l'istruzione a mio avviso dev'essere un diritto a portata di tutti non solo di chi se lo può permettere..... D'accordo anche con Andre.... Assurdo che i bambini debbano portarsi da casa lo scottex per pulirsi, o che ci siano le raccolte punti ai supermercati per il materiale scolastico...... Meno fuffa è più sostanza per cortesia.... La tradizione è importante ma anche se la faccio rispettare a casa va bene lo stesso
Offerta di lavoro al Carrefour di Cannobio - 11 Dicembre 2015 - 22:33
molto interessante.......
immagino che sia una interessante oppurtunità per chi è disoccupato , normalmente i supermercati in questione pagano 3 euro all'ora, facciamo un calcolo: 8 x 3 = 24 Euro
Lettera contro lo spreco alimentare - 12 Novembre 2015 - 00:51
trasparenza
Rendere pubblico (anche con manifesti dell'Amministrazione Comunale) il nome di supermercati o negozi che creano o non creano difficoltà alla cessione di alimentari in prossimità della scadenza, preferendo destinarli alla discarica.
Lettera contro lo spreco alimentare - 11 Novembre 2015 - 18:18
Per la signora Piera
Se lei è d'accordo, non appena partirà la sede provinciale dell'Ordine che presiedo (Ordine dei Cavalieri di San Giovanni che tra 35 anni festeggerà il suo primo millennio di storia), faremo un incontro su come organizzare assieme una raccolta a tappeto fuori dai supermercati di prodotti alimentari, magari coinvolgendo anche direttamente Aziende che negli anni ci hanno sempre fornito loro prodotti.
Lettera contro lo spreco alimentare - 11 Novembre 2015 - 12:48
Risposta-
Vorrei rispondere al sig. Furlan e agli altri commenti. Per prima cosa vorrei dire che mi fa piacere che ci siano ancora persone sensibili a questo problema. Purtroppo ho visto con i miei occhi i carrelli del supermercato pieni di cibo in scadenza' (non ancora scaduto) gettato nella spazzatura, qui a Verbania. Il pane distribuito il giorno dopo è ancora commestibile, noi distribuiamo, quando c'è,il pane di una nota panetteria di Pallanza, vi assicuro che va a ruba. I grossi supermercati danno poco e quel poco viene raccolto dal Comune e distribuito subito a famiglie e alle nostre associazioni. Vorrei dire al sig. Furlan che lavoro nel Centro d'ascolto del mio paese dal 1975 però la crisi di questi ultimi anni non si è mai verificata. Posso testimoniare che da parecchi anni chiediamo ai supermercati l'invenduto in scadenza, prima come associazione poi in collaborazione con il Comune, Politiche sociali e Assessorato. Lettere portate a mano, in direzione dalla sottoscritta, mail, fatte dal Comune alle direzioni centrali. Le poche risposte non parlavano di Banco alimentare ma di impossibilità di fare questo servizio. Mentre so per certo che alcuni di questi supermercati in certe regione lo fanno. Per aprire il discorso sul Banco alimentare ci vorrebbero due pagine intere. Mi dispiace perché ho alcuni amici che ne fanno parte e che stimo, però concordo con Furlan, da loro nessuna collaborazione, Dirò di più della raccolta di cibo nei supermercati che verrà fatta a fine mese noi associazioni di Verbania non vedremo neanche un pacchetto di pasta. Tutto sarà portato a Domodossola e poi arriverà a Verbania solo per qualche decina di famiglie a cui il Banco provvede direttamente..Tenete conto che tra Centri di ascolto Croce Rossa e Cav noi seguiamo centinaia di famiglie, collaborando anche con le Politiche Sociali, per non fare doppioni. Mentre non si sa niente delle poche famiglie seguite dal Banco. Abbiamo chiesto più volte un incontro chiarificatore ma non siamo mai riusciti ad ottenerlo. Per fortuna da diversi anni l'Amministrazione Comunale provvede a fare una raccolta di cibo, solo per noi associazioni.Quest'anno non è stata fatta ma abbiamo la promessa che prossimamente ci sarà. Mi scuso per la forma ma ho risposto di fretta, Spero però di essere stata chiara. Grazie per l'attenzione.
Lettera contro lo spreco alimentare - 11 Novembre 2015 - 08:47
si potrebbe cominciare...
Invece di basarsi sugli scrupoli di coscienza dei dipendenti che non possono ecc. ecc. i rappresentanti dei vari istituti di assistenza ai bisognosi potrebbero prendere ACCORDI con i manager dei supermercati e i sindaci. Ci sarà sempre una gran quantità di rifiuti ma almeno una piccola parte andrà a un fine utile.
Lettera contro lo spreco alimentare - 11 Novembre 2015 - 07:42
X la signora Piera
Condivido in parte il suo sfogo, anche perchè sono molti anni che con la mia organizzazione distribuisco generi alimentari, a gratis, a famiglie e persone in seria difficoltà economica, mentre, quando abbiamo degli eccessi (questo raramente), doniamo ad alcuni Istituti. Quando lei dice che nei supermercati si tende a non regalare l'eccesso ma si tende a gettarlo; questo è l'appunto che "non condivido", infatti deve sapere che tutti i generi alimentari freschi (come l'esempio da lei citato, il pane), terminato il decorso giornaliero per la vendita, devono essere necessariamente distrutti; in particolar modo il pane, che nella stragrande maggioranza dei casi, da crudo, è un alimento che i supermercati trattano da surgelato. La porto invece a conoscenza un altra importante realtà, che personalmente ritengo assurda ma è giusto che lei conosca: sono anni che il 95% dei supermercati ha stipulato un accordo con il banco alimentare, dove tutti gli eccessi vicini alla scadenza o, alimenti che hanno la confezione non conforme all'originalità (schiacciate e/o parzialmente deteriorate), devono essergli devolute. Risultato, loro raccolgono una marea di materiale alimentare, lo distribuiscono secondo criteri che assolutamente non condivido (visto che ho cominciato a donare molti anni prima di loro conosco bene la prassi) e, se qualche altro soggetto con le credenziali in regola (Organizzazioni iscritte regolarmente agli Albi del Volontariato), dovesse fare la medesima richiesta a questi supermercati, gli viene risposto che senza il benestare e/o l'approvazione del banco alimentare non possono dare nulla; come la definirebbe questa regola?? Aggiungo: ho fatto attività di volontariato in diverse calamità naturali, una delle più eclatanti è stato il terremoto dell'Aquila; nella Frazione di Poggio Roio ho diretto per circa 2 mesi la cucina, la mensa, l'acquisto di generi alimentari e i magazzini scorte (gestivamo 800 coperti ad ogni pasto), bene, sa quanto materiale donato dal banco alimentare è arrivato scaduto e ho dovuto gettare? dal latte ai succhi di frutta, dalle merendine alle confezioni di prodotti vitaminizzati per bambini, ecc. ecc.; preferisco non dire e chiederle come definire tutto questo. Come vede, per soddisfare le necessità di più persone il materiale ci sarebbe, basterebbe destinarlo meglio e a più organizzazioni, sicuramente con i dovuti controlli, e non lasciare che pochi o, come in questo caso, solo ed esclusivamente una organizzazione, gestisca e decida il tutto per tutti.
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti