Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco : Verbania : Speciale elezioni 2014

Giorgio Restelli

La scheda biografica, il programma e i candidati, di Giorgio Restelli candidato sindaco alle amministrative di Verbania per il Movimento Civico Insubria per Verbania.
Verbania
Giorgio Restelli
Biografia
Giorgio Restelli, nato a Verbania il 02/08/1956; residente a Verbania dalla nascita.

Attualmente libero professionista, consulente finanziario. Esperienze lavorative precedenti: Banca commerciale per 20 anni (a Genova, Imola, Milano, Gallarate, Legnano, Novara), Banca Fideuram dal 2000 ad oggi.

Presidente dell'associazione corale "la Girafa", socio del Kiwanis international.

Programma
Abbiamo deciso di costituirci come Lista Civica perché stanchi, insoddisfatti e delusi dalla partitocrazia che da sempre ha diviso i cittadini nella presunta destra e presunta sinistra creata allo scopo di coprire gli interessi particolari prevaricando la buona amministrazione.

Ci accompagna la preoccupazione del destino presente e futuro del nostro territorio, del disagio sociale ed economico che stiamo vivendo, ma abbiamo la certezza di riuscire ad invertire la rotta perché sorretti dall'amore per la nostra comunità e città.

Abbiamo scelto di inserire “insubria” nel nostro simbolo prendendolo a prestito oltre che da un movimento culturale nato nel VCO, dal vecchio nome di queste terre storicamente facenti parte del ducato di Milano e nel lontano passato popolate dalle genti insubri.

Riteniamo che la nostra storia passata vada a supporto del presente e che grazie all'amore dell'unico bene che ancora ci accomuna, territorio - paesaggio, possa essere il sostegno del futuro.

Questi valori che rappresentano la nostra ricchezza devono essere la base per la costruzione di un futuro a misura d'uomo senza cadere nel ricordo di un passato non più riproponibile sotto l'aspetto economico.

Proprio in funzione di tali valori abbiamo sempre sostenuto e continueremo a sostenere che in questo momento il Comune non ha e ribadiamo non ha risorse economiche tali da poter sostenere programmi che non siano estremamente pratici e volti a risolvere i problemi di immediatezza per la Verbania presente con in parallelo la costruzione di progetti per la Verbania futura.

Non abbiamo nessuna intenzione di fare una campagna urlata né tantomeno grandi proclami, ci limiteremo a raccontarVi il nostro progetto con la speranza che altri si riconoscano nei valori che ci ispirano COERENZA CORRETTEZZA E COMPETENZA.

Vogliamo qui riconfermare che il nostro movimento E' PER VERBANIA, non siamo contro nessuno e comunque è necessario l'aiuto di tutti.


Abbiamo deciso di dividere il nostro progetto di lavoro non in punti sistematici o in gruppi di argomenti omogenei bensì di dividerlo in funzione dei tempi di attuazione, quindi nell'immediato andremo a risolvere i problemi più urgenti ed il resto del progetto nel proseguo della legislatura.
Ascoltando le persone, riteniamo, che disoccupazione tasse e malessere sociale siano le prime cose da risolvere.

-LAVORO è la base fondamentale per la vita di ognuno e quindi per farlo crescere è necessario creare più imprenditori.
La nostra visione della figura dell'imprenditore è intesa come colui che contribuisce a sviluppare nuovi prodotti, nuovi mercati e/o mezzi di produzione stimolando la creazione di nuove ricchezze e valori sotto forma di beni e servizi utili alla collettività, contribuendo così alla creazione di posti di lavoro e quindi nuova ricchezza per tutti.
Per questo la nostra proposta per incentivare la nascita di nuove aziende gestite da giovani è la creazione di una “Borsa di studio per giovani imprenditori”. Non un aiuto economico, ma un supporto articolato fatto di informazione, formazione ed affiancamento da parte di persone qualificate, oltre alla figura del Tutor Aziendale, che accompagnerà il nuovo imprenditore nei primi 2/3 anni di attività.

-TURISMO E COMMERCIO la nascita del progetto “COMPRO A VERBANIA” caratterizzato dalla costruzione di percorsi cittadini dello shopping, pubblicizzati da una cartellonistica adeguata, da apposito opuscolo turistico e cartina, che propongano tour pedonali nelle vie storiche, sostenendo così tutti gli operatori esistenti e coloro che vogliano riprendere le attività legate alle nostre tradizioni. L'opuscolo verrà proposto agli operatori che in caso di adesione, a costi contenuti, beneficeranno di particolare segnalazione con la descrizione della propria attività. Inoltre quanto sopra verrà messo in rete dall'ufficio del turismo.

-SOCIALE istituire una consulta delle associazioni operanti nel settore al fine di creare una risposta immediata alle necessità urgenti quali un alloggio temporaneo anche in condivisione, in attesa di una sistemazione ottimale, per fronteggiare emergenze legate alla perdita dell'abitazione.

-OPERE PUBBLICHE il punto essenziale è la messa in sicurezza delle nostre strade, rifacimento e manutenzione del manto stradale, non solo nelle vie
principali, ma anche sollecitando gli enti preposti alla gestione delle strade extra-comunali. Sostituzione graduale delle lampade di illuminazione stradale con nuove a led, al fine di limitare le spese energetiche, sia nelle vie principali che secondarie ed in particolare sui passaggi pedonali. L'individuazione di allocazioni appropriate, per l'installazione di impianti solari per l'alimentazione delle stesse (es. Lastricato solare Istituto Ferrini). -Dobbiamo avere una città pulita, riteniamo quindi che ripristinando il servizio dell'operatore ecologico nei vari quartieri si possa garantire il decoro nelle strade e nei vicoli cittadini. Inoltre amplieremo i punti raccolta per le deiezioni dei nostri animali.

-BILANCIO rimodulazione con contestuale riduzione dei costi al fine di ridurre la pressione fiscale sui cittadini e sulle imprese. Per questo riteniamo di poter utilizzare circa 300.000,00 euro, riferiti a minori spese relative a rate di mutui con scadenza 2015 e che ci permetteranno dal 2016 di ridurre il carico fiscale per il quadriennio di circa 1.200.000,00 euro a favore della cittadinanza tutta.
Verbania dovrà ritrovare la sua funzione di città guida come punto di riferimento economico, finanziario e culturale. La leadership non la si impone ma la si guadagna con il rispetto ed il riconoscimento della capacità DECISIONALE del Sindaco e della Giunta che si pongono e si espongono in prima persona come faro guida per tutto il territorio.
Ora spieghiamo cosa intendiamo concretamente fare subito dopo aver affrontato i problemi immediati.

TURISMO
Per iniziare cos'è il turismo? Turismo è accoglienza, disponibilità, sorriso. Il turista deve essere coccolato, ciò che deve portare con sé come ricordo è l'emozione.
A Verbania non esiste il turismo dell'accoglienza, esiste un turismo mordi e fuggi, nulla è mai stato fatto per cambiare questa situazione. Siamo la seconda città del Piemonte per presenza turistica ma la città non ne trae alcun beneficio se non marginalmente perché i turisti restano chiusi nei vari campeggi, che peraltro offrono loro tutti i servizi pratici e ludici, in alternativa arrivano negli alberghi la sera per ripartire il mattino per altre mete.
Il paesaggio meraviglioso già l'abbiamo, ma purtroppo da solo non basta, dobbiamo creare alternative per le famiglie i gruppi e i giovani.

Albergo diffuso può essere un'alternativa a quanto sopra per coinvolgere tutta la città.
L'interpretazione ampia che noi diamo di Albergo diffuso coinvolge chiunque abbia a disposizione una camera, o possa offrire un servizio. Ma non solo, creando
una vera e propria rete di servizi, convenzioni, offerte ecc. ecc. il tutto coordinato dall’Ufficio del Turismo, finalmente messo in condizione di svolgere il proprio lavoro; promuovere la città con in suoi locali, negozi, laboratori artigianali e le bellezze dei dintorni.
I cittadini e le associazioni interessate dovranno comunicare la propria offerta all’Ufficio del Turismo che provvederà a catalogarla e a pubblicizzarla. L’offerta potrà vertere sia sul soggiorno (camere e/o appartamenti che ovviamente dovranno rispondere a canoni di decoro pulizia e fruibilità) oppure sulla ristorazione, ma anche su proposte di escursioni; in barca sul lago alla riscoperta delle rive e dei paesi rivieraschi, uscite in notturna, immersioni alla riscoperta della fauna ittica e dei tesori sommersi, oppure a piedi sulle nostre montagne con itinerari diversificati per difficoltà e durata. Naturalmente le escursioni saranno curate da personale qualificato come le nostre guide, proposte di sport, presentazioni di prodotti locali, comunque coordinati dall’ Ufficio del Turismo. Il turista deve entrare ed uscire con un'offerta di soggiorno costruita su misura per le sue esigenze. Per poter affrontare questi nuovi compiti l'ufficio dovrà essere ricollocato ed ampliato. L'apertura dovrà essere garantita durante tutta la settimana nei periodi di maggior afflusso turistico oltre che nei fine settimana per i restanti periodi e in occasione di manifestazioni o eventi caratteristici. Gli uffici andranno collocati alle porte cittadine, Parco Cavallotti a Intra, Fondotoce, porto dei traghetti, ed altre posizioni strategiche. Il nuovo obbiettivo dell'ufficio sarà quella di pubblicizzare pacchetti tematici a diversi scaglioni di costo/fruibilità anche collaborando con tutte le realtà locali e limitrofe. Distribuirà cartine e materiale informativo con l'indicazione di tutte le attrazioni e i servizi offerti dalla città. L'Amministrazione provvederà alla creazione di un'applicazione, utilizzabile dalle principali piattaforme informatiche, contenente le principali informazioni turistiche (parcheggi, disponibilità di sosta, trasporti, eventi, cultura ecc.).
Migliorare ed incrementare le indicazioni stradali. La cartellonistica posizionata in ogni frazione né metterà in risalto la storia e le peculiarità. Indicherà percorsi per visitare ville storiche, musei, chiese, e verrà correlata da descrizioni ed immagini. Sarà posizionata in modo strategico accattivante e visibile al turista per invogliarlo a proseguire nella sua visita.
Valorizzare i centri storici e le attività commerciali ed artigiane in essi presenti che dovranno fare uno sforzo per migliorare e differenziare l'offerta.
Al fine di aumentare la capacità ricettiva della città e proporre un servizio efficiente a un turismo poco considerato, proponiamo la creazione di un'area camper attrezzata, già individuata, in grado di soddisfare ogni esigenza. Il camperista è una risorsa non un fastidio!. Tutto questo nulla toglie agli albergatori storici; la clientela che predilige l'albergo e/o i gruppi in genere, continueranno a rivolgersi agli alberghi tradizionali, tantomeno penalizzerà i gestori dei campeggi, chi predilige quel tipo di vacanza continuerà a frequentarli. Anche queste figure trarranno vantaggio inserendosi in un circuito virtuoso, coordinato dall'Ufficio del Turismo, proponendo le loro offerte di soggiorno e svago. Riteniamo inoltre necessaria l'individuazione di almeno un'area ove poter far sostare i pullman presenti in città durante manifestazioni e/o gite organizzate.
Favorire tramite l'istituzione di un servizio navetta una migliore viabilità all'interno della città a supporto sia dell' area camper che delle strutture turistiche che ne facciano richiesta anche e non solo in occasione di manifestazioni.
Un'attenzione particolare andrà al porto turistico, devastato nel 2012; verifica, controllo, fattibilità e sostenibilità della ricostruzione. Per la nostra zona deve essere fonte di richiamo per chi ama la navigazione da diporto oltre che di beneficio per le entrate del Comune. Si potrebbe valutarne la gestione diretta.
Vorremmo un mercato coperto delle eccellenze enogastronomiche e florovivaistiche attraverso la creazione di una struttura, inserita in un contesto verde, adeguata al territorio e di normali dimensioni (non servono superfici di migliaia di mq.). Ben suddivisa con la dotazione di servizi essenziali e rispondenti alle norme igienico sanitarie. La struttura verrà messa a disposizione, in modo permanente, alle aziende che vorranno esporre e commercializzare tutte le eccellenze del nostro territorio, anche con la possibilità di gustare direttamente in loco le specialità alimentari, nonché acquistare prodotti artigianali quali ad esempio quelli derivanti dalle lavorazioni del legno, della ceramica, del vetro e non ultimi piante e fiori per i quali il nostro territorio è rinomato. Tali iniziative potranno coinvolgere l'intera Provincia e/o occasionalmente avere la presenza di produttori tipici di altre località italiane. Possibilità di organizzare fiere enogastronomiche e florovivaistiche locali e delle Regioni italiane. Spazi riservati alla vendita di prodotti equosolidali a cura delle associazioni del settore. Tale spazio può essere individuato nell'area di piazza Macello (area attualmente fruita dalla pista di pattinaggio, che sarà da riposizionare in altro luogo valutando la possibilità di riportarla a Pallanza) con la possibilità di riutilizzo del fabbricato fatiscente in fregio a tale area.
Verrà considerata la possibilità di offrire tali spazi con incentivi ai neo imprenditori mediante una riduzione dei canoni d'affitto.
L'Amministrazione Comunale dovrà intervenire per l'attuazione del progetto e al lancio del settore anche con uno snellimento delle pratiche burocratiche necessarie ottimizzando il lavoro degli uffici comunali preposti.

EVENTI
Creare occasioni di svago organizzando varie manifestazioni. Un Festival Musicale che ospiti diversi generi e/o artisti (in particolare i nostri gruppi locali), manifestazioni ludiche organizzate nelle principali piazze della nostra città che possano anche coinvolgere associazioni già presenti sul territorio.
Il recupero di manifestazioni già esistenti che nel passato hanno portato grande affluenza, dal Palio Remiero al Corso Fiorito, da Giochi senza Quartiere a Notti di Note e non ultima la 24x1ora.
Prevedere nuove manifestazioni che diano risalto alla storia locale quali sfilate e sfide delle Contrade, gare e contest tematici.
Naturalmente il tutto da divulgare via web.

SPORT
Recuperare percorsi alternativi (sentieri di montagna) collegati con piste ciclabili per un turismo sportivo e/o familiare che porta valore aggiunto ai nostri laghi e monti.
Promuovere con le società sportive avvenimenti oltre che a livello locale anche regionale, nazionale e mondiale e dare alle stesse un supporto semplificando e coordinando procedure burocratiche e logistiche.
Realizzare una Clubhouse dove qualsiasi associazione possa riunire i propri soci per promuovere attività ludiche, di aggregazione, quali cene aperte a soci e non soci, assemblee e piccoli spettacoli con un minimo di contribuzione.
Per il futuro ci piacerebbe in Centro Sportivo Polifunzionale. Un sogno che vorremmo potesse realizzarsi.

CULTURA
Un obiettivo importante che ci proponiamo è la riqualificazione dell'immobile denominato "Villa Simonetta" a Intra, finalizzato al trasferimento da Villa Maioni della Biblioteca Comunale, prevedendone un eventuale ampliamento.
In un mondo dove la cultura, intesa come "conoscenza", è parte fondamentale della capacità pensante dell'individuo è imperativo mettere a disposizione di ognuno la possibilità di accedervi.
Il raggiungimento di tale obiettivo sarà uno sforzo notevole per l'Amministrazione, è necessario trovare le risorse necessarie attraverso Fondazioni Bancarie e non, Enti istituzionali, Privati e Bandi Europei.
Iniziative legate alle tradizioni locali con la partecipazione delle associazioni culturali presenti nella città.
Rassegne letterarie promosse principalmente con autori locali i cui temi spazino dal romanzo giallo, alla narrativa, dal romanzo rosa a quello legato alla storia e/o alla mitologia del nostro territorio nonché libri fotografici.
Rassegne fotografiche e di pittura di artisti del posto che meritano di essere conosciuti.
Portare a conoscenza soprattutto dei giovani delle espressioni teatrali di cui il nostro paese è un eccellente produttore con un intervento di sensibilizzazione anche attraverso le scuole. Il teatro sta vivendo un momento ricco di produzioni di ogni genere ed è stato riscoperto in maniera importante negli ultimi anni, dalle persone di ogni età, anche nel nostro territorio.
Ampliare l'offerta delle manifestazione già presenti, quali Letteraltura, Università della terza età, Musica in quota ecc.
E' in questo contesto che vediamo il CEM come opportunità.
Noi riteniamo che il lungo lago dal Parco Cavallotti a Suna passando per il CEM, Villa Maioni, Villa Taranto e Villa S Remigio e con in mezzo il nuovo porto turistico possa diventare la nuova frontiera di Verbania dal punto di vista turistico e ricettivo. Il percorso pedonale già esistente, che congiunge Parco Cavallotti a Intra con il lungo lago di Suna, popolato di alberghi e strutture ricettive, rappresenta un percorso rivierasco di circa 5 Km. che nessuna città del Lago Maggiore può vantare.
L'area del CEM con le sue caratteristiche ludico culturali, la spiaggia attrezzata, la rinnovata Villa Maioni come polo ricettivo, unito al porto, deve diventare il punto di forza della nostra offerta turistica e il luogo di ritrovo diurno e serale dei Verbanesi e dei turisti in aggiunta ai luoghi tradizionali come il lungo lago di Pallanza e Suna.

URBANISTICA/TUTELA DEL TERRITORIO INFRASTRUTTURE PUBBLICHE
Si propone l’individuazione dei fabbricati dismessi a destinazione industriale da riqualificare ai fini abitativi / commerciali / turistici. Tali interventi devono essere articolati a seconda dell’ attuale destinazione dell’immobile. Sfruttamento parziale del fabbricato industriale per non oltre il 70% della superficie lorda totale.
Sfruttamento totale dei volumi attualmente a destinazione residenziale o similari anche per la futura collocazione di servizi o strutture turistico ricettive.

IMMOBILI UBICATI NEI NUCLEI DI ANTICA FORMAZIONE (CENTRI STORICI)
Ristrutturare e conservare il patrimonio esistente deve essere il punto cardine della politica urbanistica, anche per limitare ulteriore consumo di territorio libero. Ricerca di incentivi per lo sfruttamento dei locali residenziali esistenti da destinare ad albergo diffuso o a Bed and Breakfast con eventuali apposite convenzioni pubblico/private per stabilire la durata della destinazione turistica ricettiva ( albergo diffuso ecc..) ai fini delle eventuali agevolazioni concesse.

HOUSING SOCIALE
Ovvero un nuovo modo di costruire immobili ad alte prestazioni energetiche e a bassi consumi, di tipo modulare, risparmiando sui tempi di realizzazione, ma soprattutto a bassi costi di vendita.
Maggiore facilità di accesso al credito bancario dovuto alle caratteristiche degli alloggi.
Reperimento o individuazione di aree da parte della pubblica amministrazione sia esse già pubbliche, o private ma con precisa destinazione al realizzo di Housing sociale.

CREAZIONE DI INFRASTUTTURE TURISTICO RICETTIVE, MAGGIORE FRUIZIONE E COMPLETAMENTO DELLE ESISTENTI.
Da una rinnovata APT (azienda di promozione turistica) creazione di infrastrutture (Uffici di accoglienza) ai poli d’ingresso della città e postazioni interne ai centri cittadini.
Messa in opera di strutture prefabbricate di tipo ligneo o di forma accattivante (a basso costo di acquisto) per la divulgazione delle iniziative e dei luoghi più suggestivi da visitare
Per la Verbania futura si auspica la realizzazione in zona periferica, con adeguate caratteristiche ambientali, di piste per la pratica dello sci di fondo e riutilizzo delle stesse in stagioni calde a piste di roller o Ski-Roll attrezzandole con arredo urbano e piantumazioni adeguate, atte alla valorizzazione dell’area stessa.
Completamento o collegamento delle attuali infrastrutture (ciclabili o percorsi pedonali) per la creazione di percorsi virtuosi e di buona fruibilità, destinati sia al turista che al cittadino Verbanese.

CREAZIONE DI APPOSITE AREE CAMPER VIDEOSORVEGLIATE
Individuazione di aree per l’accoglienza del turismo itinerante (camper e altre forme di turismo mobile) dotate di tutti i servizi essenziali quali; servizio idrico – igienico sanitario – elettrico – fognario. Con all’ingresso una casetta in legno contenente, la gettoniera per il pagamento della sosta e l’assegnazione dei posti numerati, una piccola lavanderia a gettoni, ed un punto d’informazione turistica. L’intera area sarà implementata con aiuole, panchine, spazio bimbi, piantumazioni atte alla valorizzazione e protezione della superficie.

MERCATO IMMOBILIARE
Individuazione di proprietà comunali attualmente in disuso da reimmettere sul mercato immobiliare al fine di ricercare nuove risorse per il mantenimento del patrimonio in utilizzo.
RASTERIZZAZIONE DEGLI ATTI DI CONSERVATORIA E CATASTO
Completa rasterizzazione degli atti della Conservatoria dello Stato e del Catasto ed inserimento on-line per una più facile fruibilità del pubblico.
Altre proposizioni possono essere pensate per la pianificazione territoriale della città, ma attualmente le scarse risorse a disposizione dell'Amministrazione non permettono di incidere su di un riassetto organico che però dovrebbe essere preso in considerazione.

LAVORO
Veniamo da una crisi di durata eccezionale, iniziata nel 2008 e ben lontana dal suo punto di arrivo. In questi anni abbiamo assistito nell'indifferenza delle istituzioni alla chiusura di aziende piccole, medie e purtroppo anche grandi (per la ns. Zona). Il commercio e l'artigianato hanno patito da un lato la concorrenza e dall'altro la fiscalità selvaggia di istituzioni orientate a far quadrare il bilancio aumentando le entrate anziché diminuire le spese o gli sprechi. Gli appelli alla razionalizzazione della spesa pubblica e allo sviluppo sono caduti miseramente nel vuoto. Le analisi e le previsioni economiche che nel 2009 dichiaravano con anticipo il passaggio dalla crisi finanziaria alla crisi delle strutture economiche e all'impoverimento relativo delle famiglie nonché alla perdita dei posti di lavoro che per i nostri politici sembravano solo il solito "al lupo al lupo" dei disfattisti, venivano disattese per privilegiare altri settori economici accantonando il lavoro e l'imprenditoria come realtà non afferenti all'amministrazione locale.
Il nostro Movimento Civico al contrario considera imprenditoria e lavoro punti cardine essenziali alla vita cittadina.
Riteniamo il turismo parte importante ma non l'unico settore su cui investire, quindi l'impresa, l'attività produttiva, il manifatturiero devono trovare ancora domicilio a Verbania perché oltre 30.000 abitanti non possono vivere nella speranza di posti pubblici, pensioni o altri sostegni.
Il patrimonio più grande che abbiamo è il nostro territorio, non solo come paesaggio ma come risorsa economica che gestita con "cervello" e consapevolezza può aiutarci ancora a creare un'economia locale sostenibile e sufficiente a garantire benessere e noi dobbiamo esserne i custodi perché è quello che trasmetteremo alle future generazioni.
Predisporre, ove possibile, contratti di appalto territoriali in modo da favorire le imprese operanti nel territorio nella gestione dei lavori pubblici e del patrimonio del Comune.
Favorire la nascita di attività a carattere locale, gestite preferibilmente da verbanesi, con sede in Verbania, legate ai valori del territorio e/o inserite nel contesto cittadino per far rinascere un'economia a Km Zero.
Realizzazione del marchio "Fatto a Verbania" per la promozione dei prodotti di ogni genere, progettati e realizzati in città e per orientare i consumi dei residenti, stimolare così la curiosità e l'interesse dei visitatori anche in aggiunta all'offerta turistica che non deve essere solo la bellezza del paesaggio ma anche la qualità della vita e dei prodotti locali.
Proporre e creare le "Vie del Commercio Locale e quelle del Ricordo", strutturate in chiave turistica ma usufruibili anche dai residenti e dai nostri vicini, al fine di far rifiorire la "vita serale" o comunque l'aggregazione e l'incontro dei cittadini al di fuori dalle mura domestiche.
Verbania viva significa vedere le persone in giro per le strade, i locali e i negozi aperti e quindi le vie cittadine accoglienti e vivaci.

FRONTALIERI
Il frontalierato è oggi una risorsa indispensabile per l'economia cittadina non solo come reddito, capacità di spesa e ristorni ma ben più importante come fattore di stabilizzazione di uno dei problemi più grossi della nostra città che è la disoccupazione. E' solo grazie al lavoro transfrontaliero che la nostra città non vede aumentare di un'ulteriore 12-15% il numero delle persone non occupate portando così il disastro occupazionale ad un livello insostenibile.
Ci attiveremo per avere un contatto diretto e permanente con i loro rappresentanti di categoria in modo da recepire le istanze che il Comune potrà fare proprie per migliorare o eliminare i disagi che incontrano quotidianamente.

SANITA'
L'impegno in prima persona del Sindaco, che pur riconoscendo alla Regione il compito di garantire la sanità a livello locale, sarà quello di impegnarsi a coordinare e promuovere attività cittadine di sensibilizzazione per favorire il mantenimento e il potenziamento dell'offerta sanitaria; ospedale, strutture lunga degenza, ambulatori informativi e soprattutto impegnarsi per inserire la Chirurgia Oncologica nel reparto di Oncologia già fiore all'occhiello del nostro ospedale.
Un altro tema da prendere in seria considerazione è quello di favorire l'attuazione di un Registro per il "Testamento Biologico" ovvero la dichiarazione anticipata della volontà delle cure che ogni cittadino "intende o non intende" accettare in caso di sua incapacità di giudizio.

POLITICHE SOCIALI
Il disagio sociale ed economico che sta vivendo la città, dovuto alla perdita dei posti di lavoro, crea, come conseguenza, una serie di problematiche alle famiglie anche nella gestione della quotidianità. Alle richieste sempre maggiori di aiuti bisogna rispondere concretamente, proprio per il rispetto e la dignità dovuta a chi versa in situazioni di disagio, per quanto si può realmente fare.
A fronte di questo disagio il Sindaco in prima persona ha il dovere di farsi garante per richiedere a tutti gli organismi preposti, dallo stato alle regioni di ripristinare i fondi tolti in campo sociale, fondi di cui il settore necessita e soprattutto ha diritto.
Bisogna operare per far crescere una cultura in questo campo e mettere le Persone prima di tutto e per questo lavorare sulla qualità della vita.
Le finalità su cui opereremo sono:
aiuto e sostegno concreto alle associazioni di volontariato presenti da tempo sul territorio, realtà importanti senza le quali il comune non sarebbe in grado di operare efficacemente, previa anche la presentazione di progetti concreti e sostenibili.
Creare attraverso le associazioni sul territorio una rete di aiuti specifici per persone anziane o con disagi per un supporto pratico, esempio per accompagnare a fare la spesa, ritirare farmaci o forse, ancora più importante, una presenza presso l'abitazione come sostegno alla solitudine.
Prestare un'attenzione particolare volta ad agevolare l'ampliamento e la nuova apertura sul territorio di strutture di residenza per anziani autosufficienti e non, sia per il breve che lungo termine, con quindi una ricaduta occupazionale con la creazione di posti di lavoro sia nelle strutture che nell'indotto.
Progetto “Orti Solidali”- Su terreni inutilizzati del Comune anche di piccola pezzatura e sotto la sua supervisione far nascere degli orti gestiti da persone volontarie che amano coltivare la terra, per la produzione di verdura/frutta biologica legata alla stagionalità, da destinarsi in parte al coltivatore quale riconoscimento per il suo lavoro e il restante al Comune quale integrazione ai servizi legati alla preparazione dei pasti sia diretti (es. mense sociali) che indiretti (es: consegna pasti a domicilio). Questa attività può essere supportata dalla collaborazione in stage di giovani studenti nel settore specifico che avranno quindi la possibilità di mettere in pratica quanto appreso con lo studio.
A sostegno e con la collaborazione delle famiglie creare centri ricreativi per bambini con orari diurni allargati a supporto dei genitori che lavorano.
L'Amministrazione Comunale in quanto compartecipe tramite il CONSER della gestione dei trasporti pubblici deve adoperarsi affinché la totalità dei mezzi di trasporto pubblico possano essere fruiti da cittadini con disabilità
Si rileva inoltre che la città è poco attenta all'eliminazione delle barriere architettoniche quindi ci si adopererà affinché le strutture pubbliche e i percorsi viabili rispondano a una migliore fruibilità.

Altra attenzione dovrà essere posta alle vie cittadine per realizzare percorsi accessibili alle persone non vedenti.
Effettuare una ricerca continua di tutti i bandi regionali, statali, europei etc. finalizzati al reperimento di fondi attraverso la predisposizione dei progetti necessari.
Proseguire le azioni già in atto nel Comune come il progetto S-corta, pasti a domicilio etc., e proseguendo nell'opera di sensibilizzazione alla partecipazione di tutti i supermercati per quanto riguarda l'invenduto degli alimenti freschi da destinarsi alle mense sociali e/o alla consegna diretta alle persone.

AMMINISTRAZIONE E BILANCIO
Il Comune di Verbania vive una condizione finanziaria senza precedenti, a causa della crisi economica e dei continui tagli operati dallo Stato. Il Patto di Stabilità non permette assunzioni e spese per investimenti, contribuendo a reprimere l’economia, mentre l’emergere di nuove povertà e situazioni di disagio richiedono sempre maggiori interventi da parte dell’ente locale. L'aumento delle tasse avvenuto con il bilancio 2013, avrà l’effetto di aumentare affitti e spese per le attività produttive e commerciali con conseguente aumento del prodotto/servizio finale per l’utente.
Per far fronte a questo stato di cose, occorre attuare una politica finanziaria comunale improntata al rigore, ma anche caratterizzata da innovazione e capacità di controllo della spesa. In base a questi indirizzi, si evince che la missione principale dell'attività amministrativa deve passare non più dalla tassazione dei cittadini ma dal reperimento di fondi per perseguire una corretta equità fiscale.

Tares - In fase di collaborazione con il COUB per la determinazione delle tariffe, che avviene annualmente in base al piano finanziario del servizio di gestione dei rifiuti urbani, fare una verifica attenta di tutte le componenti di costo prese a base per tale determinazione, al fine di un contenimento dei costi per l'utenza e un miglioramento dell'efficienza. Prendere in esame le nuove possibilità che l'innovazione tecnologica permette per un diverso modo di smaltimento del rifiuto umido. Presentando e attivando piani di fattibilità all'amministrazione tendenti ad una diversa modalità di smaltimento si potrà valutare una diversa tassazione volta al risparmio per quelle fasce/categorie che ne faranno richiesta. Verifica delle condizioni contrattuali in essere con le società che provvedono allo smaltimento finale dei rifiuti favorendo la presentazione di nuovi contratti per rendere concorrenziale il servizio.


Imposta di soggiorno - Migliorando l'offerta turistica e senza aumentarne l'importo si prevede che il gettito per il Comune venga implementato con quindi la possibilità concreta di destinare sempre maggiori risorse allo sviluppo del settore. Un esempio tangibile sarà quello di destinare parte di questi fondi per finanziare l'area camper, che in futuro produrrà reddito per il Comune.
Incentivare i proprietari di immobili commerciali a ridurre o mantenere inalterato il canone di locazione da attuare mediante accordi con il Comune tendenti ad una diminuzione delle imposte locali, in cambio di contratti d'affitto a prezzi calmierati allo scopo di incentivare e mantenere la permanenza in città di attività produttive.
I premi e i benefit di tutti i collaboratori comunali verranno revisionati secondo nuovi criteri e parametri (es: riduzione costi e miglioramento servizio).
Recuperare la funzione programmatoria del bilancio con politiche economico finanziarie di lungo termine, seguendo principi finanziari basilari: razionalizzazione della spesa, dove la "minor spesa" va intesa come "migliore spesa", eliminando ciò che non è efficace o non ha ragione di essere mantenuto e creare spazi per la spesa che produce crescita.
Rendere l'amministrazione comunale più agile per l'ottenimento di una riduzione del carico burocratico.
Verificare gli accordi stipulati dalle precedenti amministrazioni, in particolar modo erogazioni liberatorie/agevolazioni rivolti a singoli, enti, cooperative a qualsiasi titolo erogati, allo scopo di verificare il rapporto costi-benefici per i contribuenti verbanesi.
Proseguire nel recupero dell'evasione/elusione intensificando l'azione di accertamento per ottenere equità fiscale.
Nel bilancio sarà posta una somma valutata annualmente in base alle disponibilità dell'ente, da porre a disposizione di associazioni, organismi di quartiere o quant'altro nell'ampia eccezione del "bilancio partecipativo".
Riteniamo interessanti le proposte contenute nel documento L10 di Libera e le terremo in considerazione per quanto possibile.

PATRIMONIO
Valorizzazione e aumento della rendita del patrimonio comunale.
Ricognizione del patrimonio, per eventuali alienazioni, variazioni d'uso anche con eventuale ristrutturazione, da utilizzarsi anche per scopi di carattere sociale (es. creazione posti letto per fasce deboli ecc.), e/o messa a reddito delle parti non necessarie al Comune con reimpiego dei proventi per nuovi investimenti comunali. I criteri alla base di queste scelte saranno: la non redditività sociale di parte del patrimonio, patrimonio in disuso, parti non gestibili dal punto di vista manutentivo, parti che non svolgano e non potranno svolgere alcuna funzione sociale e che rappresentano un costo di gestione per l’amministrazione comunale.
Revisione delle modalità di manutenzione del patrimonio comunale, per razionalizzare e contenere la spesa, prevedendo una riduzione delle bollette elettriche con una futura solarizzazione dei tetti comunali.
Controllo dei contratti dei beni di proprietà del comune concessi in locazione o in comodato, con verifica della sussistenza dei requisiti delle locazioni degli immobili, stabilendo in almeno tre anni il periodo di controllo e di valutazione dell'agevolazione. Si provvederà di conseguenza a rivedere le tariffe al mutare delle condizioni iniziali.
Revisione delle concessioni date per l'occupazione del suolo pubblico, nello specifico quelle accordate per lo svolgimento legato ad attività commerciali, artigiane e di pubblici esercizi che se legate ad un incremento di attività si prenderà in considerazione la possibilità, per periodi determinati, di una rimodulazione al ribasso.
Rivisitazione delle società e delle aziende partecipate e loro valorizzazione ai fini del miglioramento dei servizi e del ritorno reddituale (es. CONSERVCO ).

EDUCAZIONE CIVICA
Uno dei compiti del Sindaco relativi alla civile convivenza della comunità dei Verbanesi sarà quello di sollecitare il Comando della Polizia Municipale e le Forze dell'Ordine a migliorare i controlli per la prevenzione e repressione di atti vandalici di ogni genere.
Chiediamo ai cittadini di partecipare attivamente alla ripresa della città e con un piccolo sforzo di ognuno, attivarsi in prima persona per tenerla pulita, non gettando cartacce ecc. per terra, raccogliendo le deiezioni dei propri animali e sensibilizzando tutti a tale scopo perché
VERBANIA E' CASA VOSTRA
 
La Lista "Movimento Civico Insubria per Verbania":
Baldan Sergio, Verbania 06/01/1968; consulente finanziario
Doneda Francesca, Magenta 12/03/1958; già dipendente CONFARTIGIANATO, volontaria CARITAS intra
Pavesi Gianluigi, Verbania 23/10/1955; commerciante
Baldin Valentina, Borgomanero 22/04/1991; barista
Restelli Marco, Verbania 18/10/1991; studente universitario di scienze politiche e sociali, presso università degli studi di Torino
Farina Giuseppe, Verbania 10/04/1967; impiegato
Ranucci Matteo, Verbania 22/11/1980; geometra, libero professionista
Giordani Roberta, Verbania 04/06/1965; casalinga
Falsaci Massimo, Cannobio 05/09/1974 consulente aziendale, creazione d'impresa
Campagnini Sara, Verbania 27/08/1973; commerciante
Lietta Paola, Verbania 29/06/1972; operatore socio sanitario
Manzoni Flaviano, Verbania 03/06/1965; artigiano
Lolla Mario, Cornovecchio 19/08/1946; pensionato
Devecchi Maurizio, Milano 15/02/1949; pensionato Banca Carige Spa
Ruschetta Paola, Premosello chiovenda 06/12/1959; operatore socio sanitario
Cipolla Nicola, Verbania 02/09/1963; operaio
Comoli Giacomo, Verbania 17/05/1969; giornalista
Arundelli Karin, Verbania 30/12/1966; impiegata
Copelli Graziella, Omegna 23/07/1945; pensionata
Vignani Giampiero, Verbania 07/03/1957; geometra, libero professionista
Colombara Franca Raffaella, Invorio 24/10/1962
Marinone Mauro, Milano 10/10/1958; commerciante
Brignoli Renata, Domodossola 14/08/1953; pensionata

Torna alla lista dei candidati di Verbania



4 commenti  Aggiungi il tuo

Vedi il profilo di roberto Sicurezza e ordine
roberto
30 Aprile 2014 - 19:24
 
Buongiorno Sig. Restelli,
il programma per me è valido, tanto che ho firmato per la presentazione della lista. Le chiedo solo di specificare meglio il punto relativo alla sicurezza che per quello che mi riguarda è essenziale. Si parla in generale di migliorare il controllo, ma nello specifico di cosa si tratta? Non si parla di vigili di quartiere e chiusura notturna dei parchi, ad esempio. Per quanto riguarda i cani sarebbe utile una sanzione amministrativa severa per chi li porta senza museruola e li fa abbaiare la notte, disturbando la quiete pubblica. Cosa intendete fare, in generale, per il problema sicurezza e decoro?

La ringrazio

Roberto
Vedi il profilo di Restelli Giorgio A Roberto
Restelli Giorgio
1 Maggio 2014 - 10:55
 
La ringrazio e la invito a venirci a trovare sabato pomeriggio al gazebo in piazza Ranzoni. Per rispondere alla sua domanda, nel nostro programma diamo ampio spazio all'educazione civica, perché solo su di essa si basa una civile convivenza. Stiamo progettando, indipendentemente dal risultato elettorale, di inserire almeno una giornata su questo tema nelle scuole fino alle medie, gestita dal Comune. Solleciteremo le forze dell'ordine tutte a maggiori controlli sul territorio, ed in particolare la Municipale, come abbiamo ipotizzato nei nuovi obbiettivi programmatici da dare ai collaboratori del Comune, avrà la sicurezza nei propri compiti. Per quanto riguarda la chiusura dei parchi da lei sollecitata, era già stata da noi presa in considerazione estendendola anche alle aree per la sgambatura dei cani, che purtroppo di notte diventano ricettacolo di ubriachi e quant'altro. La cura dei propri animali fa parte del senso civico, per sensibilizzarlo riterremmo opportuno proporre non pene pecuniarie, ma giornate di volontariato al canile, che oltre ad essere utili all'intera comunità insegnano ad occuparsi dei propri animali rispettando gli altri. Mi dispiace non poter essere più esaustivo su questo blog, ma le rinnovo l'invito ad incontrarci, mi farebbe piacere ascoltare le sue opinioni.
Vedi il profilo di Patrick Finalmente una casa tutta nostra ?
Patrick
1 Maggio 2014 - 12:06
 
Signor Restelli sono un "giovane ragazzo" di Verbania che ha compiuto il mese scorso i 30 anni. Vivo con mia moglie e mio figlio insieme ai miei genitori perché sono l'unico fortunato ad avere ancora un lavoro e il mio stipendio non ci permette di avere una casa tutta nostra. Le case dell'Housing Sociale rappresentano per me e la mia famiglia il futuro dignitoso che abbiamo sempre sognato. Il suo programma come ho scritto su un'altro "tema" sarà il volano di Verbania che farà ripartire l'economia. Spero che tutti cittadini di Verbania alle prossime elezioni votino la sua lista come farò io.

Grazie

saluti Patrick
Vedi il profilo di roberto Grazie, concreto ed esaudiente
roberto
1 Maggio 2014 - 12:12
 
Sig. Restelli, non so se potrò partecipare ma le risposte da Lei date sull'argomento mi paiono esaudienti e precise.

Grazie

Roberto



Aggiungi il tuo commento

Prima di pubblicare un tuo commento assicurati che:

• sia in tema e contribuisca alla discussione
• non abbia contenuto razzista o sessista
• non sia offensivo, calunnioso o diffamante

La redazione si riserva di cancellare qualsiasi contenuto ingiurioso, volgare, illegale o contrario alla policy.

Commenti Se accedi o ti Registri potrai visualizzare il tuo nome e ricevere aggiornamenti quando ci saranno altri commenti



captcha
CAPTCHA: Scrivi il valore visualizzato

Iscriviti con la tua email
Verbania
21/10/2017 - BellaZia: La Torta Tenerina
20/10/2017 - Pallavolo Altiora esordio casalingo
20/10/2017 - Paffoni Fulgor Omegna in cerca del poker
20/10/2017 - Vega Occhiali Rosaltiora prima trasferta
20/10/2017 - La poesia di Ranaudo da Milano a Venezia
Verbania - Speciale elezioni 2014
01/05/2014 - Elezioni 2014 - elenco dei comuni del VCO
29/04/2014 - Marco Parachini
29/04/2014 - Silvia Marchionini
29/04/2014 - Stefano Gaggiotti
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti