Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco : Verbania : Politica

Eletto il nuovo cda del Consorzio servizi sociali

Nuovo consiglio di amministrazione per il Consorzio dei servizi sociali del Verbano. Nella prima serata di ieri, giovedì 29, l’assemblea dei sindaci ha rinnovato i vertici.
Verbania
Eletto il nuovo cda del Consorzio servizi sociali
L'ente gestisce le politiche sociali per conto dei 25 comuni dell’area lacuale: da Cannobio a Belgirate salendo sino alla Val Grande.

All’assemblea s’è arrivati con una lista congiunta, espressione di tutto il territorio e
frutto della condivisione tra sindaci di ogni schieramento politico. Una lista comprendente persone di alto profilo professionale.

«Trovo che la scelta di votare tutti insieme persone motivate e competenti, senza schematismi politici e di partito, sia un fatto nuovo e positivo – commenta il sindaco di Verbania, Marco Zacchera –: nell'emergenza sanitaria ed economica che attraversiamo, l'unità di intenti è la prima necessità. Ringrazio chi con impegno ha operato in passato, nella speranza di poter mantenere l'attuale elevato livello di servizi prestato alla comunità».

Alla carica di presidente è stato eletto Franco Diazzi. Verbanese, 65 anni, è un manager industriale che ha lavorato per anni nei settori chimico e alimentare. Attualmente è consulente per la multinazionale Barry Callebaut.

Il suo vice sarà il commercialista Luigi Petroni. Sessantotto anni, professionista con studio a Verbania, è stato consulente e revisore di numerose società e aziende, nonché assessore tecnico al Comune di Verbania tra il 1999 e il 2004. Gli altri quattro componenti il consiglio sono Ismaele Bacchetta, di Cannero, 38enne commercialista con un passato di consigliere nel comune cannerese e nella rispettiva Comunità montana; l’architetto Guido Monferini di Baveno, 46 anni, già consigliere e assessore municipale ai Servizi sociali; Antonio Lillo, medico di base cinquantaduenne già assessore all’Assistenza a Cannobio e consigliere provinciale in carica; la pedagogista di 61 anni Valeria Caretti in rappresentanza di Premeno; la psicologa Marina Beretta, 59 anni, di Ghiffa.

Sei consiglieri su sette sono nuovi, mentre Beretta ha già ricoperto l’incarico nel
precedente quadriennio. Il nuovo consiglio, che si insedierà a breve e resterà in carica fino al 2016, avrà il difficile compito di gestire la delicata situazione dei servizi sociali.

«Ci aspettano momenti difficili – dice l’assessore alle Politiche sociali, Adriana Balzarini, presente all’assemblea per conto del Comune di Verbania –. La Regione ha comunicato tagli e se ne annunciano altri. La finanza pubblica langue e si dovranno trovare nuovi modelli di gestione che tutelino servizi e fruitori. Abbiamo eletto un consiglio competente, composto da persone esperte e di buon senso.

Diazzi, poi, è molto determinato e entusiasta dell’incarico. So che s’è già mosso per conoscere i sindaci e per iniziare a lavorare. Non posso che augurare a lui e al nuovo consiglio un buon lavoro. Ringrazio, a nome di tutti i sindaci, anche il precedente consiglio per il lavoro svolto».
 Fonte di questo post



0 commenti  Aggiungi il tuo



Aggiungi il tuo commento

Prima di pubblicare un tuo commento assicurati che:

• sia in tema e contribuisca alla discussione
• non abbia contenuto razzista o sessista
• non sia offensivo, calunnioso o diffamante

La redazione si riserva di cancellare qualsiasi contenuto ingiurioso, volgare, illegale o contrario alla policy.

Commenti Se accedi o ti Registri potrai visualizzare il tuo nome e ricevere aggiornamenti quando ci saranno altri commenti



captcha
CAPTCHA: Scrivi il valore visualizzato

Iscriviti con la tua email
Verbania
24/10/2017 - M5S: bene iniziativa spalaneve ma...
24/10/2017 - "Come sta l'aria a Verbania?"
24/10/2017 - Offerte di lavoro del 24/10/2017
23/10/2017 - Pallavolo Altiora vince 3-0
23/10/2017 - Occupazione: “Servizio di sgombero neve e spargisale”
Verbania - Politica
23/10/2017 - "Floricoltura e l’agricoltura a scuola"
16/10/2017 - Bando Periferie: Il Governo firma il Cipe
15/10/2017 - "Sul Teatro Il Maggiore la deroga della deroga"
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti