Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco : Verbania : Cronaca

Emodinamica cresce nel VCO

Dal 2014 ad oggi l’attività di emodinamica dell’ASL VCO è costantemente in aumento a fronte di una stabilità del numero complessivo di interventi. Di seguito la nota di ASLVCO.
Verbania
Emodinamica cresce nel VCO
La mobilità verso altre strutture regionali si è fortemente contratta e, in questo ambito, la collaborazione con l’ASL di Novara è assai intensa e i pazienti con problematiche cliniche particolari vengono indirizzati alla stessa Azienda Ospedaliera.
Nelle altre sedi piemontesi il numero di pazienti residenti nell’ASL VCO si è costantemente ridotto passando dal 52,2% del 2013 all’attuale 7,5%.
I pazienti residenti nell’ASL VCO che si rivolgono a strutture extraregionali sono rimasti sostanzialmente costanti DAL 2013 AL 2017.

Nell’ottobre del 2015 si era passati da 2 a 3 giorni di attività.Lo sviluppo dell’attività da 3 a 5 giorni la settimana, attivato dal 2 novembre, permetterà di ridurre gli attuali tempi di attesa per le coronarografie in classe A, attualmente a poco meno di un mese, e quelle in classe B, attualmente a 50 giorni che potranno scendere a 40.

Il prossimo obiettivo sarà quello di garantire l’attività dell’emodinamica 7 giorni su 7 e con la reperibilità 24 ore su 24.
Immagine 2
Da un punto di vista tariffario lo sviluppo dell’attività dal 2014 ha permesso di ridurre la mobilità passiva dai 7,188 milioni del 2013 ai 3,808 milioni del 1° semestre 2017.

Il Direttore Generale Dott. Giovanni Caruso sottolinea come l’impegno del Direttore della SOC Cardiologia Dott. Alessandro Lupi, dei suoi collaboratori e di tutto il personale della Struttura abbia consentito non solo di migliorare i risultati evidenziati ma di ampliare il servizio di emodinamica, come ci si era prefissi, e con la convinzione che si arriverà in tempi brevi alla completa copertura dei 7 giorni. Il servizio sta ottenendo significativi risultati anche di innovazione tecnologica con l’utilizzo di pratiche di intervento innovative e meno invasive a favore dei pazienti cardiopatici.
E’ inserito nella programmazione dei prossimi acquisti un nuovo angiografo che garantirà ulteriori livelli prestazionali con attenzione alla sicurezza dei pazienti.



0 commenti  Aggiungi il tuo



Per commentare occorre essere un utente iscritto
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti