Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco : Verbania : Cronaca

"Naturiamoci" le regole regionali spiegate dai bimbi

Disegni, filastrocche, faccine di pupazzi che sbucano da un libricino colorato che si assume l’onore di spiegare, in modo semplice-semplice, le norme regionali in materia di tutela della natura e dell’ambiente.
Verbania
"Naturiamoci" le regole regionali spiegate dai bimbi
La pubblicazione - presentata alle classi 1°, 2° e 3° della scuola elementare di Baveno per poi essere disponibile per una distribuzione gratuita a tutte le scuole primarie della Provincia - nasce da un’idea dell’Assessorato ai Parchi e alla Montagna: realizzata da Francesca Tempera con la collaborazione dei colleghi dei servizi Agricoltura, Tutela Faunistica, Educazione Ambientale e Polizia Provinciale Doriana Cultrera, Ida Battaglia, Monica Maggetto, Elena Lux, Luisa Erra e Fabrizio Manoni.

“Con leggerezza e simpatia, questo piccolo libro realizzato con sole risorse interne alla Provincia, fa capire ai bambini - gli adulti di domani - che ogni regola nasce da un’esigenza. In questo caso si tratta di far valere il principio che dobbiamo avere cura di qualcosa di prezioso e antico, che ci è stato consegnato da chi è venuto prima di noi e che noi dobbiamo responsabilmente conservare per coloro che verranno dopo” dice l’Assessore ai Parchi e alla Montagna Germano Bendotti.

Punteggiato da piccoli personaggi che sono esemplificativi di comportamenti corretti o di regole infrante, e da animali selvatici che sul filo della fantasia danno buoni consigli, ‘Naturiamoci’ (questo il titolo del libretto) insegna a non abbandonare rifiuti, a non accendere fuochi nei boschi, a essere una presenza rispettosa e gentile quando si fanno passeggiate tra alberi, fiori ed erbe, dove tutto è in equilibrio. Relazioni che alla lunga possono essere danneggiate da ripetute azioni, a cui lì per lì non si dà l’importanza che si dovrebbe: come strappare indifesi fiorellini (che tempo un’ora appassiscono) o prendere a calci funghi ‘matti’ (tanto per il gusto di farlo). In natura - rimarca l’autrice - tutto è concatenato da rapporti di causa-effetto.

Un richiamo viene anche in aiuto della fauna, ricordando come comportarsi in caso ci si imbatta in cuccioli di selvatici feriti o – apparentemente – abbandonati: il tutto all’insegna di principi che – al di là della legge – sono dettati dal buon senso e dalla buona educazione.
 Fonte di questo post



0 commenti  Aggiungi il tuo



Aggiungi il tuo commento

Prima di pubblicare un tuo commento assicurati che:

• sia in tema e contribuisca alla discussione
• non abbia contenuto razzista o sessista
• non sia offensivo, calunnioso o diffamante

La redazione si riserva di cancellare qualsiasi contenuto ingiurioso, volgare, illegale o contrario alla policy.

Commenti Se accedi o ti Registri potrai visualizzare il tuo nome e ricevere aggiornamenti quando ci saranno altri commenti



captcha
CAPTCHA: Scrivi il valore visualizzato

Iscriviti con la tua email
Verbania
22/01/2017 - Fipav S3 Minivolley Cup più di 150 mini atleti
22/01/2017 - Celebrazioni Nikolajewka e Dobrej 2017 - VIDEO
22/01/2017 - Calendario distribuzione sacchi bianchi
22/01/2017 - Sciopero regionale dei trasporti
22/01/2017 - Spazio Bimbi: Scuola: Aperte le iscrizioni per l' A.S. 2017/2018
Verbania - Cronaca
21/01/2017 - Emergenza Abruzzo: soccorsi da Piemonte e Canton Ticino
20/01/2017 - Eletto nuovo CdA del CSSV
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti