Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco : Verbania : Eventi

"I civili istriani. tra lotta di liberazione ed esodo"

Per il secondo anno consecutivo l'Associazione Casa della Resistenza e Verbania Documenti organizzano insieme la Giornata del ricordo; l'evento avrà luogo sabato 23 febbraio alle ore 16.00.
Verbania
"I civili istriani. tra lotta di liberazione ed esodo"
Il rapporto costruito lo scorso anno con Franco Biloslavo, segretario della Comunità di Piemonte d'Istria, è proseguito proficuamente dopo quel 17 marzo e ci consente ora di fare un passo avanti nell'esposizione dei tanti, diversi e drammatici fatti avvenuti dopo l'8 settembre 1943 e fino al Memorandum di Londra del 1954.

E' intenzione chiara dei promotori quella di raccontare nel modo più ampio possibile quegli avvenimenti, al fine di cercare di ricostruire una storia più completa e più comprensibile delle sue tante fasi, spesso difficili da decifrare e, soprattutto, da incanalare in una sommatoria indistinta di date, di persone, di responsabilità.

Se è nota la partecipazione alla lotta partigiana in Jugoslavia di nostri reparti militari, che non hanno voluto consegnarsi ai tedeschi dopo la dichiarazione pubblica del maresciallo Badoglio, meno nota è la partecipazione di civili italiani residenti in Istria e Dalmazia.

Le persone invitate all'iniziativa del 23 febbraio saranno in grado di aiutarci a conoscere e a capire, nonché a riportarci alla realtà dell'oggi e dei nostri rapporti con quelle terre una volta italiane.

Immagine 1



4 commenti  Aggiungi il tuo

Vedi il profilo di SINISTRO 1GIUSTO!
SINISTRO
22 Febbraio 2019 - 09:29
 
per poter ricucire le ferite storiche bisogna, prima di ogni altra cosa, fare chiarezza. In ogni guerra ci sono sofferenze da ambo le parti. La questione orientale è stata sempre controversa: Tito fece trovare gli alleati di fronte al fatto compiuto (consueta tattica dei suoi nemici, respinti senza l'aiuto di eserciti esterni), arrivando per primo, per poi sedersi al tavolo dei vincitori. Quindi con lui era impossibile trattare, essendo noi stati sconfitti. Diversamente da ciò che accadde nei territori sud-tirolesi, dove trattare con l'Austria, anch'essa sconfitta, era molto meno difficile. Per ciò che concerne l'Istria, Dalmazia e Fiume, c'è stata prima un'occupazione fascista,con persecuzione delle ex minoranze slave, poi una controffensiva comunista, con conseguenti ritorsioni: naturali e tragiche conseguenze delle Dittature che, a prescindere dal colore, sono sempre tali.....
Vedi il profilo di robi 1Per me è chiaro
robi
22 Febbraio 2019 - 17:55
 
Iniziative lodevoli. Ma per me è chiaro. I comunisti titini hanno massacrato civili italiani e deportato centinaia di migliaia di persone per fare pulizia etnica. Questo è quanto.
Vedi il profilo di SINISTRO 2Re: Per me è chiaro
SINISTRO
25 Febbraio 2019 - 09:11
 
Ciao robi

lo stesso fecero i nazifascisti, italiani e tedeschi, quando occuparono quelle terre, nei confronti delle minoranze slave. Se poi vogliamo disquisire sulle centinaia di vittime (slave) o migliaia (italiane), allora non ne usciamo più. Quando abbiamo occupato la Grecia, oppure l'Africa orientale, non ci siamo mica presentati con le valigie di lire, come in Albania?
Vedi il profilo di SINISTRO 2Re: Per me è chiaro
SINISTRO
25 Febbraio 2019 - 09:15
 
Ciao robi

lo stesso fecero i nazifascisti, italiani e tedeschi, quando occuparono quelle terre, nei confronti delle minoranze slave. Se poi vogliamo disquisire sul numero di vittime (centinaia tra gli slavi e migliaia tra gli italiani) allora non ne usciamo più. Quando abbiamo occupato la Grecia e l'Africa orientale, per esempio, non ci siamo mica presentati con le valigie piene di lire, come in Albania?



Aggiungi il tuo commento

Prima di pubblicare un tuo commento assicurati che:

• sia in tema e contribuisca alla discussione
• non abbia contenuto razzista o sessista
• non sia offensivo, calunnioso o diffamante

La redazione si riserva di cancellare qualsiasi contenuto ingiurioso, volgare, illegale o contrario alla policy.

Commenti Se accedi o ti Registri potrai visualizzare il tuo nome e ricevere aggiornamenti quando ci saranno altri commenti



captcha
CAPTCHA: Scrivi il valore visualizzato

×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti