Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco : Verbania : Politica

FdI su caccia ai cinghiali

Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato di Fratelli d'Italia VCO, riguardo la proposta di divieto di caccia al cinghiale dichiara: "Non è quella la soluzione".
Verbania
FdI su caccia ai cinghiali
I danni arrecati ai cittadini privati e ai nostri agricoltori, oltre agli incidenti stradali, provocati da un numero esponenzialmente in crescita di cinghiali è sotto gli occhi di tutti. È un problema che va affrontato in modo serio guardando innanzitutto alla tutela della nostra flora e fauna.

Bisogna ricordarsi che il cinghiale, insieme al cervo ed al capriolo, sono specie introdotte nel nostro territorio forzatamente in primis dalla Provincia di Novara. Sono animali entrati subito in competizione con le nostre specie autoctone e che se non controllate, in particolar modo i cinghiali ed i cervi, andranno a ledere l’esistenza di altri animali, di cui alcuni sono particolarmente protetti, oltre che della nostra flora. Infatti è dimostrato che dove c’è forte presenza di cervi il bosco non si rinnova ed i cinghiali distruggono le nostre praterie alpine le qualici mettono decenni a rigenerarsi.

Stefano Costa propone di chiudere la caccia al cinghiale per ridurne il numero, ci chiediamo quali studi scientifici dimostrano tali tesi e se invece è semplicemente una supposizione suggerita da qualcuno senza fondamento. Noi invece crediamo che la caccia al cinghiale vada si ridiscussa ma partendo da un altro principio. Considerando che i danni creati agli agricoltori sono risarciti dai nostri comprensori alpini, e quindi dai cacciatori, e che se non fosse così la Regione non avrebbe il denaro per pagare tutti avendo già messo dei paletti per il risarcimento ed escludendo i privati, pensiamo che sia irrispettoso dar colpa senza prove alle associazioni venatorie.Come si può, oltretutto, andare a chiedere ai cacciatori di fare i contenitivi durante l’anno e poi negargli la possibilità di cacciarlo durante la stagione venatoria? Facendo tra l’altro mancare l’incasso ai comprensori alpini del territorio. I soldi mancanti li metterebbe la Provincia del VCO?

La caccia al cinghiale andrebbe riformata, si potrebbe per esempio pensare per questa specie di ridurre i giorni di silenzio venatorio da 2 a 1, in modo da abbassare la concentrazione dei giorni di caccia nel weekend; di permettere la caccia notturna fin quando il numero di cinghiali non torna sostenibile; si potrebbe anche pensare di introdurre l’obbligo di applicare il silenziatore sui fuciliin modo che le nostre valli non sembrino il far west come succede in altri Paese europei; si potrebbe rinforzare il corso obbligatorio per poter cacciare questa specie e magari introdurre degli aggiornamenti a cadenza annuale obbligatori. Possiamo ridiscutere tutto, riformando la nuova legge regionale là dove la legge nazionale lo permetta, ma questa volta coinvolgendo il mondo venatorio non escludendolo.

Abbiamo dei comprensori alpini nel VCO che sono un’eccellenza italiana: pagano i danni mantenendo i conti in attivo grazie agli iscritti, organizzano dei corsi autofinanziati per formare i nuovi cacciatori su un’etica venatoria moderna, organizzano ed investono sulla manutenzione di sentieri ed alpeggi e ogni anno forniscono centinaia di informazioni sulla nostra fauna che permette ai nostri studiosi di essere sempre informati sullo stato di salute e sul successo riproduttivo dei nostri animali. Senza dimenticare tutta la filiera della carne che è comunque un tassello della nostra economia locale.



5 commenti  Aggiungi il tuo

Vedi il profilo di Giovanni Quando ero ragazzino
Giovanni
7 Ottobre 2018 - 18:20
 
Quando ero ragazzino i cinghiali li vedevo solo sui libri, nella nostra zona non esistevano, sono stati immessi nell'ambiente dalle varie lobbi dei cacciatori e dei fabbricanti di armi mi sembra evidente.
Quindi se vogliamo risolvere il problema bisogna sterminarli e farli sparire.
Mi sembra una questione talmente elementare che certe discussioni mi fanno solo disgusto.
Questa è la parte più semplice e pratica da risolvere, poi vi è la parte etica, dove penso che uccidere animali indifesi sia sbagliato perché evidentemente non hanno nessuna colpa.

Allora iniziamo a rimborsare i danni che fanno di qualsiasi genere attingendo fondi dai permessi di caccia,
Vedi il profilo di robi Assolutamente d'accordo
robi
8 Ottobre 2018 - 06:18
 
Queste sparate animaliste della provincia sono ridicole. I cinghiali sono infestanti e vanno abbattuti. Più che lobby dei cacciatori o dei fabbricati di armi parlerei di lobby nazi ambientalista. Infestante come i cinghiali...
Vedi il profilo di SINISTRO 1Re: Assolutamente d'accordo
SINISTRO
8 Ottobre 2018 - 09:21
 
Ciao robi

semplicemente vanno tenuti sotto controllo, in modo da non alterare l'ecosistema. Come del resto si fa, o almeno di dovrebbe, con tutte le specie animai e vegetali,
Vedi il profilo di robi 1Re: Re: Assolutamente d'accordo
robi
8 Ottobre 2018 - 10:49
 
Ciao SINISTRO
Certo. Concordo
Vedi il profilo di lupusinfabula Cacciatori e non
lupusinfabula
8 Ottobre 2018 - 13:11
 
Non sono assolutamente contrario alla caccia, attività che mi sempre appassionato e che nei miei verdi anni ho praticato; ciò detto,pertanto, condivido in pieno chi sostiene l'abbattimento totale dei cinghiali, specie non autoctona e che arreca gravi danni al patrimonio agricolo e boschivo, quando non sono causa anche di incidenti stradali



Per commentare occorre essere un utente iscritto
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti