Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco : Verbania : Politica

Montani: "Quinta proroga al teatro"

Riceviamo e pubblichiamo, una nota del senatore della Lega, Enrico Montani, riguardante la quinta proroga sulla sicurezza del Teatro Il Maggiore.
Verbania
Montani: "Quinta proroga al teatro"
“Se non ci fossero in gioco la sicurezza delle persone che vanno a teatro, soldi pubblici -tanti, a quanto si legge- e la credibilità di un’intera giunta, la quinta proroga al Maggiore, di cui abbiamo appreso in queste ore dagli organi di stampa, potrebbe anche passare inosservata.

Tutto sommato, così diranno forse i sostenitori dell’opera, grazie all’ennesimo “bonus” concesso dai Vigili del fuoco, anche questa stagione culturale è salva. Invece, la notizia preoccupa e deve necessariamente far riflettere. Preoccupa perché non si capisce esattamente per quale motivo, nonostante interventi per complessivi 350 mila euro, non sia ancora stato concesso alla struttura che si affaccia sul Lago Maggiore, il certificato definitivo di agibilità.

Fa riflettere, perché questa vicenda rischia di diventare, se non lo è già, l’emblema di un’amministrazione, quella del sindaco Marchionini, che continua a procedere alla cieca. Di chi è la responsabilità di non aver per anni trasmesso ai Vigili del fuoco le successive varianti al progetto dell’architetto Arroyo, che a suo tempo era stato invece approvato?

Sindaco, dirigente comunale preposta o direttore dei lavori, se n’erano forse dimenticati? E ancora: di quante proroghe ancora dovremo leggere dai giornali, prima che il teatro divenga sicuro? Quando i cittadini potranno finalmente sentirsi protetti, oltre che adeguatamente informati

La Commissione comunale d’inchiesta ha evidenziato nei mesi scorsi, nella propria relazione finale, queste carenze e responsabilità che devono ora essere spiegate e rese pubbliche, perché non è giusto che a pagare i maggiori costi per la sicurezza debbano essere tutti i verbanesi”.

Così in una nota il senatore della Lega, Enrico Montani.



9 commenti  Aggiungi il tuo

Vedi il profilo di SINISTRO 1DOMANDA:
SINISTRO
29 Luglio 2019 - 10:35
 
la responsabilità è di una sola giunta, e sempre la stessa?
Vedi il profilo di Hans Axel Von Fersen 1Re: DOMANDA:
Hans Axel Von Fersen
29 Luglio 2019 - 12:10
 
Ciao SINISTRO
Se avessero pubblicato la relazione, lo sapremmo
Vedi il profilo di Davidark 1Ed i serramenti?
Davidark
30 Luglio 2019 - 17:45
 
E dovranno sostituire pure dei serramenti e porte interne poiché non a norma... Già la pessima qualità balzava agli occhi!
Vedi il profilo di AleB 1più che un teatro, un bunker antiatomico
AleB
30 Luglio 2019 - 19:39
 
a parte che la relazione della commissione è stata pubblicata sull'Albo Pretorio online, ma non fa altro che mettere per iscritto una sequenza di eventi "storici" che compongono la vicenda. Dalla discussione in consiglio si evidenziò che non ci fu una responsabilità di un singolo individuo o di una singola entità giuridica (sia pubblica che privata) ma concause che portano allo stallo attuale,

A me vien da dire che più che un teatro, la commissione regionale dei VVF vuole che il CEM sia un ottimo rifugio antiatomico. Ora, non bastano i sistemi di rilevazione incendio e spegnimento, non basta la messa in sicurezza delle singoli parti strutturali contestate, no serve anche sostituire gli infissi dei camerini perchè non sono REI90. Cioè, una finestra che deve reggere al fuoro per 90 minuti. Fa nulla se in commercio non esiste: noi vogliamo un RIFUGIO! più polifunzionale di così!

Basterebbe poi considerare che le proroghe ai vincoli normativi sono ammesse dalla commissione solo perchè la struttura è ritenuta comunque adeguata, ma non perfettamente a norma, Le stesse norme che, i naltre città e per altri manufatti - pubblici o privati che siano, partoriscono strutture molto meno vincolate dal punto di vista della resistenza al fuoco. Tant'è: il VVF deve fare il suo lavoro e tutte le commissioni pubbliche hanno un obiettivo. Rispettare le regole e scaricare le responsabilità.

In attesa che qualche buon produttore di serramenti ci costruisca la finestra REI1000, andiamo pure tranquillamente a Teatro: è molto più facile che prenda fuoco l'impianto elettrico di casa nostra, che una struttura di quel genere osservata da 5VVF (per gli eventi in strutture a regola ne "bastano" tre!) ogni secondo della manifestazione.

Saluti
AleB
Vedi il profilo di paolino 2Re: più che un teatro, un bunker antiatomico
paolino
31 Luglio 2019 - 09:58
 
Ciao AleB

Quindi ci stai dicendo che i vvf si stanno inventando norme che non esistono,al solo presumibile scopo di mettere i bastoni tra le ruote all'amministrazione?
Ti rendi conto dell'enormità della cosa?
Vedi il profilo di Hans Axel Von Fersen 2Re: più che un teatro, un bunker antiatomico
Hans Axel Von Fersen
31 Luglio 2019 - 11:38
 
Ciao AleB

Non sapevo fosse stata pubblicata, ad ogni modo qualche precisazione al tuo commento...
"Concausa" non vuol dire che non ci sono responsabili ma che ci sono più responsabili e quindi è ancora più grave,
La progettazione del teatro è costata quasi 1 milione da parte di "un pool di progettisti", non del geometra sotto casa che normalmente si occupa di pratiche semplici.
Se progetto un'auto che va a 500 km/h devo anche sapere che poi in fase di omologazione, la motorizzazione pretenderà anche i freni capaci di fermare un'auto a quella velocità. Non posso portare come scusa, ma in commercio non ci sono. La risposta dell'ingegnere della motorizzazione sarebbe "assi tuoi"
I vigile del fuoco non consultano antichi manuali la cui lettura è riservata agli eletti del tempio ma normative tecniche che sono reperibili ovunque e che i progettisti dovevano già aver avuto sulla loro scrivania. Normative che vengono studiate per evitare catastrofi. Normative che se fossero state seguite in fase di progettazione e quindi durante la costruzione, avrebbe comportato un aumento dei costi di non oltre 50.000 euro mentre ora continuiamo a mettere mano al portafoglio a botte di multipli di 100.000 euro.
Quando il mio idraulico aveva sbagliato la quota dello scarico del water, il furbo pretendeva che l'impresa spaccasse e successivamente ripristinasse. Il capomastro calabrese gli ha detto: "Lì c'è mazzetta e scalpello"
Vedi il profilo di AleB 2Re: Re: più che un teatro, un bunker antiatomico
AleB
1 Agosto 2019 - 11:32
 
Ciao paolino
ho riletto il mio post e non trovo scritto ciò che dici. Quindi rimane tua interpretazione del mio pensiero. Libero di farlo ma non contestare a me ciò che pensi tu.

Spiego comunque la mia ironia sulla questione: le normative antincendio, così come tutte le norme tecniche, sono passibili di interpretazioni, nonchè di valutazioni (di rischio) personali. Per necessità professionali mi interfaccio, anche se non nel dettaglio tecnico, di questioni che riguardano l'antincendio. Chi invece per mestiere si interessa della materia, può tranquillamente asserire che le normative vengono intepretate diversamente secondo il comando tecnico che ha in carico la valutazione. Va da sè che i risultati sono nettamenti differenti e non c'è uniformità di giudizio in campo nazionale.

Come aneddoto, vi cito un requisito REI60 per una parte di una struttura "aperta": basta cercare con google il significato di REI per capire l'ossimoro.

Ora, io credo che le responsabilità ci siano e che anche il comando dei VVF non ne sia avulso: mi piacerebbe che la magistratura venisse investita del caso ma temo che la maggior parte di noi non ne vedrà sentenza. Tuttavia non è un buon motivo per non cercare le responsabilità che, statene certi, non interesseranno la politica perchè questo è un vizio tenico ed un errore dei tecnici.

E' sacrosanto pretendere prodotti e costruzioni conformi alle leggi vigenti nonchè allo stato dell'arte tecnico: fa specie tuttavia che ci sia un'attenzione spasmodica per il CEM, che ci si indigni per la quinta proroga, e poi ci chiuda gli occhi e ci si giri dall'altra parte quando realtà ben più affollate (le scuole?) pericolose e pericolanti sono come una tegola pronta a cadere.

Il vostro, parlo per l'autore del comunicato, è un mero strumento politico: tutto fa brodo per contestare l'avversario. Io non ne sono solo convinto, ne sono certo: a parti inverse, nulla sarebbe potuto cambiare perchè la politica qui non c'entra proprio nulla.

Saluti
AleB
Vedi il profilo di paolino 1Lo sport nazionale
paolino
1 Agosto 2019 - 14:44
 
Ben altri sono gli edifici a rischio. Sospetti di mafia,di finanziamenti stranieri illeciti e altre varie oscenità? Ben altri sono i problemi. È il nuovo sport nazionale,il benaltrismo. Che spopola a destra e a manca, nessuno escluso. I problemi sono sempre altri,e comunque mai quelli che riguardano i nostri beniamini.
Vedi il profilo di Hans Axel Von Fersen 1Re: Re: Re: più che un teatro, un bunker antiatom
Hans Axel Von Fersen
1 Agosto 2019 - 18:38
 
Ciao AleB da quello che s'era letto tempo fa, inizialmente i progettisti han presentato un progetto da sottoporre ai VF che han dato delle prescrizioni poi han modificato in progetto senza avvisare i VF e a teatro finito han presentato il nuovo progetto ai VF che hanno preteso adeguamenti. A questo punto la colpa non è dei VF ma di chi s'è dimenticato di loro e quindi i VF pretendono che vengano seguite le norme più stringenti anche perché trattasi di struttura NUOVA. Confrontare la rigidità dei VF tra il teatro e scuole costruite a fine '800 non ha senso. E' evidente che se le scuole Cadorna hanno le scale larghe 93 e la nuova normativa pretende che siano larghe almeno 100, tale adeguamento è complicato ed estremamente costoso perché significherebbe smembrare mezza scuola e quindi ritengo "normale" che vi siano deroghe, Qui invece parliamo di struttura NUOVA costata circa 1 milione di progettazione e quindi è pacifico pretendere che non vi siano errori. Ma è pacifico e doveroso che questi errori li paghino chi ha sbagliato e non pantalone come sta facendo ora. Un po' come comprare una RR e pretendere che le portiere non cigolino. Un capoccia dei VF è un ex membro della giunta scorsa e quindi non è neanche pensabile che ci sia un accanimento verso la giunta o devo pensare male?



Per commentare occorre essere un utente iscritto
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti