Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco : Verbania : Politica

Cristina sul patto di stabilità

Riceviamo e pubblichiamo una nota di Mirella Cristina, candidato sindaco della coalizione di centro destra, a margine dell'incontro con Matteo Salvini segretariofederale della Lega Nord.
Verbania
Cristina sul patto di stabilità
"Ieri sera il segretario federale della Lega Nord Matteo Salvini, di fronte ad una sala gremita alla presenza anche dei maggiori esponenti della Lega di Verbania, Montani, Severino e Scalia, ha condiviso e sostenuto con forza la mia candidatura a sindaco, appoggiando soprattutto il mio slogan “diventasindacoconme”, espressione di partecipazione tra cittadino e amministrazione per un governo “insieme” della città. Ricordo che il Comune di Verbania ha milioni di euro pagati dai propri cittadini bloccati dal patto di stabilità.

È assurdo: con quei fondi potremmo ridurre le tasse comunali e far ripartire manutenzioni e investimenti. Io credo nel federalismo responsabile e Verbania, città virtuosa e con i conti in regola grazie alle amministrazioni degli ultimi anni, deve avere maggiore indipendenza nel decidere come spendere i soldi dei verbanesi, e questi ultimi vedere realizzate le opere necessarie, concertate con l'amministrazione e - prima di tutti - con il sindaco"



41 commenti  Aggiungi il tuo

Vedi il profilo di Renato Brignone Peccato
Renato Brignone
22 Marzo 2014 - 09:55
 
Peccato che questi temi non facciano capo al comune ma si tratti di mera propaganda. Ci dicano qualcosa di concreto a livello progettuale, o quantomeno cosa intendono fare col CEM , che ricordiamo , se mai venisse consegnato sarebbe privo di attrezzature e arredi. Non pensate a come spendere soldi che non avete diteci come pagherete le sciocchezze ereditate ( da voi stessi)
Vedi il profilo di roberto Oltre il patto
roberto
22 Marzo 2014 - 12:29
 
Lavorando in un comune lombardo, vedo che il patto sta soffocando un po' tutti. Purtroppo non se ne farà nulla. Come Brignone, ma da un punto di vista totalmente opposto, vorrei un progetto realmente di destra liberale e federalista. Sviluppo del territiorio, meno tasse, sburocratizzazione del Comune, dialogo con i cittadini, decisioni veloci e di sintesi, sicurezza. Insomma, un'imporonta prtecisa. Per quanto riguarda il CEM cuore in pace per tutti, c'è e verrà ultimato. Le sciocchezze del passato riguardano 64 anni di sinistra che ha seppellito Verbania. Ed è a queste sciocchezze che bisognerà rimediare.
Vedi il profilo di Filippo Marchi E le penali?
Filippo Marchi
22 Marzo 2014 - 12:40
 
Brignone, comincia tu a dirci come paghi le penali cui il tuo Bava ci costringerebbe bloccando i lavori del Cem come vuole fare (magari lasciando, quella sì bella eredità, lo scheletro incompiuto)...
Vedi il profilo di Renato Brignone Ignoranza
Renato Brignone
22 Marzo 2014 - 13:13
 
Non esistono penali, esiste solo un rimando al codice civile, le penali sono un mito mai esistito . Detto questo, ricordo che la mia posizione è quella di chiedere un risarcimento a chi ci ha condotti in questa operazione assurda. Ribadisco: il CEM è una scatola vuota ( manco le sedie) che solo perché esiste costerà 300 Mila euro anno di gestione, poi bisogna individuare i contenuti... Attendo smentite
Vedi il profilo di antonio diciamo tutta la verità sul CEM.
antonio
22 Marzo 2014 - 13:33
 
E' singolare come ci su accanisce su problemi EREDITATI tipo il CEM , va ricordato che il teatro è stato voluto dalla Amministrazione Zanotti con costi che avrebbero, indebitato il comune per anni a differenza della Giunta Zacchera ,( nessuno allora aveva alzato le barricate )che ha fatto una scelta diversa per la collocazione della stabile e badate bene che i costi che dovrà pagare il comune ammonta a circa i milioni a differenza dei costi precedenti che erano di svariati milioni sulle spalle dei cittadini , certo che mancheranno i soldi per l'arredamento , questo valeva anche per la passata Amministrazione . Personalmente ero e sono in disaccordo sul teatro , ma sono solo e quindi subisco , anche perchè l'Amministrazione Zacchera si è trovato che non avrebbe più potuto rinunciare al progetto in quanto era troppo tardi per farlo , pena il pagamento di circa 800,000 euro per il progettista e direzione lavori .
Vedi il profilo di renato brignone Si, Diciamola tutta!
renato brignone
22 Marzo 2014 - 13:55
 
1-Il progetto all'arena del CEM é diverso e ci sarebbe voluta una gara che non c'é stata
2-costa molto di più di quello in piazza mercato (per il quale i soldi del PISU sarebbero bastati)
3-insiste su una zona che NON ERA IN DEGRADO e per cui si é mentito
4-il progetto in piazza mercato riqualificava una zona in VERO degrado
5-non sarebbe comunque MAI ultimato entro il 2015, quindi i finanziamenti andrebbero restituiti
6- il piano di gestione é evidentemente sovrastimato e non sta in piedi
7- il progetto in campagna elettorale era subordinato a un referendum in città mai avvenuto
8- per tutte queste ragioni e altre ancora il CEM va fermato e vanno individuati dei responsabili, perché la città non può pagare per l'arroganza di una destra incapace
Vedi il profilo di roberto game over
roberto
22 Marzo 2014 - 16:27
 
Le elezioni le vincono la Marchionini o la Cristina, ed entrambe non hanno nessuna intenzione di fermare il CEM. Game over!
Vedi il profilo di Filippo Marchi Come usare i soldi pubblici
Filippo Marchi
22 Marzo 2014 - 22:57
 
Il concetto che ha certa gente dei soldi pubblici è straordinario. Sicuramente le ditte appaltatrici lasceranno il cantiere a metà rinunciando a quanto da contratto, figuriamoci! Basterà un invito a cena del sindaco Bava (ovviamente a casa loro, perché usa così) e tutto sarà risolto.
Poi spenderemo altri soldi per fare il teatro al posto del cinema Sociale: l'edificio è privato, ma chissenefrega! Per noi di usare i fondi pubblici per i singoli non è mica una brutta cosa. Renato Brignone, che ancora qualche giorno fa su questo sito si lamentava della Regione perché gli ha negato un contributo, è maestro di queste cose...
Vedi il profilo di Renato Brignone L'inconsistenza
Renato Brignone
22 Marzo 2014 - 23:20
 
I soldi che la regione mi deve sono deliberati e dovuti... Per il resto ho scritto in otto punti la questione. Non è pensabile spiegare in un post ciò che non si è voluto capire in 4 anni di mala amministrazione... ;)
Vedi il profilo di Alberto Furlan X Renato
Alberto Furlan
23 Marzo 2014 - 11:36
 
Una sola domanda: c'è qualcuno che ha mai visto in questa città un amministratore che abbia saputo governare con professionalità, dedizione e capacità?
Forse si deve tornare indietro di una bella trentina o quarantina d'anni!
Quindi non meravigliamoci di quelli che si sono passati il testimone e le cadreghe, ma tantomeno ci dovremo meravigliare dei nuovi, perché con l'aria che tira nella vecchia politica malata non possiamo che aspettarci altri disastri.
Purtroppo il popolo, al quale sta gente racconta un sacco di baggianate perché deve votarli, si trova smarrito e deluso, non sapendo più dove sta la verità; di fatto però l'unica verità che si conosce perfettamente è che a questi politici l'unica cosa che gli interessa non è sicuramente il benessere del popolo ma il denaro del popolo e di come papparne il più possibile senza lavorare.
Vedi il profilo di Renato Brignone Non concordo
Renato Brignone
23 Marzo 2014 - 11:55
 
Il nostro giudizio è il frutto della nostra storia e delle nostre aspettative. Ho visto anche buoni amministratori e ho visto iniziative lodevoli. Ho più alte aspettative però , e sono convinto che la mia scelta per il prossimo sindaco saprà essere all'altezza proprio perché é persona non legata alla politica dei partiti.
Vedi il profilo di roberto Buongoverno e demagogia
roberto
23 Marzo 2014 - 18:10
 
Ci sono stati Sindaci che per Verbania hanno fatto qualcosa. Zacchera, mia opinione personale, è stato uno di questi. Se un Sindaco fa le cose che deve fare senza guardare alla demagogia di partiito le cose funzionano, altrimenti è buio fitto. Vedo amministratori che vanno avanti parlando dei massimi sistemi e di argomenti che a livello locale non devono entrare, facendo presa sull'ideologia e sull'odio per gli avversari. Una tattica del genere può essere vantaggiosa a livello di consensi, ma a lungo andare è deleteria per i cittadini. Questo lo denoto in modo particolare nella galassia della sinistra, e con forza nei 5 stelle. Ha ragione Renato. Un Sindaco va scelto sulla base della storia e delle aspettative di ciascuno. Aggiungo, sulla capacità di fare le cose senza guardare a schemi ideologici sterili e dannosi. La cosa più facile è essere sindaco solo della propria parte politica che ti rappresenta e che ti ha votato, quella più difficile è esserlo dell'intera città. In caso contrario non sei un Sindaco all'altezza.
Vedi il profilo di paolino curiosità x roberto
paolino
23 Marzo 2014 - 22:01
 
quali cose positive avrebbe fatto Zacchera per la città?
Vedi il profilo di Cris Zacchera
Cris
23 Marzo 2014 - 23:14
 
Anch'io come Paolino non mi accontento delle affermazioni generiche. Roberto declini per cortesia quel "qualcosa" che ha fatto Zacchera in modo da rinfrescarmi la memoria. Il Cem, ad esempio, rientra in questo qualcosa?
Vedi il profilo di roberto CEM, Parcheggio ospedale etc
roberto
24 Marzo 2014 - 19:35
 
Esatto, CEM soprattutto, poi il parcheggio dell'Ospedale Castelli e una amministrazione ordinaria efficace. Fatti, non pugnette, come diceva quello. In 64 anni cosa ha fatto di grazia la sinistra, oltre che massacrare l'economia, far chiudere la Montefibre e fare il libero bus che ci è costato un occhio della testa?
Le opinioni vanno rispettate, anche e soprattutto se non le condividete. Un sano principio liberale che fa bene alla salute.
ciao
Vedi il profilo di paolino altri 64
paolino
24 Marzo 2014 - 20:07
 
bravi. continuate così,a raccontarvi la favola del bravo sindaco che ha fatto tanto bene,ma così bene,che se l'è svignata prima della fine del mandato!! talmente bravo che la destra dovrà aspettare almeno altri 64 anni prima di riprovarci,per fortuna.
Vedi il profilo di roberto favole e incubi
roberto
24 Marzo 2014 - 20:51
 
Mi piace sognare, ma anche guardare alla realtà. La mia opinione conta uno, come le altre. Se Paolino dicesse he Stalin era un bravuomo rispetterei la sua opinione. In quanto alla destra, che sia finita ho seri dubbi, data la politica suicida della sinistra in fatto di immigrazione ed economia. Eppoi il duo Mellano - Cattrini sta facendo tali disastri che la puzza arriva anche a Verbania. Io non sarei tanto sicuro della vittoria della sinistra, anche perchè la Marchionini pare si voglia mettere nei guai da sola elemosinando una coalizione attaccata con lo sputo con SEL e comunisti (!). Eppoi c'ìè l'effetto Le Pen. insomma, una bella battaglia, speriamo leale.
Vedi il profilo di paolino alisei propizi
paolino
24 Marzo 2014 - 21:58
 
la provincia,l'europa,Le Pen,le alleanze sbagliate,e io aggiungerei gli alisei propizi. per far rivincere i dilettanti allo sbaraglio della destra verbanese,le cui ridicole gesta verranno tramandate come le barzellette dei carabinieri,non basteranno nemmeno tutte queste concomitanze. un accrocchio di incapaci come la tragicomica giunta Zacchera è il miglior antidoto a un'altra vittoria della destra.
non vincerebbero nemmeno se fossero i soli candidati!
Vedi il profilo di ale patto di stabilità
ale
28 Marzo 2014 - 14:51
 
Come Paolino non mi.accontento delle affermazioni di propaganda! Basta venire spesso a verbania da una città diversa per vedere i danni fatti da Zacchera! Sicuramente nulla di buono! Peccato dovreste promuovere il turismo!
Vedi il profilo di roberto presunta superiorità antropologica della sinistra
roberto
28 Marzo 2014 - 18:57
 
Purtroppo il lupo perde il pelo, ma il vizio di sentirsi superiore agli altri no. Chi osa votare destra o liberale, tanto per codesti è lo stesso, è un essere inferiore, culturalmente sottosviluppato, ignorante, becero, evasore fiscale, razzista etc. Quando votavo sinistra anch'io la pensavo così. Mi vantavo di leggere "Repubblica" e sfottevo i poveracci che leggevano "il Giornale". guardavo la Dandini, Baricco, il TG3 e mi crogiolavo supponente ed arrogante nella mia presunta superiorità sui destri. Che brutta persona ero. Ora sono guarito. Basta un minimo di senso critico e di curiosità, togliendosi il paraocchi. I Paolini o simili sono come ero io.
Come si fa a dire che Verbania è stata rovinata da Zacchera, dopo che dalla 2^ guerra la sinistra ha comandato con tutti i suoi tentacoli?! Malafede? No, convinzione malata di superiorità morale ed antropologica. Spero che questi "paolini" un giorno capiscano che le persone ragionano non come vorrebbero loro, ma con la propria testa. Ci aveva già provato il socialismo reale ad appiattire i cervelli. Vogliamo credere che ci riescano i "paolini"?
Vedi il profilo di giovanni Arzigogolamento di Roberto
giovanni
28 Marzo 2014 - 23:35
 
Coprire un evidente sfacelo amministrativo di 4 anni concluso con un commissariamento è arduo e quindi si creano fantastici arzigogolamenti come ha fatto Roberto. Siete comici.
Vedi il profilo di paolino pantheon
paolino
29 Marzo 2014 - 11:43
 
ha ragione Roberto,c'è una profonda diversità.
noi e il nostro trito e ritrito armamentario di cultura,solidarietà,legalità.
sono contento che lei abbia superato questa fase,e che nel suo pantheon ora ci siano Sallusti,Dell'Utri,Scopelliti,il pregiudicato 80enne che va con le bambine,lo stalliere Mangano,e punti di riferimento culturali come Barbareschi e Lando Buzzanca.
sì,c'è grande diversità. e ha ragione: grande,grandissima superiorità.
Vedi il profilo di antonio bambine ?
antonio
29 Marzo 2014 - 16:06
 
Paolino , se fossi Berlusconi ti denuncerei , così ti passa la voglia di dire stupidaggini .
Vedi il profilo di paolino chiedere troppo
paolino
29 Marzo 2014 - 16:22
 
capisco il cambio di sponda,che ha comportato non leggere più,ma basta aver anche solo intravisto un giornale per sapere che Ruby (ah,per inciso:non era poi la nipote di Mubarak,sai?) era minorenne,e che per questo il tuo Silvione ha preso 7 anni!!! sveglia!
Vedi il profilo di roberto Sallusti, Mills e Einaudi
roberto
29 Marzo 2014 - 18:55
 
Caro paolino, il mio modesto armamentario comprende chiunque abbia qualcosa di intelligente da dire, da qualsiasi parte provenga. Essendo liberale leggo molto i classici come Mill, Tocqueville, Locke e tra gli italiani Croce ed Einaudi, ma mi sono letto anche Marx e Keynes. Come vede, oltre Sallusti c'è di più. Purtroppo la vedo dura con quelli come Lei, ma se c'è riuscito un ignorante come me forse c'è qualche speranza. Si tenga pure la Sua legalità a senso unico e la Sua solidarietà pelosa. Meglio Buzzanca che l'accozzaglia di pseudo intellettuali e branchi di torquemada dei poveri a cui vi rifate. Auguri!
Vedi il profilo di paolino rileggere
paolino
29 Marzo 2014 - 23:48
 
forse avrai anche letto i classici (dubito),ma se anche fosse mi sa che non li hai capiti.
sfido chiunque a ritrovare nelle pagine di Croce ed Einaudi (men che meno di Marx o Keynes) anche solo una riga che riconduca a parteggiare per i corruttori,i mafiosi,gli sfruttatori della prostituzione minorile.
dai retta,rileggiteli ancora qualche volta,chissà che prima o poi li capisci!
Vedi il profilo di roberto povero paolino
roberto
30 Marzo 2014 - 09:41
 
Paolino. Povero di spirito, intelligenza, sintassi, buon senso e soprattutto di onestà. Auguri.
Vedi il profilo di Emanuele Pedretti Paolino x la par-condicio. Pantheon della sinistra
Emanuele Pedretti
30 Marzo 2014 - 10:05
 
Per la par-condicio un elenco dei degni di sinistra.
Mi scuso con tutti coloro erroneamente NON inseriti nell'elenco per errore.
Per non infierire non sono inseriti tutti i protagonisti dell'affaire MPS (dove risultano volatilizzati alcuni miliardi di euro e poi fanno le pulci sulle cravatte di Cota...)

Vittorio «Alvaro» Antonini. Già responsabile della colonna romana Br, coinvolto sequestro Dozier, arrestato nel 1985, è in semilibertà dal 2000. Ogni giorno entra ed esce di prigione per lavorare all'esterno. Presiede l'associazione culturale Papillon-Rebibbia promotrice della protesta che nel 2004 si è allargata a tutte le carceri Ha avuto l'onore di essere convocato a Montecitorio dalla commissione-giustizia per discutere dei problemi delle galere.
Silvia Baraldini. Condannata dalla giustizia americana a 43 anni di galera per associazione sovversiva, è uscita per motivi di salute ottenendo, il 27 dicembre 2002, una collaborazione con la giunta Veltroni. A caldeggiare il rinnovo del contratto di consulenza sul lavoro femminile, nel 2003, fu l'assessore Luigi Nieri di Rifondazione comunista. L'associazione delle vittime ha presentato denuncia in procura, ma temo che non abbia molte speranze di essere accolta.
Bernardini Rita (dep Pd): condannata nel 2008 a quattro mesi per cessione gratuita di marijuana, pena estinta per indulto.
Ovidio Bompressi, condannato a 22 anni di reclusione per l'assassinio del commissario Calabresi, graziato dal presidente della Repubblica su richiesta di personaggi della sinistra, ma anche di due "moderati" come Clemente Mastella dell'UDEUR e Rutelli della Margherita, può già godersi la definitiva libertà.
Castagnetti Pierluigi (dep Pd): rinviato a giudizio per corruzione, prescritto.
Anna Cotone. Ex bierre del feroce Partito Guerriglia, coinvolta nel sequestro dell'ex assessore dc Ciro Cirillo, arrestata nel 1982, in semilibertà da anni, lavora dal 2002 nella segreteria politica dell'europarlamentare di Rifondazione comunista, Luisa Morgantini.
Crisafulli Vladimiro (sen Pd): sotto inchiesta per abuso d’ufficio.
D’Alema Massimo (dep Pd): finanziamento illecito accertato, prescritto. Nonché una serie di voli avuti aggratise.
Roberto Del Bello. Ex brigatista della colonna veneta, condannato a 4 anni e 7 mesi per banda armata, oggi lavora al Viminale come segretario particolare di Francesco Bonato, sottosegretario agli Interni per Rifondazione comunista.
Sergio D'Elia. Dirigente di Prima linea, sconta 12 anni di carcere. Liberato e ottenuta la riabilitazione, entra nel partito radicale. Nel 2006 viene eletto alla Camera nella lista della Rosa nel Pugno e diventa segretario d'aula di Montecitorio. Fra polemiche e proteste, ovviamente inascoltate.
Alessandra De Luca. Anche lei brigatista nel processo Moro, è in semilibertà da tempo. È stata candidata col partito di Bertinotti alle regionali del Lazio, ma non ce l'ha fatta.
Genovese Fracantonio (dep Pd): indagato per abuso d’ufficio.
Idem Josefa: ministro governo Letta. Dimissionaria per furbate sull’IMU
Laganà Maria Grazia (dep Pd): imputata per truffa ai danni dello Stato.
Lolli Giovanni (dep Pd): rinviato a giudizio per favoreggiamento , prescritto.
Lumia Giuseppe (dep Pd): indagato per diffamazione. Querelato dal suo ex addetto stampa.
Luongo Antonio (dep Pd): rinviato a giudizio per corruzione.
Lusetti Renzo (dep Pd): condannato a risarcimento per consulenze ingiustificate.
Lusi Luigi (Misto-eletto Pd): indagato per appropriazione indebita e calunnia, è attualmente in carcerazione preventiva e resta senatore.
Maurizio Jannelli. Già capocolonna romano delle Br, ergastolo per vari crimini (tra cui la strage di via Fani) ha lavorato alla Rai come autore a partire dal 1999. Per il Tg3 ha seguito «Il mestiere di vivere», «Diario Italiano», «Residence Bastogi», fa parte dello staff della trasmissione sportiva «Sfide». Ha scritto «Princesa», libro su un transessuale suicida. Dal 2003 è in condizionale.
Filippo Penati: braccio destro di Bersani. Membro di quello che la magistratura def
Vedi il profilo di Emanuele Pedretti Pantheon della sinistra
Emanuele Pedretti
30 Marzo 2014 - 10:07
 
Filippo Penati: braccio destro di Bersani. Membro di quello che la magistratura definisce sistema-Sesto. Pubblicamente si dichiara innocente asserendo di rinunciare alla prescrizione per dimostrare la propria innocenza. Non fa niente per rinunciare alla prescrizione. Prescritto.
Renzi Matteo: si scopre residente Per 4 anni di un appartamento pagato da un personaggio che ottiene svariati incarichi milionari dal comune di Firenze.
Rigoni Andrea (dep Pd): condanna in primo grado per abuso edilizio, poi reato prescritto.
Susanna Ronconi. Storica figura del troncone toscano di Prima Linea, lavora al Gruppo Abele di Torino dove ha la responsabilità delle cosiddette «Unità di strada». Nel 1987 guadagna il primo permesso-premio per la sua dissociazione. È stata consulente di Asl e Comuni del nord Italia, collabora alla pubblicazione del «Rapporto sui diritti globali» a cura dell'associazione Informazione&Società per la Cgil Nazionale. Un'interrogazione di Gasparri (An) e Giovanardi (Ccd) la segnalano come beneficiaria di una consulenza da parte dell'allora ministro Livia Turco.
Rutelli Francesco (sen Misto fondatore già DS-PD): condannato per danno erariale dalla Corte dei conti.
Giovanni Senzani. Il «criminologo» delle Br-Partito Guerriglia, irriducibile fino al midollo, già sospettato di essere il Grande Vecchio del sequestro Moro, ergastolano per l'omicidio del fratello del pentito Patrizio Peci, esce nel 1999 in semilibertà ma un anno dopo è dietro la scrivania di un centro di documentazione della Regione Toscana denominato «Cultura della legalità democratica» e inserito nel progetto Informa carcere. Nel 2001 si è scoperto che il centro poteva clonare tutti gli atti, anche quelli segreti, della commissione parlamentare sulle stragi. È coordinatore della casa editrice di sinistra Edizioni Battaglia.
Adriano Sofri. Ex leader di Lotta continua e condannato a 22 anni per il delitto Calabresi,che a parte il fatto che ha goduto di almeno una ventina di anni in libertà per i continui processi di cui è impossibile capire le motivazioni per le quali gli è stata concessa questa possibilità, negata a chiunque altro ed ora dopo la condanna definitiva, già in libertà "particolare" per motivi di salute, anche se non si capisce bene quali, visto le continue attività nelle quali si cimenta è stata la collaborazione fattiva con il Governo Prodi, dal quale è anche pagato profumatamente, mentre gli italiani sono alla fame. Ora alla fine del 2008 è tornato a parlare con i toni che usò all'epoca dell'omicidio Calabresi quando già il giorno dopo del suo omicidio, su "Lotta continua" scrisse «Ucciso Calabresi, il maggior responsabile dell’assassinio di Pinelli». Il guaio è che oggi scrive su La Repubblica che pubblica anche i suoi vaneggiamenti e i suoi revanscismi, insegna ai giovani nelle nostre Università e quanto a indottrinare i giovani, certo lui è un campione come pochi ed infatti i primi sintomi di un ritorno al 68 già si notano per le nostre strade, proprio in occasione delle falsità sul decreto Gelmini.
Tancredi Paolo (dep Pd): indagato per corruzione.
Tedesco Alberto (sen Pd): indagato per turbativa d’asta e corruzione. La Camera dei deputati l’ha salvato negando l’autorizzazione all’arresto.
Vedi il profilo di paolino lettura consigliata
paolino
30 Marzo 2014 - 10:14
 
ringrazio roberto per la bella risposta inerente alla discussione ma soprattutto molto ben articolata,dalla quale traspare con evidenza un background culturale fatto perlopiù di grandi classici. mi permetto di suggerirle un libro (purtroppo senza figure,ma dovrebbe farcela lo stesso) . si tratta dell'opera principale di Robert Musil (mi perdoni se non è uno dei grandi classici che legge di solito) che incredibilmente,con quasi un secolo di anticipo,riusciva già a tracciare un ritratto preciso del mio interlocutore in questa mediocre schermaglia verbale.
Vedi il profilo di paolino complimenti emanuele!
paolino
30 Marzo 2014 - 10:17
 
sa addirittura fare copia e incolla! devo ammetterlo,la destra sta facendo passi da gigante.
Vedi il profilo di Emanuele Pedretti copia e incolla
Emanuele Pedretti
30 Marzo 2014 - 10:24
 
Quindi?
Vedi il profilo di Emanuele Pedretti copia incolla
Emanuele Pedretti
30 Marzo 2014 - 10:40
 
Mi sono già scusato per l'incompletezza dell'elenco. Se ci sono dei nomi da aggiungere, li puoi tranquillamente pubblicare tu.
Giusto giusto ecco un aggiornamento: Luca Bianchini coordinatore circolo PD. Stupratore seriale. Condannato a 14 anni.
Vedi il profilo di roberto Paolino "uomo senza qualità"
roberto
30 Marzo 2014 - 13:54
 
Già letto Musil, grazie comunque povero paolino. E senza figure! Le figure le sta facendo Lei, come Emanuele insegna. Povero, povero, povero.
A parte Porci con le ali e Cuore di Michele Serra (non certo di De Amicis), cosa avrà mai letto il povero paolino? Il Tromba e Jacula?
Vedi il profilo di paolino gigante del pensiero
paolino
30 Marzo 2014 - 15:23
 
devo cedere. di fronte a cotanto gigante del pensiero moderno,che dopo sole 3 ore di disperata ricerca su internet ha finalmente scoperto il titolo del libro che gli avevo indicato,cedo le armi. anche perchè ormai non si muove più solo,ma marcia in formazione compatta con un sodale,mentre io languo solingo. ha vinto lei roberto,forte dei suoi classici e dei saggi di sallusti. mi ritiro a studiare i testi che l'hanno cambiata e reso migliore,sperando un giorno anche io di poter dire "sono guarito" (cit.) e poter finalmente votare con convinzione per un 80enne che va con le minorenni,frequenta i mafiosi,corrompe ed evade le tasse. senza nemmeno vergognarmi un po'.
Vedi il profilo di Alberto Furlan Soldi che crescono
Alberto Furlan
30 Marzo 2014 - 16:19
 
Ho letto con attenzione e un pizzico di divertimento i commenti qui sopra, che rispetto pienamente, mi sento però di aggiungere qualche altra cosa, forse già riscaldata più volte, ma ahimè vera come il mondo: è stato appurato che l'attuale sistema politico è marcio già dalla radice, continuare a costruire commenti sul vecchio penso sia aria fritta perchè, fintanto che le cose resteranno come sono non ci sarà nulla di nuovo, si magari delle facce, che chi tira i fili di tutto questo ambaradan usa per non perdere il succulento boccone.
Questo però cosa sta a significare, che per il popolo italiano ha una sola unica speranza per vedere il grande cambiamento, fare un grande ribaltone finale; vedete che ormai tutti i vecchi partiti cercano di presentare solo volti nuovi, facendoci credere come a degli allocchi che le cose potranno cambiare, purtroppo però, queste news entry, anche se animate di buoni propositi, non gli verrà permesso di fare nulla; poi è inutile sperare: vedete, sarebbe come pretendere di fare una bella e buona torta con delle uova fresche ma con tutto il resto degli ingredienti andato a male, mi dite cosa ne uscirebbe??
L'operazione 5 stelle, anche se ritengo valida, non ha soddisfatto a pieno chi li ha votati, nonostante ciò ha ugualmente lanciato un importante messaggio: per poter uscire da questo baratro bisogna necessariamente annientare il vecchio sistema politico creando dei movimenti popolari sani, composti solo da gente nuova del popolo preparata, ai quali vanno fatti firmare preventivamente dei sacrosanti impegni a tutela del popolo; questo per evitare che durante il cammino possano casualmente inciampare, ma dove dovrà comparire a caratteri cubitali: 1) uno stipendio fisso senza benefit stabilito da accordi e/o da referendum popolari; 2) fare politica al massimo per solo 2 legislature; 3) che ai fini pensionistici, il periodo di lavoro fatto nella politica andrà a sommarsi con gli anni già accantonati, come accade per tutti gli altri lavoratori, prendendo la pensione alla fine del suo percorso lavorativo e non legislativo; ed in fine 4) chi viene preso a rubare o a fare altre azioni che possono danneggiare il popolo paga di tasca propria, anche andando a sequestrare tutto quello che possiede fino ad estinzione del danno cagionato.
Se noi italiani riusciremo a fare questo, potremo dire di aver fatto qualcosa di utile per il nostro paese e per le generazioni future; altrimenti, come degli struzzi, potremo solo trovarci a commentare, a criticare e a ribeccarci su blog come questo, sperando solo che non ci rubino anche la dignità.
Vedi il profilo di roberto poveropaolino, inutile i.
roberto
30 Marzo 2014 - 17:20
 
Mi dispiace "poveropaolino", ma il libro l'ho letto davvero e...sorpresona, è finito nel mio modesto scaffaletto in mezzo al Dracula di Stoker e a Gente di Dublino. Mi dispiace doppiamente confessando che non ho mai votato Berlusconi. Ultimamente sono vicino ai movimenti liberali come Fare e Teaparty e alle prosssime elezioni voterò Gaggiotti. Lei continui pure a dire che chi vota Berlusconi vota un pedofilo ottantenne, mafioso ed evasore. Io dico solo che appartenere ad uno schieramento che ha sempre negato le Foibe e ha sempre limonato con l'ideologia criminale comunista, e lo fa ancora oggi con Castro, è socialmente pericoloso e totalmente incapace di intendere e volere. Praticamente un inutile i. Senza offesa per gli inutili, ovviamente. Poveropaolino, continui pure a leggere Asor Rosa o Travaglio. Sicuramente le provocheranno una forte eccitazione. Questo passa il convento.....
Vedi il profilo di Emanuele Pedretti dispiaciuto
Emanuele Pedretti
30 Marzo 2014 - 21:58
 
Sono fortemente dispiaciuto di aver infranto il sogno, dove solamente la sinistra è onesta e priva di macchie, e di averti riportato nel mondo reale dove, nelle file della sinistra, troviamo svariati assassini, ladri e stupratori. E non in ruoli marginali...
Lo stesso sogno dove, solamente nel mondo di sinistra, si è colti ed eruditi, mentre nell'altro mondo si è solamente degli ignoranti buzzurri. Beh, giustamente Fausto Bertinotti, che ha preso la maturità al QUARTO tentativo, infatti "NON" era un primario esponente di sinistra...
Nell'elenco che ho copiaincollato precedentemente ci sarebbe da aggiungere
Renato Soru (PD) editore dell'unità, molti lo vedevano già segretario di partito: sui suoi conti correnti grava un provvedimento di sequestro di 3.020.000 euro per un procedimento di evasione fiscale
Vedi il profilo di paolino fioretto contro clava
paolino
30 Marzo 2014 - 22:15
 
righe piene di livore,acidità,e povertà di contenuti,quelle del liberalissimo roberto. dare del "socialmente pericoloso e totalmente capace di intendere di volere" a chi in punta di fioretto ti fa perdere la calma,è la più plastica dimostrazione del fatto che i classici li hai visti col binocolo. se avessi letto anche solo un paio di libri,a caso (anche uno di renato farina,per dire) avresti avuto armi dialettiche un po' più raffinate e pungenti per ribattere nel merito.
invece,finite le citazioni dei baci perugina,agiti la clava nel buio contro i tuoi demoni privati.
devo dare un'ultima,ulteriore delusione: anche se non ho ben capito chi sarebbe che "limona con l'ideologia criminale comunista" (qui le letture classiche emergono prepotenti) il mio voto va,seppur con riserve,a M5S. attendo con curiosità di sapere di quali crimini verrà accusato questo movimento,ricordando (onde evitare spiacevoli figure) che è sulla scena da un quinquennio.
Vedi il profilo di roberto mi adeguo al livello, poveropaolino
roberto
31 Marzo 2014 - 19:22
 
Purtroppo, poveropaolino, il livello di questa conversazione online, grazie al Suo contributo, è infimo. Evidentemente non è un buon incassatore, e la butta sulla caciara per argomentare il Suo pensiero nullo. In quanto al voto per i pentastelluti, se penso a "geni" come Diba, Crimi e la Lombardi, marionette dei due riccioloni ducetti miliardari, si commenta da solo. In altra sede potremmo discutere di scienza politica, dottrine e letture raffinate, ora stiamo solo disturbando il sito ed abusando della pazienza di chi lo gestisce. Meglio piantarla, almeno da parte mia. Lei se desidera continui pure a deliziarci con il Suo ehm....pensiero.
Saluti
Vedi il profilo di paolino auguri
paolino
31 Marzo 2014 - 19:42
 
conclusione in grande stile,da vero letterato!
la lascio ai suoi libri,sperando che un giorno proverà finalmente il brivido di aprirne uno,e ai suoi mentori,gente come Oscar Giannino (quel tizio bizzarro vestito da prestigiatore fin du siècle che si inventava le lauree,mica pizza e fichi).
se e quando riuscirà a esprimersi meno rozzamente,sarò lieto di prendermi ancora gioco di lei. buona serata



Aggiungi il tuo commento

Prima di pubblicare un tuo commento assicurati che:

• sia in tema e contribuisca alla discussione
• non abbia contenuto razzista o sessista
• non sia offensivo, calunnioso o diffamante

La redazione si riserva di cancellare qualsiasi contenuto ingiurioso, volgare, illegale o contrario alla policy.

Commenti Se accedi o ti Registri potrai visualizzare il tuo nome e ricevere aggiornamenti quando ci saranno altri commenti



captcha
CAPTCHA: Scrivi il valore visualizzato

Iscriviti con la tua email
Verbania
26/03/2017 - Paffoni vittoria su Gessi
26/03/2017 - Una Verbania Possibile: segnalazioni e determine
26/03/2017 - Spazio Bimbi: Quando è il corpo a parlare
25/03/2017 - Forza Italia Vco: rivalutare le gallerie sulla SS34
25/03/2017 - “Fondo di solidarietà per la casa”
Verbania - Politica
25/03/2017 - Ferrari aderisce ad Articolo 1
23/03/2017 - "La politica sia unita sulla SS34"
23/03/2017 - Forza Italia su ex Tam Tam
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti