Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco : Verbania : Eventi

Lampi sul loggione: "Mio eroe"

È tra i maggiori esponenti del teatro di narrazione e d’indagine, quel teatro che si colloca al confine con il giornalismo d’inchiesta, tra l’analisi e la poesia, la denuncia e la comicità: dopo il successo de “La fabbrica dei preti”, Giuliana Musso torna a Verbania con il suo ultimo, attesissimo lavoro dal titolo “MIO EROE”.
Verbania
Lampi sul loggione: "Mio eroe"
L’appuntamento è per venerdì 21 aprile (ore 21), al Centro Eventi Il Maggiore di Verbania, all’interno della rassegna “Lampi sul loggione16/17” curata da l’Associazione “Lampi sul Teatro” con il sostegno del Comune di Verbania.

Attrice, autrice e regista, premio della Critica 2005, vicentina d’origine e udinese d’adozione, con “MIO EROE” Giuliana Musso porterà sul palcoscenico cittadino del contemporaneo un monologo ispirato alle biografie di alcuni dei 53 militari italiani caduti in Afghanistan durante la missione ISAF (2001-2014).

La voce è quella delle loro madri, che testimoniano la vita dei figli che non ci sono più, ne ridisegnano il carattere, il comportamento, gli ideali, in un altare di memorie personali che trabocca di un naturale amore per la vita. Tre donne che cercano parole e gesti per dare un senso al loro inconsolabile lutto. Ma anche all’esperienza della morte in guerra in tempo di pace: perché nell’alveo di questi racconti intimi, a tratti lievi e a tratti drammatici, si fa spazio un discorso etico e politico. La voce della mater dolorosa, che l’iconografia patriarcale vorrebbe relegata allo spazio dei sentimenti, esce infatti dagli stereotipi per tornare a porsi interrogativi puntuali sulla logica della guerra, sull’origine della violenza come strumento di soluzione dei conflitti e su un sistema che prevede la costruzione del mito dell’eroe per giustificare tutto questo.

Scritto con la complicità di Alberto Rizzi e prodotto da La Corte Ospitale, lo spettacolo ha debuttato lo scorso ottobre a Rubiera (RE) e arriva proprio mentre l’Europa commemora il centenario del primo conflitto mondiale. Un lavoro che strappa il tema della guerra alla dimensione della rievocazione, riportandolo ad un confronto serrato con il presente e sviluppando al contempo quel discorso femminista su cui l’autrice di “Nati in casa” e “Sex machine” torna a ragionare.

“Il dolore delle madri – spiega infatti Giuliana Musso – può superare la retorica militaristica che ci impedisce di ragionare sulla guerra proprio quando siamo difronte al feretro coperto dal tricolore, e affonda con la forza dei sentimenti in una più autentica ricerca di verità. In queste testimonianze femminili il tema della pace e il tema della maternità risuonano per quello che ancora sono: pubblicamente venerati e segretamente dileggiati”.

Per i non abbonati biglietti a € 15,00 prevendita sul sito www.ilmaggioreverbania.it e presso l’Ufficio Turistico Via Ruga Pallanza o l’URP del Comune di Verbania Palazzo di Città.



0 commenti  Aggiungi il tuo



Aggiungi il tuo commento

Prima di pubblicare un tuo commento assicurati che:

• sia in tema e contribuisca alla discussione
• non abbia contenuto razzista o sessista
• non sia offensivo, calunnioso o diffamante

La redazione si riserva di cancellare qualsiasi contenuto ingiurioso, volgare, illegale o contrario alla policy.

Commenti Se accedi o ti Registri potrai visualizzare il tuo nome e ricevere aggiornamenti quando ci saranno altri commenti



captcha
CAPTCHA: Scrivi il valore visualizzato

Iscriviti con la tua email
Verbania
29/06/2017 - In molti per i 25 anni della Croce del Monte Zeda
29/06/2017 - Due libri sulla violenza di genere
29/06/2017 - C.A.I. programma di luglio 2017
29/06/2017 - Le Notti di Suna
28/06/2017 - Lavori di adeguamento e efficientamento alle Bachelet
Verbania - Eventi
28/06/2017 - Lago Maggiore Danza 2017
27/06/2017 - Solidalmoda 2017
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti