Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco : Fuori Provincia : Cronaca

Gioco d'azzardo depositate 93mila firme

Mercoledì, 9 aprile alle ore 11 sono state consegnate, presso la Camera dei Deputati – Servizi Testi Normativi, le oltre 93mila firme raccolte in questi mesi a sostegno della legge di iniziativa popolare per la regolamentazione del gioco d'azzardo
Fuori Provincia
Gioco d'azzardo depositate 93mila firme
La legge è stata presentata 6 mesi fa dalla Scuola delle Buone Pratiche -progetto promosso da Terre di mezzo e Legautonomie. Le firme sono state raccolte da oltre 411 comuni di tutta Italia.

Alle ore 15, una delegazione di Terre di mezzo, Legautonomie e alcuni dei sindaci protagonisti della campagna contro il gioco d'azzardo, è stata ricevuta a Montecitorio dalla Presidente della Camera dei Deputati Laura Boldrini, che già nei giorni scorsi ha manifestato sostegno e interesse per le attività di sensibilizzazione e lotta contro il gioco d'azzardo messe in atto dai Sindaci, da Terre di mezzo e Legautonomie negli ultimi mesi.

“Il mio impegno contro il gioco d'azzardo non verrà meno. - ha affermato la Presidente della Camera dei Deputati Laura Boldrini - Bisogna rompere l'idea populista che Roma è sorda alle istanze del territorio. La proposta è in discussione alla commissione Affari Sociali, come la possiamo portare in aula? Io non ho il potere di inserire un provvedimento nel calendario dei lavori, se i gruppi non mi sottopongono quel provvedimento". Prosegue Boldrini: "Allora sono io che mi rivolgo ai gruppi affinché presentino la proposta per metterla in calendario. È sui gruppi che anche voi dovete fare pressione -ha continuato Boldrini, rivolgendosi ancora ai sindaci e amministratori della delegazione- fare pressione sui deputati e i senatori che sono sui vostri territori e che sono obbligati a rispondere ai cittadini che li hanno eletti, di ciò che fanno e non fanno e in base a questo essere giudicati".

"Vogliamo nuove regole che limitino il gioco d’azzardo e salvaguardino la salute di tanti cittadini e di tante famiglie. Legautonomie ha promosso l’iniziativa e una campagna in tutto il paese, insieme ad altre associazioni, a “Terre di mezzo” in particolare". Così Marco Filippeschi, presidente nazionale di Legautonomie e sindaco di Pisa all'incontro con la Presidente della Camera Laura Boldrini. "Tanti sindaci, tanti amministratori, che hanno sottoscritto un Manifesto, si sono mobilitati personalmente, a fianco della cittadinanza attiva, dando il meglio di una tradizione d’impegno civico che ha anche una forte motivazione etica. Non abbiamo voluto fare come fanno gli struzzi: abbiamo visto, vediamo, non ci va bene, ci sentiamo responsabili. "Chiediamo nuove politiche - ha proseguito Filippeschi -, di prevenzione, di carattere sociale, a difesa dei più vulnerabili, e per contrastare l’infiltrazione delle mafie, in un settore di ricchi interessi, presidiato dallo Stato, come sappiamo da tante inchieste della Magistratura e di Polizia Tributaria. Chiediamo anche nuovi poteri per i comuni, per i sindaci. Dunque non ci tiriamo indietro, vorremmo poter fare di più. Lo facciamo in modo propositivo e concreto, rimettendoci alla sensibilità del Parlamento."

"Oggi possiamo dire di aver raggiunto e superato l'obiettivo, con le oltre 93mila firme raccolte a numeri grandi di migliaia, a numeri minori di centinaia, e a decine un po' ovunque in Italia - dichiarano Piero Magri (Terre di mezzo) e Angela Fioroni (Legautonomie) - Le regioni più mobilitate sono state la Lombardia e l'Emilia Romagna, Veneto e Piemonte, ma le firme sono giunte da quasi tutte le regioni d'Italia. Uno degli obiettivi più significativi, quello di aver costruito uno strumento, la proposta di legge, che è anche sintesi unitaria per l'impegno di Istituzioni e Associazioni su un tema sociosanitario, politico ed economico di tale rilevanza. Una maratona che non è finita con la consegna delle firme ma proseguirà poiché il terreno dell'impegno è sì legislativo ma soprattutto culturale e formativo".

Il disegno di legge, che approderà in parlamento, è composto di 22 articoli. Il principio di fondo è la reale tutela del diritto alla salute, effettivi impedimenti di gioco per i minori, contrasto all'infiltrazione mafiosa, all'evasione fiscale e tributaria, trasparenza dei flussi di denaro, forte regolamentazione dei messaggi pubblicitari, prevenzione e cura reali per le persone affette da G.A.P. - Gioco d'azzardo Patologico. Nella proposta, inoltre, si chiede che i sindaci abbiano potere di decisione sull'apertura di sale da gioco, proprio perché è compito primo del sindaco salvaguardare il benessere dei propri cittadini.

La ludopatia è una vera e propria malattia. 800mila sono i giocatori definiti “problematici”, cioè a rischio dipendenza dai giochi d’azzardo, 15 milioni i giocatori abituali, 3 milioni a rischio patologico, 100 miliardi il fatturato (il 4% del PIL nazionale, la 3a industria italiana).

Il gioco d'azzardo preoccupa molto le amministrazioni locali proprio per le ricadute sociali, relazionali ed economiche sulle proprie comunità. I sindaci, inoltre, non hanno nessun potere decisionale rispetto al tema del gioco e non possono quindi tutelare le fasce deboli della popolazione e il proprio territorio dal degrado e dalle infiltrazioni mafiose. Ad oggi, sono oltre 540 i comuni che hanno già sottoscritto il Manifesto contro il gioco d'azzardo promosso da Terre di mezzo e Legautonomie – e hanno avviato la raccolta firme per la legge di iniziativa popolare per la regolamentazione del gioco d'azzardo, presentata lo scorso 9 ottobre – organizzando svariate iniziative nelle città: banchetti, convegni e giornate dedicate alla lotta contro l'azzardo.



1 commento  Aggiungi il tuo

Vedi il profilo di Alberto Furlan Gioco d'azzardo
Alberto Furlan
12 Aprile 2014 - 09:39
 
Certo che se ci pensa la Boldrini siamo a posto;l'integerrima donna del PD dedita al volontariato, alla difesa dei popoli deboli ed indifesi, ma pronta ad inchiapettare gli italiani dando una scorta alla figlia e al suo toy boy giornalista che ha 11 anni meno di lei; ah, però è amica delle suore e frequenta conventi!
Mi viene in mente una sola frase, ma v..........o!!!!



Aggiungi il tuo commento

Prima di pubblicare un tuo commento assicurati che:

• sia in tema e contribuisca alla discussione
• non abbia contenuto razzista o sessista
• non sia offensivo, calunnioso o diffamante

La redazione si riserva di cancellare qualsiasi contenuto ingiurioso, volgare, illegale o contrario alla policy.

Commenti Se accedi o ti Registri potrai visualizzare il tuo nome e ricevere aggiornamenti quando ci saranno altri commenti



captcha
CAPTCHA: Scrivi il valore visualizzato

Iscriviti con la tua email
Fuori Provincia
23/03/2017 - Arrestati truffatori di anziani
22/03/2017 - Cobianchi: “Due titoli italiani alla Romecup 2017”
22/03/2017 - Piemonte esce dal Piano di rientro debito sanitario
22/03/2017 - KarateTrofeo Altomilanese bene giovani cannobiesi
19/03/2017 - Paffoni trasferta amara
Fuori Provincia - Cronaca
10/03/2017 - La Serata Talent ApeVco
09/03/2017 - “Cultura della legalità e dell’uso responsabile del denaro”
09/03/2017 - Progetto Rebecca a TeleTutto - Video
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti