Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco

il partito della citt

Inserisci quello che vuoi cercare
il partito della citt - nei commenti
Zacchera: "I perchè delle mie dimissioni" - 12 Aprile 2014 - 09:32
squallore
vicenda penosa,che ben delinea il materiale umano di cui era composta l'armata Brancaleone che per 4 anni ha sgovernato Verbania. a parte l'italiano zoppicante e la sfiancante prolissità dello scritto zaccheriano (dovute forse alla concitazione),quello che se ne ricava è che alla base di questa vicenda da operetta ci sia l'eterno scontro con Cattaneo. ma andiamo con ordine; "nel 2012 ho deciso di dedicarmi solo a Verbania,lasciando il parlamento",detta così sembra quasi un gesto nobile! la realtà è che nonostante una sentenza che lo OBBLIGASSE,il nostro eroe senza macchia ha tentato in tutti i modi di restare avvinghiato alla doppia poltrona,salvo cedere quando si stava per mettere male. sarà stata la sintassi disordinata,o la palpebra che iniziava a calare dopo dieci minuti di "confusione scritta",ma io dopo un po' mi sono perso in questo ginepraio di sms,lettere,ricatti,imposizioni (ma come ,ti fai pure imporre gli assessori? tu grande parlamentare,"il parlamentare con più rinnovi elettivi della storia della provincia",azz... manco hai l'autorità per dire di no a un Marcovicchio qualsiasi?? complimenti per l'autorevolezza!) nel quale non si capisce più chi scrive e a chi,chi minaccia chi e come,cosa è stato reso pubblico e cosa no,boh. se qualcuno ha capito BENE cossa ha scritto Zacchera,gli faccio i miei complimenti. a me sembra una storia di beghe interne al partito,che invece di proseguire come è sempre andata avanti per anni,a dispettucci e pettegolezzi,è "finita a schifìo". peraltro ci sono dei vuoti di sceneggiatura clamorosi nella ricostruzione di Zacchera (la storia che un assessore è "bravissimo,ma lo sostituisco perchè ha un brutto carattere" non la credono neanche all'asilo),quindi attendo di sentire altre campane prima di farmi un'idea compiuta,e magari di capirne un po' di più. certo che fare uscire tutto prima delle elezioni è come consegnare su un vassoio la città a chiunque altro tranne che alla destra! tempismo perlomeno sospetto.. così almeno potrà dire "avete visto,senza di me non si vince!". che classe..
LiberiAmo Verbania: candidato sindaco Stefano Gaggiotti - 13 Marzo 2014 - 11:45
non esageriamo, non sono tutti uguali
Ricordo solo sommessamente, che la candidatura di Carlo Bava, nasce non da un partito ma da un desiderio di comprendere e costruire per tempo un progetto per la città, non a caso è stata la prima e non a caso con linee programmatiche forti. Diciamo che nel centrosinistra le candidature sono solo 2 , tutte le altre nulla centrano col centrosinistra, e senza nulla togliere alla candidatura Marchionini, va detto che il progetto "Carlo Bava Sindaco" inizia da stasera a fondotoce alle 21.00 col tema della "mobilità", a comunicare con la città una montagna di contenuti elaborati con decine e decine di cittadini in 9 mesi di lavoro intenso... le candidature non sono tutte uguali, gli schieramenti nemmeno.
"Il Punto" di Marco Zacchera n°474 - 21 Gennaio 2014 - 14:04
rassegnarsi all'evidenza non sarebbe più serio?
Diciamo che il mestiere di rimescolare le carte lo ha imparato bene, analizziamo le forzarure: "...visto che a sinistra si appoggia il dott. Bava..." dice Zacchera, omettendo che la candidatura di Bava è civica e sostenuta anche da IDV che è partito liberale, ma poi aggiunge subdolamente "...e ci si immagina la presenza anche di un candidato del M5S." Come se ciò significasse che M5S fosse da considerare nello schieramento di sinistra. Poi la "sviolinata" sull chences di vittoria del PD e la richiesta di dialogo. Beh, si possono dire tante cose e farne ancor di più, ma certi politici dovrebbero per lo meno, capire che per agevolare un qualunque dialogo dovrebbero togliersi di torno. Ma non per mettere al loro posto un commissario costoso e poco produttivo, solo per buonsenso, perchè prima di decantarlo bisogna dimostrare di averlo, e il caro (nel senso di costoso per la città) Zacchera ha dato una pessima prova di se, del suo buonsenso e della sua capacità di dialogo (evidentemente nulla) e il PISU è lì a dimostrarlo.
Chiuse le indagini sul corvo di Zacchera - 6 Gennaio 2014 - 10:18
corvo e lettere anonime
Non entro nel merito della scelta della Procura della Repubblica e naturalmente concordo che la giunta presieduta dall'onorevole Zacchera sia stata devastante per la città di Verbania e i cittadini ne pagheranno le conseguenze per anni .Non posso essere di certo additato come uno che è stato o è dalla parte dell'ex Sindaco visto che per 4 anni ho chiesto pubblicamente le dimissioni Sue e della sua giunta denunciando scelte da noi ritenute scellerate. il contenuto della lettera è trapelato in questi mesi su tutti i giornali (o perlomeno una parte) e devo dire che ben ha fatto l'onorevole Zacchera a fare un esposto alla Procura . E su un'altra cosa concordo con il dottor Zacchera : Nei vari commenti che leggo su tutte le notizie in pochi si firmano con nome e cognome spesso si nascondono dietro nickname o nomi e cognomi palesemente falsi . Ora io accetto tutte le critiche di questo mondo, ma mi piacerebbe sapere chi me le fa o le fa al mio partito ... noi ci mettiamo la faccia ,,ma gli altri? Allora mi viene in mente un libro si Sciascia (il Giorno della Civetta) dove a un certo punto si dividevano gli uomini in 5 categorie : Uomini, mezzi uomini ,ominicchi , ruffiani e quaquaraquà. Senza offesa per nessuno naturalmente
Comitato Carlo Bava Sindaco rompe con il PD - 26 Dicembre 2013 - 21:57
Sig. Pallino
Viva la modestia e la malafede! Questa aria di supponenza non fa bene al Pd e al confronto politico: nessuno nega la consistenza del partito e la valida esperienza amministrativa, mi pare che nessuno abbia voluto dettare regole, ma proporre alcune linee alterantive sulle quali confrontarsi e che sono state rifiutate a priori e anche con una certa presunzione. Si continua a interpretare queste proposte come degli escamotage per conquistare chissà quali poteri, per "silurare" chissà chi e sospettando chissà quali insidie e tranelli, continuando a cavalcare la visione distorta della politica partitica come fonte di potere, anzichè come servizio alla città. Certo che il tesoro di esperienze non va sciupato, ci mancherebbe altro, ma non ci si può solo gongolare nell'autoreferenzialità, bisognerebbe metterlo anche costruttivamente a disposizione e considerarlo propedeutico per riprendere un percorso di rinnovamento. il Pd poi non creda di essere perfetto, perchè qualche danno alla città lo ha fatto: in quanto a politica urbanistica, ad esempio, non si può proprio dire che abbia avuto una visione illuminata.
Comitato Carlo Bava Sindaco rompe con il PD - 22 Dicembre 2013 - 11:55
Oppure il PD é miope e rigido?
Al di là di quanto si sente in giro, di quello che i "meglio informati" vorrebbero far credere, ovvero strani meccanismi politici , "cadreghismo", rancori, ruggini e personalismi, ci troviamo di fronte uno stallo banale: il PD desidererebbe che ci fossero delle primarie di coalizione ma con le regole di partito (ovvero quelle del PD). Sarebbe quindi più corretto chiedere ai diversi candidati di partecipare alle primarie del PD, ma ciò non avviene, primo perchè probabilmente chi non è del PD potrebbe legittimamente chiedersi perchè partecipare a primarie di un altro partito? Secondo, perchè per fare una cosa insieme bisogna sapersi venire incontro. Sono abituato ai politici che dicono a chiacchiere di voler fare una determinata cosa, poi la negano nei fatti. Ecco, questo è lo stallo del centrosinistra oggi. E' un peccato, io credo che il PD stia facendo un enorme sforzo per rinnovare se stesso, credo che questo sforzo vada riconosciuto, ma ciò non significa che fuori da quel partito possano o debbano valere le sue regole in virtù di un "unione di schieramento" , che se è solo di facciata è francamente inutile se non addirittura dannosa sul lungo periodo. Questo è un tema davvero innovativo in forma e contenuto: "...il criterio che prima delle elezioni amministrative il vincitore delle primarie si impegni a comunicare alla città le persone che dovranno ricoprire la carica di assessore, sulla base del principio della competenza e dello spirito di servizio. Costoro non dovranno aver fatto più di due mandati amministrativi nel Consiglio o nella Giunta Comunale e non dovranno sommare in sé conflitti di interesse, anche di tipo etico". Personalmente sono molto stanco che le logiche che sottendono la scelta degli amministratori siano oscure ai più, trovo quindi eccellente la scelta etica del comitato "Carlo Bava Sindaco" di non arretrare su questo qualificante punto. Come ho già detto non ho dubbi che candidati qualificati come Brignoli e Marchionini sapranno esprimere progremmi di governo della città di qualità, ma questo non basta, anche il comitato "Carlo Bava Sindaco" presenterà un programma credibile, di ampio respiro e qualità, magari anche il programma del centrodestra sulla carta sarà buono... la differenza da cosa può venire? semplice, dal comunicare la squadra amministrativa prima delle elezioni. Questo segnerà il coraggio verso il futuro e la differenza col passato. Non so se ci siano margini a che il PD riveda la sua posizione sul tema qualificante in oggetto, registro 2 dati oggettivi: 1-Le primarie proposte dal PD sono a tutti gli effetti primarie di partito e non di coalizione 2-per accordarsi bisogna essere almeno in due, e non a chiacchiere, ma servono fatti concreti.
Comitato "In Comune con Diego" - 27 Novembre 2013 - 12:48
diamo alle parole il vero significato
Potrei anchhe essere in assonanza con il Kane cittadino ma rispondo che in una dichiarazione di costituzione ed in un invito alla collaborazione "di solito" non si arriva con il pacchetto già bello che finito ed infiocchettato. In questa lettera di presentazione si è solo voluto spiegare per sommi capi le motivazioni che hanno spinto alcuni cittadini ad organizzarsi per aiutare Diego Brignoli nella difficile e tortuosa strada verso le primarie prima e le elezioni poi. A matteo invece devo dare brutte notizie: il PD non ha nulla da propinare a nessuno; la segreteria del principale partito cittadino non ha nemmeno iniziato a mettere i primi dentini (essendo nata dopo il congresso del 4 novembre) come pretendere che abbia già il programma bello che pronto. Se poi voleva dire che la maggioranza dei suoi componenti appoggia Diego, come la maggioranza della segreteria passata, allora questa è un'altra cosa: significa che le due segreterie del principale consesso liberale e progressista della città (e non solo per fortuna) esprimono piena continuità nell'appoggiare questo candidato. il fatto poi che Diego si stia appoggiando molto alle singole persone e tra queste anche ad alcuni membri della succitata segreteria è solo un'espressione di apprezzamento verso le stesse..... e solo "casualmente" quelle persone tenteranno di gestire anche il PD verbanese. Con affetto dico "dag suta" Alessandro P.
"Verbania Unita" per un città più "viva" - 3 Ottobre 2013 - 13:16
Verbania Unita
Mi sento in dovere di rispondere anche se i pregiudizi probabilmente rimarranno tali. 1- Circolo ARCI c'è di mezzo la politica? Assolutamente no. Questo è uno stupido pregiudizio verso la volontà di fare di noi ragazzi e del circolo che ha fortemente contribuito ai nostri primi passi. La linea che terremo per questa iniziativa e per le altre è chiara: non precluderemo la possibilità di partecipazione a NESSUNO. il Circolo ARCI sarà UNO dei punti di raccolta, non abbiamo ancora contattato ufficialmente i commercianti in quanto stiamo elaborando la petizione. Permettetemi una provocazione: nel caso una sede di un qualsiasi partito/movimento ci chiedesse un registro firme, non avremmo alcun imbarazzo ad accettare; quindi basta coi pregiudizi alle intenzioni. 2- Tra gli scopi della raccolta firme c'è quello di garantire la possibilità alle attività (bar,ristoranti, pub, ecc) il diritto di lavorare la sera senza dover fare i conti con restrizioni causate dalle lamentele dei soliti vicini di casa. Inoltre vogliamo porci contro la continua lotta alle “feste di piazza” che sono una buona fonte di reddito per questi esercizi. Ci sono dei regolamenti sugli orari di apertura e sul volume della musica: USIAMOLI al posto di darla sempre vinta ai soliti lamentosi vicini. 3- Visto che si parla del rispetto reciproco: ci sono persone che hanno il diritto di lavorare, altre che hanno diritto di divertirsi (non solo giovani), sempre RISPETTANDO LE REGOLE. Un esempio? VerbaniaGioca! il giorno dopo è nata una protesta contro questa festa...non mi sembra ci siano stati problemi di inciviltà ne di violazione dei REGOLAMENTI (la musica prima della una era finita). Un consiglio: provate a vedere come funzionano le attività serali e le manifestazioni organizzate nelle altre città. Vi assicuro che non troverete gente che butta secchiate d’acqua in testa ai passanti o che raccoglie firme contro la movida serale. Inoltre le forze dell'ordine presidiano le Piazze per PREVENIRE i disagi di cui parlavate prima. Se qualcuno volesse partecipare all'iniziativa o rimaner informato sull'Associazione Verbania Unita....verbaniaunita.wordpress.com
Nasce il Comitato "Carlo Bava Sindaco" - 26 Luglio 2013 - 13:34
gentile Carlo , nessun obbligo o il tavolo salta!
Gentile Sig. Carlo, le posso garantire , per quel che può valere la mia parola, che Carlo Bava non si assume alcun obbligo se non di natura etica nei confronti della città. Sicuramente nessun obbligo nei confronti del "sistema partito" qual'ora ci siano sostegni espliciti. Questo è alla base del percorso che si sta costruendo. Una politica nuova per atteggiamenti nuovi. Le posso dire che abbiamo circa 9 mesi davanti per condividere con i partiti, ma soprattutto la città, sia il programma che la squadra. Sarà un grande successo se prima delle elezioni si conoscesse già la squadra a sostegno di Carlo, proprio per fugare i suoi legittimi dubbi. Collabori con noi, ci aiuti a che ciò che Lei paventa non si realizzi. Carlo Bava Sindaco è una grande occasione per la città di Verbania.
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti