Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco : Verbania : Sport

“Opere d’arte in menu”

Le Nature Morte di Agostino Verrocchi, pittore del tardo 500, sono tra i ‘pezzi forti’ di un evento unico, che dopodomani porterà a Verbania una serata dedicata all’arte e all’alta cucina: succederà, come detto, il 23 giugno, venerdi, a partire dalle ore 20, nella prestigiosa cornice del Ristorante Milano a Pallanza.
Verbania
“Opere d’arte in menu”
Le prelibatezze di cucina sono di un altro Agostino ‘artista’: lo chef Agostino Sala, oggi al timone del ristorante gourmet dopo averne raccolto il testimone dal padre Egidio.
Sponsor tecnici della serata sono PromoArt e Lloyd.

Verrocchi e non solo: dalla ‘Battaglia tra cavalleria cristiana e turca’ di Antonio Calza al ‘Pescivendolo’ di Giacomo Francesco Cipper, fino alle opere di Bruno Mazzolani, l’evento (non una mostra, non una semplice cena ma un momento di incontro con l’arte davvero esclusivo) vedrà protagonisti ben cinque secoli d’arte: ad essere esposte saranno oltre 15 opere d’altissimo valore artistico, presenti per una serata unica, accompagnata dalla proposta gastronomica di Agostino Sala e da una selezione di vini molto rari, in collaborazione con l’enologo Gabriele Bava: dallo spumante 2012 Parusso ottenuto da uve Nebbiolo con metodo ancestrale (per la rifermentazione non si utilizza lo zucchero ma il mosto di nebbiolo), poi il Vermentino Le Bizze 2016 Casa di Terra, l’Amo Rosso Monferrato 2013 di Lagobava (con il raro abbinamento di 60% uve Pinot Nero e 40% Merlot, raccolte e vinificate insieme) e il Casorzo 2016, da uve Malvasia di Casorzo.

Come detto, l’iniziativa nasce dalla collaborazione con PromoArt di Stresa, la realtà creata a Stresa nel 2012 da Massimo Ciaccio, appassionato e profondo conoscitore d’arte. Uno dei suoi obiettivi è, appunto, la promozione della cultura attraverso l’organizzazione di eventi a tema, presentando opere di qualità museale, in ottimo stato di conservazione, inedite o c difficilmente possano essere viste in un contesto pubblico: e ciò rende ancora più unico ed esclusivo l’evento verbanese, dal titolo “Opere d’arte in menu. La bellezza emoziona”.

“Sono convinto che pittura e cucina siano due espressioni di arte pura” dice lo chef Agostino Sala “ed è anche per questo che, con entusiasmo, nasce questo evento dai caratteri unici, che porta a Verbania opere di altissimo valore, che le pareti del ‘Milano’ sono pronte ad accogliere. Ovviamente non mancheranno le specialità gastronomiche di cucina creativa: arte e gusto tra passato e presente, insomma. E con l’obiettivo di generare emozioni”.

Un contesto ancor più felice, quello del ‘Milano’, soprattutto dopo la recente ristrutturazione che ha interessato sia l’ampia sala interna, dove dominano eleganza e toni caldi, sia la veranda esterna del ristorante, con un appeal più friendly, moderno e luminoso: un’impronta che Agostino Sala, 51 anni, unisce alla volontà di proporre una cucina creativa che muove dal territorio per sondare nuove frontiere.
Ma soprattutto, qui, l’arte domina gli ambienti, le sale, le profondità: un’arte classica, appunto, dove quadri del Seicento e del Settecento accolgono i visitatori che qui giungono non solo dal territorio, ma dalla vicina Svizzera e dal centro Europa per gustare una cucina sempre più apprezzata.

Costo di partecipazione: € 75 per persona.

Immagine 1



0 commenti  Aggiungi il tuo



Aggiungi il tuo commento

Prima di pubblicare un tuo commento assicurati che:

• sia in tema e contribuisca alla discussione
• non abbia contenuto razzista o sessista
• non sia offensivo, calunnioso o diffamante

La redazione si riserva di cancellare qualsiasi contenuto ingiurioso, volgare, illegale o contrario alla policy.

Commenti Se accedi o ti Registri potrai visualizzare il tuo nome e ricevere aggiornamenti quando ci saranno altri commenti



captcha
CAPTCHA: Scrivi il valore visualizzato

×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti