Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco : Re : Cronaca

In centinaia al pellegrinaggio alla Madonna di Re

“Che cercate? E’ il titolo del Pellegrinaggio. Ma quello che cerchi, c’è”. Così don Eraldo De Agostini, sacerdote verbanese, ha iniziato l’omelia al Santuario di Re, stracolmo di pellegrini, domenica 23 settembre.
Re
In centinaia al pellegrinaggio alla Madonna di Re
“Dio è il Destino inevitabile per cui tu nasci. Il punto d’arrivo del tuo bisogno di felicità”. La domanda con cui centinaia di fedeli si sono confrontati dentro la fatica del cammino verso il Santuario, fra preghiere, canti e riflessioni di don Giussani sui Misteri del Rosario, in una mattinata dal clima ancora pienamente estivo, ha incontrato la risposta, da sempre sorprendente, dell’annuncio cristiano. “Il nostro cuore cerca una risposta concreta e viviamo per questa risposta. – ha aggiunto don Eraldo - Ma la risposta viene data dentro la realtà, dentro la carne. Il sacrificio di Gesù, l’atto d’amore per te: da questa presenza sgorga la certezza, la speranza che non verrà mai meno. Dobbiamo far prevalere la fedeltà alla presenza di Gesù in ogni istante. Noi siamo i testimoni suoi dentro la realtà, non fuori”.

A introduzione della celebrazione eucaristica Giorgio Fiorini, uno dei responsabili di C.L. in Ossola, ha letto un brano del discorso di Papa Francesco alla Giornata mondiale della Gioventù, riportato sul volantino che preannunciava l’evento: “Una paura di sottofondo ... è quella di non essere amati, benvoluti ... la Grazia di dio tocca l’oggi della vostra vita, vi afferra così come siete, con tutti i vostri timori e limiti”.

Al termine della celebrazione, oltre a padre Julita, Rettore del Santuario di Re, ha portato il suo saluto ai pellegrini, a nome del Vescovo, monsignor Fausto Cossalter, vicario generale della diocesi di Novara. Il Pellegrinaggio è stato anticipato quest’anno alla terza domenica di settembre per non sovrapporsi all’appuntamento con il Vescovo, fissato per il 30 settembre a Baceno.

Le offerte raccolte lungo il percorso saranno devolute ai progetti di sostegno ai profughi e, in particolare, ai Cristiani perseguitati, che AVSI, l’Associazione Volontari del Servizio Internazionale, promuove in Medio Oriente.

Immagine 1
Nella foto: l'ingresso del Pellegrinaggio nel centro di Santa Maria Maggiore.



0 commenti  Aggiungi il tuo



Aggiungi il tuo commento

Prima di pubblicare un tuo commento assicurati che:

• sia in tema e contribuisca alla discussione
• non abbia contenuto razzista o sessista
• non sia offensivo, calunnioso o diffamante

La redazione si riserva di cancellare qualsiasi contenuto ingiurioso, volgare, illegale o contrario alla policy.

Commenti Se accedi o ti Registri potrai visualizzare il tuo nome e ricevere aggiornamenti quando ci saranno altri commenti



captcha
CAPTCHA: Scrivi il valore visualizzato

×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti