Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco

lavoratore

Inserisci quello che vuoi cercare
lavoratore - nei commenti
Interventi di Marcovicchio e Sistori in Consiglio Comunale Aperto - 17 Novembre 2014 - 14:46
...e aggiungo...
...e aggiugno che nel raggio di 100 km da quell'ospedale ne ho visti almeno altri 5, tutti con DEA: chi siamo noi del VCO,i figli della serva? C'è chi blatera che l'Italia deve essere una nazione unica con pari dignità? Bene, ce ne diano la prova e non ci facciano sentire inferiori ai siciliani! Certo mentre noi ci dilaniamo e lottiamo per la difendere la nostra salute a Roma si dilettano a discettare col pregiudicato di Arcore su chi sarà il nuovo presidente della repubblica o sulle percentuali per poter far accedere un partito in parlamento, tutte cose che al cittadino lavoratore non fregano un tubo.!
Fisconews: Legge di Stabilità 2015 e TFR in busta paga - 5 Novembre 2014 - 09:59
precisazione
Buongiorno, non mi trovo totalmente d'accordo con quello che ha scritto. La proposta di Legge concede al lavoratore dipendente la facoltà di scegliere come preferisce destinare il suo TFR, quindi ampia libertà al cittadino di farseli erogare in busta per poi optare per una forma di investimento a lui più congeniale. Ongi altra forma di utilizzo immediata della liquidità credo che sia un aspetto di irresponsabilità del singolo. Cordiali saluti
Job Act: l'ordine del giorno approvato - 3 Novembre 2014 - 10:33
signor Robi
lungi da me farle cambiare idea ,questa mia solo per sottolineare che ho profondi dubbi che le cause per licenziamenti illegittimi durino anni . A quanto mi risulta si fanno sempre con urgenza Comunque questo è quello che succede negli altri paesi facenti parte della UE e non dell'ex patto di Varsavia : Francia L'ordine di reintegro è ammesso ma non può essere imposto. La somma del risarcimento per il lavoratore va da un minimo di 6 mensilità a oltre 24. In alcuni casi è prevista anche un’indennità che varia in base al danno subito. Regno Unito Nessun diritto di reintegro. Il risarcimento prevede un rimborso base pari a 6600 sterline, un importo compensatorio di 12mila sterline ed eventualmente degli importi speciali. L'unico caso in cui è ammessa il reintegro del lavoratore è quella di licenziamento per "motivo illecito", come la discriminazione per motivi politici o razziali. Spagna Per l'attuale legge spagnola l'ordine di reintegro è facoltativo. Il datore di lavoro può optare per il risarcimento al lavoratore tramite un'indennità pari a 33 giornate lavorative per ogni anno di anzianità, più gli arretrati. Nel corso dei primi 12 mesi di lavoro entrambe le parti possono recedere liberamente il contratto. Portogallo Reintegrare il lavoratore licenziato ingiustamente è obbligatorio per il datore di lavoro. La decisione del giudice è basata su un'analisi dei costi connessi con la (prevista) riorganizzazione aziendale e dei benefici economici che l’azienda trae dal licenziamento. Il dipendente può scegliere tra il reintegro e il pagamento delle mensilità arretrate, o un'indennità pari a una mensilità per ogni anno di servizio. Grecia Anche in questo paese è ammesso l'ordine di reintegro. Il risarcimento per il lavoratore, inoltre, è un’indennità per il periodo tra la data del licenziamento e la decisione del giudice. Il giudice deve valutare la legittimità del licenziamento in base al giudizio sul bilanciamento tra esigenze dell'impresa e del lavoratore. Olanda Il datore di lavoro può scegliere se reintegrare il lavoratore o in alternativa versargli un'indennità. Qui il datore di lavoro che intende licenziare deve però sottoporsi preventivamente a un’autorizzazione amministrativa finalizzata a vagliare la "ragionevolezza" del recesso. Austria Quando una persona è licenziata ingiustamente, il datore di lavoro è obbligato a reintegrarla e a pagare un risarcimento, comprensivo della liquidazione e di una somma uguale allo stipendio che avrebbe dovuto essere percepito nel periodo tra il licenziamento e la conclusione legale del caso. Il giudice è però tenuto a valutare la legittimità del licenziamento in base ad un giudizio di 'bilanciamento' tra le esigenze dell’impresa e l'interesse del lavoratore a mantenere il posto di lavoro. Belgio In questo Paese non esiste per il lavoratore il diritto al reintegro, pur essendo quest'ultimo possibile, ma al risarcimento, che comprende il periodo di preavviso e un rimborso danni pari a sei mensilità. Danimarca La legge danese ammette l’ordine di reintegro del lavoratore licenziato ingiustamente e stabilisce un risarcimento pari a un anno di retribuzione. Svezia Il licenziamento può avvenire solo per grave disobbedienza o per ristrutturazione dell'azienda. Il giudice può imporre il reintegro o il risarcimento dei danni più le retribuzioni maturate dal momento del licenziamento fino al termine della sentenza. Se il datore di lavoro nega il reintegro deve corrispondere un'indennità che va da 16 a 48 mensilità. Il lavoratore licenziato ha la priorità nelle nuove assunzioni. bisogna ricordare che le nazioni appartenenti all’Ue rispondeno all’articolo 30 della Carta dei diritti fondamentali dell’Ue, che è stata resa fonte giuridicamente vincolante in seguito all’entrata in vigore del Trattato di Lisbona. In particolare l’articolo 30 stabilisce che: “Ogni lavoratore ha il diritto alla tutela contro ogni licenziamento ingiustificato, conformemente al diritto comunitario e a
Job Act: l'ordine del giorno approvato - 2 Novembre 2014 - 18:56
Voto su ODG Di Gregorio.
Non capisco perchè ci si preoccupa tanto del mio voto favorevole su ODG contrario alla abolizione dell'art. 18. Chi lo ha letto sa che questo articolo non è altro che una interpretazione degli art. 2118 e 2119 del codice civile che stabiliscono le norme sia del licenziamento come pure del diritto del lavoratore di richiedere l'arbitrato del Giudice di fronte ad un licenziamento illeggittimo. Nella fattispecie non cambia nulla perchè , permanendo la validità dell'attuale Codice Civile, il licenziato avrà sempre la possibilità di richiedere l'inrevento del Giudice. Che poi la Giustizia risenta di opinioni personali , questo è un altro discorso. O si ha fiducia nell'ordinamneto giudiziario o non la si ha. Ma abolire l'art . 18 è come disconoscere la validità del Codice Civile. Tutto questo dimostra che il problema è solo politico e non pratico. Dove si vuole arrivare? A legittimare licenciaziamenti illegittimi? O alla grande bugia che con la modifica dell art. 18 le aziende ricominceranno ad assumere? Non è che le aziende sono in crisi per mancanza di domanda, per un costo del lavoro eccessivo, per lo strangolamento delle tasse e le burocrazie asfissianti ? Prima di votare mi sono solo documentato e ho fatto un ragionamento, Oltre a essere ispirato dalle mie convinzioni politiche in tema di lavoro.
GdF scopre 3milioni di evasione - 19 Ottobre 2014 - 18:56
metodo svizzero, magari!
Magari Lupus! ma credo che anche in questo caso abbia ragione Paolino, che credo sia un lavoratore autonomo e dsappia bene cme funziaonano le cose. Il cambiamento è ostacolato in tutti i modi. Io sarei anche per uno stato confederale o federale, dove mi pare le cose funzionino meglio, ma nello stato catatonico in cui siamo non saprebbero neppure come cominciare. anzi, non ne hanno la minima voglia. PS: Paolino, stiamo diventando come Bogart e Rains in Casablanca? ....penso che questo sia l'inizio di una bella amicizia!
Assenteista accusato di truffa e peculato - 18 Ottobre 2014 - 11:38
x Simona
Nella mia realtà di comune nell'Hinterland milanese le cose generalmente non funzionano male. Impiegati in surplus o lavatiivi ci sono ma onestamente in numero esiguo. Credo che il problema sia più presente in strutture grandi e in certe zone d'Italia. In quanto alle mazzate certo che mi viene voglia, ma accadeva lo stesso quando lavoravo nel settore privato. La differenza, come giustamente qualcuno ha scritto, è la sostanziale illicenziabilità, a meno di enormità, del dipendente pubblico. E non poter licenziare un lavativo, un ladro o semplicemente un incapace è una cosa deleteria sia nel pubblico che nel privato. Il problema è che il lavoratore pubblico è pagato dal cittadino, e a lui dovrebbe rendere conto, non al dirigente o al capetto di turno. Questa dovrebbe essere una forte motivazione per chi lavora nel pubblico. Diventare come in altri paesi un civil servant al servizio del cittadino, perchè il nostro non è un lavoro, ma una "mission". Questo penso io. Poi ripeto, ciascuno può pensare legittimamente quello che vuole, ma vi assicuro che lavorare con norme, procedure e leggi che ci sono in Italia è come essere in gabbia.
Frontalieri in aliscafo slitta? - 11 Ottobre 2014 - 18:35
un genio ..ahahhahahah
Il ''FORTUNATO'' GENIO POLITICO DEL V.C.O. seduto in comune ( magari 100/125 preferenze max) intenzionato ad accontentare qualche parente lavoratore in Suisse ha ''cozzato''. COME PREVISTO UN FIASCO ! ..... FATE RIPARATE LE BUCHE !!!
Carabinieri sanzioni ad esercizi pubblici - 29 Luglio 2014 - 13:23
Ahimè...
...purtroppo mancano sempre i nomi, non tanto delle persone coinvolte ma dei locali. Perchè personalmente mi interesserebbe sapere se TAL locale commette "...inadempienze igienico sanitarie..." o mantiene una "...cattiva conservazione di alimenti...", così da non metterci mai (o mai più) piede. Viceversa, se passa sempre più l'idea che è meglio assumere personale "in nero" perchè così ci si guadagna in due (il datore e il lavoratore), bè allora poi non lamentiamoci che il Paese funzione come funziona. Il concetto è sempre il medesimo: chi commette "..irregolarità nella posizione contributiva.." o "...irregolarità concernenti la normativa antincendio ed il testo unico sulle leggi di Pubblica Sicurezza..." NON è furbo, è solo ladro! E ci rimettiamo tutti.
Nobili risponde ai sindacati NLM - 24 Luglio 2014 - 21:51
X verbanese
Per pura e semplice chiarezza in questa vicenda non sto patteggiando per nessuno ma ritengo anche che difendere la pagnotta sia il sacrosanto diritto di chiunque. Dà lavoratore però mi indigno sul comportamento che avrebbero tenuto i sindacati (sicuramente lo hanno fatto solo ed esclusivamente per salvare le tessere), su una discussione-diatriba tra categorie di lavoratori, hanno tenuto la parte di una sola categoria; a già è vero, che ingenuo che sono, gli altri non pagano alcuna tessera sindacale! Venendo al dunque, penso che non sia stato un atteggiamento corretto nei confronti di quella categoria di lavoratori.
Riforma autonomie locali: volantinaggio sindacati - 7 Luglio 2014 - 20:44
X Lupus e Sibilla (riforma Fornero)
Un po' di precisazioni Lupus 7/7/14 h 13:05 a) qualsiasi sia l'età pensionabile ci sarebbe persone che pagano senza nemmeno arrivare alla pensione (anche se fosse 50 anni) come chi paga per una vita RCA e non ha mai fatto un incidente. Gli interessi delle liquidazioni li prendono le aziende e non lo stato. Ma visto che le aziende non li tengono sul conto a far nulla, li faranno fruttare (almeno spero). b) anche il lavoratore mette in giro il denaro che ha appena guadagnato. Non è solo il pensionato che spende... c) Mi stupisce che ora il tuo faro sia Napolitano... Non è che i posti di lavoro aumentano mandando in pensione le persone. Se applicassimo questo concetto per aumentare i posti di lavoro allora basterebbe mandare la gente in pensione a 35 anni per eliminare il problema della disoccupazione. Mi pare che il mondo non funzioni così. E comunque Napolitano non ha detto: finché gli anziani saranno al lavoro, l'Italia muore.... Sibilla: semplicemente perché tende a riequilibrare un sistema pensionistico che non stava in piedi economicamente. Quasi identico tentativo l'aveva fatto Berlusconi con lo scalone Maroni. Poi vergognosamente cancellato da Prodi-Damiano. Si poteva continuare così com'è. Ma poi non c'erano i soldi per pagare le pensioni. Meglio rimanere a lavorare che arrivare a 80 anni e poi non prendere più soldi. Noi verbanesi siamo sempre a prendere come fulgido riferimento la Svizzera e quindi immagino che sappiate quale sia l'età della pensione in Svizzera... Recente studio commissionato dalla Merkel ha sentenziato che per rendere sostenibile il sistema pensionistico tedesco, l'età pensionabile deve essere alzata a 67 anni. Lupus 7/7 17:08 I tutori dell'ordine comunque a una certa età, passano in ufficio ed in ogni caso sono sempre in 2. I minatori essendo lavoro deteriorante vanno in pensione prima. Comunque non c'è nulla da inventare... Basta copiare dalla Svizzera. Come spiegare a una persona che han cambiato le regole? Non c'è nulla da spiegare... Se le regole non fossero mai state cambiate durante la corsa, oggi avremmo ancora il codice di Ammurabi. Il mondo cambia continuamente e ci si deve adattare o adeguare. Come spieghi a chi costruiva le cabine telefoniche che ora deve chiudere? Non c'è nulla da spiegare, il mondo cambia. Ci si adegua punto e basta. Preferisco che il 60enne rimanga a lavorare per altri anni piuttosto che subire un ulteriore aumento delle tasse per mantenerlo e per poi rimanere col cerino in mano quando io avrò quell'età. E già che ci sono... Lupus 7/7 18:09 anche i grandi comuni con i propri legali, devono obbligatoriamente rivolgersi a legali esterni per le varie cause. L'iscrizione all'ordine è incompatibile con lo status di lavoratore subordinato.
M5S: "al 1° Consiglio Comunale, l’unica novità" - 1 Luglio 2014 - 10:45
"me l'aspettavo"
Egregi Consiglieri M5S, rispondo da vostro dirimpettaio Consigliere del Partito Democratico visto che ponete retoricamente domande a chi, come me ed altri membri del mio gruppo, ha ascoltato con attenzione e ritenuto di non votare i vostri ordini del giorno. A nostro parere essi risultavano un doppione edulcorato rispetto al programma elettorale di Silvia Marchionini, elaborato negli ultimi anni dal PD e dalla coalizione. Rispetto al programma di Governo presentato dal Sindaco essi non contenevano alcun valore aggiunto, ma risultavano in alcune parti strumentali a ricalcare parole già ampiamente discusse e presenti nel programma amministrativo. Pur tuttavia non è stata da parte nostra una presa di posizione ideologica nei vostri confronti, tutt'altro: il primo degli emendamenti da voi presentati sulle deroghe oltre il secondo mandato negli enti di nomina amministrativa (anche se presentato all'una di notte e senza la possibilità di confronto ed analisi) è stato da noi votato favorevolmente perché condiviso. Seppure questo rappresenti un relativo successo, dimostra anche l'apertura del Partito Democratico nel merito delle vostre prerogative di minoranza e non una nostra mera opposizione partitica. Mi dispiace vogliate rappresentare anche questa apertura in tono polemico. Forse per i cittadini le parole "basta cemento" non sono chiare? Forse la sottoscrizione piena delle proposte L10 di "Libera - Associazione nomi e numeri contro le mafie" che prevede l'incandidabilità per chi ha commesso reati contro lo Stato non è sufficiente? Forse voler vedere terminare e consegnare ai cittadini un'opera pubblica piuttosto che lasciare un rudere di cemento è sbagliato? Probabilmente a loro è chiaro, visto l'enorme consenso elettorale ricevuto, ma forse a voi no. Cari cinquestelle permettetemi di dirvi, dalla mia esperienza di lavoratore e cittadino al servizio degli altri, che i nostri concittadini sono stanchi delle polemiche sterili di una politica vecchia, romanzata e della cronaca politica: vogliono piuttosto assistere ad una politica di servizio e di lavoro. Mi dispiace raccogliere da parte vostra un atteggiamento oltranzista e distruttivo anche quando la maggioranza discute e condivide, seppur in minima parte con il primo emendamento, le vostre proposte. Col senno di poi, leggendo i documenti da voi presentati e questo comunicato, non posso purtroppo far altro che pensare:"me l'aspettavo". Spero vivamente che vogliate dare un contributo fattivo alla Città, contribuendo a creare un clima sereno e collaborativo per il bene di tutti. Buon lavoro, Marco Tartari Consigliere Comunale Gruppo Partito Democratico
PD risponde a PSI sui compensi della Giunta - 21 Giugno 2014 - 16:02
Gli inutili eurocomunicati
La forma lessicale dell'eurocomunicato pd ha una indubbia matrice comunista. Ciro il Grande si immagina alla tastiera del pc un giovane ds con vecchia mentalità pci, magari con la barba, l'eschimo che odora di naftalina e l'unità sotto braccio. L'eurocomunicato psi, invece, parrebbe scritto da un dipendente dello Stato abituato a pontificare seduto su una comoda poltrona dietro ad una brutta scrivania, certo di uno stipendio a fine mese al di la' dei risultati ottenuti e dell'impegno lavorativo profuso. Ciro il Grande, da buon lavoratore autonomo senza alcun paracadute, ringrazia il sindaco e la giunta per aver scelto di applicare una consistente riduzione dei propri compensi a fronte di un lavoro impegnativo che richiedera' l'assunzione di importanti responsabilità. Il sindaco Marchionini e la sua giunta saranno valutati in funzione dei risultati che sapranno ottenere, non certo sulla base degli emolumenti economici che decideranno di applicare.
Centro per l'Impiego risponde al lettore sull'offerta di lavoro - 11 Giugno 2014 - 17:38
riscontri
Prima della pubblicazione dell'annuncio viene richiesta la liberatoria privacy... Quindi nessuno scandalo, nessuna violazione in quanto la pubblicazione in chiaro dei propri dati viene accettata da chi inserisce l'annuncio, sia lavoratore che imprenditore. Comunque si, viene utilizzato molto e ci sono durante l'anno diversi riscontri. Lo dimostra il fatto che appena le strutture inseriscono l'annuncio di ricerca personale, dopo qualche settimana chiedono di toglierlo dalla bacheca on line per evitare congestionamenti ma soprattutto perché trovano il personale per il ruolo che occorre. Sulle statistiche meglio confrontarsi direttamente. Non sono pubbliche perché relative ad ente associativo settoriale privato.
Centro per l'Impiego risponde al lettore sull'offerta di lavoro - 11 Giugno 2014 - 15:24
Non ci siamo
1) anche 600 euro più rimborso spese rappresenta una paga indecente; 2) per conoscere il lavoratore esiste il periodo di prova. 3) concordo con gli altri. Sarebbe stato più opportuno offrire un quadro statistico.
Marchionini: ecco "Le prime 10 cose da Fare" - 13 Marzo 2014 - 17:37
imprenditoria verbanese
Silvia Marchionini, rappresenterebbe la discontinuità rispetto al passato, sempre che sia capace se vince di circondarsi di collaboratori capaci che non siano necessariamente politici di professione. Non bisognava aspettare il manifesto dei commercianti e la manifestazione degli artigiani della CNA, della quale è stato presidente Diego Brignoli, il competitor di Silvia, per rendersi conto che la situazione è disperata. Le frazioni si sono svuotate di attività e oramai stanno diventando dei dormitori. Per il resto basta farsi un giro per Pallanza e Intra per vedere quanti negozi sono chiusi. Ma la tragedia vera è quello che non si vede! Famiglie rovinate, spesso ex lavoratori dipendenti che hanno che hanno bruciato i propri risparmi nel tentativo di inventarsi una nuova attività. Tanti che stanno soffrendo e non sanno came arrivare al giorno dopo. Vendite in calo, tassazione criminale, oramai si parla del 70%, a cui contribuisce con scarsa sensibilità il nostro Comune. La tares ne è un esempio. Ciononostante c'è chi vede una situazione positiva. In un incontro di presentazione di un candidato a Sindaco, qualcuno ha avuto il coraggio di dire che c'è un trend positivo. Le attività imprenditoriali nel loro complesso hanno un saldo positivo. Dimenticando che dietro uno specchio si nasconde una realtà tutt'altra che rosea. Ci si dimentica che i tanti extracomunitari che hanno aperto una partita IVA anche solo per poter restare in Italia e spesso per poter prestare la propria opera non come veri lavoratori dipendenti ma con una collaborazione come "lavoratore autonomo", che spesso viene chiamato "servizi alle imprese". Posso dire che oggi si sta riscoprendo l'importanza della piccola imprenditoria, spero non solo perchè la si identifichi come sostituta degli operai di una volta, ma come una risorsa fondamentale del nostro paese. Attenzione, lo sportello che si vuole creare, non deve favorire la nascita di nuove attività a tutti i costi, con il rischio di avere nuovi falliti. Deve essere invece uno strumento che metta in condizioni, attraverso uno studio serio, di intraprendere nuove attività che siano utili e di successo.
Mi ammalo mi licenziano - 5 Febbraio 2014 - 10:26
In servizio
Rientrare in servizio durante il periodo di malattia non è nè inaudito nè impossibile, ma è semplicemente vietato! Ne va di mezzo il lavoratore e il datore di lavoro. Almeno questo è ciò che recitano i contratti pubblici e quelli privati con un certo numero di dipendenti. Chi sostiene il contrario o è male informato o non lavora come dipendente.
L'auto del consigliere lavata con i soldi dei contribuenti - 3 Dicembre 2013 - 20:05
niente rimborsi
a me che sono lavoratore autonomo nessuno mi rimborsa nulla......quindi andate tutti a quel paese compresi i *ROMOSSO* che sono peggio di questi......
Di Gregorio: "Danni e Inganni" - 14 Ottobre 2013 - 09:35
Danni e parole ..............
Come al solito Di Gregorio perde l'ennesima occasione per star zitto e rimedia l'ennesima figuraccia. A proposito di cattive costruzioni, é appena il caso di ricordare che il porto "turistico" é stato costruito dai suoi compagni nel luogo più assurdo di tutto il Lago Maggiore, ma lui ha solo la cultura della fabbrica (che ha ammazzato decine e decine di Verbanesi, ma va beh ....) di venti e moti ondosi del lago non capisce un tubo, quelli si che sono stati soldi buttati via: costruito male, é ovviamente finito peggio .......... Per quanto riguarda il lavoro, io da piccolo imprenditore sto cercando con le unghie e con i denti di non lasciare a casa nessuno dei miei e forse, forse, ce la farò; Di Gregorio non mi risulta si sia speso quando si voleva pignorare i macchinari di un piccolo artigiano con conseguente licenziamento dei suoi dipendenti; solo l'ex sindaco Zacchera s'era messo davanti alla porta dell'Azienda per impedirne la chiusura; dov'era lei Di Gregorio???? Facile parlare di "lavoro" dal suo comodo posto da lavoratore pubblico ipergarantito e supertutelato ......... Signora Rossi, Verbania per 64 anni é stata amministrata da Di Gregorio e soci ....... Sappia dunque ben indirizzare le sue critiche. Verbania ha bisogno di tante cose, di sicuro non ha bisogno di parole, parole e parole ............
Una risposta al comunicato del M5S sul CEM - 5 Settembre 2013 - 13:46
mah ... Caro sig. Mario
solo per completezza... non mi risulta che nessun consigliere comunale di Verbania sia funzionario di partito... sono tutti lavoratori che hanno la passione politica o che hanno la voglia , o meglio dire avevano la voglia , di non delegare ad altri,ma di impegnarsi. Non mi risulta che nessun consigliere di Verbania sia stato calato dall'alto, ma è stato votato (con le preferenze ) dai cittadini di Verbania( se Lei ha le prove che a Verbania esiste un sistema mafioso per il quale i voti di preferenza vengono comprati faccia nomi e cognomi e lo denunci alla procura della repubblica ) .... lasciate fare politica a persone più intelligenti... e chi lo dice che i grillini sono più intelligenti.. dove è scritto? attenzione che la retorica di chi diceva ... noi siamo i migliori, noi siamo puri.. destra e sinistra sono uguali.. l'abbiamo già sentita durante la campagna elettorale del 33 in Germania .. per finire.. non mi risulta che Parma sia governata in maniera intelligente.. ma in quanto è una mia opinione è sempre contestabile. Cordiali saluti Aurelio Tedesco segretario del PdCI del Vco(eletto dai cittadini iscritti al partito), ma anche cittadino di Verbania,ma anche lavoratore (e per fortuna che un lavoro ce l'ho)
Clamoroso: forse il CEM non si fa più - 7 Luglio 2013 - 18:50
politici e politicanti
Grazie signora Silvana sia per l'illustre ,mi permetta io non sono un politico, ma un cittadino,un lavoratore (per fortuna ho ancora un impiego e non come molti che in questi ultimi anni lo hanno perso) che si occupa anche di politica . Sono d'accordo con lei quando dice che si potrebbero devolvere dei soldi agli indigenti , a quelle persone malate ed oneste che non si rivolgono alla pubblica assistenza per orgoglio (chi più del mio partito può essere d'accordo), ma non serve fare uno scontro all'arena, magari si potrebbero usare quei 3 o 4 milioni di Euro che il comune ha incassato per l'appalto delle tubature del gas invece di metterli nella grande opera... o se non vogliamo usare quei soldi.. magari evitare di comprare gli F 35.. Vede signora Silvana.. lei parla di Vespasiano... ,ma io invece citerei Romolo Augusto e il basso impero
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti